Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Violectric v281 - chiarimenti tecnici - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Share

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 9198
    Data d'iscrizione : 2010-04-17

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  Edmond on Sat Jan 07, 2017 5:36 pm

    Tu, Amauro, continui anche a confondere un sistema bilanciato (tipico di sorgenti ed amplificatori) con un pilotaggio delle cuffie a masse separate per i due canali, che è ben altra cosa... Ma tutto fa brodo, evidentemente...
    avatar
    stec74
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 208
    Data d'iscrizione : 2014-08-29
    Età : 42
    Località : Bologna

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  stec74 on Sat Jan 07, 2017 6:19 pm

    phaeton wrote:qual e' la definizione di amplificatore bilanciato? la piu' semplice e' : una coppia di sub-amplificatori che trattano il ramo positivo e negativo (o per essere piu' precisi, due segnali sfasati di 180°) avendo un comune riferimento di massa.
    l'amplificazione del v281 e' esattamente questo, che sia fatta a operazionali o vertical fet o bjt in AsGa, cambia nulla dal punto di vista della definizione.
    l'ingresso bilanciato del v281 viene trattato con un ampli differenziale, ovvero un particolare ampli bilanciato che invece di uscire con due segnali + e - riferiti a massa, esce con un segnale (+)-(-) riferito a massa. questo segnale va nel pot e poi pilota i due sub-amplificatori (uno a guadagno 1 e uno a guadagno -1). per questo e' un ampli bilanciato con un regolatore di volume sbilanciato. e poiche' la parte attiva e' tutta bilanciata, se mi dovessero chiedere da ing elettronico una opinione, direi che e' un amplificatore bilanciato. se volessi essere pedante, direi che un amplificatore bilanciato con davanti un controllo di volume sbilanciato.

    molto diversa sarebbe la situazione se ci fosse un singolo ramo di amplificazione, dal quale poi con un buffer -1 si deriva la parte - del segnale bilanciato. quello si sarebbe un finto bilanciato. e ce ne sono parecchi, anche nel settore pro.


    La discussione diventa interessante...
    Io non sono un tecnico e chino il capo, ho giusto qualche rudimento e, come spiegazione tecnica, ci posso anche stare.
    Detto questo, ti chiederei allora di mettermi in grado di capire il perchè di quei chip operazionali in ingresso e in uscita.
    Tecnicamente si può dire che me l'hai già spiegato in realtà, ma vorrei capire... che senso ha sbilanciare un segnale per poi ribilanciarlo?
    Non si perde qualcosa, in termini di purezza audio e del segnale?

    In altri termini... ho un segnale figo in ingresso, perchè svilirlo per poi rimetterlo insieme alla fine?

    L'unica spiegazione che mi viene in mente riguarda eventuali costi aggiuntivi nel mantenere un percorso bilanciato dall'inizio alla fine.
    E a questo punto ripongo la domanda di cui sopra: quali sono le differenze in termini acustici e, tecnicamente, di segnale nei due diversi approcci?


    _________________
    "Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
    fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta...
    "
    ( William Blake )
    avatar
    stec74
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 208
    Data d'iscrizione : 2014-08-29
    Età : 42
    Località : Bologna

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  stec74 on Sat Jan 07, 2017 6:25 pm

    ivanprog wrote:Non penso sia solo marketing , basta passare la cuffia dall' uscita sbilanciata a quella bilanciata e la differenza e' anbastanza chiara , suona meglio.

    Per la cronaca, poco fa sono riuscito a fare proprio questa prova: sorgente sbilanciata (il mio lettore Cambridge BD-751) e cuffie HD-800 con CAVO BILANCIATO.
    Suona obbiettivamente molto molto meglio! Si ascolta davvero con gran piacere!
    Non so cosa cambi con una sorgente Bilanciata, farò anche qusta prova, siamo comunque lontani anni luce dall'EA anche nell'ascolto di oggi.
    Perlomeno sul pilotaggio della HD800, per altre cuffie non ne ho idea.


    _________________
    "Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
    fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta...
    "
    ( William Blake )
    avatar
    mc 73
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7824
    Data d'iscrizione : 2012-12-10
    Località : friuli udine e dintorni

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  mc 73 on Sat Jan 07, 2017 6:28 pm

    stec74 wrote:

    Per la cronaca, poco fa sono riuscito a fare proprio questa prova: sorgente sbilanciata (il mio lettore Cambridge BD-751) e cuffie HD-800 con CAVO BILANCIATO.
    Suona obbiettivamente molto molto meglio! Si ascolta davvero con gran piacere!
    Non so cosa cambi con una sorgente Bilanciata, farò anche qusta prova, siamo comunque lontani anni luce dall'EA anche nell'ascolto di oggi.
    Perlomeno sul pilotaggio della HD800, per altre cuffie non ne ho idea.

    infatti...io il v281 l'ho avuto e posso confermare che in se è solo un modesto amplificatore..
    con una sorgente bilanciata migliora ancora


    _________________
    saluti sunny Michele
    avatar
    Nicola_83
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2581
    Data d'iscrizione : 2010-05-30
    Età : 34
    Località : Savignano sul Rubicone

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  Nicola_83 on Sat Jan 07, 2017 6:35 pm

    il 281 fa cagare quetso vuoi dire MC?bho....
    avatar
    mc 73
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7824
    Data d'iscrizione : 2012-12-10
    Località : friuli udine e dintorni

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  mc 73 on Sat Jan 07, 2017 6:38 pm

    Nicola_83 wrote:il 281 fa cagare quetso vuoi dire MC?bho....

    ma tu hai capito cosa ho scritto?
    mi pare proprio di no...
    ho scritto che in se ( se= in single ended ) l'amplificatore rende molto meno.
    è fatto per lavorare in bilanciato

    pS: non serve che tu mi scriva in privato...
    se lo ritengo opportuno e/o quando ho tempo ti rispondo "in chiaro"


    _________________
    saluti sunny Michele
    avatar
    Nicola_83
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2581
    Data d'iscrizione : 2010-05-30
    Età : 34
    Località : Savignano sul Rubicone

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  Nicola_83 on Sat Jan 07, 2017 6:44 pm

    Ah scusa scusa!
    Io ho letto che già collegare la sorgente in RCA e uscire in cuffia in bilanciato è già un bel passo avanti....
    quando troverò una sorgente bilanciata sarebebbe bello fare la prova....però per ora può andare no?

    Unica cosa che mi angustia è il gain...a quanto tenerlo?in che facsia fare lavorare il potenziometro MC?
    avatar
    mc 73
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7824
    Data d'iscrizione : 2012-12-10
    Località : friuli udine e dintorni

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  mc 73 on Sat Jan 07, 2017 6:50 pm

    Nicola_83 wrote:Ah scusa scusa!
    Io ho letto che già collegare la sorgente in RCA e uscire in cuffia in bilanciato è già un bel passo avanti....
    quando troverò una sorgente bilanciata sarebebbe bello fare la prova....però per ora può andare no?

    Unica cosa che mi angustia è il gain...a quanto tenerlo?in che facsia fare lavorare il potenziometro MC?
    È molto soggettivo.
    Dipende dalla cuffia collegata e dal tuo gusto personale.
    X le lcd2 direi su 0 o lo step sucessivo.
    Vedi come ti piace di più.

    sì, già con le cuffie collegate in bilanciato e sorgente in sbilanciato hai un ottima resa.


    _________________
    saluti sunny Michele
    avatar
    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 9198
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  Edmond on Sat Jan 07, 2017 7:40 pm

    In altri termini... ho un segnale figo in ingresso, perchè svilirlo per poi rimetterlo insieme alla fine?

    Cosa vuol dire avere un segnale "figo"??????????? affraid affraid affraid affraid affraid affraid

    Credi che, a parità di qualità della sorgente a monte, il segnale trasportato da un XLR in ambiente domestico e con lunghezze di cavo fino a 2 metri sia migliore di quello trasportato da un cavo RCA?????????


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid
    avatar
    stec74
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 208
    Data d'iscrizione : 2014-08-29
    Età : 42
    Località : Bologna

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  stec74 on Sat Jan 07, 2017 8:27 pm

    Edmond wrote:

    Cosa vuol dire avere un segnale "figo"??????????? affraid affraid affraid affraid affraid affraid

    Credi che, a parità di qualità della sorgente a monte, il segnale trasportato da un XLR in ambiente domestico e con lunghezze di cavo fino a 2 metri sia migliore di quello trasportato da un cavo RCA?????????


    Penso che una sorgente bilanciata trasporti un segnale migliore di una sbilanciata.
    Non è così ?


    _________________
    "Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
    fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta...
    "
    ( William Blake )
    avatar
    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 9198
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  Edmond on Sat Jan 07, 2017 8:31 pm

    Perchè dovrebbe? La connessione XLR è migliore SOLO QUANDO deve evitare la ricezione di disturbi EMI, tipici di grandi distanze e di molteplici interferenze... Nei nostri appartamenti la cosa è DEL TUTTO trascurabile, a meno di problematiche d'impianto che vanno molto al di la del normale...

    Se un sistema è correttamente progettato e realizzato, NON CI DEVE essere differenza qualitativa fra un sistema sbilanciato ed un sistema bilanciato a parità di livello circuitale e di componentistica... Se accade, qualcosa non va...


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 7249
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  phaeton on Sat Jan 07, 2017 8:48 pm

    stec74 wrote:


    La discussione diventa interessante...
    Io non sono un tecnico e chino il capo, ho giusto qualche rudimento e, come spiegazione tecnica, ci posso anche stare.
    Detto questo, ti chiederei allora di mettermi in grado di capire il perchè di quei chip operazionali in ingresso e in uscita.
    Tecnicamente si può dire che me l'hai già spiegato in realtà, ma vorrei capire... che senso ha sbilanciare un segnale per poi ribilanciarlo?
    Non si perde qualcosa, in termini di purezza audio e del segnale?

    In altri termini... ho un segnale figo in ingresso, perchè svilirlo per poi rimetterlo insieme alla fine?

    L'unica spiegazione che mi viene in mente riguarda eventuali costi aggiuntivi nel mantenere un percorso bilanciato dall'inizio alla fine.
    E a questo punto ripongo la domanda di cui sopra: quali sono le differenze in termini acustici e, tecnicamente, di segnale nei due diversi approcci?

    allora, premesso che a livello di pura preferenza personale, io non userei mai un operazionale per amplificare in potenza un segnale audio, direi che la risposta ai tuoi dubbi la trovi nei post precedenti.

    provo a riassumere.

    esistono come ha sottolineato Sal potenziometri bilanciati economici, ma IMHO si perde un po' il senso di avere uno schema bilanciato (che necessita di perfetta simmetria tra i due rami). piuttosto che usare un tale  tipo di potenziometro, si puo' usare uno schema come quello del v281. non la vedo quindi come una soluzione di ripiego, volta all'economia pura, ma anzi una soluzione intelligente per proporre un prodotto ottimo ad un costo medio. sicuramente meglio di un controllo di volume bilanciato che poi fa lavorare i due rami asimmetrici introducendo distorsioni.

    un segnale bilanciato poi non e' che sia "figo", e' semplicemente una soluzione tecnica ad un problema di rumore. ed e' MOLTO diverso dal concetto di amplificatore bilanciato che invece stiamo discutendo. forse e' questo il punto che non sono riuscito a spiegare bene. c'e' abbastanza letteratura a riguardo dei vantaggi di uno stadio bilanciato (ad es. http://www.firstwatt.com/pdf/art_susy.pdf e altri che puoi trovare qui http://www.firstwatt.com/articles.html e soprattutto qui https://www.passdiy.com/project/articles ), per cui non mi dilungo. uno stadio bilanciato si puo' pilotare con un segnale sbilanciato (basta al limite un trafo bilanciatore), ed e' quello che succede nel v281. un segnale bilanciato ti serve solo se devi mantenere l'integrita' del segnale su lunghe distanze con possibili interferenze em. e tanto per la cronaca questa cosa funziona solo se il ricevitore e' un differenziale, ovvero passa da bilanciato a sbilanciato, ovvero ancora esattamente lo schema del v281. il perche' mi pare evidente: se ho un disturbo sulla linea avro' al ricevitore qualcosa del tipo (V+)+d e (V-)+d , che dopo il differenziale diventa ((V+)+d)-((V-)+d) = (V+)-(V-) ovvero 2V se stiamo parlando di un segnale sfasato di 180° come nel caso audio. cioe' elimino il disturbo.
    come vedi, il termine bilanciato inteso come segnale implica cose molto differenti dal termine bilanciato inteso come amplificazione.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    Sources: Auralic Vega - MSB Analog
    Amps: Auralic Taurus MKII - custom Halgorythme 300B and 2A3 (EML tubes, Double C-Core silver OPT)
    Cans: Focal Utopia - HiFiman HE1000v2 / HE6 / HE500 - Denon AH-D7200 - Sony MDR Z1R
    avatar
    stec74
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 208
    Data d'iscrizione : 2014-08-29
    Età : 42
    Località : Bologna

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  stec74 on Sat Jan 07, 2017 8:58 pm

    phaeton wrote:
    allora, premesso che a livello di pura preferenza personale, io non userei mai un operazionale per amplificare in potenza un segnale audio, direi che la risposta ai tuoi dubbi la trovi nei post precedenti.

    provo a riassumere.

    esistono come ha sottolineato Sal potenziometri bilanciati economici, ma IMHO si perde un po' il senso di avere uno schema bilanciato (che necessita di perfetta simmetria tra i due rami). piuttosto che usare un tale  tipo di potenziometro, si puo' usare uno schema come quello del v281. non la vedo quindi come una soluzione di ripiego, volta all'economia pura, ma anzi una soluzione intelligente per proporre un prodotto ottimo ad un costo medio. sicuramente meglio di un controllo di volume bilanciato che poi fa lavorare i due rami asimmetrici introducendo distorsioni.

    un segnale bilanciato poi non e' che sia "figo", e' semplicemente una soluzione tecnica ad un problema di rumore. ed e' MOLTO diverso dal concetto di amplificatore bilanciato che invece stiamo discutendo. forse e' questo il punto che non sono riuscito a spiegare bene. c'e' abbastanza letteratura a riguardo dei vantaggi di uno stadio bilanciato (ad es. http://www.firstwatt.com/pdf/art_susy.pdf e altri che puoi trovare qui http://www.firstwatt.com/articles.html e soprattutto qui https://www.passdiy.com/project/articles ), per cui non mi dilungo. uno stadio bilanciato si puo' pilotare con un segnale sbilanciato (basta al limite un trafo bilanciatore), ed e' quello che succede nel v281. un segnale bilanciato ti serve solo se devi mantenere l'integrita' del segnale su lunghe distanze con possibili interferenze em. e tanto per la cronaca questa cosa funziona solo se il ricevitore e' un differenziale, ovvero passa da bilanciato a sbilanciato, ovvero ancora esattamente lo schema del v281. il perche' mi pare evidente: se ho un disturbo sulla linea avro' al ricevitore qualcosa del tipo (V+)+d e (V-)+d , che dopo il differenziale diventa ((V+)+d)-((V-)+d) = (V+)-(V-) ovvero 2V se stiamo parlando di un segnale sfasato di 180° come nel caso audio. cioe' elimino il disturbo.
    come vedi, il termine bilanciato inteso come segnale implica cose molto differenti dal termine bilanciato inteso come amplificazione.

    Adesso mi è decisamente più chiaro, ti ringrazio e posso dirti che condivido (nel mio piccolo) quanto hai scritto! Embarassed


    _________________
    "Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
    fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta...
    "
    ( William Blake )
    avatar
    ivanprog
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 291
    Data d'iscrizione : 2013-10-07
    Età : 44
    Località : crotone

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  ivanprog on Sun Jan 08, 2017 12:06 pm

    Oggi stavo leggendo sul sito Volectric le caratteristiche del V281 , quando ad un certo punto ho letto [Discrete-design power amp with 32 transistors for audio purposes] , intanto guardando dentro l' ampli io ne vedo solo 16 , hanno sbagliato a scrivere ?


    _________________
    Dac: Matrix Xsabre - ampli cuffie: Violectric V281- Pathos Aurium - Fiio A5 - cuffie: Sennheiser - HD800 - HD580 - Hifiman HE400i - Denon AH-D7200 - Philips X2 - cavi xlr Wireworld silver eclipse 5.2
    Saluti Ivan.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 7249
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  phaeton on Sun Jan 08, 2017 12:26 pm

    umh... vero, interessante. forse hanno usato darlington come questi: http://www.datasheet-pdf.info/entry/D2045


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    Sources: Auralic Vega - MSB Analog
    Amps: Auralic Taurus MKII - custom Halgorythme 300B and 2A3 (EML tubes, Double C-Core silver OPT)
    Cans: Focal Utopia - HiFiman HE1000v2 / HE6 / HE500 - Denon AH-D7200 - Sony MDR Z1R
    avatar
    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 7167
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  lizard on Sun Jan 08, 2017 8:49 pm

    speriamo non se ne accorga amuro..
    avatar
    mc 73
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7824
    Data d'iscrizione : 2012-12-10
    Località : friuli udine e dintorni

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  mc 73 on Sun Jan 08, 2017 9:19 pm

    lizard wrote:speriamo non se ne accorga amuro..

    Laughing


    _________________
    saluti sunny Michele
    avatar
    stec74
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 208
    Data d'iscrizione : 2014-08-29
    Età : 42
    Località : Bologna

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  stec74 on Mon Jan 09, 2017 2:41 pm

    Dunque, ho continuato ad informarmi sull'argomento e ho trovato info anche da altre fonti dove mi si dice che l'affermazione del costruttore, ossia "non importa come il segnale viene trattato una volta dentro la macchina", a quanto pare risponde al vero.

    Quindi, ci sono mille modi di fare un ampli bilanciato, ma il VERO bilanciato professionale è a Trasformatore in ingresso ed uscita.... mentre internamente, è sbilanciato!
    E dopo questo sono stato invitato ad ascoltare la differenza fra il prendere il segnale di un dac realmente differenziale e ascoltarlo attraverso un trasformatore bilanciatore...
    ...ascolto che mi piacerebbe davvero fare, ma al momento mi mancano proprio...ehm... le macchine... Embarassed


    _________________
    "Ogni uomo e' in potere dei suoi fantasmi
    fino al rintoccar dell'ora in cui la sua umanita' si desta...
    "
    ( William Blake )
    avatar
    Dann
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 161
    Data d'iscrizione : 2017-03-24

    Re: Violectric v281 - chiarimenti tecnici

    Post  Dann on Wed Mar 29, 2017 9:33 am

    ivanprog wrote:Oggi stavo leggendo sul sito Volectric le caratteristiche del V281 , quando ad un certo punto ho letto  [Discrete-design power amp with 32 transistors for audio purposes] , intanto guardando dentro l' ampli io ne vedo solo 16 , hanno sbagliato a scrivere ?
    hai contato solo i transistor finali, ti sei dimenticato di quelli più piccoli nello stadio pilota sempre dei finali...ricontali e vedrai che fa esattamente 32 ;-)

      Current date/time is Sat Sep 23, 2017 1:15 pm