Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
qobuz in italia - Page 15
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    qobuz in italia

    Share

    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9019
    Data d'iscrizione : 2011-02-13

    Re: qobuz in italia

    Post  Giordy60 on Sun Apr 15, 2018 6:20 pm

    quell'album è un SACD di channel classic ......chi ha realizzato il file in DSD256 ?
    avatar
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5536
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 50
    Località : Firenze

    Re: qobuz in italia

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Apr 15, 2018 6:40 pm

    La Channel ha registrato il master in DSD256. Lo commercializza in SACD (sottocampionando in DSD64) o sul sito ufficiale della casa in formato DFF. Si può scegliere se downlodare la versione a 5 o 2 canali in DSD256, DSD128, DSD64 o tutti i formati PCM dal 24/192 in giù.

    È downlodabile il disco, in tutte le risoluzioni suddette ma in DSF per il formato DSD, anche dal sito NATIVEDSD Music.

    https://channelclassics.com/catalogue/39217-Grandissima-Gravita/

    La registrazione non è perfetta, timbricamente, perché il violino è un pò sovraesposto all’acuto a tratti.. ma spazialità e naturalezza per il resto sono notevoli.


    Last edited by Pazzoperilpianoforte on Sun Apr 15, 2018 6:46 pm; edited 1 time in total


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    avatar
    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9019
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 57
    Località : prov.Cremona

    Re: qobuz in italia

    Post  Giordy60 on Sun Apr 15, 2018 6:45 pm

    dicono tutto tranne la modalità della registrazione.....ecco il perchè della mia domanda


    _________________
    la mente è come un paracadute, funziona solo se si apre ( cit. di Albert Einstein )
    Spoiler:

    io ascolto così : Server (s.o.WS2016) HQPlayer in ramdisk + HQPDControl  =>cavo di rete =>TP-link mc110cs =>cavo monomodale =>TP-link  mc110cs =>cavo di rete => NAA (s.o.WS2016) NAD in ramdisk =>nuprime DAC-10 =>monitor attivi Klein+Hummel o410 + sub Neumann Kh o810

    avatar
    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9019
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 57
    Località : prov.Cremona

    Re: qobuz in italia

    Post  Giordy60 on Sun Apr 15, 2018 6:49 pm

    pardon Vito......ho letto dopo

    ( ho cliccato su tech specs )

    https://channelclassics.nativedsd.com/albums/39217-grandissima-gravita


    _________________
    la mente è come un paracadute, funziona solo se si apre ( cit. di Albert Einstein )
    Spoiler:

    io ascolto così : Server (s.o.WS2016) HQPlayer in ramdisk + HQPDControl  =>cavo di rete =>TP-link mc110cs =>cavo monomodale =>TP-link  mc110cs =>cavo di rete => NAA (s.o.WS2016) NAD in ramdisk =>nuprime DAC-10 =>monitor attivi Klein+Hummel o410 + sub Neumann Kh o810

    avatar
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5536
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 50
    Località : Firenze

    Re: qobuz in italia

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Apr 15, 2018 6:57 pm

    Bravo!

    Altre si leggono sul libretto in PDF.. ti ricopio, ma lo si può scaricare gratuitamente dal sito NATIVEDSD Music.

    Microphones: Bruel & Kjaer 4006, Schoeps.
    Digital Converter: DSD Super Audio/Hapi DSD256. Pyramix Editing/Merging Technologies
    Speakers: Audiolab, Holland
    Amplifiers: Van Medevoort, Holland
    Cables: Van den Hul
    mixing board: Rens Heijinis, custodia design

    Altre informazioni sono reperibili sempre sul sito NATIVE DSD Music.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    avatar
    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9019
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 57
    Località : prov.Cremona

    Re: qobuz in italia

    Post  Giordy60 on Sun Apr 15, 2018 6:59 pm

    la cosa strana è che hanno utilizzato Pyramix come editing e l'Hapi come ad/da.......in genere questo sistema acquisisce in MTFF ( formato proprietario di Merging ) e da questo convertono in qualsiasi formato .....essendo un editing è possibile " aggiustare " il file registrato.....ma potrebbero aver utilizzato una tecnica di registrazione differente......la mia è solo una supposizione. ....e curiosità


    _________________
    la mente è come un paracadute, funziona solo se si apre ( cit. di Albert Einstein )
    Spoiler:

    io ascolto così : Server (s.o.WS2016) HQPlayer in ramdisk + HQPDControl  =>cavo di rete =>TP-link mc110cs =>cavo monomodale =>TP-link  mc110cs =>cavo di rete => NAA (s.o.WS2016) NAD in ramdisk =>nuprime DAC-10 =>monitor attivi Klein+Hummel o410 + sub Neumann Kh o810

    avatar
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5536
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 50
    Località : Firenze

    Re: qobuz in italia

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Apr 15, 2018 7:40 pm

    Io so poco.

    All’epoca del lancio dei SACD, si registrava in DSD64, ma in questo formato non era possibile fare editing.

    Quindi si riconvertiva in DXD per fare l’editing, ed una volta editato il file, di nuovo in DSD.

    Per saltare un passaggio, alcuni produttori hanno cominciato a rendere disponibile il file DXD.

    A questo punto, NATIVE DSD Music ha cominciato a convertire i file DXD usati dalla Channel per il mixing in file DSD256, non più DSD64, sostenendo che ci fosse un vantaggio all’ascolto.

    Sono stati prima seguiti dalla Channel in questa pratica, ma poi la Channel Classics ed altre case discografiche hanno cominciato a produrre file DSD256 nativi.. sul mercato in questo ultimo anno ci sono state molte proposte in questo formato, e merita guardare il sito NATIVEDSD Music per rendersene conto.

    Può anche darsi che l’HAPI abbia una risoluzione nel formato proprietario che grazie al maggior bitrate può essere ottimamente veicolata dal DSD256, ed in quel formato venga distribuito. Mentre il formato DSD64 avrebbe un bitrate inferiore, quindi sarebbe un downsampling rispetto al file originale. In questo senso tratterebbesi di registrazione non DSD veicolata poi in formato DSD..

    Il risultato all’ascolto è notevole, ma il file è molto pesante: un disco vale 10GB circa.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    avatar
    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9019
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 57
    Località : prov.Cremona

    Re: qobuz in italia

    Post  Giordy60 on Sun Apr 15, 2018 8:20 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:

    Può anche darsi che l’HAPI abbia una risoluzione nel formato proprietario che grazie al maggior bitrate può essere ottimamente veicolata dal DSD256, ed in quel formato venga distribuito..

    hapi e pyramix possono acquisire direttamente in dsd ( fino a 256 ) ma, come detto prima, quel file non è " manovrabile " ( citazione brutale Laughing  )


    personalmente sono piu convinto della prima soluzione.......MTFF e poi DSD, che tutto sommato equivale ad un DSD nativo visto che l'MTFF non è riproducibile da nessuna macchina se non da Merging con il suo software " emotion " ....Ovation e pyramix servono per fare acquisizione.


    _________________
    la mente è come un paracadute, funziona solo se si apre ( cit. di Albert Einstein )
    Spoiler:

    io ascolto così : Server (s.o.WS2016) HQPlayer in ramdisk + HQPDControl  =>cavo di rete =>TP-link mc110cs =>cavo monomodale =>TP-link  mc110cs =>cavo di rete => NAA (s.o.WS2016) NAD in ramdisk =>nuprime DAC-10 =>monitor attivi Klein+Hummel o410 + sub Neumann Kh o810

    avatar
    colombo riccardo
    Archivista Liquidatore

    Numero di messaggi : 4003
    Data d'iscrizione : 2010-05-27
    Età : 54

    Re: qobuz in italia

    Post  colombo riccardo on Mon Apr 16, 2018 2:15 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:

    Pagare l’abbonamento allo streaming e poi comprare i file che mi piacciono non ha senso. Poi capisco la comodità di ascoltare prima, per carità, ma francamente ci sono altri mezzi (radio, recensioni, campioni gratuiti online) per farsi una idea di una registrazione.

    Secondo me o streaming o file.. tutti e due non ha molto senso.

    sei sordo al concetto tecnico che streaming = download

    nel momento in cui è l'album è abilitato allo streaming.

    ciao
    Riki
    avatar
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5536
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 50
    Località : Firenze

    Re: qobuz in italia

    Post  Pazzoperilpianoforte on Tue Apr 17, 2018 12:25 pm

    Non è che sono sordo, ti ho inteso benissimo .. è che io mi pongo dei limiti che tu non ti poni. Ognuno ha i suoi: anche questo è un fatto personale e soggettivo, senza voler esprimere assolutamente un giudizio di merito sulle varie posizioni.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    avatar
    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5536
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 50
    Località : Firenze

    Re: qobuz in italia

    Post  Pazzoperilpianoforte on Tue Apr 17, 2018 12:28 pm

    Giordy60 wrote:

    hapi e pyramix possono acquisire direttamente in dsd ( fino a 256 ) ma, come detto prima, quel file non è " manovrabile " ( citazione brutale Laughing  )
    ...

    È quello che volevo dire io quando ho detto che sul file DSD non si può fare editing.. intendendo qualunque intervento di correzione, mixing ed aggiustamento del file..

    Penso anch’io che la soluzione più probabile sia quella che dici tu.. ma potrebbe anche trattarsi di un procedimento analogo al vecchio DSD64. Laddove prima si faceva DSD64/editing in DXD/DSD64, ora potrebbe darsi anche una soluzione DSD256/editing in MTFF/DSD256.

    Fatto sta che è roba che suona molto bene


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Auralic Aries + Auralic Vega + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!
    avatar
    Giordy60
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9019
    Data d'iscrizione : 2011-02-13
    Età : 57
    Località : prov.Cremona

    Re: qobuz in italia

    Post  Giordy60 on Tue Apr 17, 2018 5:56 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:

    Fatto sta che è roba che suona molto bene

    come non essere d'accordo con te !


    _________________
    la mente è come un paracadute, funziona solo se si apre ( cit. di Albert Einstein )
    Spoiler:

    io ascolto così : Server (s.o.WS2016) HQPlayer in ramdisk + HQPDControl  =>cavo di rete =>TP-link mc110cs =>cavo monomodale =>TP-link  mc110cs =>cavo di rete => NAA (s.o.WS2016) NAD in ramdisk =>nuprime DAC-10 =>monitor attivi Klein+Hummel o410 + sub Neumann Kh o810


      Current date/time is Fri Apr 20, 2018 8:52 am