Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Alternativa al notebook - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Alternativa al notebook

    Share

    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17

    Re: Alternativa al notebook

    Post  Johnny1982 on Fri Jul 21, 2017 12:59 am

    oDo wrote:

    per esistere, esiste

    https://www.sotm-audio.com/sotmwp/english/portfolio-item/tx-usbexp/

    poi valuta tu se il gioco vale la candela    

    Già da sola filtra, ma volendo puoi aggiungere l’alimentatore esterno a batteria e la super-clock-scheda. Il tutto a 350 $ + 450 $ più costi di spedizione e dazi doganali....fai un po’ tu...stai a vedere che alla fine arrivi vicino al prezzo di un Aries o di un prodotto analogo, ma essendoti sbattuto per benino nel cercare i componenti giusti ed ottimizzarlo    

    Negli ultimi anni ho usato e assemblato un po’ di computer, tutti ottimizzati per la liquida: “normali” pc, un fanless con ammenicoli vari tipo alimentatori esterni, scheda usb SOtM et similia, più di un notebook (l’ultimo con SSD che uso ancora), NUC (che uso ancora, sporadicamente), macbook air.
    Forse quello che rendeva meglio era il fanless di un paio di anni fa (zero rumori, zero vibrazioni, consumo della CPU infimo,  SO ottimizzato).  Di tutti il suono più pulito e trasparente.

    Poi mi sono rotto di provare, upgradare e cambiare e ho rischiato prendendo l’Aries “full”; ho rischiato nel senso che l’ho ascoltato prima, ma il resto della catena non era molto probante. Indubbiamente non è altro che un piccolo pc con hw e sw ottimizzati per la musica, ma serve altro?
    Ne ho provati anche altri due di prezzo +/- simile, ma non mi hanno convinto.
    Beh, sarà che l’accoppiata con il DAC di casa Auralic è quella giusta, ma sono convinto di aver fatto la scelta giusta e penso che rispetto al fanless siano ulteriormente migliorate soprattutto la dinamica, la naturalezza e il soundstage. E’ scontato poi che sia molto più comodo di un qualsiasi computer, ma questo è un aspetto che per molti può essere irrilevante (per me lo è, ora che ho poco tempo).

    Il fatto che l'Aries legga i DSD in wifi non è un surplus, perché questo lo fa in scioltezza anche un qualsiasi  computer provvisto di scheda ac e collegato ad un router ac. Nulla di nuovo quindi, se non per il mondo streamer quando l’aries fu presentato.

    Il confronto tra una buona meccanica cd e un buon pc o un lettore di rete?  Si, facciamolo, ovviamente a parità di file, di dac e di tutto il resto bla bla, ma purtroppo dovremo limitarci al 16/44...secondo me non è così che si devono valutare le potenzialità della liquida  
    Se poi sia bene spendere 900 € di meccanica per 200 cd piuttosto che per altro, beh...su questo ognuno fa le proprie valutazioni, come è giusto che sia  sunny

    nella mia configurazione da scrivania visto che spesso mentre sento la musica cazzeggio al pc ... come dicevo qualsiasi aggeggio esterno è di base una rottura ...

    oltre il 95% della mia libreria è rip da CD ... ho anche qualche CD che suona meglio degli HD ... esempio megadeth peace sells

    la versione HD è ripresa dal non rimasterizzato , e sinceramente ne è praticamente indistinguibile ... la versione del CD rimasterizzata si sente meglio ... del file HD a causa della rimasterizzazione ...

    quello che vorrei sapere per sentire la mia musica che ripeto al >95% sono CD e loro RIP in flac , DSD ed MQA non mi interessano, mi possono fare il mega concerto di classica in DSD512 ma... tanto mi allappa uguale ... non mi metto certo ad ascoltare cose che non mi piacciono solo perchè in HD....

    quale è la soluzione ottimale?

    PC + HQ player + NAA

    PC + Foobar/Hqplayer + Isolatore USB , o la sche da che hai citato oppure intona o ifi ...

    Meccanica cyrus che esce in coassiale

    Raspbarry + volumio + alimentatore ifi

    Raspbarry + volumio + alimentatore ifi + scheda hifiberry digi+pro ed esco in coassiale


    atttaccare il disco usb al raspberry oppure metto una scheda di rete sul pc e semplicemente gli condivido la cartellona musica come disco di rete e se la becca da li così non sforza a causa della lettura del disco?

    Auralic aires (qualcuno lo ha confrontato mai con il raspo nella configurazione sopra?)


    tutto sto casino ed ancora siamo a livello di 1-0



    le cose economiche da fare sono comprare un scheda lan per il pc in modo da avere 2 porte lan (non ho spazio per uno switch) ed eventualmente il raspo ...
    avatar
    ispanico
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2488
    Data d'iscrizione : 2011-08-18
    Età : 56
    Località : pr. di Padova

    Re: Alternativa al notebook

    Post  ispanico on Fri Jul 21, 2017 1:09 am

    @ oDo.  E questa purtroppo non è una buona notizia...se devo mettere in conto il costo dell'Aries e un device della mela morsicata passo...sto attualmente valutando il classico lettore di rete col beneficio delle migliaia radio internet, ingressi usb e pure opzione di dac (anche se c'è l'ho già integrato), per ora i candidati sono il Marantz na6005 che ha scheda wifi integrata (e che qualcuno ha avuto qualche problema nel settaggio) ma che se ne parla bene come qualità audio oppure il Pioneer n50a con più o meno le stesse caratteristiche ma senza wifi (solo opzionale), il bello di queste due macchine e la riproduzione anche dei file dsd a 2,8 e 5,6 mhz....credo solo da chiavetta o hd collegati all'usb. Terzo incomodo del duetto sopracitato il Denon DNP 730 col nuovo dac pcm 1795.
    Tutti hanno pregi e difetti e prezzi più o meno simili a parte il Denon che costa un pò meno...e comunque fanno la loro bella figura in un impianto, ma...quale di questi?
    avatar
    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 6929
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 64
    Località : Milano

    Re: Alternativa al notebook

    Post  RockOnlyRare on Fri Jul 21, 2017 9:47 am

    oDo wrote:

    per esistere, esiste

    https://www.sotm-audio.com/sotmwp/english/portfolio-item/tx-usbexp/

    poi valuta tu se il gioco vale la candela    

    Già da sola filtra, ma volendo puoi aggiungere l’alimentatore esterno a batteria e la super-clock-scheda. Il tutto a 350 $ + 450 $ più costi di spedizione e dazi doganali....fai un po’ tu...stai a vedere che alla fine arrivi vicino al prezzo di un Aries o di un prodotto analogo, ma essendoti sbattuto per benino nel cercare i componenti giusti ed ottimizzarlo    

    Negli ultimi anni ho usato e assemblato un po’ di computer, tutti ottimizzati per la liquida: “normali” pc, un fanless con ammenicoli vari tipo alimentatori esterni, scheda usb SOtM et similia, più di un notebook (l’ultimo con SSD che uso ancora), NUC (che uso ancora, sporadicamente), macbook air.
    Forse quello che rendeva meglio era il fanless di un paio di anni fa (zero rumori, zero vibrazioni, consumo della CPU infimo,  SO ottimizzato).  Di tutti il suono più pulito e trasparente.

    Poi mi sono rotto di provare, upgradare e cambiare e ho rischiato prendendo l’Aries “full”; ho rischiato nel senso che l’ho ascoltato prima, ma il resto della catena non era molto probante. Indubbiamente non è altro che un piccolo pc con hw e sw ottimizzati per la musica, ma serve altro?
    Ne ho provati anche altri due di prezzo +/- simile, ma non mi hanno convinto.
    Beh, sarà che l’accoppiata con il DAC di casa Auralic è quella giusta, ma sono convinto di aver fatto la scelta giusta e penso che rispetto al fanless siano ulteriormente migliorate soprattutto la dinamica, la naturalezza e il soundstage. E’ scontato poi che sia molto più comodo di un qualsiasi computer, ma questo è un aspetto che per molti può essere irrilevante (per me lo è, ora che ho poco tempo).

    Il fatto che l'Aries legga i DSD in wifi non è un surplus, perché questo lo fa in scioltezza anche un qualsiasi  computer provvisto di scheda ac e collegato ad un router ac. Nulla di nuovo quindi, se non per il mondo streamer quando l’aries fu presentato.

    Il confronto tra una buona meccanica cd e un buon pc o un lettore di rete?  Si, facciamolo, ovviamente a parità di file, di dac e di tutto il resto bla bla, ma purtroppo dovremo limitarci al 16/44...secondo me non è così che si devono valutare le potenzialità della liquida  
    Se poi sia bene spendere 900 € di meccanica per 200 cd piuttosto che per altro, beh...su questo ognuno fa le proprie valutazioni, come è giusto che sia  sunny

    innanzitutto un doveroso chapeaux per il bellissimo intervento e la tua passione che emerge chiaramente tra le righe.
    La soluzione fanless dedicato è esattamente quella che ho adottato io per il NAA che si collega al DAC, anche se per il momento il pc con il software audio è un normale notebook.



    _________________
    http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

    https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
    avatar
    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 6929
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 64
    Località : Milano

    Re: Alternativa al notebook

    Post  RockOnlyRare on Fri Jul 21, 2017 10:00 am

    Johnny1982 wrote:

    nella mia configurazione da scrivania visto che spesso mentre sento la musica cazzeggio al pc ... come dicevo qualsiasi aggeggio esterno è di base una rottura ...

    oltre il 95% della mia libreria è rip da CD ... ho anche qualche CD che suona meglio degli HD ... esempio megadeth peace sells

    la versione HD è ripresa dal non rimasterizzato , e sinceramente ne è praticamente indistinguibile ... la versione del CD rimasterizzata si sente meglio ... del file HD a causa della rimasterizzazione ...

    quello che vorrei sapere per sentire la mia musica che ripeto al >95% sono CD e loro RIP in flac , DSD ed MQA non mi interessano, mi possono fare il mega concerto di classica in DSD512 ma... tanto mi allappa uguale ... non mi metto certo ad ascoltare cose che non mi piacciono solo perchè in HD....

    quale è la soluzione ottimale?

    PC + HQ player + NAA

    PC + Foobar/Hqplayer + Isolatore USB , o la sche da che hai citato oppure intona o ifi ...

    Meccanica cyrus che esce in coassiale

    Raspbarry + volumio + alimentatore ifi

    Raspbarry + volumio + alimentatore ifi + scheda hifiberry digi+pro ed esco in coassiale


    atttaccare il disco usb al raspberry oppure metto una scheda di rete sul pc e semplicemente gli condivido la cartellona musica come disco di rete e se la becca da li così non sforza a causa della lettura del disco?

    Auralic aires (qualcuno lo ha confrontato mai con il raspo nella configurazione sopra?)


    tutto sto casino ed ancora siamo a livello di 1-0



    le cose economiche da fare sono comprare un scheda lan per il pc in modo da avere 2 porte lan (non ho spazio per uno switch) ed eventualmente il raspo ...

    temo che non esiste una soluzione "definitiva", ognuno si è fatto le sue idee in base anche alle esigenze, scelte, spazio ed ovviamente in primis il portafoglio.

    Alcuni parametri da non sottovalutare, oltre al costo, sono l'evoluzione dell'ascolto con la musica liquida che è in chiara evoluzione sia software che hardware, il DSD pare il formato più performante ma difficilmente soppianterà in tempi brevi il PCM se non per etichette audiofile dedicate che registrano in DSD nativo.
    Ma le major non ce le vedo proprio a farlo.

    Il vantaggio della soluzione PC è che è il sistema che soffre di meno dell'evoluzione del formato, che si può ritenere in linea con la vita di un pc o tablet o smartphone che sia.
    Banale pensare ad un dac di una quindicina di anni fa che costava uno sproposito e che oggi ovviamente è diventato obsoleto non supportando il formato alta risoluzione.

    Occorre ragionarci su, sperimentare se possibile, ed adottare la soluzione che si ritiene ideale dai vari punti di vista che non sono esclusivamente qualitativi, anzi forse il discorso qualitativo se si adottano scelte logiche è relativo rispetto ad altri fattori come la comodità di utilizzo in base alle esigenze di utente, che nel tuo caso danno molta importanza allo "spazio"


    _________________
    http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

    https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
    avatar
    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17
    Località : Marche

    Re: Alternativa al notebook

    Post  Johnny1982 on Fri Jul 21, 2017 10:02 am

    RockOnlyRare wrote:

    innanzitutto un doveroso chapeaux per il bellissimo intervento e la tua passione che emerge chiaramente tra  le righe.
    La soluzione fanless dedicato è esattamente quella che ho adottato io per il NAA che si collega al DAC, anche se per il momento il pc con il software audio è un normale notebook.



    nella soluziona NAA ok il secondo PC fa solo musica , e fin qui tutto ok ... niente che rompe le p@lle al player ... però se il problema sono i disturbi della usb ed un clocking della usb inadatto ... in teoria rimarrebbero ugualmente ... no?

    per i disturbi purtroppo non ho un oscilloscopio ... per andare a vederli ... e valutarli ...

    comuqnue vediamo settimana prossima ordino il raspo + scheda ethernet ... purtroppo da hifiberry ci impiegano 2 settimane ... mi sa che faccio prima a prendere sa amazon raspo + scheda di rete e dal sito hifiberry prendo solo la schedina audio + connettore BNC


    _________________
    Elettroniche: V281 DAC: Auralic Vega + Isolatore Intona Industrial, Cavi segnale e cuffie Autocostruiti Argento Occ Neotech o  Jupiter 6N Cryo, DragonFly Red
    Cuffie: Senny HD600 e HD201, Denon AH-d7200, HifiMan he6,b&w P7 Auricolari: VE Monk, HiFiMan ES100
    Cinema: TV LG 55B6V A/V ONKYO TX NR-747 Lettore UHD: Panasonic UB-700 Cavi HDMI AudioQuest Pearl 2.0 Dali Zensor 3+Vokal, Sub+Surround Canton
    Cavi Alim. autocostruiti Acoustic Revive Powermax 5000 + Spine Viborg
    Catena Casse: Rega BrioR, Canton SLS790, segnalre: RCA Mundorf, Potenza: Viablue SC-6 Anaconda
    avatar
    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17
    Località : Marche

    Re: Alternativa al notebook

    Post  Johnny1982 on Fri Jul 21, 2017 10:20 am

    trovato sul sito volumio anche questa scheda :

    https://volumio.org/product/allo-digione/
    https://www.allo.com/sparky/digione.html

    contro la:

    https://www.hifiberry.com/products/digiplus/

    (versione pro)

    la digione ha in più un regolatore DC/DC che ripulisce l'alimentazione del berry ed esce già in BNC , e dice no ottico perchè ha troppo gitter...

    l'altro non ha un regolatore di alimentaione ma può essere modificata per tagliare le piste di alimentazione dal berry ed essere alimentata indipendentemente e ci si può saldare il bnc... ovvio la garanzia va in cu..

    mmm forse meglio la prima ...

    Vedo allo vende anche il bundle

    Scheda , raspo , case , mSd, alimentatore

    180€ la scheda la vendono singola a 108€ ... Abbastanzza conveniente ... Alla fine avro un caricabatterie per il cell in piu...

    Come alimentatore ho gia un ifi 5v che senza dubbio é superiore a quello che danno li.... Da solo costa 50euro.... Per fare di meglio si deve andare sui lineari ...

    Hanno anche l'aggeggo usb bridge con volumio per attaccarci in usb il dac...

    Una domanda a chi ha l'aires... Va meglio in usb o in coassiale?
    avatar
    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 6929
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 64
    Località : Milano

    Re: Alternativa al notebook

    Post  RockOnlyRare on Fri Jul 21, 2017 11:52 am

    Johnny1982 wrote:trovato sul sito volumio anche questa scheda :

    https://volumio.org/product/allo-digione/
    https://www.allo.com/sparky/digione.html

    contro la:

    https://www.hifiberry.com/products/digiplus/

    (versione pro)

    la digione ha in più un regolatore DC/DC che ripulisce l'alimentazione del berry ed esce già in BNC , e dice no ottico perchè ha troppo gitter...

    l'altro non ha un regolatore di alimentaione ma può essere modificata per tagliare le piste di alimentazione dal berry ed essere alimentata indipendentemente e ci si può saldare il bnc... ovvio la garanzia va in cu..

    mmm forse meglio la prima ...

    Vedo allo vende anche il bundle

    Scheda , raspo , case , mSd, alimentatore

    180€ la scheda la vendono singola a 108€ ... Abbastanzza conveniente ... Alla fine avro un caricabatterie per il cell in piu...

    Come alimentatore ho gia un ifi 5v che senza dubbio é superiore a quello che danno li.... Da solo costa 50euro.... Per fare di meglio si deve andare sui lineari ...

    Hanno anche l'aggeggo usb bridge con volumio per attaccarci in usb il dac...

    Una domanda a chi ha l'aires... Va meglio in usb o in coassiale?

    Concordo che l'uscita ottica sia certamente inferiore alla BNC o coassiale (che sono compatibili tra loro con un opportuno riduttore) .
    Oltrettutto se non ricordo male l'uscita ottica arriva fino a 96khz.


    _________________
    http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

    https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
    avatar
    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17
    Località : Marche

    Re: Alternativa al notebook

    Post  Johnny1982 on Fri Jul 21, 2017 12:04 pm

    RockOnlyRare wrote:

    Concordo che l'uscita ottica sia certamente inferiore alla BNC o coassiale (che sono compatibili tra loro con un opportuno riduttore) .
    Oltrettutto se non ricordo male l'uscita ottica arriva fino a 96khz.

    scrivevo anche in altro thread .. la RCA per il coassiale non è l'ottimo ... il coassiale devrebbe essere sempre sul bnc... non capisco perchè si orstinano a mettere gli RCA ...

    il toslink , andando fuori standard qualcuno lo fa andare anche a192kHz...

    comunque interessante la spiegazione con cui allo liquida il toslink .. prima volta che vedo una spiegazione scientifica...

    li vendono a prezzi più che umani 180€ il kit con uscita coassiale o quello con uscita usb che sono 2 hardware totalmente differenti... anche se entrambi con volumio ...

    quale prendere dei 2 ?

    per questo ero curioso di sapere sull'aries se andava meglio il coax o l'usb .... (non mi interessa il DSD, altrimenti la usb è obbligatoria)

    il cavo coax per ora ho il mio schifoso rca autocostruito con mogami da 6€ di componenti in caso ne farei uno più pregiato...
    avatar
    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 6929
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 64
    Località : Milano

    Re: Alternativa al notebook

    Post  RockOnlyRare on Fri Jul 21, 2017 4:32 pm

    Johnny1982 wrote:

    scrivevo anche in altro thread .. la RCA per il coassiale non è l'ottimo ... il coassiale devrebbe essere sempre sul bnc... non capisco perchè si orstinano a mettere gli RCA ...

    il toslink , andando fuori standard qualcuno lo fa andare anche a192kHz...

    comunque interessante la spiegazione con cui allo liquida il toslink .. prima volta che vedo una spiegazione scientifica...

    li vendono a prezzi più che umani 180€ il kit con uscita coassiale o quello con uscita usb che sono 2 hardware totalmente differenti... anche se entrambi con volumio ...

    quale prendere dei 2 ?

    per questo ero curioso di sapere sull'aries se andava meglio il coax o l'usb .... (non mi interessa il DSD, altrimenti la usb è obbligatoria)

    il cavo coax per ora ho il mio schifoso rca autocostruito con mogami da 6€ di componenti in caso ne farei uno più pregiato...

    In realtà si chiama S/PDIF non RCA (che è un ingresso analogico), anche se dal punto di vista estetico gli assomiglia.



    _________________
    http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

    https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
    avatar
    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17
    Località : Marche

    Re: Alternativa al notebook

    Post  Johnny1982 on Sat Jul 22, 2017 8:13 am

    É che ci ho usato i connettori rca neutrick :D il cavo pero é ovvio a 75ohm ... Un modesto mogami ...
    In realta vedo che i cavi spdf possono essere tranquillamente usati come rca di segnale...



    _________________
    Elettroniche: V281 DAC: Auralic Vega + Isolatore Intona Industrial, Cavi segnale e cuffie Autocostruiti Argento Occ Neotech o  Jupiter 6N Cryo, DragonFly Red
    Cuffie: Senny HD600 e HD201, Denon AH-d7200, HifiMan he6,b&w P7 Auricolari: VE Monk, HiFiMan ES100
    Cinema: TV LG 55B6V A/V ONKYO TX NR-747 Lettore UHD: Panasonic UB-700 Cavi HDMI AudioQuest Pearl 2.0 Dali Zensor 3+Vokal, Sub+Surround Canton
    Cavi Alim. autocostruiti Acoustic Revive Powermax 5000 + Spine Viborg
    Catena Casse: Rega BrioR, Canton SLS790, segnalre: RCA Mundorf, Potenza: Viablue SC-6 Anaconda
    avatar
    ispanico
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2488
    Data d'iscrizione : 2011-08-18
    Età : 56
    Località : pr. di Padova

    Re: Alternativa al notebook

    Post  ispanico on Sun Jul 23, 2017 10:13 am

    Non per fare il pignolo (che proprio non sarei) ma per rientrare nella discussione un player di rete a conti fatti potrebbe essere una valida alternativa al notebook pc per la liquida? Considerato che non sono uno smanettone tra schede audio dedicate, driver, cavi cavetti ecc oltre ad eliminare il rumore della/e ventole del pc?
    O esiste ancora di meglio del player di rete che non sia il pc/fanless?
    avatar
    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 15834
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Motociclista)

    Re: Alternativa al notebook

    Post  carloc on Sun Jul 23, 2017 10:26 am

    Una delle migliori alternative è il Bluesound ma tu lo hai scartato perché non legge i dsd (cosa imho assolutamente inutile).


    _________________
    Rem tene verba sequentur
    avatar
    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17
    Località : Marche

    Re: Alternativa al notebook

    Post  Johnny1982 on Sun Jul 23, 2017 1:48 pm

    Beh allo vende il raspberry gia montato e penso configurato con volumio ...

    Esce in coax quindi niebte dsd


    C'é anche l'altra versione usb bridge che dovrebbe riprodurli senza problemi ... Visto che l'usb la banda la ha ...


    _________________
    Elettroniche: V281 DAC: Auralic Vega + Isolatore Intona Industrial, Cavi segnale e cuffie Autocostruiti Argento Occ Neotech o  Jupiter 6N Cryo, DragonFly Red
    Cuffie: Senny HD600 e HD201, Denon AH-d7200, HifiMan he6,b&w P7 Auricolari: VE Monk, HiFiMan ES100
    Cinema: TV LG 55B6V A/V ONKYO TX NR-747 Lettore UHD: Panasonic UB-700 Cavi HDMI AudioQuest Pearl 2.0 Dali Zensor 3+Vokal, Sub+Surround Canton
    Cavi Alim. autocostruiti Acoustic Revive Powermax 5000 + Spine Viborg
    Catena Casse: Rega BrioR, Canton SLS790, segnalre: RCA Mundorf, Potenza: Viablue SC-6 Anaconda
    avatar
    ispanico
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2488
    Data d'iscrizione : 2011-08-18
    Età : 56
    Località : pr. di Padova

    Re: Alternativa al notebook

    Post  ispanico on Sun Jul 23, 2017 11:22 pm

    carloc wrote:Una delle migliori alternative è il Bluesound ma tu lo hai scartato perché non legge i dsd (cosa imho assolutamente inutile).

    Permettimi di dissentire sulla inutilità dei dsd Carloc, ne ho acquistati diversi su Dsd Native oltre a quelli free in demo e il risultato al mio orecchio era se posso fare un paragone anche migliore di un sacd ben registrato...lo dico sul serio...una gamma musicale davvero favolosa e credo di averci preso gusto per questo vorrei una macchina che li sappia riprodurre, il Bluesound era un'aggeggio che mi piaceva pure ma purtroppo ha questo piccolo limite (sempre secondo me).
    avatar
    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 15834
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Motociclista)

    Re: Alternativa al notebook

    Post  carloc on Sun Jul 23, 2017 11:49 pm

    De gustibus sunny


    _________________
    Rem tene verba sequentur
    avatar
    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 6929
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 64
    Località : Milano

    Re: Alternativa al notebook

    Post  RockOnlyRare on Mon Jul 24, 2017 9:23 am

    ispanico wrote:

    Permettimi di dissentire sulla inutilità dei dsd Carloc, ne ho acquistati diversi su Dsd Native oltre a quelli free in demo e il risultato al mio orecchio era se posso fare un paragone anche migliore di un sacd ben registrato...lo dico sul serio...una gamma musicale davvero favolosa e credo di averci preso gusto per questo vorrei una macchina che li sappia riprodurre, il Bluesound era un'aggeggio che mi piaceva pure ma purtroppo ha questo piccolo limite (sempre secondo me).

    Il DSD è un eccellente formato, penso che dal punto di vista audiofilo possa essere superiore al PCM, il solo grosso dubbio riguarda l'effettiva diffusione che potrà avere e la relativa longevità.
    Magari tra 2-3 anni esce un nuovo formato che viene adottato anche dalla major e del DSD non si sentirà più parlare, o viceversa prenderà piede (anche se ho dei dubbi).
    Al momento ci sono alcune etichette che producono eccellenti files in DSD, però sono tutte etichette di nicchia audiofile.

    Ill mio dac non è compatibile con il DSD. Personalmente penso che la compatibilità sia un plus utile, anche se non assolutamente indispensabile. Ovvio che poi dipenda dalle specifiche esigenze.


    _________________
    http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

    https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
    avatar
    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17
    Località : Marche

    Re: Alternativa al notebook

    Post  Johnny1982 on Mon Jul 24, 2017 9:33 am

    Il dsd in realta nasce con lo scopo di far godere la musica digitale anche senza spendere cifre folli in dac... Anzi era nato per poter attaccare l'uscita dogitale del.sacd direttamente al pre amplificatore...

    Facendo da passa basso avrebbe eliminato la parte alta delle armoniche e lasciato il solo segnale utile a. Frequenza udibile...

    É quasi divertente vedere che ora é una caratteristica 'premium' per un dac...

    Certamente é meglio avelo che non averlo ... Anche se si vive anche senza...


    _________________
    Elettroniche: V281 DAC: Auralic Vega + Isolatore Intona Industrial, Cavi segnale e cuffie Autocostruiti Argento Occ Neotech o  Jupiter 6N Cryo, DragonFly Red
    Cuffie: Senny HD600 e HD201, Denon AH-d7200, HifiMan he6,b&w P7 Auricolari: VE Monk, HiFiMan ES100
    Cinema: TV LG 55B6V A/V ONKYO TX NR-747 Lettore UHD: Panasonic UB-700 Cavi HDMI AudioQuest Pearl 2.0 Dali Zensor 3+Vokal, Sub+Surround Canton
    Cavi Alim. autocostruiti Acoustic Revive Powermax 5000 + Spine Viborg
    Catena Casse: Rega BrioR, Canton SLS790, segnalre: RCA Mundorf, Potenza: Viablue SC-6 Anaconda
    avatar
    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 6929
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 64
    Località : Milano

    Re: Alternativa al notebook

    Post  RockOnlyRare on Mon Jul 24, 2017 11:30 am

    Johnny1982 wrote:Il dsd in realta nasce con lo scopo di far godere la musica digitale anche senza spendere cifre folli in dac... Anzi era nato per poter attaccare l'uscita dogitale del.sacd direttamente al pre amplificatore...

    Facendo da passa basso avrebbe eliminato la parte alta delle armoniche e lasciato il solo segnale utile a. Frequenza udibile...

    É quasi divertente vedere che ora é una caratteristica 'premium' per un dac...

    Certamente é meglio avelo che non averlo ... Anche se si vive anche senza...

    Non sapevo delle motivazione della nascita del DSD.
    Oggi per quel che ne so è uno standard alternativo al PCM.

    Ancora un volta sono completamente daccordo con te.
    Certo non mi metto a cambiare il Dac solo perchè non è compatibile con il DSD. Ho provato di recente con alcuni amici un DAC che supporta il DSD (anche se non nativamente , con il solo ingresso USB) ed indubbiamente l'ascolto di file dichiarati come nativi DSD (dando per scontato che sia vero) è eccellente, fermo restando che si tratta di incisioni di nicchia, con tutto quanto ne consegue in termine di notorietà degli artisti che incidono per queste etichette.
    Purtroppo gran parte dei files in DSD sono infatti conversioni da files originariamente in PCM.

    Però si può dire lo stesso anche sui PCM in hi-res, oppure su CD di etichette con incisioni prettamente audiofile.
    Ci vorrebbe un confronto con lo stesso file in due versioni , DSD nativo e convertito in PCM.

    Vedremo se ci sono degli sviluppi futuri.


    _________________
    http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

    https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
    avatar
    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17
    Località : Marche

    Re: Alternativa al notebook

    Post  Johnny1982 on Mon Jul 24, 2017 11:44 am

    il DSD appunto nasceva come formato del SACD ma che non prese in realtà molto piede ...

    il problema è che a livello digitale come formato non permette alcun tipo di elaborazione...

    i gruppi che ascolto ultimamente qualcosa buttano fuori in HD , però sempre pcm ... vedi i remaster degli iron maiden ... le uscite recenti vengono invece generalmente fatte uscire in hd 24bit 48kHz (sopra questo formato ho davvero dubbi che sia percepibile alcuna differenza)

    DSD erano usciti alcuni anni fa ad esemppio le versioni in SACD dei primi dischi dei black sabbath ed altri veccchi titoli ... ma comunque partivano sempre dai vecchi master analogici... sentito qualcosa di dsd convertito prima in PCM (il dac non supporta il dsd) e devo dire che il rip del CD normale si sente meglio ... probabilmente le conversioni non funzionano molto bene (plug in di foobar)..

    il SACD era nato per offrire la qualità del digitale di alto livello anche a chi non poteva permettersi DAC costosi (o costosi lettori cd che avevano internamente raffinati dac)
    avatar
    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 6929
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 64
    Località : Milano

    Re: Alternativa al notebook

    Post  RockOnlyRare on Mon Jul 24, 2017 5:40 pm

    Johnny1982 wrote:il DSD appunto nasceva come formato del SACD ma che non prese in realtà molto piede ...

    il problema è che a livello digitale come formato non permette alcun tipo di elaborazione...

    i gruppi che ascolto ultimamente qualcosa buttano fuori in HD , però sempre pcm ... vedi i remaster degli iron maiden ... le uscite recenti vengono invece generalmente fatte uscire in hd 24bit 48kHz (sopra questo formato ho davvero dubbi che sia percepibile alcuna differenza)

    DSD erano usciti alcuni anni fa ad esemppio le versioni in SACD dei primi dischi dei black sabbath ed altri veccchi titoli ... ma comunque partivano sempre dai vecchi master analogici... sentito qualcosa di dsd convertito prima in PCM (il dac non supporta il dsd) e devo dire che il rip del CD normale si sente meglio ... probabilmente le conversioni non funzionano molto bene (plug in di foobar)..

    il SACD era nato per offrire la qualità del digitale di alto livello anche a chi non poteva permettersi DAC costosi (o costosi lettori cd che avevano internamente raffinati dac)

    Il SACD è sempre stato un supporto di nicchia. Ne presi solo uno , il classico dark side per curiosità ma non ho mai preso un lettore dedicato. Adesso ho un lettore BD compatibile 4k (in teoria) della Sony che legge i SACD ma che è ben lontano da essere un hi-end !!!

    Come ben sappiamo, il formato di uscita di un master nativo DIGITALE per essere "reale" non deve essere superiore a quello del master. Se nasce a 192khz ben venga, a meno che non ci marcino sopra facendolo pagare di più rispetto all 96 che costa di più rispetto al 48 etc etc.... mera speculazione !!!

    Le conversioni analogico digitale, che siano Flac 16-44 o DSD 256 sono sempre conversioni dall'analogico.... possono suonare meglio a seconda dei casi, anche se per me più importante è come il file è stato rimasterizzato rispetto al formato di conversione digitale. Se il master originale proviene da una conversione che all'origine era stata fatta male (es loudness war) non c'è formato hi-res che tenga !!!!
    Meglio cercare il vinile o la prima edizione del cd se uscito prima del pastrocchiamento.

    Adoro Foobar come player per uso "domestico" (non hi-end) e per le sue straordinarie funzioni di db, editor, verifica dei files, Export, gestione playlist ed infinite altre funzioni. Ed usano il DRAM ed il drive ASIO, fa comunque la sua figura anche come player digitale anche se ci sono prodotti nettamente superiori (a pagamento).
    Però il suo maggior tallone di Achille è certamente nelle conversioni, FLAC in primis.
    Certamente ci sono altri programmi che lavorano molto meglio su questo aspetto.

    In pratica uso foobar (o MUSO che si può gestire anche in remoto via rete) come db per la ricerca dei files e poi importo i files da ascoltare su hqplayer (ben superiore come player ma che come gestione del files è fin troppo spartano).


    _________________
    http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

    https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
    avatar
    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17
    Località : Marche

    Re: Alternativa al notebook

    Post  Johnny1982 on Mon Jul 24, 2017 6:09 pm

    RockOnlyRare wrote:

    Il SACD è sempre stato un supporto di nicchia. Ne presi solo uno , il classico dark side per curiosità ma non ho mai preso un lettore dedicato. Adesso ho un lettore BD compatibile 4k (in teoria) della Sony che legge i SACD ma che è ben lontano da essere un hi-end !!!

    Come ben sappiamo, il formato di uscita di un master nativo DIGITALE per essere "reale" non deve essere superiore a quello del master. Se nasce a 192khz ben venga, a meno che non ci marcino sopra facendolo pagare di più rispetto all 96 che costa di più rispetto al 48 etc etc.... mera speculazione !!!

    Le conversioni analogico digitale, che siano Flac 16-44 o DSD 256 sono sempre conversioni dall'analogico.... possono suonare meglio a seconda dei casi, anche se per me più importante è come il file è stato rimasterizzato rispetto al formato di conversione digitale. Se il master originale proviene da una conversione che all'origine era stata fatta male (es loudness war) non c'è formato hi-res che tenga !!!!
    Meglio cercare il vinile o la prima edizione del cd se uscito prima del pastrocchiamento.

    Adoro Foobar come player per uso "domestico" (non hi-end) e per le sue straordinarie funzioni di db, editor, verifica dei files,  Export, gestione playlist ed infinite altre funzioni. Ed usano il DRAM ed il drive ASIO, fa comunque la sua figura anche come player digitale anche se ci sono prodotti nettamente superiori (a pagamento).
    Però il suo maggior tallone di Achille è certamente nelle conversioni, FLAC in primis.
    Certamente ci sono altri programmi che lavorano molto meglio su questo aspetto.

    In pratica uso foobar (o MUSO che si può gestire anche in remoto via rete) come db per la ricerca dei files e poi importo i files da ascoltare su hqplayer (ben superiore come player ma che come gestione del files è fin troppo spartano).

    per rip e conversione formati io usa dbpoweramp ...

    non a caso Steve Harris per i nuovi remaster degli Iron ha ritirato fuori i tape originali e ricampionati a 96kHz-24bit con campionatori di ultima generazione e poi è stata fatta tutta una serie di processamenti ... però ha deciso di rilasciarle in PCM e non DSD ...

    prossimo mio step è provare raspberry + allo + volumio in coassiale con il DAc oppure prendo la versione usb bridge sempre con volumio ...sono ancora un pò indeciso su cosa scegliere fra le 2 opzioni ... nel caso del coassiale ovvio la usb la lascerei attaccata al pc ...

    avatar
    oDo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2840
    Data d'iscrizione : 2014-09-23
    Località : Milano

    Re: Alternativa al notebook

    Post  oDo on Tue Jul 25, 2017 1:15 am

    Johnny1982 wrote:il DSD appunto nasceva come formato del SACD ma che non prese in realtà molto piede ...

    tutto al passato?  

    è morto???  
    non sapevo....

    Johnny1982 wrote:
    ....
    i gruppi che ascolto ultimamente qualcosa buttano fuori in HD , però sempre pcm ... vedi i remaster degli iron maiden ...

    sui 24 bit degli Iron Maiden stendo un velo pietoso: per me sono 'na vera schifezza! santa

    mi limito ai primi 4 album e dico solo che i cd originali sono meglio e gli LP anche di più.
    Sui successivi non ho termini di paragone con gli originali, ma mi sembra che in assoluto la qualità di questi 24 bit degli Iron....mah


    _________________
    paolo
    avatar
    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17
    Località : Marche

    Re: Alternativa al notebook

    Post  Johnny1982 on Tue Jul 25, 2017 1:32 am

    Sono in disaccordo ... Piece of mind trovo la nuova rimasterizzazione eccellente, ho anche la remaster degli anni 90 in cd... Le altre le ho ascoltate meno

    Su quella del primo disco la grossa pecca é la mancanza di sanctuary , ma mi sembra decisamente valida.

    La ho ascoltata solo una volta ... Ma quella di killers a detta di harris era dove aveva secondo lui il suono era migliorato di piu... Killers non é che ho una gran voglia di ascoltarlo... Quindi lo lascio fuori dai paragoni

    Ora leggo sempre di qualcuno che critica costantemente i remaster ed il bello é sempre l'originale...

    Non ho il termine di paragone dei vinili perché non ho mai avuto un giradischi...

    Ma almeno sui maiden non ho sentito nessuna delle remaster peggiorativa degli originali.

    Quelle piu recenti invece é dove forse si nota meno la differenza ... Forse perche album gia registrati e masterizzati molto bene ...

    Esempio seventh son ... Non si ha una differenza tangibile... Probabilmente perche l'oroginale era gia quasi perfetto di suo...
    avatar
    Johnny1982
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 4946
    Data d'iscrizione : 2017-01-17
    Località : Marche

    Re: Alternativa al notebook

    Post  Johnny1982 on Tue Jul 25, 2017 1:37 am

    Il sacd é morto ? Direi di si ... Penso che neanche lo 0.1% della musica esca in sacd. Se non é morto... Manca solo di staccare la spina..


    _________________
    Elettroniche: V281 DAC: Auralic Vega + Isolatore Intona Industrial, Cavi segnale e cuffie Autocostruiti Argento Occ Neotech o  Jupiter 6N Cryo, DragonFly Red
    Cuffie: Senny HD600 e HD201, Denon AH-d7200, HifiMan he6,b&w P7 Auricolari: VE Monk, HiFiMan ES100
    Cinema: TV LG 55B6V A/V ONKYO TX NR-747 Lettore UHD: Panasonic UB-700 Cavi HDMI AudioQuest Pearl 2.0 Dali Zensor 3+Vokal, Sub+Surround Canton
    Cavi Alim. autocostruiti Acoustic Revive Powermax 5000 + Spine Viborg
    Catena Casse: Rega BrioR, Canton SLS790, segnalre: RCA Mundorf, Potenza: Viablue SC-6 Anaconda
    avatar
    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 6929
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 64
    Località : Milano

    Re: Alternativa al notebook

    Post  RockOnlyRare on Tue Jul 25, 2017 4:04 pm

    Johnny1982 wrote:Il sacd é morto ? Direi di si ... Penso che neanche lo 0.1% della musica esca in sacd.  Se non é morto... Manca solo di staccare la spina..

    Beh SACD si trovano tuttora sul mercato però è chiaro che sia uno standard che ha avuto un successo di nicchia.
    Investire ex novo oggi su sistema SACD sarebbe una spesa inutile, questo è poco ma sicuro.


    _________________
    http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

    https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
    avatar
    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 6929
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 64
    Località : Milano

    Re: Alternativa al notebook

    Post  RockOnlyRare on Tue Jul 25, 2017 4:12 pm

    Rimasterizzazione si no ???

    Secondo me non è possibile fare una valutazione generale.
    Ci sono esempi di album rimasterizzati splendidamente in cd, in particolare le prime edizioni fine anni 80 in cd, oppure alcune rielaborazioni recenti.
    Esempio Led Zeppelin Boxset, Creedence Cronicles etc etc....

    Altri che sono stati fatti ai tempi della loudness war che sono inascoltabili, così come si sono rivelate pessimi i tentativi eseguiti di riduzione del rumore di fondo che tagliavo completamente alti e dinamica.
    Idem troppe antologie, spesso pure di lusso , in cui si usava impietosamente la funzione di livellamento dei picchi di volume.

    Come sempre per le varie edizioni, si deve fare un distinguo caso per caso.


    _________________
    http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

    https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it

      Current date/time is Sun Dec 16, 2018 1:42 pm