Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Share
    avatar
    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 29
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  ziobill on Thu Jul 27, 2017 5:57 pm


    Salve a tutti, sono in ferie! Mi sono detto: ma perché non vado a romp... ehm... allietare con la mia presenza il mio negoziante/amico di fiducia?! Ci vado, ciao come stai? Tutto bene, eccetera. Mentre discorriamo amabilmente mi cade l'occhio su di uno scatolo nero, con una grossa manopola sul frontale, abbandonato in un angolino su di uno scaffale. Simulo indifferenza... però poi cedo e gli chiedo se me lo fa ascoltare, magari con quelle Klipsh Heresy che... "Non ho tempo! Vai ad ascoltartelo a casa tua!" Risponde l'amico, poi me lo imballa e consegna! Cedo alla violenza e porto lo scatolo a casa; lo collego, tiro fuori vinili e sacd ed inizio la prova, mettendolo a confronto col mio adorato Fortissimo! Lo scatolo avrebbe bisogno di un opportuno rodaggio, ma... me ne impippo e attacco con Diana Krall! A qualcuno di lor signori interessa sapere com'è andata? Saluti. ziobill
    avatar
    Lele67
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 151
    Data d'iscrizione : 2016-08-27
    Età : 49
    Località : Sesto San Giovanni (MI)

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  Lele67 on Thu Jul 27, 2017 6:46 pm

    Molto curioso racconta com'è andata


    _________________
    Amplificatore: Audio Analogue Fortissimo by AirTECH - Lettore cd: Audio Analogue Fortissimo CD/DAC by AirTECH - Diffusori: ELAC FS 247.3 - Sorgente a/v: Cambridge Audio Azur 650 BD - Cavi di Segnale RCA e XLR Cavi di Potenza e Cavi di Alimentazione: AirTECH ALFA
    avatar
    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 29
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  ziobill on Thu Jul 27, 2017 7:51 pm

    Allora, per prima cosa ho notato che, malgrado le dimensioni leggermente più basse, lo scatolo pesa di più del Fortissimo. Sul pannello posteriore ci sono 3 ingressi analogici e la presa PHONO con relativa massa. Poi si trova un ingresso bilanciato, la separazione pre, un'uscita mono e l'interruttore generale,

    Manca l'ingresso ottico che invece è presente sul Fortissimo. La componentistica degli ingressi/uscite mi sembra di ottimo livello ma questa non è una novità per gli apparecchi Audio Analogue.
    Un discorso a parte va fatto per il telecomando, bellissimo ed essenziale nella sua semplicità. Adesso è possibile selezionare i vari ingressi facilmente, il SETUP è altrettanto facile ed immediato. Piccolo particolare: commutare l'ingresso PHONO tra MM e MC si può fare direttamente dal telecomando, non occorre più aprire l'apparecchio ed agire sulla scheda.

    Altra nota a mio parere positiva del telecomando è che finalmente i comandi del volume sono a destra (come la maggior parte dei telecomandi esistenti), proprio adesso che mi ero abituato ad averlo a sinistra! Sob! Poi non c'è più la necessità di ricordare l'equivalenza numero sul tasto/ingresso abbinato, i due tasti IN+ e IN- permettono di scorazzare agevolmente tra i vari ingressi.
    Per quanto riguarda l'estetica dell'apparecchio personalmente a me piace, ma questa è un'opinione del tutto soggettiva. Inoltre questo è nero, forse il grigio è maggiormente elegante.

    Comunque... ho sistemato lo scatolo sopra all'altro e l'ho collegato.
    segue...
    avatar
    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 29
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  ziobill on Thu Jul 27, 2017 8:53 pm

    Appena acceso sono rimasto accecato dalla luminosità dei led (scherzo ma mica tanto), per fortuna é facilmente regolabile col solito tasto SETUP.
    Veniamo all'impianto: utilizzo un giradischi Technics 1210 con testina Grado Premium (quella con corpo in legno per intenderci), sacd Marantz SA7300; le casse sono delle vecchie Revac Clotesse, con tweeter (t35 Electrovoice) e mid a tromba, le ho da quarant'anni e non le cambierei con... cioè con qualcuna le cambierei, ma per ora i reni mi servono entrambi!

    Veniamo all'audio, finora ho utilizzato più che altro sacd:
    Diana Krall "the girl in other room";
    Mark Knopfler "shangri-la";
    CD Leonar Cohen "ten new song";
    Anna Garano e Anais Tekerian "Ansahman";
    CD Gianmaria Testa "solo dal vivo";
    Tchaikovsky Violin concerto Op.35 Giovanni Angeleri;
    Accuphase Special Sound Selection.
    Ho ascoltato pochi vinili finora (David Gilmour "rattle that lock" e qualcun altro), aspetto che il rodaggio proceda prima di buttarmi sulla classica.
    Veniamo alle impressioni, del tutto personali sia chiaro: lo scatolo suona dannatamente bene, non si limita a riprodurre la musica, la SUONA. Avevo sostenuto la medesima affermazione quando avevo preso il Fortissimo, ma è proprio così! In certi passaggi mi sorprendo a chiedermi: ma questo particolare lo sentivo anche prima? La chitarra aveva questa forza, questo dettaglio, questo impatto? Insomma lo scatolo... va bene l'AA100, mi ha sorpreso proprio come aveva fatto il Fortissimo un anno fa! Si sente più... più.. più definizione, maggiori particolari, un dettaglio della scena sonora migliore, più... più... di tutto! Ecco sì, più di tutto!
    Ovviamente mi riprometto di testare di nuovo l'apparecchio una volta rodato come si deve, e magari di tediarvi ancora con le mie conclusioni, nel frattempo domani il mio adorato Fortissimo tornerà al negozio, credo che non riuscirò a trattenere una lacrimuccia... dannato scatolo! A questo punto la domanda che sorge spontanea è la seguente: il cambio è giustificato? L'AA100 vale l'investimento? A mio parere sì, quanto? Questo potrò dirvelo solo quando il piccoletto sarà svezzato del tutto! Saluti

    gianpiero
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 277
    Data d'iscrizione : 2013-03-20
    Età : 38
    Località : Milano

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  gianpiero on Fri Jul 28, 2017 10:53 pm

    ciao..quindi se ho capito bene questo è il successore del Verdi 100?
    be che dirti se hai notato una notevole spigliatezza su diversi aspetti sonici come hai citato io non lo riporterei più indietro ,anche se non ho capito cosa va di listino o meglio a quanto te lo ha lasciato.
    devo ammettere che AA mi piace,il verdi 100 mia ha regalato un paio di anni di soddisfazioni e l'ho sempre trovato bello musicale,forse un po di ciccia in più in termini di pilotaggio l'avrei gradito.
    avatar
    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 29
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  ziobill on Sat Jul 29, 2017 7:30 am

    Premesso che lo scatolo si sta ancora facendo i muscoli, quindi, prima di dare un giudizio definitivo aspetto che abbia raggiunto le fatidiche 100 ore di uso, posso già dire che le sue prestazioni sono davvero notevoli. Però io non conosco il Verdi, quindi non mi permetto di fare paragoni o esprimere giudizi. Conosco bene il Fortissimo ivece, che ho usato con grande soddisfazione per un anno, l'AA100 è diverso, in quanto deriva dalle esperienze Anniversary. Sono apparecchi di un altro livello, basta vedere l'ingresso phono o l'ampli in classe A per la cuffia di cui è dotato. Poi il suono... ma qui si va sul personale, ognuno è libero di giudicare usando le proprie orecchie. Veniamo al prezzo, lo scatolo costa 3.250 euri di listino, circa il doppio del Fortissimo, la domanda è: ne vale la pena? Tra una cinquantina d'ore potrò dare la mia personale risposta. Ieri intanto ho riportato il Fortissimo in negozio, perché? Mica potevo continuare ad ascoltare musica pensando: ma con lo scatolo, questo brano come si sarebbe sentito?
    avatar
    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 29
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  ziobill on Tue Aug 01, 2017 4:57 pm

    98... 99... 100! Finalmente il pupo è svezzato! Se è servito rodarlo? Certo che sì, è ovvio: il suono dello scatolo... pardon, dell'AA100 è cambiato assai e si è... come dire? Evoluto, perdendo man mano quella punta d'asprezza palesata verso metá rodaggio. Ora posso dare un (personale) giudizio: il piccoletto suona in modo... qui avrei potuto metterci una lunga sequela di aggettivi parecchio, ma parecchio lusinghieri, ma... preferisco semplicemente riportare quanto più volte accaduto in questi giorni di prove, ascoltando un cd, un sacd che conosco molto bene, ho riscontrato particolari, dettagli, minuzie, che prima non avevo mai notato/sentito. Questo unito ad un dettaglio, una pulizia, una dinamica davvero notevole (i bassi in particolare sono fantastici). Vale la pena passare dal Fortissimo all 'AA100? A mio modestissimo parere sicuramente sì! Lo scatolo é di un altro livello, anche come prezzo accidenti a lui! Ecco perchè mi terrò bene alla larga dal Maestro Anniversary, con lo scatolo ho raggiunto il massimo delle mie possibilità! A dire il vero l'autunno passato ero andato ad ascoltarlo approfittando di uno degli incontri che Audio Analogue organizzava in giro per l'Italia, ma era collegato a casse non di mio gusto e quindi di quel giorno ricordo bene solamente i cantucci e il vin santo che il signor Blanda di AA aveva generosamente offerto. Saluti. ziobill
    avatar
    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 29
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  ziobill on Fri Aug 04, 2017 8:55 pm

    Posto un piccolo aggiornamento, sperando di non infrangere alcuna regola, nel caso prego gli Admin di rimuovere questo post. Dunque, era da un pò che desideravo prenderlo, utilizzando le prove d'ascolto dell'AA100 come pretesto, l'ho ordinato. Trattasi di un sacd giapponese "the dialogue", sono 7 brani, in ognuno di essi sono presenti solo 2 strumenti, uno è sempre la batteria. È difficile da trovare e costa un botto, ma a mio parere è inciso con una qualità assolutamente straordinaria, 2 dei suoi brani sono inclusi nel sacd demo n.2 di Accuphase, che il mio amico negoziante si è sempre rifiutato di vendermi/omaggiarmi, ma in questo cd la dinamica è maggiore (confronto fatto di persona stamani). L'ho dato in pasto allo scatolo e... vi assicuro che l'esperienza è stata davvero esaltante. Intendiamoci, non è un cd da ascoltare per la sua qualità artistica, ma come disco prova credo abbia ben pochi rivali. Provare per credere! Chiudete gli occhi e I suonatori si materializzano davanti a voi. Inutile aggiungere che l'AA100 mi piace sempre di piú, si è capito, vero?
    avatar
    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 29
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  ziobill on Tue Aug 08, 2017 10:21 am

    Ascoltare il concerto per violino ed orchestra di Tchaikowsky in compagnia del mio personale tecnico del suono non ha prezzo!
    avatar
    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32488
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  aircooled on Wed Aug 09, 2017 3:48 pm

    ziobill wrote:Ascoltare il concerto per violino ed orchestra di Tchaikowsky in compagnia del mio personale tecnico del suono non ha prezzo!
    quoto sunny


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso


     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza -
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it
    avatar
    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10381
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 48
    Località : Italia

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  Amuro_Rey on Wed Aug 09, 2017 4:44 pm

    applausi applausi cheers cheers


    _________________
    Per sempre  P I R A T A       
    avatar
    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 29
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  ziobill on Tue Aug 22, 2017 8:25 am

    Piccolo aggiornamento. Il suono dello scatolo si è affinato ancora, non so se sia finalmente stabile, so solamente che adesso, dopo più di 160-180 ore, si è di molto addolcito, perdendo del tutto quella nota d'asprezza sui medio alti che rendeva meno piacevole l'ascolto della musica classica. A mio modesto parere per l'AA100 occorrono più delle classiche 100-120 ore che erano state sufficienti al Fortissimo. Non so se qualcun altro può confermare o meno questa mia impressione, resta comunque il fatto che prima di dare un giudizio definitivo, è meglio attendere che l'apparecchio si stabilizzi definitivamente.
    P.S. il mio personale tecnico del suono ha tentato di divorarsi un woofer, prima che che lo bloccassi è riuscito ad ammaccare la cupola centrale, fortunatamente sono riuscito a ripristinarla. Se ci riprova lo faccio a fette! Sottili, non spesse!
    avatar
    AlessandroCatalano
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 70
    Data d'iscrizione : 2017-02-12
    Età : 61
    Località : Roma

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  AlessandroCatalano on Tue Aug 29, 2017 12:22 am

    ziobill wrote:Piccolo aggiornamento. Il suono dello scatolo si è affinato ancora, non so se sia finalmente stabile, so solamente che adesso, dopo più di 160-180 ore, si è di molto addolcito, perdendo del tutto quella nota d'asprezza sui medio alti che rendeva meno piacevole l'ascolto della musica classica. A mio modesto parere per l'AA100 occorrono più delle classiche 100-120 ore che erano state sufficienti al Fortissimo. Non so se qualcun altro può confermare o meno questa mia impressione, resta comunque il fatto che prima di dare un giudizio definitivo, è meglio attendere che l'apparecchio si stabilizzi definitivamente.
    P.S. il mio personale tecnico del suono ha tentato di divorarsi un woofer, prima che che lo bloccassi è riuscito ad ammaccare la cupola centrale, fortunatamente sono riuscito a ripristinarla. Se ci riprova lo faccio a fette! Sottili, non spesse!

    Carissimo Ziobill,

    Comprendo perfettamente le sensazioni che stai provando ... Audio Analogue e ... ancor più se by Airtech Ti entra nelle vene e qualsiasi altro apparecchio non Ti piace più !!!! E' una escalation continua ... io ho il Puccini Anniversary, di cui sono straultrafelice (ogni volta che lo ascolto è una continua fantastica sorpresa) e non so quanto durerà ... mi sono impallinato per il Maestro Anniversary ... e non dico altro ... o meglio aggiungo solo aggiungi i "fili" Airtech (come li chiama l'ottimo Aircooled) e vedrai che Ti si aprirà un altro mondo ancora !!!

    Rallegramenti per l'ottimo acquisto e goditelo appieno con il Tuo e simpatico Ingegnere del suono. oko applausi cheers

    Alessandro


    _________________
    Alessandro

    AA Puccini Anniversary by Airtech - AA Crescendo CDP by Airtech - Sonus faber Olympica II - Thorens TD126 Mk III - SME 3009/S2 Improved - Clearaudio Nano Phono V2 - Shure V15 IV - Cavi full Airtech Alfa & Omega
    avatar
    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 29
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  ziobill on Tue Aug 29, 2017 4:21 pm

    Ehm... in questo momento meglio soprassedere, dopo gli ultimi esborsi è meglio se faccio il bravo per un po'! Non vorrei ritrovarmi sotto ad un ponte col mio impianto! Dubito che l'audio sotto le arcate sia accettabile! Un quanto ad Audio Analogue e compagnia col sottoscritto sfondi una porta aperta, considero i loro apparecchi davvero eccezionali. Ulteriore valore aggiunto è rappresentato dall'assistenza post-vendita, assolutamente di prim'ordine, a volte non si considera abbastanza questo aspetto, ma di certo va valutato quando si decide un nuovo acquisto.
    In quanto al mio personale tecnico del suono, superati i primi momenti di furibonda incazz... ehmm... volevo dire: lieve disappunto, mi sono accorto che i 2 woofer, pur suonando ancora bene, dopo 40 anni abbisognavano di un completo restauro. Per non rimanere senza me ne sono procurati altri due (Klipsch K22E) dalla Germania, non appena finirà il periodo di ferie manderò i miei 2 vecchi CTS in un laboratorio specializzato a rifarsi il look. Saluti. ziobill
    avatar
    AlessandroCatalano
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 70
    Data d'iscrizione : 2017-02-12
    Età : 61
    Località : Roma

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  AlessandroCatalano on Tue Aug 29, 2017 8:44 pm

    ziobill wrote:Ehm... in questo momento meglio soprassedere, dopo gli ultimi esborsi è meglio se faccio il bravo per un po'! Non vorrei ritrovarmi sotto ad un ponte col mio impianto! Dubito che l'audio sotto le arcate sia accettabile! Un quanto ad Audio Analogue e compagnia col sottoscritto sfondi una porta aperta, considero i loro apparecchi davvero eccezionali. Ulteriore valore aggiunto è rappresentato dall'assistenza post-vendita, assolutamente di prim'ordine, a volte non si considera abbastanza questo aspetto, ma di certo va valutato quando si decide un nuovo acquisto.
    In quanto al mio personale tecnico del suono, superati i primi momenti di furibonda incazz... ehmm... volevo dire: lieve disappunto, mi sono accorto che i 2 woofer, pur suonando ancora bene, dopo 40 anni abbisognavano di un completo restauro. Per non rimanere senza me ne sono procurati altri due (Klipsch K22E) dalla Germania, non appena finirà il periodo di ferie manderò i miei 2 vecchi CTS in un laboratorio specializzato a rifarsi il look. Saluti. ziobill

    Giusto .... un passetto alla volta e tutto si gusta al meglio poco a poco .... e soprattutto non si va a dormire sotto i ponti ....

    Alessandro


    _________________
    Alessandro

    AA Puccini Anniversary by Airtech - AA Crescendo CDP by Airtech - Sonus faber Olympica II - Thorens TD126 Mk III - SME 3009/S2 Improved - Clearaudio Nano Phono V2 - Shure V15 IV - Cavi full Airtech Alfa & Omega
    avatar
    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 29
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  ziobill on Sun Sep 10, 2017 12:06 pm

    Dopo l'intervento del tecnico del suono con la coda, ho sostituito i vecchi e vetusti woofer CTS con due Klipsch k22e, che le Heresy (a cui le Revac si ispiravano) montavano all'epoca.
    Per l'occasione ho anche modificato il fissaggio, invece delle viti per legno classiche ho optato per viti a brugola con "ragnetto" posteriore, che asicurano un miglior fissaggio dell'autoparlante alla cassa. Un filo di pasta, una passata di cera e il lavoro é fatto!




    Il risultato? Le vecchie Revac sono ringiovanite, il bassi hanno perso quella "coda" probabilmente dovuta alle sospensioni ormai troppo morbide dei woofer, l'impressione é di una maggiore pulizia, poi in abbinamento con l'AA100... una goduria! insomma valeva la pena intervenire, il mio tecnico del suono (accidenti a lui!) aveva ragione!
    P.S. Ovviamente in futuro ho intenzione di far restaurare i woofer CTS da personale specializzato, non si sa mai, il tecnico con la coda potrebbe intervenire ancora devil devil devil
    avatar
    AlessandroCatalano
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 70
    Data d'iscrizione : 2017-02-12
    Età : 61
    Località : Roma

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  AlessandroCatalano on Sun Sep 10, 2017 12:17 pm

    ziobill wrote:Dopo l'intervento del tecnico del suono con la coda, ho sostituito i vecchi e vetusti woofer CTS con due Klipsch k22e, che le Heresy (a cui le Revac si ispiravano) montavano all'epoca.
    Per l'occasione ho anche modificato il fissaggio, invece delle viti per legno classiche ho optato per viti a brugola con "ragnetto" posteriore, che asicurano un miglior fissaggio dell'autoparlante alla cassa. Un filo di pasta, una passata di cera e il lavoro é fatto!




    Il risultato? Le vecchie Revac sono ringiovanite, il bassi hanno perso quella "coda" probabilmente dovuta alle sospensioni ormai troppo morbide dei woofer, l'impressione é di una maggiore pulizia, poi in abbinamento con l'AA100... una goduria! insomma valeva la pena intervenire, il mio tecnico del suono (accidenti a lui!) aveva ragione!
    P.S. Ovviamente in futuro ho intenzione di far restaurare i woofer CTS da personale specializzato, non si sa mai, il tecnico con la coda potrebbe intervenire ancora devil devil devil

    Ciao Ziobil,

    Gran bel lavoro e ben documentato ! Per i bassi non Ti preoccupare ... un centinaio di ore di rodaggio e vedrai che tutto tornerà perfettamente in ordine come prima .... anzi meglio di prima .... Buona musica.

    Alessandro


    _________________
    Alessandro

    AA Puccini Anniversary by Airtech - AA Crescendo CDP by Airtech - Sonus faber Olympica II - Thorens TD126 Mk III - SME 3009/S2 Improved - Clearaudio Nano Phono V2 - Shure V15 IV - Cavi full Airtech Alfa & Omega
    avatar
    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 29
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  ziobill on Sun Sep 10, 2017 6:32 pm

    Lo sono già adesso meglio di prima, i due woofer klipsch sono ovviamente altoparlanti usati, per l'esattezza sono i modelli col magnete quadrato che equipaggiavano la versione uno delle heresy. La Revac di Torino al tempo importava in Italia il marchio klipsch, credo la società si chiamasse Alcor. La Revac ottenne dagli americani il permesso di realizzare dei diffusori "ispirandosi" appunto alla produzione klipsch, i modelli si chiamavano Clotesse (le mie) e Pramand, si differenziavano unicamente per le dimensioni del woofer, le Pramand lo avevano da 35 cm di diametro, mentre le Clotesse da 30. Possiedo questi diffusori da 35 anni e posso assicurarvi che non le cambierei con la maggior parte delle casse moderne. L'abbinamento con l'AA100 ora e con Fortissimo prima è fantastico, certo deve piacere il suono delle casse a tromba, ma a parte questo, non ci sono altre controindicazioni. D'altronde si tratta di due eccellenze italiane, una attuale, l'altra di 40 anni fa, quando a Torino aziende quali Revac, Hirtel, Steg (il nome di Bartolomeo Aloia vi dice niente?), Indiana Line, Coral e altre ancora, diedero vita ad uno straordinario fenomeno hi-tech.
    P.S. Piccolo particolare: la Revac venne fondata da alcuni studenti del Politecnico, la loro prima realizzazione credo fu la sonorizzazione del locale davanti al Poli. Il nome Revac infatti è il goliardico acronimo di Rumori E Vari Altri Casini.
    avatar
    ziobill
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 29
    Data d'iscrizione : 2016-08-05

    Re: Fortissimo vs. AA100 ovvero: ma perché non vado anch'io a fare le code in autostrada invece di complicarmi la vita?!

    Post  ziobill on Wed Sep 20, 2017 7:41 am


    Dopo circa 2 mesi dall'arrivo dello scatolo, posso finalmente esprimere il mio personale giudizio: ne valeva la pena! L'AA100 è un amplificatore straordinario, che sa tirare fuori da ogni cd, ogni vinile, il meglio. Molte volte in questi questi due mesi, ascoltando ho scoperto nelle incisioni, nuovi dettagli, particolari inediti, sfumature, prima sconosciute. L'unica raccomandazione che mi sento di fare riguarda il rodaggio, lo scatolo ha bisogno di più tempo rispetto al Fortissimo per mostrare ciò che sa fare, direi almeno 200 ore. Dal canto mio ne ho approfittato per dare una sistemata all'impianto, woofer a parte ho ricontrollato la disposizione dei diffusori in ambiente; utilizzo un metodo trovato su di una rivista, illustrato da Neil Patel di Avalon, è semplice e funzionale, se a qualcuno può interessare non ha che da chiedere... saluti. ziobill

      Current date/time is Sat Dec 16, 2017 5:50 pm