Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Roon: qualità del suono
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Roon: qualità del suono

    Share
    avatar
    RiseFall123
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 21
    Data d'iscrizione : 2016-05-23

    Roon: qualità del suono

    Post  RiseFall123 on Sat Oct 07, 2017 9:15 pm

    Hi,

    mi scuso anticipatamente se non sfrutto il thread ufficiale di Roon ma in realtà questo post è rivolto anche ad una domanda generica che prescinde da Roon in senso stretto.

    Sono nel periodo "trial" di Roon e lo sto usando con Tidal e ovviamente col mio impianto principale (in firma c'è tutto).

    Dal punto di vista dell'interfaccia (punta di diamante di Roon) non ho trovato nulla di buono, anzi, la trovo inferiore a quella di Tidal e molto inferiore a quella di Spotify. Mi aspettavo artwork, ma non ci sono, mi aspettavo lyrics e ci sono ma formattate male. Tutto non è di mio gradimento da questo punto di vista e la cosa peggiore è che l'integrazione con le playlist di Tidal è pessima e la ricerca dei brani proprio va male (Spotify se lo mangia a colazione).

    Invece, la qualità del suono mi ha SBALORDITO.

    All'inizio pensavo ad una specie di allucinazione acustica (!) e ho fatto qualche test A/B con l'attuale configurazione di foobar+ASIO che uso... ma dopo pochi confronti c'è voluto poco per capire che la differenza è abissale a favore di Roon.

    Qui non stiamo parlando di piccole sfumature, qui stiamo parlando che è come avere un NUOVO impianto dove TUTTO è migliorato, il low-end, i bassi, gli alti, l'agilità del suono, ma musicalità, la dinamica, gli strumenti hanno una texture "viva".

    In "Close to the edge" degli Yes ci sono parti in cui il basso si impenna senza minimamente creare effetto "muddy", in "No scrubs" delle TLC (mi serviva qualcosa di più "pop") durante la canzone il suono si "apre" davanti alle orecchie in maniera incredibile con una spaziatura tra i suoni mai sentita.

    Il motivo del mio thread è presto detto: dato che ho riscontrato tutto ciò (preciso sia in speakers sia in cuffia), e dato che ogni volta che lo ascolto nuovamente quasi mi commuovo, vorrei capire il perché tanta distanza dal classico foobar (e altri player) in termini di suono.

    Leggendo qua e là mi è parso di capire che altre persone hanno riscontrato tutto ciò e il motivo sembra essere la gestione di Roon del DAC...


    _________________
    Philips 55PUS7502-12 / Roksan K3 / Chord Mojo / Indiana Line Diva 650 / B&W ASW610 S2 / MrSpeakers AEON Flow Open / Apple AirPods / HP ENVY 17-r / iPad Pro 10.5 / iPhone 8 Plus / Roon / Tidal
    avatar
    funski
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 736
    Data d'iscrizione : 2017-02-26
    Località : Lodi

    Re: Roon: qualità del suono

    Post  funski on Sun Oct 08, 2017 12:12 am

    Mmm mi sa che se "disprezzi" (nb è tra virgolette) l'interfaccia di roon presto ti ricrederai. Avere alla portata di un clic i pdf e le immagini dei tuoi album, le lirycis delle canzoni i focus sulla libreria e l integrazione con tidal per me già giustifica il prezzo elevato, se poi a livello qualitativo ti sbalordisce ( io personalmente non ho avuto questa grande rilevazione da volumio a roon) hai fatto bingo. Cordiamente. Buona musica
    avatar
    RiseFall123
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 21
    Data d'iscrizione : 2016-05-23

    Re: Roon: qualità del suono

    Post  RiseFall123 on Tue Oct 17, 2017 9:25 am

    funski wrote:Mmm mi sa che se "disprezzi" (nb è tra virgolette) l'interfaccia di roon  presto ti ricrederai. Avere alla portata di un clic i pdf e le  immagini dei tuoi album, le lirycis delle canzoni i focus sulla libreria  e l integrazione con tidal   per me già giustifica il prezzo elevato, se poi a livello qualitativo ti sbalordisce ( io personalmente non ho avuto questa grande rilevazione da volumio a roon) hai fatto bingo. Cordiamente. Buona musica

    SI, ormai sono diversi giorni che uso Roon (in accoppiata col solito Tidal) e confermo quanto sopra.

    La mia è soltanto pura curiosità del fatto che poche persone (ho letto qualcosa in qualche forum straniero) ne apprezzano quanto me le qualità sonore. Non è tanto una sviolinata a Roon la mia, ma piuttosto volontà di capire come possa produrre un tale distacco in termini di qualità audio rispetto agli altri player sul mio computer (vale a dire foobar2000 e affini). Dal punto di vista strettamente tecnico, intendo. E parliamo, come dicevo, di una qualità sonora che fa salire di livello il mio setup audio sotto tutti ma proprio tutti i punti di vista.

    Per quanto riguarda la gestione dell'interfaccia, vero motivo per cui le persone si abbonano (a differenza di me, io lo faccio per la SQ), rimango della mia idea, ancora sono costretto purtroppo a fare uso intensivo della app Tidal sia per la ricerca musicale sia per capire quali brani sono in MQA e quali no. Per non parlare del fatto che Roon Remote non riesce ancora ad essere usato in verticale su iPad Pro (cosa molto scomoda per me).

    Invece una cosa apprezzabilissima è la possibilità, da remoto, di agire a livello di configurazione audio (con delle piccole limitazioni). Questo a differenza dei vari remote dei player da me usati è una ottima cosa.


    _________________
    Philips 55PUS7502-12 / Roksan K3 / Chord Mojo / Indiana Line Diva 650 / B&W ASW610 S2 / MrSpeakers AEON Flow Open / Apple AirPods / HP ENVY 17-r / iPad Pro 10.5 / iPhone 8 Plus / Roon / Tidal
    avatar
    mantraone
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 526
    Data d'iscrizione : 2016-12-17
    Età : 52
    Località : Bologna

    Re: Roon: qualità del suono

    Post  mantraone on Wed Oct 18, 2017 9:10 pm

    RiseFall123 wrote:

    SI, ormai sono diversi giorni che uso Roon (in accoppiata col solito Tidal) e confermo quanto sopra.

    La mia è soltanto pura curiosità del fatto che poche persone (ho letto qualcosa in qualche forum straniero) ne apprezzano quanto me le qualità sonore. Non è tanto una sviolinata a Roon la mia, ma piuttosto volontà di capire come possa produrre un tale distacco in termini di qualità audio rispetto agli altri player sul mio computer (vale a dire foobar2000 e affini). Dal punto di vista strettamente tecnico, intendo. E parliamo, come dicevo, di una qualità sonora che fa salire di livello il mio setup audio sotto tutti ma proprio tutti i punti di vista.

    Per quanto riguarda la gestione dell'interfaccia, vero motivo per cui le persone si abbonano (a differenza di me, io lo faccio per la SQ), rimango della mia idea, ancora sono costretto purtroppo a fare uso intensivo della app Tidal sia per la ricerca musicale sia per capire quali brani sono in MQA e quali no. Per non parlare del fatto che Roon Remote non riesce ancora ad essere usato in verticale su iPad Pro (cosa molto scomoda per me).

    Invece una cosa apprezzabilissima è la possibilità, da remoto, di agire a livello di configurazione audio (con delle piccole limitazioni). Questo a differenza dei vari remote dei player da me usati è una ottima cosa.

    Roon mi è piaciuto da subito, l'usabilità e l'affidabilità confermate in altre installazioni di amici.

    Per la qualità audio la mia esperienza la valuta pari a Jrinver, con una grossa differenza, che mentre con Roon il settaggio ottimale era praticamente quello già autoconfigurato dal programma di setup, con Jriver ho dovuto smanettare non poco soprattutto con il file DSD per arrivare alla qualità audio ottimale.

    Da ex-informatico, posso dire che difficilmente ho visto prodotti così ben realizzati, considerando il fatto, che non è solo un player ma una vera e sistema con una architettura pensata per distribuire musica tramite la rete LAN con la massima qualità possibile, una sorta di filodiffusione digitale del XX secolo.

    In questi mesi ho cercato di capire se l'utilizzo di MQA rappresentava un miglioramento. Con TIDAL lo è per il resto, il DSD è una spanna sopra, c'e nulla da fare, però mentre in DSD c'e ancora poco materiale, Tidal Master ha una bella libreria.

    Non ho usato un DAC MQA di eccellenza, solo una AudioQuest DragonFly Red, mi sono configurato una Zona che abilito quando ascolto i Master di Tidal. La differenza rispetto al Flac è avvertibile e vale tranquillamente i 170 Euro della DragonFly Red.   cheers  cheers

    forse meglio metta la mia configurazione nella firma.... hihihih

    Notte
    Roberto

      Current date/time is Wed Dec 12, 2018 1:35 am