Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
L'impianto di Maxfazer
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    L'impianto di Maxfazer

    Share

    maxfazer
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 697
    Data d'iscrizione : 2010-04-21
    Località : Roma

    L'impianto di Maxfazer

    Post  maxfazer on Tue Apr 05, 2011 6:31 pm

    Ciao a tutti!
    Finalmente penso ( spero) di aver raggiunto una certa stabilità dei componenti e posso quindi parlarvi del mio impianto.
    Sono un grande appassionato di cuffie ma per fortuna posso ascoltare anche con i diffusori, ho quindi creato due impianti con la sorgente in comune.
    Ogni giorno solitamente riesco a ritagliare un'oretta di tempo per ascoltare i diffusori, per fortuna quasi sempre con la mia compagna, ed un paio d'ore la cuffia negli ascolti notturni.
    La mia musica preferita è il rock più o meno duro, soprattutto anni '70.

    Iniziamo con la descrizione dalla sorgente che è un EAR/Yoshino Acute con varie valvole NOS che alterno in base all'occorrenza ed alla curiosità, Siemens E188CC, Mullard E88CC ed Amperex 7308. Il lettore è filtrato da un Blacknoise Extreme.

    Lato cuffie l'ampli è un RudiStor RP010B MkII collegato alla sorgente con un Kubala-Sosna Emotion XLR e la mia cuffia preferita è una Grado HP2 bilanciata.

    Passiamo ora al reparto casse, l'integrato è un Gryphon Callisto 2200, per il collegamento al lettore utilizzo in alternativa il Kubala bilanciato o un Cardas Golden Reference RCA che è sempre collegato. I cavi di potenza sono Kubala-Sosna Emotion e per finire le casse, poco conosciute ma che amo, Naim SBL MkII.
    Due parole per le Naim, casse a due vie in sospensione pneumatica abbastanza particolari. Ciascun diffusore è infatti composto da tre moduli separati ed isolati il più possibile tra di loro. Il modulo superiore che incorpora il tweeter è infatti sospeso tramite un telaietto posteriore in metallo, il modulo centrale ospita il woofer da 20cm ed è appoggiato su 4 punte al modulo inferiore che funge da volume di carico. I volumi interni degli ultimi due moduli sono infatti in collegamento mediante una guarnizione.

    Come cavi di alimentazione ho scelto tre NBS Monitor 0 che utilizzo su tutte le elettroniche ed uno Shunyata Anaconda Helix Alpha che al momento utilizzo per collegare il filtro Extreme alla multipresa Derive! sempre di System and Magic.
    Il mobile portaelettroniche è un Modular Technology con cui convivo felicemente da 4 mesi.
    Completano la "dotazione" due quadri fonoassorbenti Armonia di Bassocontinuo posizionati sulla parete posteriore al punto di ascolto.

    Non è facile costruire due impianti separati con la sorgente in comune perchè spesso le esigenze sono differenti ed è necessario trovare un compromesso ma sono al momento molto soddisfatto.
    I due impianti sono stati assemblati cercando di rendere meno traumatico il passaggio da un tipo di ascolto all'altro curando i parametri a me più cari, ovvero la timbrica e la neutralità. Amo un suono privo di esasperazioni, lineare, definito ma non analitico, controllato ma non asciutto.
    La scelta della cuffia ed ancor più dei diffusori lascia intuire che aspetti cari a molti audiofili come profondità, soundstage/headstage, altezza smisurata della scena, focalizzazione estrema sono per me praticamente irrilevanti.
    Ambisco a riprodurre un effetto live ed ascoltando quasi esclusivamente musica elettrificata ritengo la tridimensionalità dell'immagine come un artefatto ben lontano dalla realtà, intesa come riproduzione dal vivo amplificata.
    Le mie Naim sono infatti state progettate per essere posizionate a ridosso della parete di fondo, sacrificando quindi la profondità e seguendo la filosofia "flat earth" tanto cara agli inglesi. Questo aspetto si è rilevato determinante anche per un felice inserimento in un ambiente non dedicato e non grande ( 3.8m x 4.8m)

    Ecco un paio di foto:





    Ciao


    _________________
    Massimiliano

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31476
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: L'impianto di Maxfazer

    Post  Massimo on Tue Apr 05, 2011 6:44 pm

    Molto bello, avrei solo da chiederti il divano non è toppo vicino alla parete di fondo?
    Come senti le basse frequenze?
    Comunque bell'impianto. applausi applausi applausi


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16085
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: L'impianto di Maxfazer

    Post  Geronimo on Tue Apr 05, 2011 6:48 pm

    maxfazer wrote:Due parole per le Naim, casse a due vie in sospensione pneumatica abbastanza particolari. Ciascun diffusore è infatti composto da tre moduli separati ed isolati il più possibile tra di loro. Il modulo superiore che incorpora il tweeter è infatti sospeso tramite un telaietto posteriore in metallo, il modulo centrale ospita il woofer da 20cm ed è appoggiato su 4 punte al modulo inferiore che funge da volume di carico. I volumi interni degli ultimi due moduli sono infatti in collegamento mediante una guarnizione.

    Le mie Naim sono infatti state progettate per essere posizionate a ridosso della parete di fondo, sacrificando quindi la profondità e seguendo la filosofia "flat earth" tanto cara agli inglesi. Questo aspetto si è rilevato determinante anche per un felice inserimento in un ambiente non dedicato e non grande ( 3.8m x 4.8m)


    Ciao Max e complimenti sia per l'impianto che per l'ambiente sunny I diffusori Naim mi sono sempre interessati sia perchè a sospensione pneumatica che per la possibilità, anzi necessità progettuale, di essere addossati alla parete posteriore, unica collocazione fattibile nel mio loculo 3.8x3.0.
    Però ho anche letto che prediligono elettroniche della stessa casa, puoi confermare questa voce o si tratta solo di leggenda?

    Altra domanda, che dimensioni hanno e a che distanza minima devono essere collocate fra loro a dal punto di ascolto?

    Grazie sunny


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    maxfazer
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 697
    Data d'iscrizione : 2010-04-21
    Località : Roma

    Re: L'impianto di Maxfazer

    Post  maxfazer on Tue Apr 05, 2011 7:23 pm

    Ciao ragazzi,
    rispondo a Massimo dicendo che i bassi sono stati un po' una tortura per me che, tra l'altro, li amo molto molto articolati e, da buon cuffiofilo, sono abituato ad ascoltare senza risonanze/rimbombi.
    Per ovviare a questi problemi fino a poco tempo fa infatti ascoltavo su una poltrona posta proprio davanti al divano in modo da distanziarmi dalla parete posteriore di circa un metro tenendo comunque le casse a circa di 2.5m dal punto di ascolto.
    Lavorando poi con l'ambiente ( pareti laterali piene di cd e tendaggio pesante, tappeto grande a pelo molto alto), per quanto possibile visto che non è dedicato, con le elettroniche, con i cavi, con tutti gli accessori possibili e immaginabili ( piedini, punte, cubetti, grafite, legno.....) ho risolto il problema ed ho potuto spostare il punto di ascolto a ridosso della parete posteriore senza risentirne. Il divano è più comodo ed ora le casse si trovano a circa 3.5m.
    Ora la situazione è decisamente buona, la gamma bassa è sufficientemente articolata e definita. E ti assicuro che sono davvero fissato in questo.
    Un aiuto determinante comunque l'ho avuto dalle casse che sono state progettate per lavorare al meglio anche in spazi ristretti risentendo al minimo dell'ambiente, hanno infatti una gamma bassa molto controllata.

    Per Elcaset - se hai problemi di spazio le Naim sono una benedizione, potendole addossare alla parete di fondo recuperi almeno mezzo metro di spazio ed eviti di avere delle casse in giro per casa. Inoltre la sospensione pneumatica aiuta a tenere a bada la gamma bassa.
    Certo sono parecchio bruttine ma non si può avere tutto.....
    Le mie sono alte circa 90cm, larghe 26 e profonde 27.
    Che io sappia Naim non pone particolari vincoli riguardo il posizionamento anche se consiglia caldamente di tenerle a ridosso della parete di fondo, è per questo che sono state progettate. L'ideale sarebbe spostare le elettroniche di lato e lasciare spazio libero tra i diffusori. Se lo spazio è poco ci sono poi le sorelline minori IBL, che ho avuto, più piccole ed ancora più adatte ai piccoli ambienti.
    Purtroppo non sono mai riuscito a provarle con elettroniche Naim, il pensierino l'ho fatto spesso ma il mondo Naim mi ha sempre un po' confuso, troppe sigle e soprattutto troppi vincoli nei collegamenti!
    L'ideale sarebbe usarle in biamplificazione attiva visto che hanno il crossover esterno collegato agli altoparlanti tramite cavi terminati a banane ma per motivi pratici non ho seguito questa strada e mi sono affidato ad un integrato con le palle. Il Callisto non difetta certo di energia e capacità di pilotaggio!


    Last edited by maxfazer on Tue Apr 05, 2011 7:31 pm; edited 2 times in total


    _________________
    Massimiliano

    desmoraf68
    Sordogolo 3

    Numero di messaggi : 4540
    Data d'iscrizione : 2011-01-14
    Età : 48
    Località : Prov. Arezzo

    Re: L'impianto di Maxfazer

    Post  desmoraf68 on Tue Apr 05, 2011 7:26 pm

    Non c'è nienta da dire, solo una cosa ........... COMPLIMENTI! applausi


    _________________
    Raffaele

    Chi sa fare la musica la fa, chi la sa fare meno la insegna, chi la sa fare ancora meno la organizza, chi la sa fare così così la critica. (Luciano Pavarotti)

    Gli appassionati di musica sono assolutamente irragionevoli. Vogliono essere sempre perfettamente muti quando si dovrebbe desiderare di essere assolutamente sordi. (Oscar Wilde)

    Non posso immaginare la mia vita o quella di chiunque altro senza la musica: è come una luce nel buio che non si spegne mai. (Martin Scorsese)


    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31476
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: L'impianto di Maxfazer

    Post  Massimo on Tue Apr 05, 2011 7:34 pm

    Sono felice che nonostante le limitazioni sei riuscito ad ottenere un basso di tuo gradimento, anche grazie ai diffusori.
    Alcuni sono molto più brutti, io non li trovo poi così malaccio.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16085
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: L'impianto di Maxfazer

    Post  Geronimo on Tue Apr 05, 2011 7:44 pm

    maxfazer wrote:
    Per Elcaset - se hai problemi di spazio le Naim sono una benedizione, potendole addossare alla parete di fondo recuperi almeno mezzo metro di spazio ed eviti di avere delle casse in giro per casa. Inoltre la sospensione pneumatica aiuta a tenere a bada la gamma bassa.
    Certo sono parecchio bruttine ma non si può avere tutto.....
    Le mie sono alte circa 90cm, larghe 26 e profonde 27.
    Che io sappia Naim non pone particolari vincoli riguardo il posizionamento anche se consiglia caldamente di tenerle a ridosso della parete di fondo, è per questo che sono state progettate.

    Io devo obbligatoriamente collocare i diffusori a ridosso della parete di fondo A tuo parere, 1,5mt fra i diffusori e 1,8mt dalla faccia anteriore dei diffusori alle orecchie sono sufficienti per non mortificarle?
    Considera che adesso ascolto nelle stesse condizioni due Advent 2002 a sospensione pneumatica con woofer da 20cm e non ho problemi di eccesso di bassi
    (anzi, pure pochi sono )


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31476
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: L'impianto di Maxfazer

    Post  Massimo on Tue Apr 05, 2011 7:54 pm

    Sono convinto che la prestanza e precisione del basso non dipenda solo dalle dimensioni. sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: L'impianto di Maxfazer

    Post  Dragon on Tue Apr 05, 2011 8:34 pm

    sunny Complimenti Max!!!... cheers ... Bell'impianto! Sicuramente da ascoltare... sunny

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31476
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: L'impianto di Maxfazer

    Post  Massimo on Tue Apr 05, 2011 8:37 pm

    Vallo ad ascoltare Drago, poi ti allunghi e vieni da me. sunny sunny sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: L'impianto di Maxfazer

    Post  Dragon on Tue Apr 05, 2011 8:39 pm

    Chissà... sunny Comunque non èra un autoinvito, solo che penso sia un'ottimo impianto, quindi...da ascoltare in generale

    lupocerviero
    Puppologo

    Numero di messaggi : 6431
    Data d'iscrizione : 2011-02-22
    Età : 42
    Località : Regno delle due Sicilie

    Re: L'impianto di Maxfazer

    Post  lupocerviero on Tue Apr 05, 2011 9:57 pm

    complimenti max, bellissimo impianto ed ambiente sobrio ed elegante, decisamente un'ottimo risultato


    sputafuoco,hai visto cos'ha? dai parlaci tu?


    _________________
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t29458-doping-musicale-x-la-maratona-dles-dolomites

    Spoiler:

    tranquilli, son sempre qui!  

     

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: L'impianto di Maxfazer

    Post  Dragon on Tue Apr 05, 2011 11:53 pm

    ... ... Tanto un te lo vende... ...

    lupocerviero
    Puppologo

    Numero di messaggi : 6431
    Data d'iscrizione : 2011-02-22
    Età : 42
    Località : Regno delle due Sicilie

    Re: L'impianto di Maxfazer

    Post  lupocerviero on Tue Apr 05, 2011 11:54 pm


    Dragon wrote:... ... Tanto un te lo vende... ...


    almeno provaci!


    _________________
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t29458-doping-musicale-x-la-maratona-dles-dolomites

    Spoiler:

    tranquilli, son sempre qui!  

     

    maxfazer
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 697
    Data d'iscrizione : 2010-04-21
    Località : Roma

    Re: L'impianto di Maxfazer

    Post  maxfazer on Wed Apr 06, 2011 5:12 pm

    Elcaset wrote:
    Io devo obbligatoriamente collocare i diffusori a ridosso della parete di fondo A tuo parere, 1,5mt fra i diffusori e 1,8mt dalla faccia anteriore dei diffusori alle orecchie sono sufficienti per non mortificarle?
    Considera che adesso ascolto nelle stesse condizioni due Advent 2002 a sospensione pneumatica con woofer da 20cm e non ho problemi di eccesso di bassi
    (anzi, pure pochi sono )

    Beh qualche cm in più farebbe sicuramente bene ma se lo spazio e questo bisogna adeguarsi. In questo caso andrei sulle più piccole IBL.
    Questa la bella recensione di Cadeddu proprio degli esemplari che ho avuto.

    http://www.tnt-audio.com/casse/ibl.html

    Con elettroniche Accuphase che avevo, DP-500 ed E-212, e cavi Cardas era davvero un bel sentire. Mancava un po' di cattiveria ma da quei wooferini non si poteva proprio pretendere di più.



    _________________
    Massimiliano

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16085
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: L'impianto di Maxfazer

    Post  Geronimo on Wed Apr 06, 2011 8:11 pm

    maxfazer wrote:
    Beh qualche cm in più farebbe sicuramente bene ma se lo spazio e questo bisogna adeguarsi. In questo caso andrei sulle più piccole IBL.
    Questa la bella recensione di Cadeddu proprio degli esemplari che ho avuto.

    http://www.tnt-audio.com/casse/ibl.html

    Con elettroniche Accuphase che avevo, DP-500 ed E-212, e cavi Cardas era davvero un bel sentire. Mancava un po' di cattiveria ma da quei wooferini non si poteva proprio pretendere di più.


    Grazie Max sunny , in effetti quei woofer sono un po' piccoli


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    maxfazer
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 697
    Data d'iscrizione : 2010-04-21
    Località : Roma

    Re: L'impianto di Maxfazer

    Post  maxfazer on Thu Apr 07, 2011 8:47 am

    Si ma non lasciarti influenzare troppo, sono piccoli ma l'estensione in basso è molto buona. L'unico vero limite è che ovviamente non possono spostare molta aria.


    _________________
    Massimiliano

      Current date/time is Sat Dec 03, 2016 7:50 am