Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Una domanda su Audio Analogue Fortissimo
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Una domanda su Audio Analogue Fortissimo

    Share

    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Una domanda su Audio Analogue Fortissimo

    Post  ziobill on Mon Aug 08, 2016 9:03 pm

    Gentili Signori, in questi giorni sto testando un amplificatore AA Fortissimo prima di decidere se acquistarlo o meno, dalla prima accensione (l'ampli è nuovo di zecca) il suono è cambiato parecchio (in meglio). Vorrei chiedere a coloro che lo possiedono di quanto tempo abbisogna per il "rodaggio"? Cioè dopo quante ore le prestazioni sonore si stabilizzano? Un grazie anticipato a chi vorrà illuminarmi. ziobill

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Una domanda su Audio Analogue Fortissimo

    Post  aircooled on Mon Aug 08, 2016 9:09 pm

    Lascialo acceso per almeno una settimana e poi ascolta sunny


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Una domanda su Audio Analogue Fortissimo

    Post  ziobill on Tue Aug 09, 2016 4:50 am

    Una settimana? Non credo di poterlo ancora fare, a parte che il Fortissimo non é mio, non vorrei gli capitasse qualcosa mentre sono via (tipo temporale con relativi problemi alla corrente elettrica). Comunque grazie per la risposta, mi sarà utile nel caso di acquisto, molto probabile a questo punto; ancora una precisazione: dovrei lasciarlo acceso con un cd in repeat? Ha importanza il contenuto del cd (musica di che tipo o serve del rumore rosa)? A che volume? Grazie per la disponibilità. ziobill

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Una domanda su Audio Analogue Fortissimo

    Post  aircooled on Tue Aug 09, 2016 9:19 am

    Non serve dare volume basta che sia acceso, se ci scorre musica di qualsiasi tipo bastano un centinaio di ore per assestare il tutto


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Una domanda su Audio Analogue Fortissimo

    Post  ziobill on Tue Aug 09, 2016 9:25 am

    Ho capito, grazie per l'info! ziobill

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Una domanda su Audio Analogue Fortissimo

    Post  aircooled on Tue Aug 09, 2016 10:41 am

    Dimenticavo il volume non è importante non essendo un diffusore che deve smuoversi meccanicamente basta un filo di volume che permetta lo scorrere della corrente all'interno


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Una domanda su Audio Analogue Fortissimo

    Post  ziobill on Tue Aug 09, 2016 1:43 pm

    Grazie ancora, in effetti da quando l'ho spacchettato e messo in funzione il suono è cambiato parecchio, e sempre in meglio! Solamente ieri sera, dopo il lavoro, l'ho acceso per ascoltare l'ultimo cd dei Pink Floyd, riscontrando un audio assolutamente insoddisfacente, neppure lontano parente di quanto avevo ascoltato solo il giorno prima! L'ho lasciato acceso e sono andato a cena! Dopo circa un'ora sono ritornato e le cose erano radicalmente cambiate (eppure la cena non è stata un granché! La moglie è in vacanza...). Ho persino provato a confrontarlo con il mio sintoampli Marantz SR7007, uno dei pochi sintoampli home teather (dal prezzo ancora umano) che suoni bene anche in stereo (Pure Direct naturalmente): non c'è stata partita! Semplicemente il Fortissimo trasforma le casse in strumenti musicali! Siccome mi è sembrato strano un simile comportamento mi sono permesso di chiederVi lumi. Allo stato attuale il Fortissimo ha all'incirca una ventina di ore di funzionamento, dalla prima volta che l'ho messo in funzione ho riscontrato un costante, continuo miglioramento delle prestazioni, direi che poco alla volta si sta "sgrossando"! Devo ammettere che è un vero piacere riascoltare dischi, cd e sacd scoprendo di tanto in tanto nuovi dettagli, piccoli particolari, inezie che prima non avevo notato. Ciò che mi ha stupito è quel suo particolare modo di riprodurre i pieni orchestrali con dinamica ma anche con notevole dettaglio e grande pulizia. A mio modesto parere questo amplificatore è davvero un apparecchio degno di nota, credo proprio che dopo il periodo di prova lo acquisterò! ziobill
    P.S. Stamattina suonava alla grande! Stasera (temporali permettendo) continuo, dopo cena però!

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Una domanda su Audio Analogue Fortissimo

    Post  Geronimo on Tue Aug 09, 2016 7:09 pm

    ziobill wrote:...... credo proprio che dopo il periodo di prova lo acquisterò! ziobill

    Sono sicuro che lo prenderai e quindi.....benvenuto nel club Fortissimo che conta numerosi adepti nel Gazebo


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Una domanda su Audio Analogue Fortissimo

    Post  ziobill on Tue Aug 09, 2016 9:36 pm

    Grazie grande capo, in effetti è proprio grazie alla tua esauriente recensione che mi sono lasciato convincere a provarlo dal mio carissimo (non in senso affettivo) amico negoziante. Dopo parecchio tempo ho deciso di separare l'home teather dalla stereofonia hi-fi e credo proprio che il Fortissimo sia l'ampli adatto alle mie esigenze. Comunque mi ritengo onorato di entrare a far parte del club. Saluti. ziobill

    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Una domanda su Audio Analogue Fortissimo

    Post  ziobill on Tue Aug 16, 2016 11:14 am

    Posto alcune mie personali considerazioni al termine del periodo di "rodaggio" dell'ampli Audio Analogue Fortissimo che ho in prova. Allora… l'apparecchio ha raggiunto le 100 ore di funzionamento, posso pertanto riferire su quanto ho riscontrato, ovviamente le mie considerazioni sono del tutto personali e quindi vanno valutate come tali. Cominciamo: per il periodo del "rodaggio" ho dato in pasto al Fortissimo cd, sacd e vinili che conosco piuttosto bene e che quindi sono in grado di valutare; inizialmente il suono era "setoso", buono ma alquanto chiuso. In seguito si è aperto, pure troppo però, denotando una considerevole "asprezza" sulle frequenze medie e medio-alte. Approfittando di questi tre giorni di vacanza (solo a casa, la moglie a far danni al mare, "no cara, non mi sento ramingo e abbandonato: ho un sacco di lavoretti da fare, poi per passare il tempo ascolto musica, tanta musica…), ho praticamente tenuto l'ampli sempre acceso, giorno e notte; le ore si sono accumulate ed ecco l'evoluzione sonora tanto attesa, gradualmente il dannato aggeggio ha perso ogni asprezza, ogni ruvidità, il suono si è aperto, ripulito, direi che è sbocciato; le mie vecchie casse Revac Clotesse, copie italiane delle Klipsch Heresy, hanno cominciato a… a suonare e pure dannatamente bene! Come mai nei loro quarant'anni di vita. Ogni cd, ogni disco, ogni sacd si è arricchito di dettagli, di dinamica (micro, macro e pure media), di… di suono! Insomma il dannato aggeggio ha cominciato a miracol mostrare e il paragone col sintoampli Marantz, man mano che il tempo passava, si è sempre più spostato a suo favore. Oddio, non è che sian tutte rose e fiori, ci sono aspetti che fatico a digerire: i led azzurri ad esempio, decisamente troppo luminosi, anche con la regolazione minima, per fortuna si possono spegnere. Poi la filosofia del telecomando, il tasto del volume è posizionato a sinistra, mentre tutti i miei ce l'hanno a destra; i suoi tasti con i numeri anziché le scritte degli ingressi; quindi la sua illuminazione automatica, troppo breve e spesso inopportuna, il selettore degli ingressi sull'apparecchio (ti obbliga a premerlo ripetutamente per scegliere l'ingresso precedente)… però quando suona, quando DAVANTI A TE ti ritrovi Diana Krall con la sua voce e il pianoforte… oppure il violino di Angeleri, Tchaykowsky - concerto per violino e orchestra (sacd Velut Luna, a mio modesto parere una delle migliori incisioni mai prodotte), o ancora la chitarra di Gilmour, la voce di De André, di Gianmaria Testa, di… insomma chi se ne frega del telecomando e/o dei led! Probabilmente avrete intuito che, dopo il rodaggio, il Fortissimo mi piace un casino (eufemismo! Ne sono entusiasta!), aveva ragione Aircooled, bisogna aspettare un centinaio di ore prima di ascoltarlo e valutarlo come merita. Io posso dire di averlo seguito fin dal suo primo "vagito" e a questo punto una cosa è certa: il club Fortissimo ha un nuovo adepto! Saluti. ziobill

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Una domanda su Audio Analogue Fortissimo

    Post  Geronimo on Tue Aug 16, 2016 12:08 pm

    ziobill wrote:........a questo punto una cosa è certa: il club Fortissimo ha un nuovo adepto! Saluti. ziobill

    E allora meriti un premio! sunny

    http://www.stereoservice.net/files/revac-clotesse-web.pdf


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Una domanda su Audio Analogue Fortissimo

    Post  ziobill on Tue Aug 16, 2016 12:34 pm

    Grazie Geronimo, possiedo le Revac da quarant'anni, quattro anni fa le ho restaurate, ho cambiato la lana di vetro all'interno, rifatto i cablaggi con cavo adeguato, sostituito la morsettiera, dato la cera al mobile e un prodotto (gentilmente fornitomi da un tecnico Electro Voice) alla sospensione in cartone (catramato?) del woofer che ne ha ripristinato l'elasticità! Le Clotesse sono le copie (autorizzate) delle Heresy, all'epoca la Revac importava le casse Klipsch (credo sotto il nome Alcor), l'hi-fi stava per iniziare il suo periodo d'oro, ditte come appunto Revac, Indiana line, Hirtel, Coral (ne dimentico qualcuna di sicuro) rappresentavano una sorta di Silicon Valley torinese! Le Clotesse sono casse bass reflex (ho provveduto ad inserire un cilindro di gommapiuma nel condotto) con tweeter a tromba T35 Electro Voice, un drive per medi Atlas Sound e un woofer CTS; hanno un mobile di dimensioni maggiori meglio costruito oltretutto impiallicciato in vero noce, le Heresy erano e sono a sospensione pneumatica; una piccola annotazione nel caso qualcuno le possegga: provate ad inclinare le Clotesse proprio come vanno inclinate le Heresy, sentirete che roba! Nel caso posso postare le misure del supporto, ritrovate in internet e adattate alla bisogna. L'abbinamento col Fortissimo è risultato azeccatissimo! Che bello ricordare i vecchi fasti dell'alta fedeltà made in Italy in unione con le attuali eccellenze di Audio Analogue! ziobill

    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Una domanda su Audio Analogue Fortissimo

    Post  ziobill on Tue Aug 16, 2016 1:43 pm

    https://i35.servimg.com/u/f35/18/70/68/82/img_2011.jpg

    Spero di essere riuscito a caricare l'immagine nel modo giusto...

    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    il pupo è svezzato!

    Post  ziobill on Wed Sep 14, 2016 2:35 pm




    Bene, il rodaggio è finito, il pupo è stato svezzato e adesso è mio! Come suona? Semplice, suona! Non riproduce semplicemente la musica, la suona, appunto! Grazie a tutti per i preziosi consigli. ziobill

      Current date/time is Sun Dec 11, 2016 7:09 am