Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Condividi
fonografo
fonografo
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 183
Data d'iscrizione : 23.10.18
Località : Rimini

Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  fonografo il Sab Nov 17 2018, 12:02

1. Il primo il più ovvio è la possibilità di trovare a basso costo diffusori che qualche anno fà avrebbero mandato in rosso il conto corrente (il mio sicuramente). Il rapporto costo/efficacia spesso è sorprendente.

2. Scegliere una coppia di diffusori usati/datati consente di usufruire di tutta una serie di esperienze su pregi/difetti, accoppiamento ottimale con elettroniche e ambiente, maturate in molti anni da schiere di appassionati.

3. Ottenere prove di ascolto prima dell’acquisto anche con le proprie elettroniche sarà molto più facile…..spesso la compravendita avviene tra privati.

4. I componenti dei diffusori datati sono realizzati per la stragrande maggioranza con sistemi di produzione manuali che consentono in caso di guasti/inefficienze di potersi rivolgere a laboratori tecnici in grado di risolvere il problema (mentre in molte produzioni moderne la realizzazione dei driver con sistemi automatizzati a livello industriale non sempre consentono interventi tecnici se non rivolgendosi alla casa madre a costi “adeguati”).

Solo vantaggi…….., ovvio che no.
Il rischio principale è che il/i precedenti proprietari possono aver utilizzato in maniera “impropria” i  diffusori utilizzandoli ad esempio con elettroniche non all’altezza che possono aver “fritto” le bobine dei driver facendoli funzionare con l’amplificazione in “clipping” o qualsiasi altro uso improprio che abbia potuto causare danni. Ma è sempre possibile senza spendere cifre importanti far eseguire un ‘analisi tecnica dei diffusori acustici da personale specializzato per farne una disamina strumentale (sia per i driver che per i crossover) e verificarne lo stato d’uso.

Non so se sul forum sono presenti esponenti professionali del settore (mi riferisco a chi vende materiale audio nuovo che potrebbe non gradire questo intervento, sono iscritto da poco e non conosco nessuno qui) io sono un privato che si interessa per passione e non ho nessun interesse economico in “compravendita”. L’intervento ha il solo fine di conoscere se altri (come me) utilizzano diffusori audio “stagionati”.

Mi piacerebbe sentire se altri sono d’accordo sull’argomento e magari hanno seguito questa strada citando marca e modello di quello che vi ha soddisfatto e le ragioni della scelta (accoppiamento ambientale o con le elettroniche ad esempio, oppure se la scelta è stata in base alla tecnica di funzionamento come elettrostatici, reflex, a tromba, sospensione pneumatica ecc….), anche se magari oggi non li utilizzate più e magari li avete nuovamente cambiati.
La vostra esperienza personale di venti anni fà potrebbe essere molto utile a qualcuno che adesso si avvicina all'audio riprodotto e che per motivi anagrafici non conosce neppure prodotti di elevato valore tecnico che avete provato a casa vostra......
Saluti


_________________
La musica è l’unico piacere sensuale senza vizi. (Samuel Johnson)
Buone cose.
Francesco
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7259
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 64
Località : Milano

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  RockOnlyRare il Sab Nov 17 2018, 12:46

Benvenuto, per fortuna il forum è democratico, a patto di non violare i rules che non comprendono certo esprimere una propria opinione sulla convenienza dell'usato.

E' fin troppo banale dire che bisogna conoscere il compratore e che quando prendi delle casse usate, a maggior ragione se vintage, è da mettere in preventivo una cifra per la revisione.

Per casse recenti, ovvio che dipende molto dall'utilizzatore, considerando che se si parla di un prodotto di qualità medio alta se non altissima, è improbabile che l'utilizzatore che è un appassionato, sia uno che le ha trattate con i piedi.

D'altra parte ci sono un sacco di appassionati che cambiano i componenti degli impianti con la stessa frequenza della biancheria, ed in questo caso spesso si possono fare affari d'oro.

Senza dimenticare che ci sono venditori seri che danno buonissime garanzie, costano un po' più dei privati ma può valerne la pena anche perchè se le casse gli restano invendute per un po' è disposto a calare sul prezzo anche in modo significativo.


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
heartbreaker
heartbreaker
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 172
Data d'iscrizione : 15.08.15

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  heartbreaker il Sab Nov 17 2018, 15:48

RockOnlyRare ha scritto:Benvenuto, per fortuna il forum è democratico, a patto di non violare i rules che non comprendono certo esprimere una propria opinione sulla convenienza dell'usato.

Perdonami,non riesco a capire il perchè. Una  opinione, mia o di qualcun altro, tale rimane, cioè una l'idea di un singolo che quindi, ovviamente, non è il verbo.
Altrimenti siamo al paradosso che gli americani esprimono dicendo: "billions flies eat shit, they can't be wrong!"

Credo che il problema, se poi è tale, possa essere posto in maniera più pratica.
Dato che non mi posso permettere il costo del nuovo( al livello di qualità che vorrei), allora guardo all'usato; si, ma quale?
Siamo parlando di diffusori, cioè l'insieme di mobile, altoparlanti e crossover. Come invecchiano queste cose? Come le possono avere rovinate al limite dell'irrimediabile i proprietari precedenti?  Quanta vita del componente sono disposto ad accettare? Mi spiego.
Ti metteresti in casa delle Infinity IRS V, o delle Electrovoice Patrician, o delle Rogers LS3/5A, o delle Apogge Grand sapendo che, se ti si rompono, non le riporti più allo stato di originale?
Anche se trattate benissimo le sospensioni degli altoparlanti possono cedere(ne hanno tutto il diritto dopo 30 anni!!) e quegli altoparlanti non sono più in produzione. E allora che fai? Butti tutto?  Mediamente no, le ripari come puoi; solo che il diffusore non è più lo stesso. E il valore è pesantemente diminuito. Conviene allora comperarle? Ognuno decida per se stesso.
Certo se si tratta di modelli in produzione, cambiati solo per sfizio dopo poco tempo dall'acquisto iniziale, la situazione assume tutt'altri contorni; chi non cercherebbe di fare l'affare del secolo? Altro che Black Friday!
Solo quanto deve essere la svalutazione del pezzo in questione? Se vai in negozio ti va bene se te la cavi con un 50%( del prezzo di acquisto!!), sempre se il negoziante sa a chi passare subito l'oggetto.
Ho vissuto, senza potermelo permettere lo stesso, la girandola di cambi dopo 3-6-9 mesi di un "benefattore" delle mie parti. La disponibilità era comunque limitata: il solo pezzo in vendita. Chi prima arrivava, macinava.
pluto
pluto
Moderatore - discobolo

Numero di messaggi : 25988
Data d'iscrizione : 05.10.10
Età : 61
Località : Genova

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  pluto il Sab Nov 17 2018, 16:05

io mi diverto moltissimo. Ho appena recuperato una delle uniche 2 coppie importate in Italia di Allison IC 20 (l'altra ho dovuto restituirla al pusher in quanto i woofers erano stati trattati maldestramente compromettendo suono e originalità)
Con 2000 euro mi trovo in ufficio il capolavoro di Roy Allison e una cassa che oggi costerebbe sui 20/30,000 eurelli

Il mio consiglio?

- fatelo solo se sapete esattamente cosa state comperando
- se conoscete profondamente il pezzo in questione
- se sapete dove far riparare quello che si può rompere.
- se sapete dove far trattare il mobile

Va da se che spesso l'acquisto da un privato che le aveva in cantina può essere fatto a prezzo di realizzo, ma 9 su 10 le condizioni sono pietose e quello che sembrava un affare può risultare invece un bel bidone

L'acquisto da un negozio comporta un prezzo di mercato e spesso è piuttosto caro se le condizioni sono ottime ma almeno non ci sono brutte sorprese

Ocio agli affari troppo facili... prudenza!
fonografo
fonografo
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 183
Data d'iscrizione : 23.10.18
Località : Rimini

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  fonografo il Sab Nov 17 2018, 17:03

heartbreaker ha scritto:

1. Credo che il problema, se poi è tale, possa essere posto in maniera più pratica.
Dato che non mi posso permettere il costo del nuovo( al livello di qualità che vorrei), allora guardo all'usato;
2 Ti metteresti in casa delle Infinity IRS V, o delle Electrovoice Patrician ...........................
3.Solo quanto deve essere la svalutazione del pezzo in questione? Se vai in negozio ti va bene se te la cavi con un 50%( del prezzo di acquisto!!), sempre se il negoziante sa a chi passare subito l'oggetto.


Saluti,
1 hai preso in pieno il senso.......................
2. assolutamente si ma obiettivamente sono due modelli che per motivi diversi non potrebbero andare nel mio ambiente domestico (spazio disponibile, le mie elettroniche di amplificazione non sono adeguate).
3. la valutazione di qualsiasi oggetto (a parte quella di mercato) è assolutamente soggettiva ed è riferita a quale somma ciascuno voglia o desideri spendere per quell'oggetto (io non spenderei nenche 1 euro per comprare un "Audemars Piguet" mentre ci sono schiere di appassionati disposti a spendere molto.


Personalmente non ho nulla da eccepire se qualcuno spende 40, 50 o 100mila euro per una coppia di diffusori acustici. Come detto ciascuno ha la propria insindacabile scala di valore su cosa è disposto a spendere.
La valenza di un forum è quella di scambiare informazioni.
La domanda è semplice, qualcuno usa a casa nel proprio impianto diffusori datati?
Se si, marca e modello e perchè le ha scelte?


_________________
La musica è l’unico piacere sensuale senza vizi. (Samuel Johnson)
Buone cose.
Francesco
fonografo
fonografo
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 183
Data d'iscrizione : 23.10.18
Località : Rimini

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  fonografo il Sab Nov 17 2018, 17:23

pluto ha scritto:io mi diverto moltissimo. Ho appena recuperato una delle uniche 2 coppie importate in Italia di Allison IC 20

Saluti,
sono andato a vedere su http://www.hifi-classic.net/review/allison-ic20-425.html la recensione delle Allison, non le conoscevo per nulla. Molto interessante la soluzione del montaggio a 45 gradi dei driver e che il posizionamento sia a ridosso dei muri, nella prova viene evidenziato che sono praticamente insensibili all'ambiente in cui devono suonare e non cambiano la propria resa acustica in funzione dell'ambiente.
In pratica dovrebbero suonare bene in qualsiasi ambiente e questo ne fà un modello da prendere in seria considerazione se a casa si hanno problemi di spazio e posizionamento.
L'impedenza di "targa" è di 6 ohm, avendo un ampli con i morsetti da 4 e 8 su quali andrebbero attaccate?
Per esperienza personale con cosa sono da abbinare in amplificazione?
Buoni ascolti.....


_________________
La musica è l’unico piacere sensuale senza vizi. (Samuel Johnson)
Buone cose.
Francesco
pluto
pluto
Moderatore - discobolo

Numero di messaggi : 25988
Data d'iscrizione : 05.10.10
Età : 61
Località : Genova

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  pluto il Sab Nov 17 2018, 17:38

Suggerirei di leggere prima chi era il buon Roy Allison e cosa ha progettato. Il suo zampino è su tutte le AR (3, 10Pgreco, 9 etc)
E' solo stato uno dei padri dell'elettroacustica. I suoi studi hanno fatto epoca

La cassa che ebbe il maggior successo commerciale era la Allison 1, questa si la puoi puntare. I principi sono gli stessi come la forma.

Vanno molto bene con un 70/100 watt a valvole almeno o con un 200 watt x canale a SS (idem le Allison 1)

Parliamo di sospensione pneumatica. L'efficienza non è molto elevata.
Ma non voglio scoraggiare: sono rarissime (solo 2 coppie in Italia) e l'altra va sistemata radicalmente sui woofers xché così non suona

Ma di casse da puntare ce ne sono tante

- Le Dahlquist DQ 10 di Enrico sono sempre un evergreen
- AR 10 P
- AR 9, 9 LS
- SNEll 3A
- Le JBL Studio pro
- Le Klipschorn e le Belleklipsch
- Quad: tutte
- Le vecchie Sonus Faber
- le Rogers
- Qualche B& W
- Magneplanar (molte)
e molte altre ovviamente
Perlomeno queste sono quelle che punterei io, visto che sono state le migliori delle loro epoche e quindi restano ricercate dagli appassionati
fonografo
fonografo
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 183
Data d'iscrizione : 23.10.18
Località : Rimini

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  fonografo il Sab Nov 17 2018, 18:19

pluto ha scritto:
..............................ma di casse da puntare ce ne sono tante

- Le Dahlquist DQ 10 di Enrico sono sempre un evergreen
- AR 10 P
- AR 9, 9 LS
- SNEll 3A
- Le JBL Studio pro
- Le Klipschorn e le Belleklipsch
- Quad: tutte
- Le vecchie Sonus Faber
- le Rogers
- Qualche B& W
- Magneplanar (molte)
e molte altre ovviamente
Perlomeno queste sono quelle che punterei io, visto che sono state le migliori delle loro epoche e quindi restano ricercate dagli appassionati

Alcune come le Horn, le AR10P, e la prima serie delle 801 in sp le ho ascoltate personalmente ma immagino che lei non usi nessuna di quelle elencate nel suo impianto a casa oggi.
Ed usa le già citate Allison IC20 nel suo studio al lavoro perchè immagino abbia di meglio a disposizione.
La domanda che le faccio è se da conoscitore del settore seguendo i consigli già inseriti....

"- fatelo solo se sapete esattamente cosa state comperando
- se conoscete profondamente il pezzo in questione
- se sapete dove far riparare quello che si può rompere.
- se sapete dove far trattare il mobile"

l'acquisto di materiale datato possa essere valido se paragonato al nuovo impiegando la stessa somma.
Lei ha affermato di aver speso 2000eu per le Allison, se avesse attinto al mercato del nuovo avrebbe lo stesso risultato in resa acustica nel suo studio?
Grazie intanto per la partecipazione.....
Buoni ascolti


_________________
La musica è l’unico piacere sensuale senza vizi. (Samuel Johnson)
Buone cose.
Francesco
pluto
pluto
Moderatore - discobolo

Numero di messaggi : 25988
Data d'iscrizione : 05.10.10
Età : 61
Località : Genova

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  pluto il Sab Nov 17 2018, 18:40

fonografo ha scritto:
Alcune come le Horn, le AR10P, e la prima serie delle 801 in sp le ho ascoltate personalmente ma immagino che lei non usi nessuna di quelle elencate nel suo impianto a casa oggi.
Ed usa le già citate Allison IC20 nel suo studio al lavoro perchè immagino abbia di meglio a disposizione.
La domanda che le faccio è se da conoscitore del settore seguendo i consigli già inseriti....

"- fatelo solo se sapete esattamente cosa state comperando
- se conoscete profondamente il pezzo in questione
- se sapete dove far riparare quello che si può rompere.
- se sapete dove far trattare il mobile"

l'acquisto di materiale datato possa essere valido se paragonato al nuovo impiegando la stessa somma.
Lei ha affermato di aver speso 2000eu per le Allison, se avesse attinto al mercato del nuovo avrebbe lo stesso risultato in resa acustica nel suo studio?
Grazie intanto per la partecipazione.....
Buoni ascolti

Non possiamo rimanere su un più amichevole "tu" x entrambi? sunny

Si a casa ho altro.
Per rispondere alla tua ultima domanda con me sfondi una porta aperta.
La scorsa settimana ho ascoltato in un negozio qua a Genova un paio di OHM F ca 2000 euro pure queste.
Per me superative. Sono omnidirezionali, una scena superba ed un basso molto profondo
Difficile trovare di meglio in giro x quelle cifre.

La Dahlquist di Enrico, tanto x citare una cassa che mi è sempre piaciuta, oggi costa ca 1200/1600 euro a secondo delle condizioni.
Altra cassa da puntare.

Però non è sempre detto che vecchio è meglio. Intanto x le ragioni che dicevamo prima. E poi qualche modello forse è stato superato
(Sulla Ar 10P forse ci sarebbe un po' da riflettere visto il suo tweeter antico e certamente superato). Ma resta un ascolto molto godibile x ca 800 euro e un pezzo di storia.

Giusto x dare un contributo finale: i negozianti sono un po' in difficoltà a piazzare oggi le casse grandi (come dimensioni) quindi penalizzano il prezzo del ritiro e fanno spesso dei prezzi interessanti.
Oggi si cerca una  cassa da inserire in una sala, le mogli rompono e quindi...
Chi ha la fortuna di avere un ambiente idoneo può contare su questo piccolo vantaggio e strappare un prezzo interessante

Ps x me è un piacere. E' un 3d interessate
E sono sempre favorevole al recapero delle glorie passate

Ma non comprate mai a scatola chiusa. Ascoltate, controllate le condizioni e informatevi attentamente. Non se ne sa  mai abbastanza
alanford
alanford
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1622
Data d'iscrizione : 03.06.12
Località : monza

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  alanford il Sab Nov 17 2018, 18:59

3D molto interessante e che condivido pienamente

le vecchie glorie del passato spesso hanno poco da invidiare ai diffusori moderni la cui differenza si vede spesso solo nel momento in cui si passa alla cassa per pagare

kef 105 prima e seconda serie per esempio, tanta, tantissima resa e poco costo cheers

le martin logan sequel 2 rappresentano un altro grande esempio di diffusore con eccellenti caratteristiche

certo, occorre prudenza e competenza nel valutare l'acquisto


pluto
pluto
Moderatore - discobolo

Numero di messaggi : 25988
Data d'iscrizione : 05.10.10
Età : 61
Località : Genova

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  pluto il Sab Nov 17 2018, 19:03

alanford ha scritto:
le martin logan sequel 2 rappresentano un altro grande esempio di diffusore con eccellenti caratteristiche


anche se lontane anni luce dalle ELS le vere e uniche grattugie. Un chiodo terribile. Amplificarle è difficilissimo. Ma magiche se si riesce nell'intento e senza quel woofer che un vero purista aborre...
pluto
pluto
Moderatore - discobolo

Numero di messaggi : 25988
Data d'iscrizione : 05.10.10
Età : 61
Località : Genova

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  pluto il Sab Nov 17 2018, 19:06

Sui pannelli elettrostatici poi c'è un capitolo a parte. Molti sono delicati e soggetti a rotture dopo molto tempo (non tutti)
X esampio le leggendarie Acoustat X no, sono molto robuste
X contro gli ampli dedicati sono penosi e vanno rifatti.
fonografo
fonografo
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 183
Data d'iscrizione : 23.10.18
Località : Rimini

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  fonografo il Sab Nov 17 2018, 19:39

pluto ha scritto:

Non possiamo rimanere su un più amichevole "tu" x entrambi? sunny

Si a casa ho altro..........
Per rispondere alla tua ultima domanda con me sfondi una porta aperta.
La scorsa settimana ho ascoltato in un negozio qua a Genova un paio di OHM F ca 2000 euro pure queste.
Per me superative. Sono omnidirezionali, una scena superba ed un basso molto profondo
Difficile trovare di meglio in giro x quelle cifre...........

Grazie per la confidenza il "tu" è più comodo......
Da parecchio non vado in un negozio che vende materiale hifi, se ci penso, gli acquisti fatti negli ultimi dieci/quindici anni li ho fatti rivolgendomi sempre a privati acquistando materiale usato e devo dire che ho fatto spesso piacevoli conoscenze.
Mi sono trovato a parlare con persone che condividono il mio stesso hobby e che (accordandosi prima) mi hanno permesso di provare quello che andavamo a contrattare assieme a pezzi della mia catena audio e mi sono trovato sempre a mio agio. Poi ho sempre rivenduto in eguale maniera il materiale che andavo sostituendo.
In passato invece ho avuto qualche esperienza poco edificante presso alcuni rivenditori del settore e da allora evito di perdere ulteriore tempo.

Per tornare all'argomento del "3ad" al momento non sono alla ricerca di una coppia di diffusori perchè uso dei diffusori che nel mio ambiente vanno decisamente bene (Jensen in sp)......e attualmente mi sto già dedicando al recupero di una coppia di kef 105.1 che ho preso sempre da un privato. Dopo l'acquisto le ho usate per qualche settimana a casa e ho deciso di portarle a fare un "check" presso un laboratorio specializzato. Verranno smontate e d'accordo con il tecnico saranno controllati tutti i driver e il funzionamento dei crossover, mentre saranno sicuramente sostituiti morsetti e cablaggi......(il laboratorio è in grado eventualmente di ricostruire bobine, filtri ecc).
Non mi illudo ovviamente che se ci sarà bisogno di fare interventi ricostruttivi andranno a funzionare come come appena uscite di fabbrica......ma sicuramente andranno meglio di quando gliele ho consegnate e comunque già ero soddisfatto quando le ho ascoltate a casa.
Mi piacerebbe sapere se altri fanno ascolti "datati" a casa.....
Buoni ascolti



_________________
La musica è l’unico piacere sensuale senza vizi. (Samuel Johnson)
Buone cose.
Francesco
fonografo
fonografo
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 183
Data d'iscrizione : 23.10.18
Località : Rimini

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  fonografo il Sab Nov 17 2018, 20:09

alanford ha scritto:3D molto interessante e che condivido pienamente

le vecchie glorie del passato spesso hanno poco da invidiare ai diffusori moderni la cui differenza si vede spesso solo nel momento in cui si passa alla cassa per pagare

kef 105 prima e seconda serie  per esempio, tanta,  tantissima  resa e poco costo  cheers

le martin logan sequel 2 rappresentano un altro grande esempio di diffusore con eccellenti caratteristiche

certo, occorre prudenza e competenza nel valutare l'acquisto



Saluti,
la tua risposta (mi permetto il tu) è arrivata mentre scrivevo quella a "pluto"......... neanche per farlo apposta mi sono procurato da poco una coppia di 105.1 prese da un privato. Da quando sono arrivate a casa ho il sorriso stampato in faccia. Vanno molto bene ma ho deciso comunque di farle revisionare, sono delle vecchie signore e si meritano un check.
Come scritto a "pluto" ho lasciato le kef in un laboratorio tecnico dove verranno controllati driver e crossover e se necessario (spero di no) oltre alla sostituzione di morsetti e cablaggio verrà fatto quello di cui hanno bisogno.
Alla prova di ascolto comunque già prima del controllo vanno meglio dei diffusori che vanno a sostituire.
Le Logan non le ho mai ascoltate e devo dire sinceramente che mi sono sempre tenuto cauto perchè di tecnici in grado di mettere mano sulle elettrostatiche in caso di problemi non ne conosco nessuno.....
Buoni ascolti


_________________
La musica è l’unico piacere sensuale senza vizi. (Samuel Johnson)
Buone cose.
Francesco
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7259
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 64
Località : Milano

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  RockOnlyRare il Sab Nov 17 2018, 23:58

fonografo ha scritto:


Saluti,
1 hai preso in pieno il senso.......................
2. assolutamente si ma obiettivamente sono due modelli che per motivi diversi non potrebbero andare nel mio ambiente domestico (spazio disponibile, le mie elettroniche di amplificazione non sono adeguate).
3. la valutazione di qualsiasi oggetto (a parte quella di mercato) è assolutamente soggettiva ed è riferita a quale somma ciascuno voglia o desideri spendere per quell'oggetto (io non spenderei nenche 1 euro per comprare un "Audemars Piguet" mentre ci sono schiere di appassionati disposti a spendere molto.


Personalmente non ho nulla da eccepire se qualcuno spende 40, 50 o 100mila euro per una coppia di diffusori acustici. Come detto ciascuno ha la propria insindacabile scala di valore su cosa è disposto a spendere.
La valenza di un forum è quella di scambiare informazioni.
La domanda è semplice, qualcuno usa a casa nel proprio impianto diffusori datati?
Se si, marca e modello e perchè le ha scelte?

Beh io sono uno di questi, presi le Dahlquist dq 10 nel lontano 1979 e non le ho più cambiate. Così come l'amplificazione BGW di derivazione professionale che era quella scelta dall'importatore delle case per le demo.

Le scelsi perchè ne rimasi rapito per la differenza con tutto quando ascoltato prima in termine di sonorità, ad un prezzo che con notevoli sacrifici riuscivo a permettermi (avevo poco più di 20 anni e lavoravo in un negozio hi-fi).
Ne sono tuttora soddsfatto, sicuramente c'è di meglio, ma non avrei la disponibilità economica per potermi permettere elettroniche e casse che suonino decisamente meglio delle mie, oltre che per motivi affettivi.
Anche il tempo che dedico alla musica in casa ascoltando l'impianto è ben diverso da quando ero studente o lavoravo spesso in casa.
Di recente ho aggiunto il sub + crossover originale sempre della Dahlquist preso usato che ho dovuto però far restaurare per i motivi bene evidenziati. Anche le casse sono state restaurate quando possibile direttamente dall'importatore. Comunque si ascoltano ancora benissimo.

La cosa che mi piacerebbe cambiare è il finale (40 anni sono tanti), ma le casse hanno richieste molto esose, diciamo non meno di 250 W rms per canale, con impedenza che scende anche sotto i 2 OHM, e corrente ad iosa. Caratteristiche che fanno alzare di brutto il costo e le tasche sono quello che sono.


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
alanford
alanford
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1622
Data d'iscrizione : 03.06.12
Località : monza

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  alanford il Dom Nov 18 2018, 01:07

fonografo ha scritto:

Saluti,
la tua risposta (mi permetto il tu) è arrivata mentre scrivevo quella a "pluto"......... neanche per farlo apposta mi sono procurato da poco una coppia di 105.1 prese da un privato. Da quando sono arrivate a casa ho il sorriso stampato in faccia. Vanno molto bene ma ho deciso comunque di farle revisionare, sono delle vecchie signore e si meritano un check.
Come scritto a "pluto" ho lasciato le kef in un laboratorio tecnico dove verranno controllati driver e crossover e se necessario (spero di no) oltre alla sostituzione di morsetti e cablaggio verrà fatto quello di cui hanno bisogno.
Alla prova di ascolto comunque già prima del controllo vanno meglio dei diffusori che vanno a sostituire.
Le Logan non le ho mai ascoltate e devo dire sinceramente che mi sono sempre tenuto cauto perchè di tecnici in grado di mettere mano sulle elettrostatiche in caso di problemi non ne conosco nessuno.....
Buoni ascolti

ottime le 105 come avevo detto

le logan, cosi' come tanti altri elettrostatici godono di pregiudizi che permettono di tenere il prezzo dell'usato particolarmente conveniente

io le ho da tanti anni e me le godo



alanford
alanford
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1622
Data d'iscrizione : 03.06.12
Località : monza

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  alanford il Dom Nov 18 2018, 01:15

a proposito i miei ascolti sono tutti datati Rolling Eyes
a parte il braccio di un mio gira che e' ancora bimbo (circa 5 anni) tutti gli altri sono dei maturi maggiorenni sunny
fonografo
fonografo
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 183
Data d'iscrizione : 23.10.18
Località : Rimini

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  fonografo il Dom Nov 18 2018, 09:56

RockOnlyRare ha scritto:

Beh io sono uno di questi, presi le Dahlquist dq 10 nel lontano 1979 e non le ho più cambiate. Così come l'amplificazione BGW di derivazione professionale che era quella scelta dall'importatore delle case per le demo..........
.......Di recente ho aggiunto il sub + crossover originale sempre della Dahlquist preso usato che ho dovuto però far restaurare per i motivi bene evidenziati. Anche le casse sono state restaurate quando possibile direttamente dall'importatore. Comunque si ascoltano ancora benissimo.
La cosa che mi piacerebbe cambiare è il finale (40 anni sono tanti), ma le casse hanno richieste molto esose, diciamo non meno di 250 W rms per canale, con impedenza che scende anche sotto i 2 OHM, e corrente ad iosa. Caratteristiche che fanno alzare di brutto il costo e le tasche sono quello che sono.

Saluti,
grazie del contributo, se hai scelto le Dahlquist mentre lavoravi in un negozio che commerciava in impianti audio, di materiale ne avrai sentito un bel pò e non ho dubbi che la scelta è caduta su un oggetto che è entrato nella storia dell'hifi.
La cosa importante è che abbia riscontrato il tuo entusiasmo e lo testimonia il fatto che sei andato a cercarti il "set" della casa per integrare l'emissione in bassa frequenza, quando si ha qualcosa che piace si cerca sempre di tenerlo al meglio e proprio perchè ti è costato sacrifici per acquistarle le ha rese ancora più importanti................ questa è una cosa che capisco bene.
Non le ho mai ascoltate e non mi ero neanche mai preso la "briga" di andare a leggere le richieste di corrente per farle funzionare........negli anni sarai diventato azionista dell'ENEL sunny ....scherzo ovviamente.
Il "wattaggio" non è poi un così grosso problema ma è la capacità di scendere così in basso in impedenza (sotto i 2 ohm) a renderle "ostiche". Ci credo che hai problemi a trovare "sostituti" per il finale ......almeno a prezzi umani.
Comunque se "mamma" Dahlquist per presentarle al pubblico le ha abbinate a quell'ampli è perchè probabilmente non c'era di meglio per farle funzionare, di certo volevano tirare fuori il massimo per poterle vendere.
Se funziona perchè sostituirlo? Quaranta anni sono tanti è vero (magari ti è venuto a noia l'aspetto) ma "che ti frega"......... se tira fuori il meglio dalle tue Dahlquist!
Ti ringrazio ancora del tuo contributo.
Buoni ascolti


Ultima modifica di fonografo il Dom Nov 18 2018, 10:58, modificato 1 volta


_________________
La musica è l’unico piacere sensuale senza vizi. (Samuel Johnson)
Buone cose.
Francesco
fonografo
fonografo
JuniorMember
JuniorMember

Numero di messaggi : 183
Data d'iscrizione : 23.10.18
Località : Rimini

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  fonografo il Dom Nov 18 2018, 10:32

alanford ha scritto:

........le logan, cosi' come tanti altri elettrostatici godono di pregiudizi che permettono di tenere il prezzo dell'usato particolarmente conveniente
io le ho da tanti anni e me le godo


Saluti,
scusa, non avevo capito prima che hai le Martin Logan Sequel 2 nel tuo impianto.........pensavo le citassi come qualcosa che hai ascoltato o avuto in passato per passare poi oltre.......
Devo darti ragione relativamente ai pregiudizi sulle elettrostatiche (parlo per me ovviamente) e negli anni sono stati così forti da non farmene interessare. Mi sà che mi sono perso qualcosa da come ne parli..............vedrò di colmare la lacuna almeno a titolo di conoscenza.
Visto che le hai da molti anni con cosa le hai abbinate in amplificazione? E di che anno di produzione sono?
Grazie della partecipazione
Buoni ascolti

PS
Dunque ricapitolando per gli utilizzatori di diffusori "stagionati".
Dahlquist DQ10 (5 vie) (1979) con amplificazione BGW
Martin Logan Sequel 2 (elettrostatiche con unità bassi in sospensione pneumatica) ________________
Kef 105.1 (sospensione pneumatica) (1979) con amplificazione Marantz SM11S1
aspettiamo altre volenterose adesioni direi minimo 18 anni......
Buoni ascolti


_________________
La musica è l’unico piacere sensuale senza vizi. (Samuel Johnson)
Buone cose.
Francesco
alanford
alanford
Vip Member
Vip Member

Numero di messaggi : 1622
Data d'iscrizione : 03.06.12
Località : monza

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  alanford il Dom Nov 18 2018, 13:57

fonografo ha scritto:

Saluti,
scusa, non avevo capito prima che hai le Martin Logan Sequel 2 nel tuo impianto.........pensavo le citassi come qualcosa che hai ascoltato o avuto in passato per passare poi oltre.......
Devo darti ragione relativamente ai pregiudizi sulle elettrostatiche (parlo per me ovviamente) e negli anni sono stati così forti da non farmene interessare. Mi sà che mi sono perso qualcosa da come ne parli..............vedrò di colmare la lacuna almeno a titolo di conoscenza.
Visto che le hai da molti anni con cosa le hai abbinate in amplificazione? E di che anno di produzione sono?
Grazie della partecipazione
Buoni ascolti

PS
Dunque ricapitolando per gli utilizzatori di diffusori "stagionati".
Dahlquist DQ10 (5 vie) (1979) con amplificazione BGW
Martin Logan Sequel 2 (elettrostatiche con unità bassi in sospensione pneumatica) ________________
Kef 105.1 (sospensione pneumatica) (1979) con amplificazione Marantz SM11S1
aspettiamo altre volenterose adesioni direi minimo 18 anni......
Buoni ascolti
alle 105.1 aggiungerei sicuramente le 105.2

altri diffusori vintage che mi hanno molto meravigliato in positivo ne ho ascoltati tanti, ad esempio mi sovvengono le B&W DM6 e le B&W 801, le Thiel 3.6, le magneplanar 3.6
chi pratica questo hobby da oltre 30 anni come il sottoscritto li conosce assai bene, li ha bramati quando era giovane ed oggi li apprezza per quello che sono ossia dei capolavori che si portano a casa per cifre assai abbordabili
certo occorre valutare con attenzione le condizioni in cui si trovano

p.s. ho ascoltato quasi tutta la produzione martin logan piu' o meno recente, soprattutto le tanto decantate amplificate, quando torno a casa ad ascoltare le mie sorrido........


pluto
pluto
Moderatore - discobolo

Numero di messaggi : 25988
Data d'iscrizione : 05.10.10
Età : 61
Località : Genova

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  pluto il Dom Nov 18 2018, 17:12

@Alan

Mi rendo conto di essere stato abbastanza indelicato con il mio commento sulle ML e non era mia intenzione per cui mi scuso seppur tardivamente.
Le tue casse mi piacciono assai, così come molte altre ML successive ibride. Ma come sai si sono spesi fiumi di inchiostro su quel Woofer che voleva risolvere tanti problemi lasciati in sospeso dalle ESL. Gli appassionati si sono divisi in 2 partiti. Un po' quanto accadde con le Quad e il subwwofer

Secondo tanti le ESL furono il capolavoro ML pur con molte problematiche legate al pilotaggio. A livello collezionistico un appassionato ha tanti modelli ibridi tra cui scegliere, mentre se vuole un elettrostatico puro si rivolge alle ESL. Il mio commento a questo si rivolgeva

A me piacciono pure quelle attuali ma li ci vogliono barche di soldi (purtroppo).

Comunque lisce o ibride, sono casse molto interessanti e se si riesce a posizionarle bene, regalano ottimi ascolti
RockOnlyRare
RockOnlyRare
Rockzebo Expert

Numero di messaggi : 7259
Data d'iscrizione : 18.05.12
Età : 64
Località : Milano

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  RockOnlyRare il Dom Nov 18 2018, 20:47

fonografo ha scritto:

Saluti,
grazie del contributo, se hai scelto le Dahlquist mentre lavoravi in un negozio che commerciava in impianti audio, di materiale ne avrai sentito un bel pò e non ho dubbi che la scelta è caduta su un oggetto che è entrato nella storia dell'hifi.
La cosa importante è che abbia riscontrato il tuo entusiasmo e lo testimonia il fatto che sei andato a cercarti il "set" della casa per integrare l'emissione in bassa frequenza, quando si ha qualcosa che piace si cerca sempre di tenerlo al meglio e proprio perchè ti è costato sacrifici per acquistarle le ha rese ancora più importanti................ questa è una cosa che capisco bene.
Non le ho mai ascoltate e non mi ero neanche mai preso la "briga" di andare a leggere le richieste di corrente per farle funzionare........negli anni sarai diventato azionista dell'ENEL sunny ....scherzo ovviamente.
Il "wattaggio" non è poi un così grosso problema ma è la capacità di scendere così in basso in impedenza (sotto i 2 ohm) a renderle "ostiche". Ci credo che hai problemi a trovare "sostituti" per il finale ......almeno a prezzi umani.
Comunque se "mamma" Dahlquist per presentarle al pubblico le ha abbinate a quell'ampli è perchè probabilmente non c'era di meglio per farle funzionare, di certo volevano tirare fuori il massimo per poterle vendere.
Se funziona perchè sostituirlo? Quaranta anni sono tanti è vero (magari ti è venuto a noia l'aspetto) ma "che ti frega"......... se tira fuori il meglio dalle tue Dahlquist!
Ti ringrazio ancora del tuo contributo.
Buoni ascolti

Grazie anche a te, la pensiamo esattamente allo stesso modo, il motivo per cui mi piacerebbe sostituirlo è che nelle amplificazioni il tempo si sente certamente di più e sicuramente ce ne sono di superiori anche nettamente. Solo che appunto le motiviazioni economiche prevalgono sul resto.


_________________
http://basta-con-i-tagli-alle-pensioni.over-blog.it/article-le-bugie-sull-aspettativa-di-vita-84948824.html

https://www.indexmundi.com/facts/indicators/SP.DYN.LE00.IN/compare#country=it
Banano
Banano
Hi-End Member
Hi-End Member

Numero di messaggi : 11288
Data d'iscrizione : 22.12.08
Età : 40
Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  Banano il Gio Nov 22 2018, 13:12

A me l'intervento del 3D m'è piaciuto.


_________________
Il mio Impianto
http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t14-l-impianto-di-bananetto?highlight=bananetto

[i]In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.
lizard
lizard
Pop Music Expert

Numero di messaggi : 8387
Data d'iscrizione : 06.11.09
Località : Augusta Taurinorum

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  lizard il Gio Nov 22 2018, 15:17

io ascolto solo con diffusori vintage.
prediligo quelli con sospensioni in gomma,con l'unica eccezione delle allison one,dentro le quali mi faro' seppellire.
pluto
pluto
Moderatore - discobolo

Numero di messaggi : 25988
Data d'iscrizione : 05.10.10
Età : 61
Località : Genova

Re: Perché recuperare diffusori datati può essere molto conveniente……..

Messaggio  pluto il Gio Nov 22 2018, 15:23

lizard ha scritto:io ascolto solo con diffusori vintage.
prediligo quelli con sospensioni in gomma,con l'unica eccezione delle allison one,dentro le quali mi faro' seppellire.

Ah non sapevo che pure tu fossi un fan di Roy applausi
Un giorno devi venire a sentire le sorelle maggiori...

Come piloti le 1? Mc Intosh?

    La data/ora di oggi è Dom Mar 24 2019, 07:44