Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Impianto con Rotel RA 12
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Impianto con Rotel RA 12

    Share

    Leo
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 9
    Data d'iscrizione : 2016-10-04

    Impianto con Rotel RA 12

    Post  Leo on Tue Oct 04, 2016 10:37 pm

    Mi serve uno impianto per uno studio da 10 mq in cui uso il computer, in cui posizionerò diffusori bookshelf sulla scrivania.
    Ascolto principalmente CD, secondariamente mp3 e streaming.
    Inoltre, se sono in studio è per usare il computer (nel salone ho un altro impianto hi fi), che quindi funge da fonte streaming e mp3 (oltre naturalmente alle chiavette USB e ai CD con mp3) collegato con cavo ottico.

    Ascolto musica soft, jazz, blues, ma anche pop, e solo voci femminili.
    Vorrei un suono caldo ma dettagliato.
    Vorrei i controlli di tono e il telecomando per l'ampli (cui eventualmente posso rinunciare, ma esso è collocato non sulla scrivania ma in una posizione che mi costringe ad alzarmi).

    Sono orientato per i diffusori Indiana Line Diva 262.
    Il dubbio è su ampli e CD.
    Ho adocchiato l'accoppiata Onkyo PHA-1045 (70w su 4 ohm, presumo una quarantina su 8 ohm).

    Pensavo di fare un salto di qualità, senza aumentare troppo i costi, sostituendo l'ampli con un Rotel RA-12 (60w su 8 ohm), che avrebbe i seguenti vantaggi rispetto all'Onkyo:
    - maggiore qualità Rotel
    - suono Rotel piatto oppure (a seconda del forum che leggo in giro) accentuato sui medio alti e limitato nei bassi, quindi adatto a compensare sia il timbro delle Indiana Line, che hanno un'enfasi sui 100 hz e gli acuti "educati", sia il fatto che sono posizionate sulla scrivania (potrebbero enfatizzare i bassi?)
    - il DAC Wolfson WM8740 (anche l'Onkyo ha il Wolfson, ma credo si tratti di un modello inferiore perché non viene indicata la sigla)
    - maggiore potenza, più adeguata per i diffusori (è il motivo per cui non scelgo il Rotel RA-11 da 40w)

    Compenserei il maggior prezzo del Rotel abbinando un lettore CD economico, tipo un Onkyo o un Denon da non più di 200 euro, da collegare con cavo ottico o coassiale per sfruttare il DAC del Rotel.

    Mi chiedo: ma usare un buon DAC di un buon amplificatore collegato in ottico a un lettore economico è forse l'uovo di colombo?
    Quanti errori potranno mai esserci nel segnale digitale?
    In altre parole, a che pro abbinare a un Rotel RA-12 un CD della stessa Rotel, che possiede lo stesso DAC, per cui compro due DAC per usarne uno soltanto?

    Considerate che il Rotel ha l'ingresso USB e i comandi dei toni in digitale, cosa che mi sembra positiva.
    Altre combinazioni mi sembrano meno sensate: per esempio spendere di meno per l'ampli e di più sul lettore CD, che abbia un buon DAC (in tal caso, non userei il suo DAC per lo streaming proveniente dal PC, che ha l'uscita ottica, ma userei il DAC più scarso dell'ampli).
    Inoltre gli ampli economici non hanno l'ingresso USB, e per trovarlo sul lettore CD si sale di prezzo.

    Insomma, come giudicate la mia scelta di puntare tutto sull'ampli e sacrificare il lettore CD, viste le mie esigenze?

    Grazie a tutti

    Walkiria77
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 499
    Data d'iscrizione : 2013-03-31
    Età : 39
    Località : Verona

    Re: Impianto con Rotel RA 12

    Post  Walkiria77 on Tue Oct 04, 2016 11:01 pm

    Come post di richiesta mi sembra un po' un minestrone. Meglio se prima ti presenti nella sezione dedicata, saluti e poi puoi partire indicando il budget.


    _________________
    Comincia a costruire i tuoi sogni prima che qualcuno ti assuma per costruire i suoi

    Ho trovato la pace con Digicode s-192 Zoe VM200m Adamantes 25th Arendal sub1

    Audioevolution
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 13
    Data d'iscrizione : 2016-09-11
    Località : Volla

    Re: Impianto con Rotel RA 12

    Post  Audioevolution on Thu Oct 06, 2016 10:06 am

    Leo wrote:Mi serve uno impianto per uno studio da 10 mq in cui uso il computer, in cui posizionerò diffusori bookshelf sulla scrivania.
    Ascolto principalmente CD, secondariamente mp3 e streaming.
    Inoltre, se sono in studio è per usare il computer (nel salone ho un altro impianto hi fi), che quindi funge da fonte streaming e mp3 (oltre naturalmente alle chiavette USB e ai CD con mp3) collegato con cavo ottico.

    Ascolto musica soft, jazz, blues, ma anche pop, e solo voci femminili.
    Vorrei un suono caldo ma dettagliato.
    Vorrei i controlli di tono e il telecomando per l'ampli (cui eventualmente posso rinunciare, ma esso è collocato non sulla scrivania ma in una posizione che mi costringe ad alzarmi).

    Sono orientato per i diffusori Indiana Line Diva 262.
    Il dubbio è su ampli e CD.
    Ho adocchiato l'accoppiata Onkyo PHA-1045 (70w su 4 ohm, presumo una quarantina su 8 ohm).

    Pensavo di fare un salto di qualità, senza aumentare troppo i costi, sostituendo l'ampli con un Rotel RA-12 (60w su 8 ohm), che avrebbe i seguenti vantaggi rispetto all'Onkyo:
    - maggiore qualità Rotel
    - suono Rotel piatto oppure (a seconda del forum che leggo in giro) accentuato sui medio alti e limitato nei bassi, quindi adatto a compensare sia il timbro delle Indiana Line, che hanno un'enfasi sui 100 hz e gli acuti "educati", sia il fatto che sono posizionate sulla scrivania (potrebbero enfatizzare i bassi?)
    - il DAC Wolfson WM8740 (anche l'Onkyo ha il Wolfson, ma credo si tratti di un modello inferiore perché non viene indicata la sigla)
    - maggiore potenza, più adeguata per i diffusori (è il motivo per cui non scelgo il Rotel RA-11 da 40w)

    Compenserei il maggior prezzo del Rotel abbinando un lettore CD economico, tipo un Onkyo o un Denon da non più di 200 euro, da collegare con cavo ottico o coassiale per sfruttare il DAC del Rotel.

    Mi chiedo: ma usare un buon DAC di un buon amplificatore collegato in ottico a un lettore economico è forse l'uovo di colombo?
    Quanti errori potranno mai esserci nel segnale digitale?
    In altre parole, a che pro abbinare a un Rotel RA-12 un CD della stessa Rotel, che possiede lo stesso DAC, per cui compro due DAC per usarne uno soltanto?

    Considerate che il Rotel ha l'ingresso USB e i comandi dei toni in digitale, cosa che mi sembra positiva.
    Altre combinazioni mi sembrano meno sensate: per esempio spendere di meno per l'ampli e di più sul lettore CD, che abbia un buon DAC (in tal caso, non userei il suo DAC per lo streaming proveniente dal PC, che ha l'uscita ottica, ma userei il DAC più scarso dell'ampli).
    Inoltre gli ampli economici non hanno l'ingresso USB, e per trovarlo sul lettore CD si sale di prezzo.

    Insomma, come giudicate la mia scelta di puntare tutto sull'ampli e sacrificare il lettore CD, viste le mie esigenze?

    Grazie a tutti

    la soluzione con un rotel ra12 la vedo bene, magari opterei per un lettore dcd720ae che è piu' equilibrato rispetto ad un onkyo 7030 o denon 520ae

    Walkiria77
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 499
    Data d'iscrizione : 2013-03-31
    Età : 39
    Località : Verona

    Re: Impianto con Rotel RA 12

    Post  Walkiria77 on Thu Oct 06, 2016 6:47 pm

    Nella presentazione hai scritto che hai 3 stanze da usare, ma sono dedicate? Dimensioni?


    _________________
    Comincia a costruire i tuoi sogni prima che qualcuno ti assuma per costruire i suoi

    Ho trovato la pace con Digicode s-192 Zoe VM200m Adamantes 25th Arendal sub1

    Leo
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 9
    Data d'iscrizione : 2016-10-04

    Re: Impianto con Rotel RA 12

    Post  Leo on Thu Oct 06, 2016 10:08 pm

    Walkiria77 wrote:Nella presentazione hai scritto che hai 3 stanze da usare, ma sono dedicate? Dimensioni?

    La stanza del Rotel, come ho scritto all'inizio, è uno studio da 10 mq.
    È di forma irregolare e tappezzato di libri, quindi dovrebbe comportarsi come una stanza più grande.
    Però posizionerò i diffusori sulla scrivania, contro la finestra, e per questo escluderei un reflex posteriore e pensavo alle Indiana Line Tesi 262 con reflex anteriore o al limite a qualcosa in sospensione.

    Le altre stanze sono:
    1) cucina + sala pranzo (un ampli con due coppie di diffusori)
    Direi che è inutile discuterne perché l'ascolto sarà di sottofondo, in presenza di ospiti, e la spesa ridotta all'osso

    2) salone, per le (spero) Martin Logan per cui ho aperto apposito post
    Sui 35 mq, ha la fortuna di essere adatto alle elettrostatiche perché al posto dei 4 angoli ha 4 ampie aperture senza pore che danno su stanze o corridoi.
    Posizionerei i diffusori in prossimità delle aperture.
    Magari posto la pianta dello studio nell'altro post

    ciao e grazie dell'interessamento

    Leo
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 9
    Data d'iscrizione : 2016-10-04

    Re: Impianto con Rotel RA 12

    Post  Leo on Thu Oct 06, 2016 10:19 pm

    Audioevolution wrote: magari opterei per un lettore dcd720ae che è piu' equilibrato rispetto ad un onkyo 7030 o denon 520ae

    Ora che sto puntando le Martin Logan per l'altro impianto, ho in mente una variazione (come vi ho detto, la situazione con tre impianti è complicata).
    Vorrei recuperare il mio lettore CD Harman Kardon 980 e usarlo di qua con l'ampli Rotel, collegato in ottico per usare il DAC del Rotel come detto sopra.
    Lo scopo è avere un lettore CD migliore nell'altro impianto con le Martin Logan, magari un Rotel con lo stesso DAC dell'ampli o qualcosa di superiore.

    In altre parole, sto aumentando il budget sull'impianto principale.



      Current date/time is Tue Dec 06, 2016 10:56 pm