Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Le registrazioni dell'età dell'oro
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Le registrazioni dell'età dell'oro

    Share

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  pluto on Mon Jan 24, 2011 11:29 am

    Apro un 3D con questo titolo, vedete voi se tenerlo nellla parte dedicata all'analogico o se metterlo nella sezione musica. Era in pratica il mio ultimo intervento nel 3D classica con Vito ed Ema
    Tenete presente che visto che questi vinili spesso non si riescono più a trovare, se si trovano in Sacd o Cd, si deve approffittarne. Comunque nascono ovviamente su vinile e dal vinile partirei.

    ********
    Vorrei iniziare dal balletto di Stravinsky The Firebird o suite dell'Uccello di Fuoco. Direzione Antal Dorati con London Symphony - un Mercury Living presence che ha fatto epoca e considerato tra i 4/5 migliori dischi mai prodotti.
    Per la cronaca registrato a Londra da Wilma Cozart e suo marito Fine. Una leggenda x chi conosce i dischi dell'età dell'oro.

    Copertina da capogiro con un disegno di Marc Chagall fatto apposta x il sipario del balletto.

    Siamo ad inizio novecento e tutto ruota intorno alla straordinaria figura di Serge Diaghilev all'epoca Direttore (vorrei dire inventore) del Balletto Russo. E' lui il commissionario dei più grandi lavori di quel periodo ed è lui che commissiona a Stravinsky le musiche x questo balletto. La storia è un pò complessa e ruota intorno ad una serie di favole russe. Vi risparmio la sinopsi che chiunque può trovare su Wiki.

    Il disco va assolutamente comprato o nella ristampa a 200gr Classic records o se lo trovate ancora in SACD (ma i prezzi stanno salendo e si parla di oltre 100 $ anche x il SACD). Mai avuto l'originale ma è a livelli da capogiro. Chi conosce Stravinsky sa che è stato maestro di combinazioni armoniche inusuali, ritmi errati, e strumentazioni molto particolari, da una parte molto influenzati dal suo amico e maestro Rimsky Korsakov per poi aprire strade completamente nuove che porteranno a Petrouska e alla Sagra della primavera.

    Ad una prima facciata un pò sottotono ma sicuramente preparatoria, segue una 2a facciata assolutamente stellare con pieni orchestrali in grado di far esplodere la casa. Archi straordinari e colpi di timpano formidabili, fino al finale travolgente e poi agli archi finali con i corni etc. Piatti e timpani sono di un realismo e di una violenza inaudite

    Un disco forse non facilissimo come tutto STravinsky (x digerire la Sagra ci ho messo anni e anni) ma se uno ha SACD o vinili deve averlo o ascoltarlo almeno una volta.

    Eccolo



    Rispetto al mio post originario aggiungo 2 cose:

    - la foto è di un Sacd che comprende alcuni brani extra non compresi nel vinile originale (che comprende solo ed esclusivamente la suite del Balletto Firebird). Quindi il Sacd (a trovarlo a prezzo onesto) sarebbe molto interessante comprendendo anche Tango, Song for a Nightingale e Scherzo a la russe.

    - da un punto di vista di qualità d'incisione, l'unica altra versione che regge il confronto è un CD Reference Recordings con la direzione di Eiji Oue. I miei amici Vito ed Ema non amano questo direttore, ma questa sua incisione è molto quotata tra gli appassionati ed il finale è realmente travolgente anche nel CD RR. Spesso viene usato nelle mostre. Se volete un disco con pieni orchestrali che mettano alla frustra (e alla frutta) l'impianto...

    Se qualcuno lo conosce, mi piacerebbe avere le sue opinioni

    Buon ascolto
    Gian

    _________________
    Ci sono due modi di vivere la vita. Uno è pensare che niente è un miracolo. L'altro è pensare che ogni cosa è un miracolo (Albert Einstein)

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  Fausto on Mon Jan 24, 2011 5:44 pm

    Direi lavoro perfetto.
    Cominciamo con questo disco e, se vuoi, proseguiamo con altri.
    Un "neofita" può così iniziare senza perdersi e senza buttare soldi.
    In questo modo conosce un disco di "riferimento" che non può mancare.
    Il bello del "Gazebo": si discute ma poi si conclude.
    Il libro: sicuramente bello da leggere ma con lui cosa puoi condividere?
    cheers

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  piroGallo on Mon Jan 24, 2011 7:15 pm

    pluto wrote:

    - da un punto di vista di qualità d'incisione, l'unica altra versione che regge il confronto è un CD Reference Recordings con la direzione di Eiji Oue. I miei amici Vito ed Ema non amano questo direttore, ma questa sua incisione è molto quotata tra gli appassionati ed il finale è realmente travolgente anche nel CD RR. Spesso viene usato nelle mostre. Se volete un disco con pieni orchestrali che mettano alla frustra (e alla frutta) l'impianto...

    Se qualcuno lo conosce, mi piacerebbe avere le sue opinioni

    Buon ascolto
    Gian

    _________________
    Ci sono due modi di vivere la vita. Uno è pensare che niente è un miracolo. L'altro è pensare che ogni cosa è un miracolo (Albert Einstein)
    se è questo, è anche acquistabile in hd da hdtracks.
    https://www.hdtracks.com/index.php?file=catalogdetail&valbum_code=HD030911107024


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  pluto on Mon Jan 24, 2011 7:23 pm

    Si Gianni è quello
    Guarda che tutti i RR sono su HD. Se sei stato al Top nella sala di Magico/Spectral, c'era Alon Wolf che li aveva tutti e li faceva ascoltare con i convertitori DCS

    Personalmente preferisco il Mercury (anche per via dell'interpretazione) ma il RR è una grande alternativa e poi sei nel tuo campo liquido sunny sunny
    Di Oue c'è un altro bel disco con Vocalise di rachmaninov e altri pezzi - assaggia anche quello

    Ciao
    Gian

    Ps ma che ci fai in questa sezione??? Hai perso la via di casa??

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  piroGallo on Mon Jan 24, 2011 7:27 pm

    pluto wrote:
    Di Oue c'è un altro bel disco con Vocalise di rachmaninov e altri pezzi - assaggia anche quello
    celo sunny


    Ps ma che ci fai in questa sezione??? Hai perso la via di casa??

    io bazzico anche i bassifondi


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  pluto on Mon Jan 24, 2011 7:32 pm

    si si. Dite tutti così e poi gira che ti rigira.....sempre qua venite a spiare sunny

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4691
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  pepe57 on Mon Jan 24, 2011 7:38 pm

    E l' originale Lp è mono
    sunny sunny
    Pietro

    ravax
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 226
    Data d'iscrizione : 2010-02-20
    Età : 37
    Località : Prato

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  ravax on Mon Jan 24, 2011 11:29 pm

    pluto wrote:

    Il disco va assolutamente comprato o nella ristampa a 200gr Classic records


    Ciao Gian!!

    La cosa mi incuriosisce un casino e di corsa sono andato sul sito Sound and Music per vedere se era disponibile.... non c'è neanche la possibilità di essere avvisati quando rientra..... mi sa che ....

    Domani provo a contattarli!!!

    Ora guardo se c'è il disco dell'"Angelo di Harlem".... Billie Holiday!

    Grazie!!

    Ciao!!



    _________________
    Fabrizio


    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4691
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  pepe57 on Tue Jan 25, 2011 12:53 am

    In ambito Jazz, io suggerirei di partire con Earl "Fatha" Hines:
    è stato uno dei grandissimi.
    Vero fondatore del modo jazz di intendere il piano.
    Improvvisatore dal talento scintillante.
    Ha suonato con tutti i grandi, con Armstrong e gli hot five.
    Nella sua band sono passati Charlie Parker, Dizzy Gillespie e Sarah Vaughan...
    Fra tante cose che ha fatto io penso che "another monday date" oppure i due dischi di "at the vilage vanguard", o anche "back on the street" debbano essere ascoltati.
    Logicamente si parla di registrazioni ottime ma datate (anni 60/70 etichette Prestige, Sony, Chiaroscuro) anche se quelle con L. Armstrong del 1928 sono ben peggiori... (ma che pezzi!
    Per chi volesse un "Fatha" al massimo dell maturità artistica (purtroppo verso la fine) esiste anche un LP impeccabile DTD della M&K (ha tutto e di più, solo l'attacco di "Birdland" basterebbe, secondo me, a rimpiangere che certi genii non ci siano +).
    Ogni facciata è registrata tutta di un fiato, senza interruzioni (come spiegato non si poteva con il metodo DTD) e si avverte proprio qui, quanto davvero grande fosse il nostro.





    Questi a quanto pare sono CD copiati dagli LP relativi, ma anche gli LP si trovano (con pazienza su EBAY)
    Ciao!
    sunny sunny

    Pietro

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  pluto on Tue Jan 25, 2011 11:49 am

    pepe57 wrote:E l' originale Lp è mono
    sunny sunny
    Pietro

    Pietro credo che tutti questi dischi (o quasi) siano usciti all'epoca sia in mono sia in stereo. Per esempio tutti i Reiner, Heifetz, Rubinstein etc sono disponibili in entrambe le versioni.
    Le ristampe hanno spesso privilegiato la versione stereo anche se in alcuni casi esiste la possibilità di avere la versione mono se si vuole (ma raramente).

    Adesso che ci penso questo Mercury (parlo di Stravinsky Firebird) è stato registrato con i 3 microfoni sospesi (uno ds, un sn uno x il centro) e le rimasterizzazioni recenti SACD fatte dalla Wilma Cozart Fine prevedevano se non erro il SACD a 3 canali (vado a memoria - spero di non dire una minkiata)

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  pluto on Tue Jan 25, 2011 1:45 pm

    2nda segnalazione da parte mia di un vinile ricercatissimo dagli audiofili/musicofili di tutti i tempi. Un RCA Shaded Dog che ha fatto epoca e da molti considerato uno dei 4/5 migliori RCA mai prodotti: Witches Brew con la New London Symphony diretta da Gibson

    In realtà come spesso accadeva, pur essendo un RCA fu registrato dal team Decca a Londra nella mitica Kingsway Hall con il solito sistema a 3 microfoni
    Eccolo


    L'argomento del disco sono alcuni pezzi celebri che hanno a che fare con Lucifero, le streghe etc come il titolo fa ben capire. Tra i pezzi, imperdibile è la Danse Macabre di Saint-Saens o il Mephisto Waltz di Franz List e 2 estratti da Moussorgsky Gnomus e una Notte sul Monte Calvo.
    Musica stupenda, registrata al top. Archi, piatti, timpani, flauti, di un realismo impressionante.

    4 dei 6 pezzi del vinile sono stati ripresi dalla RR x un' altra registrazione di Oue. Ma questa volta MicioPiro se la mena, perchè la Danse Macabre di Oue non vale il 50% di quella di Gibson e il disco RR esce sconfitto tanti a pochi pur essendo un ottimo disco.

    Vi posto una recensione + completa dei 2

    http://www.audiophilia.com/software/da8.htm

    Disco da comprare in ristampa Classic Records a 200gr a meno di voler investire 300/500 $ su una prima stampa originale. Stranamente su Audiogon c'è n'è una a 275$

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  Fausto on Tue Jan 25, 2011 2:32 pm

    pluto wrote:2nda segnalazione da parte mia di un vinile ricercatissimo dagli audiofili/musicofili di tutti i tempi. Un RCA Shaded Dog che ha fatto epoca e da molti considerato uno dei 4/5 migliori RCA mai prodotti: Witches Brew con la New London Symphony diretta da Gibson

    In realtà come spesso accadeva, pur essendo un RCA fu registrato dal team Decca a Londra nella mitica Kingsway Hall con il solito sistema a 3 microfoni
    Eccolo


    L'argomento del disco sono alcuni pezzi celebri che hanno a che fare con Lucifero, le streghe etc come il titolo fa ben capire. Tra i pezzi, imperdibile è la Danse Macabre di Saint-Saens o il Mephisto Waltz di Franz List e 2 estratti da Moussorgsky Gnomus e una Notte sul Monte Calvo.
    Musica stupenda, registrata al top. Archi, piatti, timpani, flauti, di un realismo impressionante.

    4 dei 6 pezzi del vinile sono stati ripresi dalla RR x un' altra registrazione di Oue. Ma questa volta MicioPiro se la mena, perchè la Danse Macabre di Oue non vale il 50% di quella di Gibson e il disco RR esce sconfitto tanti a pochi pur essendo un ottimo disco.

    Vi posto una recensione + completa dei 2

    http://www.audiophilia.com/software/da8.htm

    Disco da comprare in ristampa Classic Records a 200gr a meno di voler investire 300/500 $ su una prima stampa originale. Stranamente su Audiogon c'è n'è una a 275$

    Pluto: piano con queste "chicche"!
    Tu non lo sai, ma io sono debole di cuore!
    Che dischi!!!!!!
    cheers cheers

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  pluto on Tue Jan 25, 2011 2:37 pm

    Mi avete scatenato. Ora ve li beccate sunny sunny

    E poi questi ti fanno solo bene alla salute

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  Fausto on Tue Jan 25, 2011 2:39 pm

    pluto wrote:Mi avete scatenato. Ora ve li beccate sunny sunny

    E poi questi ti fanno solo bene alla salute

    Ottima "medicina"!

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  piroGallo on Tue Jan 25, 2011 6:54 pm

    Fausto wrote: Ma questa volta MicioPiro se la mena,

    se LO mena, please.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4691
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  pepe57 on Tue Jan 25, 2011 6:57 pm



    Anche questo, a mio parere, stando su Stravinsky è favoloso, una delle migliori interpretazioni unita ad una registrazione davvero eccellente in assoluto, malgrado l' età (50 anni).
    sunny sunny
    Pietro

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  pluto on Tue Jan 25, 2011 7:06 pm

    piroGallo wrote:
    Fausto wrote: Ma questa volta MicioPiro se la mena,

    se LO mena, please.

    Al maschile è molto volgare e non mi sarei mai permesso.
    La sgrammaticatura al femminile nel ns gergo addolciva.

    Bau

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  piroGallo on Tue Jan 25, 2011 7:07 pm

    pluto wrote:

    Al maschile è molto volgare e non mi sarei mai permesso.
    La sgrammaticatura al femminile nel ns gergo addolciva.

    Bau
    quelle finesse!


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  pluto on Tue Jan 25, 2011 7:28 pm

    Ciao Pietro

    Ho anch'io quella Sagra li ed è ottima, ma permettimi di dissentire parzialmente da te per una volta (se siamo sempre d'accordo non c'è nemmeno gusto). Per quello che valgono questi discorsi e classifiche visto che poi si entra nell'ambito soggettivo, la mia scelta nr 1 sulla Sagra in vinile è l'edizione Decca di Solti (x connubio direzione + qualità). Al secondo posto metto un Philips con Colin Davis (un direttore che specie su Mozart è un grande riferimento). Nessuno dei 2 miei dischi però rientra nei Dischi dell'età dell'oro, mentre il tuo Everest su supporto magnetico da film sicuramente si





    Comunque direi a chi non conosce la Sagra, di andarci cauti - non è musica facile da metabolizzare. Le prime volte lascia sconcertati (come gli spettatori alla prima 100 anni fa). Solo dopo ripetuti ascolti e riflessioni, inizia a prenderti dentro e ad appassionarti (almeno secondo me)
    Altro pezzo che con i suoi cambi di ritmo violenti, mette alle corde ogni impianto

    Ciao
    Gian
    sunny sunny

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31492
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  Massimo on Tue Jan 25, 2011 9:06 pm

    Vi mostro alcuni dischi dall'ottimo suono, non ne conosco la rarità, non essendo un appassionato di classica.
    Sono stupendi, come esecuzione e come registrazione.
    Ci sono Decca LXT 2000 ed altri che conoscete senz'altro meglio di me.




    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31492
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  Massimo on Tue Jan 25, 2011 9:16 pm








    sunny sunny sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31492
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  Massimo on Tue Jan 25, 2011 9:20 pm

    Questo è uno dei miei titoli Jazz/classici preferiti,edizione originale made in Japan. Rolling Eyes



    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  Fausto on Tue Jan 25, 2011 9:39 pm

    piroGallo wrote:
    Fausto wrote: Ma questa volta MicioPiro se la mena,

    se LO mena, please.

    Boh, non capisco: Fausto chi?
    Io non ho scritto così, non saprei. No
    cheers

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  pluto on Tue Jan 25, 2011 9:44 pm

    Fausto l'ho scritto io x prendere in giro MicioPiro. Tutto chiarito tra noi 2

    Ciao
    Gian

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Le registrazioni dell'età dell'oro

    Post  Fausto on Tue Jan 25, 2011 9:49 pm

    Ragazzi piano con i titoli e le foto delle copertine: a me comincia a girare la testa!
    Dischi dei quali ho sentito parlare ed ora ne ho la conferma!
    Ma in quale passione mi sono buttato?
    cheers

      Current date/time is Thu Dec 08, 2016 7:12 pm