Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
la stanza - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    la stanza

    Share

    Joytoy
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 784
    Data d'iscrizione : 2010-06-24

    Re: la stanza

    Post  Joytoy on Thu Jul 29, 2010 11:34 pm

    fabiovob wrote:Per molti anni ho usato, e le possiedo ancora, un paio di Bose 901 VI serie. Che dire, sono da ascoltare.

    IMHO:

    Con queste, fai suonare la stanza...



    Inoltre l' array di midwoofers e' limitante.

    JoY!

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: la stanza

    Post  Massimo on Fri Jul 30, 2010 5:23 pm

    Si dovrebbero trovare soluzioni piu'alla portata della maggior parte degli amanti della musica, non tutti possono permettersi di chiamare una ditta specializzata nella acustica per farsi sistemare la stanza dove suona l'impianto. santa santa santa

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: la stanza

    Post  aircooled on Fri Jul 30, 2010 5:28 pm

    purtroppo in acustica non esiste il fai da te


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: la stanza

    Post  Massimo on Fri Jul 30, 2010 5:29 pm

    aircooled wrote:purtroppo in acustica non esiste il fai da te

    microfast
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 292
    Data d'iscrizione : 2010-07-03
    Età : 55
    Località : INVERUNO (MI)

    Re: la stanza

    Post  microfast on Fri Jul 30, 2010 5:34 pm

    Non la metterei così sul drammatico.

    Per cominciare il trattamento delle frequenze basse e mediobasse, servendosi della correzione attiva si ottiene facilmente, con minor spesa e risultati migliori che non affidandosi solamente ad un trattamento tradizionale.

    E per le frequenze medie, medio alte ed alte, risulta invece facilmente percorribile la strada tradizionale.

    Non fatevi pelare un'infinita' di soldi inutilmente.

    Riempirsi la stanza di decine di rotoloni oltre che costare un occhio ed ingombrarvi la stanza, ammazza pure la dinamica, nel senso che il suono risulta poi troppo soffocato.

    Saluti
    Marco

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5391
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: la stanza

    Post  Rudino on Sat Jul 31, 2010 12:48 am

    microfast wrote:Non la metterei così sul drammatico.

    Per cominciare il trattamento delle frequenze basse e mediobasse, servendosi della correzione attiva si ottiene facilmente, con minor spesa e risultati migliori che non affidandosi solamente ad un trattamento tradizionale.

    E per le frequenze medie, medio alte ed alte, risulta invece facilmente percorribile la strada tradizionale.

    Non fatevi pelare un'infinita' di soldi inutilmente.

    Riempirsi la stanza di decine di rotoloni oltre che costare un occhio ed ingombrarvi la stanza, ammazza pure la dinamica, nel senso che il suono risulta poi troppo soffocato.

    Saluti
    Marco

    Marco,
    cosa intendi per "strada tradizionale"? Tappeti, tende, divani et similia?


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    microfast
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 292
    Data d'iscrizione : 2010-07-03
    Età : 55
    Località : INVERUNO (MI)

    Re: la stanza

    Post  microfast on Sat Jul 31, 2010 1:13 am

    Tradizionale significa modificare fisicamente l'acustica dell'ambiente in vario modo a seconda delle frequenze in gioco e delle necessita'.

    Attiva significa invece tramite equalizzazione in fase e/od in frequenza tramite filtri parametrici, convoluzione etc etc

    Un mix di queste tecniche permette di raggiungere i migliori risultati.

    Saluti
    Marco

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: la stanza

    Post  matley on Sat Jul 31, 2010 12:53 pm

    Massimo wrote:Si dovrebbero trovare soluzioni piu'alla portata della maggior parte degli amanti della musica, non tutti possono permettersi di chiamare una ditta specializzata nella acustica per farsi sistemare la stanza dove suona l'impianto. santa santa santa


    d'accordo Massimo....
    Ma Non estremizziamo...è uno su mille che può fare una simile cosa e.. (beato lui) Rolling Eyes Però vorrei far capire (secondo me) e secondo l'esperienza che ho accumulato in anni di prove, come il discorso stanza si "dovrebbe" affrontare, e perchè mi stà tanto a cuore.Capita di rado si è vero,essere contenti dei risultati conseguiti, perchè di rado corrispondono alle nostre aspettative.Bene.. allora vi dico la mia teoria.In una sala da concerto l'ottimo non esiste, o perlomeno è variabile a seconda del tipo di musica che si suona. Tutti gli appassionati sanno,ad esempio,che l'ambiente ideale per un quartetto di musica barocca ha una quantità di riverbero decisamente maggiore di quello ideale per una grande orchestra sinfonica.

    Ma per l'alta fedeltà,fortunatamente, non esistono problemi di questo tipo, in quanto le informazioni ambientali sono già contenute, o dovrebbero esserlo.Non si tratta quindi di ottimizzare l'acustica per questo o quel tipo di musica,ma solo alle caratteristiche soniche dell'impianto.Perciò LE RIFLESSIONI DELL'AMBIENTE DEVONO SERVIRE SOLTANTO PER PERMETTERE AL SUONO DI RESPIRARE E PER CREARE LA SCENA ACUSTICA ..... sunny

    che nasce propio dal fatto che una parte del suono,quella riflessa appunto, a causa del maggiore percorso che deve compiere,giunge al nostro orecchio con un certo ritardo rispetto a quella diretta. Ma ciò non significa che tanto maggiore è la quantità di suono riflesso,tanto + credibile diventa il Soundstage, perchè vi è un limite oltre il quale le riflessioni influiscono pesantemente fra loro e col suono diretto, generando quei famosi "impastamenti"che vanno a scapito della pulizia e dell'intelleggibilità dell'insieme.

    Ecco allora che l'ottimale... si ha quando?
    quando smanettiamo con ammenniccoli di natura elettronica?...
    oppure quando?..
    a VOI..


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    microfast
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 292
    Data d'iscrizione : 2010-07-03
    Età : 55
    Località : INVERUNO (MI)

    Re: la stanza

    Post  microfast on Sat Jul 31, 2010 1:20 pm

    Te lo dico io:

    Quando si sa quello che si sta facendo, con esperienza e buon senso finalmente si cominciano ad ottenere dei risultati in assoluto.

    Io dieci anni fa, gia' audiofilo di lungo corso, dopo un incontro illuminante con un tecnico del suono, compresi che l'approccio comune degli audiofili, spesso consigliati da negozianti il cui unico scopo, inutile nascondercelo, e' quello di avere clienti fedeli che continuano incessantemente a cambiare apparecchi, ovviamente pagare e che preferibilmente diano il minor fastidio possibile ( ad esempio che non chiedano consulenze sull'acustica del proprio ambiente ma che si limitino a chiedere di consegnare l'apparecchio e tirare quattro cavi, magari da 1000 Euro al metro), non portava a risultati degni di questo nome, ma ad una profonda insoddisfazione, non certo solo dovuta al voler migliorare sempre piu', ma piuttosto alla frustrazione e rassegnazione di chi non cava mai un ragno dal buco ...

    Sbattere il muso contro la realta' non fu certo un divertimento e dovetti rimboccarmi le maniche, studiare cose che avevo sempre trascurato e minimizzato, attrezzare con apparecchiature, imparare come misurare in ambiente e provare, provare ed ancora provare.

    Compatibilmente con i miei impegni di tutti i giorni impiegai diversi anni per capirci qualche cosa e posso dire che se avessi continuato a provare cavi, punte ed elastici o a far felice il negoziante di ficucia sarei ancora oggi al punto di partenza.

    Saluti
    Marco

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: la stanza

    Post  Massimo on Sat Jul 31, 2010 1:27 pm

    matley wrote:
    Massimo wrote:Si dovrebbero trovare soluzioni piu'alla portata della maggior parte degli amanti della musica, non tutti possono permettersi di chiamare una ditta specializzata nella acustica per farsi sistemare la stanza dove suona l'impianto. santa santa santa


    d'accordo Massimo....
    Ma Non estremizziamo...è uno su mille che può fare una simile cosa e.. (beato lui) Rolling Eyes Però vorrei far capire (secondo me) e secondo l'esperienza che ho accumulato in anni di prove, come il discorso stanza si "dovrebbe" affrontare, e perchè mi stà tanto a cuore.Capita di rado si è vero,essere contenti dei risultati conseguiti, perchè di rado corrispondono alle nostre aspettative.Bene.. allora vi dico la mia teoria.In una sala da concerto l'ottimo non esiste, o perlomeno è variabile a seconda del tipo di musica che si suona. Tutti gli appassionati sanno,ad esempio,che l'ambiente ideale per un quartetto di musica barocca ha una quantità di riverbero decisamente maggiore di quello ideale per una grande orchestra sinfonica.

    Ma per l'alta fedeltà,fortunatamente, non esistono problemi di questo tipo, in quanto le informazioni ambientali sono già contenute, o dovrebbero esserlo.Non si tratta quindi di ottimizzare l'acustica per questo o quel tipo di musica,ma solo alle caratteristiche soniche dell'impianto.Perciò LE RIFLESSIONI DELL'AMBIENTE DEVONO SERVIRE SOLTANTO PER PERMETTERE AL SUONO DI RESPIRARE E PER CREARE LA SCENA ACUSTICA ..... sunny

    che nasce propio dal fatto che una parte del suono,quella riflessa appunto, a causa del maggiore percorso che deve compiere,giunge al nostro orecchio con un certo ritardo rispetto a quella diretta. Ma ciò non significa che tanto maggiore è la quantità di suono riflesso,tanto + credibile diventa il Soundstage, perchè vi è un limite oltre il quale le riflessioni influiscono pesantemente fra loro e col suono diretto, generando quei famosi "impastamenti"che vanno a scapito della pulizia e dell'intelleggibilità dell'insieme.
    Ecco allora che l'ottimale... si ha quando?
    quando smanettiamo con ammenniccoli di natura elettronica?...
    oppure quando?..
    a VOI..

    Penso che non si debba deturpare il suono modificandolo elettronicamente,si deve solo agire sulla stanza, cercando di ottenere il massimo con i vari spostamenti dei mobili e la migliore regolazione della posizione dei diffusori. Purtroppo parlo io che ho una stanza infelice ,con l'impianto dal lato largo,i diffusori a circa 50cm. dal muro,e quasi 1 mt dalle pareti laterali,il punto di ascolto a circa 2.5 mt, la testa ad una 30 cm dalla parete post. un macello,ho risolto qualcosa per i rimbombi mettendo nel tubo reflex dei diffusori,posizionato anteriormente, della spugna arrotolata per ridurne le emissioni . poiche' la mia stanza è molto assorbente,ho messo dei tw post per dare maggiore profondità ed allargare la scena. chiaramente per lìinfelice situazione globale e condominiale posso e devo ascoltare a volumi umani.[img][/img] angel Embarassed

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: la stanza

    Post  Geronimo on Sat Jul 31, 2010 1:32 pm

    matley wrote:LE RIFLESSIONI DELL'AMBIENTE DEVONO SERVIRE SOLTANTO PER PERMETTERE AL SUONO DI RESPIRARE E PER CREARE LA SCENA ACUSTICA [/b]..... sunny

    che nasce propio dal fatto che una parte del suono,quella riflessa appunto, a causa del maggiore percorso che deve compiere,giunge al nostro orecchio con un certo ritardo rispetto a quella diretta. Ma ciò non significa che tanto maggiore è la quantità di suono riflesso,tanto + credibile diventa il Soundstage, perchè vi è un limite oltre il quale le riflessioni influiscono pesantemente fra loro e col suono diretto, generando quei famosi "impastamenti"che vanno a scapito della pulizia e dell'intelleggibilità dell'insieme.

    Con gli NXT il problema evidenziato in neretto non esiste , per questo adoro questa tecnologia di trasduzione sunny


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    microfast
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 292
    Data d'iscrizione : 2010-07-03
    Età : 55
    Località : INVERUNO (MI)

    Re: la stanza

    Post  microfast on Sat Jul 31, 2010 1:37 pm

    Altra bella teoria, che purtroppo frana miseramente nella pratica il 99,9% delle volte.

    Prova a misurare in ambiente e poi vedi quanto la tua stanza ( nonostante lo spostamento dei mobili ) deturpa il segnale.

    Ci sara' un motivo se tutti, inclusa un'ultra tradizionalista e conservativa MCintosh, stanno uscendo con correttori attivi dell'acustica ambientale.

    Io sono stato un precursore di queste tecniche ed orgogliosamente posso dire che avevo visto giusto ...

    Un sano mix delle due tecniche, se applicato correttamente, porta a risultati degni di nota sempre e comunque.

    Saluti
    Marco

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: la stanza

    Post  Massimo on Sat Jul 31, 2010 1:39 pm

    Elcaset wrote:
    matley wrote:LE RIFLESSIONI DELL'AMBIENTE DEVONO SERVIRE SOLTANTO PER PERMETTERE AL SUONO DI RESPIRARE E PER CREARE LA SCENA ACUSTICA [/b]..... sunny

    che nasce propio dal fatto che una parte del suono,quella riflessa appunto, a causa del maggiore percorso che deve compiere,giunge al nostro orecchio con un certo ritardo rispetto a quella diretta. Ma ciò non significa che tanto maggiore è la quantità di suono riflesso,tanto + credibile diventa il Soundstage, perchè vi è un limite oltre il quale le riflessioni influiscono pesantemente fra loro e col suono diretto, generando quei famosi "impastamenti"che vanno a scapito della pulizia e dell'intelleggibilità dell'insieme.

    Con gli NXT il problema evidenziato in neretto non esiste , per questo adoro questa tecnologia di trasduzione sunny

    Chi non puo' o non vuole diffusori con tecnologia NXT si arrangia come puo'

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: la stanza

    Post  Geronimo on Sat Jul 31, 2010 1:41 pm

    microfast wrote:Altra bella teoria, che purtroppo frana miseramente nella pratica il 99,9% delle volte.

    Prova a misurare in ambiente e poi vedi quanto la tua stanza ( nonostante lo spostamento dei mobili ) deturpa il segnale.

    Ci sara' un motivo se tutti, inclusa un'ultra tradizionalista e conservativa MCintosh, stanno uscendo con correttori attivi dell'acustica ambientale.

    Io sono stato un precursore di queste tecniche ed orgogliosamente posso dire che avevo visto giusto ...

    Un sano mix delle due tecniche, se applicato correttamente, porta a risultati degni di nota sempre e comunque.

    Saluti
    Marco

    Hai risposto a me o a Massimo?


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: la stanza

    Post  Massimo on Sat Jul 31, 2010 1:41 pm

    microfast wrote:Altra bella teoria, che purtroppo frana miseramente nella pratica il 99,9% delle volte.

    Prova a misurare in ambiente e poi vedi quanto la tua stanza ( nonostante lo spostamento dei mobili ) deturpa il segnale.

    Ci sara' un motivo se tutti, inclusa un'ultra tradizionalista e conservativa MCintosh, stanno uscendo con correttori attivi dell'acustica ambientale.

    Io sono stato un precursore di queste tecniche ed orgogliosamente posso dire che avevo visto giusto ...

    Un sano mix delle due tecniche, se applicato correttamente, porta a risultati degni di nota sempre e comunque.

    Saluti
    Marco
    Mi fa piacere per te

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: la stanza

    Post  Geronimo on Sat Jul 31, 2010 1:43 pm

    Massimo wrote:

    Chi non puo' o non vuole diffusori con tecnologia NXT si arrangia come puo'

    Naturalmente , anche perchè purtroppo al di la dell'autocostruzione e di qualche prodotto piuttosto costoso non c'è molto che utilizzi questa tecnologia


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    microfast
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 292
    Data d'iscrizione : 2010-07-03
    Età : 55
    Località : INVERUNO (MI)

    Re: la stanza

    Post  microfast on Sat Jul 31, 2010 1:45 pm

    Elcaset wrote:

    Hai risposto a me o a Massimo?

    A Massimo

    hr2
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5550
    Data d'iscrizione : 2010-05-26
    Età : 45
    Località : napoli

    Re: la stanza

    Post  hr2 on Sat Jul 31, 2010 2:02 pm

    aircooled wrote:le stanze sono a tutti gli effetti dei filtri acustici, e più piccole sono le loro dimensioni peggiore è il loro effetto, in qualsiasi sala di regia è importante osservare l’effetto dell’acustica dalla prospettiva del monitoraggio, il fenomeno può essere apprezzato facendo suonare lo stesso CD sullo stesso impianto in stanze diverse, ma orecchie allenate possono in realtà notare differenze già spostandosi nella stessa stanza la ragione è che il suono riflette contro qualsiasi superficie (specialmente dai muri, il soffitto e il pavimento,
    ma anche dall’arredo e l’attrezzatura) creando il riverbero, queste riflessioni percorrono tratti più lunghi nell’aria e raggiungono le nostre orecchie leggermente in ritardo rispetto al suono diretto (quello che vorremmo monitorare al meglio), e ciò modifica il modo in cui percepiamo quest’ultimo, alle basse frequenze è come se qualcuno usasse un equalizzatore raffinato a nostra insaputa, si noti che è dannoso provare a correggere il problema solo equalizzando il segnale audio esistente, la questione esiste nel mondo della stanza e dell’aria che essa contiene e lì dovrebbe essere affrontata per prima, il nostro sistema uditivo è bravo a individuare questo tipo di scorciatoie
    a voi la palla







    http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=5&ved=0CDMQFjAE&url=http%3A%2F%2Fwww.stereophile.com%2Ffloorloudspeakers%2Ffocal_maestro_utopia_iii_loudspeaker%2F&ei=lxBUTIzpFomSsAb2hKniAQ&usg=AFQjCNFHQfuRFmu8EPVAOi9Lwif6x5PFZg



    sunny sunny sunny

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: la stanza

    Post  aircooled on Sat Jul 31, 2010 2:08 pm

    Ci sara' un motivo se tutti, inclusa un'ultra tradizionalista e conservativa MCintosh, stanno uscendo con correttori attivi dell'acustica ambientale.
    aggiornati, i MAC fanno oramai parte da anni della più sfrenata galassia consumistica e inculatoria di appassinati presente sulla terra, finiti i tempi in cui facevano tutto in casa, adesso basta che vedano uno con i calzini gialli .... che si buttano a capofitto per fortuna a me hanno sempre fatto cagare, prima e dopo


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: la stanza

    Post  aircooled on Sat Jul 31, 2010 2:11 pm

    hr2 wrote:
    aircooled wrote:le stanze sono a tutti gli effetti dei filtri acustici, e più piccole sono le loro dimensioni peggiore è il loro effetto, in qualsiasi sala di regia è importante osservare l’effetto dell’acustica dalla prospettiva del monitoraggio, il fenomeno può essere apprezzato facendo suonare lo stesso CD sullo stesso impianto in stanze diverse, ma orecchie allenate possono in realtà notare differenze già spostandosi nella stessa stanza la ragione è che il suono riflette contro qualsiasi superficie (specialmente dai muri, il soffitto e il pavimento,
    ma anche dall’arredo e l’attrezzatura) creando il riverbero, queste riflessioni percorrono tratti più lunghi nell’aria e raggiungono le nostre orecchie leggermente in ritardo rispetto al suono diretto (quello che vorremmo monitorare al meglio), e ciò modifica il modo in cui percepiamo quest’ultimo, alle basse frequenze è come se qualcuno usasse un equalizzatore raffinato a nostra insaputa, si noti che è dannoso provare a correggere il problema solo equalizzando il segnale audio esistente, la questione esiste nel mondo della stanza e dell’aria che essa contiene e lì dovrebbe essere affrontata per prima, il nostro sistema uditivo è bravo a individuare questo tipo di scorciatoie
    a voi la palla







    http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=5&ved=0CDMQFjAE&url=http%3A%2F%2Fwww.stereophile.com%2Ffloorloudspeakers%2Ffocal_maestro_utopia_iii_loudspeaker%2F&ei=lxBUTIzpFomSsAb2hKniAQ&usg=AFQjCNFHQfuRFmu8EPVAOi9Lwif6x5PFZg



    sunny sunny sunny
    sono ferme a Firenze per colpa del blocco del traffico pesante per i vacanzieri ma lunedi pomeriggio finalmente le consegnano, unvedo l'ora di dargli fuoco, oramai mi son rotto i coglioni di aspetta le Maestro


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Ospite
    Guest

    Re: la stanza

    Post  Ospite on Sat Jul 31, 2010 2:15 pm

    Via che ti manca poco per ricevere i giochini sunny

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: la stanza

    Post  Massimo on Sat Jul 31, 2010 2:32 pm

    aircooled wrote:sono ferme a Firenze per colpa del blocco del traffico pesante per i vacanzieri ma lunedi pomeriggio finalmente le consegnano, unvedo l'ora di dargli fuoco, oramai mi son rotto i coglioni di aspetta le Maestro
    Vedrai che tra poco ci potrai giocare,complimenti per i tuoi graziosi giocattoli.

    hr2
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5550
    Data d'iscrizione : 2010-05-26
    Età : 45
    Località : napoli

    Re: la stanza

    Post  hr2 on Sat Jul 31, 2010 3:05 pm

    aircooled wrote:
    hr2 wrote:
    aircooled wrote:le stanze sono a tutti gli effetti dei filtri acustici, e più piccole sono le loro dimensioni peggiore è il loro effetto, in qualsiasi sala di regia è importante osservare l’effetto dell’acustica dalla prospettiva del monitoraggio, il fenomeno può essere apprezzato facendo suonare lo stesso CD sullo stesso impianto in stanze diverse, ma orecchie allenate possono in realtà notare differenze già spostandosi nella stessa stanza la ragione è che il suono riflette contro qualsiasi superficie (specialmente dai muri, il soffitto e il pavimento,
    ma anche dall’arredo e l’attrezzatura) creando il riverbero, queste riflessioni percorrono tratti più lunghi nell’aria e raggiungono le nostre orecchie leggermente in ritardo rispetto al suono diretto (quello che vorremmo monitorare al meglio), e ciò modifica il modo in cui percepiamo quest’ultimo, alle basse frequenze è come se qualcuno usasse un equalizzatore raffinato a nostra insaputa, si noti che è dannoso provare a correggere il problema solo equalizzando il segnale audio esistente, la questione esiste nel mondo della stanza e dell’aria che essa contiene e lì dovrebbe essere affrontata per prima, il nostro sistema uditivo è bravo a individuare questo tipo di scorciatoie
    a voi la palla







    http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=5&ved=0CDMQFjAE&url=http%3A%2F%2Fwww.stereophile.com%2Ffloorloudspeakers%2Ffocal_maestro_utopia_iii_loudspeaker%2F&ei=lxBUTIzpFomSsAb2hKniAQ&usg=AFQjCNFHQfuRFmu8EPVAOi9Lwif6x5PFZg



    sunny sunny sunny
    sono ferme a Firenze per colpa del blocco del traffico pesante per i vacanzieri ma lunedi pomeriggio finalmente le consegnano, unvedo l'ora di dargli fuoco, oramai mi son rotto i coglioni di aspetta le Maestro

    L'hai letta?

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: la stanza

    Post  aircooled on Sat Jul 31, 2010 3:06 pm

    no dovrei tradurla, che dice? fan cagare?


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: la stanza

    Post  matley on Sat Jul 31, 2010 3:07 pm

    microfast wrote:

    Sbattere il muso contro la realta' non fu certo un divertimento e dovetti rimboccarmi le maniche, studiare cose che avevo sempre trascurato e minimizzato, attrezzare con apparecchiature, imparare come misurare in ambiente e provare, provare ed ancora provare.



    Saluti
    Marco



    Vedi.. tu hai intrapreso una strada...rispettabilissima che può piacere o non....
    ma riallacciandomi al discorso di prima cioè all'OTTIMALE di un Ambiente si ha quando...
    è sufficentemente riflettente da consentire il formarsi di una scena acustica credibile e da contribuire
    e mantenere la giusta ariosità del suono, e sufficentemente assorbente da non permettere il generarsi
    di onde stazionarie
    (una sorta di rimbombo permanente a certe frequenze)
    e da consentire una perfetta pulizia e intelleggibilità del messaggio musicale.


    Micro...è questo l'equilibrio a cui deve tendere il lavoro di messa a punto dell'ambiente d'ascolto dal punto di vista acustico.

    La strada è lunga...ma le scorciatoie a volte ti fanno perdere...

    un saluto!


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: la stanza

    Post  aircooled on Sat Jul 31, 2010 3:08 pm

    azzo 50.000 dollari


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

      Current date/time is Tue Dec 06, 2016 11:11 am