Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
rivistucce audiofile - Page 3
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    rivistucce audiofile

    Share

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13

    Re: rivistucce audiofile

    Post  iano on Thu May 05, 2011 7:01 pm

    pluto wrote:
    iano wrote:
    Quando poi il mio amico negoziante gli ha spiegato che stava ascoltando i miei cavi ha preso la porta ed è sparito senza salutare.Evidentemente era soggetto al dogma "papale" che i cavi non suonano.Sper solo che non fosse Pluto :affraid
    Ciao Seb. :

    Pluto era in ufficio a cercare di sbarcare il lunario, quindi i tuoi cavi sono salvi.

    Ma la tua tesi su chiesa e regioni mi convince poco e se il prof del Cricetone fosse un cattolico lo avrebbe bocciato.. X essere espliciti hai preso 2 regioni tradizionalmente rosse, la 3a è la Liguria e quindi se capisco bene il senso critico si è sviluppato solo qua? Gli altri sono tutti boccaloni?
    Io sono agnostico (lo era anche quel signore che ha scritto la frase della mia firma) ma non credo che acume e senso critico varino con la latitudine o con l'influenza ecclesiastica.
    Può essere vero che laddove la religione fa più presa sulla popolazione, ci sia sicuramente meno laicismo e meno scienza ma siccome siamo su un terreno minato rientrerei in tema non mettendola tanto sul filosofico-politico.

    Ho viaggiato un pò in vita mia: all'estero sono più pragmatici ed i giornalisti in generale (specie nel mondo anglosassone) sono deontologicamente più corretti rispetto ai ns. Guardatevi un notiziario BBC e poi RAI 1 e RAI 3 (le dico entrambe x parcondicio). E così è la stessa cosa x l'AIfai

    Se mi tiri fuori anche S.Tommaso e S.Agostino, Kant e Shopenauer non ne veniamo fuori.

    PPP ha sicuramente ragione, ma la sua tesi tocca solo il lato del lettore e del suo senso critico. SU questo concordo.
    Sapevo che sarei stato frainteso.
    A proposito della tua firma....
    Newton non sarebbe mai riuscito a sviluppare la sua teoria se non fosse stato un boccalone perchè questo era per i suoi contemporanei uno che credeva nell'azione a distanza.
    Ciao,Seb.

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: rivistucce audiofile

    Post  Cricetone on Thu May 05, 2011 7:06 pm


    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21501
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: rivistucce audiofile

    Post  pluto on Thu May 05, 2011 7:09 pm

    Allora spiegati meglio Sebastiano. Magari ho capito male io

    Non ho neanche capito cosa c'entra Newton
    Io ho citato solo il mio agnosticismo x non essere tacciato di partigianeria pro chiesa. L'agnostico era Einstein non Newton

    indifd
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 365
    Data d'iscrizione : 2010-01-17
    Località : Emilia Romagna

    Re: rivistucce audiofile

    Post  indifd on Thu May 05, 2011 7:37 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:Io vorrei fare una osservazione generale.

    Se io guardo un telegiornale, uno speciale culturale, uno spettacolo di informazione ed approfondimento politico ed economico DEVO necessariamente, a meno di essere un emerito cretino, avere SENSO CRITICO.

    Chi non è dotato di senso critico, prende ogni EMERITA BAGGIANATA gli viene propinata da giornalisti, opinionisti, sedicenti studiosi affermati, politici, economisti, come verità assolute, ed assume come realtà conclamate visioni interessate o di parte, se non proprio faziose.

    Se si vuole usufruire di questi veicoli informativi, bisogna incrociare vari dati ricavati da altre fonti che vanno ad integrare, a contrastare, a completare i dati che noi da queste informazioni televisive cerchiamo di ottenere.

    Da questo mondo ampio di informazioni, deriverà l'informazione corretta, che necessariamente è una informazione critica desunta da NOI mediante l'integrazione di molteplici informazioni di molteplici fonti.

    Perché una rivista di Hi-Fi dovrebbe essere qualcosa di diverso?

    Ciao Vito,
    concordo in pieno, ma se ti guardi intorno devi ammettere che soprattutto ora a tutti i livelli è in atto una battaglia sull'acquisire posizioni di predominanza/rilevanza nel gestire l'informazione.

    Su utenti informati e soprattutto con una capacità di analisi critica rispetto a quello che ricevono si adottano tecniche e modalità meno palesi e più raffinate, con utenti che non hanno queste capacità si adottano tecniche apparentemente più grossolane, ma invece correttamente tarate su un diverso target e molto efficaci rispetto agli obiettivi ricercati.

    Tu non hai idea sul potere che può avere sia una rivista che un forum se una fonte acquisisce l'aurea di essere "esperta" e "neutra", io penso che soprattutto chi ha maggiore influenza dovrebbe avere trasparenza e dichiarare i potenziali conflitti di interesse.

    Ti faccio un esempio se un progettista e costruttore di diffusori interviene in un forum è sicuramente una risorsa preziosa e privarsi di tali contributi sarebbe negativo per tutti, però dovrebbe avere una identità palese e dichiarata e rispettare un semplice principio: non si denigra la concorrenza; in questo modo tutti potrebbero fruire delle sue conoscenze, verificare il tipo di approccio progettuale e le scelte concrete effettuate e i concorrenti se lo ritengono opportuno potrebbero intervenire per proporre tesi/argomentazioni differenti migliorando:
    - il livello e la completezza delle informazioni per gli utenti (interesse degli utenti)
    - l'appetibilità/valore del forum (interesse del responsabile del forum)
    - informazione dei prodotti disponibili sul mercato (interesse dei produttori a costo zero pubblicità a pagamento)

    Ferdinando


    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: rivistucce audiofile

    Post  iano on Thu May 05, 2011 10:41 pm

    pluto wrote:Allora spiegati meglio Sebastiano. Magari ho capito male io

    Non ho neanche capito cosa c'entra Newton
    Io ho citato solo il mio agnosticismo x non essere tacciato di partigianeria pro chiesa. L'agnostico era Einstein non Newton
    Ci provo Pluto.
    Io credo che le differenze culturali siano una ricchezza.
    In tal senso quindi dobbiamo sforzarci di considerate anche quelle culture che sembra non riusciamo proprio a digerire,considerandole come oggetti che collidendo con il nostro oggetto culturale inneschino scintille di progresso e di evoluzione culturale per tutti.
    Prendiamo un esempio di cultura che oggi è indigeribile ai più,almeno a parole, in questa epoca di imperante razionalità,e cioè quella magica.
    Il motivo per cui Newton non aveva nessun problema a credere nell'azione a distanza era che egli praticava attivamente la magia,o forse con più precisione l'alchimia,non ricordo bene.
    Esistono copiosi suoi testi al proposito che i più non conoscono e io stesso sò solo che esistono e della cui esistenza la comunità scientifica non si può certo dire faccia pubblicità.
    Pure sarebbe molto utile per crearsi una idea critica di cosa sia la scienza.La scienza,o meglio la comunità scientifica,in tal senso non si comporta in modo diverso da qualunque setta religiosa con i suoi tabù e i suoi riti di iniziazione.Ma...
    morale della favola:il possedere credenze credute soprannaturali o fedi irrazionali che dir si voglia,come può essere quella cattolica,non è un impedimento al progresso dell'uomo,ma un punto di vista diverso da altri punti di vista diversi e che fanno tutti insieme collusiva ricchezza.
    Tornando al nostro piccolo, tante cose,compresi gli atteggiamenti editoriali delle nostre rivistuccie italiane,possono essere spiegati con la nostra cultura,che essendo diversa da quella degli altri ,e proprio per questo motivo,ha la sua da dire in campo mondiale.
    Per fortuna poi in Italia,un piccolo paese tutto sommato,le differenze culturali ,anche accentuate,le trovi non appena giri l'angolo di una regione,se non di una religione,perchè lunga è la nostra storia e quindi ricca e variegata la nostra cultura.
    Che la cultura cattolica sia poi prevalente è un dato di fatto che una volta considerato come tale ci può aiutare a comprendere perchè le cose in Italia vanno come vanno e perchè in Australia invece vanno diversamente.
    Io non sono un cattolico,ma non mi mancano le occasione per invidiare le cose buone della loro cultura e quando mi succede sono contento che mi sia successo,perchè mi aiuta ad essere tollerante e quando riesco ad essere tollerante sono felice.Magari altri la pensano diversamente da me,per fortuna.
    Ciao,Seb.
    P.S. A proposito io penso che nulla sia un miracolo.Ecco uno dei motivi per cui non sono cattolico. sunny

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: rivistucce audiofile

    Post  Pazzoperilpianoforte on Fri May 06, 2011 10:06 am

    pluto wrote:...
    PPP ha sicuramente ragione, ma la sua tesi tocca solo il lato del lettore e del suo senso critico. SU questo concordo.

    Esattamente, ma non solo.

    Dicevo anche che la deontologia giornalistica qui in Italia è carta straccia... quindi siamo d'accordo su tutta la linea

    Ed in questo rientra anche le osservazioni sulla trasparenza, giustissime, che pone Ferdinando... anche con le sue osservazioni concordo in pieno...


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: rivistucce audiofile

    Post  iano on Sat May 07, 2011 8:15 pm

    Salv.Scarfone wrote:
    L'avevo capito che sei un artista.
    E come la facciamo una poltrona per audiofilo?
    Apri una discussione in OT. sunny
    Ciao,Seb.

      Current date/time is Fri Dec 02, 2016 7:01 pm