Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione) - Page 5
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Share

    davidbo
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 156
    Data d'iscrizione : 2015-12-17

    Re: Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Post  davidbo on Sat Dec 31, 2016 4:14 pm

    Io direi di si Nicola, ma purtroppo non ho le valvole per poter fare confronti.
    Comunque la sensazione di equilibro in una cuffia è sempre un buon segno
    Certo che un amplino a valvole per giocare, non mi dispiacerebbe, ma niente di impegnativo, naturalmente.
    In Francia si parla molto bene dell'Auris e addirittura si magnifica il rapporto qualità prezzo (2000 euro!)
    P.S. si troverebbe a molto meno decidendosi....:-)

    avatar
    davidbo
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 156
    Data d'iscrizione : 2015-12-17
    Località : Un posto vale l'altro

    Re: Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Post  davidbo on Sat Dec 31, 2016 4:24 pm

    Leggo con piacere le tue impressioni d'ascolto!
    Mi trovi d'accordo su tutto. Io trovo la Pioneer particolarmente performante con la musica classica che rappresenta il 90 % dei miei ascolti in solitario. Verissimo ciò che dici in merito alle doti di equilibrio nella risposta in frequenza all'ascolto anche se mi permetterei di aggiungere che la capacità di scendere in basso con grande agilità e sino agli abissi dell'udibile oltre alla grande generosità con la quale vengono restituite ( anche a volumi d'ascolto minimi...) gli estremi di gamma ( quindi sia in alto che, soprattutto, in basso...), fanno di questa cuffia, uno strumento affidabile, sincero e appassionante, per le emozioni che regala ad ogni ascolto. Il prezzo di vendita è da considerarsi adeguato alla qualità costruttiva e dei materiali. Assolutamente vantaggioso per la qualità in ascolto.[/quote]


    A dire la verità Filippo, il fatto che non siano cuffie caratterizzate le rende cuffie abbastanza universali, vanno bene un po' con tutto. In definitiva, un bello strumento per capire quello che succede in studio di registrazione, ma senza esasperazioni monitor da suono "sputato" in faccia, se mi si passa il termine.
    avatar
    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1873
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 57
    Località : Sardegna

    Re: Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Post  fil on Thu Jan 05, 2017 9:52 am

    Il rodaggio, invero lungo, della Pioneer, consente maggior equilibrio totale ottenuto in virtù di un certo " smussamento" in gamma altissima. Fondamentale, data la sensibilità della cuffia, la corretta impostazione del volume d'ascolto. Tendenzialmente preferibile su regime moderato...anche per evitare un (involontario) "atteggiamento protettivo" da parte delle membrane timpaniche dell'ascoltatore...


    Last edited by fil on Sat Jan 07, 2017 8:36 am; edited 1 time in total


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8460
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Post  phaeton on Thu Jan 05, 2017 10:45 am

    quando le cuffiette lo consentono per mancanza di compressione e di distorsione, viene quasi naturale aumentare il volume oltre il lecito
    insomma queste Pio mi sembra ti piacciano parecchio Fil?? come ti trovi nei lunghi ascolti? si riescono a fare sessioni di 3-4h senza affaticamento?
    avatar
    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1873
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 57
    Località : Sardegna

    Re: Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Post  fil on Sat Jan 07, 2017 8:49 am

    phaeton wrote:quando le cuffiette lo consentono per mancanza di compressione e di distorsione, viene quasi naturale aumentare il volume oltre il lecito
    insomma queste Pio mi sembra ti piacciano parecchio Fil?? come ti trovi nei lunghi ascolti? si riescono a fare sessioni di 3-4h senza affaticamento?

    E' per me prassi consolidata quella di ascoltare dischi/concerti interi e non saltare qua e la tra brani, generi musicali da un CD all'altro. Detto questo, con la Pioneer non avverto alcuna fatica. Sia sul versante sonico, sia su quello della comodità della cuffia in testa. Inoltre sto vivendo quella rara sensazione di convinxione totale che può derivare dalla concomitanza di tutti i fattori che concorrono a farci piacere/preferire un determinato oggetto, rispetto ai suoi " competitors" : quelli conosciuti del passsto e quelli ipotetici di cui raccolgo informazioni. Infine ho chiara e netta la sensazione che non avrebbe senso smontare questo equilibrio raggiunto...in nome, sicuramente, di quella "scimmia" alla quale comunque sarebbe ingiusto attribuire solo un ruolo dalla valenza negativa...


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)
    avatar
    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 4268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Post  petrus on Sat Jan 07, 2017 9:03 am

    fil wrote:
    phaeton wrote:quando le cuffiette lo consentono per mancanza di compressione e di distorsione, viene quasi naturale aumentare il volume oltre il lecito
    insomma queste Pio mi sembra ti piacciano parecchio Fil?? come ti trovi nei lunghi ascolti? si riescono a fare sessioni di 3-4h senza affaticamento?

    E' per me prassi consolidata quella di ascoltare dischi/concerti interi e non saltare qua e la tra brani, generi musicali  da un CD all'altro. Detto questo, con la Pioneer non avverto alcuna fatica. Sia sul versante sonico, sia su quello della  comodità della cuffia in testa. Inoltre sto vivendo quella rara sensazione di convinxione totale che può derivare dalla concomitanza di tutti i fattori che concorrono a farci piacere/preferire un determinato oggetto, rispetto ai suoi " competitors" : quelli conosciuti del passsto e quelli ipotetici di cui raccolgo informazioni. Infine ho chiara e netta la sensazione che non avrebbe senso smontare questo equilibrio raggiunto...in nome, sicuramente, di quella "scimmia" alla quale comunque sarebbe ingiusto attribuire solo un ruolo dalla valenza negativa...

    Parole sagge

    Lorenzo


    _________________
    Quelli che ballavano erano visti come pazzi da quelli che non sentivano la musica
    avatar
    Ivanhoe
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3609
    Data d'iscrizione : 2012-10-30
    Località : Mezzo Est

    Re: Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Post  Ivanhoe on Sat Jan 07, 2017 9:14 am

    fil wrote:

    E' per me prassi consolidata quella di ascoltare dischi/concerti interi e non saltare qua e la tra brani, generi musicali  da un CD all'altro. Detto questo, con la Pioneer non avverto alcuna fatica. Sia sul versante sonico, sia su quello della  comodità della cuffia in testa. Inoltre sto vivendo quella rara sensazione di convinxione totale che può derivare dalla concomitanza di tutti i fattori che concorrono a farci piacere/preferire un determinato oggetto, rispetto ai suoi " competitors" : quelli conosciuti del passsto e quelli ipotetici di cui raccolgo informazioni. Infine ho chiara e netta la sensazione che non avrebbe senso smontare questo equilibrio raggiunto...in nome, sicuramente, di quella "scimmia" alla quale comunque sarebbe ingiusto attribuire solo un ruolo dalla valenza negativa...

    Interessante.
    Parlando di "fatica d'ascolto" pensi che le dinamiche siano migliori da questo punto di vista?


    _________________
    #Pubblicità #Sponsorizzato #Advertising
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8460
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Post  phaeton on Sat Jan 07, 2017 9:17 am

    fil wrote:

    E' per me prassi consolidata quella di ascoltare dischi/concerti interi e non saltare qua e la tra brani, generi musicali  da un CD all'altro. Detto questo, con la Pioneer non avverto alcuna fatica. Sia sul versante sonico, sia su quello della  comodità della cuffia in testa. Inoltre sto vivendo quella rara sensazione di convinxione totale che può derivare dalla concomitanza di tutti i fattori che concorrono a farci piacere/preferire un determinato oggetto, rispetto ai suoi " competitors" : quelli conosciuti del passsto e quelli ipotetici di cui raccolgo informazioni. Infine ho chiara e netta la sensazione che non avrebbe senso smontare questo equilibrio raggiunto...in nome, sicuramente, di quella "scimmia" alla quale comunque sarebbe ingiusto attribuire solo un ruolo dalla valenza negativa...

    grande!! traspare chiaramente che ti piacciono parecchio cheers cheers non serve che te lo dica ma....goditele sunny sunny sunny
    avatar
    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1873
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 57
    Località : Sardegna

    Re: Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Post  fil on Sat Jan 07, 2017 9:43 am

    Ivanhoe wrote:

    Interessante.
    Parlando di "fatica d'ascolto" pensi che le dinamiche siano migliori da questo punto di vista?

    Non attribuirei come discriminante, la tipologia/tecnologia della cuffia, al fattore in argomento.
    Penso invece che, a prescindere dalla tipologia di cuffia, siano le caratteristiche soniche relative principalmente alla risposta ( all'ascolto) degli estremi di gamma. Nel caso specifico la Pioneer sta dimostrando, sopratutto adesso che il rodaggio può considerarsi ultimato, delle doti eccezionali. Cioè: ampiezza di estensione in basso ed in alto senza asprezze in alto e/o rigonfiamenti in basso.


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)
    avatar
    selby998
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 66
    Data d'iscrizione : 2014-08-30

    Re: Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Post  selby998 on Wed Feb 08, 2017 6:19 am

    Su S.B.A.F. mi sono imbattuto in una valutazone negativa della Master1, sul piano sia delle misure sia dell'ascolto. La cuffia viene bistrattata pareccho, anche in rapporto al costo.
    avatar
    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1873
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 57
    Località : Sardegna

    Re: Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Post  fil on Wed Feb 08, 2017 6:52 pm

    selby998 wrote:Su S.B.A.F. mi sono imbattuto in una valutazone negativa della Master1, sul piano sia delle misure sia dell'ascolto. La cuffia viene bistrattata pareccho, anche in rapporto al costo.

    Avevo letto anch'io, (quella ed altre...) prima di decidere di acquistare la cuffia.


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)
    avatar
    Ivanhoe
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3609
    Data d'iscrizione : 2012-10-30
    Località : Mezzo Est

    Re: Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Post  Ivanhoe on Thu Feb 09, 2017 5:08 am

    Avete tolto il link sbaf?

    Al tipo la Pioneer non piace proprio.  Io la ho ascoltata col Bryston e mi trovo d'accordo sul fatto che costa troppo (come quasi tutte aime'), ma la congestione di cui parla non l'ho sentita, forse dipende dalla sua fonte. Tyll invece ha ragione, ma con la musica sinfonica a me e' piaciuta proprio per la apertura in alto e il suo carattere "Zingy".

    Se sei interessato all'acquisto ti consiglio di provarla prima.


    _________________
    #Pubblicità #Sponsorizzato #Advertising
    avatar
    selby998
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 66
    Data d'iscrizione : 2014-08-30

    Re: Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Post  selby998 on Thu Feb 09, 2017 7:18 pm

    Nessun link, ho solo citato S.B.A.F.  come fonte della stroncatura alla quale peraltro si è associata Innerfidelity. Aldila delle valutazioni d'ascolto, che sono da ricondurre sempre a componenti soggettive, a tenermi lontano dalla Master1, qualora fosse alla mia portata finanziaria, basterebbero le pesanti critiche di natura tecnica.
    avatar
    mauro16164
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1643
    Data d'iscrizione : 2013-02-19
    Età : 54
    Località : viterbo

    Re: Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Post  mauro16164 on Sun Jul 15, 2018 9:01 pm

    ritiro su questa discussione perchè vorrei dire due cose a proposito di questa cuffia..la possiedo da circa 2 mesi e per i primi tempi gli ho dedicato ascolti piuttosto distratti,preso dalla magia della Susvara e dalla solidità della Abyss.ora l'ascolto da circa una settimana,malgrado la calura,e devo ammettere di ritrovarmi in toto nello scritto di Fil.la cuffia è davvero godibilissima,restituisce un effetto quasi live (sembra di stare a poca distanza dai diffusori..) i bassi sono notevolissimi mentre gli alti (io ascolto con il cavo doppio bilanciato originale) non sono assolutamente fastidiosi.anzi,il suono è davvero coerente.tutti gli strumenti sono al posto giusto con una leggera dominanza per i bassi,davvero notevoli ma mai invasivi.le voci sono ottime cosi come il microdettaglio che la cuffia restituisce appieno.devo dire che soffre le amplificazioni valvolari.con il Leben e l'Apex faticava moltissimo,restituendo un suono poco corposo ed energico,mentre è eccellente con l'Headamp gsx mk2 e dietro i morsetti del Pathos Inpol2.è evidente che la cuffia abbisogni di corrente,tanta corrente di qualità. il miglior pianoforte l'ascolto con questa cuffia.con il jazz è davvero superba,ma anche con altri generi,vedi reggae,rock ed elettronica la cuffia si dimostra all'altezza delle migliori planari,ed in alcuni casi anche meglio!sicuramente la cuffia deve essere messa in condizioni di suonare con un set up a stato solido di tutto rispetto,altrimenti sbrodola,perdendo un buon 50% del suo suono eccellente.è quasi una planare per quanto scorbutica con le amplificazioni.a livello di costruzione e comodità non dico nulla,mi ritrovo totalmente nelle parole di Fil.credo che Tyll ma anche su SBAF l'abbiano provata con ampli non all'altezza e con il cavo singolo.devo ammettere che c'è una differenza notevole tra i due cavi,a favore ovviamente del doppio bilanciato.per me è una gran cuffia,che da' il meglio con le buonissime registrazioni.per me promossa a pieni voti! grande scoperta,gran bella cuffia!


    _________________
    ampli:Headamp GSX MK-2 ampli:Apex Pinnacle dac:Denafrips Terminator cuffie:Hifiman Susvara Audeze LCD4  Fostex TH900mk2  Abyss 1266 PHI Senneheiser hd800 Pioneer SE Master1 trasporto:sdc  Digidrive ampli Pathos Inpol2  Filtro di rete OELBACH XXL POWERSTATION 909 Giradischi Michell Gyro pre phono Gold Note Ph10 Gold Note Psu10 Cocktailx50
    avatar
    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1873
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 57
    Località : Sardegna

    Re: Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Post  fil on Mon Jul 16, 2018 11:29 am

    mauro16164 wrote:ritiro su questa discussione perchè vorrei dire due cose a proposito di questa cuffia..la possiedo da circa 2 mesi e per i primi tempi gli ho dedicato ascolti piuttosto distratti,preso dalla magia della Susvara e dalla solidità della Abyss.ora l'ascolto da circa una settimana,malgrado la calura,e devo ammettere di ritrovarmi in toto nello scritto di Fil.la cuffia è davvero godibilissima,restituisce un effetto quasi live (sembra di stare a poca distanza dai diffusori..) i bassi sono notevolissimi mentre gli alti (io ascolto con il cavo doppio bilanciato originale) non sono assolutamente fastidiosi.anzi,il suono è davvero coerente.tutti gli strumenti sono al posto giusto con una leggera dominanza per i bassi,davvero notevoli ma mai invasivi.le voci sono ottime cosi come il microdettaglio che la cuffia restituisce appieno.devo dire che soffre le amplificazioni valvolari.con il Leben e l'Apex faticava moltissimo,restituendo un suono poco corposo ed energico,mentre è eccellente con l'Headamp gsx mk2 e dietro i morsetti del Pathos Inpol2.è evidente che la cuffia abbisogni di corrente,tanta corrente di qualità. il miglior pianoforte l'ascolto con questa cuffia.con il jazz è davvero superba,ma anche con altri generi,vedi reggae,rock ed elettronica la cuffia si dimostra all'altezza delle migliori planari,ed in alcuni casi anche meglio!sicuramente la cuffia deve essere messa in condizioni di suonare con un set up a stato solido di tutto rispetto,altrimenti sbrodola,perdendo un buon 50% del suo suono eccellente.è quasi una planare per quanto scorbutica con le amplificazioni.a livello di costruzione e comodità non dico nulla,mi ritrovo totalmente nelle parole di Fil.credo che Tyll ma anche su SBAF l'abbiano provata con ampli non all'altezza e con il cavo singolo.devo ammettere che c'è una differenza notevole tra i due cavi,a favore ovviamente del doppio bilanciato.per me è una gran cuffia,che da' il meglio con le buonissime registrazioni.per me promossa a pieni voti! grande scoperta,gran bella cuffia!

    Interessante, ottimo!


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)
    avatar
    _gamma_
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 321
    Data d'iscrizione : 2016-03-29
    Località : Padova

    Re: Pioneer SE-MASTER1: come io tento di raccontarla (non sapendo scrivere una recensione)

    Post  _gamma_ on Mon Jul 16, 2018 3:26 pm

    mauro16164 wrote:ritiro su questa discussione perchè vorrei dire due cose a proposito di questa cuffia..la possiedo da circa 2 mesi e per i primi tempi gli ho dedicato ascolti piuttosto distratti,preso dalla magia della Susvara e dalla solidità della Abyss.ora l'ascolto da circa una settimana,malgrado la calura,e devo ammettere di ritrovarmi in toto nello scritto di Fil.la cuffia è davvero godibilissima,restituisce un effetto quasi live (sembra di stare a poca distanza dai diffusori..) i bassi sono notevolissimi mentre gli alti (io ascolto con il cavo doppio bilanciato originale) non sono assolutamente fastidiosi.anzi,il suono è davvero coerente.tutti gli strumenti sono al posto giusto con una leggera dominanza per i bassi,davvero notevoli ma mai invasivi.le voci sono ottime cosi come il microdettaglio che la cuffia restituisce appieno.devo dire che soffre le amplificazioni valvolari.con il Leben e l'Apex faticava moltissimo,restituendo un suono poco corposo ed energico,mentre è eccellente con l'Headamp gsx mk2 e dietro i morsetti del Pathos Inpol2.è evidente che la cuffia abbisogni di corrente,tanta corrente di qualità. il miglior pianoforte l'ascolto con questa cuffia.con il jazz è davvero superba,ma anche con altri generi,vedi reggae,rock ed elettronica la cuffia si dimostra all'altezza delle migliori planari,ed in alcuni casi anche meglio!sicuramente la cuffia deve essere messa in condizioni di suonare con un set up a stato solido di tutto rispetto,altrimenti sbrodola,perdendo un buon 50% del suo suono eccellente.è quasi una planare per quanto scorbutica con le amplificazioni.a livello di costruzione e comodità non dico nulla,mi ritrovo totalmente nelle parole di Fil.credo che Tyll ma anche su SBAF l'abbiano provata con ampli non all'altezza e con il cavo singolo.devo ammettere che c'è una differenza notevole tra i due cavi,a favore ovviamente del doppio bilanciato.per me è una gran cuffia,che da' il meglio con le buonissime registrazioni.per me promossa a pieni voti! grande scoperta,gran bella cuffia!

    applausi

    complimenti Mauro!!!!

    invidiabile collezione di cuffie la tua!!! Embarassed

      Current date/time is Sun Jul 22, 2018 8:23 pm