Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Sorgente per musica liquida - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Sorgente per musica liquida

    Share

    loziolele
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 236
    Data d'iscrizione : 2010-04-23

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  loziolele on Sun May 16, 2010 2:49 pm

    NA71 wrote:In un altro forum mi hanno consigliato di prendere il mini mac più iPhone da usare come telecomando.
    Cosa ne pensate è una buona idea?

    io sto usando l'iMac con iphone che telecomanda...
    a breve prenderò anch'io il mac mini perché l'imac "parla" con il DAC via wifi (e questo è limitante) mentre il mini sarà a ridosso del DAC...

    NA71
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 36
    Data d'iscrizione : 2010-05-05

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  NA71 on Sun May 16, 2010 5:40 pm

    loziolele wrote:
    NA71 wrote:In un altro forum mi hanno consigliato di prendere il mini mac più iPhone da usare come telecomando.
    Cosa ne pensate è una buona idea?

    io sto usando l'iMac con iphone che telecomanda...
    a breve prenderò anch'io il mac mini perché l'imac "parla" con il DAC via wifi (e questo è limitante) mentre il mini sarà a ridosso del DAC...


    Mi stai consigliando di prendere il mini mac?

    loziolele
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 236
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 49
    Località : ROMA

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  loziolele on Sun May 16, 2010 6:31 pm

    NA71 wrote:

    Mi stai consigliando di prendere il mini mac?

    devi essere convinto tu...

    io te lo consiglierei quantomeno perchè sarà la mia prossima mossa...ma non so dirti se è una mossa corretta e sensata o meno...
    a dir la verità mi intriga molto anche l'Olive, ma costa un boato!


    NA71
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 36
    Data d'iscrizione : 2010-05-05

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  NA71 on Sun May 16, 2010 8:09 pm

    loziolele wrote:
    devi essere convinto tu...

    io te lo consiglierei quantomeno perchè sarà la mia prossima mossa...ma non so dirti se è una mossa corretta e sensata o meno...
    a dir la verità mi intriga molto anche l'Olive, ma costa un boato!



    Scusa la mia ignoranza ma che cosa è l'olive?

    loziolele
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 236
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 49
    Località : ROMA

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  loziolele on Sun May 16, 2010 9:25 pm

    L olive e' un apparecchio che estrae le tracce dei cd e le archivia su un hard disc interno...un po come farebbe un computer. In piu questo olive ha uno schermo touch per i comandi e per vedere cosa sta suonando. Costa un botto!!!

    fabiovob
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7461
    Data d'iscrizione : 2009-10-01

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  fabiovob on Sun May 16, 2010 9:33 pm

    loziolele wrote:
    devi essere convinto tu...

    io te lo consiglierei quantomeno perchè sarà la mia prossima mossa...ma non so dirti se è una mossa corretta e sensata o meno...
    a dir la verità mi intriga molto anche l'Olive, ma costa un boato!


    Olive è un progetto che seguo sin da quando è nato.
    Attualmente possiedo il nuovissimo modello 4HD che unito al satellite Opus mi permette di ascoltare la musica anche in camera da letto.
    Con l'ultima versione hanno anche notevolmente migliorato la qualità dei convertitori interni, che possono anche essere utilizzati con sorgenti esterne come dac.

    ogiad
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 58
    Data d'iscrizione : 2010-05-12

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  ogiad on Mon May 17, 2010 5:03 pm

    visto che si è parlato praticamente di mac e di apparecchi in se molto costosi... suggerisco per chi usa windows, come sorgente budget la Musiland Digital Times... se avete un dac adeguato potreste provare l'ebrezza delle registrazioni a 24 bit e 192 khz...spendendo un 100 euro di scheda audio.

    marcox65
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 133
    Data d'iscrizione : 2010-06-08

    musica liquida... NON COMPRESSA per favore !!!

    Post  marcox65 on Sun Jul 11, 2010 9:37 am

    loziolele wrote:
    latinim wrote:...
    Scusa,
    cosa intendi per "rippaggio a 320K"?
    Hai eseguito il rip in modalità non compressa?

    Massimo

    il bit rate...alcuni dei miei brani sono stati compressi a 320 kbps...ed i brani di L. Einaudi che "gracchiano" sono stati importati compressi a questo bit rate!


    AHI AHI AHI siamo di nuovo lì ... si spendono cifre folli per l'impianto poi si ascolta la musica in MP3 !!!
    Poi ci offendiamo se si dice che gli audiofili sono fuori di testa !

    Un pò d'ordine: gli MP3 li lasciamo all'ascolto "on the street" oppure ai 15enni che ascoltano Eminem o Lady Gaga (me fa caga pure il nome...) noi se vogliamo ottenere almeno i risultati del tanto villipeso CD dobbiamo NON COMPRIMERE i file !!!!

    Specialmente nella musica acustica quale è la classica (e Luduvico Einaudi è musica contemporanea quindi fa parte del mondo classico) bisogna NON mettere altri limiti (e già il 16/44 del formato CD è un bel limite) tra la registrazione e l'uscita analogica dei diffusori.

    Infatti si parla ormai da tempo dell'alta risoluzione. Ma hai mai provato ad ascolare un file a 24/96 (si può anche salire a 192 ma non sempre c'è un miglioramento all'ascolto) ?
    Prova con i vari siti che lascino gratuitamente scaricare file di prova ad alta risoluzione. Itunes non supporta i file FLAC per questo bisogna prima trasformarli in file WAV oppure usare un altro player tipo VOX (ottimo, leggero e gratuito). Quindi collega il tuo MAC (resta la scelta migliore, lascia stare i PC...) ad un buon DAC via USB o Firewire o se non hai questi ingressi (bisogna anche avere, per l'USB, l'interfaccia che ti permetta di uscire oltre il limite del formato CD come la famosa chiavetta di Mamunta) usa l'uscita digitale con un cavo ottico (ci vuole il riduttore mini jack).
    Quindi collega il tutto al tuo ampli o ascolta in cuffia se il DAC ha anche l'uscita cuffie. Vedrai che è un'altra musica !!!
    Non siamo ancora al livello dell'analogico ma insomma è comunque un bel sentire... e soprattutto non c'è paragone con il CD, e tanto meno con l'MP3 anche a 320k. affraid

    Consiglio gli articoli del buon Marco Benedetti sull'"INTRODUZIONE ALLA MUSICA LIQUIDA“ per togliersi gli ultimi dubbi (da AR n. 305 >).

    Buon ascolto
    Marco


    Last edited by marcox65 on Sun Jul 11, 2010 6:15 pm; edited 1 time in total

    microfast
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 292
    Data d'iscrizione : 2010-07-03
    Età : 55
    Località : INVERUNO (MI)

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  microfast on Sun Jul 11, 2010 11:19 am

    marcox65 wrote: Consiglio gli articoli del buon Marco Benedetti sull'"INTRODUZIONE ALLA MUSICA LIQUIDA“ per togliersi gli ultimi dubbi (da AR n. 305 >).

    Buon ascolto
    Marco

    Con tutto il rispetto, penso che se ne possa fare a meno con tutte quelle baggianate condite di aria fritta che ci sono scritte.

    Solo chi è davvero alle prime armi puo' pensare che quello sia un articolo valido.

    Saluti
    Marco

    marcox65
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 133
    Data d'iscrizione : 2010-06-08

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  marcox65 on Sun Jul 11, 2010 11:59 am

    microfast wrote:
    marcox65 wrote: Consiglio gli articoli del buon Marco Benedetti sull'"INTRODUZIONE ALLA MUSICA LIQUIDA“ per togliersi gli ultimi dubbi (da AR n. 305 >).

    Buon ascolto
    Marco

    Con tutto il rispetto, penso che se ne possa fare a meno con tutte quelle baggianate condite di aria fritta che ci sono scritte.

    Solo chi è davvero alle prime armi puo' pensare che quello sia un articolo valido.

    Saluti
    Marco

    Forse non hai capito che la domanda fatta da loziolele era proprio quella: richiesta di aiuto x chi è alle prime armi.

    Poi conosciamo tutti la tua strana avversione verso Marco Benedetti quindi mi spiace ma non fa (nessun) testo quello che dici sul suo lavoro... con tutto il rispetto naturalmente.

    Marco

    microfast
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 292
    Data d'iscrizione : 2010-07-03
    Età : 55
    Località : INVERUNO (MI)

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  microfast on Sun Jul 11, 2010 12:08 pm

    marcox65 wrote:
    Forse non hai capito che la domanda fatta da loziolele era proprio quella: richiesta di aiuto x chi è alle prime armi.

    Poi conosciamo tutti la tua strana avversione verso Marco Benedetti quindi mi spiace ma non fa (nessun) testo quello che dici sul suo lavoro... con tutto il rispetto naturalmente.

    Marco


    Semplicemente, per me, fa testo la sua impreparazione nello specifico: mi piacerebbe sapere in che cosa e' specializzato e cosa faccia realmente di mestiere, intendo non per hobby ma per guadagnarsi il pane ...

    E a poco serve che si faccia dare qualche dritta a destra e a manca, l'impreparazione rimane.

    Se poi a te piace essere disinformato sei liberissimo di farlo, non ho nulla in contrario.

    Sono pronto ad argomentare e giustificare quello che dico ( per la verita' l'ho gia' fatto con l'unico risultato, invece di avere delle risposte, di essere stato insultato e bannato ).

    Mi sembra di aver detto tutto: un comportamento tipico di chi teme un sano confronto e quindi ne deduco abbia una coda di paglia lunga un km.

    Saluti
    Marco

    marcox65
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 133
    Data d'iscrizione : 2010-06-08

    nuova rivista online cerca collaboratore...

    Post  marcox65 on Sun Jul 11, 2010 1:34 pm


    microfast wrote:

    Semplicemente, per me, fa testo la sua impreparazione nello specifico: mi piacerebbe sapere in che cosa e' specializzato e cosa faccia realmente di mestiere, intendo non per hobby ma per guadagnarsi il pane ...

    E a poco serve che si faccia dare qualche dritta a destra e a manca, l'impreparazione rimane.

    Se poi a te piace essere disinformato sei liberissimo di farlo, non ho nulla in contrario.

    Sono pronto ad argomentare e giustificare quello che dico ( per la verita' l'ho gia' fatto con l'unico risultato, invece di avere delle risposte, di essere stato insultato e bannato ).

    Mi sembra di aver detto tutto: un comportamento tipico di chi teme un sano confronto e quindi ne deduco abbia una coda di paglia lunga un km.

    Saluti
    Marco

    Pensa fa tutt'altro: l'albergatore !
    E allora ?
    La passione per determinati argomenti fa si che una persona si interessi fino a conoscerli bene quanto uno del mestiere. Mestiere?
    Diciamo che un mestiere può essere un ingegnere del suono o un progettista di apparecchiature audio ma con tutti (giusti) gli interessi di lavoro. Un appassionato ha sicuramente come scopo la migliore qualità del risultato senza leggi di mercato ma solo come unico limite il suo portafoglio. E Benedetti è un grande appassionato. Poi non mi risulta che il Padreterno abbia dettato delle leggi sul mondo audiofilo e quindi tutti dicono la loro ma da qui a dire che è impreparato ce ne passa... e comunque essendo collaboratore della rivista AR secondo te quando ha un dubbio non chiede lumi ai tecnici Montanucci, Lucchesi o addirittura Nuti ? Gli lasciano scrivere cazzate a raffica ? E chi ci rimette la rivista, no?
    Te lo dico: si incazzano verso di te non certo per una mancanza di confronto (sempre possibile vai al Top Audio e parlaci di persona) ma per il tuo modo che hai di scrivere sui forum... un esempio ?
    A me hai, in 2 post, dato del disinformato e dell'obsoleto... senza essere a ragion veduta a conoscenza del vero, ma solo per intromettere il naso in tutti i discorsi e bè insomma mica tutti ci stanno a farsi prendere per il c.... dal primo venuto!
    Quindi sicuramente hai fatto inc.... Benedetti che non ci ha pensato su e ti ci ha mandato.
    In ogni modo biasimo chiunque scrive dall'alto della sua sapienza, in questo mondo siamo tutti qui ad imparare e i forum sono nati per questo: sbambiarci amichevolmente le proprie opinioni in modo da risolvere i problemi e non far vedere quanto siamo bravi o chi ha l'impianto più “grosso”... affraid affraid

    Insomma se ti senti così preparato e hai tanto bel tempo libero puoi chiedere a Bebo Moroni e Toni De Marchi (o hai fatto incazzare anche loro ??) di scrivere per la loro nuova rivista online, sicuramente sarò il tuo primo lettore !
    http://www.theabsoluteaudiophile.com/joomla/it/ultimo-numero

    Buona domenica
    Marco


    microfast
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 292
    Data d'iscrizione : 2010-07-03
    Età : 55
    Località : INVERUNO (MI)

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  microfast on Sun Jul 11, 2010 2:03 pm

    Con tutto il rispetto penso che tu, come ultimamente fa la maggior parte della gente veda le cose da un punto di vista sbagliato, tipo tifoso ultras di calcio: o tengo per la Juve o per il Milan o per l'inter, tutto il resto non importa, quello che dice tizio e' giusto perche' e' della mia squadra e mi sta simpatico ..

    Hai detto un sacco di cose senza chiedere la piu' importante: dove credi che Otello sbagli?

    E ti dirò di piu' succede proprio quello che tu pensi non possa succedere: su quegli articoli ci sono affermazioni che proprio fanno a pugni con altri articoli e recensioni della stessa rivista, neanche a farlo apposta firmate da Montanucci etc etc

    Io scrivere sulle riviste? ahah, non e' compatibile chi come me non ha peli sulla lingua e dice quello che deve dire, nessun distributore-costruttore sopporterebbe un comportamento simile e quindi addio introiti pubblicitari: ecco perche' la gente preparata evita il piu' possibile di scrivere e firmare e manda allo sbaraglio chi e' poco preparato, ma conosciuto dal pubblico che ormai si e' abituato ed assuefatto all'aria fritta ...

    Saluti
    Marco


    Last edited by microfast on Sun Jul 11, 2010 11:36 pm; edited 1 time in total

    marcox65
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 133
    Data d'iscrizione : 2010-06-08

    tifoso di Coppi e Bartali...

    Post  marcox65 on Sun Jul 11, 2010 5:18 pm

    microfast wrote:

    ....................

    Hai detto un sacco di cose senza chiedere la piu' importante: dove credi che Otello sbagli?

    E ti dirò di piu' succede proprio quello che tu pensi non possa succedere: su quegli articoli ci sono affermazioni che proprio fanno a pugni con altri articoli e recensioni della stessa rivista, neanche a farlo apposta firmate da Montanucci etc etc

    Io scrivere sulle riviste? ahah, non e' compatibile chi come me non ha peli sulla lingua e dice quello che deve dire, nessun distributore-costruttore sopporterebbe un comportamento simile e quindi addio introiti pubblicitari: ecco perche' la gente preparata evita il piu' possibile di scrivere e firmare e manda allo sbaraglio chi e' poco preparato, ma conosciuto dal pubblico che ormai si e' abituato ed assuefatto all'aria fritta ...

    Saluti
    Marco

    Certo me lo chiedo anch'io però devi essere più preciso altrimenti sembra proprio un'antipatia a priori o appunto una presa di posizione (o solo presunzione...) tanto per parlare (di aria fritta ?).
    Volentieri concordo con te che talvolta la linea editoriale delle riviste di settore (e non parlo solo dell'audio) sia un pò confusa ma ti posso giurare sulla buona fede e la passione di Marco Benedetti che ripeto non è (e lui lo sa e lo dice spesso, basta leggerlo) il profeta assoluto dell'audiofilia.
    Veramente, ormai sono curioso, fammi sapere con più dettaglio che puoi dove Otello avrebbe sbagliato scontrandosi con altri articoli e/o misure della redazione di Audio Review, così che possa anch'io sapere cosa è successo di così grave (comunque le opinioni sono libere e se sostenesse che il futuro sono i grammofoni e i padelloni a 78 giri sono fatti suoi, non siamo mica obbligati a seguirlo sempre e dappertutto e soprattutto non siamo un tribunale che emette sentenze di pena capitale... se non ti piace come scrive NON LEGGERLO! ).

    p.s. a manifestare al TAV davanti agli stand ci vengo anch'io ma soprattutto a quelli dei distributori. Hai visto le differenze tra le importazioni di alcuni marchi blasonati in Italia e la Francia o altri paesi Europei? I prezzi pazzi dell'Alta Fedeltà iniziano da questi signori che si approfittano della passione di pochi (e continuando così sempre meno...) !!!

    Marco

    microfast
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 292
    Data d'iscrizione : 2010-07-03
    Età : 55
    Località : INVERUNO (MI)

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  microfast on Sun Jul 11, 2010 10:35 pm

    Mamma mia che caldo ....

    Premetto che conosco da anni Otello e company.

    Abbiamo battagliato per anni su altri forum, solo che non essendo moderatore, dopo lunghe discussioni non gli rimaneva altro da fare che lasciar perdere, come succede sempre alla fine a chi rimane senza argomenti, quando si discute di qualcosa di oggettivo e che non puo' essere soggettivo, come le opinioni dove nessuno ha mai torto ( aria fritta docet ).

    Posso anche dire che vedendo poi quello che e' successo con il passare degli anni ho avuto le mie belle soddisfazioni, ad esempio sulla correzione attiva dell'acustica ambientale, dove insieme a pochissime altre persone sono stato un vero pioniere ed apripista circa dieci anni fa.

    Da queste persone sono stato, per farla breve, deriso in tutte le maniere, salvo poi accorgersi recentemente, quanto l'argomento si sia sviluppato nelle tecniche e commercialmente: ormai lo usano in tanti ed anche i puristi ammettono, seppur a denti stretti che e' un'ottima opportunita' per migliorare la resa del proprio ambiente ...

    Altrettanto deriso dal "novello paladino della musica liquida" era a quei tempi la mia scelta del digitale e dell'uso del computer per elaborare, rippare, archiviare ..

    Potrei scrivere un romanzo, sulle posizioni iniziali di questi personaggi, poi opportunamente modificate in tutta fretta per sdoganarsi da un settore morente e cercare così di continuare con argomenti fino al giorno prima snobbati, derisi e considerati da poveracci e per trafficoni, spacciandosi quindi addirittura per esperti di computer perche' forse anni prima li usavano per scriverci quattro lettere o giocarci ...

    Bene torniamo al concreto e all'articolo sulla musica liquida: non ricordo in quale punto, ma ci sta scritto chiaramente che utilizzare una scheda audio interna su un pc non permette di raggiungere buone performance e che quindi conviene starci alla larga perche' non e' una buona idea.

    Affermazione errata, fuorviante e di grande danno proprio per chi si avvicina alla musica liquida.

    Affermaziione errata, perche' le migliori schede audio esistenti per riprodurre musica sono nemmeno a farlo apposta proprio di tipo interno ( posso provarlo in qualsiasi momento con test e non solo fatti da me; basta infatti leggere ad esempio il test di Stereophile, rivista prestigiosa non meno di AR ed altrettanto ben dotata se non meglio di strumentazione di laboratorio, di qualche mese fa dove testavano la scheda audio Asus Essence ST ed STX rilevando eccellenti performance in assoluto.

    Tra l'altro la stessa AR testo' la medesima scheda audio con ottimi risultati, anche se in modo ariafrittologico, ossia senza farla passare per il laboratorio, da Gianluca Manelli, l'admin-non admin, del forum di AR, anche se qualche tempo dopo averla provata mi chiamo' telefonicamente per avere alcune dritte sulla stessa per sapere come utilizzarla al meglio, curioso vero?

    Penso che sia un'affermazione di gran danno per chi si avvicina a questo moderno modo di fruire del digitale, perche' questa e le altre schede interne (che a sentire Otello sarebbero una soluzione da evitarsi, forse perche' nella sua esperienza provo' una scadente scheda audio embedded nella mother board oppure forse una sound blaster di 15 anni fa, non lo so, tendo ad indovinare), come ad esempio l'altrettanto valida EMU1212M ( anzi per certi versi anche di piu' della gia' ottima Asus Essence), costano poco, non piu' di 150 Euro una per l'altra: perche' negare loro la possibilita' di avere risultati in assoluto eccellenti con poca spesa?

    Forse per favorire la vendita di schede audio e dac esterni molto piu' costosi ( e piu' scadenti )?

    Per il momento mi fermo qui, ma ovviamente non e' l'unica critica ad un articolo scritto con troppa faciloneria da una persona, fino al giorno prima allergico al digitale ed improvvisamente diventato un esperto di computer e schede audio ...

    Saluti
    Marco

    fabiovob
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7461
    Data d'iscrizione : 2009-10-01

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  fabiovob on Sun Jul 11, 2010 11:34 pm

    Una cortesia da utente.
    Potete evitare di effettuare questi mega quotoni?
    Grazie

    microfast
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 292
    Data d'iscrizione : 2010-07-03
    Età : 55
    Località : INVERUNO (MI)

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  microfast on Sun Jul 11, 2010 11:38 pm

    fabiovob wrote:Una cortesia da utente.
    Potete evitare di effettuare questi mega quotoni?
    Grazie

    Di la verita', stai studiando da moderatore per AVMagazine, la se quoti una riga ti bannano .....

    Saluti
    Marco

    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10871
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  Banano on Mon Jul 12, 2010 12:32 pm

    ...beh..in effetti se diventa più facile seguire il senso, mi sembra più che lecita la richiesta di Fabio...e poi mi sembra che più volte sia stato chiesto ai forumer di evitare megaquotoni...
    Poi non è che si metta nessuno sulla sedia elettrica....



    _________________
    Il mio Impianto
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t14-l-impianto-di-bananetto?highlight=bananetto

    [i]In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5391
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  Rudino on Mon Jul 12, 2010 1:15 pm

    Banano wrote: ...beh..in effetti se diventa più facile seguire il senso, mi sembra più che lecita la richiesta di Fabio...e poi mi sembra che più volte sia stato chiesto ai forumer di evitare megaquotoni...
    Poi non è che si metta nessuno sulla sedia elettrica....


    ...sulla sedia elettrica no.
    Però potrebbero augurare dell'altro...


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  Geronimo on Mon Jul 12, 2010 6:13 pm

    Ho pulito un po' di megaquote.

    Siete pregati di quotare solo la parte che vi interessa.


    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/avvisi-ai-naviganti-dare-un-occhiata-ogni-tanto-f1/art-5-t2244.htm


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    microfast
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 292
    Data d'iscrizione : 2010-07-03
    Età : 55
    Località : INVERUNO (MI)

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  microfast on Tue Jul 13, 2010 3:15 pm

    Bene, quote a parte ( che sembrano come altrove stare piu' a cuore dell'argomento base ), continuo le mie piccole considerazioni sugli articoli pubblicati sulle riviste che a me sembrano non poi così utili per chi li legge ...

    Riprendendo il discorso che i recensori sembrano essere allergici ad apparecchi e soluzioni qualitative valide ma di costo contenuto e che per questo a quanto pare si guardano bene dal proporre ai loro lettori, negandogli questa possibilità, non posso non notare sull'ultimo numero di AR, quello di luglio-agosto 2010, l'ennesima conferma di quello che penso da tempo:

    Leggo così a pag. 38 il test dell'USB DAC Ayre QB-9 USB DAC, recensito ovviamente dal nostro prode "novello paladino della musica liquida", convertito ormai da qualche tempo dall'analogico al digitale ( che per anni non perdeva occasione di detestare e sminuire, ma si sa, i tempi cambiano ed ormai siamo abituati quasi ogni giorno nella politica a gente che passa da destra a sinistra e viceversa come se niente fosse e tutto considerato, non so se questo e' il caso, cambiare fazione rimanendo coerenti alle proprie idee, e' appunto indice di coerenza e di adattabilita', oppure nell'altro caso ( e nemmeno qui saprei dire se corrisponde al caso citato ) cambiare idea ammettendo i propri errori e' indice di umilta' ed intelligenza.

    Cos'ha di speciale questo apparecchio non proprio regalato ( solo 2800 Euro tondi tondi di listino )? per cominciare essendo dotato del solo ingresso USB si puo' solo collegare al computer.

    Fortunatamente, almeno, funziona fino a 24/96Khz., non però fino a 24/192KHz. ( ammetto che non e' una grossa perdita, ma con tutte le soluzioni disponibile che arrivano fino a 24/192KHz. a quel prezzo potevano anche sforzarsi ).

    Certo come dice il recensore con questa scelta non si devono usare drivers ( ma chi oggi giorno non sa usare un dischetto e caricare un driver? ormai lo facciamo centinaia di volte con router, modem, lettori mp3, videocamere un'infinita' di altre periferiche, quindi non sarebbe poi un'operazione così difficile ), con il limite pero' di rinunciare a driver ASIO fatti come si deve e specifici, che spesso offrono quel quid in piu' che contraddistingue un apparecchio normale da uno ad alte performance.

    Tornando alle performance, l'apparecchio non raggiunge certo livelli eccelsi ma comunque se la cava benone, certo la mancanza di ingressi SPDIF ottici e coassiali si sente ed e' assurda, direi inspiegabile ...

    Concludendo mi sento di dire, visto che un computer serve necessariamente, che forse sarebbe meglio metterci dentro una scheda audio da 150 Euro come una EMU 1212M od una Asus Essence, raggiungendo risultati decisamente migliori invece di spendere ben 2800 Euro per questo "scatolo" firmato.

    Ovviamente il recensore non ve lo dira' mai, chiedetelo a lui il perche' ...

    Comunque non disperate ve lo dico io, il paladino anti aria fritta

    Saluti
    Marco

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  Geronimo on Tue Jul 13, 2010 5:59 pm

    microfast wrote:Bene, quote a parte ( che sembrano come altrove stare piu' a cuore dell'argomento base ).......

    Quello che mi sta a cuore è la leggibilità dei 3D proprio per consentire la comprensione di quello che definisci l'argomento base senza effettuare gimkane fra mucchi di post incollati l'uno sull'altro.


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    marcox65
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 133
    Data d'iscrizione : 2010-06-08

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  marcox65 on Wed Jul 14, 2010 2:30 am

    microfast wrote:Mamma mia che caldo ....

    Premetto che conosco da anni Otello e company.

    ............


    Bene torniamo al concreto e all'articolo sulla musica liquida: non ricordo in quale punto, ma ci sta scritto chiaramente che utilizzare una scheda audio interna su un pc non permette di raggiungere buone performance e che quindi conviene starci alla larga perche' non e' una buona idea.

    Affermazione errata, fuorviante e di grande danno proprio per chi si avvicina alla musica liquida.

    Affermaziione errata, perche' le migliori schede audio esistenti per riprodurre musica sono nemmeno a farlo apposta proprio di tipo interno ( posso provarlo in qualsiasi momento con test e non solo fatti da me; basta infatti leggere ad esempio il test di Stereophile, rivista prestigiosa non meno di AR ed altrettanto ben dotata se non meglio di strumentazione di laboratorio, di qualche mese fa dove testavano la scheda audio Asus Essence ST ed STX rilevando eccellenti performance in assoluto.

    Tra l'altro la stessa AR testo' la medesima scheda audio con ottimi risultati, anche se in modo ariafrittologico, ossia senza farla passare per il laboratorio, da Gianluca Manelli, l'admin-non admin, del forum di AR, anche se qualche tempo dopo averla provata mi chiamo' telefonicamente per avere alcune dritte sulla stessa per sapere come utilizzarla al meglio, curioso vero?

    Penso che sia un'affermazione di gran danno per chi si avvicina a questo moderno modo di fruire del digitale, perche' questa e le altre schede interne (che a sentire Otello sarebbero una soluzione da evitarsi, forse perche' nella sua esperienza provo' una scadente scheda audio embedded nella mother board oppure forse una sound blaster di 15 anni fa, non lo so, tendo ad indovinare), come ad esempio l'altrettanto valida EMU1212M ( anzi per certi versi anche di piu' della gia' ottima Asus Essence), costano poco, non piu' di 150 Euro una per l'altra: perche' negare loro la possibilita' di avere risultati in assoluto eccellenti con poca spesa?

    Forse per favorire la vendita di schede audio e dac esterni molto piu' costosi ( e piu' scadenti )?

    Per il momento mi fermo qui, ma ovviamente non e' l'unica critica ad un articolo scritto con troppa faciloneria da una persona, fino al giorno prima allergico al digitale ed improvvisamente diventato un esperto di computer e schede audio ...

    Saluti
    Marco

    Bene finalmente sei stato più chiaro e almeno so di cosa stavi parlando, l'importante è capirsi.

    Comunque non mi sembrava una diatriba su schede interne o DAC esterni ma va bene lo stesso, se vuoi ho un pò da parlare anche su quello.

    Ah premetto che a casa mia sono un analogista convinto ma per forze di cose sul lavoro si usa il digitale e quindi qualcosa si porta anche a casa e allora... vai con le prove qua e là.

    Devo però precisare una cosa Marco Benedetti ha esordito in Audio Review con il digitale parecchi anni fa facendoci partecipi delle sue sensazioni con i primi masterizzatori CD che qualche problemino lo davano.
    Poi successivamente con la scoperta dei grandi giradischi ha cominciato ad occuparsi di analogico fino a diventare il primo redattore per quel settore su AR.
    Non dovrebbe essere così scandaloso se il suo direttore Lucchesi che tra le altre cose era stato assunto in AR da Nuti proprio per l'avvento del digitale (aveva dato una brillante tesi di laurea sull'argomento) lo ha convocato a fare da apripista (su AR, perchè Suono erano già quasi 2 anni che se occupava abbondantemente) per questa nuova possibilità per questo settore sempre più in crisi, semplicemente perchè è il suo migliore “scrittore” e sicuramente meno noioso di un puro tecnico che scrive a mò di telescrivente. Poi sta a Benedetti controllare di non scrivere boiate altrimenti si può beccare anche qualche querela...

    Comunque ti premetto già adesso una bella regola del mondo pro e broadcast: meno costano tutte le tue belle attrezzature e più guadagni.
    Quindi se hai il massimo con un oggetto da 150 euro saresti semplicemente un coglio.. se invece ne spendessi 5000 euro solo per farti vedere dagli amici e tirartela al bar...
    DEVI fare il tuo lavoro al meglio senza dissanguarti in spese inutili altrimenti si chiude bottega !!!

    Per ora mi fermo qui altrimenti tra un pò è meglio che mi preparo la colazione... santa

    Buona notte
    Marco

    microfast
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 292
    Data d'iscrizione : 2010-07-03
    Età : 55
    Località : INVERUNO (MI)

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  microfast on Wed Jul 14, 2010 2:36 pm


    Bene finalmente sei stato più chiaro e almeno so di cosa stavi parlando, l'importante è capirsi.

    Comunque non mi sembrava una diatriba su schede interne o DAC esterni ma va bene lo stesso, se vuoi ho un pò da parlare anche su quello.


    Mica e' tutto li, questo e' solo un piccolo esempio ...


    Devo però precisare una cosa Marco Benedetti ha esordito in Audio Review con il digitale parecchi anni fa facendoci partecipi delle sue sensazioni con i primi masterizzatori CD che qualche problemino lo davano.


    Be, io ho quasi 49 anni, a 13 gia' trafficavo con saldatore e componenti elettronici ed a 17 mi costruii personalmente il mio primo computer, gia' allora mi interessavo di HIFI, vidi nascere AR e dopo poco aprii la mia attivita' ( sempre la stessa che ancora oggi mi da da vivere ) ...



    Poi successivamente con la scoperta dei grandi giradischi ha cominciato ad occuparsi di analogico fino a diventare il primo redattore per quel settore su AR.


    E quello mi sembra il suo settore congeniale: niente da dire ...


    Non dovrebbe essere così scandaloso se il suo direttore Lucchesi che tra le altre cose era stato assunto in AR da Nuti proprio per l'avvento del digitale (aveva dato una brillante tesi di laurea sull'argomento) lo ha convocato a fare da apripista (su AR, perchè Suono erano già quasi 2 anni che se occupava abbondantemente) per questa nuova possibilità per questo settore sempre più in crisi, semplicemente perchè è il suo migliore “scrittore” e sicuramente meno noioso di un puro tecnico che scrive a mò di telescrivente. Poi sta a Benedetti controllare di non scrivere boiate altrimenti si può beccare anche qualche querela...


    Non lo e' affatto, semmai inopportuno specie per chi come me si aspetta articoli di un certo livello: se hai nello staff ing. elettronici ( che bazzicando da anni in laboratorio aprendo e descrivendo le circuitazioni di mille apparecchi non penso proprio risulterebbero noiosi, trovo invece noiosi i trattati teorici matematici dei docenti, specie quelli che poi non riescono ad introdurli e corredarli nel modo giusto nella pratica spicciola di tutti i giorno ed aime' proprio di questi Otello si affida con dubbi riusltati), non vedo il motivo di utilizzare un'opinionista che cerca le sfumature sonore tra cavi e testine.
    Comprendo pure come l'aria fritta appassioni di piu' il normale lettore che non ha voglia di ragionare ma che apre una rivista che di tecnica dovrebbe parlare pensando che invece sia un romanzo: "quei bassi corposi e gli acuti setosi che solo un apparecchio che costa 10.000 Euro possono farci provare e venire la pelle d'oca ...
    Questo, con tutto il rispetto, chiunque abbia padronanza con la lingua italiana e' buono a farlo e scriverlo.
    Quanto alle querele, sicuramente c'e' mancato poco succedesse quando mi ha insultato sul forum prima del ban definitivo, continuando addirittura con il suo monologo ( riferendosi a me nemmeno troppo velatamente ) sul numero successivo di AR ( parlo della rivista ).

    marcox65 wrote:
    Comunque ti premetto già adesso una bella regola del mondo pro e broadcast: meno costano tutte le tue belle attrezzature e più guadagni.
    Quindi se hai il massimo con un oggetto da 150 euro saresti semplicemente un coglio.. se invece ne spendessi 5000 euro solo per farti vedere dagli amici e tirartela al bar...
    DEVI fare il tuo lavoro al meglio senza dissanguarti in spese inutili altrimenti si chiude bottega !!!

    Per ora mi fermo qui altrimenti tra un pò è meglio che mi preparo la colazione... santa

    Buona notte
    Marco

    Ma un audiofilo non deve produrre, le schede di cui parlo hanno due soli canali e quindi sono insufficienti per un uso pro, mentre riproducono deliziosamente un segnale stereo: non benino, ribadisco assolutamente in modo eccelso.

    Questo e' quello che interessa un audiofilo, l'ho detto io, lo dice Stereophile, lo dicono tanti altri che si sono presi la briga di provare e sopratutto lo dice il rigore dei numeri dei test di laboratorio ...

    Saluti
    Marco

    Prossima puntata: l'upsamplig asincrono e' dannoso, un'altra perla ( si fa per dire ... ) dello stesso articolo del "duo" "Benedetti-Romani" che lascia basiti e che e' stato, e' e sara' sempre smentito dalle recensioni fatte da AR su apparecchi che se ne servono, numero di AR appena uscito incluso ...



    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5391
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  Rudino on Wed Jul 14, 2010 5:31 pm

    microfast wrote:


    Prossima puntata: l'upsamplig asincrono e' dannoso, un'altra perla ( si fa per dire ... ) dello stesso articolo del "duo" "Benedetti-Romani" che lascia basiti e che e' stato, e' e sara' sempre smentito dalle recensioni fatte da AR su apparecchi che se ne servono, numero di AR appena uscito incluso ...



    In effetti questa è una cosa che affermano in continuazione, e da cui è nata una prima litigata con Otello a gennaio, cosa che mi ha allontanato dal forum per 2 mesi.
    Naturalmente, come sempre, non per i contenuti, ma per i modi.


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    microfast
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 292
    Data d'iscrizione : 2010-07-03
    Età : 55
    Località : INVERUNO (MI)

    Re: Sorgente per musica liquida

    Post  microfast on Wed Jul 14, 2010 5:46 pm

    Io non voglio infierire, però in tutta onesta', fa rabbia vedere gente che ( ovviamente non ne hanno alcuna colpa, anzi sono loro stessi delle vittime della disinformazione ) ringrazia chi ha scritto quegli articoli come se fossero la costituzione o peggio ancora i dieci comandamenti ...

    Per questo mi prendo la briga di spiegare che proprio di un vademecum su cui far riferimento ed affidamento proprio non si tratta.

    Certo e' triste che chi dirige quella che si auto celebra come la rivista piu' autorevole del settore, in cui si legge piu' o meno il contrario di molte cose scritte in quegli articoli non intervenga per fare chiarezza.

    Per la Verita' Francesco Romani sul forum, ha un po' ridimensionato le sue affermazioni, ma tutti quelli che hanno solo letto la rivista?

    A tutti quelli chi glielo spiega che sono state scritte delle imprecisioni o perlomeno spiegate male in un contesto pratico?

    Ma prima o poi arrivera' il lettore incazzato da Paolo Nuti dicendo: ma come mi avete fatto spendere 8000 Euro in un lettore cd che upsampla a 192KHz. dicendo che e' tra i migliori lettori cd e poi leggo nel vostro articolo che e' un'operazione dannosa per la qualita' del suono e che usa cippettini da 2$ ( ci sono solo questi che fanno questa funzione ed in realta' funzionano ottimamente ) utilizzati per i lettori dvd da supermercato ( altra cosa falsa, visto che quei lettori da quattrosoldi nemmeno si sognano di utilizzare un upsampler al loro interno ) ...

    Allora poi si che ridero' ...

    Saluti
    Marco

      Current date/time is Thu Dec 08, 2016 11:07 pm