Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
L'impianto di Gianfranco.... - Page 6
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    L'impianto di Gianfranco....

    Share

    Gianfranco
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 212
    Data d'iscrizione : 2010-08-28

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  Gianfranco on Sun 15 Sep 2013 - 9:26

    Ho deciso che è arrivato il momento di cambiare la base del giradischi..... Adesso ho un Transrotor darkstar reference con braccio SME IV e alimentazione Kostant, stavo pensando di passare al Transrotor ZET 3 mantenendo il braccio SME e l'alimentazione Kostant. Se qualcuno ha consigli sono ben accetti. La nuova testina che ho preso è una Benz Glider SL e il pre phono è il Parasound JC 3 sunny

    Gianfranco
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 212
    Data d'iscrizione : 2010-08-28
    Età : 47
    Località : Brescia

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  Gianfranco on Sun 24 Nov 2013 - 9:21

    " />" />" /" />" />" />
    " />
    " />


    Questo è il mio impianto in versione "definitiva" sunny 
    Amplificatore integrato Grandinote Shinai
    Giradischi Transrotor ZET 3 doppio motore e controllo Constant 2
    Braccio SME IV
    Testine Benz Glider S, Goldring Legacy, Van Den Hul One Special, Audiotecnica AT-OC09 III
    Pre Phono Parasound JC3
    Cd Player Maranta SS-7s1
    Conversione Asus Xonar Essence III
    Registratore a cassette Nakamichi CR-7E
    Registratore Bobina Telefunken 15A
    Registratore Bobina Studer A810
    Dat Pioneer D-05
    Dat Sony DTC-790
    Cavi alimentazione XLO Reference
    Cavi di segnale bilanciati Wireworld per la conversione e Van den hul per il Prephono
    Cavi XLO per i diffusori
    Ciabatta alimentazione KEMP

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  RockOnlyRare on Sun 24 Nov 2013 - 9:58

    Gianfranco wrote:" />" />" /" />" />" />
    " />
    " />


    Questo è il mio impianto in versione "definitiva" sunny 
    Amplificatore integrato Grandinote Shinai
    Giradischi Transrotor ZET 3 doppio motore e controllo Constant 2
    Braccio SME IV
    Testine Benz Glider S, Goldring Legacy, Van Den Hul One Special, Audiotecnica AT-OC09 III
    Pre Phono Parasound JC3
    Cd Player Maranta SS-7s1
    Conversione Asus Xonar Essence III
    Registratore a cassette Nakamichi CR-7E
    Registratore Bobina Telefunken 15A
    Registratore Bobina Studer A810
    Dat Pioneer D-05
    Dat Sony DTC-790
    Cavi alimentazione XLO Reference
    Cavi di segnale bilanciati Wireworld per la conversione e Van den hul per il Prephono
    Cavi XLO per i diffusori
    Ciabatta alimentazione KEMP
    che meraviglia, specialmente il piatto !!!!!
    applausi applausi applausi applausi applausi applausi 


    desmoraf68
    Sordogolo 3

    Numero di messaggi : 4540
    Data d'iscrizione : 2011-01-14
    Età : 48
    Località : Prov. Arezzo

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  desmoraf68 on Mon 25 Nov 2013 - 17:54

    Da panico!!!! applausi applausi applausi 


    _________________
    Raffaele

    Chi sa fare la musica la fa, chi la sa fare meno la insegna, chi la sa fare ancora meno la organizza, chi la sa fare così così la critica. (Luciano Pavarotti)

    Gli appassionati di musica sono assolutamente irragionevoli. Vogliono essere sempre perfettamente muti quando si dovrebbe desiderare di essere assolutamente sordi. (Oscar Wilde)

    Non posso immaginare la mia vita o quella di chiunque altro senza la musica: è come una luce nel buio che non si spegne mai. (Martin Scorsese)


    Gianfranco
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 212
    Data d'iscrizione : 2010-08-28
    Età : 47
    Località : Brescia

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  Gianfranco on Fri 20 Dec 2013 - 12:05

    Fatta altra piccola modifica, ho cambiato il Grandinote con un Galactron MK2225......
    Ho un piccolo problema con una Audiotechnica AT OC9III.... L'ho montata sullo SME-4 utilizzando la dima in dotazione con il braccio, regolato altezza e peso. Non riesco a capire come regolare l'antiskating...Peso impostato su 1,8 grammi (verificato con tre bilancine tra le quali una manuale e due digitali), utilizzando disco perfettamente liscio non mi riesce di far rimanere fermo il braccio nemmeno impostando la ruota dell'antiskating a 3, il massimo impostabile. Come abbasso la puntina, va velocemente verso il centro disco. L'antiskating del braccio sono sicuro che funziona perché quando imposto il peso a zero, il braccio viene tirato verso l'esterno. Questi problemi ad esempio non li ho con la Goldring Legacy.....
    Consigli?
    Grazie  Embarassed 

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  RockOnlyRare on Fri 20 Dec 2013 - 14:22

    Gianfranco wrote:Fatta altra piccola modifica, ho cambiato il Grandinote con un Galactron MK2225......
    Ho un piccolo problema con una Audiotechnica AT OC9III.... L'ho montata sullo SME-4 utilizzando la dima in dotazione con il braccio, regolato altezza e peso. Non riesco a capire come regolare l'antiskating...Peso impostato su 1,8 grammi (verificato con tre bilancine tra le quali una manuale e due digitali), utilizzando disco perfettamente liscio non mi riesce di far rimanere fermo il braccio nemmeno impostando la ruota dell'antiskating a 3, il massimo impostabile. Come abbasso la puntina, va velocemente verso il centro disco. L'antiskating del braccio sono sicuro che funziona perché quando imposto il peso a zero, il braccio viene tirato verso l'esterno. Questi problemi ad esempio non li ho con la Goldring Legacy.....
    Consigli?
    Grazie  Embarassed 

    Non sono così convinto delle misure ricavate dall'antiskating usando il solo disco non inciso. Mi fiderei di più del dato suggerito dalla casa. Anche io provai anni fa ed il dato ricavato con il disco liscio era "senza senso" comparato con quello suggerito dalla casa, era assolutamente un valore esagerato.


    Gianfranco
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 212
    Data d'iscrizione : 2010-08-28
    Età : 47
    Località : Brescia

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  Gianfranco on Fri 20 Dec 2013 - 15:03

    Quindi secondo te, se ho impostato un peso di lettura di 1,8 grammi, mi fido della scala graduata sulla rotella dell'antiskating e lo regolo a circa 2 grammi?

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  RockOnlyRare on Fri 20 Dec 2013 - 15:17

    Gianfranco wrote:Quindi secondo te, se ho impostato un peso di lettura di 1,8 grammi, mi fido della scala graduata sulla rotella dell'antiskating e lo regolo a circa 2 grammi?

    In linea di massima direi di si, ma i dati di pressione ed antiskating suggeriti dovrebbero essere forniti dal produttore della testina. Poi dipende anche dal braccio. Ad es il braccio del mio project ha il classico peso con filo di nylon e sole tre posizioni di regolazione possibili.
    Se hai dei dubbi ti suggerisco di scrivere una mail alla casa produttrice di testina ed al limite anche del braccio.

    Il modo più semplice (purtroppo a posteriori, dopo qualche centinaio di ascolti) per scoprire se una testina funziona alla perfezione senza avere sofisticare attrezzature, è il consumo regolare o meno della stessa per mezzo di un microscopio (ci sono accessori fatti apposta). Se un lato della testina è più consumato dell'altro è segno di una scorretta regolazione dell'antiskating.

    Una volta era più semplice per il fatto che gli stili si potevano rimpiazzare con una spesa relativamente contenuta, per cui si potevano stanziare cifre per i tempi importanti, oggi nella stragrande maggioranza dei casi lo stilo non è sostituibile, al massimo le aziende propongono un rimpiazzo con uno sconto di circa il 20% su una nuova testina.

    In ogni caso un piccolo errore di regolazione dell'antiskating non è così grave come ad esempio il peso di lettura che può avere gravi conseguenze per il vinile, la testina (ed il suono specie se la pressione è troppo bassa).


    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21514
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  pluto on Fri 20 Dec 2013 - 15:20

    no. inizia a metterlo a 0 e vedi che succede.
    poi aumenta a 05 poi 1 gr e poi 1,5

    la sme non è molto precisa ne su scala pesi ne su antiskating

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  RockOnlyRare on Fri 20 Dec 2013 - 15:26

    pluto wrote:no. inizia a metterlo a 0 e vedi che succede.
    poi aumenta a 05 poi 1 gr e poi 1,5

    la sme non è molto precisa ne su scala pesi ne su antiskating

    Posso chiederti in che senso "vedi che succede" ?
    Da cosa si capisce ?


    Gianfranco
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 212
    Data d'iscrizione : 2010-08-28
    Età : 47
    Località : Brescia

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  Gianfranco on Fri 20 Dec 2013 - 15:32

    Se metto peso a zero e antiskating a zero il braccio rimane fermo dove lo metto....se aumento il peso, su disco liscio, riesco a tenere il braccio fermo in posizione soltanto se imposto 0,9 grammi come peso di lettura e 3 come antiskating. Più aumento il peso e più il braccio scivola verso l'interno del disco e il braccio sme ha come valore massimo di antiskating 3.  Per il peso uso bilancina sia elettronica digitale ortofon che quella manuale sempre ortofon.

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  RockOnlyRare on Fri 20 Dec 2013 - 15:45

    Gianfranco wrote:Se metto peso a zero e antiskating a zero il braccio rimane fermo dove lo metto....se aumento il peso, su disco liscio, riesco a tenere il braccio fermo in posizione soltanto se imposto 0,9 grammi come peso di lettura e 3 come antiskating. Più aumento il peso e più il braccio scivola verso l'interno del disco e il braccio sme ha come valore massi o di antiskating 3.  Per il peso uso bilancina sia elettronica digitale ortofon che quella manuale sempre ortofon.

    Certo questo non lo metto in dubbio.... d'altra parte ovviamente una pressione di 0,9 è certamente troppo bassa, non so quante siano le puntine capaci di lavorare con pressioni così basse, di solito la pressione "consigliata" oscilla tra 1,2 ed 1,5.
    Così come, secondo me, un antiskating di 3 in genere è eccessivo anche se non ho mai posseduto uno Sme (purtroppo...).


    Gianfranco
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 212
    Data d'iscrizione : 2010-08-28
    Età : 47
    Località : Brescia

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  Gianfranco on Fri 20 Dec 2013 - 15:48

    Audiotechnica sulla OC 09 consiglia un peso di 2 grammi. Con questo peso non ho alcuna possibilità di far rimanere il braccio fermo sul disco liscio neanche mettendo l'antiskating al massimo. Il braccio scivola velocemente verso il centro. Che abbia problemi la puntina? E' nuova!

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21514
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  pluto on Fri 20 Dec 2013 - 15:50

    Fate sparire i dischi lisci che fanno più danni della grandine. Le puntine devono leggere i solchi non gli specchi o i dischi lisci.

    Avevo letto frettolosamente e non avevo capito che avevi usato il disco liscio. Ecco xchè ho detto di procedere x gradi.

    Comunque anche con disco normale non è una cattiva idea procedere x avvicinamenti. Oppure partire dal peso impostato.

    X mia abitudine metto sempre un qualcosa meno rispetto al peso puntina e poi procedo ad orecchio, aumentando o scendendo con lo skating in caso si senta del mistracking da uno dei 2 canali.

    Gianfranco
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 212
    Data d'iscrizione : 2010-08-28
    Età : 47
    Località : Brescia

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  Gianfranco on Fri 20 Dec 2013 - 15:55

    Impostando peso di lettura 2 grammi e antiskating sempre su 2 non sento alcun tipo di distorsione dall'inizio alla fine del disco. Unica cosa che mi preoccupa è di non ritrovarmi poi con la sospensione della puntina piegata o con i dischi arati. Comunque mi pare tracci benissimo con qualsiasi livello di antiskating impostato....distorsioni non ne sento....

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21514
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  pluto on Fri 20 Dec 2013 - 15:58

    Gianfranco wrote:Impostando peso di lettura 2 grammi e antiskating sempre su 2 non sento alcun tipo di distorsione dall'inizio alla fine del disco. Unica cosa che mi preoccupa è di non ritrovarmi poi con la sospensione della puntina piegata o con i dischi arati. Comunque mi pare tracci benissimo con qualsiasi livello di antiskating impostato....distorsioni non ne sento....

    E allora niente dubbi e va tranquillo

    ***

    Ciapa qua

    Anti Skate Bias: Tonearm geometry creates a force that pulls the cartridge toward the center of the record. Anti skate bias counteracts that force, seeking to equalize pressure of the stylus on both sides of the grooves. Just how to set anti skate is somewhat of a controversy.

    Most all tonearms will have calibrated, adjustable anti skating. The normal practice would be to dial in anti skating to match the tracking force. (i.e. 2g of tracking force and 2g of anti skating bias). However, higher compliance cartridges are more affected by anti skating adjustment than low compliance cartridges, so some manufacturers suggest setting anti skating for low compliance cartridge at about one-half to two-thirds the tracking force, high compliance

    Some suggest using a grooveless record. but Sumiko disagrees stressing that skating is a dynamic force and using a blank or grooveless disc will result in over compensation.

    Another method suggests lowering the stylus into the groove while watching from the front to see if the cartridge has a tendency to move inward or outward, then adjusting anti skate until there is no perceived motion.

    It would be difficult to overstress the importance of proper cartridge alignment. If you expect to get all the performance promised by your costly investment in analog, these adjustments simply must be made. So please take the time to insure that your arm/cartridge combination is properly set-up. The number of dealers with a good analog background is small. Hopefully you have a good one in your area. If not it pays to learn the ropes yourself to insure be sure that it has been done correctly. Your investment in time will pay off with the reward of better sound. Note: More information on cartridge set-up is available in our article Turntable Set-Up.

    ****

    Come vedi non sono il solo a pensare che i dischi lisci siano inutili se non dannosi

    Gianfranco
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 212
    Data d'iscrizione : 2010-08-28
    Età : 47
    Località : Brescia

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  Gianfranco on Fri 20 Dec 2013 - 16:02

    Ok grazie Pluto
    Allora senza tante s...e mentali imposto antiskating allo stesso valore del peso di lettura e mi ascolto musica tranquillamente. (accidenti al giorno che ho preso sto cavolo di disco liscio)  santa 

    RockOnlyRare
    Rockzebo Expert

    Numero di messaggi : 5698
    Data d'iscrizione : 2012-05-18
    Età : 62
    Località : Milano

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  RockOnlyRare on Fri 20 Dec 2013 - 16:08

    pluto wrote:Fate sparire i dischi lisci che fanno più danni della grandine. Le puntine devono leggere i solchi non gli specchi o i dischi lisci.

    Avevo letto frettolosamente e non avevo capito che avevi usato il disco liscio. Ecco xchè ho detto di procedere x gradi.

    Comunque anche con disco normale non è una cattiva idea procedere x avvicinamenti. Oppure partire dal peso impostato.

    X mia abitudine metto sempre un qualcosa meno rispetto al peso puntina e poi procedo ad orecchio, aumentando o scendendo con lo skating in caso si senta del mistracking da uno dei 2 canali.

    OH finalmente uno che dice pane e pane e vino al vino sui "famigerati" dischi lisci  applausi  applausi  applausi  applausi  applausi 

    Beato te se hai un orecchio così allenato da percepire una differenza aumentando o diminuendo di 0,5 la regolazione dell'antiskating. Per inciso non so le lo Sme usa (ancora) il classico contrappeso come ad esempio il mio project, che ha solo 3 regolazioni possibili, immagino siano 1 - 2 - 3, senza mezze regolazioni. (con la ortophon "2M black uso la regolazione intermedia, taratura ed ottimizzazione sono state fatte direttamente da un tecnico esperto al momento dell'acquisto del gira, Stefano di Sound Machine mi ha diffidato di fare tutto da solo pena la fustigazione   ), nonostante gli avevo detto che tanti anni fa in gioventù montavo io gli impianti per un negozio di hi-fi, testine comprese. "GUAI A TE SE CI PROVI"       !!!!!!!   


    Gianfranco
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 212
    Data d'iscrizione : 2010-08-28
    Età : 47
    Località : Brescia

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  Gianfranco on Fri 20 Dec 2013 - 16:17

    Il braccio sme IV ha una rotella con regolazione continua da 0 a 3 quindi volendo lo si può regolare di fino. Io comunque con Audiotechnica OC9 impostando peso di lettura a 1,8 non percepisco differenze significative modificando l'antiskating. Il peso come detto lo controllo con le bilancine non con l'indicazione SME


    Last edited by Gianfranco on Fri 20 Dec 2013 - 16:20; edited 1 time in total

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21514
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  pluto on Fri 20 Dec 2013 - 16:18

    Quella è la base di partenza

    Ma x fare le cose x bene poi un piccolo aggiustamento a occhio e orecchio è consigliabile.

    Supponi che il peso del braccio sia un 10% sbagliato (il mio SMe V lo fa, segna 2,2 ma è a 2 gr secondo la bilancina) mentre l'antiskating lavora correttamente. O magari viceversa.

    Ecco xchè una piccola controllata non guasta. Se leggi l'articolo (pubblicato da Galen Audio, un negozio USA molto famoso e preparato) vedrai che a seconda della cedevolezza delle testine ci può essere una reazione diversa

    Quindi guardare lo stilo da tutte le parti (soprattutto dal davanti) e controllare se è perfettamente diritto etc. E poi non bisogna avere le orecchie da pipistrello. Se è starato si sente il mistracking da un solo canale o destro o sinistro a seconda dei casi.

    Se è a 2 , lo metto a 1,80/1,75 e guardo come va, poi semmai mi avvicino

    Gianfranco
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 212
    Data d'iscrizione : 2010-08-28
    Età : 47
    Località : Brescia

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  Gianfranco on Wed 15 Jan 2014 - 20:55

     


    Last edited by Gianfranco on Sat 8 Feb 2014 - 7:53; edited 1 time in total

    4kaudio.net
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 205
    Data d'iscrizione : 2013-12-15
    Età : 40
    Località : Acqualagna (Pesaro Urbino )

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  4kaudio.net on Wed 15 Jan 2014 - 21:23

    Gianfranco wrote:Allora, mi è stato chiesto di passare per questa sezione per descrivere il mio impianto quindi eccomi qua...
    Io ho due impianti uno AV dove comunque riesco ad ascoltare abbastanza decentemente anche la musica e uno stereo che al momento è in evoluzione...
    Il primo è composto da amplificatore Denon AVC-A1HD, lettore universale Denon DVD-A!UD, sintonizzatore Denon TU-1800DAB, giradischi Technics 1200 con testina Ortofon 2M red, diffusori frontali B&W CM9, diffusori surround B&W CM7, diffusori surround back B&W CM5, canale centrale B&W CM centre 2, sub Sunfire HRS-12 e videoproiettore JVC-RS10.
    Il secondo impianto è composto da amplificatore Rotel RA06, lettore cd Rotel RCD 06, giradischi Project 9.2 EVO con testina Goldring 2500, un registratore a bobine Teac X2000R, il secondo registratore a bobine è un Akai GX-646, registratore a cassette Pioneer CT-F900 e diffusori Chario constellation modello Lynx....
    Nel secondo impianto prima o poi dovrò mettere mano all'amplificatore e al lettore cd e quando mi deciderò chiederò sicuramente anche un vostro parere....
    Per ora grazie a tutti per l'accoglienza e si....un altro Bresciano cheers

    Complimenti per essere come me amante audio e video!!!Che schermo hai per il jvc?  

    Gianfranco
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 212
    Data d'iscrizione : 2010-08-28
    Età : 47
    Località : Brescia

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  Gianfranco on Wed 15 Jan 2014 - 21:48

    Utilizzo un telo motorizzato della othelloline pretensionato  sunny 

    4kaudio.net
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 205
    Data d'iscrizione : 2013-12-15
    Età : 40
    Località : Acqualagna (Pesaro Urbino )

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  4kaudio.net on Wed 15 Jan 2014 - 22:07

    Gianfranco wrote:Utilizzo un telo motorizzato della othelloline pretensionato  sunny 

    Viva la musica ed il cinema!!Non lo conoscevo!

    Gianfranco
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 212
    Data d'iscrizione : 2010-08-28
    Età : 47
    Località : Brescia

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  Gianfranco on Sun 23 Feb 2014 - 12:20

    Sto provando un dac M2TECH Vaughan e devo dire che è niente male. Lo uso con un MacBook pro Mavericks utilizzando i driver Northstar visto che non ho trovato gli originali M2TECH. La mia intenzione sarebbe sostituire l'attuale Asus Xonar Essence III con qualcosa di veramente "definitivo" ma non sono del tutto convinto del Vaughan per il fatto che non legge i file DSD e, anche se per ora non si trova molto, non vorrei un domani pentirmi dell'acquisto.
    Secondo voi, quali alternative potrei valutare entro i 5000/6000 euro? Sulla carta pare interessante il Luxman DA-06 ma non saprei, sono totalmente digiuno in merito a conversioni.....Embarassed 
    Grazie

    maggio
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1355
    Data d'iscrizione : 2010-11-22
    Località : Bergamo

    Re: L'impianto di Gianfranco....

    Post  maggio on Sun 23 Feb 2014 - 12:33

    Io prenderei in considerazione l'Auralic Vega (per info cerca i 3ad di Phaeton) che costa circa la metà del tuo budget ma che non è distribuito in Italia.
    Ciao

      Current date/time is Sat 3 Dec 2016 - 21:45