Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Al di là del bene e del male
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Al di là del bene e del male

    Share

    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 6371
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Al di là del bene e del male

    Post  lizard on Wed May 26, 2010 3:04 pm

    Molto,molto tempo fa..quando internet non era ancora una tecnologia così spinta da permetterci di parlare a vicenda a parecchi km di distanza,l’unico modo per scambiare opinioni ed emozioni era quello di inviare una lettera scritta.
    La lettera aveva un significato particolare:
    era frutto di un pensiero elaborato,ci voleva tempo per scriverla,e si aspettava con trepidazione di riceverla.
    Nel leggerla,cercavamo di capire le sensazioni di chi scriveva,quello che voleva comunicarci,quello che traspariva dalla scrittura,dallo stile,dalla forma.
    Internet ha cambiato il modo di scrivere,di comunicare,di interpretare il pensiero.
    Perché è difficile cercare di spiegare e capire quello che si sta dicendo,e spesso si creano disguidi fra gli interlocutori.
    Per questo ci serviamo delle smiles,per questo le hanno inventate.
    Ma ci sono parole e aggettivi che lasciano il segno,perché le parole spesso feriscono.
    Si possono cancellare e sbianchettare,ma non si possono eliminare dalla memoria di chi le ha lette.
    La parola spesso esce dalla nostra bocca e dalla nostra mente senza autocontrollo,senza riserve,senza feedback e spesso sono gli altri a farci notare quanto siamo stati sciocchi e sfrontati a esprimere certi giudizi,a fare certe affermazioni,a denigrare chi non conosciamo.
    Perché spesso non ci conosciamo :
    siamo soltanto dei nick.
    E’ forse questo alone di mistero e di anonimato a spingerci spesso in atteggiamenti fuori dalle righe,anche se ormai convenzionali,seguendo i dagherrotipi televisivi.
    Scriviamo attraverso una macchina,leggiamo una macchina,ma dobbiamo pensare da uomini.
    E quello che distingue un uomo da una macchina,è la capacità di pensare,di ricredersi,di ragionare sui propri errori quando si capisce di aver sbagliato.
    Non basta chiedere scusa e cercare delle motivazioni valide per spiegare cosa si intendeva dire in un certo frangente.
    E’ difficile capire il contesto del discorso,estrapolare la parola o l’aggettivo dalla situazione,dal momento.
    A volte non servono tante parole per cancellare un gesto,una frase,un aggettivo che puo’ risultare offensivo,specialmente se diretto inequivocabilmente ad una certa persona.
    A volte basterebbe semplicemente dire:

    scusa.

    Senza inspiegabili spiegazioni,senza tentavi goffi e superflui per specificare,per chiarire cio’ che è evidente,specialmente quando quel qualcuno ha accusato il colpo.
    Basterebbe riconoscere il proprio errore,il proprio sbaglio.
    Perché di uno sbaglio si tratta,alla fine.
    La mia,in fondo, è una considerazione che lascia il tempo che trova,in mezzo a tanti 3D e a tanti nick,dove un nick si sussegue ad un altro nick,argomento dopo argomento,risata dopo risata.
    Ma dietro un nick si nasconde una Persona,qualcuno che spesso non conosciamo neanche,e a cui magari ci siamo anche affezionati,perché si scoprono interessi comuni,qualcuno che ci dedica il suo tempo e la sua amicizia e che per nessun motivo deve essere offeso.
    Se c’è un insegnamento che un forum puo’ e deve dare,è la stima ed il rispetto reciproco,senza mai andare oltre le righe.
    E se questo succede,dovremmo rendercene conto noi stessi,senza che qualcuno ci inviti a chiedere pubblicamente delle scuse.
    Senza Tutor,senza Mod.
    Un uomo si riconosce per il rispetto della dignità altrui,ma soprattutto per il rispetto della propria dignità :
    ed è nel rispetto della propria dignità che si deve avere la forza e la capacità di riconoscere almeno il proprio errore,di manifestare pubblicamente la propria vergogna,
    al di là del bene e del male.


    liz


    _________________
    " A battere le mani, conosciamo il suono delle due mani insieme...ma qual è il suono di una sola mano? "

    Ospite
    Guest

    Re: Al di là del bene e del male

    Post  Ospite on Wed May 26, 2010 3:19 pm

    al di la del bene e del male............titolo di un gran libro di un grande scrittore....

    BLUESMAN
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 562
    Data d'iscrizione : 2010-01-19
    Età : 65
    Località : Montreal

    Re: Al di là del bene e del male

    Post  BLUESMAN on Wed May 26, 2010 4:21 pm

    Parole sante Liz

    Ti dispiace se lo traduco e lo copio sul mio forum qui a Montreal?


    _________________
    Il punto debole del mio impianto é il mio portamoneta
    La musica non contiene e non trasporta alcuna emozione, senò quella che si risente

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: Al di là del bene e del male

    Post  Dragon on Wed May 26, 2010 5:29 pm

    Mi trovi completamente d'accordo lizard...queste che hai scritto non sono solo parole, sono concetti ai quali ciascuno di noi dovrebbe fare riferimento nel vivere quotidiano.

    BLUESMAN
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 562
    Data d'iscrizione : 2010-01-19
    Età : 65
    Località : Montreal

    Re: Al di là del bene e del male

    Post  BLUESMAN on Wed May 26, 2010 5:47 pm

    IL titolo me fa pensare a questo.
    IL profeta di Khalil Gibran

    SUL BENE E MALE

    E un anziano della città disse: Parlaci del Bene e del Male.
    E lui rispose:
    Io posso parlare del bene che è in voi, ma non del male.
    Poiché il cattivo non è che il buono torturato dalla fame e dalla sete.
    In verità, quando il buono è affamato cerca cibo anche in una caverna buia e quando è assetato beve anche acqua morta.

    Siete buoni quando siete in armonia con voi stessi.
    Tuttavia, quando non siete una sola cosa con voi stessi, voi non siete cattivi.
    Una casa divisa non è un covo di ladri, è semplicemente una casa divisa.
    E una nave senza timone può errare senza meta tra isole pericolose senza fare naufragio.
    Siete buoni nello sforzo di donare voi stessi,
    Tuttavia non siete cattivi quando perseguite il vostro vantaggio.
    Quando cercate di ottenere, non siete che una radice avvinghiata alla terra per succhiarne il seno.
    Certo, il frutto non può dire alla radice: "Sii come me, maturo e pieno e sempre generoso della tua abbondanza".
    Poiché come il frutto ha bisogno di dare, così la radice ha bisogno di ricevere.

    Siete buoni quando la vostra parola è pienamente consapevole.
    Tuttavia non siete cattivi quando nel sonno la vostra lingua vaneggia.
    E anche un discorso confuso può rafforzare una debole lingua.
    Siete buoni quando procedete verso la meta, decisi e con passo sicuro.
    Tuttavia non siete cattivi quando vagate qua e là zoppicando.
    Anche chi zoppica procede in avanti.
    Ma vi è agile e forte, non zoppichi davanti allo zoppo stimandosi cortese.

    Voi siete buoni in molteplici modi e non siete cattivi quando non siete buoni.
    Siete soltanto pigri e indolenti.
    Purtroppo il cervo non può insegnare alla tartaruga ad essere veloce.

    Nel desiderio del gigante che è in voi risiede la vostra bontà, e questo è un desiderio di tutti.
    In alcuni è un torrente che scorre impetuoso verso il mare, trascinando con sé i segreti delle colline e il canto delle foreste.
    In altri è una corrente placida che si perde in declivi e indugia prima di raggiungere la sponda.
    Ma chi desidera molto non dica a chi desidera poco: "Perché esiti e indugi?".
    Poiché, in verità, chi è buono non chiede a chi è nudo: "Dov'è il tuo vestito?", né a chi è senza tetto: "Cos'è accaduto alla tua casa?".


    _________________
    Il punto debole del mio impianto é il mio portamoneta
    La musica non contiene e non trasporta alcuna emozione, senò quella che si risente

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Al di là del bene e del male

    Post  piroGallo on Wed May 26, 2010 6:18 pm

    BLUESMAN wrote:IL titolo me fa pensare a questo.
    IL profeta di Khalil Gibran

    SUL BENE E MALE

    E un anziano della città disse: Parlaci del Bene e del Male.
    E lui rispose:
    Io posso parlare del bene che è in voi, ma non del male.
    Poiché il cattivo non è che il buono torturato dalla fame e dalla sete.
    In verità, quando il buono è affamato cerca cibo anche in una caverna buia e quando è assetato beve anche acqua morta.

    Siete buoni quando siete in armonia con voi stessi.
    Tuttavia, quando non siete una sola cosa con voi stessi, voi non siete cattivi.
    Una casa divisa non è un covo di ladri, è semplicemente una casa divisa.
    E una nave senza timone può errare senza meta tra isole pericolose senza fare naufragio.
    Siete buoni nello sforzo di donare voi stessi,
    Tuttavia non siete cattivi quando perseguite il vostro vantaggio.
    Quando cercate di ottenere, non siete che una radice avvinghiata alla terra per succhiarne il seno.
    Certo, il frutto non può dire alla radice: "Sii come me, maturo e pieno e sempre generoso della tua abbondanza".
    Poiché come il frutto ha bisogno di dare, così la radice ha bisogno di ricevere.

    Siete buoni quando la vostra parola è pienamente consapevole.
    Tuttavia non siete cattivi quando nel sonno la vostra lingua vaneggia.
    E anche un discorso confuso può rafforzare una debole lingua.
    Siete buoni quando procedete verso la meta, decisi e con passo sicuro.
    Tuttavia non siete cattivi quando vagate qua e là zoppicando.
    Anche chi zoppica procede in avanti.
    Ma vi è agile e forte, non zoppichi davanti allo zoppo stimandosi cortese.

    Voi siete buoni in molteplici modi e non siete cattivi quando non siete buoni.
    Siete soltanto pigri e indolenti.
    Purtroppo il cervo non può insegnare alla tartaruga ad essere veloce.

    Nel desiderio del gigante che è in voi risiede la vostra bontà, e questo è un desiderio di tutti.
    In alcuni è un torrente che scorre impetuoso verso il mare, trascinando con sé i segreti delle colline e il canto delle foreste.
    In altri è una corrente placida che si perde in declivi e indugia prima di raggiungere la sponda.
    Ma chi desidera molto non dica a chi desidera poco: "Perché esiti e indugi?".
    Poiché, in verità, chi è buono non chiede a chi è nudo: "Dov'è il tuo vestito?", né a chi è senza tetto: "Cos'è accaduto alla tua casa?".
    Bella. cheers


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    dummy
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 425
    Data d'iscrizione : 2010-04-16

    Re: Al di là del bene e del male

    Post  dummy on Thu May 27, 2010 10:52 am

    lizard wrote:
    ...
    E se questo succede,dovremmo rendercene conto noi stessi,senza che qualcuno ci inviti a chiedere pubblicamente delle scuse.
    Senza Tutor,senza Mod.
    ...


    liz

    Infatti il compito di tutor e mod è quello di intervenire allorchè non c'è consapevolezza, non c'è volontà di redenzione, si simula lo stato di inconsapevolezza, o c'è volontarietà (con 4 evidenti gradi di intervento).

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5392
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: Al di là del bene e del male

    Post  Rudino on Thu May 27, 2010 2:07 pm

    dummy wrote:
    Infatti il compito di tutor e mod è quello di intervenire allorchè non c'è consapevolezza, non c'è volontà di redenzione, si simula lo stato di inconsapevolezza, o c'è volontarietà (con 4 evidenti gradi di intervento).

    L'avversione alla squadra di calcio per cui tifi o l'evitare di essere messi in discussione sono inclusi come motivi per intervenire verso qualcuno?


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Al di là del bene e del male

    Post  Geronimo on Thu May 27, 2010 2:13 pm

    Rudino wrote:
    dummy wrote:
    Infatti il compito di tutor e mod è quello di intervenire allorchè non c'è consapevolezza, non c'è volontà di redenzione, si simula lo stato di inconsapevolezza, o c'è volontarietà (con 4 evidenti gradi di intervento).

    L'avversione alla squadra di calcio per cui tifi o l'evitare di essere messi in discussione sono inclusi come motivi per intervenire verso qualcuno?

    No per il primo motivo. Anche sul sul secondo è no, a patto che il mettere in discussione non si riferisca all'attività di moderazione, che non può essere messa in discussione in chiaro ma solo tramite PM.


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5392
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: Al di là del bene e del male

    Post  Rudino on Thu May 27, 2010 2:15 pm

    Elcaset wrote:
    Rudino wrote:
    dummy wrote:
    Infatti il compito di tutor e mod è quello di intervenire allorchè non c'è consapevolezza, non c'è volontà di redenzione, si simula lo stato di inconsapevolezza, o c'è volontarietà (con 4 evidenti gradi di intervento).

    L'avversione alla squadra di calcio per cui tifi o l'evitare di essere messi in discussione sono inclusi come motivi per intervenire verso qualcuno?

    No per il primo motivo. Anche sul sul secondo è no, a patto che il mettere in discussione non si riferisca all'attività di moderazione, che non può essere messa in discussione in chiaro ma solo tramite PM.

    Ah, OK...
    Vedi che ho infranto le regole?


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16083
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Al di là del bene e del male

    Post  Geronimo on Thu May 27, 2010 2:17 pm

    Rudino wrote:
    Elcaset wrote:
    Rudino wrote:
    dummy wrote:
    Infatti il compito di tutor e mod è quello di intervenire allorchè non c'è consapevolezza, non c'è volontà di redenzione, si simula lo stato di inconsapevolezza, o c'è volontarietà (con 4 evidenti gradi di intervento).

    L'avversione alla squadra di calcio per cui tifi o l'evitare di essere messi in discussione sono inclusi come motivi per intervenire verso qualcuno?

    No per il primo motivo. Anche sul sul secondo è no, a patto che il mettere in discussione non si riferisca all'attività di moderazione, che non può essere messa in discussione in chiaro ma solo tramite PM.

    Ah, OK...
    Vedi che ho infranto le regole?



    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

      Current date/time is Sat Dec 10, 2016 7:51 am