Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Accuphase E260 - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Accuphase E260

    Share

    JacksonPollock
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1078
    Data d'iscrizione : 2017-08-25

    Re: Accuphase E260

    Post  JacksonPollock on Mon Feb 05, 2018 11:04 am

    zulele wrote:scusa, probabilmente l'hai scritto, ma non ricordo: che diffusori dovrà pilotare il nuovo ampli ?

    Nel breve una coppia di Canton recenti, due floorstanders della linea GLE.
    Praticamente dei quasi monitor, molto aperti e senza o coloriture.

    Non sono agilissimissimi da pilotare e chiedono una buona dose di corrente per tirare fuori gli attributi.


    avatar
    zulele
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 701
    Data d'iscrizione : 2014-07-08

    Re: Accuphase E260

    Post  zulele on Mon Feb 05, 2018 11:21 am

    ecco, non so quanto l'Accuphase sia un buon erogatore di corrente; quelli in classe A hanno riserve insospettabili (ho sentito quegli ampli, dichiarati da 30wpc o 60wpc,. pilotare in modo egregio diffusori a bassa efficienza o andare a volumi letteralmente da denuncia senza scomporsi o perdere in dinamica e qualità), quelli in AB, pur avendone uno, non so dire, perché non l'ho mai messo alla prova con diffusori terribili; da quel che ne ho sentito dire, i Luxman in questo senso dovrebbero essere molto validi.


    _________________
    Naim CDX2+XP5XS - analogico: Rega RP8 con RB808 + Lyra Delos - prephono Klyne 6PE - Accuphase E-360 - diffusori Spendor LS3/5a - cavetteria: Accuphase, Kimber, S&M
    avatar
    JacksonPollock
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1078
    Data d'iscrizione : 2017-08-25
    Località : Località

    Re: Accuphase E260

    Post  JacksonPollock on Mon Feb 05, 2018 11:38 am

    zulele wrote:ecco, non so quanto l'Accuphase sia un buon erogatore di corrente; quelli in classe A hanno riserve insospettabili (ho sentito quegli ampli, dichiarati da 30wpc o 60wpc,. pilotare in modo egregio diffusori a bassa efficienza o andare a volumi letteralmente da denuncia senza scomporsi o perdere in dinamica e qualità), quelli in AB, pur avendone uno, non so dire, perché non l'ho mai messo alla prova con diffusori terribili; da quel che ne ho sentito dire, i Luxman in questo senso dovrebbero essere molto validi.

    Il mio Denon attuale le pilota egregiamente ed è in classe A/B.
    Ho un Luxman di fine anni 70 di cui uso solo il finale (75W su 8Ohm ma non so in che classe si trovi) ed effettivamente le "riempie" di più.

    L'Accu in questione devo sentirlo, ma non credo avrà problemi.

    PS. Per il Denon mi stanno contattando molti possessori Chario...
    In due giorni sono già 4

    A quanto mi dicono Denon + Chario sembra essere un'accoppiata che funziona
    Riporto quello che mi dicono i possibili acquirenti... Non ne ho idea...

    Dall'altro lato più di una persona mi ha indicato Tannoy come partner perfetto per Accu...
    Quasi che mi porto le "piccolette" visto che i catafalchi tedeschi li hanno già in sede...
    avatar
    JacksonPollock
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1078
    Data d'iscrizione : 2017-08-25
    Località : Località

    Re: Accuphase E260

    Post  JacksonPollock on Mon Feb 12, 2018 2:47 pm

    Condivido in pubblico la chiacchierata fatta con il Montagnolo (crasi di Montanari e Romagnolo)

    Tornato dall’ascolto da Di Prinzio
    Il 260 non si trova, ma avevano un E270 che ad orecchio mi è sembrato molto simile.
    Sul piatto:

    - Accuphase E270
    - Luxman 505ux MkII

    Tutti con le mie casse, la sorgente era l’Oppo HA2SE con Korg Audiogate, cavo QED e una manciata di FLAC/DSD che tengo nell'iPhone.
    Purtroppo non sono risucito a sentirli con il Lumin che avevo dietro, ma va bene uguale.

    Bestie notevoli e con veramente poco da dire.
    A sensazione personale: ho ritrovato il suono Lux che conosco ma anche la conferma che l’Accu (almeno come entry-level vs entry-level) è superiore..
    La differenza tonale è veramente poco percepibile, entrambi mostruosamente musicali e controllati.
    Forse l'Accu un pelo più dolce sulle alte.

    Il Lux è più “olografico” ma anche più sottile come suono.
    L’Accu è un po’ più contenuto come stage, ma il suono è più voluminoso e ha corpo.
    In pratica ci ho ritrovato quello che avevo sentito nel 260.

    Esteticamente mi piace di più il Lux...
    Acusticamente l’E270 non posso dire che stravinca, ma mi da la sensazione che potrebbe scalare di più con una coppia di speaker superiori.
    Lux e Accuphase li ho sempre considerati due pesi massimi, quindi mi aspettavo di trovare i rispettivi entry-level tutto sommato allineati.
    Ora, appurato che l'entry level di questi mostri sacri è comunque pari (se non superiore) al top di gamma di altri produttori nipponici, di fatto il Lux l'ho percepito come "fuori" da questo segmento e probabilmente più diretto concorrente di qualche Denon/Marantz/Yamaha pariprezzo.
    Probabilmente il diretto contendente per l'E270 è il 507UX MkII e non il 505.

    Il prezzo è una legnata per L'Accu e "gestibile" per il Lux, ma si sapeva.
    Avevano anche un classe A della Lux (Il 590MkII) ma non l'ho voluto ascoltare perchè di una spanna superiore a quello che posso permettermi... Mi piace rimanere concentrato  
    Della serie in classe A dei Lux mi ha confermato quello che dicono tutti: i dati di targa sono fuorvianti, eroga MOLTA più corrente di quella dichiarata e pilota senza problemi i carichi più ostici.


    Ora ho le idee molto più chiare.
    avatar
    zulele
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 701
    Data d'iscrizione : 2014-07-08

    Re: Accuphase E260

    Post  zulele on Tue Feb 13, 2018 5:45 pm

    ur non avendo io fatto confronti diretti, le tue impressioni d'ascolto mi paiono confermare l'idea che mi ero fatto, soprattutto quando parli di Accu più dolce sulle alte e Lux con suono "più sottile" (sempre parlando di macchine eccellenti).

    non conosco i tuoi diffusori, ma pensando alle Canton recenti (be'... qualche anno fa) che ho sentito e alle Karat 300 che avevo nella mia vita precedente, andrei di Accuphase perché anche loro (quelle Canton) sono sul lato degli acuti meno dolci e forse col Lux si potrebbe rischiare di esagerare (notare che uso forme decisamente dubitative, non ho certezze e non emetto sentenze).

    PS: su Denon e Marantz non saprei ben dire, ma non "disprezzerei" Yamaha: contando che costa meno di quei due, potresti puntare direttamente all'AS-3000, che mi pae una gran bella macchina (l'ho sentito una volta con il suo CDP CDS-3000 e non ricordo quali diffusori: risultato ottimo, ma non conoscendo niente di quell'impianto non so valutare i singoli componenti; comunque, risultato ottimo).

    PS: se entrasse nel budget, non avrei alcun dubbio a consigliarti un classe A di Accuphase: nettamente meglio degli AB (nota che io ho un E360, in classe AB...) per finezza di grana e ricchezza armonica, e direi che se non devi pilotare carichi molto molto difficili o efficienze bassissime, ti fanno dimenticare che sono dichiarati per 30wpc -quelli probabilmente sono solo quelli in classe A, poi commutano in AB e hanno riserve di potenza elevate; ho sentito ampli Accu in classe A pilotare con grande disinvoltura e senza scomporsi minimamente diffusori non proprio facili, anche a volumi -letteralmente- da denuncia.


    _________________
    Naim CDX2+XP5XS - analogico: Rega RP8 con RB808 + Lyra Delos - prephono Klyne 6PE - Accuphase E-360 - diffusori Spendor LS3/5a - cavetteria: Accuphase, Kimber, S&M
    avatar
    JacksonPollock
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1078
    Data d'iscrizione : 2017-08-25
    Località : Località

    Re: Accuphase E260

    Post  JacksonPollock on Tue Feb 13, 2018 8:12 pm

    Bene, sono contento di leggere conferme sulla “messa a fuoco” dei due marchi. Su Lux nel mentre ho ricevuto conferme anche sul fatto che il 507 è di altra categoria a dispetto delle specifiche.
    Le Canton sono frizzantelle quindi sicuramente qualcosa di musicale è d’obbligo.

    Lo Yamaha è veramente bello, ma nell’ascolto che feci tempo fa mi era sembrato freddino... Il Denon che ho ora a confronto è una stufa :)

    Il confronto con i marchi di cui sopra non era inteso come "disprezzante" ma più che altro come collocazione in fascia di prezzo.
    A sensazione uditiva (ma anche in termini di pecunia necessaria) il 505ux è più vicino ad un Denon 2500 o uno Yamaha AS2100 (seppur migliore di entrambi a mio giudizio) che non ad un Accuphase E260/270

      Current date/time is Fri Nov 16, 2018 5:06 pm