Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Tesla T1
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Tesla T1

    Share

    m@iko
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 398
    Data d'iscrizione : 2010-05-07
    Località : Tralenote

    Tesla T1

    Post  m@iko on Tue Jun 15, 2010 10:51 am

    Su Gentile richiesta di Fil (Filippo Alfonsi)
    sul 3d “ma quanti sono i cuffiofili??? “ pervenutami più di un mese fa e con cui mi scuso per il ritardo , dovuto alla ricerca di un ascolto approfondito, non sempre possibile per mancanza di tempo da dedicare alla mia musica preferita, cercherò di esporre alcune impressioni sulla Tesla T1, dando soprattutto la possibilità con l’apertura di un 3d specifico agli evetuali possessori di allargare le sensazioni di ascolto della Top Beyer, come suggeritomi dallo stesso Fil che ringrazio per questa opportunità.

    Sono molto soddisfatto della Tesla, che rimarrà sulla mia capoccia per molto ma molto tempo , se non definitivamente, vita mia e della Beyer permettendo,

    Non posso ritenermi un esperto dell’ascolto in cuffia, ma vorrei esprimere alcune considerazioni sui miei trascorsi “cuffiofili”, prima di esporre un giudizio logicamente sempre “personale” sulla Tesla e sulle “beneamate” precedenti.
    Le cuffie e gli ampli sono stati acquistati nuovi, generi musicali preferiti, classica,jazz e pop (meno).

    1a cuffia: Akg K240 MKII cuffia buona dal costo per quello che offre rispettabilissima. Mediobassi in evidenza ed alti a rischio sibilanti con medi molto piacevoli , pilotata da un Docet 3Amp con sorgente un onestissimo Harman Kardon HD990.

    2° cuffia: Denon AH -D5000 al primo impatto , entusiasmante, grande dinamica e punch, gamma bassa ben pronunciata a volte invadente con effetto loudness. Gamma media leggermente arretrata ed alta pregevole. Molto buona l’headstage. Si nota una colorazione timbrica piacevole, ma che alla “distanza”* porta per i miei gusti
    ad una fatica d’ascolto, che mi ha suggerito l’acquisto dell’ampli successivo.
    Ampli Violectric HPA V200: scelta felicissima,mi ha dato la possibilità di asciugare in parte il basso della Denon 5000, riducendo il “riverbero” in gamma bassa e affinando la grana in gamma alta . Ora la cuffia è sicuramente più gradevole ma le sue peculiarità rimangono……. seppur attenuate.

    3a cuffia: permuta dell’Akg K240 MKII con Beyerdynamic DT880 Pro.
    La DT880 Pro è una cuffia “naturale” ottima timbrica strumentale “classica”, che ritengo molto veritiera, basso ben presente ma controllato, alti piacevoli, cuffia aperta chiara , ma soprattutto un ottimo bilanciamento tra le gamme, l’headstage buono ma non a livello delle Denon come ampiezza ,ma ottimo come separazione e definizione strumentale.

    4° cuffia l’Akg 501, gamma media dotata di una “soavità” ineguagliabile tra le cuffie possedute, headstage superbo, profondo ed ampio seppur “artefatto” ma piacevole., il messaggio sonoro sembra arrivare da “lontani lidi” ma con buona definizione. Cuffia molto “rilassante”ottima con classica e jazz. Qualche leggera pecca con le masse orchestrali “poderose” mitigate dal “buon” Violectric”,.
    Da queste mie umili “percezioni” ho capito che le cuffie che incontravano maggiormente il mio gusto erano le DT880 e le AKG 501 malgrado avessero una risposta “sonica” differente.

    Ahh se la 501 avesse il “corpo” della Beyer !

    Ora fatti due conti mi son detto….. faccio la “follia” prendo la Tesla T1, non ero spaventato per l’impedenza 600 Ohm, avendo il Violectric HPA V200 non avrei sicuramente incontrato difficoltà.
    Non credo mi potesse deludere apprezzando pienamente la DT880. Ho pensato che avrei sicuramente migliorato l’headstage, la definizione ed anche la timbrica “verace” della DT880 (già molto buona ).

    Calcolatrice alla mano sommando le cifre che avrei potuto realizzare successivamente all’acquisto della Tesla vendendo il Docet sempre molto apprezzato , giustamente, considerando il prezzo onestissimo, le Denon AH-D5000, le Beyer DT880 con malincuore, avrei realizzato i ¾ del costo della Tesla.
    Presa la decisione mi sono accorto e parlo di qualche mese fa, che era introvabile, sia direttamente alla Beyerdinamic (5 settimane) che da Thoman de, idem dal venditore inglese da cui avevo acquistato le Denon a buon prezzo.

    Ricontrollando dopo qualche giorno sul venditore inglese, la dava disponibile a 815 sterline, non ho esitato.
    Quattro giorni d’attesa e finalmente s’appoggiava sulla mia capoccia.
    Di solito scaldo il Violectric una mezzoretta , malgrado non sia un valvolare beneficia notevolmente del riscaldamento, al tatto deve essere caldino, dopo un ora diventa caldissimo.
    Stavolta l’ho fatto, inserendo il Neutrik della Tesla senza audizione.
    La custodia in alluminio della cuffia non mi ha entusiasmato seppur ben fatta, più di tanto ,troppo ingombrante, molto più comoda la custodia “spartana” della DT880 Pro, pregevole in caso di trasporto.

    Bene,
    trascorsa la fatidica mezz’ora ho impugnato la Tesla , leggermente più pesante rispetto alla DT880,
    l’ho posizionata , un po’ stingente, ma ben ancorata, un pelo più scomoda della DT880, che ho sempre ritenuto confortevole.

    Già da mezz’ora s’era rodata con Beethoven “Coriolano” Op 62 Ouverture !

    Finalmente ho potuto deliziare i miei timpani, ho notato immediatamente una notevole trasparenza, e naturalezza nell’esporre la timbrica musicale. Nessuna fatica nell’esporre l’intreccio musicale complesso che rimaneva ben evidenziato con una separazione ed un dettaglio pregevole.
    Nei piani e forte del brano una superba dinamica, senza enfatizzare la gamma bassa, evidente con le Denon 5000 e leggermente pronunciata con le DT880. Palcoscenico ampio ma non eccessivo con una rappresentazione della profondità molto realistico.

    Grande equilibrio tra le frequenze ben amalgamate come del resto lo sono nella DT880.
    L’equilibrio tra le varie gamme, priorità nelle DT880, ha acquisito una miglior risoluzione,dettaglio, trasparenza, seppur allargando il palcoscenico e la profondità dei piani sonori.

    La timbrica strumentale ,dagli archì ai fiati non l’ho mai sentita così corretta e naturale.
    L’atmosfera che si respira durante l’ascolto è molto “verace” ricca di corpo di spessore senza enfatizzare
    alcune frequenze, pur essendo limpidissima.

    Il Violectric HPA V200 collabora sicuramente alla buona riuscita del risultato finale.
    La Tesla comunque si difende molto bene anche con il Carat-Topaz, ampli dac-usb con musica liquida abbinato al PC, in effetti malgrado i 600 Ohm la Tesla è molto efficiente.
    Il guadagno regolabile con il Violectric con 4 levette (+ una standard) è posizionato sulla “standard” o intermedia
    +8 db (-4/+2/+8/+14/+20) e mediamente l’escursione volume viaggia ad ore 10/11.
    Con il Carat-Topaz siamo sulle 11/12 via USB …..10/11 via Toslink con lettore cd.

    Per concludere queste mie semplici impressioni vorrei aggiungere queste considerazioni.

    Al primo ascolto non ho avuto la sensazione di grande impatto datomi dalle Denon D5000, dotate di grande punch che alla distanza (diversi mesi) per i miei gusti si è rivelato “ingannevole”,considerando anche una colorazione timbrica abbastanza pronunciata.
    La Tesla si è fatta apprezzare subito, ma non esaltandomi come le Denon, ma soprattutto nel lungo periodo ,riservandomi sempre delle ottime sorprese durante l’ascolto di tutta la mia seppur non grandiosa, collezione musicale.

    Ancor oggi la sto scoprendo, rivelandomi tutte le sue doti non appariscenti, ma di grande sostanza in fatto di neutralità, correttezza timbrica, dettaglio,trasparenza e dinamica.
    E’ un ascolto che definirei “in diretta”, “live” quando trattasi di musica acustica..classica e jazz.
    Tremendamente rivelatrice di incisioni non propriamente a “regola d’arte”

    Sono impressioni completamente soggettive e non discuto che ci sia di meglio e più performante, ma credo di aver raggiunto un ottimo risultato che soddisfa i miei gusti musicali offrendomi la possibilità di gustare pienamente la mia “musica” per tanto e tanto tempo, fato permettendo.

    Dimenticavo …ho voluto togliermi lo sfizio di provare la reginetta Sennheiser

    6a cuffia (la 5° è stata la MIA TESLA ) Sennheiser HD650 tenuta una decina di gg., una cinquantina di ore di rodaggio.
    Non è il mio suono,abbinata al Violectric si esprimeva bene ma non da farmela apprezzare in tutta la sua “eventuale” potenzialità.
    Non ho voluto “giocare” né con cavi né con eventuali “sbilanciamenti”, molto meglio la DT880 considerandole come “ Madre Casa” le ha create ,senza modifiche successive.
    Troppa la differenza di performance con la Tesla, come trasparenza ,separazione strumentale, dettaglio, bilanciamento delle gamme e timbrica rivelatasi scura, non di mio gradimento .


    _________________
    franco
    Spesso e' inutile e vana la volonta' non di chi intraprende cose facili,
    ma di chi vuole che siano facili le cose che ha intraprese. (Seneca)

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12096
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: Tesla T1

    Post  vulcan on Tue Jun 15, 2010 11:05 am

    Grazie Franco molto interessante, mi confermi che all'inizio non ti colpisce con effetti speciali ma ti conquista lentamente.
    Ho una domanda stringata mi piacerebbe sapere com'è timbricamente nei confronti della 880
    Complimenti per l'acquisto


    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    jazzy76
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 516
    Data d'iscrizione : 2010-05-15
    Età : 40

    Re: Tesla T1

    Post  jazzy76 on Tue Jun 15, 2010 11:09 am

    Complimenti, davvero interessante!
    Ogni volta che leggevo il tuo setup nel 3d degli ascolti mi sono sempre chiesto... ma perchè non parla??

    Frank

    axellone
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1995
    Data d'iscrizione : 2010-04-24
    Età : 54
    Località : Roma

    Re: Tesla T1

    Post  axellone on Tue Jun 15, 2010 11:10 am

    Grazie Franco, sono veramente pochi i possessori di questa cuffia nel forum, e ancor meno le impressioni di ascolto.. questa cosa mi lascia molto perplesso rispetto a quanti acquirenti ha avuto la hd800.
    E' una cuffia che sicuramente prima o poi prenderò, e se non l'ho ancora fatto è perchè quando il dito era pronto a spingere "invio" c'era da attendere troppo tempo! ft


    _________________
    Saluti, Enrico  

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: Tesla T1

    Post  fil on Tue Jun 15, 2010 2:41 pm

    m@iko wrote:Su Gentile richiesta di Fil (Filippo Alfonsi)
    sul 3d “ma quanti sono i cuffiofili??? “ pervenutami più di un mese fa e con cui mi scuso per il ritardo , dovuto alla ricerca di un ascolto approfondito, non sempre possibile per mancanza di tempo da dedicare alla mia musica preferita, cercherò di esporre alcune impressioni sulla Tesla T1, dando soprattutto la possibilità con l’apertura di un 3d specifico agli evetuali possessori di allargare le sensazioni di ascolto della Top Beyer, come suggeritomi dallo stesso Fil che ringrazio per questa opportunità.

    Sono molto soddisfatto della Tesla, che rimarrà sulla mia capoccia per molto ma molto tempo , se non definitivamente, vita mia e della Beyer permettendo,

    Non posso ritenermi un esperto dell’ascolto in cuffia, ma vorrei esprimere alcune considerazioni sui miei trascorsi “cuffiofili”, prima di esporre un giudizio logicamente sempre “personale” sulla Tesla e sulle “beneamate” precedenti.
    Le cuffie e gli ampli sono stati acquistati nuovi, generi musicali preferiti, classica,jazz e pop (meno).

    1a cuffia: Akg K240 MKII cuffia buona dal costo per quello che offre rispettabilissima. Mediobassi in evidenza ed alti a rischio sibilanti con medi molto piacevoli , pilotata da un Docet 3Amp con sorgente un onestissimo Harman Kardon HD990.

    2° cuffia: Denon AH -D5000 al primo impatto , entusiasmante, grande dinamica e punch, gamma bassa ben pronunciata a volte invadente con effetto loudness. Gamma media leggermente arretrata ed alta pregevole. Molto buona l’headstage. Si nota una colorazione timbrica piacevole, ma che alla “distanza”* porta per i miei gusti
    ad una fatica d’ascolto, che mi ha suggerito l’acquisto dell’ampli successivo.
    Ampli Violectric HPA V200: scelta felicissima,mi ha dato la possibilità di asciugare in parte il basso della Denon 5000, riducendo il “riverbero” in gamma bassa e affinando la grana in gamma alta . Ora la cuffia è sicuramente più gradevole ma le sue peculiarità rimangono……. seppur attenuate.

    3a cuffia: permuta dell’Akg K240 MKII con Beyerdynamic DT880 Pro.
    La DT880 Pro è una cuffia “naturale” ottima timbrica strumentale “classica”, che ritengo molto veritiera, basso ben presente ma controllato, alti piacevoli, cuffia aperta chiara , ma soprattutto un ottimo bilanciamento tra le gamme, l’headstage buono ma non a livello delle Denon come ampiezza ,ma ottimo come separazione e definizione strumentale.

    4° cuffia l’Akg 501, gamma media dotata di una “soavità” ineguagliabile tra le cuffie possedute, headstage superbo, profondo ed ampio seppur “artefatto” ma piacevole., il messaggio sonoro sembra arrivare da “lontani lidi” ma con buona definizione. Cuffia molto “rilassante”ottima con classica e jazz. Qualche leggera pecca con le masse orchestrali “poderose” mitigate dal “buon” Violectric”,.
    Da queste mie umili “percezioni” ho capito che le cuffie che incontravano maggiormente il mio gusto erano le DT880 e le AKG 501 malgrado avessero una risposta “sonica” differente.

    Ahh se la 501 avesse il “corpo” della Beyer !

    Ora fatti due conti mi son detto….. faccio la “follia” prendo la Tesla T1, non ero spaventato per l’impedenza 600 Ohm, avendo il Violectric HPA V200 non avrei sicuramente incontrato difficoltà.
    Non credo mi potesse deludere apprezzando pienamente la DT880. Ho pensato che avrei sicuramente migliorato l’headstage, la definizione ed anche la timbrica “verace” della DT880 (già molto buona ).

    Calcolatrice alla mano sommando le cifre che avrei potuto realizzare successivamente all’acquisto della Tesla vendendo il Docet sempre molto apprezzato , giustamente, considerando il prezzo onestissimo, le Denon AH-D5000, le Beyer DT880 con malincuore, avrei realizzato i ¾ del costo della Tesla.
    Presa la decisione mi sono accorto e parlo di qualche mese fa, che era introvabile, sia direttamente alla Beyerdinamic (5 settimane) che da Thoman de, idem dal venditore inglese da cui avevo acquistato le Denon a buon prezzo.

    Ricontrollando dopo qualche giorno sul venditore inglese, la dava disponibile a 815 sterline, non ho esitato.
    Quattro giorni d’attesa e finalmente s’appoggiava sulla mia capoccia.
    Di solito scaldo il Violectric una mezzoretta , malgrado non sia un valvolare beneficia notevolmente del riscaldamento, al tatto deve essere caldino, dopo un ora diventa caldissimo.
    Stavolta l’ho fatto, inserendo il Neutrik della Tesla senza audizione.
    La custodia in alluminio della cuffia non mi ha entusiasmato seppur ben fatta, più di tanto ,troppo ingombrante, molto più comoda la custodia “spartana” della DT880 Pro, pregevole in caso di trasporto.

    Bene,
    trascorsa la fatidica mezz’ora ho impugnato la Tesla , leggermente più pesante rispetto alla DT880,
    l’ho posizionata , un po’ stingente, ma ben ancorata, un pelo più scomoda della DT880, che ho sempre ritenuto confortevole.

    Già da mezz’ora s’era rodata con Beethoven “Coriolano” Op 62 Ouverture !

    Finalmente ho potuto deliziare i miei timpani, ho notato immediatamente una notevole trasparenza, e naturalezza nell’esporre la timbrica musicale. Nessuna fatica nell’esporre l’intreccio musicale complesso che rimaneva ben evidenziato con una separazione ed un dettaglio pregevole.
    Nei piani e forte del brano una superba dinamica, senza enfatizzare la gamma bassa, evidente con le Denon 5000 e leggermente pronunciata con le DT880. Palcoscenico ampio ma non eccessivo con una rappresentazione della profondità molto realistico.

    Grande equilibrio tra le frequenze ben amalgamate come del resto lo sono nella DT880.
    L’equilibrio tra le varie gamme, priorità nelle DT880, ha acquisito una miglior risoluzione,dettaglio, trasparenza, seppur allargando il palcoscenico e la profondità dei piani sonori.

    La timbrica strumentale ,dagli archì ai fiati non l’ho mai sentita così corretta e naturale.
    L’atmosfera che si respira durante l’ascolto è molto “verace” ricca di corpo di spessore senza enfatizzare
    alcune frequenze, pur essendo limpidissima.

    Il Violectric HPA V200 collabora sicuramente alla buona riuscita del risultato finale.
    La Tesla comunque si difende molto bene anche con il Carat-Topaz, ampli dac-usb con musica liquida abbinato al PC, in effetti malgrado i 600 Ohm la Tesla è molto efficiente.
    Il guadagno regolabile con il Violectric con 4 levette (+ una standard) è posizionato sulla “standard” o intermedia
    +8 db (-4/+2/+8/+14/+20) e mediamente l’escursione volume viaggia ad ore 10/11.
    Con il Carat-Topaz siamo sulle 11/12 via USB …..10/11 via Toslink con lettore cd.

    Per concludere queste mie semplici impressioni vorrei aggiungere queste considerazioni.

    Al primo ascolto non ho avuto la sensazione di grande impatto datomi dalle Denon D5000, dotate di grande punch che alla distanza (diversi mesi) per i miei gusti si è rivelato “ingannevole”,considerando anche una colorazione timbrica abbastanza pronunciata.
    La Tesla si è fatta apprezzare subito, ma non esaltandomi come le Denon, ma soprattutto nel lungo periodo ,riservandomi sempre delle ottime sorprese durante l’ascolto di tutta la mia seppur non grandiosa, collezione musicale.

    Ancor oggi la sto scoprendo, rivelandomi tutte le sue doti non appariscenti, ma di grande sostanza in fatto di neutralità, correttezza timbrica, dettaglio,trasparenza e dinamica.
    E’ un ascolto che definirei “in diretta”, “live” quando trattasi di musica acustica..classica e jazz.
    Tremendamente rivelatrice di incisioni non propriamente a “regola d’arte”

    Sono impressioni completamente soggettive e non discuto che ci sia di meglio e più performante, ma credo di aver raggiunto un ottimo risultato che soddisfa i miei gusti musicali offrendomi la possibilità di gustare pienamente la mia “musica” per tanto e tanto tempo, fato permettendo.

    Dimenticavo …ho voluto togliermi lo sfizio di provare la reginetta Sennheiser

    6a cuffia (la 5° è stata la MIA TESLA ) Sennheiser HD650 tenuta una decina di gg., una cinquantina di ore di rodaggio.
    Non è il mio suono,abbinata al Violectric si esprimeva bene ma non da farmela apprezzare in tutta la sua “eventuale” potenzialità.
    Non ho voluto “giocare” né con cavi né con eventuali “sbilanciamenti”, molto meglio la DT880 considerandole come “ Madre Casa” le ha create ,senza modifiche successive.
    Troppa la differenza di performance con la Tesla, come trasparenza ,separazione strumentale, dettaglio, bilanciamento delle gamme e timbrica rivelatasi scura, non di mio gradimento .

    Grazie Franco!
    Tutto molto interessante e, personalmente, attesissimo...
    Leggendo la tua storia cuffiofila in relazione a quello che hai dichiarato essere il tuo gusto musicale, si potrebbe anche dire che la d5000e la hd650, siano state dei piccoli "incidenti di percorso"
    Incidenti che appartengono a tutti o meglio a tutti coloro che vogliono trovare il proprio modo di godere della musica preferita e per questo sono disposti anche a "rischiare"...
    Da come descrivi l'impostazione della Tesla, mi verrebbe da pensare che un buon ampli valvolare potrebbe fare il caso suo, anche pensando a chi vorrebbe, anche da questa cuffia, una presenza in gamma bassa di tutto rispetto/impatto.

    Buonissimi ascolti a te!!


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    m@iko
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 398
    Data d'iscrizione : 2010-05-07
    Località : Tralenote

    Re: Tesla T1

    Post  m@iko on Tue Jun 15, 2010 6:49 pm

    vulcan wrote: Grazie Franco molto interessante, mi confermi che all'inizio non ti colpisce con effetti speciali ma ti conquista lentamente.
    Ho una domanda stringata mi piacerebbe sapere com'è timbricamente nei confronti della 880
    Complimenti per l'acquisto

    Nicola

    Grazie Nicola,
    Si, non colpisce con effetti speciali, ti entra dentro lentamente e non se ne vuole più andare
    La "matrice" delle due cuffiè è identica,ma la Tesla è più luminosa eppur leggermente calda,grana finissima,raffinata,gamma bassa ed alta più sofisticata e piacevole.
    Bhe, visto che siamo in tema di mondiali calcistici, forza azzurri!!!! (manca il Paolino che concretizza con un playmaker all'altezza) ma li troveremo strada facendo....sperem.... e sono nerazzurro cheers ,

    permettimi un paragone calcistico....
    La DT880 è il Giuseppe
    La Tesla è il Franco per chi ha qualche annetto parlo dei F.lli Baresi.

    Certamente visto il costo, quasi di quattro volte tanto, della Tesla rispetto alla DT880, qualcuno e non pochi potrebbero storcere il naso, giustamente.
    In effeti io ho venduto 2 cuffie ed un ampli!! E non sono bastati

    Ne è valsa la pena?...Non ho nessun rimpianto è superiore notevolmente.



    jazzy76 wrote:Complimenti, davvero interessante!
    Ogni volta che leggevo il tuo setup nel 3d degli ascolti mi sono sempre chiesto... ma perchè non parla??

    Frank

    Grazie Frank,
    purtroppo il tempo è tiranno ! E non sono poi un grande comunicatore.

    axellone wrote:Grazie Franco, sono veramente pochi i possessori di questa cuffia nel forum, e ancor meno le impressioni di ascolto.. questa cosa mi lascia molto perplesso rispetto a quanti acquirenti ha avuto la hd800.
    E' una cuffia che sicuramente prima o poi prenderò, e se non l'ho ancora fatto è perchè quando il dito era pronto a spingere "invio" c'era da attendere troppo tempo! ft

    Saluti, Enrico
    Prego Enrico
    Se non ricordo male hai le Sennh HD800, per non parlare di Grado di alto livello, chissà, potrebbero anche non
    incontrare i tuoi gusti.
    Il fatto che non sia ancora molto diffusa si potrebbe spiegare in due modi:
    1° difficoltà di approvvigionamento iniziale, come ben dicevi, ora meno però.
    2° ottima cuffia,corretta timbricamente (molto per me) ma nessuna dote estremamente spettacolare
    che ne giustifichi il prezzo, se non piccole doti che sommate fanno un cospicuo patrimonio.cheers
    Intendiamoci ognuno poi ha i propri gusti.

    fil wrote:Grazie Franco!
    Tutto molto interessante e, personalmente, attesissimo...
    Leggendo la tua storia cuffiofila in relazione a quello che hai dichiarato essere il tuo gusto musicale, si potrebbe anche dire che la d5000e la hd650, siano state dei piccoli "incidenti di percorso"
    Incidenti che appartengono a tutti o meglio a tutti coloro che vogliono trovare il proprio modo di godere della musica preferita e per questo sono disposti anche a "rischiare"...
    Da come descrivi l'impostazione della Tesla, mi verrebbe da pensare che un buon ampli valvolare potrebbe fare il caso suo, anche pensando a chi vorrebbe, anche da questa cuffia, una presenza in gamma bassa di tutto rispetto/impatto.

    Buonissimi ascolti a te!!

    Filippo Alfonsi


    Prego Filippo,
    Si hai scritto bene, incidenti di percorso, che si pagano, ma che ti permettono di arrivare alla "quasi" meta...
    In effetti nell'intervento iniziale, quando mi sono iscritto a questo forum presentandomi con la Tesla, avevo accennato alla possibilità, anzi alla richiesta di notizie per il valvolare WooAudio6.
    Richiesta di informazioni sempre aperta, per un fututo non prossimo ma possibile.
    Del resto sarebbe l'unico che le mie tasche possono permettersi della linea WooAudio.
    Ci sarebbe anche il WA2 ma costa quasi il doppio del 6, sempre senza aggiunte specifiche, nudo e crudo..


    _________________
    franco
    Spesso e' inutile e vana la volonta' non di chi intraprende cose facili,
    ma di chi vuole che siano facili le cose che ha intraprese. (Seneca)

    realmassy
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 5514
    Data d'iscrizione : 2010-04-25
    Età : 40
    Località : Leeds, UK

    Re: Tesla T1

    Post  realmassy on Tue Jun 15, 2010 7:21 pm

    m@iko wrote:
    permettimi un paragone calcistico....
    La DT880 è il Giuseppe
    La Tesla è il Franco per chi ha qualche annetto parlo dei F.lli Baresi.
    Bello questo paragone :-D... povera DT800


    _________________
    Massimiliano e la sua STAX

    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9841
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: Tesla T1

    Post  Amuro_Rey on Tue Jun 15, 2010 8:46 pm

    Grande semiseria !!!! cheers

    La DT880 che hai provato che impedenza ha ?
    32 ?
    250 ?

    Io ho la 250 e sinceramente a me non sembra poi così aperta come cuffia, anzi Embarassed


    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12096
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: Tesla T1

    Post  vulcan on Tue Jun 15, 2010 8:50 pm

    Confermi quello che mi era stato anticipato
    Dico una cosa a mio rischio e pericolo ma io la 880 con i miei ampli l'ho sempre sentita troppo calda, la T1 credo che sia nella mia direzione
    Grazie per le preziose informazioni che stai girando in effetti la avete in pochi...


    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    ziobob86
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 691
    Data d'iscrizione : 2010-05-19
    Età : 30
    Località : catanzaro

    Re: Tesla T1

    Post  ziobob86 on Wed Jun 16, 2010 12:35 am

    ciao m@iko! da quanto hai il violectric' volevo sapere che te ne pare...
    io sono rimasto praticamente sensa ampli cuffia e me ne serve assolutamente uno (d'estate mi serve qualcosa di piccolo da usare con dac e portatile).
    me lo descriveresti in breve?

    madmax
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3433
    Data d'iscrizione : 2010-04-18
    Età : 49
    Località : Cerignola (FG)

    Re: Tesla T1

    Post  madmax on Wed Jun 16, 2010 9:49 am

    Ho letto con molta attenzione l'ottima recensione di Franco ritrovandomi decisamente un pò su tutti i punti..ricordo che nei primi giorni di ascolto la T1 non mi era piaciuta ed anzi la delusione era forte..il suono mi era sembrato piuttosto spento e non riusciva a trasmettermi emozioni.
    Con il passare dei giorni la situazione è radicalmente cambiata e mi sono reso conto di avere tra le mani la cuffia più equilibrata e corretta tra quelle da me ascoltate e che riesce a rendere bene sia con ampli a valvole che ss
    Attualmente la stò ascoltando con il mio rudy ed anche in questo caso dopo una certa delusione iniziale ora trovo l'accoppiata decisamente di mio gusto...in definitiva un'ottimo oggetto che ha tutte le caratteristiche per suonare bene un pò con tutti i generi ed essere usata come unica cuffia anche se non nel mio caso Embarassed Laughing


    _________________
    Spoiler:

    Analogico: Technics SL1200 MKII
    Pre-phono:Clearaudio Nano Phono V2
    Sorgente:Mcintosh MCD301/Unison Research Unico cd
    Sorgente audio/video:Denon DBP-2012UD                                                                                                      
    Ampli:AM Audio T90
    Diffusori:Klipsh Heresy III
    Cuffie:Hifiman HE-6 Airtech/Audeze LCD3F/Sennheiser HD800 CustomCans/Spirit Labs Grado
    Ampli cuffia:Megahertz MezzoGuerra/ Megahertz OTL
    Dac Ampli Cuffia: Pioneer U-05 (mod.Aurion Audio)
    Multipresa:Oehlbach PowerSocket 907

    m@iko
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 398
    Data d'iscrizione : 2010-05-07
    Località : Tralenote

    Re: Tesla T1

    Post  m@iko on Wed Jun 16, 2010 12:06 pm

    realmassy wrote:
    m@iko wrote:
    permettimi un paragone calcistico....
    La DT880 è il Giuseppe
    La Tesla è il Franco per chi ha qualche annetto parlo dei F.lli Baresi.
    Bello questo paragone :-D... povera DT880

    Massimiliano

    Massimiliano,
    la DT880 rimane sempre una Signora cuffia la mia preferita tra le precedenti avute.
    La Akg 501 è un caso particolare, più unica che rara.

    Amuro_Rey wrote:
    Grande semiseria !!!! cheers

    La DT880 che hai provato che impedenza ha ?
    32 ?
    250 ?

    Io ho la 250 e sinceramente a me non sembra poi così aperta come cuffia, anzi Embarassed

    Luca

    Luca,
    la mia DT880 era l'ultima versione Pro 250 Ohm. L'ho tenuta per quasi un anno.
    Venduta dopo aver preso la Tesla e tenute contemporaneamente per un mese.
    L'avrei conservata volentieri se le mie tasche me l'avessero permesso. Ma ripeto, non ho rimpianti.

    Probabilmente ho usato il termine "aperto" in modo improprio.
    Se intendiamo aperta come palcoscenico ampio ti dò ragione. La DT880 non eccelle nell'headstage, pue essendo
    dettagliata e superba nella separazione ed equilibrio strumentale. Io purtroppo ho definito aperta, come chiara, viva nella gamma alta.

    vulcan wrote:
    Confermi quello che mi era stato anticipato
    Dico una cosa a mio rischio e pericolo ma io la 880 con i miei ampli l'ho sempre sentita troppo calda, la T1 credo che sia nella mia direzione
    Grazie per le preziose informazioni che stai girando in effetti la avete in pochi...

    Nicola

    Prego Nicola,
    Guarda con il Violectric che mi aveva asciugato la gamma bassa della Denon5000 (relativamente ma in modo sensibile)
    trovavo la DT880 Pro dotata di un basso ben presente e mediobassi più evidenti rispetto alla Tesla.
    Sicuramente queste due gamme pronunciate, credo possano conferire maggior calore alla cuffia.

    ziobob86 wrote:
    ciao m@iko! da quanto hai il violectric' volevo sapere che te ne pare...
    io sono rimasto praticamente sensa ampli cuffia e me ne serve assolutamente uno (d'estate mi serve qualcosa di piccolo da usare con dac e portatile).
    me lo descriveresti in breve?

    Ciao ziobob86,

    Posso confrontare il Violectric HPA V200 con il Docet 3Amp ed il Carat-Topaz. Non ho altre esperienze.
    Rispetto ai due menzionati, neutrale,raffinato,sensibilissimo.
    Pilota tranquillamente una in-ear come le Philips 9850 14 Ohm senza nessun "hiss", avvertibile in maniera differente
    con gli altri due.

    Nessun problema con le Tesla (600 Ohm) ma essendo di nuova concezione come driver non fanno testo, sono molto efficienti, viaggiano con lo stesso guadagno delle AKG 501 (120 Ohm). Bisognerebbe provarlo con le storiche AKG 240 Monitor 600 Ohm , se tanto mi dà tanto, considerando poi che tutte le Akg hanno bisogno di spinta notevole per esprimersi al meglio come del resto la mia ex 240 MKII malgrado i suoi "solo" 55 Ohm.


    _________________
    franco
    Spesso e' inutile e vana la volonta' non di chi intraprende cose facili,
    ma di chi vuole che siano facili le cose che ha intraprese. (Seneca)

    ziobob86
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 691
    Data d'iscrizione : 2010-05-19
    Età : 30
    Località : catanzaro

    Re: Tesla T1

    Post  ziobob86 on Wed Jun 16, 2010 12:40 pm

    m@iko wrote:
    Ciao ziobob86,

    Posso confrontare il Violectric HPA V200 con il Docet 3Amp ed il Carat-Topaz. Non ho altre esperienze.
    Rispetto ai due menzionati, neutrale,raffinato,sensibilissimo.
    Pilota tranquillamente una in-ear come le Philips 9850 14 Ohm senza nessun "hiss", avvertibile in maniera differente
    con gli altri due.

    Nessun problema con le Tesla (600 Ohm) ma essendo di nuova concezione come driver non fanno testo, sono molto efficienti, viaggiano con lo stesso guadagno delle AKG 501 (120 Ohm). Bisognerebbe provarlo con le storiche AKG 240 Monitor 600 Ohm , se tanto mi dà tanto, considerando poi che tutte le Akg hanno bisogno di spinta notevole per esprimersi al meglio come del resto la mia ex 240 MKII malgrado i suoi "solo" 55 Ohm.

    quindi anche con alte impedenze ce la fa? solitamente gli ampli ad impedenza universale tendevano ad avere meno guadagno con cuffie ad alta impedenza..(vedi M3).però vedo che qua abbiamo 5 step di guadagno.
    io dovrei prendere il lake people g100 e pilotarci hd800 e beyer dt880 pro..

    djansia
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 150
    Data d'iscrizione : 2010-05-12
    Età : 48
    Località : Roma

    Re: Tesla T1

    Post  djansia on Wed Jun 16, 2010 1:52 pm

    E con il Pop, l'elettronica in generale e il Rock, come si comporta?
    Saluti.
    Ps: nessuna polemica, solo una constatazione (magari errata) da parte mia. Possibile che la quasi totalità delle review che leggo, sembrano prendere in considerazione solo generi come la classica o il jazz? Capisco che siano "difficili" da riprodurre fedelmente ma, secondo me anche gli altri generi non sono da meno.

    m@iko
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 398
    Data d'iscrizione : 2010-05-07
    Località : Tralenote

    Re: Tesla T1

    Post  m@iko on Wed Jun 16, 2010 2:29 pm

    madmax wrote:Ho letto con molta attenzione l'ottima recensione di Franco ritrovandomi decisamente un pò su tutti i punti..ricordo che nei primi giorni di ascolto la T1 non mi era piaciuta ed anzi la delusione era forte..il suono mi era sembrato piuttosto spento e non riusciva a trasmettermi emozioni.
    Con il passare dei giorni la situazione è radicalmente cambiata e mi sono reso conto di avere tra le mani la cuffia più equilibrata e corretta tra quelle da me ascoltate e che riesce a rendere bene sia con ampli a valvole che ss
    Attualmente la stò ascoltando con il mio rudy ed anche in questo caso dopo una certa delusione iniziale ora trovo l'accoppiata decisamente di mio gusto...in definitiva un'ottimo oggetto che ha tutte le caratteristiche per suonare bene un pò con tutti i generi ed essere usata come unica cuffia anche se non nel mio caso Embarassed Laughing

    Ti ringrazio Max,

    Sono molto confortato dalle tue impressioni d'ascolto della Tesla, in considerazione della tua notevole esperienza
    possedendo diverse eccellenti cuffie.
    Ora vorrei chiederti, quali differenze hai notato in "chiave" valvolare con la T1 rispetto allo s.s.?
    Essendo molto chiara e luminosa, mantiene queste caratteristiche, rendendo più evidente la gamma bassa senza snaturarne la profondità e la precisione ed intaccarne la trasparenza.


    _________________
    franco
    Spesso e' inutile e vana la volonta' non di chi intraprende cose facili,
    ma di chi vuole che siano facili le cose che ha intraprese. (Seneca)

    madmax
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3433
    Data d'iscrizione : 2010-04-18
    Età : 49
    Località : Cerignola (FG)

    Re: Tesla T1

    Post  madmax on Wed Jun 16, 2010 2:50 pm

    m@iko wrote:
    madmax wrote:Ho letto con molta attenzione l'ottima recensione di Franco ritrovandomi decisamente un pò su tutti i punti..ricordo che nei primi giorni di ascolto la T1 non mi era piaciuta ed anzi la delusione era forte..il suono mi era sembrato piuttosto spento e non riusciva a trasmettermi emozioni.
    Con il passare dei giorni la situazione è radicalmente cambiata e mi sono reso conto di avere tra le mani la cuffia più equilibrata e corretta tra quelle da me ascoltate e che riesce a rendere bene sia con ampli a valvole che ss
    Attualmente la stò ascoltando con il mio rudy ed anche in questo caso dopo una certa delusione iniziale ora trovo l'accoppiata decisamente di mio gusto...in definitiva un'ottimo oggetto che ha tutte le caratteristiche per suonare bene un pò con tutti i generi ed essere usata come unica cuffia anche se non nel mio caso Embarassed Laughing

    Ti ringrazio Max,

    Sono molto confortato dalle tue impressioni d'ascolto della Tesla, in considerazione della tua notevole esperienza
    possedendo diverse eccellenti cuffie.
    Ora vorrei chiederti, quali differenze hai notato in "chiave" valvolare con la T1 rispetto allo s.s.?
    Essendo molto chiara e luminosa, mantiene queste caratteristiche, rendendo più evidente la gamma bassa senza snaturarne la profondità e la precisione ed intaccarne la trasparenza.
    Grazie a te Franco...diciamo che con le valvole il suono si "colora" un pò con una gamma bassa più in evidenza ed un suono più "caldo" nel suo insieme ma quale sia meglio poi lo decide il gusto personale Embarassed Io preferisco le valvole...


    _________________
    Spoiler:

    Analogico: Technics SL1200 MKII
    Pre-phono:Clearaudio Nano Phono V2
    Sorgente:Mcintosh MCD301/Unison Research Unico cd
    Sorgente audio/video:Denon DBP-2012UD                                                                                                      
    Ampli:AM Audio T90
    Diffusori:Klipsh Heresy III
    Cuffie:Hifiman HE-6 Airtech/Audeze LCD3F/Sennheiser HD800 CustomCans/Spirit Labs Grado
    Ampli cuffia:Megahertz MezzoGuerra/ Megahertz OTL
    Dac Ampli Cuffia: Pioneer U-05 (mod.Aurion Audio)
    Multipresa:Oehlbach PowerSocket 907

    ziobob86
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 691
    Data d'iscrizione : 2010-05-19
    Età : 30
    Località : catanzaro

    Re: Tesla T1

    Post  ziobob86 on Wed Jun 16, 2010 2:53 pm

    djansia wrote:E con il Pop, l'elettronica in generale e il Rock, come si comporta?
    Saluti.
    Ps: nessuna polemica, solo una constatazione (magari errata) da parte mia. Possibile che la quasi totalità delle review che leggo, sembrano prendere in considerazione solo generi come la classica o il jazz?

    purtroppo..è cosi...


    m@iko
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 398
    Data d'iscrizione : 2010-05-07
    Località : Tralenote

    Re: Tesla T1

    Post  m@iko on Wed Jun 16, 2010 2:54 pm

    ziobob86 wrote:
    quindi anche con alte impedenze ce la fa? solitamente gli ampli ad impedenza universale tendevano ad avere meno guadagno con cuffie ad alta impedenza..(vedi M3).però vedo che qua abbiamo 5 step di guadagno.
    io dovrei prendere il lake people g100 e pilotarci hd800 e beyer dt880 pro..

    Infatti sia l'Akg 501 che la Tesla vengono pilotati sullo step guadagno intermedio ad ore 10/11.
    Posso aggiungere che sia la Sennh HD650 che la DT880 sono più facili da pilotare.
    La Sennh.HD800 avendo gli stessi Ohm della HD650(300), non conosco l'efficienza però, non dovrebbe assolutamente aver problemi.
    Il tutto con il Violectric HPA V200, che comunque essendo parente stretto del Lake People G100 non ci dovrebbero essere
    differenze sostenute. Controlla eventualmente nel sito le eventuali differenze, non chiedermi quali sono le caratteristiche elettriche che ne rendono più performanti la resa in chiave "potenza", non so aiutarti.
    Con il Docet è stato semplice è bastato scegliere l'alimentatore esterno 3Amp.


    _________________
    franco
    Spesso e' inutile e vana la volonta' non di chi intraprende cose facili,
    ma di chi vuole che siano facili le cose che ha intraprese. (Seneca)

    ziobob86
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 691
    Data d'iscrizione : 2010-05-19
    Età : 30
    Località : catanzaro

    Re: Tesla T1

    Post  ziobob86 on Wed Jun 16, 2010 3:01 pm

    m@iko wrote:
    ziobob86 wrote:
    quindi anche con alte impedenze ce la fa? solitamente gli ampli ad impedenza universale tendevano ad avere meno guadagno con cuffie ad alta impedenza..(vedi M3).però vedo che qua abbiamo 5 step di guadagno.
    io dovrei prendere il lake people g100 e pilotarci hd800 e beyer dt880 pro..

    Infatti sia l'Akg 501 che la Tesla vengono pilotati sullo step guadagno intermedio ad ore 10/11.
    Posso aggiungere che sia la Sennh HD650 che la DT880 sono più facili da pilotare.
    La Sennh.HD800 avendo gli stessi Ohm della HD650(300), non conosco l'efficienza però, non dovrebbe assolutamente aver problemi.
    Il tutto con il Violectric HPA V200, che comunque essendo parente stretto del Lake People G100 non ci dovrebbero essere
    differenze sostenute. Controlla eventualmente nel sito le eventuali differenze, non chiedermi quali sono le caratteristiche elettriche che ne rendono più performanti la resa in chiave "potenza", non so aiutarti.
    Con il Docet è stato semplice è bastato scegliere l'alimentatore esterno 3Amp.

    l'hd 800 ha la stessa impedenza della hd 650 . io l'avverto un po più sensibile. allora penso che col selettore a 5 step non dovrei avere prolemi di pressione sonora..
    il prezzo piu basso ce l'ha thomann?

    m@iko
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 398
    Data d'iscrizione : 2010-05-07
    Località : Tralenote

    Re: Tesla T1

    Post  m@iko on Wed Jun 16, 2010 3:29 pm

    madmax wrote:
    m@iko wrote:

    Ti ringrazio Max,

    Sono molto confortato dalle tue impressioni d'ascolto della Tesla, in considerazione della tua notevole esperienza
    possedendo diverse eccellenti cuffie.
    Ora vorrei chiederti, quali differenze hai notato in "chiave" valvolare con la T1 rispetto allo s.s.?
    Essendo molto chiara e luminosa, mantiene queste caratteristiche, rendendo più evidente la gamma bassa senza snaturarne la profondità e la precisione ed intaccarne la trasparenza.
    Grazie a te Franco...diciamo che con le valvole il suono si "colora" un pò con una gamma bassa più in evidenza ed un suono più "caldo" nel suo insieme ma quale sia meglio poi lo decide il gusto personale Embarassed Io preferisco le valvole...

    Molto bene,
    Io ascolto prevalentemente classica e jazz , con il mio Violectric le Tesla sono amabilissime.
    Con il pop/rock non sono un esperto, ma credo che una leggera colorazione ed un impatto maggiore della gamma bassa
    potrebbe giovarle.
    Penso che a djansia potrebbe tornare utile

    Un pensierino per un valvolare l'ho fatto anch'io ma se ne parla l'anno prossimo.


    _________________
    franco
    Spesso e' inutile e vana la volonta' non di chi intraprende cose facili,
    ma di chi vuole che siano facili le cose che ha intraprese. (Seneca)

    m@iko
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 398
    Data d'iscrizione : 2010-05-07
    Località : Tralenote

    Re: Tesla T1

    Post  m@iko on Wed Jun 16, 2010 3:45 pm

    ziobob86 wrote:

    l'hd 800 ha la stessa impedenza della hd 650 . io l'avverto un po più sensibile. allora penso che col selettore a 5 step non dovrei avere prolemi di pressione sonora..
    il prezzo piu basso ce l'ha thomann?

    Infatti la HD800 è più sensibile 115db contro i 102db della 650 non poco.
    Non dovresti aver problemi, anche a step inferiori, all'intermedio con la Tesla se vado oltre mezzodì è una fucilata e credo proprio che sia privo di distorsione.

    Penso proprio che Thomann sia il migliore.


    _________________
    franco
    Spesso e' inutile e vana la volonta' non di chi intraprende cose facili,
    ma di chi vuole che siano facili le cose che ha intraprese. (Seneca)

    ziobob86
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 691
    Data d'iscrizione : 2010-05-19
    Età : 30
    Località : catanzaro

    Re: Tesla T1

    Post  ziobob86 on Wed Jun 16, 2010 3:59 pm

    m@iko wrote:
    ziobob86 wrote:

    l'hd 800 ha la stessa impedenza della hd 650 . io l'avverto un po più sensibile. allora penso che col selettore a 5 step non dovrei avere prolemi di pressione sonora..
    il prezzo piu basso ce l'ha thomann?

    Infatti la HD800 è più sensibile 115db contro i 102db della 650 non poco.
    Non dovresti aver problemi, anche a step inferiori, all'intermedio con la Tesla se vado oltre mezzodì è una fucilata e credo proprio che sia privo di distorsione.

    Penso proprio che Thomann sia il migliore.

    chissa come si comporta col rock il lake..

    m@iko
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 398
    Data d'iscrizione : 2010-05-07
    Località : Tralenote

    Re: Tesla T1

    Post  m@iko on Wed Jun 16, 2010 4:18 pm

    ziobob86 wrote:

    chissa come si comporta col rock il lake..

    Non posso aiutarti....

    Dimenticavo una cosa importante, è preferibile utilizzare le entrate XLR dell'ampli
    rispetto alle RCA.
    Si ottiene un guadagno (automaticamente)di c.ca il 10/15%,
    non so spiegarmi il perchè,oltre ad avere una migliore bontà sonica complessiva.


    _________________
    franco
    Spesso e' inutile e vana la volonta' non di chi intraprende cose facili,
    ma di chi vuole che siano facili le cose che ha intraprese. (Seneca)

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12096
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: Tesla T1

    Post  vulcan on Wed Jun 16, 2010 5:19 pm

    Franco la differenza di livello da te citata può essere anche maggiore ad esempio ti cito il mio lettore ha
    Uscita Rca 2V
    Uscita Xlr 4v

    E' tutto legato al lettore la differenza sonica è quasi sempre a vantaggio del bilanciato

    rileggendo il tuo post ti riferisci ad un setting dell'ampli per il bilanciato, o al collegamento sorgente - ampli


    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    Lo Zio
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 369
    Data d'iscrizione : 2010-04-29

    Re: Tesla T1

    Post  Lo Zio on Wed Jun 16, 2010 5:53 pm

    madmax wrote:Ho letto con molta attenzione l'ottima recensione di Franco ritrovandomi decisamente un pò su tutti i punti..ricordo che nei primi giorni di ascolto la T1 non mi era piaciuta ed anzi la delusione era forte..il suono mi era sembrato piuttosto spento e non riusciva a trasmettermi emozioni.
    Con il passare dei giorni la situazione è radicalmente cambiata e mi sono reso conto di avere tra le mani la cuffia più equilibrata e corretta tra quelle da me ascoltate e che riesce a rendere bene sia con ampli a valvole che ss
    Attualmente la stò ascoltando con il mio rudy ed anche in questo caso dopo una certa delusione iniziale ora trovo l'accoppiata decisamente di mio gusto...in definitiva un'ottimo oggetto che ha tutte le caratteristiche per suonare bene un pò con tutti i generi ed essere usata come unica cuffia anche se non nel mio caso Embarassed Laughing

    Ciao Max,
    ti adrebbe di fare un confronto tra la Tesla e la Senn 800 a parità di amplificazione usata?

      Current date/time is Fri Dec 09, 2016 6:29 pm