Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
impianto verosimigliante - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    impianto verosimigliante

    Share

    dummy
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 425
    Data d'iscrizione : 2010-04-16

    Re: impianto verosimigliante

    Post  dummy on Thu Oct 14, 2010 2:37 pm

    Buba wrote:
    Dragon wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:...ho capito che a teatro va gente che non necessariamente capisce la benché minima cosa non solo di ciò che vede e sente suonato sul palco, ma anche della vita e delle cose del mondo...
    ...queste persone sono convinte proprio di quello che tu dici: avere maggiori strumenti intellettuali di altri...
    Altre persone invece non sono convinte proprio di niente, però andare a teatro "fa molto fico" e quindi... ci vanno. E basta.

    erg
    per favore, quotare solo l'ultimo riferimento, grazie.

    Buba
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 818
    Data d'iscrizione : 2010-08-20
    Età : 44
    Località : Bovolone (VR)

    Re: impianto verosimigliante

    Post  Buba on Thu Oct 14, 2010 2:45 pm

    Ho tagliato tutto il tagliabile, chiedo comunque scusa. Embarassed

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: impianto verosimigliante

    Post  Pazzoperilpianoforte on Thu Oct 14, 2010 6:49 pm

    Buba wrote:
    Altre persone invece non sono convinte proprio di niente, però andare a teatro "fa molto fico" e quindi... ci vanno. E basta.

    ...alcuni addirittura li vedi ai concerti solo nella prima parte: durante l'intervallo vanno via perché hanno da cenare con gli amici.... il teatro come sala d'aspetto, insomma ...


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: impianto verosimigliante

    Post  ema49 on Thu Oct 14, 2010 7:47 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:

    ...alcuni addirittura li vedi ai concerti solo nella prima parte: durante l'intervallo vanno via perché hanno da cenare con gli amici.... il teatro come sala d'aspetto, insomma ...

    ..c'è anche qualcuno che scappa dopo qualche minuto di ascolto di brani elicotteristi di Stockhausen o silenziati di Cage o, ancora, di fronte ad interpretazioni orribili da parte di direttori di cui, volendo, si possono fare anche i nomi.. santa

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: impianto verosimigliante

    Post  aircooled on Thu Oct 14, 2010 8:35 pm

    fai pure i nomi tanto non ne conosco meppure uno


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: impianto verosimigliante

    Post  Dragon on Thu Oct 14, 2010 9:47 pm


    Meno male non vai a teatro... affraid affraid affraid

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: impianto verosimigliante

    Post  ema49 on Thu Oct 14, 2010 10:08 pm

    aircooled wrote:fai pure i nomi tanto non ne conosco meppure uno

    ..boh, sarebbe troppo facile, ma non vorrei urtare la suscettibilità e, soprattutto i gusti di qualcuno. Allora, io che adoro le interpretazioni di musica barocca di Harnoncourt debbo tapparmi le orecchie quando si cimenta con le sinfonie di Beethoven; lo stesso dicasi di Hogwood, anche se debbo dire che anche con la musica barocca... La Messa in si minore di Bach è, sempre a MIO parere, offensiva nell'interpretazione di von Karajan che dimentica trattarsi di compositore barocco e lo romanticizza in maniera ridicola (oddio, potrà anche piacere e piace anche molto a tanti ma, sempre per piacere, non stiamo parlando delle Messa di Bach...). Poi c'è Veronesi: qualcuno ne ha sentito parlare o meglio ancora, l'ha sentito dirigere? Personalmente alla fine della prima parte di un concerto da lui diretto ho sentito l'urgente bisogno di andarmene. Davola, stendiamo un ulteriore velo..
    Potrei continuare ad libitum, ma penso di essermi sbilanciato anche troppo e mi scuso sinceramente se ho offeso i gusti anche di un solo forumer
    E poi, Air, queste discussioni non si dovrebbero condurre nell'apposito spazio (L'angolo della musica)

    Buba
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 818
    Data d'iscrizione : 2010-08-20
    Età : 44
    Località : Bovolone (VR)

    Re: impianto verosimigliante

    Post  Buba on Fri Oct 15, 2010 12:03 pm

    A me di Davola piace solo...... il Nero!

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: impianto verosimigliante

    Post  aircooled on Fri Oct 15, 2010 12:09 pm

    E poi, Air, queste discussioni non si dovrebbero condurre nell'apposito spazio (L'angolo della musica)
    ma io di musica nun so nulla sono audiofilo puro io mica so PPP


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: impianto verosimigliante

    Post  Pazzoperilpianoforte on Fri Oct 15, 2010 1:55 pm

    ema49 wrote:
    ..boh, sarebbe troppo facile, ma non vorrei urtare la suscettibilità e, soprattutto i gusti di qualcuno. Allora, io che adoro le interpretazioni di musica barocca di Harnoncourt debbo tapparmi le orecchie quando si cimenta con le sinfonie di Beethoven; lo stesso dicasi di Hogwood, anche se debbo dire che anche con la musica barocca... La Messa in si minore di Bach è, sempre a MIO parere, offensiva nell'interpretazione di von Karajan che dimentica trattarsi di compositore barocco e lo romanticizza in maniera ridicola (oddio, potrà anche piacere e piace anche molto a tanti ma, sempre per piacere, non stiamo parlando delle Messa di Bach...)...

    Non scendo nel particolare dei gusti soggettivi Ema, ma ti faccio solo un appunto: le prestazioni direttoriali vanno comunque storicizzate. Nel senso che parlare oggi male del Bach di Karajan è più che giusto a mio parere, ma bisogna tener conto della generazione cui appartiene questo direttore e all'epoca cui appartengono queste registrazioni. Non ci si può aspettare da karajan insomma un approccio filologico o stilistico appropriato. Magari alcuni direttori suoi contemporanei riuscivano molto più convincenti (nonostante l'approccio non storicistico), però la filologia e lo storicismo hanno aperto altri orizzonti.

    Hogwood non è forse un fulmine di guerra come direttore(anche se è un buonissimo clavicembalista/clavicordista!!), anche in ambito filologico, ma non è nemmeno pessimo... alcune cose buone in opera le ha fatte. Ed anche la sua generazione di filologi va un pò presa con i suoi pregi (che vanno ricordati) ed i suoi difetti (che è bene evitare), e questo vale anche per Harnoncourt. Che spesso fuori dal repertorio tipicamente barocco è fuori posto, ma che non riesco a disprezzare completamente nelle nove sinfonie di Beethoven, perché piaccia o non piaccia il suo approccio filologico a queste opere è stato uno dei pochissimi di un qualche valore o almeno interesse in questo ambito.

    Io ti confesso oggi come oggi temo molto più la noia di tante interpretazioni tradizionali che le eccentricità di Harnoncourt.... ma questo è in fondo un discorso di gusto...


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: impianto verosimigliante

    Post  ema49 on Fri Oct 15, 2010 6:24 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:

    Non scendo nel particolare dei gusti soggettivi Ema, ma ti faccio solo un appunto: le prestazioni direttoriali vanno comunque storicizzate. Nel senso che parlare oggi male del Bach di Karajan è più che giusto a mio parere, ma bisogna tener conto della generazione cui appartiene questo direttore e all'epoca cui appartengono queste registrazioni. Non ci si può aspettare da karajan insomma un approccio filologico o stilistico appropriato. Magari alcuni direttori suoi contemporanei riuscivano molto più convincenti (nonostante l'approccio non storicistico), però la filologia e lo storicismo hanno aperto altri orizzonti.

    Hogwood non è forse un fulmine di guerra come direttore(anche se è un buonissimo clavicembalista/clavicordista!!), anche in ambito filologico, ma non è nemmeno pessimo... alcune cose buone in opera le ha fatte. Ed anche la sua generazione di filologi va un pò presa con i suoi pregi (che vanno ricordati) ed i suoi difetti (che è bene evitare), e questo vale anche per Harnoncourt. Che spesso fuori dal repertorio tipicamente barocco è fuori posto, ma che non riesco a disprezzare completamente nelle nove sinfonie di Beethoven, perché piaccia o non piaccia il suo approccio filologico a queste opere è stato uno dei pochissimi di un qualche valore o almeno interesse in questo ambito.

    Io ti confesso oggi come oggi temo molto più la noia di tante interpretazioni tradizionali che le eccentricità di Harnoncourt.... ma questo è in fondo un discorso di gusto...

    Anch'io, Vito, ma non riesco a vedere all'orizzonte una nuova generazione direttoriale in grado di dirci qualcosa di veramente innovativo. Furtwangler, Toscanini, Celibidache, Karajan, Bohm, Bernstein, Sinopoli...ricordi del passato.

    Per rispondere sullo specifico della tua osservazione, se ben ricordo Karajan registrò la Messa in pieno periodo di revisione della prassi esecutiva barocca da parte di Leonhadt, Harnoncourt, Richter, Goebel, Gardiner(in parte..)...Fu un atto di presunzione da parte di un grande direttore, nelle qualità del quale non rientrava sicuramente la modestia.

    Prassi esecutiva mal interpretata a mio parere da alcuni direttori (non basta utilizzare strumenti originali, come sai.. mi riferisco ad Hodgwod, Pinnock...) ed estremizzata da altri (Goebel ad esempio, che comunque a me piace molto, nonostante tutto).

    Ma per tornare al discorso iniziale, è vero che più di una volta mi è capitato di "scappare" dalla sala sia per intolleranza nei riguardi della interpretazione di una composizione sia per l'insipienza della composizione stessa.

    Come per tutte le arti, anche per la musica colta siamo tornati al medioevo, oppure questa musica ha esaurito il suo scopo, oppure sono esauriti gli scopi più o meno nobili per i quali è nata. Oppure, come sostiene la mia metà, siamo in molti (troppi) a non aver capito nulla di quello che sta nascendo.

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: impianto verosimigliante

    Post  Pazzoperilpianoforte on Fri Oct 15, 2010 7:02 pm

    Anche Gould negli anni '80 ha eseguito un Bach tastieristico grottescamente privo di ogni ritornello, come se negli anni '80 la filologia ancora non esistesse. Evidentemente la sua formazione si era fermata agli anni '50. Probabilmente anche Karajan era nella stessa posizione intellettuale.

    Riguardo ai nostri giorni, pensala anche così: non siamo in epoca di nuovi grandi interpreti - ad esempio - di Beethoven o Brahms (anche se il Beethoven tastieristico di Schiff è nuovo e prezioso), ma di grandi interpreti di Handel e Vivaldi. Repertorio in cui Christie, Dantone, Rousset, Curtis, Egarr, ecc. ecc. stanno scrivendo pagine notevolissime e di rilievo assoluto.

    Ogni epoca ha i suoi miti, i suoi autori, i suoi meriti.

    Chiedo scusa a tutti per l'OT, ma quando capita di discorrere di queste cose occorr approfittarne....

    ... ritornando all'argomento: a me invece non è mai capitato di scappare da teatro, ma mi è spesso capitato di scappare dagli impianti malsuonanti!!!!!!!


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: impianto verosimigliante

    Post  aircooled on Fri Oct 15, 2010 7:05 pm

    ... ritornando all'argomento: a me invece non è mai capitato di scappare da teatro, ma mi è spesso capitato di scappare dagli impianti malsuonanti!!!!!!!
    io sono più diplomatico, mi addormento


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: impianto verosimigliante

    Post  matley on Fri Oct 15, 2010 7:10 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:

    ... ritornando all'argomento: a me invece non è mai capitato di scappare da teatro, ma mi è spesso capitato di scappare dagli impianti malsuonanti!!!!!!!


    ...hem quando ritorni?


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: impianto verosimigliante

    Post  ema49 on Fri Oct 15, 2010 7:57 pm

    matley wrote:


    ...hem quando ritorni?

    ..ritorni? ..allora c'è già stato.. santa sic stantibus rebus non solo non ritornerà più, ma mi auguro per le sue orecchie che cambi regione, al più presto santa santa

    JUSTINO
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 931
    Data d'iscrizione : 2010-01-05
    Località : TORINO

    Re: impianto verosimigliante

    Post  JUSTINO on Sat Oct 16, 2010 1:49 am

    "Secondo me la musica che ascoltiamo con i nostri impianti casalinghi deve piacere per quello che è, cioè musica riprodotta per darci divertimento o relax in qualunque momento, e non per farci individuare i punti deboli delle elettroniche che magari ci siamo potuti permettere solo dopo anni di risparmi o per fare confronti con la musica vera, quella suonata…"
    GRANDE!Per me hai centrato perfettamente nel segno…anche perché diversamente dovremmo tutti rassegnarci al fatto che a raggiungere quel,'assurdo',traguardo possono riuscirci solo coloro che hanno un SACCO di SOLDI e TEMPO da SPENDERE.
    TEMPO che tra l' altro mi chiedo dove trovino molti AUDIOFILI…FIGLI?LAVORO?
    Aggiungo una cosa.Per gli eventi dal vivo senza amplificazione nulla da dire in generale,però mi è capitato di ascoltare dei concerti con amplificazione che sinceramente non mi sono piaciuti quasi per niente in termini acustici,magari perché il suono non era così definito o perché alcuni strumenti erano troppo evidenziati rispetto a tutti gli altri…penso che in quei casi la musica registrata che sento a casa sia meglio…quindi riprodurre un evento come se fosse dal vivo in alcuni casi potrebbe rivelarsi secondo me inutile...

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: impianto verosimigliante

    Post  matley on Sat Oct 16, 2010 1:54 am

    ema49 wrote:
    ..ritorni? ..allora c'è già stato.. santa sic stantibus rebus non solo non ritornerà più, ma mi auguro per le sue orecchie che cambi regione, al più presto santa santa



    ecco lo sapevo....
    sei goloso...va bene dai sei invitato anche TE...
    porta una nenia canterina adatta alle mie piccole..


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8716
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: impianto verosimigliante

    Post  Edmond on Sat Oct 16, 2010 8:25 am

    Ragazzi, scusato l'OT, ma leggere Ema e Vito è UNA VERA DELIZIA!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Grazie per le vostre discussioni, che arricchiscono questo forum molto di più di moltissime delle nostre sterili diatribe tecnicistiche.......... cheers cheers cheers cheers cheers cheers


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: impianto verosimigliante

    Post  ema49 on Sat Oct 16, 2010 12:01 pm

    matley wrote:


    ecco lo sapevo....
    sei goloso...va bene dai sei invitato anche TE...
    porta una nenia canterina adatta alle mie piccole..

    ..va bene, grazie, verrò ..porterò i "4,33 minuti di silenzio" di J. Cage.. angel sono sicuro che col tuo impianto si sposerà benissimo.. Laughing Laughing Laughing

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: impianto verosimigliante

    Post  matley on Sat Oct 16, 2010 11:11 pm

    mammaggia a TE.... era meglio se eri andato........ ...


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: impianto verosimigliante

    Post  ema49 on Sat Oct 16, 2010 11:25 pm

    matley wrote:mammaggia a TE.... era meglio se eri andato........ ...

    .. affraid affraid ..bravissimo Mat, ma dove le trovi.. affraid affraid

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: impianto verosimigliante

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Oct 17, 2010 9:21 am

    Beh, effettivamente quella dei "4,33 minuti di silenzio" di J. Cage era proprio una perla, anche se pure il cartello non è niente male.... Laughing Laughing Laughing



    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: impianto verosimigliante

    Post  Dragon on Sun Oct 17, 2010 12:21 pm



    ... affraid affraid affraid troppo divertenti...ma un dovreste essere òmini posati? Laughing Laughing Laughing

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: impianto verosimigliante

    Post  matley on Wed Oct 20, 2010 12:32 am


    omini sposati?
    dici?
    vista l'età...però non hai torto..
    OK prometto sollennemente di non ..............+ .............
    affraid affraid affraid affraid



    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: impianto verosimigliante

    Post  ema49 on Wed Oct 20, 2010 12:40 am

    matley wrote:
    omini sposati?
    dici?
    vista l'età...però non hai torto..
    OK prometto sollennemente di non ..............+ .............
    affraid affraid affraid affraid


    anch'io.. affraid

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4688
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: impianto verosimigliante

    Post  pepe57 on Wed Oct 20, 2010 3:03 am

    Pazzoperilpianoforte wrote:Anche Gould negli anni '80 ha eseguito un Bach tastieristico grottescamente privo di ogni ritornello, come se negli anni '80 la filologia ancora non esistesse. Evidentemente la sua formazione si era fermata agli anni '50. Probabilmente anche Karajan era nella stessa posizione intellettuale.

    Riguardo ai nostri giorni, pensala anche così: non siamo in epoca di nuovi grandi interpreti - ad esempio - di Beethoven o Brahms (anche se il Beethoven tastieristico di Schiff è nuovo e prezioso), ma di grandi interpreti di Handel e Vivaldi. Repertorio in cui Christie, Dantone, Rousset, Curtis, Egarr, ecc. ecc. stanno scrivendo pagine notevolissime e di rilievo assoluto.

    Ogni epoca ha i suoi miti, i suoi autori, i suoi meriti.

    Chiedo scusa a tutti per l'OT, ma quando capita di discorrere di queste cose occorr approfittarne....

    ... ritornando all'argomento: a me invece non è mai capitato di scappare da teatro, ma mi è spesso capitato di scappare dagli impianti malsuonanti!!!!!!!

    Perché un Mahler diretto da Rattle non è un grande momento? o un Wagner da Jansons o da Thielemann? Un Glinka da Gergiev? Secondo alcuni forse non ancora ai livelli "emozionali" e quasi mitici di un Mahler diretto da Klemperer o di un Wagner diretto da Mengelberg (Hatink/Jochum/Sawallisch) ... o di un Kleiber alle prese con Strauss o con Schubert o con Beethoven o .... ma i tempi non sono gli stessi e di evoluzione (per molti involuzione) ne abbiamo vissuta per cui ricercare in una interpretazione di oggi le stesse sensazioni di quelle di ieri, a mio avviso è un percorso che può ( e forse deve) passare per altra strada.
    Pur amando i grandi del passato, credo che il tempo abbia lasciato un alone di luce, una patina di nostalgia che possono, a volte, un po' influenzare la mente.

    sunny sunny
    Pietro

      Current date/time is Thu Dec 08, 2016 12:57 pm