Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
La fragilità dell'ascolto
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    La fragilità dell'ascolto

    Share

    Ospite
    Guest

    La fragilità dell'ascolto

    Post  Ospite on Sun Apr 19, 2009 3:30 pm

    Tutto ciò per ribadire che affermazioni di principio del tipo.....aspettative...condizionamenti...ricerca del migliore...imposizioni mentali....pareri, recensioni...ecc.ecc.....NON fanno minimamete parte del mio piccolo e modesto bagaglio etico ed acustico. Io baso tutte le mie informazioni musicali, sull'ASCOLTO. Di qualsiasi tipologia di cosa. Amabilmante e liberamente scevro da qualsivolgia aspettativa o pregiudizio.

    Sono rimasto colpito da queste parole, positivamente...

    Poi ho pensato al modo con cui operano la massima parte di coloro che progettano diffusori (per le aziende). Scelgono dapprima componenti di costo ragionevole, poi progettano un filtro che dia una risposta lineare "per le riviste", cioè ad un metro di distanza, ritoccando appena qualcosa in modo che l'ascolto sia decente in un ambiente "medio" e con una collocazione "normale" rispetto alla parete di fondo ed a quella a lato. Per "normale" intendo compatibile con le dimensioni del diffusore.

    Fatto questo, quel che effettivamente percepiranno gli ascoltatori, come il nostro amico forumer, sarà niente altro che il frutto di una serie di casualità...

    Già il semplice posizionamento relativo alle tre pareti più vicine introdurrà alterazioni timbriche selvagge in gamma bassa...
    A questo si aggiungerà il campo riverberato, solitamente minimo alle alte frequenze, ma tutt'altro che incospicuo alle basse, però in modo diverso da ambiente ad ambiente... Aggiungiamo le idiosincrasie delle elettroniche, ed abbiamo un risultato che è ripetibile quanto il lancio di sei dadi insieme...

    Come professionista, mi sento molto rincuorato dal fatto che molte di queste anomalie le riesco a diagnosticare, per esperienza, anche solo osservando configurazioni, componenti e posizionamento... Ma non vorrei davvero trovarmi nei panni dell'appassionato che dovesse operare una scelta (specie se costosa) in queste condizioni di incertezza !!!

    Per tutto questo vorrei spezzare una lancia in favore di un maggiore dibattito sulle implicazioni più facilmente individuabili...
    Farò un esempio nel prossimo post.

    Per ora cordialissimi saluti
    Fabrizio Calabrese

    Ospite
    Guest

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  Ospite on Sun Apr 19, 2009 3:38 pm

    Un esempio semplice semplice, basato su un caso reale.

    Immaginate un salone grande, ma con una maledettissima risonanza in gamma bassa.

    Immaginate un diffusore che preveda la collocazione in angolo: la risonanza sarà eccitata al massimo... Quelli che lo ascoltano lì, ne parleranno malissimo...

    Ora immaginate un altro diffusore, la cui collocazione finisce, per puro caso, per coincidere con la posizione in cui questa risonanza non viene per nulla eccitata... La risonanza sparisce e, con essa, la fastidiosa "coda".

    Tutti i presenti alla prova d'ascolto sono concordi nel dire che quel diffusore ha un "basso veloce e nitido"... Due di loro ne acquistano una coppia ciascuno, per il loro impianto, entusiasti.

    Arrivati a casa, collocano i diffusori nella stessa "magica" posizione, ma in ambienti le cui dimensioni e proporzioni sono decisamente diverse, per cui anche le frequenze di risonanza sono tutte diverse... Accidenti...! Il basso ora è luuuuuuuungo e poco articolato... Eppure a casa dell'amico funzionavano benissimo...!

    Sicuri che l'ascolto sia tutto ???

    Cordialissimi Saluti
    Fabrizio Calabrese

    Il delfino di Air
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 3640
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  Il delfino di Air on Sun Apr 19, 2009 3:40 pm

    ecco perchè dicono di provare i diffusori nel proprio ambiente.........


    _________________
    Audio Analogue Crescendo CD
    Audio Analogue Crescendo Ampli
    Cabasse MT31 Tobago

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  aircooled on Sun Apr 19, 2009 3:55 pm

    Immaginate un salone grande, ma con una maledettissima risonanza in gamma bassa.
    ci combato da anni con quella maledetta risonanza che durava qualche secondo
    sono addirittura arrivato a spostare una parete, ma con poco è succeso, provato con vari risonatori, nulla da fare, con l'aiuto di un esperto del settore ho costruito una controparete in cartongesso riempita con materiale smorsante e qualcosa è successo, passato ai vari trattamenti acustici ma nulla è successo se non quando sono arrivato agli RPG, li ho avuto buoni risultati, ma qualcosa ancora persiste, che faccio misuro e poi butto i difusori o li modifico?


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Ospite
    Guest

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  Ospite on Sun Apr 19, 2009 4:50 pm

    Apophis wrote:
    Immaginate un salone grande, ma con una maledettissima risonanza in gamma bassa.
    ci combato da anni con quella maledetta risonanza che durava qualche secondo

    Il posizionamento dei diffusori può fare miracoli...

    Però ci vuole almeno un amico dotato di strumentazione !

    Se sei qui a Roma, ci sono io !

    Saluti
    F.C.

    Ospite
    Guest

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  Ospite on Sun Apr 19, 2009 4:53 pm

    Fabrizio Calabrese wrote:
    Apophis wrote:
    Immaginate un salone grande, ma con una maledettissima risonanza in gamma bassa.
    ci combato da anni con quella maledetta risonanza che durava qualche secondo

    Il posizionamento dei diffusori può fare miracoli...

    Però ci vuole almeno un amico dotato di strumentazione !

    Se sei qui a Roma, ci sono io !

    Saluti
    F.C.

    Romani raccomandati
    Vogliamo più Calabrese per tutti sunny

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  aircooled on Sun Apr 19, 2009 5:07 pm

    Fabrizio Calabrese wrote:
    Apophis wrote:
    Immaginate un salone grande, ma con una maledettissima risonanza in gamma bassa.
    ci combato da anni con quella maledetta risonanza che durava qualche secondo

    Il posizionamento dei diffusori può fare miracoli...

    Però ci vuole almeno un amico dotato di strumentazione !

    Se sei qui a Roma, ci sono io !

    Saluti
    F.C.
    so toscano, se capiti da ste parti cheers cheers
    ma la vedo dura col solo posizionamento, tieni conto quando la stanza era ancora da trattare bastava chiudere con più forza la porta per innescare la risonanza che durava qualche secondo


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Apr 19, 2009 7:39 pm

    Apophis wrote:...
    so toscano, se capiti da ste parti cheers cheers
    ma la vedo dura col solo posizionamento, tieni conto quando la stanza era ancora da trattare bastava chiudere con più forza la porta per innescare la risonanza che durava qualche secondo

    .

    Dio mio Apo, tutta la mia comprensione! Oh sventurato! Oh tapino! yaw

    Ma allora io c'ho proprio


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  aircooled on Sun Apr 19, 2009 7:48 pm


    però unciòmia una stanza sola


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Apr 19, 2009 7:50 pm

    Non ti volevo prendere in giro Apo, veramente.

    Volevo solo dire che per un audiofilo avere una stanza con problemi è un vero grattacapo.
    E che io mi sento fortunato perché della mia in fondo non posso troppo lamentarmi...

    Ciao


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    Ospite
    Guest

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  Ospite on Sun Apr 19, 2009 7:53 pm

    PPP.....il problema di APO.....non è l'ambiente o le pareti come dice lui........
    Detto tra me e te...li il problema....sono i diffusori!

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Apr 19, 2009 8:00 pm

    Fabrizio Calabrese wrote:Un esempio semplice semplice, basato su un caso reale.

    Immaginate un salone grande, ma con una maledettissima risonanza in gamma bassa.

    Immaginate un diffusore che preveda la collocazione in angolo: la risonanza sarà eccitata al massimo... Quelli che lo ascoltano lì, ne parleranno malissimo...

    Ora immaginate un altro diffusore, la cui collocazione finisce, per puro caso, per coincidere con la posizione in cui questa risonanza non viene per nulla eccitata... La risonanza sparisce e, con essa, la fastidiosa "coda".

    Tutti i presenti alla prova d'ascolto sono concordi nel dire che quel diffusore ha un "basso veloce e nitido"... Due di loro ne acquistano una coppia ciascuno, per il loro impianto, entusiasti.

    Arrivati a casa, collocano i diffusori nella stessa "magica" posizione, ma in ambienti le cui dimensioni e proporzioni sono decisamente diverse, per cui anche le frequenze di risonanza sono tutte diverse... Accidenti...! Il basso ora è luuuuuuuungo e poco articolato... Eppure a casa dell'amico funzionavano benissimo...!

    Sicuri che l'ascolto sia tutto ???

    Cordialissimi Saluti
    Fabrizio Calabrese

    Forse si può dire che l'ascolto non è tutto se condotto in condizioni non controllate e non verificabili. O comunque viene condotto in un solo contesto e per poco tempo.

    Per me le misure non sono un mezzo per capire come suona un oggetto Hi-Fi. Però sono una traccia di quello che posso aspettarmi dall'oggetto ed un indizio utile per l'interfacciamento con l'impianto.

    Sapete cosa succede con il video? Nel negozio dove lavoro tutti i TV in esposizione sono accesi. Alcuni televisori però sono connessi a sorgenti ad alta definizione, altri al segnale antenna. E' ovvio dire che quelli connessi al segnale alta definizione si vedono meglio! Ebbene, molti clienti non avvertono la differenza di qualità del segnale e sono convinti che sia il televisore ad essere migliore. E devo sudare sette camicie per far capire loro che non è il tV che fa il miracolo. Se volessi vendere una ciofeca di TV, basterebbe collegarlo ad un segnale HD e metterlo nel mezzo di televisori tutti collegati all'antenna.

    Ecco, io credo che a volte gli audiofili finiscono per essere simili a questi miei clienti. Che non capiscono la differenza tra la qualità del prodotto e le condizioni di lavoro dello stesso. E che quindi possono essere facile preda di chi vuole gabbarli.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Apr 19, 2009 8:01 pm

    pavel wrote:PPP.....il problema di APO.....non è l'ambiente o le pareti come dice lui........
    Detto tra me e te...li il problema....sono i diffusori!

    Ah, si, mi sembra di ricordare santa


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  aircooled on Sun Apr 19, 2009 8:47 pm

    bimbi, io unciomia le casse stitiche come voialtri 2


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  matley on Sun Apr 19, 2009 11:20 pm

    Apophis wrote:bimbi, io unciomia le casse stitiche come voialtri 2

    ...che bello quotare un'Ominio Verde..... Laughing


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  piroGallo on Mon Apr 20, 2009 9:28 am

    Apophis wrote:
    Immaginate un salone grande, ma con una maledettissima risonanza in gamma bassa.
    ci combato da anni con quella maledetta risonanza che durava qualche secondo
    sono addirittura arrivato a spostare una parete, ma con poco è succeso, provato con vari risonatori, nulla da fare, con l'aiuto di un esperto del settore ho costruito una controparete in cartongesso riempita con materiale smorsante e qualcosa è successo, passato ai vari trattamenti acustici ma nulla è successo se non quando sono arrivato agli RPG, li ho avuto buoni risultati, ma qualcosa ancora persiste, che faccio misuro e poi butto i difusori o li modifico?

    spendi 500 euri per un PC, qualche giorno di smarronamento e metti TUTTO a posto.
    Provare per credere. Se funziona, mi dai il 10% di TUTTO quello che hai speso inutilmente finora?
    Gianni.

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  aircooled on Mon Apr 20, 2009 9:35 am

    10% trattiamo?


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  piroGallo on Mon Apr 20, 2009 9:48 am

    Apophis wrote:trattiamo?

    NO. Ma se non funziona non cacci nulla tranne gli € del pc. (ovvio che se ce l'hai già non cacci nemmeno quelli)
    devil

    Dimenticavo: 10% + spese di viaggio e soggiorno.

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: La fragilità dell'ascolto

    Post  Dragon on Mon Apr 20, 2009 12:22 pm

    matley wrote:
    Apophis wrote:bimbi, io unciomia le casse stitiche come voialtri 2

    ...che bello quotare un'Ominio Verde..... Laughing

    No, voi avete le casse con problemi di dissenteria acuta presente sulle zone basse dello spettro sonoro affraid affraid affraid


    _________________
    Ai cavalli mettono i paraocchi...noi li abbiamo a corredo fin dalla nascita.

      Current date/time is Sat Dec 10, 2016 7:31 pm