Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Gryphon Callisto 2200 - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Gryphon Callisto 2200

    Share

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  ema49 on Wed Jun 09, 2010 10:19 pm

    Dragon wrote:Mi è parso di capire, su altri forum, che esistono due versioni del Diablo, riconoscibili dai morsetti dei diffusori...

    La seconda versione sembra accreditata di piccole modifiche atte ad eliminare quei peccatucci di cui èra affetta la prima.

    Questo potrebbe spiegare tante cose...ivi compreso il suggerimento datomi da Chiappetta di verificare i fusibili che non so quale diavolo di compito potessero avere (ammesso che di fusibili si trattasse, non capii nulla della spiegazione di Chiappetta) Embarassed

    Camelia
    CG Artist

    Numero di messaggi : 1247
    Data d'iscrizione : 2008-12-24
    Età : 16
    Località : From Hell

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  Camelia on Thu Jun 10, 2010 12:42 am

    Caro Ema49

    leggendo ho avuto questa graditissima sorpresa. sunny
    Sono veramente lieta che tu sia tornato.

    Un saluto,


    _________________
    Camelia @}->---

    «I'm Still There with You...»  
    ... Never seen Someone Crazy?!? --->

    ernesto1
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1060
    Data d'iscrizione : 2010-05-29
    Età : 54

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  ernesto1 on Thu Jun 10, 2010 4:46 am

    dicono che la II versione è migliore

    Ospite
    Guest

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  Ospite on Thu Jun 10, 2010 9:12 am

    Mr. wlg wrote:

    Perchè se impari a capire che il cazzeggio nel 90% dei casi..............impari anche a capire che la prossima volta potrei scrivere 3 vie e mezzo... sunny

    Ospite
    Guest

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  Ospite on Thu Jun 10, 2010 9:19 am

    [i]Allora, Fabio, ti racconto. Circa 3 anni fa, dopo avere ascoltato a lungo e con diversi diffusori il Callisto, decisi di comprarlo ma dato che non era più in produzione e avendo letto la solita recensione-panegirico del solito guru sul Gryphon Diablo, ma anche forte del fatto che comunque quest'ultimo avrebbe dovuto rappresentare (anche per il costo...) una evoluzione rispetto al Callisto, lo ordinai a scatola chiusa a Fulvio (Chiappetta) di S.I. Audio, al quale diedi indietro il suo megaintegrato valvolare OTL con 12 valvole per canale di cui non ricordo il nome. Dopo un congruo periodo di rodaggio, il Diablo continuava a presentare una gamma alta pungente, il medio-alto un pò asprigno ed in evidenza: ne soffriva molto il timbro dei violini, tutt'altro che naturali; di questi era difficile sentire la cassa armonica, sembrava di sentire solo le corde; il tutto peggiorava con i violini barocchi, come puoi ben immaginare. La gamma media era buona, anche se presentava un pò di grana, la gamma bassa perentoria ed articolata ma senza alcuna coda come si ascolta dal vivo (normale decadimento delle armoniche basse). Il tutto si traduceva in un suono secco, asciutto e, alla fine, stancante. Telefonai a Fulvio che mi suggerì di aprire l'integrato e di verificare la funzionalità di alcuni (due) fusibili, cosa che feci con l'aiuto del titolare del negozio CREA, ottimo tecnico. I fusibili erano a posto (come immaginavo, anche se Fulvio mi aveva dato una spiegazione che onestamente non compresi) e il titolare di Crea, in tutta onestà, mi disse che l'interno dell'apparecchio era uno spettacolo e la componentistica di ottimo/eccellente livello. Provammo assieme l'apparecchio ed anche lui ebbe le stesse impressioni: quello era il suo "assetto" sonoro, molto efficace con la musica moderna ma con qualche limite con la classica. A quel punto (era passato circa 1 mese) lo cambiai con pre e finali mono VTL. E' del tutto pleonastico asserire come queste siano impressioni di ascolto personali e che ad altri audiofili questo tipo di suono possa piacere, anzi per essi possa rappresentare una delle massime vette raggiungibili. E' anche possibile che il mio amore per le valvole mi abbia fatto ricercare in un apparecchio a ss quello che esso non poteva offrirmi. Ma col Callisto...o anche coll'Harman Kardon 990 (!!!) o col Pathos TT o col Grandinote integrato mono queste impressioni negative non l'ho avute. La ulteriore delusione di aver perso, nel cambio con i VTL, diverse migliaia di Euro in un mese completano il quadro santa santa

    Ema49

    Come già ti avevo detto non mi ricordo più dove........Ed ora ne ho la conferma..... Quelli evidenziati da te come difetti, sono esattamente le caratteristiche che viceversa a me hanno fatto sempre stravedere per il Diablo.
    Bellezza della diversità!!!!!

    topico
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 575
    Data d'iscrizione : 2009-06-18
    Località : Treviso

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  topico on Thu Jun 10, 2010 10:57 am

    ema49 wrote:
    pavel wrote:Ema...con un po di pazienza e con altrettanta sincerità, potresti dirmi COSA, a tuo avviso non va del Diablo?
    Una sorte di rece, con pregi e difetti..... Da tempo avrei voluto chiedertelo....

    Allora, Fabio, ti racconto. Circa 3 anni fa, dopo avere ascoltato a lungo e con diversi diffusori il Callisto, decisi di comprarlo ma dato che non era più in produzione e avendo letto la solita recensione-panegirico del solito guru sul Gryphon Diablo, ma anche forte del fatto che comunque quest'ultimo avrebbe dovuto rappresentare (anche per il costo...) una evoluzione rispetto al Callisto, lo ordinai a scatola chiusa a Fulvio (Chiappetta) di S.I. Audio, al quale diedi indietro il suo megaintegrato valvolare OTL con 12 valvole per canale di cui non ricordo il nome. Dopo un congruo periodo di rodaggio, il Diablo continuava a presentare una gamma alta pungente, il medio-alto un pò asprigno ed in evidenza: ne soffriva molto il timbro dei violini, tutt'altro che naturali; di questi era difficile sentire la cassa armonica, sembrava di sentire solo le corde; il tutto peggiorava con i violini barocchi, come puoi ben immaginare. La gamma media era buona, anche se presentava un pò di grana, la gamma bassa perentoria ed articolata ma senza alcuna coda come si ascolta dal vivo (normale decadimento delle armoniche basse). Il tutto si traduceva in un suono secco, asciutto e, alla fine, stancante. Telefonai a Fulvio che mi suggerì di aprire l'integrato e di verificare la funzionalità di alcuni (due) fusibili, cosa che feci con l'aiuto del titolare del negozio CREA, ottimo tecnico. I fusibili erano a posto (come immaginavo, anche se Fulvio mi aveva dato una spiegazione che onestamente non compresi) e il titolare di Crea, in tutta onestà, mi disse che l'interno dell'apparecchio era uno spettacolo e la componentistica di ottimo/eccellente livello. Provammo assieme l'apparecchio ed anche lui ebbe le stesse impressioni: quello era il suo "assetto" sonoro, molto efficace con la musica moderna ma con qualche limite con la classica. A quel punto (era passato circa 1 mese) lo cambiai con pre e finali mono VTL. E' del tutto pleonastico asserire come queste siano impressioni di ascolto personali e che ad altri audiofili questo tipo di suono possa piacere, anzi per essi possa rappresentare una delle massime vette raggiungibili. E' anche possibile che il mio amore per le valvole mi abbia fatto ricercare in un apparecchio a ss quello che esso non poteva offrirmi. Ma col Callisto...o anche coll'Harman Kardon 990 (!!!) o col Pathos TT o col Grandinote integrato mono queste impressioni negative non l'ho avute. La ulteriore delusione di aver perso, nel cambio con i VTL, diverse migliaia di Euro in un mese completano il quadro santa santa
    Bye
    non mi resta che quotare!!


    _________________
    pierfrancesco

    www.topico.it
    meno internet più cabernet

    www.oldruggers.it

    Maz65
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 230
    Data d'iscrizione : 2010-05-28
    Età : 51
    Località : Pinerolo (TO)

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  Maz65 on Thu Jun 10, 2010 11:56 am

    Dragon wrote:Mi è parso di capire, su altri forum, che esistono due versioni del Diablo, riconoscibili dai morsetti dei diffusori...
    La seconda versione sembra accreditata di piccole modifiche atte ad eliminare quei peccatucci di cui èra affetta la prima.

    ciao,
    per quello che ricordo le differenze principali erano:

    - morsetti dei diffisori di migliore qualità

    - viene risolto un problema fastidioso attribuito ad alcuni esemplari della versione 1 e che in effetti constatai a suo tempo: per via della dilatazione termica, capitava che ogni tanto il Diablo facesse un forte "tac" dovuto probabilmente a ciò che era interposto tra i dissipatori e lo chassis. Problema fastidioso e comunque completamente risolto nella versione 2.

    Io, in pratica, ascoltai la versione 1 ed acquistai la versione 2, vi posso dire che non ci sono differenze soniche tra le due macchine.
    Anche perchè, considerando la serietà di Gryphon, se qualcosa fosse cambiato dal punto di vista del suono io credo che lo avrebbero chiamato Diablo2 (con squilli di tromba, fanfare, articoli roboanti etc. etc. ).


    _________________
    my two cents
    Massimo
    TW Acustic Raven One,SME 310,Dynavector xx2mkII / MacMini,MSB Analog DAC / Spectral DMC 15SS / Spectral DMA200 S2 / Sonus Faber Elipsa Red / MIT-Spectral cables

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  aircooled on Thu Jun 10, 2010 11:58 am

    vi posso dire che non ci sono differenze soniche tra le due macchine.
    Anche perchè, considerando la serietà di Gryphon, se qualcosa fosse cambiato dal punto di vista del suono io credo che lo avrebbero chiamato Diablo2 (con squilli di tromba, fanfare, articoli roboanti etc. etc. ).


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    ernesto1
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1060
    Data d'iscrizione : 2010-05-29
    Età : 54

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  ernesto1 on Thu Jun 10, 2010 12:21 pm

    Del Diablo mi è stato detto da un felice possessore le differenze risiedono nella II versione in nuovi tipi di morsetti potenza d'uscita , condensatori diversi e in piu' altri piccoli accorgimenti pero' non specificati .

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  ema49 on Thu Jun 10, 2010 12:52 pm

    Camelia wrote:Caro Ema49

    leggendo ho avuto questa graditissima sorpresa. sunny
    Sono veramente lieta che tu sia tornato.

    Un saluto,

    Il piacere di ritrovarti è tutto mio. Ciao Camelia
    Emanuele sunny sunny

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  ema49 on Thu Jun 10, 2010 12:58 pm

    pavel wrote:[i]Allora, Fabio, ti racconto. Circa 3 anni fa, dopo avere ascoltato a lungo e con diversi diffusori il Callisto, decisi di comprarlo ma dato che non era più in produzione e avendo letto la solita recensione-panegirico del solito guru sul Gryphon Diablo, ma anche forte del fatto che comunque quest'ultimo avrebbe dovuto rappresentare (anche per il costo...) una evoluzione rispetto al Callisto, lo ordinai a scatola chiusa a Fulvio (Chiappetta) di S.I. Audio, al quale diedi indietro il suo megaintegrato valvolare OTL con 12 valvole per canale di cui non ricordo il nome. Dopo un congruo periodo di rodaggio, il Diablo continuava a presentare una gamma alta pungente, il medio-alto un pò asprigno ed in evidenza: ne soffriva molto il timbro dei violini, tutt'altro che naturali; di questi era difficile sentire la cassa armonica, sembrava di sentire solo le corde; il tutto peggiorava con i violini barocchi, come puoi ben immaginare. La gamma media era buona, anche se presentava un pò di grana, la gamma bassa perentoria ed articolata ma senza alcuna coda come si ascolta dal vivo (normale decadimento delle armoniche basse). Il tutto si traduceva in un suono secco, asciutto e, alla fine, stancante. Telefonai a Fulvio che mi suggerì di aprire l'integrato e di verificare la funzionalità di alcuni (due) fusibili, cosa che feci con l'aiuto del titolare del negozio CREA, ottimo tecnico. I fusibili erano a posto (come immaginavo, anche se Fulvio mi aveva dato una spiegazione che onestamente non compresi) e il titolare di Crea, in tutta onestà, mi disse che l'interno dell'apparecchio era uno spettacolo e la componentistica di ottimo/eccellente livello. Provammo assieme l'apparecchio ed anche lui ebbe le stesse impressioni: quello era il suo "assetto" sonoro, molto efficace con la musica moderna ma con qualche limite con la classica. A quel punto (era passato circa 1 mese) lo cambiai con pre e finali mono VTL. E' del tutto pleonastico asserire come queste siano impressioni di ascolto personali e che ad altri audiofili questo tipo di suono possa piacere, anzi per essi possa rappresentare una delle massime vette raggiungibili. E' anche possibile che il mio amore per le valvole mi abbia fatto ricercare in un apparecchio a ss quello che esso non poteva offrirmi. Ma col Callisto...o anche coll'Harman Kardon 990 (!!!) o col Pathos TT o col Grandinote integrato mono queste impressioni negative non l'ho avute. La ulteriore delusione di aver perso, nel cambio con i VTL, diverse migliaia di Euro in un mese completano il quadro santa santa

    Ema49

    Come già ti avevo detto non mi ricordo più dove........Ed ora ne ho la conferma..... Quelli evidenziati da te come difetti, sono esattamente le caratteristiche che viceversa a me hanno fatto sempre stravedere per il Diablo.
    Bellezza della diversità!!!!!

    Del tutto d'accordo con te. "E' del tutto pleonastico asserire come queste siano impressioni di ascolto personali e che ad altri audiofili questo tipo di suono possa piacere, anzi per essi possa rappresentare una delle massime vette raggiungibili". Scusa l'autocitazione, ma è esattamente quello che penso. Tu hai un Diablo?

    baru_
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4055
    Data d'iscrizione : 2009-05-31
    Località : Brescia

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  baru_ on Thu Jun 10, 2010 7:53 pm

    ema49 wrote:
    baru_ wrote:Davvero un gran bel suono! Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes
    Quello che continua a lasciarmi basito è che già a 3-4 tacche (su una scala di 50?) spinge come un dannato.
    Altra dote è il fatto di avere una spinta corposa sempre, il suono rimane comuque composto e raffinato.

    Il tutto permette al dragonfly di esprimersi al meglio.

    Perché (se possibile) non provi a pilotarle col Diablo? Così abbiamo un tuo parere

    ehmmmm... purtroppo il sistema a cui si riferiscono queste impressioni non è il mio Embarassed Embarassed Embarassed

    xinnnnn piglia il diablo che si fa un bel confronto!!!


    _________________
    Vpi Prime _ Quintet Bronze _ ASR Mini Basis _ Macmini (Audirvana) _ Rockna Wavedream Platinum Balanced _ Densen B200+_Densen B320+ _ Audiosonica Stonefly _ cavi segnale Acrolink 7n-D5000 _ BCD LGD _ Hidiamond D7  _ cavi alimentazione Shunyata Python Helix VX, Cableless Cruiser, Cableless Synapsi e BCD LGD _ cavi potenza Cableless Synapsi
    Cuffie: AudioGD Master 9 _ Portento Audio XLR _ Audeze LCD-X

    Ospite
    Guest

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  Ospite on Thu Jun 10, 2010 8:09 pm

    ema49 wrote:
    pavel wrote:[i]Allora, Fabio, ti racconto. Circa 3 anni fa, dopo avere ascoltato a lungo e con diversi diffusori il Callisto, decisi di comprarlo ma dato che non era più in produzione e avendo letto la solita recensione-panegirico del solito guru sul Gryphon Diablo, ma anche forte del fatto che comunque quest'ultimo avrebbe dovuto rappresentare (anche per il costo...) una evoluzione rispetto al Callisto, lo ordinai a scatola chiusa a Fulvio (Chiappetta) di S.I. Audio, al quale diedi indietro il suo megaintegrato valvolare OTL con 12 valvole per canale di cui non ricordo il nome. Dopo un congruo periodo di rodaggio, il Diablo continuava a presentare una gamma alta pungente, il medio-alto un pò asprigno ed in evidenza: ne soffriva molto il timbro dei violini, tutt'altro che naturali; di questi era difficile sentire la cassa armonica, sembrava di sentire solo le corde; il tutto peggiorava con i violini barocchi, come puoi ben immaginare. La gamma media era buona, anche se presentava un pò di grana, la gamma bassa perentoria ed articolata ma senza alcuna coda come si ascolta dal vivo (normale decadimento delle armoniche basse). Il tutto si traduceva in un suono secco, asciutto e, alla fine, stancante. Telefonai a Fulvio che mi suggerì di aprire l'integrato e di verificare la funzionalità di alcuni (due) fusibili, cosa che feci con l'aiuto del titolare del negozio CREA, ottimo tecnico. I fusibili erano a posto (come immaginavo, anche se Fulvio mi aveva dato una spiegazione che onestamente non compresi) e il titolare di Crea, in tutta onestà, mi disse che l'interno dell'apparecchio era uno spettacolo e la componentistica di ottimo/eccellente livello. Provammo assieme l'apparecchio ed anche lui ebbe le stesse impressioni: quello era il suo "assetto" sonoro, molto efficace con la musica moderna ma con qualche limite con la classica. A quel punto (era passato circa 1 mese) lo cambiai con pre e finali mono VTL. E' del tutto pleonastico asserire come queste siano impressioni di ascolto personali e che ad altri audiofili questo tipo di suono possa piacere, anzi per essi possa rappresentare una delle massime vette raggiungibili. E' anche possibile che il mio amore per le valvole mi abbia fatto ricercare in un apparecchio a ss quello che esso non poteva offrirmi. Ma col Callisto...o anche coll'Harman Kardon 990 (!!!) o col Pathos TT o col Grandinote integrato mono queste impressioni negative non l'ho avute. La ulteriore delusione di aver perso, nel cambio con i VTL, diverse migliaia di Euro in un mese completano il quadro santa santa

    Ema49

    Come già ti avevo detto non mi ricordo più dove........Ed ora ne ho la conferma..... Quelli evidenziati da te come difetti, sono esattamente le caratteristiche che viceversa a me hanno fatto sempre stravedere per il Diablo.
    Bellezza della diversità!!!!!

    Del tutto d'accordo con te. "E' del tutto pleonastico asserire come queste siano impressioni di ascolto personali e che ad altri audiofili questo tipo di suono possa piacere, anzi per essi possa rappresentare una delle massime vette raggiungibili". Scusa l'autocitazione, ma è esattamente quello che penso. Tu hai un Diablo?

    No. Io ho un ASR Emitter. Che, ad essere sincero non mi affascina più di tanto proprio perchè è equilibratissimo. Del resto però è anche veroche forse....non l'ho mai ascoltato con diffusori davvero importanti. Ed è anche vero che quando ne ho parlato con taluni, (dell'ASR) le risposte sono state le medesime....... Vado a memoria:
    1)L'importatore Burmester mi ha detto " Io non cambierei mai un ASR con il Burmester 032. Se vuoi fare il salto, andrei su pre e finale Burmester...che però non cambierei con un ASR II"
    2)Il Diablo per l'ASR... mi sono sentito dire, "Per carità....non dirlo nemmeno per scherzo...."
    3) Per i pre e finali monofonici 70watt in classe A della Metronome Technologie... " Mah....si sono due tipologie di suono abbastanza diverse, ma la dinamica e la classe dell'ASR di certo il Metronome non ce l'ha.....
    4)Se giri sui vari forum e leggi cosa dicono, comunque tutti considerano l'Emitter se non IL uno dei migliori 2/3 integrati al mondo.....

    Allora siccome bisogna anche saper essere umili, ho pensato che forse effettivamente ho sempre sbagliato accoppiamento tra ASR e diffusori......... E così sto tentando di sentire l'ASR con diffusori importanti per capire SE effettivamente non mi piace l'impostazione del suono ASR,oppure non l'ho mai gratificato a dovere con dei diffusori all'altezza.

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  ema49 on Thu Jun 10, 2010 8:47 pm

    pavel wrote:
    ema49 wrote:
    pavel wrote:[i]Allora, Fabio, ti racconto. Circa 3 anni fa, dopo avere ascoltato a lungo e con diversi diffusori il Callisto, decisi di comprarlo ma dato che non era più in produzione e avendo letto la solita recensione-panegirico del solito guru sul Gryphon Diablo, ma anche forte del fatto che comunque quest'ultimo avrebbe dovuto rappresentare (anche per il costo...) una evoluzione rispetto al Callisto, lo ordinai a scatola chiusa a Fulvio (Chiappetta) di S.I. Audio, al quale diedi indietro il suo megaintegrato valvolare OTL con 12 valvole per canale di cui non ricordo il nome. Dopo un congruo periodo di rodaggio, il Diablo continuava a presentare una gamma alta pungente, il medio-alto un pò asprigno ed in evidenza: ne soffriva molto il timbro dei violini, tutt'altro che naturali; di questi era difficile sentire la cassa armonica, sembrava di sentire solo le corde; il tutto peggiorava con i violini barocchi, come puoi ben immaginare. La gamma media era buona, anche se presentava un pò di grana, la gamma bassa perentoria ed articolata ma senza alcuna coda come si ascolta dal vivo (normale decadimento delle armoniche basse). Il tutto si traduceva in un suono secco, asciutto e, alla fine, stancante. Telefonai a Fulvio che mi suggerì di aprire l'integrato e di verificare la funzionalità di alcuni (due) fusibili, cosa che feci con l'aiuto del titolare del negozio CREA, ottimo tecnico. I fusibili erano a posto (come immaginavo, anche se Fulvio mi aveva dato una spiegazione che onestamente non compresi) e il titolare di Crea, in tutta onestà, mi disse che l'interno dell'apparecchio era uno spettacolo e la componentistica di ottimo/eccellente livello. Provammo assieme l'apparecchio ed anche lui ebbe le stesse impressioni: quello era il suo "assetto" sonoro, molto efficace con la musica moderna ma con qualche limite con la classica. A quel punto (era passato circa 1 mese) lo cambiai con pre e finali mono VTL. E' del tutto pleonastico asserire come queste siano impressioni di ascolto personali e che ad altri audiofili questo tipo di suono possa piacere, anzi per essi possa rappresentare una delle massime vette raggiungibili. E' anche possibile che il mio amore per le valvole mi abbia fatto ricercare in un apparecchio a ss quello che esso non poteva offrirmi. Ma col Callisto...o anche coll'Harman Kardon 990 (!!!) o col Pathos TT o col Grandinote integrato mono queste impressioni negative non l'ho avute. La ulteriore delusione di aver perso, nel cambio con i VTL, diverse migliaia di Euro in un mese completano il quadro santa santa

    Ema49

    Come già ti avevo detto non mi ricordo più dove........Ed ora ne ho la conferma..... Quelli evidenziati da te come difetti, sono esattamente le caratteristiche che viceversa a me hanno fatto sempre stravedere per il Diablo.
    Bellezza della diversità!!!!!

    Del tutto d'accordo con te. "E' del tutto pleonastico asserire come queste siano impressioni di ascolto personali e che ad altri audiofili questo tipo di suono possa piacere, anzi per essi possa rappresentare una delle massime vette raggiungibili". Scusa l'autocitazione, ma è esattamente quello che penso. Tu hai un Diablo?

    No. Io ho un ASR Emitter. Che, ad essere sincero non mi affascina più di tanto proprio perchè è equilibratissimo. Del resto però è anche veroche forse....non l'ho mai ascoltato con diffusori davvero importanti. Ed è anche vero che quando ne ho parlato con taluni, (dell'ASR) le risposte sono state le medesime....... Vado a memoria:
    1)L'importatore Burmester mi ha detto " Io non cambierei mai un ASR con il Burmester 032. Se vuoi fare il salto, andrei su pre e finale Burmester...che però non cambierei con un ASR II"
    2)Il Diablo per l'ASR... mi sono sentito dire, "Per carità....non dirlo nemmeno per scherzo...."
    3) Per i pre e finali monofonici 70watt in classe A della Metronome Technologie... " Mah....si sono due tipologie di suono abbastanza diverse, ma la dinamica e la classe dell'ASR di certo il Metronome non ce l'ha.....
    4)Se giri sui vari forum e leggi cosa dicono, comunque tutti considerano l'Emitter se non IL uno dei migliori 2/3 integrati al mondo.....

    Allora siccome bisogna anche saper essere umili, ho pensato che forse effettivamente ho sempre sbagliato accoppiamento tra ASR e diffusori......... E così sto tentando di sentire l'ASR con diffusori importanti per capire SE effettivamente non mi piace l'impostazione del suono ASR,oppure non l'ho mai gratificato a dovere con dei diffusori all'altezza.

    Mi sembra ragionevole. Non conosco l'ASR ma ne ho sempre sentito parlare molto bene. Se ne hai la possibilità, provalo con le Naim Ovator, aperte ed anche "cattive" sugli alti e medioalti, bassi incredibili, tra i migliori che io abbia mai ascoltato, santa profondi, articolati e senza alcun segno di compressione. Se ho ben compreso i tuoi gusti, potrebbero andar bene.

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  Geronimo on Thu Jun 10, 2010 9:05 pm

    ema49 wrote:
    Mi sembra ragionevole. Non conosco l'ASR ma ne ho sempre sentito parlare molto bene. Se ne hai la possibilità, provalo con le Naim Ovator, aperte ed anche "cattive" sugli alti e medioalti, bassi incredibili, tra i migliori che io abbia mai ascoltato, santa profondi, articolati e senza alcun segno di compressione. Se ho ben compreso i tuoi gusti, potrebbero andar bene.

    Bentornato! Non vedo l'ora di leggere la tua recensione sulle Ovator, quando hai tempo


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Ospite
    Guest

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  Ospite on Thu Jun 10, 2010 9:42 pm

    ema49 wrote:
    pavel wrote:
    ema49 wrote:
    pavel wrote:[i]Allora, Fabio, ti racconto. Circa 3 anni fa, dopo avere ascoltato a lungo e con diversi diffusori il Callisto, decisi di comprarlo ma dato che non era più in produzione e avendo letto la solita recensione-panegirico del solito guru sul Gryphon Diablo, ma anche forte del fatto che comunque quest'ultimo avrebbe dovuto rappresentare (anche per il costo...) una evoluzione rispetto al Callisto, lo ordinai a scatola chiusa a Fulvio (Chiappetta) di S.I. Audio, al quale diedi indietro il suo megaintegrato valvolare OTL con 12 valvole per canale di cui non ricordo il nome. Dopo un congruo periodo di rodaggio, il Diablo continuava a presentare una gamma alta pungente, il medio-alto un pò asprigno ed in evidenza: ne soffriva molto il timbro dei violini, tutt'altro che naturali; di questi era difficile sentire la cassa armonica, sembrava di sentire solo le corde; il tutto peggiorava con i violini barocchi, come puoi ben immaginare. La gamma media era buona, anche se presentava un pò di grana, la gamma bassa perentoria ed articolata ma senza alcuna coda come si ascolta dal vivo (normale decadimento delle armoniche basse). Il tutto si traduceva in un suono secco, asciutto e, alla fine, stancante. Telefonai a Fulvio che mi suggerì di aprire l'integrato e di verificare la funzionalità di alcuni (due) fusibili, cosa che feci con l'aiuto del titolare del negozio CREA, ottimo tecnico. I fusibili erano a posto (come immaginavo, anche se Fulvio mi aveva dato una spiegazione che onestamente non compresi) e il titolare di Crea, in tutta onestà, mi disse che l'interno dell'apparecchio era uno spettacolo e la componentistica di ottimo/eccellente livello. Provammo assieme l'apparecchio ed anche lui ebbe le stesse impressioni: quello era il suo "assetto" sonoro, molto efficace con la musica moderna ma con qualche limite con la classica. A quel punto (era passato circa 1 mese) lo cambiai con pre e finali mono VTL. E' del tutto pleonastico asserire come queste siano impressioni di ascolto personali e che ad altri audiofili questo tipo di suono possa piacere, anzi per essi possa rappresentare una delle massime vette raggiungibili. E' anche possibile che il mio amore per le valvole mi abbia fatto ricercare in un apparecchio a ss quello che esso non poteva offrirmi. Ma col Callisto...o anche coll'Harman Kardon 990 (!!!) o col Pathos TT o col Grandinote integrato mono queste impressioni negative non l'ho avute. La ulteriore delusione di aver perso, nel cambio con i VTL, diverse migliaia di Euro in un mese completano il quadro santa santa

    Ema49

    Come già ti avevo detto non mi ricordo più dove........Ed ora ne ho la conferma..... Quelli evidenziati da te come difetti, sono esattamente le caratteristiche che viceversa a me hanno fatto sempre stravedere per il Diablo.
    Bellezza della diversità!!!!!

    Del tutto d'accordo con te. "E' del tutto pleonastico asserire come queste siano impressioni di ascolto personali e che ad altri audiofili questo tipo di suono possa piacere, anzi per essi possa rappresentare una delle massime vette raggiungibili". Scusa l'autocitazione, ma è esattamente quello che penso. Tu hai un Diablo?

    No. Io ho un ASR Emitter. Che, ad essere sincero non mi affascina più di tanto proprio perchè è equilibratissimo. Del resto però è anche veroche forse....non l'ho mai ascoltato con diffusori davvero importanti. Ed è anche vero che quando ne ho parlato con taluni, (dell'ASR) le risposte sono state le medesime....... Vado a memoria:
    1)L'importatore Burmester mi ha detto " Io non cambierei mai un ASR con il Burmester 032. Se vuoi fare il salto, andrei su pre e finale Burmester...che però non cambierei con un ASR II"
    2)Il Diablo per l'ASR... mi sono sentito dire, "Per carità....non dirlo nemmeno per scherzo...."
    3) Per i pre e finali monofonici 70watt in classe A della Metronome Technologie... " Mah....si sono due tipologie di suono abbastanza diverse, ma la dinamica e la classe dell'ASR di certo il Metronome non ce l'ha.....
    4)Se giri sui vari forum e leggi cosa dicono, comunque tutti considerano l'Emitter se non IL uno dei migliori 2/3 integrati al mondo.....

    Allora siccome bisogna anche saper essere umili, ho pensato che forse effettivamente ho sempre sbagliato accoppiamento tra ASR e diffusori......... E così sto tentando di sentire l'ASR con diffusori importanti per capire SE effettivamente non mi piace l'impostazione del suono ASR,oppure non l'ho mai gratificato a dovere con dei diffusori all'altezza.

    Mi sembra ragionevole. Non conosco l'ASR ma ne ho sempre sentito parlare molto bene. Se ne hai la possibilità, provalo con le Naim Ovator, aperte ed anche "cattive" sugli alti e medioalti, bassi incredibili, tra i migliori che io abbia mai ascoltato, santa profondi, articolati e senza alcun segno di compressione. Se ho ben compreso i tuoi gusti, potrebbero andar bene.


    Volentieri....devo trovare a Roma chi può averle...

    Ospite
    Guest

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  Ospite on Thu Jun 10, 2010 10:22 pm

    ernesto1 wrote:dicono che la II versione è migliore

    Ernesto se vuoi sentire il callisto 2200 a Brescia sei benvenuto
    Poi mi dici tu come ti sembra.

    ernesto1
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1060
    Data d'iscrizione : 2010-05-29
    Età : 54

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  ernesto1 on Fri Jun 11, 2010 7:04 am

    grazie Alberto. Purtroppo Brescia è un po' lontana da Cuneo, poiche' avrei volentieri accettato l'ivito. Entro le prox settimane dovrei andare a sentire a Torino , decisamente piu' vicino, un Diablo...
    .Come a dire casca come il cacio sui macccheroni , recentemente, ho aperto un post in cui chiedevo appunto pareri sui due Griphon qui:
    http://www.videohifi.com/forum/topic.asp?ARCHIVE=&TOPIC_ID=142239

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  Geronimo on Fri Jun 11, 2010 7:29 am

    pavel wrote:
    Volentieri....devo trovare a Roma chi può averle...

    Come ti dissi una volta, dovrebbe averle Alchimie Musicali.


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Ospite
    Guest

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  Ospite on Fri Jun 11, 2010 11:49 am

    Elcaset wrote:
    pavel wrote:
    Volentieri....devo trovare a Roma chi può averle...

    Come ti dissi una volta, dovrebbe averle Alchimie Musicali.

    Quello che sta a settebagni?

    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10871
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  Banano on Fri Jun 11, 2010 6:31 pm

    cheers Vai Alberto, finalmente hai fatto sta semiseria...ci voleva proprio....complimenti! cheers



    _________________
    Il mio Impianto
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t14-l-impianto-di-bananetto?highlight=bananetto

    [i]In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Gryphon Callisto 2200

    Post  Geronimo on Fri Jun 11, 2010 7:31 pm

    pavel wrote:
    Elcaset wrote:
    pavel wrote:
    Volentieri....devo trovare a Roma chi può averle...

    Come ti dissi una volta, dovrebbe averle Alchimie Musicali.

    Quello che sta a settebagni?

    Yes!

    (e pure questo te l'avevo già detto, basta grappini! )


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

      Current date/time is Thu Dec 08, 2016 5:08 pm