Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Il primo vagito del mio Auralic Aries. - Page 11
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Share

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5546
    Data d'iscrizione : 2009-01-12

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Pazzoperilpianoforte on Wed Feb 08, 2017 8:39 pm

    colombo riccardo wrote:per la cronaca sto rippando  santa con dbpoweramp cd appena tolti dal cellophane

    ciao
    Riki



    Ma come: prima mi dici meglio il file che il CD e poi prendi dei CD per ripparli????

    avatar
    colombo riccardo
    Archivista Liquidatore

    Numero di messaggi : 4268
    Data d'iscrizione : 2010-05-27
    Età : 55

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  colombo riccardo on Wed Feb 08, 2017 8:48 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:



    Ma come: prima mi dici meglio il file che il CD e poi prendi dei CD per ripparli????


    non prendo niente

    mi danno dei cd che non si trovano in internet da rippare

    ciao
    Riki
    avatar
    colombo riccardo
    Archivista Liquidatore

    Numero di messaggi : 4268
    Data d'iscrizione : 2010-05-27
    Età : 55

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  colombo riccardo on Wed Feb 08, 2017 8:51 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:

    Ti do ragione... ma fino ad orra non l'ho mai fatto... stavo appunto pensando che ascoltando dall'ARIES non avrò mai più possibile la lettura del libretto durante l'ascolto..

    puoi sempre leggere il libretto durante l'ascolto tramite un tablet, anzi si legge meglio

    nel momento in cui hanno usato caratteri piccoli e si utilizza perciò lo zoom per ingrandirli

    ciao
    Riki
    avatar
    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17
    Località : Marche

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Johnny1982 on Wed Feb 08, 2017 9:14 pm

    Scusa hai provato 4 software diversi e non provi a vedere che succede a fare una immagine?

    I wave comunque hanno una loro codifica almeno come header del.file ...

    Il concetto dell'immagine è diversa perche fa una copia bit a bit del supporto non impacchettando in altri file le singole canzoni.

    Poi provare mica costa nulla


    _________________
    Elettroniche: V281 DAC: Auralic Vega + Isolatore Intona Industrial, Cavi segnale e cuffie Autocostruiti Argento Occ Neotech o  Jupiter 6N Cryo, DragonFly Red
    Cuffie: Senny HD600 e HD201, Denon AH-d7200, HifiMan he6,b&w P7 Auricolari: VE Monk, HiFiMan ES100
    Cinema: TV LG 55B6V A/V ONKYO TX NR-747 Lettore UHD: Panasonic UB-700 Cavi HDMI AudioQuest Pearl 2.0 Dali Zensor 3+Vokal, Sub+Surround Canton
    Cavi Alim. autocostruiti Acoustic Revive Powermax 5000 + Spine Viborg
    Catena Casse: Rega BrioR, Canton SLS790, segnalre: RCA Mundorf, Potenza: Viablue SC-6 Anaconda
    avatar
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5546
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 50
    Località : Firenze

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Pazzoperilpianoforte on Wed Feb 08, 2017 9:30 pm

    Posso provare anche l'immagine, perché no..

    Tanto ho ormai due campioni scaricati per provare.. solo che l'immagine originale del disco devo comunqu epoi convertirla in WAV per confrontarla.

    Nota al margine: in quest'ultimo caso l'originale ha più bytes dei rippaggi. JRIVER ha 91336 bytes meno del file downlodato. DBPoweramp è difforme per 58 Bytes in meno. Questi byte potrebbero essere la testa e la coda muta del file? 91336 Bytes sono praticamente poco più di un secondo di suono, in termini di file con parole a 16 bit.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    avatar
    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17
    Località : Marche

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Johnny1982 on Thu Feb 09, 2017 12:46 am

    Pazzoperilpianoforte wrote:Posso provare anche l'immagine, perché no..

    Tanto ho ormai due campioni scaricati per provare.. solo che l'immagine originale del disco devo comunqu epoi convertirla in WAV per confrontarla.

    Nota al margine: in quest'ultimo caso l'originale ha più bytes dei rippaggi. JRIVER ha 91336 bytes meno del file downlodato. DBPoweramp è difforme per 58 Bytes in meno. Questi byte potrebbero essere la testa e la coda muta del file? 91336 Bytes sono praticamente poco più di un secondo di suono, in termini di file con parole a 16 bit.

    nelle impostazioni di rippaggio vedi se trovi qualcosa relativo al pregap o qualcosa di simile ...

    alcuni possono artificialmente spezzare le canzoni con del silenzio ed altre no ...

    potresti anche fare un'ulteriore prova ... se condividi in rete l'unità cd virtuale nel tuo pc... chi sa se l'auralic riesce a vedere le singole tracce e fare il play da li come fosse un file remoto ...

    dal cd vero ti sconsiglio di farlo ... come lettore cd mediamente quello del PC non è un gran che ... se no non farebbbero meccaniche CD da 1000 e passa euro ...
    avatar
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5546
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 50
    Località : Firenze

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Pazzoperilpianoforte on Thu Feb 09, 2017 1:46 am

    Vedo che uno dei post che avevo inserito nella discussione è saltato.

    Ho downlodato dalla rete un secondo file audio lungo 11,03 minuti.

    Differenza file originale da JRIVER = 109 346 129 campioni
    Differenza tra immagine estratta con EAC e originale = 109 452 036 campioni
    Differenza tra DBPoveramp e originale = 109 452 039

    Vedete come quello con minori differenze resta JRIVER. il file ricavato dall'immagine è identico al file ricavato per estrazione diretta. Con circa105.910 campioni in più corretti per JRIVER rispetto agli altri.

    Nota importante l'enormità dei numeri di campioni inesatti è falsata dal fatto che una quantità di quei campioni è legata ai TAG: anche se li cancello con MP3 TAG, il valore delle celle TAG non è nullo. Ma viene letto da WINHEX come dato. Inoltre dalla traccia originale non sono riuscito a cancellare i TAG, almeno per WINHEX, che continua a leggerli (!!).

    Quindi di quella enormità di dati difformi una quota è legata alla difformità dei TAG tra i vari file. Detto questo però è evidente come JRIVER resta sempre e comunque il metodo di estrazione più conforme all'originale rispetto sia a EAC che a DBPoweramp.

    Per ottenere questi risultati però JRIVER deve essere settato alla velocità di rippaggio minima, che corrisponde ad un tempo di rippaggio pari alla metà del file registrato. In queste condizioni di RIP lento sembra superare in qualità di rippaggio gli altri due programmi. In fase di ascolto si nota un suono più ricco soprattutto nel mediobasso e nel basso.


    I risultati non sono difformi dal precedente confronto, ma ora sappiamo che una parte delle enormi differenze in campioni sono legate ai TAG.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    avatar
    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17
    Località : Marche

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Johnny1982 on Thu Feb 09, 2017 8:26 am

    Se fai la differenza fra file originario ed immagine ?

    Ovvio troverai il blocco dentro l'immagine...


    _________________
    Elettroniche: V281 DAC: Auralic Vega + Isolatore Intona Industrial, Cavi segnale e cuffie Autocostruiti Argento Occ Neotech o  Jupiter 6N Cryo, DragonFly Red
    Cuffie: Senny HD600 e HD201, Denon AH-d7200, HifiMan he6,b&w P7 Auricolari: VE Monk, HiFiMan ES100
    Cinema: TV LG 55B6V A/V ONKYO TX NR-747 Lettore UHD: Panasonic UB-700 Cavi HDMI AudioQuest Pearl 2.0 Dali Zensor 3+Vokal, Sub+Surround Canton
    Cavi Alim. autocostruiti Acoustic Revive Powermax 5000 + Spine Viborg
    Catena Casse: Rega BrioR, Canton SLS790, segnalre: RCA Mundorf, Potenza: Viablue SC-6 Anaconda
    avatar
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5546
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 50
    Località : Firenze

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Feb 12, 2017 10:51 am

    Jhonny coi confronti ho già dato..      

    Ragazzi nuove dal girone degli installatori novizi di streaming player.

    Ho installato il nuovo router (ASUS RT-AC68U), collegato l'ARIES alla frequenza di 5 Ghz, tutte le altre periferiche alla connessione a frequenza più bassa, e connesso l'ARIES al convertitore dell'ACCUPHASE con il cavo Vovox..

    Con mio grande sollievo finalmente si sente un suono Hi-FI!!!!

    Sono scomparse tutte le velature, le opacità, e sembra che il display non vada continuamente nei pazzi come mi succedeva col vecchio router. Ad una prova effettuata con gli altri apparecchi connessi, il vecchio router al di là della modestia del mezzo era abbastanza incostante e spompato nel servizio. Con l'ASUS anche la connessione internet è spaventosamente più veloce e stabile.

    Il cavo VOVOX ci mette del suo: finalmente la giusta ricchezza armonica e ariosità in gamma alta: contando che sono le prime note suonate dal cavo sono molto contento.
    Cavi di produttori HI-FI confrontati con questo, seppur dichiarati 75ohm e magari più costosi (ne ho un paio a casa) sono imparagonabili.
    Resta da tenere a mente per chi compra l'ARIES che uscendo col digitale elettrico dall'apparecchio la qualità del cavo è fondamentale, pena la compromissione del suono del player. Il VOVOX per euro 63 fa un grande lavoro.

    Ringrazio molto gli amici del forum per i consigli, mi sono tolto un peso..

    Il suono rimane un pizzico meno brillante in gamma acuta rispetto alla lettura del player ACCUPHASE partendo dal CD, ma il suono ora c'è tutto e non ci sono opacità di nessun tipo.

    I file in alta definizione suonati dall'ARIES sono splendidi ed acquistano quella liquidità un pò "analogica" che chi ascolta il digitale in bassa definizione non è in grado di sentire spesso! Considerando che al momento sono vincolato a file 24/96 mi sembra un gran bell'andare!

    Ascoltando i dischi rippati su file da CD, rimane un pizzico di luminosità in meno rispetto al lavoro dell'Accuphase partendo da CD, ma non potrei parlare di un meglio ed un peggio, direi che siamo a livello di qualità equivalente.
    Confermate le impressioni d'ascolto sul rippaggio "lento" di JRIVER rispetto al rippaggio veloce EAC/DBpoweramp. Il rippaggio veloce resta di buonissimo livello, ma il rippaggio lento di JRIVER continua a sembrarmi superiore: più estensione in basso, più ricchezza armonica nel medio, ma soprattutto - per me che ascolto lirica - sibilanti pulitissime, mentre con i rippaggi veloci sembrano più sporche e rumorose.
    Ognuno rippi come gli pare, ma per me rippaggio a velocità 2X di JRIVER superiore a tutti gli altri!
    Se non avete problemi a metterci più tempo nel rippare i vostri dischi, potrebbe essere la scelta definitiva.

    Io intanto sono diventato un acquirente compulsivo di musica in rete.. ieri ho acquistato e downlodato un live beethoveniano di Sviatoslav Richter (master VIctor) alla Canerghie Hall del dicembre 1960 (24/96), e la mia integrale preferita delle sonate per violino e piano di Beethoven (24/44.1), quella di Cerovsek e Jumppanen.
    Non immaginavo che ferma restando la frequenza di campionamento, un aumento del numero dei bit potesse portare ad una tale sensazione di maggior ricchezza armonica e naturalezza del suono.. quindi non ho potuto resistere dal ricomprare quella integrale, pur avendola già in CD!!


    Last edited by Pazzoperilpianoforte on Sun Feb 12, 2017 11:09 am; edited 1 time in total


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    avatar
    maggio
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1659
    Data d'iscrizione : 2010-11-22
    Località : Bergamo

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  maggio on Sun Feb 12, 2017 11:01 am

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    ...
    Con mio grande sollievo finalmente si sente un suono Hi-FI!!!!

    ...

    Sono contento che i consigli siano stati apprezzati!
    Buoni ascolti.
    avatar
    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17
    Località : Marche

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Johnny1982 on Sun Feb 12, 2017 11:02 am

    Probabilmente l'unica cosa che riesci a sentire è il maggior numero di bit ... Sulla frequenza c'è un grosso filone scettico ... Visti i limiti dell'udito umano teorici 20kHz ma di solito negli adulti 14 sono anche molti..


    _________________
    Elettroniche: V281 DAC: Auralic Vega + Isolatore Intona Industrial, Cavi segnale e cuffie Autocostruiti Argento Occ Neotech o  Jupiter 6N Cryo, DragonFly Red
    Cuffie: Senny HD600 e HD201, Denon AH-d7200, HifiMan he6,b&w P7 Auricolari: VE Monk, HiFiMan ES100
    Cinema: TV LG 55B6V A/V ONKYO TX NR-747 Lettore UHD: Panasonic UB-700 Cavi HDMI AudioQuest Pearl 2.0 Dali Zensor 3+Vokal, Sub+Surround Canton
    Cavi Alim. autocostruiti Acoustic Revive Powermax 5000 + Spine Viborg
    Catena Casse: Rega BrioR, Canton SLS790, segnalre: RCA Mundorf, Potenza: Viablue SC-6 Anaconda
    avatar
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5546
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 50
    Località : Firenze

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Feb 12, 2017 11:17 am

    Contando che lo stesso file 24/96 downsamplingato a 24/44.1 si sente decisamente meno arioso e liquido, credo che il filone degli scettici o ascolta musica che dall'ariosità del suono non ricava nulla (mi domando quale sia) o sente poco.. detto in amicizia Jhonny..

    La frequenza di campionamento alta non serve a sentire i 40khz, serve per poter usare filtri anti-alea e anti-immagine meno ripidi come intervento, e quindi meglio suonanti nella banda 20-20Khz.

    Son cose note e conte, basta fare un pò di prove giocando coi file.. prendi un file DSD e convertirlo 24/44.1, e poi ascolta cosa ti rimane.. a non sentir differenze è roba da sordi: prova te in proprio, non stare a quello che ti raccontano.

    Poi sai, nel mondo c'è una sensibilità uditiva media. Metà della popolazione ne sta sotto, l'altra metà sopra... tutti contenti basta che chi sta nella metà di sotto non cerchi di convincere quelli che stanno nella metà di sopra che quello che sentono non è vero


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    avatar
    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17
    Località : Marche

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Johnny1982 on Sun Feb 12, 2017 12:26 pm

    La 20 non è la media è la massima ...

    Se fai il downsampling... Dipende come è fatto il downsampling ...



    _________________
    Elettroniche: V281 DAC: Auralic Vega + Isolatore Intona Industrial, Cavi segnale e cuffie Autocostruiti Argento Occ Neotech o  Jupiter 6N Cryo, DragonFly Red
    Cuffie: Senny HD600 e HD201, Denon AH-d7200, HifiMan he6,b&w P7 Auricolari: VE Monk, HiFiMan ES100
    Cinema: TV LG 55B6V A/V ONKYO TX NR-747 Lettore UHD: Panasonic UB-700 Cavi HDMI AudioQuest Pearl 2.0 Dali Zensor 3+Vokal, Sub+Surround Canton
    Cavi Alim. autocostruiti Acoustic Revive Powermax 5000 + Spine Viborg
    Catena Casse: Rega BrioR, Canton SLS790, segnalre: RCA Mundorf, Potenza: Viablue SC-6 Anaconda
    avatar
    pocarrie
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 39
    Data d'iscrizione : 2012-03-23

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  pocarrie on Sun Feb 12, 2017 1:02 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    Ascoltando i dischi rippati su file da CD, rimane un pizzico di luminosità in meno rispetto al lavoro dell'Accuphase partendo da CD, ma non potrei parlare di un meglio ed un peggio, direi che siamo a livello di qualità equivalente.
    Confermate le impressioni d'ascolto sul rippaggio "lento" di JRIVER rispetto al rippaggio veloce EAC/DBpoweramp. Il rippaggio veloce resta di buonissimo livello, ma il rippaggio lento di JRIVER continua a sembrarmi superiore: più estensione in basso, più ricchezza armonica nel medio, ma soprattutto - per me che ascolto lirica - sibilanti pulitissime, mentre con i rippaggi veloci sembrano più sporche e rumorose.
    Ognuno rippi come gli pare, ma per me rippaggio a velocità 2X di JRIVER superiore a tutti gli altri!
    Se non avete problemi a metterci più tempo nel rippare i vostri dischi, potrebbe essere la scelta definitiva.

    Ti ringrazio per le prove, proverò anch'io a fare delle sperimentazioni, avendo finora usato prima EAC poi DBPoweramp.
    Segnalo però che anche quest'ultimo può essere impostato con rippaggio lento (e con Accurate RIP nonché con la funzione di correzione degli errori di tipo C2), anche se fino a 4x e non a 2x o 1x come JRiver.
    DBPoweramp ha delle impostazioni e delle maschere a prima vista un po' più complesse da gestire, ma se lo si sa utilizzare fornisce risultati eccellenti.
    Alcuni sostengono anche che sia importante impostare il programma di rippaggio in modalità "Tempo Reale" nelle priorità di sistema, ad es. con software tipo Process Lasso o l'utility "Prio" su Windows 7, ma su questo non ho ancora avuto modo di effettuare una verifica comparativa con un minimo di attendibilità, vedrò di farlo a breve.
    avatar
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5546
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 50
    Località : Firenze

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Feb 12, 2017 1:25 pm

    Johnny1982 wrote:La 20 non è la media è la massima ...

    Se fai il downsampling... Dipende come è fatto il downsampling ...


    Jhonny io per media parlavo di capacità auditive, lo so che la massima frequenza udibile è 20Khz, ma con quello che sto dicendo io, che c'entra?

    Se faccio il downsampling... lo faccio coi migliori sistemi di conversione disponibili.. ma se ti va di provare scarica due file di diversa risoluzione dallo stesso produttore del master e fai le tue prove.. ma in fondo sai come si dice: chi non vuole intendere non intende.. quindi: che te lo dico a fare???


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    avatar
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5546
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 50
    Località : Firenze

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Feb 12, 2017 1:39 pm

    pocarrie wrote:

    Ti ringrazio per le prove, proverò anch'io a fare delle sperimentazioni, avendo finora usato prima EAC poi DBPoweramp.
    Segnalo però che anche quest'ultimo può essere impostato con rippaggio lento (e con Accurate RIP nonché con la funzione di correzione degli errori di tipo C2), anche se fino a 4x e non a 2x o 1x come JRiver.
    DBPoweramp ha delle impostazioni e delle maschere a prima vista un po' più complesse da gestire, ma se lo si sa utilizzare fornisce risultati eccellenti.
    Alcuni sostengono anche che sia importante impostare il programma di rippaggio in modalità "Tempo Reale" nelle priorità di sistema, ad es. con software tipo Process Lasso o l'utility "Prio" su Windows 7, ma su questo non ho ancora avuto modo di effettuare una verifica comparativa con un minimo di attendibilità, vedrò di farlo a breve.

    Io ho settato DBPoweramp sia con il SecureRip che con l'AccurateRip, per produrre i file che ho usato per i confronti. I risultati del rippaggio sono all'incirca identici che quelli ottenuti con EAC: differiscono per due o tre campioni su 10 minuti di musica. EAC l'avevo settato addirittura con il doppio rippaggio e confronto dei risultati tra i due.

    La mia impressione è che dal punto di vista sonoro tutti i programmi di rippaggio della piattaforma AccurateRip siano equivalenti. Ho ascoltato altri file rippati da altri con EAC soprattutto e le caratteristiche sonore dei file sono simili. Idem per DBPoweramp. La strategia di estrazioni di questi programmi sono diversi da quelle di JRIVER.
    I programmi che usano la piattaforma Accuraterip rip fanno rippaggi mediamente veloci, confrontando poi il file col database per evidenziare errati valori di conversione con un riscontro puramente statistico.
    Non avendo questo tipo di controllo (un database di rippaggi) i programmi titolari di altri produttori (JRIVER, ma anche credo il programma NAIM) si basano su rippaggi lenti e sicuri.

    A mio parere la procedura del rippaggio lento e sicuro dà migliori risultati. Tuutti i rippaggi effettuati con l'ausilio della piattaforma Accuraterip suonano uguali tra loro. Quelli degli altri sistemi di rippaggio suonano diversi da quelli legati a quella piattaforma.. nel caso di JRIVER nelle modalità di uso mie, meglio.

    Poi può anche darsi che la meccanica usata influenzi i risultati (non dovrebbe essere così: sia EAC che DBPoweramp settano sé stessi sulla base della meccanica usata,e si vantano di garantire medesimi risultati indipendentemente dall'hardware) e che la mia meccanica sia poco adatta a quel tipo di rippaggio. Ma con il mio set-up attuale JRIVER è meglio degli altri.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    avatar
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5546
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 50
    Località : Firenze

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Feb 12, 2017 1:41 pm

    Qualcuno mi sa dire come mai il programma Lighting DS di alcuni file riesce a scaricare le copertine e di altri no??? Non c'entrano né denominazione né dimensioni..


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    avatar
    maggio
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1659
    Data d'iscrizione : 2010-11-22
    Località : Bergamo

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  maggio on Sun Feb 12, 2017 1:52 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:Qualcuno mi sa dire come mai il programma Lighting DS di alcuni file riesce a scaricare le copertine e di altri no??? Non c'entrano né denominazione né dimensioni..

    Le copertine non sono salvate nella cartella dell'album?
    Il programma può essere configurato?

    Considera che Cover.jpg è differente da cover.jpg o da cover.jpeg
    Controlla anche se sono state inserite con i tag oppure no.
    avatar
    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17
    Località : Marche

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Johnny1982 on Sun Feb 12, 2017 3:21 pm

    Gia fatte qualche prova ... Ed in alcuni casi mi è capitato che si sentisse meglio la versione cd :) ma tutto è soggettivo.

    Per le cover io di solito le includo dentro il flac ... Con dbpower amp te lo fa fare ...


    _________________
    Elettroniche: V281 DAC: Auralic Vega + Isolatore Intona Industrial, Cavi segnale e cuffie Autocostruiti Argento Occ Neotech o  Jupiter 6N Cryo, DragonFly Red
    Cuffie: Senny HD600 e HD201, Denon AH-d7200, HifiMan he6,b&w P7 Auricolari: VE Monk, HiFiMan ES100
    Cinema: TV LG 55B6V A/V ONKYO TX NR-747 Lettore UHD: Panasonic UB-700 Cavi HDMI AudioQuest Pearl 2.0 Dali Zensor 3+Vokal, Sub+Surround Canton
    Cavi Alim. autocostruiti Acoustic Revive Powermax 5000 + Spine Viborg
    Catena Casse: Rega BrioR, Canton SLS790, segnalre: RCA Mundorf, Potenza: Viablue SC-6 Anaconda
    avatar
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5546
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 50
    Località : Firenze

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Feb 12, 2017 3:23 pm

    maggio wrote:

    Le copertine non sono salvate nella cartella dell'album?
    Il programma può essere configurato?

    Considera che Cover.jpg è differente da cover.jpg o da cover.jpeg
    Controlla anche se sono state inserite con i tag oppure no.

    Le copertine sono inserite nella cartella degli album.

    A che mi risulti, in merito a questo il programma non prevede configurazioni.

    JRiver nomina le foto col titolo del disco: le foto ottenute dal ripping vengono lette normalmente.

    Il problema è per le foto dei download.. la cosa strana è che se anche cambio loro nome o grandezza il LIGHTING DS dice di non riuscire ad importarle.

    Però non ho finora fatto caso all'estensione dei file.. toccherà controllare..


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    avatar
    maggio
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1659
    Data d'iscrizione : 2010-11-22
    Località : Bergamo

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  maggio on Sun Feb 12, 2017 3:28 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:

    Le copertine sono inserite nella cartella degli album.

    A che mi risulti, in merito a questo il programma non prevede configurazioni.

    JRiver nomina le foto col titolo del disco: le foto ottenute dal ripping vengono lette normalmente.

    Il problema è per le foto dei download.. la cosa strana è che se anche cambio loro nome o grandezza il LIGHTING DS dice di non riuscire ad importarle.

    Però non ho finora fatto caso all'estensione dei file.. toccherà controllare..

    In Windows, tasto dx... Modifica e risalva nel formato desiderato.
    avatar
    pocarrie
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 39
    Data d'iscrizione : 2012-03-23

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  pocarrie on Sun Feb 12, 2017 6:21 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:

    Io ho settato DBPoweramp sia con il SecureRip che con l'AccurateRip, per produrre i file che ho usato per i confronti. I risultati del rippaggio sono all'incirca identici che quelli ottenuti con EAC: differiscono per due o tre campioni su 10 minuti di musica. EAC l'avevo settato addirittura con il doppio rippaggio e confronto dei risultati tra i due.

    La mia impressione è che dal punto di vista sonoro tutti i programmi di rippaggio della piattaforma AccurateRip siano equivalenti. Ho ascoltato altri file rippati da altri con EAC soprattutto e le caratteristiche sonore dei file sono simili. Idem per DBPoweramp. La strategia di estrazioni di questi programmi sono diversi da quelle di JRIVER.
    I programmi che usano la piattaforma Accuraterip rip fanno rippaggi mediamente veloci, confrontando poi il file col database per evidenziare errati valori di conversione con un riscontro puramente statistico.
    Non avendo questo tipo di controllo (un database di rippaggi) i programmi titolari di altri produttori (JRIVER, ma anche credo il programma NAIM) si basano su rippaggi lenti e sicuri.

    A mio parere la procedura del rippaggio lento e sicuro dà migliori risultati. Tuutti i rippaggi effettuati con l'ausilio della piattaforma Accuraterip suonano uguali tra loro. Quelli degli altri sistemi di rippaggio suonano diversi da quelli legati a quella piattaforma.. nel caso di JRIVER nelle modalità di uso mie, meglio.

    Poi può anche darsi che la meccanica usata influenzi i risultati (non dovrebbe essere così: sia EAC che DBPoweramp settano sé stessi sulla base della meccanica usata,e si vantano di garantire medesimi risultati indipendentemente dall'hardware) e che la mia meccanica sia poco adatta a quel tipo di rippaggio. Ma con il mio set-up attuale JRIVER è meglio degli altri.

    Non vorrei continuare troppo l'off topic (forse sarebbe il caso di aprire una discussione a parte), mi permetto però di evidenziare che DBP - se impostato al massimo delle sue possibilità e se lo permette il masterizzatore che si usa - non effettua solo un raffronto puramente statistico col database di Accurate Rip, ma esegue anche un (ripetuto) controllo di tipo fisico circa la presenza di errori sui pit del cd.

    Detto ciò, per completezza riferisco gli esiti - ovviamente del tutto soggettivi - della prova che ho condotto oggi.

    Ho preso un cd qualsiasi (Ben Harper & The Blind Boys of Alabama - There Will Be A Light) e l'ho rippato prima con Jriver in modalità sicura a 2x (e con le altre opzioni avanzate di default), poi con DBPoweramp con le mie solite impostazioni che ho già descritto (a 4x, Ultra Secure Ripping, Accurate Rip, correzioni errori C2), il tutto con lo stesso masterizzatore esterno (uno dei migliori mai prodotti per questo scopo, il Plextor Premium II collegato in FireWire), con entrambi i programmi in priorità tempo reale.

    Poi ho ascoltato le due versioni in cuffia (dac North Star Supremo, ampli Bryston BHA-1 e cuffia Beyerdynamic DT880 250 ohm, che è il "muletto" provvisorio, avendo appena imballato per la vendita l'Audeze LCD-XC e in attesa che mi arrivi la Focal Utopia che ho ordinato... Rolling Eyes ).
    Preciso che non ho effettuato verifiche di tipo informatico sulle dimensioni e sul contenuto dei files, sui campioni, etc., quindi si tratta di un giudizio soggettivo di puro ascolto, che quindi va preso con le dovute pinze.

    Ebbene, il rip con DBP mi è parso superiore per trasparenza, dettaglio e anche (cosa che non mi aspettavo) per una maggiore estensione sul basso.
    Si tratta di differenze non eclatanti ma chiaramente avvertibili con il setup adeguato.

    My two cents... Embarassed
    avatar
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5546
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 50
    Località : Firenze

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Feb 12, 2017 7:56 pm

    pocarrie wrote:

    Non vorrei continuare troppo l'off topic (forse sarebbe il caso di aprire una discussione a parte), mi permetto però di evidenziare che DBP - se impostato al massimo delle sue possibilità e se lo permette il masterizzatore che si usa - non effettua solo un raffronto puramente statistico col database di Accurate Rip, ma esegue anche un (ripetuto) controllo di tipo fisico circa la presenza di errori sui pit del cd.

    Detto ciò, per completezza riferisco gli esiti - ovviamente del tutto soggettivi - della prova che ho condotto oggi.

    Ho preso un cd qualsiasi (Ben Harper & The Blind Boys of Alabama - There Will Be A Light) e l'ho rippato prima con Jriver in modalità sicura a 2x (e con le altre opzioni avanzate di default), poi con DBPoweramp con le mie solite impostazioni che ho già descritto (a 4x, Ultra Secure Ripping, Accurate Rip, correzioni errori C2), il tutto con lo stesso masterizzatore esterno (uno dei migliori mai prodotti per questo scopo, il Plextor Premium II collegato in FireWire), con entrambi i programmi in priorità tempo reale.

    Poi ho ascoltato le due versioni in cuffia (dac North Star Supremo, ampli Bryston BHA-1 e cuffia Beyerdynamic DT880 250 ohm, che è il "muletto" provvisorio, avendo appena imballato per la vendita l'Audeze LCD-XC e in attesa che mi arrivi la Focal Utopia che ho ordinato... Rolling Eyes ).
    Preciso che non ho effettuato verifiche di tipo informatico sulle dimensioni e sul contenuto dei files, sui campioni, etc., quindi si tratta di un giudizio soggettivo di puro ascolto, che quindi va preso con le dovute pinze.

    Ebbene, il rip con DBP mi è parso superiore per trasparenza, dettaglio e anche (cosa che non mi aspettavo) per una maggiore estensione sul basso.
    Si tratta di differenze non eclatanti ma chiaramente avvertibili con il setup adeguato.

    My two cents... Embarassed

    Sai il mio impianto non è da mille e una notte, ma non è nemmeno una porcheria
    Nel mio impianto l'estensione n frequenza era tutta a favore del JRIVER.

    Il problema è che l'ascolto ci dà delle indicazioni, ma per le certezze occorrerebbe confrontare i due rippaggi con un file attendibile e un programma esadecimale come Winhex.
    Il fatto che un rippaggio in un determinato impianto ci sembri migliore di un'altro non significa necessariamente che lo sia altrove, soprattutto in assenza di un confronto con l'originale.

    Può anche darsi che con meccaniche top prevalga DBpoweramp e con meccaniche più ordinarie JRIVER. Tutto è possibile.

    Può anche darsi che io non abbia settato al massimo DBpoweramp perché la versione di prova che ho io non è come quella completa.. io sono disposto anche a comperare la versione definitiva per provare coi file in mio possesso.

    Potresti anche via mail passarmi i due file? Se vuoi ti do mio contatto in privato.

    Grazie


    Last edited by Pazzoperilpianoforte on Sun Feb 12, 2017 8:19 pm; edited 1 time in total


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    avatar
    pocarrie
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 39
    Data d'iscrizione : 2012-03-23

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  pocarrie on Sun Feb 12, 2017 8:17 pm

    certamente, interesserebbe anche a me l'esito di un confronto di questo genere.
    mandami la tua mail con un messaggio privato e ti invio lo stesso brano dell'album nell'una e nell'altra versione.
    avatar
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5546
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 50
    Località : Firenze

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Pazzoperilpianoforte on Mon Feb 13, 2017 2:28 am

    Allora Pompeo mi ha condiviso i due file su dropbox.

    Su mia richiesta non ha nominato i file in modo da poterli riconoscere a priori, ma è evidente che i due file sono diversi.

    Se dovessi intendere da quello che ci ha detto Pompeo su queste schermate, e dal suono che ormai riconosco dei sistemi di rippaggio, quasi sicuramente il file 1 è quello rippati con DBPoweramp, mentre il 2 è quello rippato con JRIVER.

    Lo dico perché il file 1 ha maggiore brillantezza e gamma bassa molto pronta e dinamica, seppur asciutta.
    Alle mie orecchie il file 2 suona con un basso più abbondante (anche se più confuso e meno dinamico, dal che la sensazione di sua minor presenza apparsa aPompeo, credo), ma il medio e l'alto sono effettivamente meno limpidi.

    Insomma, effettivamente alcuni tratti caratteristici dei due rippaggi si sentono chiaramente e si riconoscono.
    Ma mentre col mio PC JRIVER rende meglio degli altri, con il DBPoweramp e il PC di Pompeo poweramp sembra prevalere soprattutto per la limpidezza e la dinamica. Ovviamente però questi sono giudizi di gusto: mentre io conosco i miei dischi e so che i RIP di JRIVER sono timbricament e più vicini all'originale degli altri, non conosco l'originale dei rippaggi di Pompeo, quindi non so dire quale dei due file somigli di più all'originale.

    Sembra però che il medio sia meno sporco col DBpoweramp usato sul PC di Pompeo, mentre nel mio caso succede il contrario.

    Purtroppo la mia meccanica non permette l'abilitazione dl controllo C2 (ne segnala una quantità cospicua sempre), quindi non posso effettuare un rippaggio con la stessa condizione di partenza dei settaggi di Pompeo.

    Devo dire però una cosa: se ascolto il file in formato Cd del disco di Ben Harper dalla preview di Qobuz, posso chiaramente dire che il file suona diverso e dall'uno e dall'altro rippaggio: è più a fuoco di quello di JRIVER, è più nitido, ma al tempo stesso col medio e col basso più pieno che non nel rippaggio DBPoweramp.

    Insomma, nessuno dei due rippaggi fa pari col file originale all'ascolto, anche se coi settaggi e l'Hardware di Pompeo DBPoweramp è complessivamente preferibile.

    Dovrei scaricare la traccia per aver espresso un confronto con winhex.. ma purtroppo non potrei ripetere il rippaggio non avendo il CD originale.

    Vorrei chiedere ancora una cortesia a Pompeo: se mi fa il rippaggio con JRIVER della stessa traccia ad 1X (io in effetti uso quella velocità di rippaggio anche se la mia meccanica non scende mai sotto il 2X quando rippa con JRIVER): in questo caso le condizioni di JRIVER nel suo caso sarebbero uguali alle mie.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    avatar
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5546
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 50
    Località : Firenze

    Re: Il primo vagito del mio Auralic Aries.

    Post  Pazzoperilpianoforte on Mon Feb 13, 2017 9:55 am

    Ho scaricato la traccia rippata da Pompeo dalla rete in formato FLAc.

    Ebbene nel confronto con la traccia downlodata, usando WINHEX, la differenza tra i due campioni rippati protende a favore del file 2, quello che io all'ascolto ho attribuito a JRIVER. Il rippaggio 2 ha quasi 42000 punti in più di conformità con l'originale..

    Non vi sto a dire i totali, perché come abbiamo visto le differenze nei TAG rendono i valori assoluti elevatissimi.

    O a WINHEX sta simpatico JRIVER.. oppure..

    Nota al margine: passare dalla modalità 1x che uso io con JRIVER, alla modalità 2x usata da Pompeo, su un brano di 11 minuti si riscontrano differenze su 25 campioni. Ecco perché pregherei Pompeo di rimandarmi il solito file rippato dalla sua meccanica ad 1X con JRIVER. Il tempo di rippaggio non dovrebbe cambiare sostanzialmente (il rippaggio non scende mai sotto 1,7X di solito), l'accuratezza si.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

      Current date/time is Wed Dec 12, 2018 1:17 am