Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
L'hi-end si dovrebbe giudicare anche con le peggiori incisioni
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    L'hi-end si dovrebbe giudicare anche con le peggiori incisioni

    Share

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    L'hi-end si dovrebbe giudicare anche con le peggiori incisioni

    Post  Cricetone on Mon Apr 11, 2011 7:06 pm

    Mi sembra forse di averne gia accennato ma riprendiamo l'argomento
    Non sono impazzito!Spiego:prendiamo due incisioni opposte,una qualsiasi di Telarc,ed una di Mary J. Blige.La prima è ovviamente eccellente,e serve per capire davvero i limiti dell'impianto,la seconda serve per mostrartene subito tutti i difetti.Infatti sull'impianto dalle PRESTAZIONI entry level,la prima suonerà comunque "bene" e molto piacevole,la seconda sarà affaticantissima.Più aumentano le prestazioni dell'impianto,più la telarc suonerà realistica,ovviamente,ma è sull'incisione sporca che si vede davvero la qualità dell'impianto,in quanto con l'aumentare del livello aumentà anche la qualità audio di questa registrazione,e diventa pure poco affaticante.Perchè migliorà così?Perchè l'hi-end dovrebbe avere come cardine l'avere una bassissima distorsione.Quali sono i problemi che porta l'aumento della distorsione?
    BASSI:diventano via via monotoni,tanto da sembrare anche poco estesi
    MEDI:la voce è sempre meno realistica e piatta,la scena è piatta stretta,poco profonda e poco cesellata,la fatica di ascolto è più evidente
    ACUTI:aumentà la fatica di ascolto,si ha poco dettaglio,diminuisce la sensazione di estensione in alto,la scena stessa ha poco dettaglio e nessuna "aria"

    una registrazione eccellente sembrerà suonare sempre bene su ogni impianto,proprio perchè la maggiorparte delle registrazioni sono piu o meno sporche,e quindi la telarc sembrerà sempre fantastica.
    una pessima registrazione è gia di suo distorta e con fatica di ascolto,e quindi più l'impianto è distorcente di suo,piu sembrerà inascoltabile.Meno sarà la distorsione AGGIUNTA dall'impianto(e dall'ambiente ovviamente),migliore suonerà anche la Blige,e ciò lo si noterà soprattutto nel ritornello,dove si passerà dal non riuscire ad ascoltare nulla per l'altissima distorsione e la fatica conseguente,al riuscire non solo ad ascoltarla senza quasi fatica,ma a riuscirete a scopriere via via sempre più dettagli nascosti proprio in tale parte del brano,inascoltabile con un impianto ad alta distorsione.
    Insomma se una telarc suona realisticamente da ogni punto di vista e senza attenuazione alcuna,e may j blige la si sente quasi respirare pure nei ritornelli,si può dire di essere di fronte ad un impianto hiend?
    Che ne pensate?L'avete mai fatto?


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: L'hi-end si dovrebbe giudicare anche con le peggiori incisioni

    Post  phaeton on Mon Apr 11, 2011 7:44 pm

    Salv.Scarfone wrote:...........
    una registrazione eccellente sembrerà suonare sempre bene su ogni impianto,proprio perchè la maggiorparte delle registrazioni sono piu o meno sporche,e quindi la telarc sembrerà sempre fantastica..................

    gia', come no, prova a far suonare (ad un volume decente) una eccellente registrazione di pianoforte ad un setup men che ottimo e vedi un po' se suona bene o se dopo 5min devi spegnere tutto causa mal di testa....
    erg erg erg

    in realta' sono le registrazioni piatte e/o sporche (credo tu intenda quelle con strumenti distorti) che suonicchiano piu' o meno bene su ogni setup, e che paradossalmente suonano meglio in un setup che "colora" in modo adeguato il suono... esempio: con un certo tipo di ampli a valvole (non sto generalizzando sia chiaro) si puo' ottenere un alto tasso di distorsione di seconda armonica, il suono che ne esce risulta molto "rotondo", "piacevole", "corposo", etc etc etc, e quindi registrazioni molto "spostate" sul medio ne traggono un evidente beneficio. e' proprio su questo che le prime amplificazioni cinesi hanno giocato.....


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    kermit
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 378
    Data d'iscrizione : 2010-09-12
    Località : Porto Mantovano

    Re: L'hi-end si dovrebbe giudicare anche con le peggiori incisioni

    Post  kermit on Mon Apr 11, 2011 8:14 pm

    Io non so che impianti utilizzi tu per fare queste prove ma credo che una registrazione decente suoni bene su impianti buoni mentre una schifosa suoni "meglio" su impianti schifosi per i quali è stata alla fin fine prodotta.


    _________________
    Roberto

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8276
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: L'hi-end si dovrebbe giudicare anche con le peggiori incisioni

    Post  Luca58 on Tue Apr 12, 2011 1:58 am

    Io invece ho verificato, almeno col digitale e con le dovute eccezioni, che c'e' del vero in quello che dice Salvatore.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    kermit
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 378
    Data d'iscrizione : 2010-09-12
    Località : Porto Mantovano

    Re: L'hi-end si dovrebbe giudicare anche con le peggiori incisioni

    Post  kermit on Tue Apr 12, 2011 7:08 am

    Ma come si fa a valutare un software con un hardware che già di per se deteriora il segnale originale? Secondo me è un affermazione contraddittoria.


    _________________
    Roberto

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: L'hi-end si dovrebbe giudicare anche con le peggiori incisioni

    Post  Cricetone on Tue Apr 12, 2011 10:46 am

    kermit wrote:Ma come si fa a valutare un software con un hardware che già di per se deteriora il segnale originale? Secondo me è un affermazione contraddittoria.
    perchè una registrazione che è gia in bilico dal punto di vista della fatica di ascolto,diventa fastidiosissima più l'impianto è distorcente.meno è la distorsione AGGIUNTA,e meno affaticante suonerà,ma non perchè davvero l'impianto riduca i difetti della registrazione,ma piuttosto non li aumenta.Infatti in ogni caso la registrazione ottima suonerà realistica,e quella fatta male salterà subito all'occhio,ma non perchè ti faccia venire il mal di testa o altro,ma semplicemente perchè la noti subito che è artefatta e quindi in essa "c'è qualcosa che non va".Ovviamente ciò vale solo per gli impianti non palesemente colorati e/o caratterizzati in qualsiasi modo,in quanto se un impianto è gia tutt'altro che neutrale nella risposta in frequenza,questo concetto non si può applicare.

    Se ascoltando una cattiva registrazione su un impianto vi è una:
    1)esaltazione del mediobasso=è probabile che tale registrazioni suoni con mediobasso troppo evidente,perchè molto presente in essa
    2)taglio del mediobasso:la cattiva registrazione con mediobasso pompato sembrerà migliore di una telarc ad esempio
    3)taglio degli acuti:un'ottima registrazione suonerà cupa,una cattiva con alti in evidenza suonerà migliore
    4)esaltazione degli acuti:la cattiva registrazione sarà assolutamente inascoltabile,se non a basso volume
    5)dinamica limitata:la cattiva registrazione con applicata una piu o meno forte compressione dinamica,suonerà inascoltabile proprio perchè l'impianto l'appiattirà ancora di piu,portandola alla momotonia totale


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8276
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: L'hi-end si dovrebbe giudicare anche con le peggiori incisioni

    Post  Luca58 on Tue Apr 12, 2011 10:54 am

    Un problema col digitale e' che il senso di fastidio che spesso da' (almeno a me ) e' causato dalla cattiva riproduzione; cioe' il rpoblema principale del digitale e' riprodurlo bene. Mentre con l'analogico una riproduzione scadente crea problemi di stage etc. ma non da' fastidio, se col digitale non e' tutto apposto ed ottimizzato si sente (per chi lo sente) un suono che trapana il timpano e che davvero alla lunga diventa insopportabile.

    Molti dei presunti difetti delle registrazioni riportate su un supporto digitale dipendono da questo e molte volte, ottimizzando l'impianto, ho scoperto che CD pessimi in realta' non lo erano. Quei CD sono ottimi dischi test per gli impianti digitali.

    Per questi motivi sono abbastanza d'accordo con l'affermazione di Salvatore.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: L'hi-end si dovrebbe giudicare anche con le peggiori incisioni

    Post  Cricetone on Tue Apr 12, 2011 11:00 am

    infatti io ho ottimizzato al max possibile ogni virgola del mio impianto,e non ho quasi nessun problema di fatica di ascolto,e noto ogni differenza qualitativa e di effetti applicati in fase di registrazione tra ogni cd che ascolto.Cd che col mio primo impianto erano inascoltabili,poi son diventati sempre piu ascoltabili,senza che abbia attufato nulla di nulla,fino a che sono arrivato a capire che pure dentro il ritornello ipecompresso si riescono a tirar fuori dettagli.Conoscendo un pò anche gli effetti dei vari plugin di editing audio,poi spesso li riconosco quando vengono applicati.


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    kermit
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 378
    Data d'iscrizione : 2010-09-12
    Località : Porto Mantovano

    Re: L'hi-end si dovrebbe giudicare anche con le peggiori incisioni

    Post  kermit on Tue Apr 12, 2011 2:27 pm

    Però rimane il fatto oggettivo che se il metro è difettoso tutte le misure sono comunque sbagliate.
    E poi:
    chi e come può giudicare un hardware e un software?
    E ammesso di poter giudicare un software , gli impianti scadenti "suonano" tutti uguali o sono differenti?


    _________________
    Roberto

    PARLAPA'
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5155
    Data d'iscrizione : 2009-05-13
    Età : 53
    Località : Torino

    Re: L'hi-end si dovrebbe giudicare anche con le peggiori incisioni

    Post  PARLAPA' on Tue Apr 12, 2011 4:53 pm

    completamente d'accordo con Salvo


    _________________
    Marco

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: L'hi-end si dovrebbe giudicare anche con le peggiori incisioni

    Post  Cricetone on Fri Apr 15, 2011 5:54 pm

    in questo momento sto ascoltando il cd del codice da vinci,ad un volume talmente alto che a malapena riesco a sentire quello che dice un'altra persona a trenta cm di distanza,eppure non ho la minima fatica di ascolto,neanche nei pieni orchestrali,nulla di nulla,se abbasso il volume è solo perchè è troppo alto,fatica di ascolto zero.gli acuti ovviamente son ben presenti. Rolling Eyes cheers


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31483
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: L'hi-end si dovrebbe giudicare anche con le peggiori incisioni

    Post  Massimo on Fri Apr 15, 2011 7:26 pm

    Salv.Scarfone wrote:in questo momento sto ascoltando il cd del codice da vinci,ad un volume talmente alto che a malapena riesco a sentire quello che dice un'altra persona a trenta cm di distanza,eppure non ho la minima fatica di ascolto,neanche nei pieni orchestrali,nulla di nulla,se abbasso il volume è solo perchè è troppo alto,fatica di ascolto zero.gli acuti ovviamente son ben presenti. Rolling Eyes cheers
    applausi applausi Benissimo, stai mettendo a punto l'impianto come volevi.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: L'hi-end si dovrebbe giudicare anche con le peggiori incisioni

    Post  Cricetone on Fri Apr 15, 2011 7:58 pm

    Massimo wrote: applausi applausi Benissimo, stai mettendo a punto l'impianto come volevi.
    il mio impianto è totalmente messo a punto da ogni punto di vista,infatti non saprei piu in cosa migliorlo,se non modificando ad esempio l'ampli.Ho totalmente ottimizzato l'impianto al massimo,piu di questo non può dare. Rolling Eyes l'ultima modifica da fare sarebbe mettere mano al cartongesso del camino,ma mettermi a smontarne la cappa mi pare improponibile,non mi rimane nessun altra miglioria attuabile,ho gia fatto tutto,e bloccato tutto dalle vibrazioni.Mi servirebbe un sub ma forse ci sono altre spesuccie...boh...

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31483
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: L'hi-end si dovrebbe giudicare anche con le peggiori incisioni

    Post  Massimo on Fri Apr 15, 2011 8:18 pm

    Perfetto applausi


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

      Current date/time is Sat Dec 03, 2016 2:43 pm