Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Volume di ascolto
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Volume di ascolto

    Share

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Volume di ascolto

    Post  petrus on Mon Jun 01, 2009 12:26 pm

    Più volte mi sono domandato quale sia il rapporto tra "qualità del suono" e "volume di ascolto relativo".
    Io penso che ci sia correlazione in un ambiente tipico come le nostre sale d'ascolto tra, qualità intesa come rigore timbrico, coerenza, percezione piacevole e volume di ascolto, penso che esista per ogni ambiente un volume ben specifico dove si raggiunge il "punto di non ritorno" oltre il quale decade rapidamente la "qualità" e sotto il quale il coinvolgimento non raggiunge l'apice.
    Ritengo che il rapporto tra qualità e coinvolgimento sia delicato, spesso audiofili meno attenti alla timbrica e al messaggio musicale, cercano la "spettaccolarizzazione" di un ascolto ad alto volume, a volte snaturando completamente i suoni o le voci.
    Penso che molti dei problemi lamentati da audiofili in crisi, siano dovuti ad errori in questo rapporto, a volte penso che gli basterebbe abbassare un pò il volume o migliorare il proprio ambiente di ascolto

    Lorenzo

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Volume di ascolto

    Post  Geronimo on Mon Jun 01, 2009 12:58 pm

    Più che commentare quanto hai scritto, vorrei aggiungere alcune considerazioni soggettive per allargare gli spunti di riflessione, sperando di non essere banale o ridondante Embarassed

    -il volume d'ascolto dovrebbe essere strettamente correlato al genere musicale: ascoltare una voce femminile accompagnata da chitarra allo stesso volume di un brano rock (o viceversa) è assurdo (eppure mi son capitate persone che ascoltano così )

    -meno distorsione c'è, provocata dall'impianto o dall'ambiente o da entrambe, più si è invogliati ad alzare il volume (sempre in relazione al punto precedente)

    -a volte però si alza il volume per compensare una "mancanza", soprattutto a livello di impatto fisico

    -le precedenti considerazioni determinano il mio personale volume d'ascolto, cercando di regolarlo in modo tale che i picchi non risultino distorti e fastidiosi


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: Volume di ascolto

    Post  matley on Mon Jun 01, 2009 1:01 pm

    l'importante sarebbe non cadere negli eccessi...
    tipo il volume appena accennato o il classico a palla delle mostre...

    per il resto d'accordo con TE. :-)


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: Volume di ascolto

    Post  petrus on Mon Jun 01, 2009 1:29 pm

    Perfetto, è giustissimo dire che ogni genere dovrebbe avere il suo volume di ascolto appropriato, allora il punto è:
    quanti possono permettersi il volume di ascolto corretto, quando questo implica alzare a valori intorno ai 90 100 db ?
    se ciò comporta un degrado della qualità generale non sarebbe meglio abassare anche se a discapito del coinvolgimento ?
    La spettacolarizzazione a tutti i costi o come requisito indispensabile ha senso ?
    Quanto gli audiofili sono amanti della qualità e quanto dell'effetto ?


    Lorenzo


    P.S.
    e di questo che dire :
    "La fisiologia dell'apparato uditivo nell'uomo sembra suggerire che il nostro orecchio è più orientato all'ascolto di alcuni tipi di suoni che di altri. La coclea ospita circa 12000 cellule uditive, che si attivano in maggiroanza in presenza di suoni ad alta frequenza: i suoni acuti attivano tutte le cellule, mentre l'analisi dei suoni gravi occupa solo qualche decina di cellule cocleari. Tramite la coclea, l'energia sonora viene elaborata in impulsi nervosi e trasmessa al cervello, che la redistribuisce in tutto il corpo. Questa "energia neurologica" ha dei riflessi sull'umore e la creatività.

    Se il suono grave è anche ritmato, l'energia sonora attiva i canali semicircolari del vestibolo, per cui il corpo tende spontaneamente a muoversi, sentendo la musica, e a perdere una quantità di energia pari a quella fornita.

    Infine, la coclea è particolarmente sensibile ad un aumento della pressione sonora. Le cellule uditive non sono danneggiate tanto dal volume, quanto dal parametro pressione sonora, che non dipende in mod lienare dal volume: un semplice aumento del volume da 85 a 100 decibel, corisponde a una pressone sonora 1000 volte maggiore. Il tipico ronzìo all'orecchio, il tinnito, è spesso il segno di un danno permanente alle cellule uditive."

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Volume di ascolto

    Post  Geronimo on Mon Jun 01, 2009 2:30 pm

    Rispondo in sequenza alle tue domande

    - ogni audiofilo dovrebbe avere un impianto che consenta picchi di almeno 102/103db, altrimenti penserei che stia ascoltando con un compattino.
    Invece un volume medio di 102/103 è piuttosto alto e non se ne dovrebbe abusare; in ogni caso comporta danni maggiori all'udito stare tutti i giorni in mezzo al traffico che "sparare forte" una o due ore a settimana.
    Un bicchierino di cognac fa piacere, una bottiglia stronca

    -assolutamente sì: in questo caso si DEVE abbassare il volume, il volume alto danneggia molto di più se presenta distorsione piuttosto che un suono pulito

    -la spettacolarizzazione non è un male, se presente nel DNA di determinati generi musicali; lo diventa invece quando la si pretende ascoltando, per esempio, un virtuoso della chitarra classica

    -credo che qualità e spettacolarizzazione non siano incompatibili, se consideriamo il punto precedente


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Il delfino di Air
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 3640
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: Volume di ascolto

    Post  Il delfino di Air on Mon Jun 01, 2009 4:12 pm

    condivido l'idea che ogni tipo di musica ha il "suo" volume corretto.........poi se una canzone piace si è portati ad alzare il volume (perchè? ).........ma se l'impianto è stitico le orecchie cominciano a lamentarsi e il volume a volumi più miti!


    _________________
    Audio Analogue Crescendo CD
    Audio Analogue Crescendo Ampli
    Cabasse MT31 Tobago

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6716
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Volume di ascolto

    Post  piroGallo on Tue Jun 02, 2009 3:08 pm

    petrus wrote:Più volte mi sono domandato quale sia il rapporto tra "qualità del suono" e "volume di ascolto relativo".
    Io penso che ci sia correlazione in un ambiente tipico come le nostre sale d'ascolto tra, qualità intesa come rigore timbrico, coerenza, percezione piacevole e volume di ascolto, penso che esista per ogni ambiente un volume ben specifico dove si raggiunge il "punto di non ritorno" oltre il quale decade rapidamente la "qualità" e sotto il quale il coinvolgimento non raggiunge l'apice.
    Ritengo che il rapporto tra qualità e coinvolgimento sia delicato, spesso audiofili meno attenti alla timbrica e al messaggio musicale, cercano la "spettaccolarizzazione" di un ascolto ad alto volume, a volte snaturando completamente i suoni o le voci.
    Penso che molti dei problemi lamentati da audiofili in crisi, siano dovuti ad errori in questo rapporto, a volte penso che gli basterebbe abbassare un pò il volume o migliorare il proprio ambiente di ascolto

    Lorenzo
    Ciao Lorenzo,
    Io credo che il volume di ascolto ottimale sia relazionato con la dinamica dell'incisione. Se siamo in presenza di un range dinamico elevato dobbiamo essere in grado di riprodurre correttamente i livelli inferiori e l'impianto deve essere in grado di riprodurre i picchi senza distorsione. Ovviamente se la dinamica incisa è bassa o compressa il discorso non vale.
    Gianni.

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: Volume di ascolto

    Post  petrus on Tue Jun 02, 2009 7:30 pm

    piroGallo wrote:
    Ciao Lorenzo,
    Io credo che il volume di ascolto ottimale sia relazionato con la dinamica dell'incisione. Se siamo in presenza di un range dinamico elevato dobbiamo essere in grado di riprodurre correttamente i livelli inferiori e l'impianto deve essere in grado di riprodurre i picchi senza distorsione. Ovviamente se la dinamica incisa è bassa o compressa il discorso non vale.
    Gianni.

    Ciao Gianni,
    è proprio così, in una buona incisione, maggiormente che con realizzazioni più commerciali, avrò bisogno di un impianto capace di suonare i pianissimi come tali e non è cosa banale, non credi ?
    Dovrà essere giustamente la dinamica del pezzo a pilotare il "volume" l'intensità del suono, in modo da dare significato all'opera.
    Permettimi però di puntualizzare che, molti non si rendono conto di cosa sentono, a quale livello di distorsione suoni il loro impianto, certamente per problemi di interfaccia con l'ambiente, ma e soprattutto, enfatizzati da un alto livello del volume, dalla quantità di energia messa in gioco; rimbombi, echi in alta frequenza, distorsioni e chi più ne ha più ne metta.
    Sono dell'idea che in mancanza di un adeguato trattamento o in assenza di architetture particolarmente fortunate, non ci si può permettere i volumi che sono anche necessari con certi generi, ma che costano in termini di qualità percepita molto più di quello che si possa ottenere in coinvolgimento.
    Imparare ad ascoltare anche a volumi più bassi, può aiutare a comprendere meglio l'importanza della timbrica, della coerenza, e introduce ad un modo di ascoltare, passatemi il termine, di "qualità" più che di "quantità".

    Lorenzo

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Volume di ascolto

    Post  Cricetone on Wed Jun 03, 2009 8:08 pm

    io fortunatamente di fatica di ascolto ne ho solo nei pienissimi orchestrali dei cd piu bastardi che ascolto,o se magari il cd ha gli acuti fortemente a trapanino,altrimenti l'unico motivo che non mi fa alzare il volume oltre ore 11(e gia mia zia che abita a 30metri di distanza sente bene il casino che faccio)è la paura di spaccare le casse!Maledetti due vie con sti cavoli di midwoofer sfigati! Laughing sunny


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    erik rutan
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 782
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 44
    Località : roma ( motociclista )

    Re: Volume di ascolto

    Post  erik rutan on Thu Jun 04, 2009 12:24 am

    Il delfino di Air wrote:condivido l'idea che ogni tipo di musica ha il "suo" volume corretto.........poi se una canzone piace si è portati ad alzare il volume (perchè? ).........ma se l'impianto è stitico le orecchie cominciano a lamentarsi e il volume a volumi più miti!

    quoto delfino cheers comunque almeno per me spesso dipende anche dall'umore e soprattutto se ho rompiballe in casa che mi costringono ad ascoltare in modalità pipistrello ( mannaggia a loro )

      Current date/time is Thu Dec 08, 2016 5:08 pm