Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Rudistor Chroma MD1 - Page 6
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Rudistor Chroma MD1

    Share

    Ospite
    Guest

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  Ospite on Tue Oct 26, 2010 11:48 am

    ….Good Morning Assatanati Cuffiofili,

    come promesso sul Forum, ieri mi è arrivata la MD1 CHROMA Signature da Rudi, cosicchè ieri sera, dopo una seduta già programmata da tempo dal Dentista, sono corso a velocità folle a casa, prima del rientro della mia dolce metà, x preparare l’accensione e il riscaldamento del mio Sistema Cuffie a SS x le Dinamiche, e poter finalmente ascoltare la italica TOP by Rudistor, e fornirvi le prime impressioni di ascolto.

    Il Sistema è composto da:

    • Sorgente KRELL KPS-20i
    • Driver CEC HD53N
    • Cavo di Segnale Transparent Ultra XLR (Bilanciato)
    • Cavo di Alimentazione Oyaide con prese Shuko C-079 e IEC P-079

    Il Software utilizzato x questa breve sessione di asolto:

    • Antonio Forcione in “Live” (Naim Label)
    • Al Di Meola in “Live in Milano, World Sinfonia” (Veltene Label)
    • Remar Kramer “Amentos” (Velut Luna Label)
    • Rachelle Ferrel “Rachelle Ferrel” (Somethin’else Label)
    • Pink Floyd “Dark Side of The Moon” (Harvest Label Original Master Recording)
    • Pink Floyd “Wish You Were Here (Harvest Label)

    Aperto il pacco della spedizione, trovo al suo interno la Custodia in tessuto pastificato rigido, non è una Pelican Case, con riportato il Logo di Rudistor.
    All’apertura ci troviamo di fronte a una bellissima Cuffia dove spiccano i trasduttori in Alluminio con i grandi padiglioni, e qui la somiglianza con la PS-1000 della Grado è quasi imbarazzante, per la similitudine che le contradistinguono. Troviamo inoltre due sacchetti separati, dove sono alloggiati i due spezzoni di cavo della Signature, equipaggiati con dei bellissimi connettori Fisher e Neutrik , cablati con cavi Litz e guaina setata bianca.
    Presa in mano, la Cuffia CHROMA, ci si rende subito conto dell'alta Manifattura Artigianale e Sartoriale della stessa, fatta certamente x una Produzione non di grandi numeri, come invece lo è per le Tedescone Senn. HD800 e Tesla T1, con un archetto rivestito in pura pelle, con cuciture fatte a mano, che ti da subito la sensazione di essere di fronte ad un oggetto di nicchia a tiratura limitata. I trasduttori sono costruiti da un cilindro pieno in Alluminio, finemente lavorato lucido alle macchine utensili, e solo il diverso tipo di montaggio all’archetto, la fa essere diversa alla vista dalla PS-1000 della Grado.

    Ascolto

    Ormai il Sistema si è ben riscaldato ed inizio con un ascolto in versione sbilanciata, utilizzando il primo spezzone in dotazione della Signature, composto da un Neutrik Jack da 6.3mm e Connettore Fish femmina, il quale si collega al maschio del terminale cavo cuffia, mediante inserimento e serraggio a vite. Tutti i pin sono dorati e i connettori si agganciano molto bene tra loro e con i connettori Combi Neutrik del Driver CEC HD53N.
    In sbilanciato il CEC HD53N, permette l’ascolto simultaneo di due Cuffie dagli ingressi LOW e HIGH, dove rispettivamente ho collegato la GS1000 e CHROMA.
    Il livello ottimale, l’ho raggiunto inserendo High Gain e la manopola del volume tra ore 9-10.
    Il primo CD è stato quello "Live" di Forcione, e qui subito si è intuito che la CHROMA, aveva la tonalità e la brillantezza giusta, da Cuffia importante come ci si aspettava, con un ottimo headstage e una musicalità materica,sostanziosa ed equilibrata. Il suono non risulta essere mai invadente in nessuna frequenza e con una neutralità esemplare. L’ascolto con la GS1000, di contro evidenza un maggior dettaglio e cristallinità sulle frequenze più alte, con un headstage a mio parere, fatto di maggiore tridimensionalità, e confermandomi, qualora ce ne fosse stato bisogno, che anche quì stiamo al cospetto di una gran bella cuffia, se l’intero Set Up è quello giusto. La CHROMA, mostra una gamma Medio/Alta e Bassa più evidente, conferendo un ascolto un po’ più da Monitor...e comunque bellissimo e coinvolgente. Ascoltando qualche altro pezzo degli altri CD, sostanzialmente il discorso non cambia e la CHROMA può ben essere messa nell’olimpo delle TOP di Gamma, x musicalità, equilibrio e brillantezza nel proporre la tessitura musicale dei vari Artisti, restituendoci l'emozionalità e il patos che in quel momento l'Artista stava trasmettendo con la sua musica.
    Ormai la serata è diventata nottata, passo alla configurazione in Bilanciato, dove ora a parità di manetta volume non è più necessario intervenire sul Gain, che rimane pertanto in configurazione Low Gain. L’ascolto diventa ancora maggiormente più coeso e marmoreo, ma sempre accompagnato da una neutralità spaventosa, segno che Rudi, ha molto lavorato sulla risposta dei Trasduttori, x dare loro una risposta, la migliore possibile, su tutto lo spettro delle frequenza, cercando di porgere il messaggio sonoro con neutralità e senza in alcun modo dare fastidio all’apparato uditivo, anche dopo sedute di ascolto di svariate ore. Io non so se con l’andare del tempo e con un maggiore rodaggio il suono possa ulteriormente migliorare, che è gia ottimo da subito e senza che abbia mai mostrato segni di asprezza tra le note.

    Conclusioni

    Anche se l’ascolto è stato limitato nel tempo di una serata, è significativo che la CHROMA Signature, abbia subito evidenziato le sue ottime qualità sonore, restituendoci una musicalità fatta di corposità e dettaglio ma con una sempre presente neutralità che ti permette di ascoltare x molte ore con la tua cuffia in testa, senza il che ben minimo affaticamento dell’udito, cosa questa x me molto importante.
    Tuttavia x coloro che hanno in casa già delle TOP di Gamma, credo che questa non incida in maniera molto rilevante, rispetto a cuffie del calibro di K1000, GS1000 e non sò PS1000. Senz’altro l’impressione tratta è stata decisamente migliore rispetto alla HD-800, ascoltata se pur fugacemente a Casa di Nicola, circa un anno fà. Certamente la particolarità della Costruzione Sartoriale della Cuffia di Rudistor, la pone su un gradino di eccellenza e di oggetto di “Nicchia” x la probabile limitata produzione, di fronte allo strapotere industriale messo in campo da Aziende del calibro di Sennheiser e/o Beyerdynamic, tuttavia qui si vede tutta l’alta capacità manifatturiera del Made in Italy, che potrebbe ancora una volta tramutarsi in un vero miracolo italiano e a “Status Symbol”, se si considera anche il suo prezzo di acquisto qui in Italia, in confronto alle Tedesche. Se invece fossimo Americani, certamente i 995 USD necessari x l’acquisto di una GS1000, sarebbero concorrenziali rispetto ai 1250 USD x la MD1 CROMA Signature, anche se però non avremmo un oggetto veramente Made in Italy.

    Valentino


    Last edited by best56 on Tue Oct 26, 2010 12:23 pm; edited 1 time in total

    Ospite
    Guest

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  Ospite on Tue Oct 26, 2010 12:06 pm

    La Chroma è superiore alle nuove top Grado. Cerca di rodarla e ti accorgerai che il microdettaglio è il suo punto di forza, insieme ad una tridimensionalità che imbarazza le altre top.
    Forse, il fatto di essere stata costruita intorno all' RP1000, mi ha aiutato a sentirla sussurare con una eccellenza che non ha riscontro, se non nella splendida ed altrettanto esclusiva Ultrasone 10 edition. Sono convinto che Dino impazzirà di gioia con l' RP010.

    Ospite
    Guest

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  Ospite on Tue Oct 26, 2010 12:26 pm

    ...Giovanni...per il momento cercherò di godermi questi miei giocattoli...per la Ultrasone 10, ci penseremo più avanti.

    Valentino

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  fil on Tue Oct 26, 2010 1:43 pm

    Bravo Vale!!

    Sono contento per te...ed anche per Rudi!

    Buonissimi ascolti. Se riesci manda anche un pò di classica.

    cheers


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12073
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  vulcan on Tue Oct 26, 2010 2:29 pm

    cheers cheers cheers


    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    leonruti
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1392
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Età : 54
    Località : Foggia

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  leonruti on Tue Oct 26, 2010 2:51 pm

    daiwahead wrote:
    Sono convinto che Dino impazzirà di gioia con l' RP010.

    cheers cheers cheers

    ...non vedo l'ora....


    _________________
    Dino

    Ospite
    Guest

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  Ospite on Wed Oct 27, 2010 12:43 pm

    ….Di nuovo…..Good Morning Amici Cuffiofili,

    ieri pomeriggio mi è arrivata finalmente la tanto attesa HE-6 da parte del mio conterraneo e amico Vulcan, allora quale migliore occasione x iniziare subito un ascolto simultaneo e di confronto tra le Top Class, AKG K1000, GS1000 e MD1 Chroma Signature???.

    • Il Sistema è composto da:

    • Sorgente SACD Marantz SA-15S1 (Solo Meccanica) e Convertitore KRELL
    • Driver CEC HD53N e Spark/Cayin 300B S.E.
    • Cavo di Segnale Transparent Ultra XLR (Bilanciato) e Reveletional Harmonic Soud Silver
    • Cavo digitale MIT Digital Reference
    • Cavo di Alimentazione Oyaide con prese Shuko C-079 e IEC P-079

    Il Software utilizzato x questa breve sessione di asolto, e rimasto quello di ieri, per meglio analizzare e decifrare le impressioni di ascolto:

    • Antonio Forcione in “Live” (Naim Label)
    • Al Di Meola in “Live in Milano, World Sinfonia” (Veltene Label)
    • Remar Kramer “Amentos” (Velut Luna Label)
    • Rachelle Ferrel “Rachelle Ferrel” (Somethin’else Label)
    • Pink Floyd “Dark Side of The Moon” (Harvest Label Original Master Recording)
    • Pink Floyd “Wish You Were Here (Harvest Label)

    L’imballo della HE-6 è abbastanza pesante rispetto a quello ricevuto x la MD1 Chroma, ed infatti alla suo interno mi si è presentata una scatola in legno rivestita in plastica con il logo HIFIMAN.
    Al suo interno troviamo la HE-6 riposta in una sede sagomata x la sua forma, accompagnata da un cavo di circa 2 mt. trasparente, tale da sembrare un ALO…ma non sò, con connettori piccoli dorati da avvitare ai trasduttori da un lato e dall’altro un connettore XLR maschio a 4 pin, simile a quello della AKG K1000, e inoltre un cablaggio di circa 1mt. con connettore XLR femmina 4 pin e dall’altro lato un Jack da 6.3 mm. Furuteck dorato. Poi unite a una foto con spiegazione in Inglese, trovo un adattatore posticcio di plastica con cablaggi x collegare la cuffia direttamente alle uscite delle casse dell’Amplificatore, mediante connettori a banana da una parte e dall’altra sempre un connettore XLR femmina, tutto di dubbio gusto, che senz’altro nella configurazione finale di vendita, sarà sicuramente rivista e abbellita esteticamente se non addirittura rimossa, modificando direttamente la Cuffia, così come lo è x la K1000.

    Tirata via la HE-6 dalla custodia mi rendo conto che la cuffia pesa come un mattone, ed infatti incuriosito la poggio su una bilancia da cucina, e leggo un peso con cablaggio base di 550 gr., ossia 300gr. in più della MD1 Chroma e GS1000 e 250gr. In più della K1000.
    La costruzione è pregevole anche se non rifinita allo Stato dell’Arte…ma stiamo parlando di una Pre Produzione, il colore apparentemente nero alla luce mostra invece un intenso color melanzano scuro, molto particolare. Le indicazioni Left e Right , sono abbreviate in piccolo sul retro dei padiglioni e sicuramente in penombra difficile da distinguere. Posta in testa, la cuffia mostra tutto il suo peso, anche se ben distribuito tra archetto e trasduttori i quali pero fanno una certa pressione tra tempia e mandibola, non dando proprio un senso di agiatezza, anche se ricoperti di morbido vellutino, e nel proseguo del mio commento, vedremo come il peso inciderà in modo drammatico su collo e cervicale, dopo un ascolto neanche tanto prolungato nel tempo.

    Ascolto

    Il Sistema si è ben riscaldato ed inizio con un ascolto in versione sbilanciata, utilizzando il primo spezzone in dotazione della HE-6, composto da un Jack da 6.3mm e Connettore XLR 4 pin, il quale si collega al maschio del terminale del cavo cuffia. Tutti i pin sono dorati ma la bellezza e la rifinitura non sono paragonabili a quelli installati da Rudistor sulla sua Top MD1 Chroma. In questa configurazione utilizzo il Driver CEC HD53N. Non posso fare un ascolto simultaneo con 2 cuffie attaccate poiché il volume necessario a pilotare la HE-6 sale fino ad ore 12:30, improponibile sia x la Grado GS1000 che x la Chroma. Il suono che ne esce è di volume accettabile ma molto costipato




    e chiuso da dare quasi fastidio. Ed infatti dopo pochi minuti abbandono questa soluzione poiché inascoltabile secondo i parametri x una Top Class.

    Allora, decido che forse la migliore sinergia la posso trovare come x la K1000, utilizzando il Driver Valvolare 300B S.E., mediante uscita dai diffusori e per mezzo della stessa prolunga utilizzata x la mia amata K1000.

    Tale prolunga è stata fatta costruire dallo scrivente grazie all’aiuto e l’esperienza di un Amico che lavora c/o il Reparto Avionica della mia Società, utilizzando un Cavo Aeronautico a Specifica Militare, acquistato in Surplus, perché obsoleto, e non più in uso su gli Aeromobili, il cui costo all’origine era di 100 USD a Yard (0.9133 mt.). Il chè vuol dire che x fare un cavo della lunghezza di 3 mt., occorrono 12 mt. di cavo x un totale poco più di 1.300 USD (circa 950 €).

    Ripreso l’ascolto in questa configurazione, la manopola del volume è scesa tra le 9-10, dunque nella normalità dei canoni per ottenere un livello di ascolto più che buono…ma quello che è drammaticamente cambiato, è il suono che è uscito da questi trasduttori, ora all’altezza delle altre TOP in mio possesso. Il Suono è bello limpido e scolpito con una ottima timbrica e degli ottimi bassi, anche se la scena sonora (headstage) non raggiunge però i livelli delle altre 3 messe a confronto in questa recensione, ma certamente per chi non ha a portata di mano un metro di confronto come questo, è certamente portato ad apprezzare il suono che esce da questa Cuffia HE-6, certamente sia le valvole che il cavo performante della K1000, fanno emergere il bello che questa cuffia può offrire in termini di ascolto.
    Ascoltando il CD live di Al di Meola, con Peo Alfonsi, Beccalossi e Ortiz, sembra che tu stia sul palco in mezzo a loro….veramente una bella esperienza, riprodotta se vogliamo ancora più realisticamente con la K1000, GS1000 e MD1 Chroma, cosa da accapponare la pelle.
    Tale mio parere, capisco che vada un po’ in conflitto con gli altri pareri espressi dai Cuffiofili che sono stati selezionati x questa prova di Pre Produzione, dalla Casa Madre, sia qui in Europa che negli USA, ma Io riporto quello che sentono le mie orecchie e quello che trasmette il mio Set Up di Impianto. D’altra parte a mia parziale difesa, non ho avuto una precedente esperienza di ascolto con la piccolina la HE5-LE, tuttavia l’ascolto che ne ricavo in questa configurazione è un bel sentire, migliore rispetto a quella ricevuta con la HD800 a casa di Vulcan. Credo che la sinergia migliore x questa cuffia sia con i Driver Valvolari che montano valvole 2A3 o 300B S.E. o similari.

    Certamente un aspetto invece del tutto in negativo, deriva dal peso di questa Cuffia, veramente imbarazzante, che dopo circa un ora ti crea la voglia di strappartela da dosso per un indolenzimento delle tempie e mascelle…ma soprattutto del collo, con preoccupante insorgenza di dolorose fitte ai muscoli tra collo e spalle, nonostante la seduta sia stata fatta con una ottima poltrona relax. Peggiora la situazione, se si ascolta x esempio come stò facendo adesso, seduto davanti ad una scrivania a scrivere sul computer, qui la pressione collo/spalla è veramente ad alto tasso di dolore cervicale.

    L’ulteriore ascolto fatto in contemporanea tra K1000, collegata come sopra al Driver Valvolare e la MD1 Chroma collegata al CEC HD53N, in versione Bilanciata, mi porta alla piacevolissima sorpresa che la TOP di Rudi è veramente vicinissima alle prestazioni della x me insuperabili della K1000, S/N 3613….al meno fino a questo momento.
    Il suono che ne esce è bello, arioso, trasparente, limpido con una scena veramente Grande Grande, addirittura forse leggermente più pulita che con la K1000, ma poi in termini di Patos puro, l’Austriaca, accoppiata alle 300B, sembra ancora avere la meglio. Ma vediamo più avanti con il rodaggio della Chroma, se tale mio giudizio potrà variare.
    Certamente la MD1 Chroma è proprio una gran bella Cuffia e con il Jazz, và a nozze, tuttavia mi riprometto più avanti, di fare delle prove di ascolto anche con musica da camera e classica, così da poter relazionare anche gli altri Cuffiofili ed il mio amico Fil.








    Conclusioni

    Le conclusioni sono abbastanza chiare e delineate nella mia logica e cioè che tutte e 4 le Cuffie sono delle vere Fuoriserie, Cuffie importanti e fatte per un Audiofilo attento ed esperto. Certamente la catena di ascolto esige il massimo e questo vuol dire investire parecchi soldini ed il Set Up tra Cuffie, Sorgenti, Driver e Cablaggi devono essere sinergici al’ennesima potenza, ma certamente il risultato che se ne riceve sarà splendido e ci regalerà veramente momenti e serate indimenticabili con la musica a noi tanto grata.
    Volendo dare un punteggio globale alle ns. protagoniste, direi che l’ordine di arrivo è me, questo:

    • AKG K1000 (Voto 10)
    • MD1 Chroma Signature (Voto 9,5)
    • Grado GS1000 (Voto 9-)
    • HE-6 (Voto 8)

    Un ultima riflessione da fare sulla HE-6, stà su quella che potrebbero essere le motivazione x un suo ipotetico acquisto o meno, in un prossimo futuro, sono legate all’aspetto economico x me fondamentale:

    1) Se il prezzo di acquisto venisse confermato intorno a 1.600 USD (1150 €), certamente l’acquisto è assolutamente sconsigliabile, visto la gravità del suo utilizzo x l’eccessivo peso (550gr.) e per quello che a prezzi inferiori riesco ad offrirti Rudistor, Grado Sennheiser e Beyerdynamic.
    2) Se invece il prezzo si attesterà, come è giusto che sia, visto quello che oggi propone il mercato, tra i 950-1000 USD (680-720 €), allora certamente il Cuffiofilo potrebbe prendere in considerazione la HE-6, visto che sonicamente non ha nulla da invidiare ad una HD-800 Sennheiser, e comunque il peso eccessivo della Cuffia potrebbe passare per alcuni, in secondo piano, anche se per me rimane sempre uno degli aspetti fondamentali x una scelta di una Cuffia TOP Class.


    Valentino


    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  fil on Wed Oct 27, 2010 1:23 pm

    best56 wrote:

    • AKG K1000 (Voto 10)
    • MD1 Chroma Signature (Voto 9,5)
    • Grado GS1000 (Voto 9-)
    • HE-6 (Voto 8)

    Valentino


    . VALENTINO (Voto 10 e lode!)

    cheers Laughing


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    maxfazer
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 701
    Data d'iscrizione : 2010-04-21
    Località : Roma

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  maxfazer on Wed Oct 27, 2010 2:24 pm

    Ciao Valentino,
    ti ringrazio anch'io per le interessantissime cose che hai scritto, tra l'altro mooolto utili per chi come me sta meditando nuovi acquisti.
    Volevo però metterti una pulce nell'orecchio.........puntando l'attenzione sull'ampli CEC che ho avuto modo di ascoltare in varie occasioni sia in bilanciato che non. A mio avviso pur essendo molto energico e dinamico manca e non poco in raffinatezza.
    Penso che tra tanto ben di dio possa trovarsi un po' in affanno.
    Sono quindi ancor più curioso di leggerti in merito al Peyote che non ho potuto ascoltare ma che, conoscendo Salvatore, penso farà a pezzettini il pur volenteroso CEC.
    Embarassed


    _________________
    Massimiliano

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12073
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  vulcan on Wed Oct 27, 2010 3:28 pm

    Complimenti a Valentino ci siamo sentiti per telefono qualcosa sapevo in anteprima
    In merito alla HE6 decisamente pesante devo dire non mi ha procurato particolari problemi anche in questa fase dove la schiena me ne dà parecchi
    La situazione a casa mia nei giorni delle prove è stata la seguente il Millett timbricamente la pilotava bene suonava in maniera accettabile...mancava la potenza
    L'efficenza sembra simile a quella della K1000 in realtà questa suona bene anche a volumi moderati l'HE6 ha bisogno di potenza per cantare
    Il Peyote decisamente più potente la pilotava senza batter ciglio ma timbricamente un pò troppa invadente nel basso e attenuata nell'estremo acuto, in sintesi la trovo non troppo dissimile dalla HE5 che è più facilmente pilotabile e con il Millett mi piaceva molto
    Condivido il pensiero di Valentino sul prezzo presunto a questo punto una lode alla Chroma


    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    Ospite
    Guest

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  Ospite on Wed Oct 27, 2010 4:17 pm

    maxfazer wrote:
    Volevo però metterti una pulce nell'orecchio.........puntando l'attenzione sull'ampli CEC che ho avuto modo di ascoltare in varie occasioni sia in bilanciato che non. A mio avviso pur essendo molto energico e dinamico manca e non poco in raffinatezza.
    Penso che tra tanto ben di dio possa trovarsi un po' in affanno.
    Sono quindi ancor più curioso di leggerti in merito al Peyote che non ho potuto ascoltare ma che, conoscendo Salvatore, penso farà a pezzettini il pur volenteroso CEC.
    Embarassed

    Ringrazio tutti Voi x i complimenti, ma credo solo di avere portato le mie sensazioni a tutti quelli che amano il mondo delle Cuffie, avendo in questo momento fatto acquisti importanti,quale è la Chroma, e di essere stato scelto per una prova di ascolto per oggetti tipo l'HE-6 ed il Peyote di Sal.

    Tuttavia sul quote di sopra non sono molto daccordo, poichè come dissi quasi un anno fà dopo l'acquisto del Driver Giapponese, sulle caratteristiche e pregi del CEC HD53N, oggi tali riscontri sono stati replicati su Suono da Nemo. Io non ho mai detto che questo oggetto è meglio dei Top di Gamma di Rudi o altri, ma ho sempre affermato che x il prezzo di acquisto è un best Buy, un ottimo ampli che ha una ottima connettività, e che grazie al suo reale bilanciamento dall'ingresso alle uscite, suona molto bene con quasi tutte le cuffie oggi presenti sul mercato, anche con la K1000....Certamente, e qui ti dò ragione, ma l'ho scritto anche nella mia odierna recensione, oggi questo non vale per l'accoppiata CEC/HE-6, perchè la cuffia lavora su carichi maggiori che il CEC non può dare attraverso le prese cuffia, ma non ho ancora provato con l'attacco dalle uscite diffusori, dove normalmente ci collego la K1000, tuttavia dallo scritto di Vulcan,che fà seguito al mio intervento, anche il Millet che è un Driver da 6.500 USD ed è un Signor Ampli, non riesce a tirar fuori il meglio da questa cuffia, come invece lo fà con la sua K1000, mentre al contrario il mio Driver 300B in S.E.(8+8Watt) fà suonare alla grande questa cuffia, fermo restando che il paragone sonoro con la mia K1000 e le altre due cuffie TOP alimentate con il CEC, hanno un Headstage ed una pulizia maggiore rispetto alla HE-6. Oggi mi è arrivato il Peyote pertanto nei prossimi giorni potrò dare il mio giudizio sulle accoppiate con K1000,GS1000,MD1 Chroma e HE-6.
    Infine sulla raffinatezza, credimi è un pò come parlare del sesso degli Angeli, specie se raffrontiamo un oggetto che costa 1000 € con oggetti dal costo quadruplo e oltre. Io dico che se al CEC gli metti una delle Cuffie citate sopra o una T1 o una HD-800, ce nè e ce ne avanza pure, poi ognuno decide al meglio come investire le proprie risorse economiche. Io leggo nei vari forum che molti Audiofili hanno specifici e costosissimi Driver e poi la Sorgente e i Cavi che usano sono di poche centinaia di euro, Io invece credo che queste componenti sono sostanziali e non marginali, e che il Set Up e le sinergie tra gli oggetti è fondamentale.

    Valentino

    maxfazer
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 701
    Data d'iscrizione : 2010-04-21
    Località : Roma

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  maxfazer on Wed Oct 27, 2010 6:12 pm

    best56 wrote:Io invece credo che queste componenti sono sostanziali e non marginali, e che il Set Up e le sinergie tra gli oggetti è fondamentale.
    Valentino

    La penso esattamente come te ed infatti, per quanto mi è possibile, cerco di curare tutti gli aspetti del setup ma, appunto, anche l'ampli ha la sua grande importanza.

    Il mio intento non era quello di screditare il CEC tanto meno perchè ha avuto difficoltà a pilotare la HE-6. Infatti non penso che un ampli possa pilotare tutto e ne ho avuto la prova diretta col mio Rudi che, almeno in sbilanciato, soffre le altissime impedenze, come ad esempio la AKG K340 e sono sicuro che avrebbe difficoltà anche con le Hifiman 5 e 6 e probabilmente con la T1 seppur dotato di buona efficienza.

    Il mio è semplicemente un commento frutto di vari ascolti, anche nel mio impianto, di un ampli che non mi ha fatto impazzire.
    A mio avviso il CEC ha una grana molto grossa, un ampli che privilegia l'energia a discapito del particolare.
    Non lo confronto con ampli che costano n volte e non ne faccio un discorso di prezzo ma di impostazione.

    Che poi tu ne sia soddisfatto può solo farmi piacere, ho semplicemente espresso il mio parere sull'oggetto.


    _________________
    Massimiliano

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12073
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  vulcan on Wed Oct 27, 2010 7:51 pm

    Massimiliano ritengo che il tuo ampli non abbia particolari problemi con la HE5 la sorella maggiore mette in crisi gli ampli per cuffia convenzionali che non sono progettati per quelle potenze
    Il Millett era godibile solo con quei cd che normalmente odio perchè il livello di masterizzazione è troppo elevato


    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    Ospite
    Guest

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  Ospite on Thu Oct 28, 2010 10:08 am

    ....Cuffiofili Gooood Morrrniing,

    Prima di riportare ulteriori commenti ricavati dalla serata di ieri, vorrei chiarire con Massimiliano sulla questione Driver Cuffie, che da parte mia non c'è e non ci sarà mai polemica su questo forum e x questo hobby...ma semplicemente un costruttivo contraddittorio tra tutti i Cuffiofili. oko sunny

    Fatta questa doverosa puntualizzazione, ieri sera, è stata la 3a Serata di ascolti, e questa volta con una nuova New Entry, il Peyote di Sal.

    Visto i meravigliosi oggetti in campo, le cui caratteristiche tecniche e sonore sono state ampiamente dibattute sia dallo scrivente che da altri Cuffiofili ho pensato di sintetizzare le risultanze a cui sono arrivato, tenendo conto del "Solo" ed unico aspetto preso da me in considerazione "l'Ascolto Finale", senza addentrarmi in questioni puramente tecniche e progettuali, e dando un voto finale agli oggetti presi in esame, in rapporto a Qualità/Prezzo, e decretando a mio modesto parere, quali sono stati i "Best Buy" di questa lunga ma affascinante 3 giorni di musica con grandi ascolti, sensazioni ed emozioni, a volte indescrivibili e difficili da trasferire in parole.

    Il Sistema è composto da:

    •Sorgente SACD Marantz SA-15S1 (Solo Meccanica) e Convertitore KRELL
    •Driver CEC HD53N, Spark/Cayin 300B S.E. e Peyote
    •Cavo di Segnale Transparent Ultra XLR (Bilanciato) e Reveletional RCA Harmonic Soud Silver
    •Cavo digitale MIT Digital Reference
    •Cavo di Alimentazione Oyaide con prese Shuko C-079 e IEC P-079
    Cuffie AKG K1000;GS1000;MD1 Chroma Signature e HE-6

    Il Software utilizzato x questa sessioni di asolto, èstato il seguente:

    • Antonio Forcione in “Live” (Naim Label)
    • Al Di Meola in “Live in Milano, World Sinfonia” (Veltene Label)
    • Remar Kramer “Amentos” (Velut Luna Label)
    • Rachelle Ferrel “Rachelle Ferrel” (Somethin’else Label)
    • Pink Floyd “Dark Side of The Moon” (Harvest Label Original Master Recording)
    • Pink Floyd “Wish You Were Here (Harvest Label)

    1° ABBINAMENTO

    MD1 Chroma/CEC HD53N (Voto 10)
    AKG K1000/Spark-Cayin 300B S.E. (Voto 9,5)
    HE-6/Peyote (Voto 8,5)

    2° ABBINAMENTO

    MD1 Chroma/CEC HD53N (Voto 10)
    AKG K1000/Peyote (Voto 9)
    HE-6/Spark-Cayin 300B S.E. (Voto 9)

    3° ABBINAMENTO

    MD1 Chroma/Peyote (Voto 10)
    AKG K1000/CEC HD53N (Voto 7,5)
    HE-6/CEC HD53N (Voto 5,5)

    CONCLUSIONI

    Le accoppiate MD1 Chroma/CEC e MD1Chroma/Peyote, hanno dato delle prestazioni meravigliose con una musicalità e un palcoscenico veramente grande, il suono sempre marmoreo, aperto e con una nitidezza ed Headstage immenso. Difficile distinguere differenze soniche sostanziali, difronte a dei suoni del genere, pertanto decreto la coppia MD1 Chroma/CEC vincitrice, poichè a parità di prestazione con l'altra coppia ha un rapporto Qualità/Prezzo migliore, dal momento che il costo del Peyote (2000 €) è doppio rispetto al CEC HD53N (1000 €).
    Inoltre tra tutte le Cuffie provate, la MD1 Chroma Signature, ha mostrato di sapersi adattare a qualsiasi Driver, ma ha anche mostrato un Suono suadente, dolce ma deciso e con tanta spazialità e dettaglio, ieri dopo che ha lavorato da qualche ora, si pone come vera antagonista della Immortale AKG K1000...E' forse nata una nuova Stella????....forse sì.

    La He-6 pur suonando molto bene, paga lo scotto di essere leggermente più chiusa rispetto alle concorrenti, il suo peso è unaltro punto a suo sfavore, almeno x me, il suo costo ipotizzato è fuori mercato x quello che riesce a dare, anche se vsti i trasduttori a nudo, penso che questi siano parti che incidano molto sul costo finale, veramente imponenti e belli da vedersi.

    Il Peyote, ha mostrato una ottima musicalità e versatilità con tutte le cuffie in campo, segno che il progetto è valido e senz'altro migliorabile. Rispetto al CEC, il mio Sistema uditivo non è riuscito a cogliere sostanziali differenze, e il suono è parso sempre all'altezza della situazione, ho scelto CEC, solo per il miglior fattore Q/P. Rispetto allo Spark-Cayin e con l'accoppiata K1000, mi è piaciuto più quest'ultimo, x una leggera estensione dinamica in più ed x una tessitura del messagio musicale, più vicino ai miei gusti di ascoltare la misica...ma credetemi, stiamo parlando solo di sfumature. Mi è invece piaciuto moltissimo del Peyote, il suo cursore del volume, che permette una regolazione fine e millimetrica del volume, cosa che i miei 2 Driver più industrializzati non hanno.

    Questo è tutto, spero di avervi dato il mio piccolo contributo e di non avervi annoiato più di tanto.....!!!!!!

    Valentino



    madmax
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3424
    Data d'iscrizione : 2010-04-18
    Età : 49
    Località : Cerignola (FG)

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  madmax on Thu Oct 28, 2010 10:33 am

    Stò ascoltando da poco la mia Chroma arrivata di primo mattino e se devo fare un paragone con un'altra cuffia (io la K1000 non lo mai sentita yaw ) devo dire che mi ricorda la Grado HP2 del mio amico Dino e ne sono contento perchè è l'unica Grado che mi sia mai piaciuta veramente Laughing Laughing
    Ovviamente è troppo presto per esprimere un giudizio ma credo che Rudy abbia fatto centro (un complimento credo debba andare anche a Giovanni che sicuramente ci ha messo del suo)


    _________________
    Spoiler:

    Analogico: Technics SL1200 MKII
    Sorgente:Mcintosh MCD301/Unison Research Unico cd
    Sorgente audio/video:Denon DBP-2012UD                                                                                                      
    Ampli:AM Audio T90
    Diffusori:Klipsh Heresy III
    Cuffie:Hifiman HE-6 Airtech/Audeze LCD3F/Sennheiser HD800-HD800S CustomCans/Spirit Labs Grado
    Ampli cuffia:Megahertz MezzoGuerra/ Megahertz OTL
    Dac Ampli Cuffia: Pioneer U-05 (mod.Aurion Audio)
    Condizionatore di rete: IsoTek Vision

    Ospite
    Guest

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  Ospite on Thu Oct 28, 2010 10:50 am

    Grazie Embarassed ,
    Grado HP2/Sony Qualia ... questa è la Rudistor Chroma. Veramente un bell'oggetto, ripeto un nuovo riferimento .

    vulcan
    Headphone Mod
    Headphone Mod

    Numero di messaggi : 12073
    Data d'iscrizione : 2009-12-04
    Età : 50
    Località : Sardinya

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  vulcan on Thu Oct 28, 2010 2:34 pm

    Sembra proprio che Rudy abbia fatto centro che somigli o no alle Grado chi se ne frega, costa meno e suona meglio già questo la pone una seria concorrente per le cuffie top, se poi è fatta tutta in italia (trasduttori esclusi) tanto di cappello



    _________________
    Nicola      

    Spoiler:

    Sorgente Audia Flight Cd One - Cavo di Segnale Acrolink Mexcel 7N 6100D - Cavo di Alimentazione Cd Shunyata Taipan VX - Amplificatore TTVJ Millett 307A # 07 - Violectric V281-Cavo di Alimentazione Black Rhodium Polar Crusader Oyaide - Cuffie HifiMan HE1000  Cavo Moon Audio Silver Dragon xlr - Filtro di rete Shunyata Hydra 6 - Cavo di Alimentazione filtro Shunyata Copperhead Oyaide- Tavolino Music Tools Isoshelf - Tuner Aeron RD04 Cavo segnale tuner Mogami 2534 Xlr Cavo di Alimentazione Tuner Supra Lorad 2.5 Oyaide


    In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    Ospite
    Guest

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  Ospite on Thu Oct 28, 2010 3:54 pm

    La Chroma ha una personalità geneticamente ben definita, tanto che con l'RP1000 e lo 010 completa in maniera ottimale la catena Rudistor. Mi soffermerei sulla qualità del dettaglio, veramente eccellente, galvanizzato da alcuni componenti del mio impianto (Cavi interconnessione ed alimentazione Yasoda 6 e CDP Nincheri 94 MK2). Il soundstage è molto ampio, come solo la K1000 e la PS1000 (Limited version) riescono a fare. La gamma media è paragonabile a quella della HP2IS, suo punto di forza, seppure rispetto, alla cuffia di Joseph, sembri essere meno scontrosa nei confronti dei driver che la pilotano. A Rudi è piaciuta molto la mia HP2I che ha potuto testare durante il bilanciamento che gli ho richiesto. E sembra che la Chroma abbia tratto alcune peculiarità della suddetta, ispirata da una Musa incantevole e forse ancor oggi inarrivata e inarrivabile.
    Come ho detto e scritto, tra le cuffie in produzione è indubbiamente un nuovo riferimento !
    Dino ... che combini ? cheers


    Last edited by daiwahead on Thu Oct 28, 2010 4:44 pm; edited 1 time in total

    leonruti
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1392
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Età : 54
    Località : Foggia

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  leonruti on Thu Oct 28, 2010 4:05 pm

    daiwahead wrote:
    Dino ... che combini ? cheers

    Embarassed Embarassed Embarassed



    _________________
    Dino

    madmax
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3424
    Data d'iscrizione : 2010-04-18
    Età : 49
    Località : Cerignola (FG)

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  madmax on Thu Oct 28, 2010 4:06 pm

    Mi voglio sbilanciare : con il rock ed il blues la migliore cuffia da me avuta/ascoltata


    _________________
    Spoiler:

    Analogico: Technics SL1200 MKII
    Sorgente:Mcintosh MCD301/Unison Research Unico cd
    Sorgente audio/video:Denon DBP-2012UD                                                                                                      
    Ampli:AM Audio T90
    Diffusori:Klipsh Heresy III
    Cuffie:Hifiman HE-6 Airtech/Audeze LCD3F/Sennheiser HD800-HD800S CustomCans/Spirit Labs Grado
    Ampli cuffia:Megahertz MezzoGuerra/ Megahertz OTL
    Dac Ampli Cuffia: Pioneer U-05 (mod.Aurion Audio)
    Condizionatore di rete: IsoTek Vision

    Ospite
    Guest

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  Ospite on Thu Oct 28, 2010 4:21 pm

    Con la sinfonica e l'operastica è semplicemente maestosa. Precisione, focalizzazione e risoluzione degli strumenti e delle voci prestigiosa e conturbante.
    La grande dinamica che sprigiona con l'RP010 la aiuta con il rock ed il blues.


    Last edited by daiwahead on Thu Oct 28, 2010 5:43 pm; edited 1 time in total

    Ospite
    Guest

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  Ospite on Thu Oct 28, 2010 4:30 pm

    ....Allora quello che ho pensato tanto tempo fà, quando sono uscite le prime flebili notizie e foto, definendola bellissima x le sue linee semplici e scritto in questi giorni su questo felice miracolo Made in Italy, mi pare che stia ricevendo anche le Vs. conferme, segno che la scelta di stomaco fatta in tempi non sospetti, stia ripagando la mia e Vs. fiducia verso un prodotto preannunciato di Alta Classe.

    Valentino

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  fil on Thu Oct 28, 2010 4:48 pm

    daiwahead wrote:

    Con la sinfonica e l'operastica è semplicemente maestosa.


    Molto bene!



    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    Ospite
    Guest

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  Ospite on Thu Oct 28, 2010 8:45 pm

    Filippo, hai avuto l'opportunità di ascoltare la HP2IS ?
    Se si che impressioni ne hai ricavato ???
    ( ).

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  fil on Thu Oct 28, 2010 10:14 pm

    daiwahead wrote:

    Filippo, hai avuto l'opportunità di ascoltare la HP2IS ?

    ( ).

    No Giovanni, Nik quando è venuto a trovarmi recentemente, non si è portato nulla con se ed io ancora non sono andato da lui...
    Diciamo che però un pò immagino...e deduco dai vostri resoconti, in merito ai quali non ho alcun motivo per non considerarli attendibili.


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7707
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Rudistor Chroma MD1

    Post  biscottino on Fri Oct 29, 2010 8:03 am

    Ringrazio Valentino per il contributo che ha dato per la valutazione che ha fornito circa l'ascolto del Peyote. La mia attenzione và soprattutto ai punteggi ottenuti dal Peyote, in generale molto alti, soprattutto in relazione al combo con k1000, che ha preso solo mezzo punto meno del Cayin 300b, per me una piccola vittoria, visto che il progetto Peyote nasce con l'intento di avere un solo ampli da usare con più cuffie, e mi sembra che questo sia un dato accertato. Grazie a Valentino per la disponibilità, ora passiamo la parola a Giorgio.
    Sal.

      Current date/time is Tue Dec 06, 2016 6:59 pm