Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
LS3/5a: qualche domanda
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    LS3/5a: qualche domanda

    Share
    avatar
    zulele
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 701
    Data d'iscrizione : 2014-07-08

    LS3/5a: qualche domanda

    Post  zulele on Fri Apr 20, 2018 12:47 pm

    OK, alla fine, dopo che ci giravo intorno da un po', l'ho fatto: mi sono preso una coppia di 3/5, in particolare Spendor 11 ohm biwiring.
    ora ho qualche domanda.

    quanto dovrebbero essere alti gli stand ? a volte leggo 60cm, a volte 70cm, e una volta ho letto che dipende, fra i due, dalla distanza di ascolto, ma non so se debbano essere più alti quanto più sei lontano (come immagino), o viceversa.

    poi: c'è un modo per risalire all'anno di produzione in base ai seriali ?

    sono progettate per suonare con le griglie montate o (in linea ideale, posto che la cosa abbia un effetto sensibile) dovrebbero essere rimosse durante l'ascolto ?

    poi forse col tempo e con l'uso aggiungerò altre domande, ma per ora partiamo da queste (la prima è la più importante, direi).


    _________________
    Naim CDX2+XP5XS - analogico: Rega RP8 con RB808 + Lyra Delos - prephono Klyne 6PE - Accuphase E-360 - diffusori Spendor LS3/5a - cavetteria: Accuphase, Kimber, S&M
    avatar
    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 7960
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: LS3/5a: qualche domanda

    Post  lizard on Fri Apr 20, 2018 2:08 pm

    ciao,
    benvenuto al club degli scarpieri.
    piuì che dell'altezza mi preoccuperei del materiale e della tipologia degli stand e soprattutto di cosa ci sta a monte per pilotarle.
    personalmente lavorerei anche sul b/w con due cavi mediocri,anche dei semplici van de hul,perchè i ponticelli non danno sempre risultati sperati:
    provare per credere.
    cmq 60 cm sono l'ideale per non privare ulteriormente la gamma bassa.
    con 70 le casse si smagriscono un po',ma acquistano in scena.
    questo in linea generale,ma ovviamente dipende dal posizionamento e dall'altezza della seduta di ascolto.
    le griglie vanno talebanicamente lasciate al loro posto.
    per spettacolo,luccichii e cotillons ci sono altri diffusori.
    qui l'unico effetto speciale è la magia.
    avatar
    zulele
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 701
    Data d'iscrizione : 2014-07-08

    Re: LS3/5a: qualche domanda

    Post  zulele on Fri Apr 20, 2018 2:14 pm

    ciao, lizard,
    e grazie per le risposte.
    forse a questo punto mi orienterò su stand da 60cm (ho avuto un preventivo da SAA che realizza delle repliche, almeno quanto a geometria, dei Foundations, e mi sa che mi orienterò su quelli).
    il biwiring è già in atto (con cavi Kimber 4TC) perché già lo usavo con le altre casse.
    quel che c'è a monte lo vedi in firma, comunque l'ampli è un Accuphase a stato solido di buona potenza; in futuro potrei pensare di sostituirlo con un Accu in classe A, meno potente ma massimizzatore della 'magia' di cui parli.


    _________________
    Naim CDX2+XP5XS - analogico: Rega RP8 con RB808 + Lyra Delos - prephono Klyne 6PE - Accuphase E-360 - diffusori Spendor LS3/5a - cavetteria: Accuphase, Kimber, S&M
    avatar
    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8863
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina Bianca

    Re: LS3/5a: qualche domanda

    Post  Luca58 on Fri Apr 20, 2018 3:13 pm

    Gli stands in ferro risuonano e aggiungono abbastanza basso ma si sente che e' una risonanza estranea agli stands; dipende dai gusti. Sugli scaffali secondo progetto il basso esce che e' una meraviglia ma si perde lo stage.

    Da vicino tweeters all'altezza dell'orecchio, da lontano e' meno importante.

    Le Spendor 11 ohm bw, che ho anch'io, sono cambiate durante la produzione. Le mie sono tra le prime (n. di serie tra 12.000 e 13.000) e hanno i cavetti interni collegati ai connettori tramite anellini crimpati sui cavetti. Per me e' stato quindi facile mettere due anelli dello stesso polo sullo stesso connettore rendendo mw i diffusori e il guadagno e' notevole. Per me e' meglio un bw con un cavo di qualita' al tweeter e un ponticello decente che due cavi scadenti (non mi riferisco ai VDH, ovviamente).

    La magia e' molto difficile da ottenere e ancora con questa coppia non ci sono riuscito; il problema principale e' che adesso uso il digitale ma faccio mentalmente il confronto con l'analogico che avevo .


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.
    avatar
    zulele
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 701
    Data d'iscrizione : 2014-07-08

    Re: LS3/5a: qualche domanda

    Post  zulele on Fri Apr 20, 2018 3:23 pm

    ciao, Luca,
    le mie hanno seriale attorno a 18500: hai idea di che anno possano essere ?

    per ora le tengo su ripiani, non disponendo ancora di stand, e sono in una posizione orrenda, contro qualsiasi regola minima non dico dell'audiofilia ma della stereofonia più in generale, giusto per la voglia di averle collegate; per cui per ora non mi sono fatto un'idea, se non appena appena accennata, di come suonano.

    nella posizione 'standard' le terrò a 2-2.2 m di interasse e qualcosa di più dal punto d'ascolto, con 1m d'aria abbondante sia dalla parete di fondo che da quelle laterali, ma chi me le ha vendute mi ha suggerito di allontanarle il più possibile dal fondo e di ascoltarle ponendomi a 1-1.5m dalle casse
    dice che è una "esperienza".
    confermate ?


    _________________
    Naim CDX2+XP5XS - analogico: Rega RP8 con RB808 + Lyra Delos - prephono Klyne 6PE - Accuphase E-360 - diffusori Spendor LS3/5a - cavetteria: Accuphase, Kimber, S&M
    avatar
    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 7960
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: LS3/5a: qualche domanda

    Post  lizard on Fri Apr 20, 2018 3:54 pm

    Si..e' come avere una cuffia con gli stand..
    avatar
    zulele
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 701
    Data d'iscrizione : 2014-07-08

    Re: LS3/5a: qualche domanda

    Post  zulele on Fri Apr 20, 2018 4:30 pm

    è la stessa cosa che ci siamo detti col venditore; lui dice che è un'esperienza sonora, una ricostruzione della scena pazzesca, che le 3/5a rendono al meglio in quel modo.


    _________________
    Naim CDX2+XP5XS - analogico: Rega RP8 con RB808 + Lyra Delos - prephono Klyne 6PE - Accuphase E-360 - diffusori Spendor LS3/5a - cavetteria: Accuphase, Kimber, S&M
    avatar
    grifone
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 486
    Data d'iscrizione : 2010-09-13
    Età : 56
    Località : genova

    Re: LS3/5a: qualche domanda

    Post  grifone on Fri Apr 20, 2018 9:38 pm

    Buonasera Gaz gaz....

    Stavo contemplando l acquisto dell Sterling v2 ls 3/5......si si.


    _________________
    Pre Wbe Pourist - Finale wbe essence 300 - bdp Pioneer 450 -  Lector  Digitube s 192  - Piastra Marantz sd 35 -   Apple TV - Spendor S2 - Sub Elettronica Pegliese
    avatar
    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8863
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina Bianca

    Re: LS3/5a: qualche domanda

    Post  Luca58 on Mon Apr 23, 2018 11:52 am

    zulele wrote:ciao, Luca,
    le mie hanno seriale attorno a 18500: hai idea di che anno possano essere ?

    per ora le tengo su ripiani, non disponendo ancora di stand, e sono in una posizione orrenda, contro qualsiasi regola minima non dico dell'audiofilia ma della stereofonia più in generale, giusto per la voglia di averle collegate; per cui per ora non mi sono fatto un'idea, se non appena appena accennata, di come suonano.

    nella posizione 'standard' le terrò a 2-2.2 m di interasse e qualcosa di più dal punto d'ascolto, con 1m d'aria abbondante sia dalla parete di fondo che da quelle laterali, ma chi me le ha vendute mi ha suggerito di allontanarle il più possibile dal fondo e di ascoltarle ponendomi a 1-1.5m dalle casse
    dice che è una "esperienza".
    confermate ?

    Per l'anno esatto puoi scrivere alla Spendor, ma credo che siamo nella seconda meta' degli anni '90; mi sembra che la produzione delle LS3/5a in generale sia cessata verso il 1997 o giu' di li'. Nel tempo le LS3/5a sono un po' cambiate anche all'interno dello stesso marchio; la Spendor, ad esempio, ha cambiato il pannello posteriore.

    La distanza ravvicinata che ti hanno consigliato e' in generale corretta, anche se un po' dipende dalla stanza. Questo non vuol dire che anche da piu' lontano non possano suonare bene ma da vicino, con un posizionamento azzeccato, con stands, cavi, amplificazione e sorgente adatti e' come essere dal vivo in prima fila.

    L'amplificazione migliore, per quello che ho provato, e' valvolare e anche chi te le ha vendute usava l'AI500, col quale formano un'accoppiata dal rapporto q/p pazzesco; con lo ss hai qualcosa in piu' su alcuni parametri ma non so se si riesce ad ottenere la magia che ha reso famosi questi diffusori nonostante i loro limiti. Il vantaggio di farle suonare ravvicinate e' che alcuni di questi limiti non si sentono piu' e resta il palcoscenico incredibile assieme alla naturalezza delle voci. Ricordati comunque che sono mini-monitor veri e che anche se danno una forte impronta al suono bisogna che la catena sia all'altezza del risultato che vuoi ottenere.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

      Current date/time is Sat Nov 17, 2018 5:56 pm