Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
ampli valvolari e stabilizzatore di tensione - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Share

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Sat Dec 09, 2017 8:44 pm

    esatto.

    devo aggiungere: e' silenziosissimo, non essendo a contatto strisciante (che anche quelli fatti bene in realta' il motore e la spazzola si sentono sempre un pochino) ma commutando i vari tap di uscita con una batteria di rele a stato solido.... il che gli permette pure di essere velocissimo, 20ms sunny

    e' un oggettino ragionevolmente piccolo e leggero, senza fronzoli ne frocerie ma che fa bene il suo sporco lavoro. non riscalda neppure (almeno per ora)

    il range di utilizzo e' molto ampio, regola a 220 qualunque cosa tra 140 e 270.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Sun Dec 10, 2017 1:41 pm

    dopo un po' di prove, ho trovato un difetto: non so perche' ma con il 2A3 se uso lo stabilizatore si sente un rumore rosa.

    fatti tutti gli incroci sorgenti-ampli-cavi possibili, si sente solo col 2A3, probabilmente e' un residuo dell'alimentazione del controller digitale o forse piu' probabilmente un residuo di commutazione derivante dalla batteria di rele' a stato solido.

    il fatto che il 2A3 ha anche un hum molto piu' alto del 300B mi fa pensare che piu' che altro sia un problema di filtraggio dell'ampli, ma sicuramente il rumore rosa non si sente senza lo stabilizzatore, quindi devo rettificare: non e' totalmente trasparente come speravo. peccato.

    per ora l'ho disinserito. lo colleghero' solo quando la rete e' troppo ballerina.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Thu Dec 28, 2017 10:04 am

    non si dovrebbero mai tirare conclusioni affrettate.... dopo una prova un po' piu' approfondita, l'oggetto in realta' non introduce alcuna "sporcizia" e anzi (da quel che posso capire) mantiene una forma d'onda molto pulita, come anche avevo verificato di persona via oscilloscopio dal mio amico inglese. in realta' il rumore era dovuto ad altro (e infatti si manifestava solo sul 2A3).

    problema risolto e giocattolo rimesso in opera in modo continuo. consigliato anche a chi non ha reali problemi di tensione troppo alta/bassa ma vuole solo controllare bene il rendimento dei propri giocattoli. e come si diceva giustamente prima, a 100€ se po' fa'....
    avatar
    mauro16164
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1737
    Data d'iscrizione : 2013-02-19
    Età : 54
    Località : viterbo

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  mauro16164 on Thu Dec 28, 2017 10:10 am

    phaeton wrote:non si dovrebbero mai tirare conclusioni affrettate.... dopo una prova un po' piu' approfondita, l'oggetto in realta' non introduce alcuna "sporcizia" e anzi (da quel che posso capire) mantiene una forma d'onda molto pulita, come anche avevo verificato di persona via oscilloscopio dal mio amico inglese. in realta' il rumore era dovuto ad altro (e infatti si manifestava solo sul 2A3).

    problema risolto e giocattolo rimesso in opera in modo continuo. consigliato anche a chi non ha reali problemi di tensione troppo alta/bassa ma vuole solo controllare bene il rendimento dei propri giocattoli. e come si diceva giustamente prima, a 100€ se po' fa'....
    ho riscontrato un "problema" ,ma nella mia profonda ignoranza ed in mancanza di istruzioni valide non so' se lo sia realmente.in pratica ,ogni tanto,magari dopo mezz'ora,un ora o pochi minuti,si sente un doppio "tlack tlack" come una sorte di interruttore che attacca e stacca.si senteanche in cuffia,o meglio è come se per un micro secondo si staccasse la corrente.da cosa puo' dipendere? a te lo ha fatto o lo fa? è normale?


    _________________
    ampli:Headamp GSX MK-2 ampli:Apex Pinnacle dac:Denafrips Terminator cuffie:Hifiman Susvara- Stax 009 - Fostex TH900mk2- Abyss 1266 PHI-Senneheiser hd800-Pioneer SE Master1 trasporto:sdc  Digidrive ampli Pathos Inpol2  Filtro di rete OELBACH XXL POWERSTATION 909 Giradischi Michell Gyro pre phono Gold Note Ph10 Gold Note Psu10  Cocktailx50
    avatar
    mauro16164
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1737
    Data d'iscrizione : 2013-02-19
    Età : 54
    Località : viterbo

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  mauro16164 on Thu Dec 28, 2017 10:19 am

    altra cosa strana,lo stabilizzatore mi segnala 220 v continui e regolari,come giustamente dovrebbe essere ed invece sulla presa multipla oellback 909 mi segnala,sul suo display,206 volts.com'è possibile? ovviamente l'oellback è collegata direttamente allo stabilizzatore...


    _________________
    ampli:Headamp GSX MK-2 ampli:Apex Pinnacle dac:Denafrips Terminator cuffie:Hifiman Susvara- Stax 009 - Fostex TH900mk2- Abyss 1266 PHI-Senneheiser hd800-Pioneer SE Master1 trasporto:sdc  Digidrive ampli Pathos Inpol2  Filtro di rete OELBACH XXL POWERSTATION 909 Giradischi Michell Gyro pre phono Gold Note Ph10 Gold Note Psu10  Cocktailx50
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Thu Dec 28, 2017 10:40 am

    mariovalvola wrote:Devi solo rifare un bel pezzo degli amplificatori. Accendere i DHT, risulta piuttosto ingombrante. La schedina è piccolina ma scalda. il dissipatore, non è piccolo. Gli avvolgimenti al TA devono fornire tensioni più alte e con correnti maggiori.
    http://www.bartola.co.uk/valves/dht-filament-regulator/

    ...allora, in the frattemp come si dice, mi sono anche studiato un po' il problema, ovviamente nei limiti della mia ignoranza conclamata e dei due neuroni ancora attivi (uno e' attualmente in sciopero per troppo lavoro).

    da perfetto ignorante, partirei da una considerazione. accendere un filamento comporta problemi diversi rispetto all'alimentazione di uno stadio audio  analogico. seconda considerazione, anche se in teoria cio' che mando al filamento non si dovrebe ripercuotere sul segnale, in realta' e' del tutto vero il contrario, soprattutto in termini di rumore e intermodulazione. ultima considerazione, la banda passante dei sistemi a tubi e' tipicamente limitata dal trafo di uscita.

    umh.... messa cosi', mi pare che una soluzione elegante ed efficente possa essere un buck ottima efficenza, cosi' non serve di dissipare piu' potenza sul regolatore di quella erogata in totale dall'ampli o consumata dai filamenti. se la commutazione e' abbastanza alta, diciamo sopra i 100kHz, il ripple residuo sara' "naturalmente" ammazzato dall'ampli stesso, cosi' come la imd. inoltre si puo' usare la presa 6.3V sul trafo sia per la 5V che per la 2.5V, ma probabilmente (devo verificare sul campo) anche per la 6.3V (con un ponte e un cap dopo dovremmo stare nei limiti dell'efficenza del buck). ultimo ma non ultimo, si puo' facilmente fare un regolatore di tensione o di corrente (o tutti e due volendo), cosi' si puo' accendere il filamento in tensione o corrente, e uscire sia con Zout teorica infinita (regolatore di corrente) che 0 (tensione) per verificare quale delle due condizioni si adatta meglio allo specifico circuito in termini di rumore residuo.

    possibile che nessuno ci ha pensato? ovviamente non e' cosi', ci hanno pensato in molti da quando sono disponibili moduli buck in grado di gestire correnti adeguate, e ci sono alcuni esempi di regolatori gia' belli e fatti pero' ma a costi da audiofilo tipo questo https://www.neurochrome.com/audio/?page_id=361

    ...ora, siccome acca' nisciun'e'fess e siccome conosco bene questi regolatori (e il loro costo... al massimo qualche dollaro) perche' non cercare qualcosa di equivalente ma non audiofigo? detto fatto, prendendo spunto dalla passione della mia dolce meta' (che una volta tanto e' stata utile e non solo un pozzo senza fondo di spese) ho scartabbellato i cataloghi di regolatori per uso nautico (volgarmente, dc-dc per barche ed affini), e ne ho preso un paio con regolazione a partire da 1.8V e max 5A (perfetti sia per al 300B che per la 2A3) per giocarci un po'. vediamo che esce fuori.


    Last edited by phaeton on Thu Dec 28, 2017 11:03 am; edited 2 times in total
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Thu Dec 28, 2017 10:43 am

    mauro16164 wrote:
    ho riscontrato un "problema" ,ma nella mia profonda ignoranza ed in mancanza di istruzioni valide non so' se lo sia realmente.in pratica ,ogni tanto,magari dopo mezz'ora,un ora o pochi minuti,si sente un doppio "tlack tlack" come una sorte di interruttore che attacca e stacca.si senteanche in cuffia,o meglio è come se per un micro secondo si staccasse la corrente.da cosa puo' dipendere? a te lo ha fatto o lo fa? è normale?

    sono i rele' interni del giocattolo che selezionano i tap del trafo probabilmente a fronte di una variazioen ecessiva dell'input. tutto normale
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Thu Dec 28, 2017 10:48 am

    mauro16164 wrote:altra cosa strana,lo stabilizzatore mi segnala 220 v continui e regolari,come giustamente dovrebbe essere ed invece sulla presa multipla oellback 909 mi segnala,sul suo display,206 volts.com'è possibile? ovviamente l'oellback è collegata direttamente allo stabilizzatore... [

    questo perche' il giocattolo e' basato su un autotrafo senza contatto strisciante e senza buck/bust, quindi con tap finiti. ci sono molti pro (velocita' di commutazione, silenzio, efficenza, nessuna deformazione della forma d'onda, ottimo per uso audio) ma anche qualche contro (non si puo' regolare in modo continuo, si va a step), come trovi nel manuale la regolazione ha una tolleranza del 8%, quindi quando segna 220 in realta' a seconda della tensione in arrivo puo' essere tra 202,4 e 237,6
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Thu Dec 28, 2017 11:22 am

    phaeton wrote:................
    , e ne ho preso un paio con regolazione a partire da 1.8V e max 5A (perfetti sia per al 300B che per la 2A3) per giocarci un po'. vediamo che esce fuori.

    naturalmente, come detto, e' solo per giocarci un po', ma anche per verificare se e' possibile evitare si rifare tutta la parte di alimentazione per installare i Coleman...... i regolatori di Rod (piu' volte giustamente segnalati da Mario) sono ad oggi quelli che piu' mi hanno convinto dal punto di vista progettuale, e costano poco (per essere per uso audio), ma essendo lineari hanno bisogno di una specifica progettazione dell'ali e del raffreddamento ed e' difficile farlo su un ampli gia' confezionato.........
    avatar
    mauro16164
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1737
    Data d'iscrizione : 2013-02-19
    Età : 54
    Località : viterbo

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  mauro16164 on Thu Dec 28, 2017 11:53 am

    phaeton wrote:

    questo perche' il giocattolo e' basato su un autotrafo senza contatto strisciante e senza buck/bust, quindi con tap finiti. ci sono molti pro (velocita' di commutazione, silenzio, efficenza, nessuna deformazione della forma d'onda, ottimo per uso audio) ma anche qualche contro (non si puo' regolare in modo continuo, si va a step), come trovi nel manuale la regolazione ha una tolleranza del 8%, quindi quando segna 220 in realta' a seconda della tensione in arrivo puo' essere tra 202,4 e 237,6
    grazie mille phaeton cheers cheers cheers


    _________________
    ampli:Headamp GSX MK-2 ampli:Apex Pinnacle dac:Denafrips Terminator cuffie:Hifiman Susvara- Stax 009 - Fostex TH900mk2- Abyss 1266 PHI-Senneheiser hd800-Pioneer SE Master1 trasporto:sdc  Digidrive ampli Pathos Inpol2  Filtro di rete OELBACH XXL POWERSTATION 909 Giradischi Michell Gyro pre phono Gold Note Ph10 Gold Note Psu10  Cocktailx50
    avatar
    alanford
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1593
    Data d'iscrizione : 2012-06-03
    Località : monza

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  alanford on Fri Dec 29, 2017 1:35 am

    ma uno stabilizzatore a ferro saturo di tipo professionale? magari non costa 100 euro pero'...... Embarassed
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2174
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  mariovalvola on Fri Dec 29, 2017 8:27 am

    Devi controllare la distorsione della sinusoide.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  phaeton on Fri Dec 29, 2017 8:57 am

    ....esatto....

    questi oggetti tipicamente, proprio per il modo in cui lavorano, introducono forti quantita' di terza, che poi vengono filtrate con un opportuno (i.e. grosso) condensatore, con tutti i problemi del caso. se l'alimentazione degli apparecchi e' fatta col cervello, molto probabilmente non succede nulla. ma siccome il filamento in genere e' semplicemente un tap del secondario (a volte i piu' coraggiosi Laughing ci mettono un ponte e un cap) nel caso delle nostre amate valvole ti ritrovi un sacco di "munnezza in cuffia o sui diffusori..... e magari non te ne accorgi perche' l'ampli ammazza l'hum (e quindi non senti il classico tono) ma non l'intermodulazione, e senti solo un suono "strano".

    PS sono oggetti "antichi" (non che sia un male, intendiamoci) nati per risolvere alcuni problemi specifici stando dentro alcuni parametri, altri esempi (IMHO piu' eleganti) sono gli stabilizzatori a ferro risonante etc.. oggi ci sono molte piu' possibilita' tecnologiche.
    avatar
    Pabloss
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 61
    Data d'iscrizione : 2013-11-03
    Età : 42
    Località : Anacapri

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  Pabloss on Sun Jan 28, 2018 3:17 am

    Ciao, ho anche io uno stabilizzatore come questo ma mi ponevo un quesito:
    Ogni mio apparecchio è a 230V nominali mente questo stabilizzatore emette 220V, questo potrebbe essere nocivo per il buon funzionamento degli apparecchi??
    Grazie!
    avatar
    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 15828
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Motociclista)

    Re: ampli valvolari e stabilizzatore di tensione

    Post  carloc on Sun Jan 28, 2018 8:12 am

    Nocivo non è. Probabilmente, il tuo amplificatore anziché tirare fuori 100W ne produrrà solo 95.


    _________________
    Rem tene verba sequentur

      Current date/time is Fri Dec 14, 2018 10:29 pm