Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Esistono ancora questi CD
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Esistono ancora questi CD

    Share

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Esistono ancora questi CD

    Post  Mr. wlg on Wed Jul 28, 2010 11:07 am

    Salve a tutti

    Come si sa il SACD che si voglia o no è morto o quasi o meglio non ha per niente preso piede ma c'è anche un'altro tipo di incisione che è HDCD ma, che fine hanno fatto anche questi io ne ho uno solo ed è pure un Cd molto vecchio.

    Chiedo a Voi:
    esistono ancora i HDCD?

    Quale differenza ha dal SACD?

    Noto che nonostante tutto fanno ancora dei lettori di nuova generazione che leggono gli HDCD ma che li fanno a fare se non si trova un CD inciso in HD

    Cosa mi dite Voi?

    Ciao
    Silvio Wlg


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9831
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  Amuro_Rey on Wed Jul 28, 2010 12:05 pm

    Gli HDCD ce ne sono parecchi è che la sigla non viene indicata, lameno su un bel poc hce ho io non vi è scritto nulla ma poi quano li inserisco in un lettore (non il Crescendo che queste info non le da) ma un lettore universale, compare la scritta HDCD, mentre sulla maggiorn parte solo CD


    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  Cricetone on Wed Jul 28, 2010 2:57 pm

    a parte il fatto che sony ha pure creato un nuovo lettore sacd SCD-XE800,e che ancora ce ne sono parecchi in catalogo anche se non in italia,ti devo informare che io avevo un dvd da 30€ con codifica HDCD,quindi credo che alcune volte,piu che una precisa scelta del costruttore,diciamo che è solo un formato in piu che legge quel chip


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  Massimo on Wed Jul 28, 2010 3:00 pm

    C'è un mix dei Dire Straits con la odifica HDCD,ora non sono a casa, stasera ti dico esattamente come si chiama
    Ciao! sunny sunny sunny

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  Pazzoperilpianoforte on Wed Jul 28, 2010 4:01 pm

    Rispondo a MR WLg. Tra HDCD e SACD c'è una ben precisa differenza.

    Un CD inciso secondo la codifica HDCD è perfettamente compatibile con un lettore CD normale, perché rispetta il "Red Solomon Code" e tutto il protocollo che definisce lo standard CD. Diciamo però che in un disco HDCD sono incise (utilizzando spazio che normalmente lo standard CD dedica a informazioni accessorie) una quantità più alta di informazioni rispetto allo standard CD liscio. Non so però dire quale sia la strategia adottata per ottenere questo scopo.
    Perché però si possano ottenere vantaggi sonori dalla lettura di un CD HDCD occorre un lettore dotato della decodifica apposita.
    Da quello che riguarda la mia esperienza d'ascolto, i dischi HDCD letti da player con decodifica HDCD hanno i maggiori vantaggi nella messa a fuoco dell'immagine acustica, e nel trattamento dei segnali di basso livello all'interno del programma musicale, segnali che risultano più facilmente distinguibili e più a fuoco.

    Un CD scritto secondo la decodifica HDCD è comunque però un CD, frequenza di campionamento 44.1 Khz e 16 bit. Non ha niente a che vedere con i file audio o i supporti audio digitali ad alta definizione.

    Il SACD non è invece compatibile con lo standard CD. O meglio: lo diventa perché nel disco SACD c'è anche unostrato compatibile con i CD normali. Ma lo strato SACD - ad alta definizione - può essere letto solo dai player appositi. Il SACD è nominalmente un supporto ad altas definizione ed utilizza il sistema DSD per la registrazione e la riproduzione dei dati audio. Il sistema DSD equivale alla risoluzione di un sistema audio 24 bit/ 98Khz, ma utilizza un sistema monobit con parole a numero di bit variabili per scrivere i dati digitali. Grazie al maggior numero di bit ed all'alta frequenza di campionamento, il SACD ha un'ariosità della gamma alta ed una varietà dinamica ed una ricostruzione spaziale di un ordine superiore a qualsivoglia CD, HDCD o meno.

    Al momento, SACD sono facilmente trovabili nelle produzioni di musica classica. Molto molto raro invece trovare SACD dei generi moderni, dove maggior piede sembra semmai aver preso il revival del vinile.

    Spero di aver chiarito tutto , almeno per quanto ne so...


    Last edited by Pazzoperilpianoforte on Wed Jul 28, 2010 4:05 pm; edited 1 time in total


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    PARLAPA'
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5155
    Data d'iscrizione : 2009-05-13
    Età : 53
    Località : Torino

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  PARLAPA' on Wed Jul 28, 2010 4:05 pm

    per chi può interessare c'è in rete il SACD dei PROPAGANDA


    _________________
    Marco

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  Mr. wlg on Wed Jul 28, 2010 4:37 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:Rispondo a MR WLg. Tra HDCD e SACD c'è una ben precisa differenza.

    Un CD inciso secondo la codifica HDCD è perfettamente compatibile con un lettore CD normale, perché rispetta il "Red Solomon Code" e tutto il protocollo che definisce lo standard CD. Diciamo però che in un disco HDCD sono incise (utilizzando spazio che normalmente lo standard CD dedica a informazioni accessorie) una quantità più alta di informazioni rispetto allo standard CD liscio. Non so però dire quale sia la strategia adottata per ottenere questo scopo.
    Perché però si possano ottenere vantaggi sonori dalla lettura di un CD HDCD occorre un lettore dotato della decodifica apposita.
    Da quello che riguarda la mia esperienza d'ascolto, i dischi HDCD letti da player con decodifica HDCD hanno i maggiori vantaggi nella messa a fuoco dell'immagine acustica, e nel trattamento dei segnali di basso livello all'interno del programma musicale, segnali che risultano più facilmente distinguibili e più a fuoco.

    Un CD scritto secondo la decodifica HDCD è comunque però un CD, frequenza di campionamento 44.1 Khz e 16 bit. Non ha niente a che vedere con i file audio o i supporti audio digitali ad alta definizione.

    Il SACD non è invece compatibile con lo standard CD. O meglio: lo diventa perché nel disco SACD c'è anche unostrato compatibile con i CD normali. Ma lo strato SACD - ad alta definizione - può essere letto solo dai player appositi. Il SACD è nominalmente un supporto ad altas definizione ed utilizza il sistema DSD per la registrazione e la riproduzione dei dati audio. Il sistema DSD equivale alla risoluzione di un sistema audio 24 bit/ 98Khz, ma utilizza un sistema monobit con parole a numero di bit variabili per scrivere i dati digitali. Grazie al maggior numero di bit ed all'alta frequenza di campionamento, il SACD ha un'ariosità della gamma alta ed una varietà dinamica ed una ricostruzione spaziale di un ordine superiore a qualsivoglia CD, HDCD o meno.

    Al momento, SACD sono facilmente trovabili nelle produzioni di musica classica. Molto molto raro invece trovare SACD dei generi moderni, dove maggior piede sembra semmai aver preso il revival del vinile.

    Spero di aver chiarito tutto , almeno per quanto ne so...

    Più che chiaro
    Grazie

    Silvio Wlg


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  Mr. wlg on Wed Jul 28, 2010 4:38 pm

    Grazie a tutti

    Almeno mi sono tolto la curiosità di sapere se esistevano ancora o no

    1000 Grazie ancora

    Silvio WLG


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12061
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  vulcan on Wed Jul 28, 2010 5:01 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:Rispondo a MR WLg. Tra HDCD e SACD c'è una ben precisa differenza.

    Un CD inciso secondo la codifica HDCD è perfettamente compatibile con un lettore CD normale, perché rispetta il "Red Solomon Code" e tutto il protocollo che definisce lo standard CD. Diciamo però che in un disco HDCD sono incise (utilizzando spazio che normalmente lo standard CD dedica a informazioni accessorie) una quantità più alta di informazioni rispetto allo standard CD liscio. Non so però dire quale sia la strategia adottata per ottenere questo scopo.
    Perché però si possano ottenere vantaggi sonori dalla lettura di un CD HDCD occorre un lettore dotato della decodifica apposita.
    Da quello che riguarda la mia esperienza d'ascolto, i dischi HDCD letti da player con decodifica HDCD hanno i maggiori vantaggi nella messa a fuoco dell'immagine acustica, e nel trattamento dei segnali di basso livello all'interno del programma musicale, segnali che risultano più facilmente distinguibili e più a fuoco.

    Un CD scritto secondo la decodifica HDCD è comunque però un CD, frequenza di campionamento 44.1 Khz e 16 bit. Non ha niente a che vedere con i file audio o i supporti audio digitali ad alta definizione.

    Il SACD non è invece compatibile con lo standard CD. O meglio: lo diventa perché nel disco SACD c'è anche unostrato compatibile con i CD normali. Ma lo strato SACD - ad alta definizione - può essere letto solo dai player appositi. Il SACD è nominalmente un supporto ad altas definizione ed utilizza il sistema DSD per la registrazione e la riproduzione dei dati audio. Il sistema DSD equivale alla risoluzione di un sistema audio 24 bit/ 98Khz, ma utilizza un sistema monobit con parole a numero di bit variabili per scrivere i dati digitali. Grazie al maggior numero di bit ed all'alta frequenza di campionamento, il SACD ha un'ariosità della gamma alta ed una varietà dinamica ed una ricostruzione spaziale di un ordine superiore a qualsivoglia CD, HDCD o meno.

    Al momento, SACD sono facilmente trovabili nelle produzioni di musica classica. Molto molto raro invece trovare SACD dei generi moderni, dove maggior piede sembra semmai aver preso il revival del vinile.

    Spero di aver chiarito tutto , almeno per quanto ne so...

    Di titoli in Sacd se ne trovano sulla carta circa 3000 in passato avendo avuto il Marantz SA11S1 ho acquistato circa una trentina di titoli
    Il sistema è ottimo ma è stato ucciso dalle major discografiche, come al solito aria fritta se si comprano dischi rock/pop dove le differenze sono poco sensibili
    Diverso discorso se si usano registrazioni come Telarc, Linn, Chesky di jazz/classica nate native in DSD ho sentito di recente delle cose di Ray Kimber davvero spaventose per dinamica e timbro
    HDCD è una codifica che dovrebbe rendere leggermente migliore l'ascolto con i lettori predisposti, di fatto un amico dice di non riscontrare delle differenze


    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    topico
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 575
    Data d'iscrizione : 2009-06-18
    Località : Treviso

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  topico on Wed Jul 28, 2010 7:01 pm

    il sacd è, nel digitale, fra i supporti fisici il massimo e la differenza fra un cd anche se ben registrato ed un sacd è sensibile!
    è al momento l'unico supporto che riesca a contenere l'alta risoluzione come giustamente ha spiegato PPP
    l'hdcd è, per dirla alla Fantozzi, una cagata pazzesca!! sunny


    _________________
    pierfrancesco

    www.topico.it
    meno internet più cabernet

    www.oldruggers.it

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  Pazzoperilpianoforte on Wed Jul 28, 2010 7:35 pm

    Beh, in realtà il Blu-Ray sarebbe un supporto fisico ancora superiore, potendo gestire i 24 bit / 192 Khz.... peccato che per ora praticamente nessuno lo usi come supporto esclusivamente audio...


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    Ospite
    Guest

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  Ospite on Thu Jul 29, 2010 12:18 am

    Pazzoperilpianoforte wrote:Beh, in realtà il Blu-Ray sarebbe un supporto fisico ancora superiore, potendo gestire i 24 bit / 192 Khz.... peccato che per ora praticamente nessuno lo usi come supporto esclusivamente audio...

    Pochissimi tra cui per primi (se non erro) http://www.2l.no sunny

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  Massimo on Thu Jul 29, 2010 1:18 am

    Massimo wrote:C'è un mix dei Dire Straits con la odifica HDCD,ora non sono a casa, stasera ti dico esattamente come si chiama
    Ciao! sunny sunny sunny
    Si chiama Sultan of swings - The very best of Dire Straits [img][/img][img]url=https://servimg.com/image_preview.php?i=34&u=15420221][/url][/img]

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  Mr. wlg on Thu Jul 29, 2010 10:09 am



    Grazie a tutti sunny

    Silvio Wlg


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  Cricetone on Thu Jul 29, 2010 12:37 pm

    Massimo wrote:
    Massimo wrote:C'è un mix dei Dire Straits con la odifica HDCD,ora non sono a casa, stasera ti dico esattamente come si chiama
    Ciao! sunny sunny sunny
    Si chiama Sultan of swings - The very best of Dire Straits [img][/img][img]url=https://servimg.com/image_preview.php?i=34&u=15420221][/url][/img]
    uqesto cd si sente bene non eprchè è un hdcd,ma perchè è uno dei pochi cd dei dire che non è dinamicamente compresso!Ascolta l'ultima traccia e dimmi se non ti vengono i brividi!


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  Mr. wlg on Thu Jul 29, 2010 3:42 pm

    Oc
    Grazie


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12061
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  vulcan on Thu Jul 29, 2010 4:11 pm

    Tutti i remaster dei King Crimson e forse anche dei Roxy Music sono HDCD ed anche in campo classico molti Reference Recordings, il DR Johnson ha lavorato su questa codifica


    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  Massimo on Fri Jul 30, 2010 2:22 pm

    Salv.Scarfone wrote:
    Massimo wrote:
    Massimo wrote:C'è un mix dei Dire Straits con la odifica HDCD,ora non sono a casa, stasera ti dico esattamente come si chiama
    Ciao! sunny sunny sunny
    Si chiama Sultan of swings - The very best of Dire Straits [img][/img][img]url=https://servimg.com/image_preview.php?i=34&u=15420221][/url][/img]
    uqesto cd si sente bene non eprchè è un hdcd,ma perchè è uno dei pochi cd dei dire che non è dinamicamente compresso!Ascolta l'ultima traccia e dimmi se non ti vengono i brividi!
    Grazie, lo faro' domani, ora non sono a casa,dove ritornero' sul tardi.

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Esistono ancora questi CD

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sat Jul 31, 2010 5:26 pm

    Per segnalare la sensibilità del mondo della musica classica alle nuove tecnologie audio, la Naxos ha prodotto questo box solo audio con tutte le sonate per tastiera di Haydn, in audio HD (non specificato lo standard di registrazione) su 4 Blu-Ray Disc audio!

    http://www.naxos.com/feature/Virtual_Haydn.asp


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

      Current date/time is Mon Dec 05, 2016 5:41 pm