Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Totem Mite
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Totem Mite

    Share

    sandr77
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 14
    Data d'iscrizione : 2011-01-24
    Località : provincia Og

    Totem Mite

    Post  sandr77 on Tue Mar 01, 2011 9:45 am

    Ciao a tutti , sulla scia della prova apparsa su Af digitale di qualche mese fà , dove queste piccolina hanno sfiorato il massimo dei voti mi chiedevo se qualcuno l e avesse ascoltate, e fosse disposto a condividere le sue impressioni, l' interesse nasce anche dal fatto che è un progetto facilmente clonabile devil devil devil

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Totem Mite

    Post  Testini Ugo on Fri Mar 25, 2011 12:10 am

    Spesso mi trovo in disaccordo con i giornali di settore e questo ne è una conferma, le Totem Mite sono semplicemente una ciofeca, come ho gia detto in un altro mio post io sono un appassionato di diffusori da stand oltre che del diffusore di Heil e dei diffusori da stand ho ascoltato praticamente tutto o quasi e queste sono veramente insufficenti sotto tutti i parametri. Allo stesso prezzo scontato ti porti via le Opera Loudspeaker modello Prima della linea "Classica" oppure salendendo un pò di più (ma sempre di poco) ci sono Audes Studio della lina "Credo", entrambi diffusori con uscita del bass reflex anteriore e in asse col tweeter ma fuori asse con il woofer soluzione ottimale questa per un ottima linearità del diffusore, per aumentarne la capacità di scomparire dalla scena sonora e per eliminare qualsiasi difficoltà nel collocarli nell'ambiente addirittura nelle vecchie librerie, soluzione questa per cui in origine erano nati questi diffusori. Senza dimenticare le Audio Epilog modello Jana Walk, che però hanno il reflex posteriore. Ecco a quasi parità di prezzo ti ho elencato dei diffusori che soprattutto per gamma bassa non hanno rivali con la medesima qualità-prezzo.


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Totem Mite

    Post  Fausto on Fri Mar 25, 2011 9:00 am

    Testini Ugo wrote:Spesso mi trovo in disaccordo con i giornali di settore e questo ne è una conferma, le Totem Mite sono semplicemente una ciofeca, come ho gia detto in un altro mio post io sono un appassionato di diffusori da stand oltre che del diffusore di Heil e dei diffusori da stand ho ascoltato praticamente tutto o quasi e queste sono veramente insufficenti sotto tutti i parametri. Allo stesso prezzo scontato ti porti via le Opera Loudspeaker modello Prima della linea "Classica" oppure salendendo un pò di più (ma sempre di poco) ci sono Audes Studio della lina "Credo", entrambi diffusori con uscita del bass reflex anteriore e in asse col tweeter ma fuori asse con il woofer soluzione ottimale questa per un ottima linearità del diffusore, per aumentarne la capacità di scomparire dalla scena sonora e per eliminare qualsiasi difficoltà nel collocarli nell'ambiente addirittura nelle vecchie librerie, soluzione questa per cui in origine erano nati questi diffusori. Senza dimenticare le Audio Epilog modello Jana Walk, che però hanno il reflex posteriore. Ecco a quasi parità di prezzo ti ho elencato dei diffusori che soprattutto per gamma bassa non hanno rivali con la medesima qualità-prezzo.

    Interessante argomaento.
    In un secondo impianto che sto progettando per la taverna devo, necessariamente, posizionare i diffusori vicino alla parete e, anche se non di molto, anche in prossimità degl'angoli.
    Sono diffusori, questi citati da te, che potrebbero andare bene?
    In ogni caso, stante le condizioni di posizionamento che ti ho detto, cosa suggeriresti.
    Tienei presente che non ho intenzione di spendere cifre importanti nell'assemblare tutto l'impianto.
    Se necessiti di altri parametri e, oviamente, se vorrai consigliare fammi sapere.
    Cordialità sunny

    Testini Ugo
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 2592
    Data d'iscrizione : 2011-03-17
    Età : 37
    Località : Mestre-Venezia

    Re: Totem Mite

    Post  Testini Ugo on Fri Mar 25, 2011 5:59 pm

    Fausto wrote:
    Testini Ugo wrote:Spesso mi trovo in disaccordo con i giornali di settore e questo ne è una conferma, le Totem Mite sono semplicemente una ciofeca, come ho gia detto in un altro mio post io sono un appassionato di diffusori da stand oltre che del diffusore di Heil e dei diffusori da stand ho ascoltato praticamente tutto o quasi e queste sono veramente insufficenti sotto tutti i parametri. Allo stesso prezzo scontato ti porti via le Opera Loudspeaker modello Prima della linea "Classica" oppure salendendo un pò di più (ma sempre di poco) ci sono Audes Studio della lina "Credo", entrambi diffusori con uscita del bass reflex anteriore e in asse col tweeter ma fuori asse con il woofer soluzione ottimale questa per un ottima linearità del diffusore, per aumentarne la capacità di scomparire dalla scena sonora e per eliminare qualsiasi difficoltà nel collocarli nell'ambiente addirittura nelle vecchie librerie, soluzione questa per cui in origine erano nati questi diffusori. Senza dimenticare le Audio Epilog modello Jana Walk, che però hanno il reflex posteriore. Ecco a quasi parità di prezzo ti ho elencato dei diffusori che soprattutto per gamma bassa non hanno rivali con la medesima qualità-prezzo.

    Interessante argomaento.
    In un secondo impianto che sto progettando per la taverna devo, necessariamente, posizionare i diffusori vicino alla parete e, anche se non di molto, anche in prossimità degl'angoli.
    Sono diffusori, questi citati da te, che potrebbero andare bene?
    In ogni caso, stante le condizioni di posizionamento che ti ho detto, cosa suggeriresti.
    Tienei presente che non ho intenzione di spendere cifre importanti nell'assemblare tutto l'impianto.
    Se necessiti di altri parametri e, oviamente, se vorrai consigliare fammi sapere.
    Cordialità sunny

    Se ti è possibile è sempre, o quasi, meglio optare per un diffusore da terra, soprattutto se la stanza è grandicello o quando comunque le dimensioni sono sia adatte ad un diffusore da stand che per uno da terra, si dovrebbe optare per quest'ultimo calcolando che nel prezzo apparentemente più basso del diffusore da stand và aggiunto anche il costo del supporto ed a quel punto i costi in campo sono molto simili. Certamente per un collocazione di quel genere opterei più per le Audes Studio le quali sono più controllate ed aperte al fine di evitare il riverbero con le pareti retrostanti, le Opera sono più calde ma anche con un basso più lungo e lento che può essere rifratto troppo sempre dalle pareti di fondo. Se però puoi spendere un pò di più valuterei alla GRANDE le AMT HEIL, prodotte da Precide ed importate da Fugagnollo di MIlano nel modello Bookshelf, sono una vera opera d'arte (Euro 1900 scontatissime). Invece se prendi in esame un diffusore da terra un solo nome ed un solo modello tra tutti nella fascia di prezzo, leggermente sopra i mille euro: USHER V 604 (Euro 1296), un tre vie in accordo d'appolito, progettate proprio da Appolito, con reflex frontale per una perfetta interazione con il tuo ambiente, SENZA NESSUN DUBBIO!!


    _________________
    Per primo credo al mio orecchio sugli accordi iniziali di:"You And Your Friend" da "On Every Street" 1991 Dire Straits e molto dopo ai grafici, alle publicità, ai mostri sacri dell'audio...Tutto Qui. Firmato il Guretto Deragliante. Ogni mio post, pensiero o parola è solo opera mia, in regime di SM (IMHO). Collaboratore Consound http://www.consound.it/

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Totem Mite

    Post  Fausto on Fri Mar 25, 2011 9:49 pm

    Testini Ugo wrote:
    Fausto wrote:
    Testini Ugo wrote:Spesso mi trovo in disaccordo con i giornali di settore e questo ne è una conferma, le Totem Mite sono semplicemente una ciofeca, come ho gia detto in un altro mio post io sono un appassionato di diffusori da stand oltre che del diffusore di Heil e dei diffusori da stand ho ascoltato praticamente tutto o quasi e queste sono veramente insufficenti sotto tutti i parametri. Allo stesso prezzo scontato ti porti via le Opera Loudspeaker modello Prima della linea "Classica" oppure salendendo un pò di più (ma sempre di poco) ci sono Audes Studio della lina "Credo", entrambi diffusori con uscita del bass reflex anteriore e in asse col tweeter ma fuori asse con il woofer soluzione ottimale questa per un ottima linearità del diffusore, per aumentarne la capacità di scomparire dalla scena sonora e per eliminare qualsiasi difficoltà nel collocarli nell'ambiente addirittura nelle vecchie librerie, soluzione questa per cui in origine erano nati questi diffusori. Senza dimenticare le Audio Epilog modello Jana Walk, che però hanno il reflex posteriore. Ecco a quasi parità di prezzo ti ho elencato dei diffusori che soprattutto per gamma bassa non hanno rivali con la medesima qualità-prezzo.

    Interessante argomaento.
    In un secondo impianto che sto progettando per la taverna devo, necessariamente, posizionare i diffusori vicino alla parete e, anche se non di molto, anche in prossimità degl'angoli.
    Sono diffusori, questi citati da te, che potrebbero andare bene?
    In ogni caso, stante le condizioni di posizionamento che ti ho detto, cosa suggeriresti.
    Tienei presente che non ho intenzione di spendere cifre importanti nell'assemblare tutto l'impianto.
    Se necessiti di altri parametri e, oviamente, se vorrai consigliare fammi sapere.
    Cordialità sunny

    Se ti è possibile è sempre, o quasi, meglio optare per un diffusore da terra, soprattutto se la stanza è grandicello o quando comunque le dimensioni sono sia adatte ad un diffusore da stand che per uno da terra, si dovrebbe optare per quest'ultimo calcolando che nel prezzo apparentemente più basso del diffusore da stand và aggiunto anche il costo del supporto ed a quel punto i costi in campo sono molto simili. Certamente per un collocazione di quel genere opterei più per le Audes Studio le quali sono più controllate ed aperte al fine di evitare il riverbero con le pareti retrostanti, le Opera sono più calde ma anche con un basso più lungo e lento che può essere rifratto troppo sempre dalle pareti di fondo. Se però puoi spendere un pò di più valuterei alla GRANDE le AMT HEIL, prodotte da Precide ed importate da Fugagnollo di MIlano nel modello Bookshelf, sono una vera opera d'arte (Euro 1900 scontatissime). Invece se prendi in esame un diffusore da terra un solo nome ed un solo modello tra tutti nella fascia di prezzo, leggermente sopra i mille euro: USHER V 604 (Euro 1296), un tre vie in accordo d'appolito, progettate proprio da Appolito, con reflex frontale per una perfetta interazione con il tuo ambiente, SENZA NESSUN DUBBIO!!

    Direi molto chiaro.
    Grazie per i consigli.
    Farò sapere.
    sunny

      Current date/time is Wed Dec 07, 2016 11:13 pm