Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Audio Tekne IMAI
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Audio Tekne IMAI

    Share

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4684
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Audio Tekne IMAI

    Post  pepe57 on Fri May 07, 2010 9:32 am

    Sapete che domani (e forse Domenica)
    Imai è presente presso l' importatore italiano e fanno ascoltare il Main Speker con tutto il sistema (giradischi/phono/linea/xover/finali top?
    Ciao!
    Pietro

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: Audio Tekne IMAI

    Post  Mr. wlg on Fri May 07, 2010 10:37 am

    In quale city?

    Silvio Wlg


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4684
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Audio Tekne IMAI

    Post  pepe57 on Sat May 08, 2010 10:01 am

    Mr. wlg wrote:In quale city?

    Silvio Wlg

    Nella sede dell' importatore (suon' arte), vicino a Lecco, però mi è stato detto che bisogna prendere appuntamento per andarci.
    Ciao!

    sunny sunny
    Pietro

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: Audio Tekne IMAI

    Post  Mr. wlg on Sat May 08, 2010 10:10 am

    Azz... Tu cadi dal letto e sei li

    Ti ringrazio in ogni modo spero ci racconterai

    Graziee buon divertimento

    Silvio Wlg


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4684
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Audio Tekne IMAI

    Post  pepe57 on Mon May 10, 2010 1:00 pm

    Ascolto bello, istruttivo, colto ed interessante.
    Un pomeriggio ben investito!
    Imai è sempre squisito ed anche Paolo e Gianni non sono da meno.
    Credo che fra qualche tempo gli ascolti verranno aperti su appuntamento a tutti.
    Se si è interessati a qualcosa di nuovo e diverso.
    Ne vale la pena.
    sunny sunny
    Pietro

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: Audio Tekne IMAI

    Post  Mr. wlg on Mon May 10, 2010 4:45 pm

    Grande Pietro cheers
    Mi fa piacere che sia stato bello e che Tu c'eri
    Grazie per l'info

    Silvio Wlg


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Audio Tekne IMAI

    Post  ema49 on Mon May 10, 2010 7:29 pm

    pepe57 wrote:Ascolto bello, istruttivo, colto ed interessante.
    Un pomeriggio ben investito!
    Imai è sempre squisito ed anche Paolo e Gianni non sono da meno.
    Credo che fra qualche tempo gli ascolti verranno aperti su appuntamento a tutti.
    Se si è interessati a qualcosa di nuovo e diverso.
    Ne vale la pena.
    sunny sunny
    Pietro

    Pietro, ci puoi spiegare quale è la filosofia di ascolto di Imai ed in che cosa si differenzia dalla nostra? Quali sono i parametri ai quali lui dà più importanza rispetto agli occidentali? In linea di massima, ci puoi dire come è composto l'impianto ed il razionale delle sue scelte?. Capisco che l'argomento è vasto, ma la curiosità è tanta. Coraggio, armati di pazienza sunny sunny sunny

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4684
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Audio Tekne IMAI

    Post  pepe57 on Mon May 10, 2010 9:55 pm

    ema49 wrote:

    Pietro, ci puoi spiegare quale è la filosofia di ascolto di Imai ed in che cosa si differenzia dalla nostra? Quali sono i parametri ai quali lui dà più importanza rispetto agli occidentali? In linea di massima, ci puoi dire come è composto l'impianto ed il razionale delle sue scelte?. Capisco che l'argomento è vasto, ma la curiosità è tanta. Coraggio, armati di pazienza sunny sunny sunny

    Premetto che io Imai l'ho incontrato nel corso degli anni solo 4 volte, per cui di sicuro non posso sostenere di conoscere a fondo la sua filosofia.
    Questo anche perché lui non è un tipo che ti "invade" con osservazioni, spiegazioni o proclami.
    Ti da sempre l' idea che sia molto felice di rivederti e che sei li per ascoltare le sue ultime creazioni, se chiedi risponde, ma è abbastanza veloce e stringato nel farlo.
    Per prima cosa direi che lui tende a proporre un tipo di ascolto in cui il volume massimo non è da prima fila (pur immaginando che un sistema da 100 dB di efficienza non dovrebbe avere problemi ad operare anche in questo modo), bensì un sistema che a volume anche piuttosto contenuto tenda ad offrirti ricchezza armonica unita a facilità e ricchezza di emissione.
    Il sistema 4 vie, se ho ben capito, tende al suono del suo monovia per chi ha un ambiente + grande e reputa che gli serva un sistema che gli possa dare quella sonorità con dinamica + adatta all' ambiente stesso.
    Per cui direi che punta sulla coerenza e sulla ricchezza armonica ad un volume anche contenuto.
    L'altro punto che ho compreso essere per lui molto importante (non saprei dare un ordine di importanza fra quelli citati) è che vuole un risultato sonoro che sia completamente privo di "elettronicità" (cosa avvertibile sopra a tutto in gamma alta) per cui ricerca una liquidità che al suo interno non si porti mai dei "freddi, duri" cristalli.
    Credo che l'ultimo punto, ma questo è chiaramente collegabile con quello del "monovia" è che non desidera sentire suonare gli altoparlanti singoli della cassa che deve sparire in fronte sonoro che definirei, "compatto" proprio a come lo si sentirebbe stando ad ascoltare da metà sala in su (in tal senso è molto preciso anche nelle distanze fra le due casse che preferisce montate ad una distanza prefissata al centimetro).
    L' avvicinarsi a questo tipo di ascolto, a mio avviso, richiede una certa dose di apertura mentale, pensare di ascoltare i fuochi artificiali in compagnia di amici per stupirli, a mio parere, potrebbe essere fonte di una certa delusione.
    Farlo invece immaginando un ascolto solitario (anche in appartamento) notturno ed intimista o pomeridiano (conio il termine da una serie di eventi) per recarsi ad un concerto "per Amore" al Conservatorio di Milano avendo ben presente la sua acustica (nello specifico della sala Verdi sempre valide le precedenti premesse) per me sarebbe fonte di vera soddisfazione anche per il musicofilo + intransigente.


    sunny sunny sunny

    Spero di essere stato chiaro e di aiuto.
    Ciao!
    Pietro

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Audio Tekne IMAI

    Post  ema49 on Mon May 10, 2010 10:38 pm

    pepe57 wrote:
    ema49 wrote:

    Pietro, ci puoi spiegare quale è la filosofia di ascolto di Imai ed in che cosa si differenzia dalla nostra? Quali sono i parametri ai quali lui dà più importanza rispetto agli occidentali? In linea di massima, ci puoi dire come è composto l'impianto ed il razionale delle sue scelte?. Capisco che l'argomento è vasto, ma la curiosità è tanta. Coraggio, armati di pazienza sunny sunny sunny

    Premetto che io Imai l'ho incontrato nel corso degli anni solo 4 volte, per cui di sicuro non posso sostenere di conoscere a fondo la sua filosofia.
    Questo anche perché lui non è un tipo che ti "invade" con osservazioni, spiegazioni o proclami.
    Ti da sempre l' idea che sia molto felice di rivederti e che sei li per ascoltare le sue ultime creazioni, se chiedi risponde, ma è abbastanza veloce e stringato nel farlo.
    Per prima cosa direi che lui tende a proporre un tipo di ascolto in cui il volume massimo non è da prima fila (pur immaginando che un sistema da 100 dB di efficienza non dovrebbe avere problemi ad operare anche in questo modo), bensì un sistema che a volume anche piuttosto contenuto tenda ad offrirti ricchezza armonica unita a facilità e ricchezza di emissione.
    Il sistema 4 vie, se ho ben capito, tende al suono del suo monovia per chi ha un ambiente + grande e reputa che gli serva un sistema che gli possa dare quella sonorità con dinamica + adatta all' ambiente stesso.
    Per cui direi che punta sulla coerenza e sulla ricchezza armonica ad un volume anche contenuto.
    L'altro punto che ho compreso essere per lui molto importante (non saprei dare un ordine di importanza fra quelli citati) è che vuole un risultato sonoro che sia completamente privo di "elettronicità" (cosa avvertibile sopra a tutto in gamma alta) per cui ricerca una liquidità che al suo interno non si porti mai dei "freddi, duri" cristalli.
    Credo che l'ultimo punto, ma questo è chiaramente collegabile con quello del "monovia" è che non desidera sentire suonare gli altoparlanti singoli della cassa che deve sparire in fronte sonoro che definirei, "compatto" proprio a come lo si sentirebbe stando ad ascoltare da metà sala in su (in tal senso è molto preciso anche nelle distanze fra le due casse che preferisce montate ad una distanza prefissata al centimetro).
    L' avvicinarsi a questo tipo di ascolto, a mio avviso, richiede una certa dose di apertura mentale, pensare di ascoltare i fuochi artificiali in compagnia di amici per stupirli, a mio parere, potrebbe essere fonte di una certa delusione.
    Farlo invece immaginando un ascolto solitario (anche in appartamento) notturno ed intimista o pomeridiano (conio il termine da una serie di eventi) per recarsi ad un concerto "per Amore" al Conservatorio di Milano avendo ben presente la sua acustica (nello specifico della sala Verdi sempre valide le precedenti premesse) per me sarebbe fonte di vera soddisfazione anche per il musicofilo + intransigente.


    sunny sunny sunny

    Spero di essere stato chiaro e di aiuto.
    Ciao!
    Pietro

    Grazie, sei stato molto chiaro. Interessante il suo approccio anche se per noi forse accettabile con qualche difficoltà. Personalmente credo che lo apprezzerei molto e mi dispiace non potere assistere ad una sua dimostrazione. Un'ultima domanda: i diffusori sono a tromba? Le trombe a volumi poco sostenuti hanno caratterstiche similari a quanto da te descritto..

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4684
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Audio Tekne IMAI

    Post  pepe57 on Mon May 10, 2010 10:51 pm

    Allora, i componenti li produce la ALE su specifiche di Imai, il woofer da 38cm è caricato tipo bass reflex ma con un foro di accordo posteriore che avrà un diametro (ad occhio) di 30 cm..., il medio (da 200 a 3000) lo fa un driver caricato a tromba( in metallo ma ricoperta completamente di grafite arrivando ad un peso enorme), un altro driver fa da 3000 a 6000 ed un ultimo da 6000 in su.
    Il tutto racchiuso in (circa) 300 Kgs di grafite (per cassa).
    Per cui, caricato a tromba c'è solo il driver del midrange.

    sunny sunny
    Ciao!
    Pietro

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Audio Tekne IMAI

    Post  ema49 on Mon May 10, 2010 11:04 pm

    pepe57 wrote:Allora, i componenti li produce la ALE su specifiche di Imai, il woofer da 38cm è caricato tipo bass reflex ma con un foro di accordo posteriore che avrà un diametro (ad occhio) di 30 cm..., il medio (da 200 a 3000) lo fa un driver caricato a tromba( in metallo ma ricoperta completamente di grafite arrivando ad un peso enorme), un altro driver fa da 3000 a 6000 ed un ultimo da 6000 in su.
    Il tutto racchiuso in (circa) 300 Kgs di grafite (per cassa).
    Per cui, caricato a tromba c'è solo il driver del midrange.

    sunny sunny
    Ciao!
    Pietro

    300 kg per cassa.. ...Dovrei rinforzare le fondamenta. Comunque il medio caricato a tromba e pertanto praticamente privo di qualunque forma di compressione dovrebbe spiegare la piacevolezza dell'ascolto a bassi volumi, no?

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4684
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Audio Tekne IMAI

    Post  pepe57 on Mon May 10, 2010 11:42 pm

    ema49 wrote:
    pepe57 wrote:Allora, i componenti li produce la ALE su specifiche di Imai, il woofer da 38cm è caricato tipo bass reflex ma con un foro di accordo posteriore che avrà un diametro (ad occhio) di 30 cm..., il medio (da 200 a 3000) lo fa un driver caricato a tromba( in metallo ma ricoperta completamente di grafite arrivando ad un peso enorme), un altro driver fa da 3000 a 6000 ed un ultimo da 6000 in su.
    Il tutto racchiuso in (circa) 300 Kgs di grafite (per cassa).
    Per cui, caricato a tromba c'è solo il driver del midrange.

    sunny sunny
    Ciao!
    Pietro

    300 kg per cassa.. ...Dovrei rinforzare le fondamenta. Comunque il medio caricato a tromba e pertanto praticamente privo di qualunque forma di compressione dovrebbe spiegare la piacevolezza dell'ascolto a bassi volumi, no?

    Direi che in grossa parte è così, le casse complete credo pesino 450 kgs cadauna.
    sunny sunny
    Ciao!
    Pietro

      Current date/time is Mon Dec 05, 2016 1:32 am