Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
la costruzione di un amplificatore a valvole ideale - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Share

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  phaeton on Sat Jan 20, 2018 3:31 pm

    nessun pippone, anzi grazie dei consigli e dell'esperienza sunny

    il Lundah come accennato potrebbe essere il LL1623, versione SE da 60mA. se non leggo male il DS qui http://www.lundahl.se/wp-content/uploads/datasheets/1620_3_7_9202.pdf ha 46H come ind primaria, e sufficiente swing a 30Hz sia sul primario che sul secondario. lo chiuderei  3k/16ohm, quindi con la cuffie che uso piu' spesso sarei sempre sopra i 5k, con la D7200 sarei un po' sotto ma in modo ragionevole.

    per il punto di lavoro, ovviamente si tratta di simulazioni da verificare sul campo. vorrei partire da una prima sgrossatura, e (ribadisco, se l'analisi grafica e' valida almeno in prima approssimazione) non mi pare il caso di partire da una D2% oltre il 5%, pero' verificheremo anche questo. capisco il tuo punto di vista, anche forse legato ad un modus operandi piu' rispettoso dei tubi, ma poiche' l'idea e' di usare cmq tubi di ragionevole disponibilita' e costo, non mi pongo il problema di doverli cambiare ogni 3-4 anni, se questo mi consente di avere il suono che cerco sunny  
    una cosa: sicuramente leggo male io il DS, per EML e RCA e' specificata una Ia tipica di 60mA, con la max a 70mA (in bias fisso), 10mA di margine sono a tua esperienza pochi?

    una ultima cosa, non capisco il punto sul valore del primo cap.... il DS Mullard della GZ34 http://www.r-type.org/pdfs/gz34.pdf specifica un max di 60uF, e sono sicuro che considerata la variabilita' costruttiva dei valori dei cap dell'epoca, si sono tenuti un ampio margine. un primo cap da 47uF su una Veff molto lontana dal max lo ritieni in questo senso troppo "stressante"?


    Last edited by phaeton on Sat Jan 20, 2018 3:43 pm; edited 1 time in total
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2174
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  mariovalvola on Sat Jan 20, 2018 3:41 pm

    Il dato della prima capacità, su molti datasheet, è fuorviante (in "dare" e in "avere"). Comunque "pesa" anche il secondo.
    Bisogna sempre vedere a che tensioni e a quali correnti vuoi fare lavorare il tubo.
    Prova a giocare con PSUD 2, vedrai che sorprese Embarassed
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2174
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  mariovalvola on Sat Jan 20, 2018 3:48 pm

    Per quanto riguarda il LL1623, non capisco come riesca ad avere sia 5,6K che 3K. Gioca, forse, sui secondari? o sui primari?
    avatar
    MTBE
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 11
    Data d'iscrizione : 2016-01-05
    Località : Contado Fiorentino. Now from HOME!

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  MTBE on Sat Jan 20, 2018 4:08 pm

    Salve,
    per le rettificatrici, mi permetto di farvi notare le 6D22S.

    ciao

    Piero


    _________________
    “Prima sogno i miei dipinti, poi dipingo i miei sogni.”
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2174
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  mariovalvola on Sat Jan 20, 2018 4:21 pm

    Si. Sono interessanti. E' un tubo con molti estimatori. Phaeton, voleva stare sulle GZ... Io uso spesso rettificatrici a riscaldamento diretto:
    AZ1, AZ50, RGN4004, 5R4GY, ecc.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  phaeton on Sat Jan 20, 2018 5:18 pm

    mariovalvola wrote:Per quanto riguarda il LL1623, non capisco come riesca ad avere sia 5,6K che 3K. Gioca, forse, sui secondari? o sui primari?

    se non leggo male il DS, e' sezionato con 4 avvolgimenti primari e 8 secondari, ognuno con rapporto 13,4:1 .... diciamo che ci si puo' giocare parecchio sunny sunny
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  phaeton on Sat Jan 20, 2018 5:20 pm

    mariovalvola wrote:Si. Sono interessanti. E' un tubo con molti estimatori. Phaeton, voleva stare sulle GZ...
    ....

    si, esatto sunny sunny ne ho parecchie (ma anche qualche 5U4GB), e soprattutto ho delle NOS eccezionali (trovate con molta fatica), sia GZ34 che soprattutto GZ33, e quindi preferisco per ora sfruttare queste sunny sunny sunny
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  phaeton on Sat Jan 20, 2018 5:56 pm

    a futura memoria sunny sunny qui c'e' lo spiegone di come configurare alla bisogna il LL1623 usando le varie sezioni (ma ovviamente nulla vieta di giocare come ci pare con le possibili combinazioni): http://diyparadiso.com/lundahl/faq1.htm

    io ovviamente utilizerei i primari tutti in serie per avere la massima ind primaria (46H), e la conf d sul sec per i avere i 3k/16 (oppure la c per i 5k/16).
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2174
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  mariovalvola on Sat Jan 20, 2018 7:15 pm

    Grazie
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  phaeton on Sun Jan 21, 2018 9:37 pm

    allora, siccome da bravo (beh, si fa per dire) ingegnere tendo a fidarmi piu' dell'esperienza pratica che delle formulette sunny , e siccome sia Mario che Heart mi hanno messo piu' di una pulce tra il muffito e la recchia, ho provato a ripensare l'approccio per l'anodica.

    riprendo in mano il simulatore (microcap, che mi trovo meglio, ma poi ho controllato anche con psud), e riparto con la mia idea iniziale (poi scartata... non ricordo neppure piu' perche') dell'ingresso induttivo.

    ok, mi servono circa 140mA e 240V, con un 300V ce la dovrei fare, vediamo un po'.

    quindi LCLC, ind 10H, c1 il solito 47u, c2 500u + 47u , con una Rserie di 50+50 siamo a 240V con un ripple di 1mVpp, mi pare buono, e le correnti sulla GZ34 sono di tutto riposo. il problema adesso sara' trovare un induttore da 10H e 50ohm........ scartabellando il solito catalogo Lundahl, il LL1673 10H/200mA andrebbe bene, ed e' un 60ohm, quindi ci dovremmo essere.

    cmq mi pare che ora ci siamo sunny
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2174
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  mariovalvola on Sun Jan 21, 2018 10:14 pm

    phaeton wrote:ok, mi servono circa 140mA e 240V, con un 300V ce la dovrei fare, vediamo un po'.

    Bias fisso?


    Last edited by mariovalvola on Sun Jan 21, 2018 10:55 pm; edited 1 time in total
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2174
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  mariovalvola on Sun Jan 21, 2018 10:40 pm

    Oltre alla polarizzazione voluta, devi tenere presente la caduta di tensione riconducibile alla Rdc del primario del trasformatore d'uscita.
    Ascoltami, è meglio stare lievemente più alti per poter giocare anche con altri dispositivi ( eventualmente a stato solido) per ridurre ulteriormente il rumore dell'alimentatore. Pensa ex-ante anche a una presa aggiuntiva con una tensione ancora più alta per divertirti con un DRD o altri esercizi sado-maso ad accoppiamento diretto.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  phaeton on Sun Jan 21, 2018 11:13 pm

    no, niente bias fisso, a livello puramente concettuale mi trovo meglio col bias automatico che poi mi consente pure di giocare col bypass per un po' di LNFB in basso (lo so che non e' il max, ma preferisco le cose semplici sunny )

    per l'ali, of course ti seguo, la simulazione l'ho fatta con i numerelli precisi che avevo in testa per non dover aggiustare con una R, ma poi alla fine prendero' un 350-0-350 o se lo trovo a costo umano con almeno 300mA un 400-0-400. 240+42 ce la dovrei fare con un 350 e un ali non troppo scrauso.... domani lo simulo per vedere come va.

    per gli esercizi sadomaso, gia' ho in testa una polarizzazione catodica con le Ox3 con un accoppiamento diretto con la driver....  vedremo
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2174
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  mariovalvola on Mon Jan 22, 2018 7:04 am

    Considerando che vuoi acquistare Lundahl, prova anche la configurazione con un avvolgimento sul positivo e uno sul negativo. L'ascolto in cuffia potrebbe giovarsene.
    Per i tubi a gas sul catodo, mi ci sono rotto il naso tanti anni fa. Non hanno un'impedenza dinamica sufficientemente bassa. Meglio gli zener.
    Ragiona su come ritardare l'anodica (ti potrebbe servire quando utilizzerai rettificatrici a riscaldamento diretto).
    Disegnalo integralmente. Aiuta a eliminare gli eventuali errori.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  phaeton on Mon Jan 22, 2018 10:20 am

    adesso parto con il driver, anche se ho le idee piuttosto chiare su questo stadio, e il punto di lavoro delle finali e' stato scelto proprio in funzione di avere i tubi davanti meno stressati possibile sunny ...

    grazie per l'esperienza con le Ox3, con gli zener sarebbe complicato avere 200V, magari una configurazione serie Ox3-Zener?
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2174
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  mariovalvola on Mon Jan 22, 2018 10:50 am

    Non è un problema avere 200V a zener
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  phaeton on Mon Jan 22, 2018 12:12 pm

    umh, sono rimasto indietro ....
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  phaeton on Tue Jan 30, 2018 6:13 pm

    allora, il primo passettino e' fatto.... dopo un travaglio di quasi un mese, e il dubbio di aver buttato i soldi, alla fine il venditore cinese si e' dimostrato persona corretta e disponibile, e mi ha mandato un secondo chassis (il primo e' perso chissa' dove...) con una spedizione DHL express (3gg lavorativi dalla Cina, dogana inclusa   ) che probabilmente gli e' costata quanto tutto il margine che aveva... con la dogana il costo reale e' circa 200€, mi pare largamente adeguato alla qualita'.

    gran bell'oggetto, finiture veramente eccellenti, piastra superiore in alluminio pieno da 8mm potrebbe reggere tutti i trafi e me incluso  Laughing  Laughing , piastra frontale da 6mm rifinita molto bene, chassis in acciaio verniciato molto bene (non consoco il termine tecnico, ma e' la stessa verniciatura del Pass....) , nessun angolo tagliente neppure interno, manopole in alluminio tornito dal pieno. ottimo, veramente ottimo. alla faccia delle "cinesate".

    nel frattempo ho pensato ad un primo schema per il driver (6J5G polarizzata con un classico 250/8 e caricata con un LL1667/15mA) con un guadagno circa 16 con i 270H del Lundahl (un po' meno di quanto servirebbe per un full swing sulla finale con un Vin 2V, ma l'ho scelto appositamente cosi' per ridurre le distorsioni e non stressare troppo la driver). quando riesco ad avere un minimo di tempo simulo il tutto con microcap e poi si parte sul serio  per il cap tra driver e finale ho scelto Vcap, al limite se risultasse troppo "freddo" gli metto in parallelo un Jensen. i filamenti per ora usero' un buck stabilizzato in tensione con una buona cap dopo e vediamo che esce fuori. ho gia' ordinato dei buck constant current, vediamo se si riesce a fare qualcosa di meglio.





    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2174
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  mariovalvola on Tue Jan 30, 2018 7:59 pm

    Bello il telaio. Le manopole e l'interruttore (dove si posizionerebbe nel telaio?) sono in dotazione?
    Lo prendero, a breve, pure io. Il pannellino frontale, come si smonta? le flange degli zoccoli come sono fissate?
    Grazie.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  phaeton on Tue Jan 30, 2018 8:46 pm

    si, confermo, devo ammettere che e' fatto veramente in modo eccellente, molto superiore a molti chassis "occidentali".
    manopole e interruttore in dotazione, per l'interruttore c'e' una apertura laterale.
    il pannello frontale e' sia decorativo che strutturale, e' fissato con viti al telaio di supporto e alla piastra superiore.
    le flange sono fissate a vite con i soliti distanziali da pcb in metallo.
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2174
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  mariovalvola on Tue Jan 30, 2018 9:10 pm

    Quante vie, V e A l'interruttore?
    Grazie
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  phaeton on Tue Jan 30, 2018 10:41 pm

    due vie, 250V/12A

    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2174
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  mariovalvola on Wed Jan 31, 2018 3:44 am

    Grazie mille.
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2174
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  mariovalvola on Wed Jan 31, 2018 10:26 am

    Non sarà facile effettuare gli inevitabili ritocchi al frontale (presa cuffia) e, soprattutto, alla lastra superiore.
    Due domeniche fa, avevo dedicato un pomeriggio per verificare le forature ricordandomi di alcuni "residuati" Tamura archiviati in qualche armadio. Più o meno, dovremmo esserci
    Induttore A-4004

    Trasformatore di alimentazione PC-3004W


    Questi bellissimi ferri, consentono un cablaggio all'interno del telaio impeccabile.
    Ecco un esempio da internet (come le foto dei ferri) migliorabile sul fissaggio dei condensatori ma molto al di sopra della media


    Last edited by mariovalvola on Wed Jan 31, 2018 10:35 am; edited 1 time in total
    avatar
    mariovalvola
    Moderatore In-tubato

    Numero di messaggi : 2174
    Data d'iscrizione : 2014-12-19
    Località : Brescia

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  mariovalvola on Wed Jan 31, 2018 10:26 am

    Saremmo obbligati a usare un selettore a relais degli ingressi.
    avatar
    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 8989
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: la costruzione di un amplificatore a valvole ideale

    Post  phaeton on Wed Jan 31, 2018 10:55 am

    per gli ingressi, ne usero' solo uno
    piuttosto mi sto ponendo il problema (ancora teorico, ma preferisco pensarci prima) del doppio induttore sulla HV. li mettero' dentro lo chassis, ma devo pensare bene alla disposizione perche' ce ne saranno almeno 4 (2 per HV, 2 per il carico delle driver), oltre ai due PIO e agli mkp della alimentazione.... umh, mi sa che dovro' mettere qlcsa sopra....

      Current date/time is Fri Dec 14, 2018 11:47 pm