Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Stax SR-L500 - Page 5
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Stax SR-L500

    Share

    calibro
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 901
    Data d'iscrizione : 2012-05-13

    Re: Stax SR-L500

    Post  calibro on Tue Jun 14, 2016 1:11 pm

    Le HE6 sono delle cuffie Hifiman, che notoriamente sono dure da pilotare (consigliato un 50W RMS x canale su 8 Ohm).
    Sono delle cuffie magnetoplanari, non elettrostatiche (pensa alle Magneplanar come diffusori casalinghi...per affinità).

    Le elettrostatiche vere invece sono le Stax, pensa alle Quad ESL come diffusori casalinghi, sempre per affinità...

    L'OTL che stai realizzando forse non è ottimale per pilotare le planari, che tipicamente hanno impedenza ed efficienza basse, anche se gli ultimi prodotti destinati ai dispositivi portatili hanno guadagnato in efficienza e facilità di pilotaggio.
    Tipicamente gli OTL vanno bene con cuffie ad elevata impedenza, tipo le Sennheiser, le Beyerdinamic, ecc... anche se ho letto da qualche parte che la Audezé farà una magnetoplanare da 1200 ohm...
    E' un mercato in fermento perché a livello mondo pare ci siano molti potenziali Clienti che hanno voglia di spender barcate di soldi x il personal audio...

    egar62
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 12
    Data d'iscrizione : 2011-03-10
    Età : 53
    Località : Trapani

    Re: Stax SR-L500

    Post  egar62 on Tue Jun 14, 2016 2:19 pm

    calibro wrote:Le HE6 sono delle cuffie Hifiman, che notoriamente sono dure da pilotare (consigliato un 50W RMS x canale su 8 Ohm).
    Sono delle cuffie magnetoplanari, non elettrostatiche (pensa alle Magneplanar come diffusori casalinghi...per affinità).

    Le elettrostatiche vere invece sono le Stax, pensa alle Quad ESL come diffusori casalinghi, sempre per affinità...

    L'OTL che stai realizzando forse non è ottimale per pilotare le planari, che tipicamente hanno impedenza ed efficienza basse, anche se gli ultimi prodotti destinati ai dispositivi portatili hanno guadagnato in efficienza e facilità di pilotaggio.
    Tipicamente gli OTL vanno bene con cuffie ad elevata impedenza, tipo le Sennheiser, le Beyerdinamic, ecc... anche se ho letto da qualche parte che la Audezé farà una magnetoplanare da 1200 ohm...
    E' un mercato in fermento perché a livello mondo pare ci siano molti potenziali Clienti che hanno voglia di spender barcate di soldi x il personal audio...

    Io non sono un vero "tecnico" e non mi voglio vantare di esserlo, mi dedico alla realizzazione e soprattutto alla prova della qualità della componentistica. Del problema dell'impedenza lo so benissimo, infatti ne abbiamo parlato con il mio amico. Tecnicamente quello che dici è insindacabile, dal punto di vista pratico potrebbe non essere un problema. Attualmente lo ascolto con una Superlux HD 668 B, una cuffia niente male per il prezzo pagato (35 euro) e 56 ohm di impedenza. Si sente benissimo, quasi non si riconosce la cuffia, con i limiti di finezza e rifinitura propri di una cuffia da 35 euro. Comunque sull' ampli ancora bisogna lavorarci. Proprio perchè è un progetto ex novo. Ti saprò dire fra un pò di tempo

    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 1080
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: Stax SR-L500

    Post  mariovalvola on Wed Jun 15, 2016 10:37 pm

    Ritornando all'Offerta musicale, si rimane contemporaneamente rapiti dalla bellezza apparentemente semplice e intimiditi dalla reale complessità di un simile capolavoro.
    Non ci si può che rallegrare ancora oggi della smisurata passione di Federico II di Hohenzollern per la musica e per la sua collezione di strumenti musicali che ha catalizzato questo capolavoro.
    Anche da un punto di vista “volgarmente” audiofilo, se non ascolti un'edizione eccessivamente datata, è una musica utile e indicativa. La ricostruzione spaziale delle nuove Stax è semplicemente perfetta. In entrambi casi non si ha il suono tutto dentro la scatola cranica come con la 507. In questa edizione con flauto, violino, viola da gamba e clavicembalo, la percezione della disposizione nello spazio degli strumentisti è netta.
    Per continuare il rodaggio ecco un'altra edizione un poco particolare:

    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 1080
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: Stax SR-L500

    Post  mariovalvola on Sat Jun 18, 2016 5:19 pm


    Passo, ora, a qualcosa di molto più moderno (104 anni ). Una delle opere di Verdi che preferisco.
    La 500  ha la capacità di farti apprezzare il bello che c'è in questa registrazione non sempre impeccabile anche se non particolarmente stagionata. Effettivamente non è una registrazione pulita.
    Per capire i suoi lati positivi basta ascoltare il preludio  ( appena ti riprendi ti sei ascoltato tutto il primo atto!)  Per l'occasione ho giocato sporco. Ho riacceso il mio ampli per la HD800. Si può dire tutto il male che si vuole su questa cuffia. Bisogna, però, ammettere che con le grandi masse orchestrali e, soprattutto con la lirica si magnifica.
    Il confronto, anche se affascinante, presenta un vizio sostanziale. L'amplificazione.
    Quella Stax, anche se ottima, strutturalmente, non è orientata a restituire al meglio i contrasti dinamici più esasperati. Riesce ad arrivare, forse, bene ai livelli del ratto del serraglio ( anche se devo ammettere che riascoltare Mozart con la HD800 è un'esperienza meravigliosa ). Oltre, si vorrebbe qualcosa di più. L'ampli a tubi (71A +CV2492) è proprio pensato per far emergere le innegabili doti dinamiche della Sennheiser.
    L'ascolto del Rigoletto è davvero emblematico. Leggermente più opaco con la HD800 ma con un piglio dinamico lievemente più strutturato. Con la 500, è tutto più trasparente, ma affiora la sensazione di avere lievemente il freno a mano tirato.  E' un'impressione fugace ma presente.
    In futuro, spero di risolvere il problema ( ci vorranno molti mesi.... gli induttori da 500H scalpitano ). Il resto è tutto a favore di Stax. In questo frangente non ho neppure usato la 700!.
    Sono sempre più contento di non aver venduto nulla. Senza poter confrontare in tempo reale fai fatica con la sola memoria a comprendere pregi e difetti dei nuovi acquisti.

    faber_57
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 46
    Data d'iscrizione : 2012-02-05
    Località : Nei dintorni di Torino

    Re: Stax SR-L500

    Post  faber_57 on Sun Jun 19, 2016 10:47 am

    mariovalvola wrote:....
    Il confronto, anche se affascinante, presenta un vizio sostanziale. L'amplificazione.
    Quella Stax, anche se ottima, strutturalmente, non è orientata a restituire al meglio i contrasti dinamici più esasperati. Riesce ad arrivare, forse, bene ai livelli del ratto del serraglio ( anche se devo ammettere che riascoltare Mozart con la HD800 è un'esperienza meravigliosa ). Oltre, si vorrebbe qualcosa di più. L'ampli a tubi (71A +CV2492) è proprio pensato per far emergere le innegabili doti dinamiche della Sennheiser.
    ....
    Mario, stai usando l'SRM-006TS? Avevo una mezza idea di acquistarlo, ma mi sembra tu non ne sia completamente soddisfatto.

    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 1080
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: Stax SR-L500

    Post  mariovalvola on Sun Jun 19, 2016 11:24 am

    Sono molto soddisfatto. Per come la penso, ( altri avranno lecitamente idee diverse ) lo trovo una delle migliori realizzazioni della Stax. La coperta, per tutti è sempre corta. Non puoi ottenere il massimo a 360° soprattutto se c'è un limite nei costi. Il piccolo SRM006, è un vero miracolo. Avessero utilizzato un carico anodico induttivo per le 6CG7 ( modificando le tensione di alimentazione HT positiva ) sarebbe stato un capolavoro. Purtroppo c'è un discreto carico resistivo che lavora molto bene ma non è la stessa cosa. Certo, anche un carico induttivo ha i suoi difetti soprattutto se hai vincoli sui costi.
    L'ampli per la HD800, essendo un autocostruzione, ha, come vincoli, solo quelli imposti dalla pochezza del progettista ( il sottoscritto Embarassed ). Provenendo dall'alta efficienza,  l'elevato contrasto dinamico lo apprezzo particolarmente. Lo so: non è che sia proprio l'aspetto distintivo del trasduttore elettrostatico ma sono convinto che si possa fare di più sull'elettronica. Pluto che ha potuto provare le realizzazioni di Giancarlo Massa ( che non sono in vendita ) e avendo uno 006 d'annata, potrà confermare.

    faber_57
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 46
    Data d'iscrizione : 2012-02-05
    Località : Nei dintorni di Torino

    Re: Stax SR-L500

    Post  faber_57 on Sun Jun 19, 2016 1:14 pm

    mariovalvola wrote:Sono molto soddisfatto. Per come la penso, ( altri avranno lecitamente idee diverse ) lo trovo una delle migliori realizzazioni della Stax. La coperta, per tutti è sempre corta. Non puoi ottenere il massimo a 360° soprattutto se c'è un limite nei costi. Il piccolo SRM006, è un vero miracolo. Avessero utilizzato un carico anodico induttivo per le 6CG7 ( modificando le tensione di alimentazione HT positiva ) sarebbe stato un capolavoro. Purtroppo c'è un discreto carico resistivo che lavora molto bene ma non è la stessa cosa. Certo, anche un carico induttivo ha i suoi difetti soprattutto se hai vincoli sui costi.
    L'ampli per la HD800, essendo un autocostruzione, ha, come vincoli, solo quelli imposti dalla pochezza del progettista ( il sottoscritto Embarassed ). Provenendo dall'alta efficienza,  l'elevato contrasto dinamico lo apprezzo particolarmente. Lo so: non è che sia proprio l'aspetto distintivo del trasduttore elettrostatico ma sono convinto che si possa fare di più sull'elettronica. Pluto che ha potuto provare le realizzazioni di Giancarlo Massa ( che non sono in vendita ) e avendo uno 006 d'annata, potrà confermare.

    Buona notizia. Mi "devo" far fare un regalo e avevo pensato a questo amplificatore per dare fiato al mio SRM-T1, che sta compiendo i 30 anni e potrebbe lasciarmi da un momento all'altro. La L-700 mi ha riconciliato con il mondo e mi piacerebbe omaggiarla con un partner giovane....
    L'hai avuto l'SRM-T1? Eventuali tue impressioni rispetto allo 006TS?

    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 1080
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: Stax SR-L500

    Post  mariovalvola on Sun Jun 19, 2016 1:18 pm

    Per me, se hai lo SRM T1, ti conviene ricondizionarlo. Se sostituisci qualche elettrolitico anche solo prudenzialmente, dubito che con lo SRM006 tu possa andare sensibilmente meglio ( è una mia stima. Posso sbagliarmi ma i due schemi non dovrebbero essere così diversi ). Non ho mai ascoltato un T1. Questo lo devo sottolineare.

    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 1080
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: Stax SR-L500

    Post  mariovalvola on Sun Jun 19, 2016 1:21 pm

    Se riesci ad aspettare la fine di ottobre, penso di potertelo spedire per fare tu un raffronto

    faber_57
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 46
    Data d'iscrizione : 2012-02-05
    Località : Nei dintorni di Torino

    Re: Stax SR-L500

    Post  faber_57 on Sun Jun 19, 2016 1:40 pm

    mariovalvola wrote:Se riesci ad aspettare la fine di ottobre, penso di potertelo spedire per fare tu un raffronto
    Il regalo arriverà a dicembre, quindi ho tempo di ragionarci sopra.
    Hai un messaggio privato.

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21536
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Stax SR-L500

    Post  pluto on Sun Jun 19, 2016 1:46 pm

    mariovalvola wrote:Sono molto soddisfatto. Per come la penso, ( altri avranno lecitamente idee diverse ) lo trovo una delle migliori realizzazioni della Stax. La coperta, per tutti è sempre corta. Non puoi ottenere il massimo a 360° soprattutto se c'è un limite nei costi. Il piccolo SRM006, è un vero miracolo. Avessero utilizzato un carico anodico induttivo per le 6CG7 ( modificando le tensione di alimentazione HT positiva ) sarebbe stato un capolavoro. Purtroppo c'è un discreto carico resistivo che lavora molto bene ma non è la stessa cosa. Certo, anche un carico induttivo ha i suoi difetti soprattutto se hai vincoli sui costi.
    L'ampli per la HD800, essendo un autocostruzione, ha, come vincoli, solo quelli imposti dalla pochezza del progettista ( il sottoscritto Embarassed ). Provenendo dall'alta efficienza,  l'elevato contrasto dinamico lo apprezzo particolarmente. Lo so: non è che sia proprio l'aspetto distintivo del trasduttore elettrostatico ma sono convinto che si possa fare di più sull'elettronica. Pluto che ha potuto provare le realizzazioni di Giancarlo Massa ( che non sono in vendita ) e avendo uno 006 d'annata, potrà confermare.

    Notaio conferma... a chi parcello? Laughing

    Comunque sono curioso di provare il piccolo ampli bilanciato di Mega che Sal mi farà ascoltare alla prima occasione.
    Se fosse perlomeno a livello di queste realizzazioni, sarebbe senz'altro una scelta in più anche alla luce di un prezzo molto favorevole

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21536
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Stax SR-L500

    Post  pluto on Sun Jun 19, 2016 1:51 pm

    mariovalvola wrote:Per me, se hai lo SRM T1, ti conviene ricondizionarlo. Se sostituisci qualche elettrolitico anche solo prudenzialmente, dubito che con lo SRM006 tu possa andare sensibilmente meglio ( è una mia stima. Posso sbagliarmi ma i due schemi non dovrebbero essere così diversi ). Non ho mai ascoltato un T1. Questo lo devo sottolineare.

    Confermo una seconda volta.

    Io pure sistemerei il T1 (hai quello bilanciato o quello SE?).

    Mi prenderei prima una bella 700 con il T1 a posto e ben regolato e con una coppia di belle valvoline giuste (ne abbiamo parlato recentemente proprio con Mario, Ivanoe etc).

    Nel frattempo ci sono diverse realizzazioni in corso che potrebbero essere anche più interessanti di uno 006/007.

    Sulla ingegnerizzazione degli ampli Stax comunque non si discute

    faber_57
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 46
    Data d'iscrizione : 2012-02-05
    Località : Nei dintorni di Torino

    Re: Stax SR-L500

    Post  faber_57 on Sun Jun 19, 2016 2:03 pm

    pluto wrote:

    Confermo una seconda volta.

    Io pure sistemerei il T1 (hai quello bilanciato o quello SE?).  

    Mi prenderei prima una bella 700 con il T1 a posto e ben regolato e con una coppia di belle valvoline giuste (ne abbiamo parlato recentemente proprio con Mario, Ivanoe etc).

    Nel frattempo ci sono diverse realizzazioni in corso che potrebbero essere anche più interessanti di uno 006/007.

    Sulla ingegnerizzazione degli ampli Stax comunque non si discute
    Ho il T1 SE, ma non ho attualmente sorgenti bilanciate da sfruttare. Inizia anche ad avere problemi con il tasto di accensione e sinceramente non vorrei metterci le mani sopra, finché funziona. L'ho regolato recentemente e sembra ancora tutto in buono stato (anche se gli elettrolitici possono andarsene senza preavviso...). Il potenziometro, di stratosferica costruzione, ancora non dà problemi.
    Insomma, sono nella fase del dubbio, anche perché la 700 mi ha riportato ai tempi dei primi entusiasmi giovanili...

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21536
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Stax SR-L500

    Post  pluto on Sun Jun 19, 2016 2:13 pm

    allora è quello che avevo pure io.
    Fallo sistemare. Ho la sensazione che siano piccole cose. Una bella regolata, 2 valvole giuste e via....il volume credo possa durare tranquillamente x altri 20 o 30 anni.

    Se non hai sorgenti bilanciate... non mi muoverei da li x il momento.

    Poi segui gli sviluppi con i nuovi arrivi. Mi sembra che ci siano diverse novità in pentola

    egar62
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 12
    Data d'iscrizione : 2011-03-10
    Età : 53
    Località : Trapani

    Re: Stax SR-L500

    Post  egar62 on Mon Jun 20, 2016 7:03 am

    mariovalvola wrote:Sono molto soddisfatto. Per come la penso, ( altri avranno lecitamente idee diverse ) lo trovo una delle migliori realizzazioni della Stax. La coperta, per tutti è sempre corta. Non puoi ottenere il massimo a 360° soprattutto se c'è un limite nei costi. Il piccolo SRM006, è un vero miracolo. Avessero utilizzato un carico anodico induttivo per le 6CG7 ( modificando le tensione di alimentazione HT positiva ) sarebbe stato un capolavoro. Purtroppo c'è un discreto carico resistivo che lavora molto bene ma non è la stessa cosa. Certo, anche un carico induttivo ha i suoi difetti soprattutto se hai vincoli sui costi.
    L'ampli per la HD800, essendo un autocostruzione, ha, come vincoli, solo quelli imposti dalla pochezza del progettista ( il sottoscritto Embarassed ). Provenendo dall'alta efficienza,  l'elevato contrasto dinamico lo apprezzo particolarmente. Lo so: non è che sia proprio l'aspetto distintivo del trasduttore elettrostatico ma sono convinto che si possa fare di più sull'elettronica. Pluto che ha potuto provare le realizzazioni di Giancarlo Massa ( che non sono in vendita ) e avendo uno 006 d'annata, potrà confermare.

    Volevo chiederti se l'ampli che hai realizzato per l' HD800 è un ampli a valvole...e se è così che valvole hai usato....suppongo con l'impedenza di uscita alta il che lo fa accoppiare benissimo con la cuffia in oggetto....

    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 1080
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: Stax SR-L500

    Post  mariovalvola on Mon Jun 20, 2016 7:20 am

    Si. E' tutto a valvole. La finale è una 71A/171A a riscaldamento ovviamente diretto.
    https://frank.pocnet.net/sheets/021/7/71A.pdf
    La driver è una metà di E88CC accoppiata alla finale con trasformatore interstadio Tango NC-19N in permalloy ( oggetto ormai d'epoca ).
    Il trasformatore d'uscita è collegato al catodo dove posso uscire direttamente diventando di fatto un OTL. In questo caso l'impedenza di uscita è alta (1/Gm=1/1,75 circa 600 Ohm). Posso, in alternativa utilizzare le prese al secondario ( 600 300 150 30 Ohm ). Sto aspettando due induttori Lundahl per usare al meglio i TL-404 Peerless in parafeed già ampiamente sperimentati con carico anodico attivo. Non è una realizzazione definitiva. E' solo un tentativo di provare cose diverse. Ho ancora molto da fare.


    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 1080
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: Stax SR-L500

    Post  mariovalvola on Mon Jun 20, 2016 7:25 am

    L'alta impedenza è utilizzata anche nei dispositivi di accensione dei filamenti della 71A : un giratore con CCS. E' il miglior sistema in assoluto per accendere con sicurezza un DHT essendoci un accurato soft start, assenza di rumore, minor ingerenza dell'alimentazione sul suono del tubo e stabilità ( da gestire ) della tensione di accensione.

      Current date/time is Tue Dec 06, 2016 7:03 pm