Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Come sacrificare un impianto straordinario - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Come sacrificare un impianto straordinario

    Share

    Ospite
    Guest

    Re: Come sacrificare un impianto straordinario

    Post  Ospite on Tue Apr 21, 2009 1:25 am

    Metter i diffusori sul lato lungo non sempre è un deficit... sai che scena ti ritrovi?

    Sono daccordo con te su chi ascolta in negozio e poi compra, io le casse me le son fatte portare a casa; sia le attuali che le precedenti che ho potuto confrontare direttamente con quelle che avevo al tempo.
    Quante persone danno questa disponibilità?
    O sei cliente fisso e sei divenuto "amico" del negoziante oppure risultano impossibili confronti tra diffusori nel proprio ambiente.
    Il problema principale non sono SOLO gli audiofili, ma il sistema di vendita dell'hi-fi.

    bobgitto
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1017
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 52
    Località : Grosseto

    Re: Come sacrificare un impianto straordinario

    Post  bobgitto on Tue Apr 21, 2009 8:33 am

    Domandina per Salvatore: dove l'hai trovata quella foto?
    Credo che siano veramente pochi quelli che non devono scendere a compromessi nella sala d'ascolto, anche tra i più benestanti, ma ho anche saputo di persone molto benestanti che hanno degli impianti bellissimi che non ascoltano praticamente mai e che hanno il solo valore del mobile di prestigio. Insomma, siamo sicuri che quella foto si riferisca all'impianto di un super-appassionato invece di un super benestante?

    Personalmente ho una sala d'ascolto piuttosto grande (4,30x5,20) con i diffusori posizionati sul lato corto. Quando sono solo (quasi mai) allontano i diffusori dalla parete di fondo e mi godo la musica, mentre normalmente li tengo a soli 30cm per evitare che i bambini li distruggano in pochi secondi.
    Sebbene l'operazione di spostamento non sia eccessivamente complicata, sono poche le volte che posso godere del migliore posizionamento. Peraltro se in futuro la stanza sarà arredata come salotto, potrebbe essere che venga meno anche la goduria occasionale, ma se vincessi una lotteria investirei comunque parte del gruzzolo nel migliorare l'impianto.


    Per PPP:
    con quale criterio hai posizionato i diffusori nel tuo ambiente?

    Roberto

    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10877
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: Come sacrificare un impianto straordinario

    Post  Banano on Tue Apr 21, 2009 8:39 am

    xin wrote:....Quante persone danno questa disponibilità?
    O sei cliente fisso e sei divenuto "amico" del negoziante oppure risultano impossibili confronti tra diffusori nel proprio ambiente.
    Il problema principale non sono SOLO gli audiofili, ma il sistema di vendita dell'hi-fi.

    ...oppure ti dicon che non hanno voglia di perder tempo.... vabbè...ben per loro Rolling Eyes

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Come sacrificare un impianto straordinario

    Post  Pazzoperilpianoforte on Tue Apr 21, 2009 2:26 pm

    bobgitto wrote:...
    Per PPP:
    con quale criterio hai posizionato i diffusori nel tuo ambiente?

    Roberto

    Come per tutti, il primo canone è stato identificare una area del salotto dove sarebbe stato il divano da usare per l'ascolto. Problema: sono stato costretto a scegliere una posizione non simmetrica dell'impianto rispetto alle pareti laterali (quelle corte, visto che l'impianto è sulla parete lunga) per poter lasciare alla destra del divano lo spazio per una zona pranzo. Quindi il primo problema è stato disegnare gli spazi dell'ambiente in ragione delle funzioni.

    In secondo luogo avevo due scelte: posizionare i diffusori sul lato corto opposto all'area "pranzo", oppure sulla parete lunga senza finestre. Il posizionamento sul lato corto avrebbe risolto il problema simmetria, ma mi sarebba capitata a sinistra del diffusore sinistro una finestra. Nella mia esperienza questa è situazione bruttissima: la finestra a sinistra sbilancia tutto l'equilibrio in gamma alta del diffusore, che se è a sinistra è quello dei violini (AAAARGH) quindi danno massimo. Inoltre una finestra così vicina al diffusore ha troppa tendenza a vibrare. Quindi restava appunto il lato lungo.

    Il lato lungo aveva un altro pregio: parete portante alle spalle dei diffusori! Quindi non un tramezzo, quindi scena acustica presumibilmente salda e scarsa tendenza a risuonare sul grave. Anche la parete corta papabile era portante, ma quella finestra mi rompeva troppo i... Essendo accaniti lettori, io e la mia metà, è stato spontaneo pensare di ricoprire le due pareti corte della sala con due librerie alte 30-40 cm meno dell'appartamento. Piene di libri, avrebbero sicuramente migliorato l'acustica ambientale, e contenuto le riflessioni.

    Stabilito quale fosse la parete lungo cui far snodare l'impianto occorreva posizionare i due diffusori. nell'area ascolto ho previsto un tappeto di 3 metri per 3 metri posto simmetricamente rispetto ai diffusori (per evitare squilibri timbrici tra i canali). Il diffusore sinistro che finiva ad angolo non ho voluto avvicinarlo più di 90 cm alla parete laterale. Sono partito per i due diffusori da una distanza di 60 cm dalla parete di fondo. Ho leggermente inclinato verso l'interno della scena i due diffusori, quindi sono partite le prove d'ascolto. E i dolori.

    Io sono un pignolo mostruoso. Quindi dopo aver messo i diffusori in questa posizione di massima ho ascoltato (prima ho messo i diffusori in bolla, però). SEntivo difetti, spostavo a passi di 0,5 cm i diffusori più vicino o più lontano dalle pareti a seconda dell'effetto desiderato (in soldoni più suono scuro e più gravi ma più confuso e ovattato verso la parete di fondo, più luminoso e più arioso allontanando dalla parete di fondo, ma con alleggerimento del grave), rimettevo in bolla, riascoltavo. Ho notato che anche spostamenti di 0,2/0,3 cm potevano dare quel compromesso prestazionale che era da considerarsi ideale. Per la cassa a sinistra e la sua distanza dalla parete laterale, si trattava solo di trovare la distanza minima dalla stessa che non inquinasse timbricamente il diffusore.

    A 65 cm dalla parete di fondo (spigolo alla stessa più vicino) ho trovato il compromesso ideale tra ariosità della scena, minimizzazione della maggiore risonanza ambientale in gamma grave (che ora si avverte solo se riproduco dischi enfatizzati in quella gamma di frequenze, ma rimane comunque contenutissima), limite accettabile dell'alleggerimento del medio (di grande aiuto l'ascolto del rullante della batteria rock), allineamento degli acuti al resto dello spettro.

    A quel punto ho cercato di ottimizzare il tilt orizzontale, orientando i diffusori verso l'interno o verso l'esterno. Anche in questo caso, prima passi di 0,5 cm (e poi aribolla), poi passi da 0,2/0,3 cm. Nella posizione definitiva il frontale del diffusore è perpendicolare praticamente alla linea dello sguardo, visto che intravedo appena il lato esterno del diffusore. Maggiore apertura comporta ampliamento della scena ma aumento del contributo della parete laterale sinistra al suono dell'impianto, cosa che non è desiderabile, ed eccessivo schiarimento del timbro.

    Restava il problema dello sbilanciamento dei canali legata all'asimmetria dei due diffusori rispetto alle pareti laterali. Risolto con una disposizione asimmetrica dei quadri lungo la parete alle spalle dei diffusori (quadri - rigorosamente senza vetro di protezione - più fitti dal lato della cassa destra) e con il posizionamento (solo durante gli ascolti) di un ulteriore tappeto alla destra del diffusore destro, affianco a quello posto sotto i diffusori.

    Beh, se mi avete sopportato fin qui... siete fortunati! Ho finito. Ciao


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    bobgitto
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1017
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 52
    Località : Grosseto

    Re: Come sacrificare un impianto straordinario

    Post  bobgitto on Tue Apr 21, 2009 10:11 pm

    Grazie della risposta super completa.
    Ti ho fatto questa domanda perché volevo sapere se eri partito da una delle regole tipo metodo Cardas, dei terzi o quinti o altro, invece hai fatto tutto con la tue orecchie.
    Secondo il metodo Cardas dovrei posizionare i diffusori a 192 cm dalla parete di fondo e a 118 cm da quelle laterali e a me pare un po' esagerato, anche perché dovrei posizionare il divano praticamente attaccato alla parete opposta ai diffusori.
    Ho trovato un buon compromesso riducendo a 100 e 130 cm la distanza dalla parete laterale e di fondo, rispettivamente, ma non sono sicuro se la distanza dalle pareti laterali è la migliore.
    Credo di avere bisogno di un orecchio "esterno" per confermare se questa è la condizione migliore.
    Grazie ancora.

    Roberto

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Come sacrificare un impianto straordinario

    Post  Pazzoperilpianoforte on Tue Apr 21, 2009 10:20 pm

    Con il divano lungo la parete opposta ai diffusori mi sa che sentiresti tante risonanze ambientali da stare molto peggio di adesso.

    Boh. Per quanto mi riguarda... ciao ciao Cardas affraid . Io in casa, oltretutto, ci devo anche vivere!

    Grazie a te Roberto per avermi sopportato.
    Ciao


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

      Current date/time is Fri Dec 09, 2016 6:29 pm