Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
ampli valvolari e stabilizzatore di tensione
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Share
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 7520
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Tue Dec 05, 2017 7:05 pm

    dopo aver parlato con alcuni amici intubati che vivono nella campagna inglese, mi e' saltata la scimmia di provare uno stabilizzatore di tensione.

    occhio, non si parla di ups (che nella maggioranza dei casi "consumer" ricrea una onda quadra poi filtrata.... male, molto male per i nostri apparecchi audio.....) ma di un oggetto che "modifica" la tensione in ingresso e mantiene i 220V anche a fronte di grosse variazioni. in sostanza e' un autotrasformatore con contatto strisciante, nulla di che, tecnologia vecchia, ma adeguata all'uopo, e soprattutto non introduce fastidiose armoniche.
    secondo occhio , non si parla neppure di regolatori in tecnologia boost and buck, molto piu' economici ma che hanno lo stesso problema degli ups consumer....

    perche' mi e' saltata la scimmia? per due motivi sostanzialmente. il primo e' la molto maggiore sensibilita' dei tubi senza gnfb rispetto agli ss reazionati al punto di lavoro e quindi in definitiva alla tensione in ingresso nelle nostre case (per svariati motivi, non ultimo economici, ENEL&co hanno molto piacere a mandarci una tensione piu' alta dei canonici 230V), secondo e forse piu' importante motivo (anche perche' i miei ampli hanno un regolatore di tensione sull'anodica Laughing Laughing ) e' l'accensione del filamento, che molto spesso e' fatto prendendo direttamente l'uscita del trafo. la classica tolleranza dei tubi e' tipicamente dei 5%, e il simpatico gestore mi sta mandando in questo momento 243V, cioe' proprio al limite... e come noto accendere i tubi con troppi V non fa bene alla vita del tubo stesso, che se poi costa svariati bigliettoni da 100€ non fa neppure bene al mio portafogli santa

    ergo, stabilizzatore Daewoo da 2kVA appena ordinato, vediamo quando arriva l'effetto.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    Honored member of the Genteel Audiophile Old Farts Mutual Adulation Society
    Sources: Auralic Vega - MSB Analog
    Amps: Auralic Taurus MKII - Halgorythme 300B / 2A3
    Cans: Focal Utopia - HiFiman HE1000v2 / HE6 / HE500 - Denon AH-D7200
    avatar
    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 13701
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Motociclista)

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  carloc on Tue Dec 05, 2017 7:17 pm

    phaeton wrote:dopo aver parlato con alcuni amici intubati che vivono nella campagna inglese, mi e' saltata la scimmia di provare uno stabilizzatore di tensione.

    occhio, non si parla di ups (che nella maggioranza dei casi "consumer" ricrea una onda quadra poi filtrata.... male, molto male per i nostri apparecchi audio.....) ma di un oggetto che "modifica" la tensione in ingresso e mantiene i 220V anche a fronte di grosse variazioni. in sostanza e' un autotrasformatore con contatto strisciante, nulla di che, tecnologia vecchia, ma adeguata all'uopo, e soprattutto non introduce fastidiose armoniche.
    secondo occhio , non si parla neppure di regolatori in tecnologia boost and buck, molto piu' economici ma che hanno lo stesso problema degli ups consumer....

    perche' mi e' saltata la scimmia? per due motivi sostanzialmente. il primo e' la molto maggiore sensibilita' dei tubi senza gnfb rispetto agli ss reazionati al punto di lavoro e quindi in definitiva alla tensione in ingresso nelle nostre case (per svariati motivi, non ultimo economici, ENEL&co hanno molto piacere a mandarci una tensione piu' alta dei canonici 230V), secondo e forse piu' importante motivo (anche perche' i miei ampli hanno un regolatore di tensione sull'anodica  Laughing  Laughing ) e' l'accensione del filamento, che molto spesso e' fatto prendendo direttamente l'uscita del trafo. la classica tolleranza dei tubi e' tipicamente dei 5%, e il simpatico gestore mi sta mandando in questo momento 243V, cioe' proprio al limite... e come noto accendere i tubi con troppi V non fa bene alla vita del tubo stesso, che se poi costa svariati bigliettoni da 100€ non fa neppure bene al mio portafogli  santa

    ergo, stabilizzatore Daewoo da 2kVA appena ordinato, vediamo quando arriva l'effetto.

    Ottima scelta, ti garantisce anche un isolamento dalle spurie della rete.
    Esattamente che modello hai preso?


    _________________
    Rem tene verba sequentur
    avatar
    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 9347
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  Edmond on Tue Dec 05, 2017 8:16 pm

    Io mi sono fatto fare un autotrasformatore dalla ditta NOR-SE, su suggerimento di Mario, per l'impianto cuffia e sono contentissimo del risultato...


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 7520
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Tue Dec 05, 2017 8:48 pm

    grazie Carlo, vediamo se funziona come spero (ovvero, che l'utilizzo sia trasparente....)
    ovviamente non mi aspetto miglioramenti, e' solo una questione di mettere gli ampli nella migliore condizione "elettrica" di utilizzo, cioe' quella teorica per cui sono stati progettati. ho preso lo stesso modello dell'amico inglese, un Daewoo DWTZM da 2kva, piu' che sufficienti per alimentare un ampli da 8+8W  fortunatamente e' distribuito su Amazon da un negozio spagnolo santa

    Edmond, ma lo regoli manualmente?


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    Honored member of the Genteel Audiophile Old Farts Mutual Adulation Society
    Sources: Auralic Vega - MSB Analog
    Amps: Auralic Taurus MKII - Halgorythme 300B / 2A3
    Cans: Focal Utopia - HiFiman HE1000v2 / HE6 / HE500 - Denon AH-D7200
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 1492
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  mariovalvola on Tue Dec 05, 2017 8:52 pm

    Quello avvolto da Norse dovrebbe essere un trasformatore. Ha la possibilità di variare manualmente la tensione in uscita.
    Gli "stabilizzatori" con contatto strisciante potrebbero essere una buona soluzione ma bisognerebbe vedere come è avvolto il ferro. Verifica con sonde isolate se la forma della sinusoide rimane bella.
    Mi fa molto piacere che inizi a vedere i colli di bottiglia di in sistema un poco semplificato per accendere i filamenti.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 7520
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Tue Dec 05, 2017 9:05 pm

    quindi il trafo di Norse funge anche da isolatore, ottimo.

    l'amico inglese (un ing aerospace   ) e' un appassionato autocostruttore e alla mia rimostranza che probabilmente l'autotrafo avrebbe comunque distorto l'uscita, ha attaccato un bellissimo Rigol digitale a due canali (che non conoscevo)  e abbiamo verificato in-out.... a occhio non si vedeva nulla sulla forma nel tempo, attaccando la FFT si notava solo uno spettro un filo diverso, ma quasi sovrapponibile... ecco perche' ho cercato lo stesso identico modello  Laughing  Laughing

    sto inziando a pensare di risolvere in modo definitivo con dei regolatori sul filamento, ma devo studiare bene il problema.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    Honored member of the Genteel Audiophile Old Farts Mutual Adulation Society
    Sources: Auralic Vega - MSB Analog
    Amps: Auralic Taurus MKII - Halgorythme 300B / 2A3
    Cans: Focal Utopia - HiFiman HE1000v2 / HE6 / HE500 - Denon AH-D7200
    avatar
    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 9347
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  Edmond on Tue Dec 05, 2017 9:45 pm

    Ho delle tolleranze di ingresso ed uscita... 230V in ingresso e secondario 230 V in uscita 0, +/- 5% oppure +/-10%.

    La mia tensione MOLTO difficilmente sale sopra i 230V, piuttosto scende...


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 1492
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  mariovalvola on Tue Dec 05, 2017 9:47 pm

    Devi solo rifare un bel pezzo degli amplificatori. Accendere i DHT, risulta piuttosto ingombrante. La schedina è piccolina ma scalda. il dissipatore, non è piccolo. Gli avvolgimenti al TA devono fornire tensioni più alte e con correnti maggiori.
    http://www.bartola.co.uk/valves/dht-filament-regulator/
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 1492
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  mariovalvola on Tue Dec 05, 2017 10:35 pm

    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 7520
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Tue Dec 05, 2017 11:09 pm

    ero partito proprio dal sito di Ale per studiare la cosa.... anche se ci ero finito per altre vie, poi mi ero interessato proprio al progetto del giratore e del regolatore dell'accensione....


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    Honored member of the Genteel Audiophile Old Farts Mutual Adulation Society
    Sources: Auralic Vega - MSB Analog
    Amps: Auralic Taurus MKII - Halgorythme 300B / 2A3
    Cans: Focal Utopia - HiFiman HE1000v2 / HE6 / HE500 - Denon AH-D7200
    avatar
    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 7204
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  lizard on Wed Dec 06, 2017 11:09 am

    ma non è sufficiente un buon variac?
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 7520
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Wed Dec 06, 2017 11:17 am

    e' lo stesso principio, ma piu' "raffinato" (controllo automatico a microprocessore, protezione da sotto/sovra tensioni, filtraggio del rumore, etc..)


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    Honored member of the Genteel Audiophile Old Farts Mutual Adulation Society
    Sources: Auralic Vega - MSB Analog
    Amps: Auralic Taurus MKII - Halgorythme 300B / 2A3
    Cans: Focal Utopia - HiFiman HE1000v2 / HE6 / HE500 - Denon AH-D7200
    avatar
    JacksonPollock
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 261
    Data d'iscrizione : 2017-08-25

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  JacksonPollock on Thu Dec 07, 2017 12:57 pm

    Incredibile... Stavo affrontando il discorso proprio con un mio amico della perfida Albione.
    Dice che nei loro impianti in particolare quelli campestri (ma anche nelle vecchie town) gli arrivano anche picchi che superano le 250V.
    Ergo hanno i fusibili nelle prese, motivo per cui l'avevo contattato (devo cambiare presa ad un'elettronica che viene da Londra).

    Mi appello alla vostra esperienza, in un impianto italiota di un condomino anni 80 pensate possa fare una differenza sostanziale uno stabilizzatore di questo tipo?
    Solo valvole o anche lo stato solido ne trarrebbe giovamento?
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 7520
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Thu Dec 07, 2017 2:34 pm

    gia', stessa situazione del mio amico

    potresti verificare con un tester con memorizzazione di min/max la variabilita' della tensione che ti arriva, oppure con un piu' semplice tester "cinese" la variabilita' durante gli ascolti. come scritto piu' sopra, sono soprattutto le valvole che ne risentono. in generale, non mi aspetto nessuna differenza sostanziale, non e' un rigeneratore.... ma solo un modo per mettere nelle migliori condizioni "elettriche" gli apparecchi, almeno dal punto di vista "quantitativo".




    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    Honored member of the Genteel Audiophile Old Farts Mutual Adulation Society
    Sources: Auralic Vega - MSB Analog
    Amps: Auralic Taurus MKII - Halgorythme 300B / 2A3
    Cans: Focal Utopia - HiFiman HE1000v2 / HE6 / HE500 - Denon AH-D7200
    avatar
    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 13701
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Motociclista)

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  carloc on Thu Dec 07, 2017 2:36 pm

    I quei casi si suggerisce anche di dimunire la corrente di bias delle valvole per limitarne l’usura.


    _________________
    Rem tene verba sequentur
    avatar
    heartbreaker
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 111
    Data d'iscrizione : 2015-08-15

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  heartbreaker on Thu Dec 07, 2017 2:58 pm

    JacksonPollock wrote:..... gli arrivano anche picchi che superano le 250V.

    Mi appello alla vostra esperienza, in un impianto italiota di un condomino anni 80 pensate possa fare una differenza sostanziale uno stabilizzatore di questo tipo?
    Solo valvole o anche lo stato solido ne trarrebbe giovamento?

    Dipende da quanto sei vicino alla cabina di distribuzione, da quanti utilizzatori professionali ci sono nelle vicinanze( offcine, piccole industrie etc.) e anche da quando principalmente ascolti musica. Certamente di sera con le attività limitrofe chiuse la tensione tenderà a salire.
    Solo vorrei farti un piccolo conto prendendo ad esempio il tuo amico inglese. In England la tensione di rete nominale è di 240 V, allora un picco di 250 V rappresenta il 4,2% circa in più di sovratensione. Non molto, direi. Di questo problema(entro il 10-15%) dovrebbe, e sottolineo dovrebbe, essersene curato il progettista dell'apparecchio.
    In Italia la tensione nominale è passata dai 220 ai 230V( un amico che lavora nel settore mi ha detto, quando ci fu il cambiamento, che l'obiettivo era di portare la tensione a 240V) e quindi trovare 240V non è così drammatico, nè lesivo per le apparecchiature moderne( quelle più antiche hanno facilmente il cambiatensione che prevede anche i 240V). Mediamente a casa mia ci sono 237/8V e finora problemi non ne ho avuti.
    Comprendo e concordo sul problema di avere il filamento di una 300B di pregio sovraalimentato( anche di una raddrizzatrice top, se è per questo); il progettista dovrebbe aver tenuto conto di questo fattore, altrimenti un bel Coleman e passa la paura. In più dovrebbe anche suonare meglio, e non poco.
    avatar
    JacksonPollock
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 261
    Data d'iscrizione : 2017-08-25

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  JacksonPollock on Thu Dec 07, 2017 3:11 pm

    Grazie per le info.

    In England la tensione di rete nominale è di 240 V, allora un picco di 250 V rappresenta il 4,2% circa in più di sovratensione. Non molto, direi. Di questo problema(entro il 10-15%) dovrebbe, e sottolineo dovrebbe, essersene curato il progettista dell'apparecchio.

    Si si correttissimo, lui sosteneva che i picchi nella sua zona superassero le 250V e che hanno avuto diversi incendi dovuti a queste prese.
    Mi diceva che gli impianti sono fatti ad anello ma poi è sceso nel tecnico e non c'ho capito granché se non che due incendi su tre sono causati dalla combo bollitori dell'acqua/moquette .

    Darò un occhio al Coleman.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 7520
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Thu Dec 07, 2017 5:14 pm

    purtroppo le tolleranze dei tubi, soprattutto del filamento, sono in alcuni casi molto stringenti. se ho un +5% max, e gli do proprio un +5% costante, non e' che il tubo scoppia, ma sicuramente gli si accorcia la vita.

    a volte alcuni ampli hanno l'anodica regolata, ma la stragrande maggioranza (almeno a mia esperienza) degli ampli intubati non hanno il filamento regolato (per i miei ad esempio e' cosi').

    dopo la chiaccherata con l'amico campagnolo inglese ho cercato di capire meglio il problema (non facile devo dire, una giungla di leggi prima approvate e poi abrogate) e monitorato la tensione che mi arriva a casa ed oscilla tra 238V e 250V, quindi sicuramente entro i limiti di ENEL (anche se qui http://www.energeticambiente.it/elettrodomestici-e-apparecchiature-elettriche-elettroniche-domestiche/14765658-tensione-rete-220-230-a.html pare di capire che in Italia - e anche in UK e tutta EU - si dovrebbe passare a 230 +/-5%) ma altrettanto sicuramente se il progettista ha previsto la presa a 230V (come da standard), invece che al 240V, stiamo ben oltre il 5% dei tubi.

    tutto cio' premesso se l'oggetto in questione e' trasparente, meglio averlo che non averlo


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    Honored member of the Genteel Audiophile Old Farts Mutual Adulation Society
    Sources: Auralic Vega - MSB Analog
    Amps: Auralic Taurus MKII - Halgorythme 300B / 2A3
    Cans: Focal Utopia - HiFiman HE1000v2 / HE6 / HE500 - Denon AH-D7200
    avatar
    mauro16164
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1366
    Data d'iscrizione : 2013-02-19
    Età : 53
    Località : viterbo

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  mauro16164 on Fri Dec 08, 2017 8:31 pm

    ce l'ho anch'io! da circa un mese.. ma io ho il problema opposto.mi esce tra i 203 e 211 volts.pero' ci sono un paio di cose che non ho capito,tipo il pulsante posteriore... le istruzioni sono proprio basiche,per cui boh.pero' la corrente ora è stabile a 220.per neanche 100 euro si puo' fare. Laughing    


    _________________
    ampli:Headamp GSX MK-2 ampli:Apex Pinnacle dac:Denafrips Terminator cuffie:Hifiman HEK1000v2 Audeze LCD4  Fostex TH900mk2  Abyss 1266 trasporto:Goldnote cd7 alimentazione supplementare a batteria: Goldnote psu9 ampli Sugden a21se Filtro di rete OELBACH XXL POWERSTATION 909
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 7520
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Fri Dec 08, 2017 8:47 pm

    e' proprio quello... il pulsante posteriore serve ad aumentare da 5sec (corto) a 255sec (lungo) il ritardo con cui vengono alimentati gli apparecchi... utile nel caso di "singhiozzi" dopo un blackout.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    Honored member of the Genteel Audiophile Old Farts Mutual Adulation Society
    Sources: Auralic Vega - MSB Analog
    Amps: Auralic Taurus MKII - Halgorythme 300B / 2A3
    Cans: Focal Utopia - HiFiman HE1000v2 / HE6 / HE500 - Denon AH-D7200
    avatar
    mauro16164
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1366
    Data d'iscrizione : 2013-02-19
    Età : 53
    Località : viterbo

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  mauro16164 on Fri Dec 08, 2017 8:49 pm

    phaeton wrote:e' proprio quello... il pulsante posteriore serve ad aumentare da 5sec (corto) a 255sec (lungo) il ritardo con cui vengono alimentati gli apparecchi... utile nel caso di "singhiozzi" dopo un blackout.
    ahhhh,ecco...grazie..


    _________________
    ampli:Headamp GSX MK-2 ampli:Apex Pinnacle dac:Denafrips Terminator cuffie:Hifiman HEK1000v2 Audeze LCD4  Fostex TH900mk2  Abyss 1266 trasporto:Goldnote cd7 alimentazione supplementare a batteria: Goldnote psu9 ampli Sugden a21se Filtro di rete OELBACH XXL POWERSTATION 909
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 7520
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Sat Dec 09, 2017 6:48 pm

    prime prove. non mi pare introduca alcuna compressione o cmq alterazione, direi molto trasparente. ergo, ottimo sunny sunny




    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    Honored member of the Genteel Audiophile Old Farts Mutual Adulation Society
    Sources: Auralic Vega - MSB Analog
    Amps: Auralic Taurus MKII - Halgorythme 300B / 2A3
    Cans: Focal Utopia - HiFiman HE1000v2 / HE6 / HE500 - Denon AH-D7200
    avatar
    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 9347
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  Edmond on Sat Dec 09, 2017 7:46 pm

    Ciao Mike, costo dell'oggetto? (Se posso...)


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid
    avatar
    mauro16164
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1366
    Data d'iscrizione : 2013-02-19
    Età : 53
    Località : viterbo

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  mauro16164 on Sat Dec 09, 2017 7:49 pm

    Edmond wrote:Ciao Mike, costo dell'oggetto? (Se posso...)
    100 euro su amazon spedito dalla spagna..se po fa'.. :)


    _________________
    ampli:Headamp GSX MK-2 ampli:Apex Pinnacle dac:Denafrips Terminator cuffie:Hifiman HEK1000v2 Audeze LCD4  Fostex TH900mk2  Abyss 1266 trasporto:Goldnote cd7 alimentazione supplementare a batteria: Goldnote psu9 ampli Sugden a21se Filtro di rete OELBACH XXL POWERSTATION 909
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 7520
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Sat Dec 09, 2017 8:44 pm

    esatto.

    devo aggiungere: e' silenziosissimo, non essendo a contatto strisciante (che anche quelli fatti bene in realta' il motore e la spazzola si sentono sempre un pochino) ma commutando i vari tap di uscita con una batteria di rele a stato solido.... il che gli permette pure di essere velocissimo, 20ms sunny

    e' un oggettino ragionevolmente piccolo e leggero, senza fronzoli ne frocerie ma che fa bene il suo sporco lavoro. non riscalda neppure (almeno per ora)

    il range di utilizzo e' molto ampio, regola a 220 qualunque cosa tra 140 e 270.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information
    Honored member of the Genteel Audiophile Old Farts Mutual Adulation Society
    Sources: Auralic Vega - MSB Analog
    Amps: Auralic Taurus MKII - Halgorythme 300B / 2A3
    Cans: Focal Utopia - HiFiman HE1000v2 / HE6 / HE500 - Denon AH-D7200

      Current date/time is Wed Dec 13, 2017 6:05 pm