Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Caffè psicologia ed audiofilia
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Caffè psicologia ed audiofilia

    Share

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  Cricetone on Wed May 11, 2011 4:54 pm

    ci avete mai fatto caso a quanto fattori esterni possano influenzare il vostro temporaneo giudizio su di una catena hifi?

    1)un mal di testa e/o stordimento siano anche leggerissimi,vi creeranno un'apparente maggiore fatica di ascolto
    2)se bevete piu di un caffè al giorno,questo potrebbe crearvi un'ansia e nervosismo che anche se leggerissimi,generano fatica di ascolto apparente
    3)se avete problemi,preoccupazioni di qualsiasi genere,si tende a tollerare pochissimo ogni minimo diffeto dell'impianto

    unitevi pure i problemi alla corrente elettrica,e la differenza a livello di rapporto s/r tra il giorno e la sera,chi ci si raccapezza piu? santa

    ci avevate mai riflettuto?


    _________________
     38.000+ foto dei circuiti interni di elettroniche e diffusori hifi, av e professionali.

    matte
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1386
    Data d'iscrizione : 2010-02-02
    Età : 40
    Località : Pisa

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  matte on Wed May 11, 2011 5:01 pm

    Se si tromba poo come si sente???












    _________________

    kermit
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 378
    Data d'iscrizione : 2010-09-12
    Località : Porto Mantovano

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  kermit on Wed May 11, 2011 5:11 pm

    Ma tu sei sempre lì ad ascoltare e valutare l'impianto oppure ogni tanto ascolti anche musica?


    _________________
    Roberto

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  Cricetone on Wed May 11, 2011 5:16 pm

    kermit wrote:Ma tu sei sempre lì ad ascoltare e valutare l'impianto oppure ogni tanto ascolti anche musica?
    io ascolto solo musica,però siccome memorizzo molto facilmente il suono di tanti cd,noto all'istante se vi sono nuovi particolari,e/o migliorie e difetti,pure se il cd non lo ascolto da 1 anno o piu ed anche se son pure distratto a fare altre cose.Da qui la discussione sunny

    se voglio valutare l'impianto son capace di far diventare caldi i woofer in 5 minuti!

    kermit
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 378
    Data d'iscrizione : 2010-09-12
    Località : Porto Mantovano

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  kermit on Wed May 11, 2011 5:24 pm

    Ok allora rispondendo al tuo post iniziale ti posso fare un esempio: stamattina sono smontato da un turno di notte e poi in mattinata ho avuto anche altri impegni per cui sono piuttosto stanco; bene, è da almeno tre ore che mi sto rilassando ascoltando i Led Zeppelin a medio volume, ma francamente di come suona o quali possono essere i difetti o i limiti dell'impianto non me ne strafrega una mazza... sunny



    _________________
    Roberto

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  Mr. wlg on Wed May 11, 2011 6:29 pm

    Salvatò.... Ma Tu quanti caffè ti fai al giorno

    Sei un grande applausi cheers

    solo Tu puoi arrivare a tanto applausi


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  iano on Wed May 11, 2011 7:19 pm

    Diciamo che se l'impianto non è equilibrato (e quale lo è?) allora il buon umore e l'essere sereni ci può mettere una pezza.
    Ad esempio la storia della corrente che la sera è meglio,a me sembra che la differenza è tanto più marcata quanto più l'impianto non è sinergico.
    Cioè voglio dire che quanto più l'equilibrio di un impianto è risicato tanto più è facile che all'impianto saltino i nervi per troppi caffè sunny
    Ciao,Seb.

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  Cricetone on Wed May 11, 2011 7:31 pm

    iano wrote:Diciamo che se l'impianto non è equilibrato (e quale lo è?) allora il buon umore e l'essere sereni ci può mettere una pezza.
    Ad esempio la storia della corrente che la sera è meglio,a me sembra che la differenza è tanto più marcata quanto più l'impianto non è sinergico.
    Cioè voglio dire che quanto più l'equilibrio di un impianto è risicato tanto più è facile che all'impianto saltino i nervi per troppi caffè sunny
    Ciao,Seb.
    non sono d'accordo,tanto piu l'impianto e l'ambiente sono equilibrati tanto piu noti pure la caccola di una mosca che lo sporca Spiego:in un impianto con evidenti problemi acustici,questi saranno così evidenti che il problema della corrente o altre "piccolezze" saranno talmente coperti che non è che tu non li senta,ma il fatto è che essi andranno a sommarsi al problema principale.Rimanendo in tema:se in una cagata di mucca ci aggiungi una caccola del naso,quella ci si perde all'interro e tu neanche la noti,ma lei è la dentro,ed aumenta il volume del "tortone" Ma se spiaccichi una caccola su uno specchio abbastanza pulito,è ovvio che la noti subito!

    in un impianto squilibrato i nervi e il mal di testa li hai dopo 10 minuti.

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  Cricetone on Wed May 11, 2011 7:37 pm

    matte wrote:Se si tromba poo come si sente???
    noti la mancanza di punch nel mediobasso ad esempio!
    kermit wrote:Ok allora rispondendo al tuo post iniziale ti posso fare un esempio: stamattina sono smontato da un turno di notte e poi in mattinata ho avuto anche altri impegni per cui sono piuttosto stanco; bene, è da almeno tre ore che mi sto rilassando ascoltando i Led Zeppelin a medio volume, ma francamente di come suona o quali possono essere i difetti o i limiti dell'impianto non me ne strafrega una mazza... sunny
    neanche a me frega poi tanto alla fine,però voglio che l'impianto renda sempre al massimo!
    Mr. wlg wrote:Salvatò.... Ma Tu quanti caffè ti fai al giorno

    Sei un grande applausi cheers

    solo Tu puoi arrivare a tanto applausi
    10.000 caffè! sunny
    a tanto de che? Laughing

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  iano on Wed May 11, 2011 7:49 pm

    Salv.Scarfone wrote:[non sono d'accordo,tanto piu l'impianto e l'ambiente sono equilibrati tanto piu noti pure la caccola di una mosca che lo sporca Spiego:in un impianto con evidenti problemi acustici,questi saranno così evidenti che il problema della corrente o altre "piccolezze" saranno talmente coperti che non è che tu non li senta,ma il fatto è che essi andranno a sommarsi al problema principale.Rimanendo in tema:se in una cagata di mucca ci aggiungi una caccola del naso,quella ci si perde all'interro e tu neanche la noti,ma lei è la dentro,ed aumenta il volume del "tortone" Ma se spiaccichi una caccola su uno specchio abbastanza pulito,è ovvio che la noti subito!

    in un impianto squilibrato i nervi e il mal di testa li hai dopo 10 minuti.
    Hai ragione.Ma forse non mi sono spiegato bene.Io non mi riferivo alla qualità dell'impianto,e in particolare dei suoi componenti,ma alla loro sapiente unione al fine di giungere ad una buona sinergia.
    Tu però potresti avere una idea di cosa sia sinergia diversa dalla mia.
    Per me sinergia è quella qualità di un impianto per la quale l'impianto è poco sensibile ai piccoli cambiamenti.
    Un impianto poco sinergico,anche se assemblato con componenti di qualità,può anche avere un ottimo suono,ma è come un castello di carte e appena ne tocchi una... o appena cambia la qualità della corrente,etc..
    Ciao,Seb

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  Cricetone on Wed May 11, 2011 7:57 pm

    un impianto se lo tocchi in qualcosa crolla è solo perchè non è lineare e/o colorato,o assemblato cercando di compensare l'un l'altra elettroniche squlibrate che sarebbero semplicemente da buttare alla fiamme.Quelli sono impianti Lego firmati da Frankenstein.
    per me un impianto dovrebbe mostrarmi il minimo difetto,il minimo cambiamento,farmi godere con tutti i cd al massimo,non farmi mai avere fatica di ascolto,darmi massima linearità di risposta in frequenza.Insomma deve essere "semplicemente" lineare,ed a bassissima distorsione.SE hai entrambi hai la goduria pura,secondo me. Rolling Eyes

    matte
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1386
    Data d'iscrizione : 2010-02-02
    Età : 40
    Località : Pisa

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  matte on Wed May 11, 2011 10:55 pm

    Salv.Scarfone wrote:
    matte wrote:Se si tromba poo come si sente???
    noti la mancanza di punch nel mediobasso ad esempio!

    Allora un'è corpa delle LS3



    _________________

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  iano on Thu May 12, 2011 3:04 am

    Salv.Scarfone wrote:un impianto se lo tocchi in qualcosa crolla è solo perchè non è lineare e/o colorato,o assemblato cercando di compensare l'un l'altra elettroniche squlibrate che sarebbero semplicemente da buttare alla fiamme.Quelli sono impianti Lego firmati da Frankenstein.
    per me un impianto dovrebbe mostrarmi il minimo difetto,il minimo cambiamento,farmi godere con tutti i cd al massimo,non farmi mai avere fatica di ascolto,darmi massima linearità di risposta in frequenza.Insomma deve essere "semplicemente" lineare,ed a bassissima distorsione.SE hai entrambi hai la goduria pura,secondo me. Rolling Eyes
    Qualche dubbio mi rimane.
    Tu cosa intendi per impianto sinergico?
    Se mi dici che un impianto sinergico è un impianto che suona bene allora abbiamo due termini per dire la stessa cosa,e uno dei due è di troppo.
    E cosa intendi per impianto equilibrato?
    Un impianto che suona bene?...e allora siamo punto e a capo.
    Posso dirti che le mie convinzioni su tante cose al momento le sto rivoluzionando.
    Ad esempio ho sempre sostenuto,contrariamente alla maggioranza di voi,che un buon impianto è quello che suona bene con qualunque disco.
    Invece lo stato di fatto del mio impianto al momento ha creato un divario fra le buone e le cattive registrazioni.
    Però quali siano buone e quali cattive rimane pur sempre un'illazione.
    Ad esempio,pur essendosi allargato il divario,ci sono vecchie registrazioni di fortuna,quasi bootleg che suonano adesso alla grande,cioè come mai avrei sperato,pur mostrando i loro limiti.Si tratta evidentemente di registrazioni che non c'erano i soldi da dare ai tecnici per pagare il mastruzzamento e la compressione dinamica ,anche perchè non registrazioni dedicate alla grande distribuzione.In genere dischi allegati alle riviste.
    Fammi su due piedi una tesi di laurea sulla sinergia Salvo.Poi ti dò il voto.
    Ciao,Seb.

    krell2
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1595
    Data d'iscrizione : 2009-06-17
    Età : 66

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  krell2 on Thu May 12, 2011 11:25 am

    è il problema di sempre.
    siamo Umani...e quindi viviamo di emozioni.
    che cambiano sempre.


    _________________
    http://salaantonio.altervista.org/

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  Cricetone on Thu May 12, 2011 12:56 pm

    iano wrote:Qualche dubbio mi rimane.
    Tu cosa intendi per impianto sinergico?
    Se mi dici che un impianto sinergico è un impianto che suona bene allora abbiamo due termini per dire la stessa cosa,e uno dei due è di troppo.
    E cosa intendi per impianto equilibrato?
    Un impianto che suona bene?...e allora siamo punto e a capo.
    Posso dirti che le mie convinzioni su tante cose al momento le sto rivoluzionando.
    Ad esempio ho sempre sostenuto,contrariamente alla maggioranza di voi,che un buon impianto è quello che suona bene con qualunque disco.
    Invece lo stato di fatto del mio impianto al momento ha creato un divario fra le buone e le cattive registrazioni.
    Però quali siano buone e quali cattive rimane pur sempre un'illazione.
    ...
    un impianto deve avere bassissima distorsione,in modo tale che le ottime registrazioni suonino realistiche,e le registrazioni meno buone suonino meglio,le registrazioni affaticanti suonino piacevoli(basta un nonnulla di distorsione in piu per farle suonare piu affaticanti).Se la prima suona realistica,e l'ultima piacevole sei a posto.
    io da tanto tempo dico che un buon impianto deve suonare bene ogni disco,e per farlo la strada maestra deve essere la bassissima distorsione,perchè se cerchi di compensare modificando la risposta in frequenza o altro crei un castello di carte.

    lizard
    Pop Music Expert

    Numero di messaggi : 6364
    Data d'iscrizione : 2009-11-06
    Località : Augusta Taurinorum

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  lizard on Thu May 12, 2011 3:43 pm

    Salv.Scarfone wrote:ci avete mai fatto caso a quanto fattori esterni possano influenzare il vostro temporaneo giudizio su di una catena hifi?
    io soffro di priapismo cronico.
    potrebbe influenzare il mio temporaneo giudizio?

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  iano on Thu May 12, 2011 7:35 pm

    Salv.Scarfone wrote:
    ...un impianto deve avere bassissima distorsione,in modo tale che le ottime registrazioni suonino realistiche,e le registrazioni meno buone suonino meglio,le registrazioni affaticanti suonino piacevoli(basta un nonnulla di distorsione in piu per farle suonare piu affaticanti).Se la prima suona realistica,e l'ultima piacevole sei a posto.
    io da tanto tempo dico che un buon impianto deve suonare bene ogni disco,e per farlo la strada maestra deve essere la bassissima distorsione,perchè se cerchi di compensare modificando la risposta in frequenza o altro crei un castello di carte.
    Un bel post il tuo,ma.....che significa un impianto deve avere bassissima distorsione.Come la misuri?Con le orecchie? sunny
    Sulla sinerglia hai glisato però..niente voti allora.
    Ciao,Seb.

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  Cricetone on Fri May 20, 2011 6:38 pm

    lizard wrote:
    Salv.Scarfone wrote:ci avete mai fatto caso a quanto fattori esterni possano influenzare il vostro temporaneo giudizio su di una catena hifi?
    io soffro di priapismo cronico.
    potrebbe influenzare il mio temporaneo giudizio?
    certo.il tuo sangue è impegnato a pompare da alte parti e non nelle orecchie!

    Cricetone
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6589
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Località : catanzaro

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  Cricetone on Fri May 20, 2011 6:40 pm

    iano wrote:
    Salv.Scarfone wrote:
    ...un impianto deve avere bassissima distorsione,in modo tale che le ottime registrazioni suonino realistiche,e le registrazioni meno buone suonino meglio,le registrazioni affaticanti suonino piacevoli(basta un nonnulla di distorsione in piu per farle suonare piu affaticanti).Se la prima suona realistica,e l'ultima piacevole sei a posto.
    io da tanto tempo dico che un buon impianto deve suonare bene ogni disco,e per farlo la strada maestra deve essere la bassissima distorsione,perchè se cerchi di compensare modificando la risposta in frequenza o altro crei un castello di carte.
    Un bel post il tuo,ma.....che significa un impianto deve avere bassissima distorsione.Come la misuri?Con le orecchie? sunny
    Sulla sinerglia hai glisato però..niente voti allora.
    Ciao,Seb.
    la bassa distorsione la noti solo quando non ce l'hai.In ogni caso la noti se i cd registrati bene suonano realistici,e quelli registrati male suonano molto meno affaticanti del solito.

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  Fausto on Fri May 20, 2011 7:52 pm

    Io, sinceramente, ascolto musica in assoluto relax fisco e mentale.
    Il Sabato pomeriggio e, mie donne permettendo, la Domenica pomeriggio: ascolto tanta musica....
    Questo ascoltare mi distrae da ogni preoccupazione, pensiero od ansia. sunny
    Fortunatamente, mentre ascolto, non mi è mai capitato di trovarmi a disagio....
    Direi che può considerarsi un evento positivo....

    Ciao. sunny

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  iano on Fri May 20, 2011 8:26 pm

    Direi che è il massimo Fausto per le tue esigenze.
    Cioè sicuramente la tua frequenza di ascolto non è tale da innescare fatica.
    Cioè se ascolti per due secondi al mese anche una radiolina fà lo stesso benefico effetto.
    Si scherza eh sunny
    Ciao,Seb.

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  Fausto on Fri May 20, 2011 9:20 pm

    iano wrote:Direi che è il massimo Fausto per le tue esigenze.
    Cioè sicuramente la tua frequenza di ascolto non è tale da innescare fatica.
    Cioè se ascolti per due secondi al mese anche una radiolina fà lo stesso benefico effetto.
    Si scherza eh sunny
    Ciao,Seb.

    In effetti Seb io ho il tempo di ascoltare musica solo il Sabato e la Domenica.
    Debbo però dirti che, secondo il mio parere, è l'ideale.
    In questo modo riesco ad associare lo svago ed il rilassamento, soprattutto mentale, con la passione.
    Anche in macchina, a volte, la "radiolina" aiuta....
    sunny

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  Massimo on Fri May 20, 2011 10:13 pm

    Fausto wrote:
    Anche in macchina, a volte, la "radiolina" aiuta....
    sunny
    Laughing Laughing Laughing molto ...anche senza ascolti audiophile Laughing Laughing Laughing


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Amuro_Rey
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 9836
    Data d'iscrizione : 2009-01-20
    Età : 47
    Località : Italia

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  Amuro_Rey on Sat May 21, 2011 10:40 am

    Salv.Scarfone wrote:ci avete mai fatto caso a quanto fattori esterni possano influenzare il vostro temporaneo giudizio su di una catena hifi?

    ci avevate mai riflettuto?



    _________________
    Per sempre  P I R A T A       

    desmoraf68
    Sordogolo 3

    Numero di messaggi : 4540
    Data d'iscrizione : 2011-01-14
    Età : 48
    Località : Prov. Arezzo

    Re: Caffè psicologia ed audiofilia

    Post  desmoraf68 on Sat May 21, 2011 11:37 am

    Massimo wrote:
    Fausto wrote:
    Anche in macchina, a volte, la "radiolina" aiuta....
    sunny
    Laughing Laughing Laughing molto ...anche senza ascolti audiophile Laughing Laughing Laughing


    Non mi offendete il Car Audio Laughing Laughing


    _________________
    Raffaele

    Chi sa fare la musica la fa, chi la sa fare meno la insegna, chi la sa fare ancora meno la organizza, chi la sa fare così così la critica. (Luciano Pavarotti)

    Gli appassionati di musica sono assolutamente irragionevoli. Vogliono essere sempre perfettamente muti quando si dovrebbe desiderare di essere assolutamente sordi. (Oscar Wilde)

    Non posso immaginare la mia vita o quella di chiunque altro senza la musica: è come una luce nel buio che non si spegne mai. (Martin Scorsese)


      Current date/time is Tue Dec 06, 2016 5:01 pm