Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Taratura impianto analogico - Page 4
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Taratura impianto analogico

    Share

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Thu May 12, 2011 10:45 pm

    Ho misurato con la riga non avendo il misure cinghiette, è 27 cm.
    sunny sunny sunny sunny

    yak66
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 26
    Data d'iscrizione : 2011-04-21

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  yak66 on Fri May 13, 2011 10:31 am

    Grazie del messaggio, stamattina ho ruotato lo Shell e sono rimasto sorpreso della poca forza necessaria per ruotare e raddrizzare la testina.

    CINGHIA : 27 cm ??! Nuova ??! Quella che acquistai 10 anni (originale Thorens) misurava 24,5 cm (tenendo la cinghia distesa con due matite senza allungarla)
    Le 4 cinghie che ho acquistato dalla Germania misurano proprio 24,5 cm
    Non e' la misura delle cinghie originali, per quei giradischi prodotti negli anni '70 ?
    Pensi che potrei un pochino provare ad allungarle ?
    Oppure dove trovare le cinghie con la misura corretta (27 cm ?)

    Il prossimo argomento e' REGOLARE LA VELOCITA' di ROTAZIONE:
    cercando qua e la sembra un problema molto difficile da risolvere...

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Fri May 13, 2011 4:43 pm

    La cinghia non si può allungare, devi cercarla dove vendono ricambi elettronici, anche se un po più alta non importa ( di poco però) la lunghezza minima deve essere 26.5 cm, già 26 cm. è corta. sunny sunny sunny sunny
    Per la velocità di rotazione devi solo sostituire la puleggia del motorino con una più piccola o più grande asseconda dei casi. sunny sunny sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    yak66
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 26
    Data d'iscrizione : 2011-04-21

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  yak66 on Fri May 13, 2011 7:11 pm

    Puleggia da modificare = unica soluzione per variare la velocità

    mmmhhh interessante

    Come sei arrivato alla conclusione che la lunghezza corretta della cinghia deve essere 26,5 - 27 cm ???

    tu intendi misurata come se due matite la distendono completamente (senza forzare) ??

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Fri May 13, 2011 7:20 pm

    Ho steso la molla senza tirare, l'ho misurata ed è 27 cm., 5 mm in meno non sono un grosso problema, al massimo si stende un poco in più quando passi a 45 giri, ma è tollerabile.
    La cinghia già di per se nell'avvio si tira, se è corta, balla tutto e si può fregare l'asse del motorino ed in più si consuma il perno per il maggior attrito e la bronzina da un solo lato, quello del motorino ed avrai la sede del perno ovalizzata:sunny: sunny sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    yak66
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 26
    Data d'iscrizione : 2011-04-21

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  yak66 on Sat May 14, 2011 10:42 am

    corro subito a cercarla ... !!!
    certo il mio TD 166 monta la cinghia corta da 10 anni : speriamo non abbia fatto danni !

    yak66
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 26
    Data d'iscrizione : 2011-04-21

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  yak66 on Sat May 14, 2011 12:53 pm

    Ho trovato una cinghia da 27 cm e le altre misure (spess e H quasi identiche all'orig.)
    La cinghia funziona, il giradischi parte lentamente ma raggiunge subito la velocità.
    Il mio sospetto è che abbia poca durata.
    La cinghia da 24,5 è diventata 25 cm nel giro di 10 giorni

    La rotazione continua a non essere perfetta.
    Quando intendevo "oscillazioni" mi sono espresso male, intendevo rotazione orizzontale non perfetta, oscillazioni (minime) verticali, rotazione irregolare
    Forse l'Azimuth del perno non è verticale al 100 % (??)

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Mon May 16, 2011 7:46 pm

    Devi effettuare una taratura delle molle perfetta e con attenzione, sempre se le molle sono in buone condizioni.
    Per la partenza è normale,la cinghia ti durerà, non ti preoccupare.
    Lavala come ti ho scritto, pulisci con l'alcool il bordo del contropiatto e la puleggia del motorino, facendo attenzione a non far colare niente lungo l'alberino, poi metti qualche goccia di olio sul perno del piatto.
    Se la vecchia cinghia si è allungata è perchè non è adatta,quando è giusta si modifica l'elasticità, non la lunghezza.
    Buon lavoro
    sunny sunny sunny sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    yak66
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 26
    Data d'iscrizione : 2011-04-21

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  yak66 on Mon May 16, 2011 10:48 pm

    Massimo wrote:
    Se la vecchia cinghia si è allungata è perchè non è adatta,quando è giusta si modifica l'elasticità, non la lunghezza.
    Questa cosa che scrivi è molto interessante !!!!
    Tu l'hai capita da solo ?
    Non vedo l'ora di controllare tra 2 mesi...

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Tue May 17, 2011 5:17 pm

    Mi farai sapere, per modificare l'elasticità passano anni, a meno che non sia troppo esposta al calore, ma un minimo di alcuni anni è sicuro che stai tranquillo.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Wed Jun 08, 2011 11:06 pm

    UP .


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Wed Jun 29, 2011 11:31 pm



    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Sat Jul 16, 2011 12:15 am

    sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Guido
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 747
    Data d'iscrizione : 2011-05-14
    Località : Milano

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Guido on Sun Jul 24, 2011 11:29 pm

    Debbo contraddire....
    Ho appena cambiato la cinghia del mio Thorens TD 521, comperato circa 20 anni fà. Era quella originale da nuovo ed ogni tanto mi cadeva.
    Quella che mi hanno dato, originale Thorens pagata 50 euro.... era più corta. Mi hanno detto ed ho constatato che si era allungata col tempo. Infatti l'ho montata ed era perfetta.
    Guido

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Sun Jul 24, 2011 11:47 pm

    Guido wrote:Debbo contraddire....
    Ho appena cambiato la cinghia del mio Thorens TD 521, comperato circa 20 anni fà. Era quella originale da nuovo ed ogni tanto mi cadeva.
    Quella che mi hanno dato, originale Thorens pagata 50 euro.... era più corta. Mi hanno detto ed ho constatato che si era allungata col tempo. Infatti l'ho montata ed era perfetta.
    Guido
    Mi sembra strano, ho 2 Thorens, il TD 160B ed il 165 che hanno oltre 40 anni, la cinghia non si è allungata se non di un paio di mmm, l'elasticità serve nei momenti di trazione a rendere regolare quanto più possibile la rotazione del piatto, comunque non mi sembra il caso di approfondire troppo, dopo 20 o 40 anni una cinghia è da sostituire, diciamo che sarebbe auspicabile la sostituzione fra i 3 ed i 5 anni.
    Tempo fa andai acomprare una cinghia originale thorens che danvano per il 160, non andava, era corta e vibrava tutto in partenza, mi volevano rifilare una cinghia corta dicendo che a furia di girare e con gli anni si era allungata. sunny sunny sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Sun Aug 21, 2011 12:09 am

    Lo rimando su perchè penso sia un articolo molto utile. sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Thu Sep 15, 2011 10:40 pm

    ^


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Tue Oct 11, 2011 4:04 pm

    Leggere il messaggio n°1


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Mettere in dima una testina

    Post  Massimo on Sun Nov 13, 2011 4:59 pm

    Ho provato a mettere giù questo post, prima di passarlo nel 3D della taratura dell'analogico chiedo la collaborazione degli altri per eventuali aggiunte o correzioni.
    Prima cosa bisogna essere in possesso di una Dima:
    poizionarla su un disco:

    Allentare i perni della testina in modo da poterla muovere in orizontale, controllare che sia perfettamente a 90°, poi sulla dima contollare ce sia perfettamente parallela alle linee presenti, io effettuo il controllo a 6cm. ed a 12cm.:



    Poi procedo al contollo del peso con una bilancina meccanica, avendo spostato la testina

    Dopo il controllo del peso, controllo l'antiskating servendomi di un disco non inciso, sia all'inizio che alla fine il braccio non deve essere ne attirato al centro ne spinto verso l'esterno.




    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4684
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  pepe57 on Sun Nov 13, 2011 6:59 pm

    Le esatte norme che definisco i NULL Point sono IEC e DIN e prevedono che la parte "incisa" si trovi nell'area compresa, (partendo dal centro disco) secondo le DIN ad esempio: da 57.5 mm a 146.1. Inoltre parecchie case produttrici di bracci hanno fatto nel tempo considerazioni diverse.
    Tutti convengono che esternamente il raggio (Re) della parte incisa è stabile a 146.1 mm (l' inizio dell' LP è sempre lo stesso).
    Invece verso il centro non era (e non è) omogeneo, ad esempio, nei dischi "vecchi" si incideva il + possibile, andando vicino all'etichetta per sfruttare al massimo la lunghezza della facciata, per cui a norme DIN la media considerata valida fu 57.5 mm (Ri).
    Per cui se vogliamo che la testina nel suo percorso stia sempre il più possibile in condizione di distorcere meno e sappiamo che la sua distorsione aumenta all' allontanarsi dal punto nullo, "mediando" fra Ri ed Re, i PN (Punti nulli) interno ed esterno cadono a 63.1 e 119,2 mm.
    Nel tempo però gli LP vennero sempre più incisi lasciando più spazio libero vicino all' etichetta, per cui le norme IEC prima e quelle considerate dalle varie case costruttrici di bracci presero piede.
    Qui sotto c'è lo schemino in base ad alcune diverse norme con le distorsioni (D) relative massime e a 60mm dal perno centrale (misura particolarmente interessante perché è verso il centro che la distorsione aumenta esponenzialmente).


    Norme ----- Ri------ Re------ PNi------ PNe ------ DMax.----- D60 mm (%)


    IEC----- 60.3----- 146.1----- 66.0----- 120.9----- 0.644----- 0.689
    DIN----- 57.5----- 146.1----- 63.1----- 119.2----- 0.714---- 0.356
    SME V ---- 58----- 146.1---- 63.6----- 119.5---- 0.701------ 0.406
    TNT------ 65 ----- 146.1----- 70.8---- 123.5------ 0.542---- 1.292
    Clearaudio---75--- 146.1 -----80.8----- 128.3---- 0.370---- 2.899


    Tutto questo solo per dire che forse 60mm è un po' bassa come distanza dal centro, c'è un forte rischio di minimizzare la distorsione in un' area dove l' LP non è neppure più inciso.
    Per quanto riguarda l' allineamento, se non erro quella dima dovrebbe corrispondere alle norme IEC (prese in considerazione dalla maggioranza dei costruttori) per cui, se si regola esattamente l' overhang previsto dal costruttore (usando la scala graduata in testa alla dima), a quei punti, non dovreste avere alcun bisogno di regolare lo zenith della testina ruotandola diversamente dalla sua naturale posizione (allineata allo shell).
    Essa sarà perfettamente allineata in quanto l' angolo di offset ottimale (per avere la minima distorsione distribuita attorno a quei 2 null point) è quello del braccio.
    Come vedete sia TNT che Clearaudio (ancor di più) a 60mm hanno distorsioni altssime, proprio perché loro considerano che lì il disco non sia + inciso, per cui non interessa quello, ma minimizzare la Distorsione in altre aree (ed essendo aree + "ristrette" logicamente i loro valori sono migliori... ma se beccano un LP registrato fino all' area vicina all' etichetta, sono guai...).

    Scusate della pedanteria e prolissità.
    Pietro
    sunny

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Sun Nov 13, 2011 7:43 pm

    Petro, grazie del tuo intervento, secondo te molto praticamene e semplicemente per un discorso alla portata di tutti, in due parole qual'è il punto base da rispettare sulla dima, 65 mmm ? sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4684
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  pepe57 on Mon Nov 14, 2011 12:34 am

    Io direi che se nella propria discografia ci sono in netta preponderanza LP d' epoca allora suggerirei i due punti nulli:
    a 63.1 mm il primo e a 119.2 mm il secondo.
    Se invece ce ne sono anche molti moderni, allora preferirei:
    a 66 mm il primo e a 120.9 mm il secondo.
    Ciao!
    Pietro
    sunny

    Bufa
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 267
    Data d'iscrizione : 2011-02-09
    Età : 39
    Località : Firenze

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Bufa on Fri Dec 02, 2011 7:34 pm

    Domanda!
    Se volessi modificare la piastra sotto del mio TD160 con un pannello di legno più rigido e montargli dei piedini di gomma più grandi, come dovrei trattare l'interno per ridurre problemi di risonanza?
    Qualcuno di voi mi può dare un consiglio?
    Grazie

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Massimo on Fri Dec 02, 2011 10:05 pm

    Questo è un lavoro che ho fatto al mio Thorens.
    Sotto al piatto ed ai bordi laterali ho messo del materiale tipo neoprene, non conosco il nome di questo materiale, serve per attutire ler risonanze.
    Sulle pareti laterali ho messo fogli di catrame (come puoi vedere dalle foto) quelli che si usano in carrozzeria appositamente tagliati e modellati, li ho anche messi sotto la base del piatto.
    Il pannello inferiore di cartone pressato è stato sostituito con del massello da 1,5 cm.,precedentemente come da foto usavo i gommini, poi ho usato 3 punte, se vuoi usare dei gommini vanno benissimo quelli che si usano sotto le sedie, ma devono essere del tipo morbido, gomma non plastica. sunny





    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    pevaril
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1096
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Località : South Italy

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  pevaril on Thu May 16, 2013 10:01 am

    Massimo wrote:Ho provato a mettere giù questo post, prima di passarlo nel 3D della taratura dell'analogico chiedo la collaborazione degli altri per eventuali aggiunte o correzioni.

    Massimo, mi scuserai se ho eliminato le immagini, ma ritengo sia giusto da parte mia non "appesantire" troppo i quote.
    Dunque, guardando le foto , si nota chiaramente che la tua testina o meglio lo stilo e il cantilever non sono perfettamente centrati rispetto allo shell e alla tacca presente sullo stesso.
    Ciò non influisce sul corretto posizionamento della testina??


    _________________
    Hey Ho Let's Go

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Taratura impianto analogico

    Post  Fausto on Thu May 16, 2013 10:41 am

    pevaril wrote:

    Massimo, mi scuserai se ho eliminato le immagini, ma ritengo sia giusto da parte mia non "appesantire" troppo i quote.
    Dunque, guardando le foto , si nota chiaramente che la tua testina o meglio lo stilo e il cantilever non sono perfettamente centrati rispetto allo shell e alla tacca presente sullo stesso.
    Ciò non influisce sul corretto posizionamento della testina??

    Sembrerebbe tuttavia centrata con il braccio ....
    Però aspettiamo Massimo e sentiamo cosa ci dice.
    sunny sunny sunny

      Current date/time is Sun Dec 04, 2016 12:48 am