Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
A proposito di Stax e realizzazioni di GCM
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    A proposito di Stax e realizzazioni di GCM

    Share
    avatar
    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 23164
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 59
    Località : Genova

    A proposito di Stax e realizzazioni di GCM

    Post  pluto on Thu Jun 29, 2017 4:41 pm

    Tanto tuonò che piovve...

    Mr Suzuki (senior Engineer della Stax) mi ha appena ringraziato per un mio dettagliato rapporto su una certa questione e mi ha chiesto un pò di documentazione sul mega trafo del mitico Giancarlo Massa. Pare sia molto curioso ed interessato

    Se sono orgoglione io per lui, figuriamoci il buon GCM, altro che Gilmour...

    Della serie che i grandi non sono mai strafottenti e arroganti ma sempre curiosi e pronti ad  imparare anche dai più umili.  Gente seria quelli della Stax

    *****

    Veniamo a noi.  Basta comprare la parte elettronica di una coppia di casse STAX mitiche (le ELS 81), anche le 83 andrebbero bene ma sono rarissime (In vita mia ne ho visto e ascoltato un solo paio).

    Buttare via le casse. Tenere i 2 trasformatori, mettere un altro trafo, aggiungere una certa rettificatrice (ovviamente NOS mica una fesseria moderna), la morsettiera delle casse. Aggiungete un paio di prese x cuffie Stax. Più qualche segretuccio di cui non so niente e.... voilà
    viene fuori una cosetta così



    avatar
    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 23164
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 59
    Località : Genova

    Re: A proposito di Stax e realizzazioni di GCM

    Post  pluto on Thu Jun 29, 2017 4:43 pm

    queste sono le casse che dovete buttare ... Laughing Laughing

    Della serie se non siete pazzi non ci provate neppure

    avatar
    Dann
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 115
    Data d'iscrizione : 2017-03-24

    Re: A proposito di Stax e realizzazioni di GCM

    Post  Dann on Thu Jun 29, 2017 5:05 pm

    pluto wrote:Tanto tuonò che piovve...

    Basta comprare la parte elettronica di una coppia di casse STAX mitiche (le ELS 81), anche le 83 andrebbero bene ma sono rarissime (In vita mia ne ho visto e ascoltato un solo paio).

    Buttare via le casse. Tenere i 2 trasformatori, mettere un altro trafo, aggiungere una certa rettificatrice (ovviamente NOS mica una fesseria moderna), la morsettiera delle casse. Aggiungete un paio di prese x cuffie Stax. Più qualche segretuccio di cui non so niente e.... voilà

    ...una sciochezzuola...che ci vuole...due minuti nel sottoscala...


    _________________
    Dac: COPLAND DAC-215 / RME ADI-2 PRO ANNIVERSARY Amplificatore: Violectric HPA V281 Moddato.
    Cuffie: Audeze LCD-X / HifiMan Edition X V2 / OPPO PM-2
    avatar
    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 23164
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 59
    Località : Genova

    Re: A proposito di Stax e realizzazioni di GCM

    Post  pluto on Thu Jun 29, 2017 5:26 pm

    Già è vero.. sunny

    Comunque da niubbo, non credo che la realizzazione sia difficile o lunga, anzi. Il difficile è stato il reperimento delle 2 casse rotte. I 2 delle foto appartengono alle casse personali di GCM.
    Io ci ho messo parecchio x trovarli.

    E' una strada difficilmente percorribile a meno di una bella botta de cul

    Credo che il ns moderatore intubato potrebbe cedere un braccio ed una gamba pur di trovarne una coppia ... Laughing

    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 1326
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: A proposito di Stax e realizzazioni di GCM

    Post  mariovalvola on Thu Jun 29, 2017 9:39 pm

    La coppia di ferri Stax, li ho ascoltati in due occasioni diverse. Li trovo conturbanti ma il rovescio della medaglia di questi estremismi c'è. Con l' OTL fungono meglio. Quando colleghi altri ampli a tubi con trasformatore d'uscita, il risultato tende a essere più random (è inevitabile ).
    Da un punto di vista meramente logico, trovo questo approccio un poco "tortuoso". Se ragioniamo sul percorso che fa il segnale, qualche punto interrogativo viene. Ho preso in giro GCM bonariamente per il suo "minimalismo" dannunziano.
    Una cuffia che deve essere pilotata essenzialmente da alti livelli di tensione su un carico alto tendenzialmente capacitivo, perché mai dovrebbe andare bene quando si collega un ampli ordinario (ma anche un OTL) per poi utilizzare un mostruosamente virtuoso trasformatore elevatore che, di fatto eleva il segnale a livelli compatibili per un trasduttore elettrostatico? Non a caso, per segnali deboli, GCM ha un rapporto di amore-odio con gli step-up. Con i trasfo d'ingresso nelle sezioni linea, non ci va d'accordo. Gli interstadio non li sopporta ( di solito ). Solo questi i mostri e i Bartolucci 1:1+1 ( anche se la convivenza con loro  è stata in passato piuttosto "articolata" ). Non dico che questa non sia una soluzione percorribile.
    Ricordiamoci, però, che i pasti gratis non esistono per nessuno. La bravura di GCM riesce a mitigare l'impatto di alcune controindicazioni strutturali ma inevitabilmente rimangono.
    Questo approccio ha molto senso se si vuole realizzare un solo ampli praticamente universale. L'interfaccia svolge comunque il suo sporco lavoro.
    Se si volesse realizzare qualcosa di più specifico per le elettrostatiche, le strade sarebbero molto diverse.
    Stax aveva realizzato  elevatori a trasformatore. Woo Audio (con discrete limitazioni) pure. Sono, per me degli inevitabili compromessi che sono comodi per risolvere un determinato problema: la mancanza di un ampli specifico per elettrostatiche.
    Certo, questi ferri hanno un fascino semplicemente unico. I livelli di segnale che riescono a digerire sono semplicemente mostruosi ( forse anche di più ). L'interfaccia risulta relativamente facile da realizzare. Il trasformatore di alimentazione deve solo fornire l'alimentazione al filamento della raddrizzatrice e una HT consona per alimentare correttamente la membrana ( 580 V ).
    Non vorrei fare il bastian contrario ma per me il nirvana potrebbe essere altrove.

    Con queste premesse, con tutti gli inevitabili limiti, i ferri Stax con l'OTL di GCM offrono comunque un risultato di alto livello. Mi chiedo solo: Si può andare oltre?

    Ovviamente secondo me.

    Attenzione: il rischio di fare sbattere le membrane di una 009 contro gli statori è tutt'altro che remoto soprattutto per gli amanti delle pressioni alte.


    Last edited by mariovalvola on Thu Jun 29, 2017 9:48 pm; edited 1 time in total
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 7000
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: A proposito di Stax e realizzazioni di GCM

    Post  phaeton on Thu Jun 29, 2017 9:47 pm

    Mario, so di dire una mostruosita', ma non pensi che il senso di una realizzazione di questo tipo forse e' nel poter usare un ampli SS di livello assoluto (gli Spectral di Gian, un Pass, un Levinson, etc..) per alimentare la 009 ?

    Concettualmente sono d'accrodo con te. a livello ingegneristico/elettronico, il doppio trafo step-down e poi step-up e' molto vicino ad un terno al lotto.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 7000
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: A proposito di Stax e realizzazioni di GCM

    Post  phaeton on Thu Jun 29, 2017 9:51 pm

    btw, io sto seguendo con estremo interesse questo oggettino: http://ifi-audio.com/portfolio-view/pro-iesl/
    concettualmente simile, solo che la polarizzazioen e' ovviamente fatta a SS. molto versatile, trafi sulal carta eccellenti. ci sto facendo ben piu' di un pensierino, lo attaccherei al Taurus. potrebbe essere il mio regalo di natale, insieme alla 009.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    avatar
    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8739
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 46
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: A proposito di Stax e realizzazioni di GCM

    Post  biscottino on Thu Jun 29, 2017 9:55 pm

    Il WooAudio Wee alle misure è osceno, peggio anche dei pre passivi Promitheus Audio con i quali ci pilotavo un Audio Note Conqueror.
    Capisco il fascino di usare i vecchi ferri Stax, e sicuramente i risultati saranno di riferimento, ma sono convinto che un ampli, o un pre+finale, possa non essere da meno in termini di pure prestazioni.


    _________________
    Enjoy your head!  
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 1326
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: A proposito di Stax e realizzazioni di GCM

    Post  mariovalvola on Thu Jun 29, 2017 9:59 pm

    Si. il senso è questo. però, per me, estremizzando e scherzando, è come realizzare un adattatore per poter utilizzare un martello pneumatico al posto dello spazzolino da denti elettrico.

    phaeton wrote:Mario, so di dire una mostruosita', ma non pensi che il senso di una realizzazione di questo tipo forse e' nel poter usare un ampli SS di livello assoluto (gli Spectral di Gian, un Pass, un Levinson, etc..) per alimentare la 009 ?

    Concettualmente sono d'accrodo con te. a livello ingegneristico/elettronico, il doppio trafo step-down e poi step-up e' molto vicino ad un terno al lotto.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 7000
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: A proposito di Stax e realizzazioni di GCM

    Post  phaeton on Thu Jun 29, 2017 10:00 pm

    affraid affraid
    grande Mario applausi applausi


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    avatar
    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 23164
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 59
    Località : Genova

    Re: A proposito di Stax e realizzazioni di GCM

    Post  pluto on Fri Jun 30, 2017 7:41 am

    Intanto diciamo che tra un Wee e questo, c'è di mezzo un oceano e non me ne vogliano i possessori.

    A livello teorico non discuto, ma sul risultato sonico si. C'è l'incognita dei ponticelli cavi (ne ho dovuti provare diversi sia X la qualità sia X il possibile ronzio) e c'è l'incognita dell'ampli che si andrà ad utilizzare. SS! Tubi, OTL, classe A etc etc c'e' da scegliere e da provare.

    C'è il rischio che un banale Ampli Stax suoni meglio e dia meno grane. Ma a volte la salita impervia porta a risultati impensabili.

    Non è una strada percorribile, parliamoci chiaro. Le casse Stax sono molto rare e pure io se avessi trovato le casse intere seppur rotte, le avrei conservate così come erano X far riparare i pannelli in USA o in Olanda. Ma ho recuperato la parte elettronica e quindi...

    A breve uno scontro con l'ampli GCM (trafo Bartolucci) . A memoria sarà una bella lotta.

    E se vi capita una coppia di casse Stax, fatemi un fischio che qualche idea ce la facciamo venire
    avatar
    axellone
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2019
    Data d'iscrizione : 2010-04-24
    Età : 55
    Località : Roma

    Re: A proposito di Stax e realizzazioni di GCM

    Post  axellone on Fri Jun 30, 2017 9:09 am

    Purtroppo tutto troppo difficile da replicare.. erg
    Buon divertimento!


    _________________
    Saluti, Enrico  
    avatar
    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 23164
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 59
    Località : Genova

    Re: A proposito di Stax e realizzazioni di GCM

    Post  pluto on Fri Jun 30, 2017 10:32 am

    axellone wrote:Purtroppo tutto troppo difficile da replicare.. erg
    Buon divertimento!

    Grazie Henry
    Vero ma non impossibile. Se trovo una coppia ti avviso subito

    Ciao

      Current date/time is Sat Jul 22, 2017 2:53 am