Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Vocabolario audiofilo condiviso - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Vocabolario audiofilo condiviso

    Share

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  Fausto on Sun Apr 24, 2011 7:32 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    aircooled wrote:in generale il suono di certi valvolari restii a dare luminosità ed estenzione in gamma alta con preponderanza delle medie, il tutto accompagnato da scarsa dinamica e impatto, cosa riscontrabile in genere anche con i mosfet, alcuni riportano attufato anche per molti sistemi analogici, insomma un suono piacevole, lecchino per lorecchio ma che poco ha a che fare con la verosimiglianza all'evento, il classico suono da audiofilo poltroniero dove il transiente è una brutta bruttissima parola, una tromba deve essere piacevolmente calda e il violino dolcissimo per non parlare di un arpa, e guai se i piatti di una batteria risultassero ferrosi anziche splendenti e soavi con sussurri tendenti al caldo rotondeggiante

    Condivido pienamente la descrizione del fenomeno e la sua entità....

    Forse l'accoppiata stadio_pre/valvole e Stadio_finale/mosfet non la vedrei così "attufata" come, mi sembra di capire, la vedete voi.
    Il mosfet "aiuta" le valvole a dare, come dite, luminosità ed estensione in gamma alta, dinamica ed impatto.
    E non solo.
    Non mi sento di definire, questo "ascoltare", lecchino per l'orecchio.
    Parimenti dovrei trovare un "eccesso" per definire l'"ascoltare" opposto.
    Anche la definizione di "audiofilo poltroniero", associata a questo "ascoltare", mi lascia perplesso.
    Come definireste l'"altro" audiofilo?
    "Audiofilo dinamico"?
    sunny

    PARLAPA'
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5155
    Data d'iscrizione : 2009-05-13
    Età : 53
    Località : Torino

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  PARLAPA' on Sun Apr 24, 2011 10:06 pm

    Massimo wrote:
    Quello spazio fisico che si avverte tra gli strumenti io la chiamo aria. sunny sunny sunny


    Nooooooooooooo,Massimo

    quello è lo spazio di AIR

    Non per niente si fa chiamare ''Air - Cooled


    affraid affraid affraid affraid affraid


    _________________
    Marco

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  Massimo on Mon Apr 25, 2011 12:14 am

    PARLAPA' wrote:
    Massimo wrote:
    Quello spazio fisico che si avverte tra gli strumenti io la chiamo aria. sunny sunny sunny


    Nooooooooooooo,Massimo

    quello è lo spazio di AIR

    Non per niente si fa chiamare ''Air - Cooled


    affraid affraid affraid affraid affraid
    Mica ho detto spostamento d'aria....
    affraid affraid affraid affraid


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  aircooled on Mon Apr 25, 2011 1:17 am

    Fausto wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    aircooled wrote:in generale il suono di certi valvolari restii a dare luminosità ed estenzione in gamma alta con preponderanza delle medie, il tutto accompagnato da scarsa dinamica e impatto, cosa riscontrabile in genere anche con i mosfet, alcuni riportano attufato anche per molti sistemi analogici, insomma un suono piacevole, lecchino per lorecchio ma che poco ha a che fare con la verosimiglianza all'evento, il classico suono da audiofilo poltroniero dove il transiente è una brutta bruttissima parola, una tromba deve essere piacevolmente calda e il violino dolcissimo per non parlare di un arpa, e guai se i piatti di una batteria risultassero ferrosi anziche splendenti e soavi con sussurri tendenti al caldo rotondeggiante

    Condivido pienamente la descrizione del fenomeno e la sua entità....

    Forse l'accoppiata stadio_pre/valvole e Stadio_finale/mosfet non la vedrei così "attufata" come, mi sembra di capire, la vedete voi.
    Il mosfet "aiuta" le valvole a dare, come dite, luminosità ed estensione in gamma alta, dinamica ed impatto.
    E non solo.
    Non mi sento di definire, questo "ascoltare", lecchino per l'orecchio.
    Parimenti dovrei trovare un "eccesso" per definire l'"ascoltare" opposto.
    Anche la definizione di "audiofilo poltroniero", associata a questo "ascoltare", mi lascia perplesso.
    Come definireste l'"altro" audiofilo?
    "Audiofilo dinamico"?

    l'altro audiofilo ammettendone l'esistenza dovrebbe essere quello che sa cosa e come ascoltare e qua potremmo aprire una discussione che non troverebbe fine il suono lecchino va per la maggiore, possiamo senza ombra di smentita dire che per stragrnade maggioranza degli appassionati è il sogno irraggiungibile e per questo si fermano tutti prima o poi all'attufato, tutti salvo pochissimi casi di cui ovviamente si perde notizia visto che chi arriva tende ad abbandonare la comunità audiofila per dedicarsi semplicemente all'ascolto evitando accuratamente di intervenire in qualsivoglia discussione sia essa virtuale o reale


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  aircooled on Mon Apr 25, 2011 1:19 am

    PARLAPA' wrote:
    Massimo wrote:
    Quello spazio fisico che si avverte tra gli strumenti io la chiamo aria.


    Nooooooooooooo,Massimo

    quello è lo spazio di AIR

    Non per niente si fa chiamare ''Air - Cooled


    da me tra uno strumento e l'altro si è pure verificato qualche abuso edilizio visto lo spazio a disposizione


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  Pazzoperilpianoforte on Mon Apr 25, 2011 11:55 am

    aircooled wrote:l'altro audiofilo ammettendone l'esistenza dovrebbe essere quello che sa cosa e come ascoltare e qua potremmo aprire una discussione che non troverebbe fine il suono lecchino va per la maggiore, possiamo senza ombra di smentita dire che per stragrnade maggioranza degli appassionati è il sogno irraggiungibile e per questo si fermano tutti prima o poi all'attufato, tutti salvo pochissimi casi di cui ovviamente si perde notizia visto che chi arriva tende ad abbandonare la comunità audiofila per dedicarsi semplicemente all'ascolto evitando accuratamente di intervenire in qualsivoglia discussione sia essa virtuale o reale

    Ad esempio: gli ottoni delel grandi orchestre, trombe in particolare, sono molto penetranti e squillanti. hanno quelllo che in termini musicali viene detto "mordente" o "squillo".

    Al tempo stesso, però, pur essendo penetranti, non sono lancinanti come il suono - ad esempio - di una sirena dell'autombulanza, primo perché non hanno un suono di sola fondamentale bensì ricchissimo di armonici, secondo perché l'andamento degli armonici (che arricchiscono il timbro dandogli quella connotazione di mordente) non dà come esito finale un suono stridente e lancinante.

    Il connubio tra suono penetrante e giustezza degli armonici al punto da non renderlo stridente, sparato, "sirenifero" ( Laughing Laughing ) è difficilissimo da ottenere sia con amplificazioni a valvole che a transistor (lasciando poi da parte i diffusori). La maggior parte degli audiofili, non avendo la minima idea di come suonino le trombe dal vivo, perseguono un suono addolcito e addomesticato di questo strumento (questo intende Air per attufato, cioé privato dello squillo e del mordente di cui si diceva sopra) perché è molto meno faticoso da ascoltare del difetto opposto (suono trapanante). Eppure sia la soluzione del suono trapanante che quella del suono addolcito, addomesticato (attufato) sono due soluzioni di ripiego, ed entrambi infedeli.

    Il suono veritiero, autentico, lineare, lo puoi perseguire con le valvole o coi transistor, ma devi sapere cosa cercare e devi sapere che devi buttare molti apparecchi alle ortiche (soprattutto molti ampli a valvole cloni dello stesso progetto vecchio cent'anni e privi di dinamica, di timbro, di squillo, di luminosità in alto, ma anche molti ampli a transistor....) e - come dice Air - smettere di discutere in rete di queste cose con persone - ovviamente non mi riferisco a te Fausto, bada bene - che poco hanno idea di cosa si sta parlando e con i quali ogni discussione porta quindi poco frutto.....


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6715
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  piroGallo on Mon Apr 25, 2011 12:50 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote: e - come dice Air - smettere di discutere in rete di queste cose con persone - ovviamente non mi riferisco a te Fausto, bada bene - che poco hanno idea di cosa si sta parlando e con i quali ogni discussione porta quindi poco frutto.....

    Due posizioni a mio parere molto discutibili e candidate a subire giudizio, ingiusto, di elitarismo. Dando ovviamente per scontato che ognuno è libero di scegliersi gli interlocutori che più gradisce, il frutto che si desidera cogliere e che, a volte, la stanchezza derivante dalla ripetitività dei concetti espressi, fa aggio sul piacere della discussione.

    Molte menti si aprono senza che chi contribuisce a girare la chiave lo sappia.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  Massimo on Mon Apr 25, 2011 2:30 pm

    piroGallo wrote:
    ... Molte menti si aprono senza che chi contribuisce a girare la chiave lo sappia.
    Un concetto bellissimo applausi


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  Pazzoperilpianoforte on Mon Apr 25, 2011 7:41 pm

    piroGallo wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote: e - come dice Air - smettere di discutere in rete di queste cose con persone - ovviamente non mi riferisco a te Fausto, bada bene - che poco hanno idea di cosa si sta parlando e con i quali ogni discussione porta quindi poco frutto.....

    Due posizioni a mio parere molto discutibili e candidate a subire giudizio, ingiusto, di elitarismo. Dando ovviamente per scontato che ognuno è libero di scegliersi gli interlocutori che più gradisce, il frutto che si desidera cogliere e che, a volte, la stanchezza derivante dalla ripetitività dei concetti espressi, fa aggio sul piacere della discussione.

    Molte menti si aprono senza che chi contribuisce a girare la chiave lo sappia.

    Vedi Piro, io su queste schermate non credo mai di essermi fatto pregare ad esprimere pareri. Alcuni mi detestano sinceramente anche per questo Laughing Laughing .

    Nella mia invero non lunghissisma "vita" da forumer ho però anche incontrato persone restie a confrontarsi con questi pareri (ed al termine "confrontarsi" non do il valore di "darmi ragione"). Questo non mi spinge a chiudermi snobisticamente nella mia torre, ma devo dire alle prime avvisaglie mi scoraggia alquanto - pur dopo pochi anni - a prolungare la discussione.

    Sarebbe bello che, come tu dici, alcune menti di quelle che io ho trovato con scoramento non solo chiuse alle mie opinioni (non ho una stima così alta di me) ma a qualsivoglia idea non fosse ancorata alla via indicata dal santone di turno o al sentito dire si siano aperte almeno ad un possibilismo basato sula logica anche grazie ad una discussione avvenuta con me. In ambito HI-Fi e non. Purtroppo personalmente più procedo nella vita e più credo che per la specie umana esista anche il comodo rifugiarsi nello stereotipo.

    Forse è sfiducia nel prossimo: non è sempre facile combatterla, ma credo che tutti coloro che a me si siano rivolti finora per qualsiasi questione o problema o quesito non abbiano mai trovato porte chiuse.... quindi non si tratta certo di snobismo, siceramente...


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  ema49 on Mon Apr 25, 2011 8:49 pm

    aircooled wrote:...si fermano tutti prima o poi all'attufato, tutti salvo pochissimi casi di cui ovviamente si perde notizia visto che chi arriva tende ad abbandonare la comunità audiofila per dedicarsi semplicemente all'ascolto evitando accuratamente di intervenire in qualsivoglia discussione sia essa virtuale o reale


    ora capisco perché sei sempre nel forum.. Laughing Laughing Laughing


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8285
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  Luca58 on Mon Apr 25, 2011 9:07 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    aircooled wrote:in generale il suono di certi valvolari restii a dare luminosità ed estenzione in gamma alta con preponderanza delle medie, il tutto accompagnato da scarsa dinamica e impatto, cosa riscontrabile in genere anche con i mosfet, alcuni riportano attufato anche per molti sistemi analogici, insomma un suono piacevole, lecchino per lorecchio ma che poco ha a che fare con la verosimiglianza all'evento, il classico suono da audiofilo poltroniero dove il transiente è una brutta bruttissima parola, una tromba deve essere piacevolmente calda e il violino dolcissimo per non parlare di un arpa, e guai se i piatti di una batteria risultassero ferrosi anziche splendenti e soavi con sussurri tendenti al caldo rotondeggiante

    Condivido pienamente la descrizione del fenomeno e la sua entità....
    Per quanto il suono valvolare abbia certe caratteristiche in comune in quanto intrinseche della tecnologia, c'e' caso e caso. Io le trombe le ho sempre sentite poco sdolcinate e le voci hanno sempre avuto il fascino della voce vera.

    Quanto alla dinamica i valvolari non sono certo il massimo, ma in ambienti domestici piccoli non so quanto una certa carenza di questo parametro, purche' rimanga su livelli accettabil, sia disprezzabile.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  Pazzoperilpianoforte on Mon Apr 25, 2011 9:16 pm

    Guarda Luca che Air parlava di "certi valvolari", non dei valvolari in generale. Ecco perché l'ho quotato (anch'io sono un valvolvista, l'hai dimenticato?).

    E' vero che esiste un certo suono valvolare molto poco dinamico, molto poco grintoso, molto "caldo" (diciamo così), che ha grandi estimatori ma non si tratta certo di un suono lineare.... e non si tratta certo del suono migliore che si può ottenere dalle valvole.

    Nemmeno può dirsi che il valvole non abbia dinamica in sé: a seconda della circuitazione e della potenza la dinamica c'è eccome.

    Detto questo, c'è anche altro in ambito valvolare di quello che diceva Air. E per fortuna....


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  aircooled on Mon Apr 25, 2011 9:46 pm

    piroGallo wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote: e - come dice Air - smettere di discutere in rete di queste cose con persone - ovviamente non mi riferisco a te Fausto, bada bene - che poco hanno idea di cosa si sta parlando e con i quali ogni discussione porta quindi poco frutto.....

    Due posizioni a mio parere molto discutibili e candidate a subire giudizio, ingiusto, di elitarismo. Dando ovviamente per scontato che ognuno è libero di scegliersi gli interlocutori che più gradisce, il frutto che si desidera cogliere e che, a volte, la stanchezza derivante dalla ripetitività dei concetti espressi, fa aggio sul piacere della discussione.

    Molte menti si aprono senza che chi contribuisce a girare la chiave lo sappia.
    quoto PPP non me ne voglia Piro ma parlare in inglese con uno che conosce solo l'arabo non tira fuori il ragno dal buco, certo si può anche passare dalla spiegazione all'ascolto ma non si tira fuori il ragno ugualmente, per arrivare a capirsi l'interlocutore deve forzatamente fare il proprio cammino e arrivare almeno al punto di intravedere una parvenza condivisione del discorso, altrimenti il ragno rimane ben saldo nel buco e chi prova tiralo fuori giustamente si stanca e lo lascia al suo destino


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  aircooled on Mon Apr 25, 2011 9:49 pm

    ema49 wrote:
    aircooled wrote:...si fermano tutti prima o poi all'attufato, tutti salvo pochissimi casi di cui ovviamente si perde notizia visto che chi arriva tende ad abbandonare la comunità audiofila per dedicarsi semplicemente all'ascolto evitando accuratamente di intervenire in qualsivoglia discussione sia essa virtuale o reale


    ora capisco perché sei sempre nel forum..
    a dire il vero dovresti aver notato che sono quasi sparito


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  Massimo on Mon Apr 25, 2011 9:52 pm

    aircooled wrote:
    ema49 wrote:

    ora capisco perché sei sempre nel forum..
    a dire il vero dovresti aver notato che sono quasi sparito
    Cosa è capace di fare un impianto...


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  aircooled on Mon Apr 25, 2011 9:56 pm

    Luca58 wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    aircooled wrote:in generale il suono di certi valvolari restii a dare luminosità ed estenzione in gamma alta con preponderanza delle medie, il tutto accompagnato da scarsa dinamica e impatto, cosa riscontrabile in genere anche con i mosfet, alcuni riportano attufato anche per molti sistemi analogici, insomma un suono piacevole, lecchino per lorecchio ma che poco ha a che fare con la verosimiglianza all'evento, il classico suono da audiofilo poltroniero dove il transiente è una brutta bruttissima parola, una tromba deve essere piacevolmente calda e il violino dolcissimo per non parlare di un arpa, e guai se i piatti di una batteria risultassero ferrosi anziche splendenti e soavi con sussurri tendenti al caldo rotondeggiante

    Condivido pienamente la descrizione del fenomeno e la sua entità....
    Per quanto il suono valvolare abbia certe caratteristiche in comune in quanto intrinseche della tecnologia, c'e' caso e caso. Io le trombe le ho sempre sentite poco sdolcinate e le voci hanno sempre avuto il fascino della voce vera.

    Quanto alla dinamica i valvolari non sono certo il massimo, ma in ambienti domestici piccoli non so quanto una certa carenza di questo parametro, purche' rimanga su livelli accettabil, sia disprezzabile.
    non ho ben capito se mi imputi un qualcosa o meno, comunque cercando di rispondere a braccio non ho detto che le valvole non funzionano, ma solo che alcuni prodotti suonano in una certa maniera e andando oltre direi che il 98% dei tubi anche buoni sono usati a sproposito, nel senso che non vengono fatti lavorare nelle condizioni ideali, da li nasce la storia del suono attufato per un verso o lecchino per l'altro, sul discorso dinamica le valvole se la cavano bene sempre se messe in condizioni di lavorare, caso mai e sull'attacco e rilascio che nutro qualche dubbio visto che tendono a prolungare le armoniche per natura, cosa pure apprezzabile ma non su tutto e non per tutti, per questo prediligo i tubi nellla loro implementazione più semplice a livello di interfaccia, cioè usate come preamplificatrici


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  aircooled on Mon Apr 25, 2011 9:57 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:Guarda Luca che Air parlava di "certi valvolari", non dei valvolari in generale. Ecco perché l'ho quotato (anch'io sono un valvolvista, l'hai dimenticato?).

    E' vero che esiste un certo suono valvolare molto poco dinamico, molto poco grintoso, molto "caldo" (diciamo così), che ha grandi estimatori ma non si tratta certo di un suono lineare.... e non si tratta certo del suono migliore che si può ottenere dalle valvole.

    Nemmeno può dirsi che il valvole non abbia dinamica in sé: a seconda della circuitazione e della potenza la dinamica c'è eccome.

    Detto questo, c'è anche altro in ambito valvolare di quello che diceva Air. E per fortuna....


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  aircooled on Mon Apr 25, 2011 9:57 pm

    Massimo wrote:
    aircooled wrote:
    ema49 wrote:

    ora capisco perché sei sempre nel forum..
    a dire il vero dovresti aver notato che sono quasi sparito
    Cosa è capace di fare un impianto...
    SSSSSSSSSSSSsssssssssss...........


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  aircooled on Mon Apr 25, 2011 10:05 pm

    questa è per PPP
    poi se volete potete partecipare anche voi nello spiegare ciò che intendo
    ecco il primo lacio
    il perfetto imperfetto
    che cosa voglio dire? semplicemente che in ambito HIFI spesso si scambia e si apprezza l'imperfetto come perfetto e questo porta alla confusione che oggi abbiamo in questo nostro hobby


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  Pazzoperilpianoforte on Tue Apr 26, 2011 10:26 am

    Io non spiego ....

    che altrimenti qui si apre una polemica che ci impegna per i prossimi 20 giorni Laughing Laughing Laughing


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5697
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  phaeton on Tue Apr 26, 2011 10:33 am

    Pazzoperilpianoforte wrote:................
    Il suono veritiero, autentico, lineare, lo puoi perseguire con le valvole o coi transistor, ma devi sapere cosa cercare e devi sapere che devi buttare molti apparecchi alle ortiche (soprattutto molti ampli a valvole cloni dello stesso progetto vecchio cent'anni e privi di dinamica, di timbro, di squillo, di luminosità in alto, ma anche molti ampli a transistor....) e - come dice Air - smettere di discutere in rete di queste cose con persone - ovviamente non mi riferisco a te Fausto, bada bene - che poco hanno idea di cosa si sta parlando e con i quali ogni discussione porta quindi poco frutto.....




    PPP, veramente una disamina eccellente, non avrei saputo scrivere meglio, quoto tutto.

    un aneddoto: molte volte ho ascoltato la tromba di Rava dal vivo a 3m, il suono e' proprio come dici tu, squillante ma non trapanante, ricchissimo di armonici ma non fastidioso... ancora devo trovare un setup che mi faccia riprovare le medesime sensazioni alla stessa pressione sonora..... molti ci si avvicinano, molti sono perfetti in qualche parametro ma pessimi in molti altri.....


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21528
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  pluto on Tue Apr 26, 2011 10:47 am

    phaeton wrote:
    un aneddoto: molte volte ho ascoltato la tromba di Rava dal vivo a 3m, il suono e' proprio come dici tu, squillante ma non trapanante, ricchissimo di armonici ma non fastidioso... ancora devo trovare un setup che mi faccia riprovare le medesime sensazioni alla stessa pressione sonora..... molti ci si avvicinano, molti sono perfetti in qualche parametro ma pessimi in molti altri.....

    Forse se ti mettevi a 4 mt..... Laughing Laughing
    Non a caso da sempre uso un paio di dischi di tromba x mettere a punto le mie cose

    "Air: poi se volete potete partecipare anche voi nello spiegare ciò che intendo "

    E' già un casino spiegare quello che intendo io - figurati se ci mettiamo a spiegare quello che intendi tu....
    Laughing Laughing Laughing

    Visto che sei quasi in sciopero - spiega spiega, che noi apprendiamo ansiosi

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8285
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  Luca58 on Tue Apr 26, 2011 2:33 pm

    aircooled wrote:
    Luca58 wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:
    aircooled wrote:in generale il suono di certi valvolari restii a dare luminosità ed estenzione in gamma alta con preponderanza delle medie, il tutto accompagnato da scarsa dinamica e impatto, cosa riscontrabile in genere anche con i mosfet, alcuni riportano attufato anche per molti sistemi analogici, insomma un suono piacevole, lecchino per lorecchio ma che poco ha a che fare con la verosimiglianza all'evento, il classico suono da audiofilo poltroniero dove il transiente è una brutta bruttissima parola, una tromba deve essere piacevolmente calda e il violino dolcissimo per non parlare di un arpa, e guai se i piatti di una batteria risultassero ferrosi anziche splendenti e soavi con sussurri tendenti al caldo rotondeggiante

    Condivido pienamente la descrizione del fenomeno e la sua entità....
    Per quanto il suono valvolare abbia certe caratteristiche in comune in quanto intrinseche della tecnologia, c'e' caso e caso. Io le trombe le ho sempre sentite poco sdolcinate e le voci hanno sempre avuto il fascino della voce vera.

    Quanto alla dinamica i valvolari non sono certo il massimo, ma in ambienti domestici piccoli non so quanto una certa carenza di questo parametro, purche' rimanga su livelli accettabil, sia disprezzabile.
    non ho ben capito se mi imputi un qualcosa o meno, comunque cercando di rispondere a braccio non ho detto che le valvole non funzionano, ma solo che alcuni prodotti suonano in una certa maniera e andando oltre direi che il 98% dei tubi anche buoni sono usati a sproposito, nel senso che non vengono fatti lavorare nelle condizioni ideali, da li nasce la storia del suono attufato per un verso o lecchino per l'altro, sul discorso dinamica le valvole se la cavano bene sempre se messe in condizioni di lavorare, caso mai e sull'attacco e rilascio che nutro qualche dubbio visto che tendono a prolungare le armoniche per natura, cosa pure apprezzabile ma non su tutto e non per tutti, per questo prediligo i tubi nellla loro implementazione più semplice a livello di interfaccia, cioè usate come preamplificatrici
    Non ti imputo niente ; ho solo riferito la mia esperienza, con i limiti del caso.


    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  Cricetone on Tue Apr 26, 2011 4:53 pm

    piroGallo wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote: e - come dice Air - smettere di discutere in rete di queste cose con persone - ovviamente non mi riferisco a te Fausto, bada bene - che poco hanno idea di cosa si sta parlando e con i quali ogni discussione porta quindi poco frutto.....

    Due posizioni a mio parere molto discutibili e candidate a subire giudizio, ingiusto, di elitarismo. Dando ovviamente per scontato che ognuno è libero di scegliersi gli interlocutori che più gradisce, il frutto che si desidera cogliere e che, a volte, la stanchezza derivante dalla ripetitività dei concetti espressi, fa aggio sul piacere della discussione.

    Molte menti si aprono senza che chi contribuisce a girare la chiave lo sappia.
    Secondo me bisognerebbe parlare in modo piu semplice.Io dire così:non tentare mai di risolvere qualsiasi "problema" modificando in qualsiasi modo la risposta in frequenza,esaltando e/o riducendo bassi medi ed acuti,perchè non ti porterà a nulla,e il giorno che vorrai cambiare un componente,o che sposti un mobile,ti salta all'istante il tuo precario forzato e finto equilibro che hai cercato finora di ottenere fino a rincoglionirti.E non cercare di tirar fuori l'impossibile,ma comunque spingiti a cercare sempre l'impossibile realismo. sunny

    questo però lo dico solo perchè ho avuto la fortuna di scoprire i supporti smorzanti del sito HiFi Guide che mi hanno risolto una marea di problemi,ed innalzato enormemente le prestazioni ed il realismo dell'impianto,altrimenti chissà dove sare andato a finire...magari a desiderare i cavi mit da 20.000euro! santa

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6715
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Vocabolario audiofilo condiviso

    Post  piroGallo on Wed Apr 27, 2011 9:56 am

    Salv.Scarfone wrote:Secondo me bisognerebbe parlare in modo piu semplice.
    hai ragione da vendere. l'arte della semplicità è davvero patrimonio di pochi e io, purtroppo, non sono tra questi. Grande lezione, Salvatore. Grazie.

    Io dire così:non tentare mai di risolvere qualsiasi "problema" modificando in qualsiasi modo la risposta in frequenza,esaltando e/o riducendo bassi medi ed acuti,perchè non ti porterà a nulla,e il giorno che vorrai cambiare un componente,o che sposti un mobile,ti salta all'istante il tuo precario forzato e finto equilibro che hai cercato finora di ottenere fino a rincoglionirti.E non cercare di tirar fuori l'impossibile,ma comunque spingiti a cercare sempre l'impossibile realismo. sunny

    questo però lo dico solo perchè ho avuto la fortuna di scoprire i supporti smorzanti del sito HiFi Guide che mi hanno risolto una marea di problemi,ed innalzato enormemente le prestazioni ed il realismo dell'impianto,altrimenti chissà dove sare andato a finire...magari a desiderare i cavi mit da 20.000euro! santa
    e questo dimostra che, appunto, hai ragione dicendo che ci vuole maggior semplicità nello scrivere perchè, pur nella mia prosopopea, non sono riuscito a farmi capire; infatti volevo dire tutt'altro.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

      Current date/time is Tue Dec 06, 2016 1:04 pm