Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009) - Page 4
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Share

    axellone
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1995
    Data d'iscrizione : 2010-04-24

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  axellone on Mon May 16, 2011 6:35 am

    ema49 wrote:

    Immensa trasparenza!! Non si sente nulla col mio setup: 507 e basta..

    Caro Emanuele, Jack Woo ce li sta facendo sospirare sti Wee.. questa è la quarta settimana di attesa e la terza volta che mi dice che la prossima settimana spedisce!!! Neutral Neutral Neutral

    axellone
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1995
    Data d'iscrizione : 2010-04-24
    Età : 54
    Località : Roma

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  axellone on Mon May 16, 2011 6:39 am

    fil wrote:
    Se non lo dici a nessuno, ti faccio una confidenza: più ascolto la 009, e più mi rendo conto di quanto sia una grandissima cuffia...la 507!

    Laughing

    Purchè, vista la differenza di categoria, le due prestazioni non si avvicinino troppo... devil


    _________________
    Saluti, Enrico  

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  ema49 on Mon May 16, 2011 1:14 pm

    axellone wrote:

    Caro Emanuele, Jack Woo ce li sta facendo sospirare sti Wee.. questa è la quarta settimana di attesa e la terza volta che mi dice che la prossima settimana spedisce!!! Neutral Neutral Neutral


    già avvertiti gli uomini in America..arriverà prestissimo..








    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  Pazzoperilpianoforte on Mon May 16, 2011 1:58 pm

    Laughing Laughing Laughing Laughing

    Ah, le mille risorse degli italiani!

    Laughing Laughing Laughing Laughing


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    leonruti
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1392
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Età : 54
    Località : Foggia

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  leonruti on Mon May 16, 2011 2:32 pm



    Si...Don Vito...mi pare si chiami Jack...Jack Woo, almeno così mi disse il medico picciotto di Ragusa...





    affraid affraid affraid


    _________________
    Dino

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  ema49 on Mon May 16, 2011 2:57 pm


    affraid affraid affraid

    ammesso a pieni voti e lode al malfamato bar del cazz...eggio del botolo


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21504
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  pluto on Mon May 16, 2011 3:00 pm



    DIte a quel medico siciliano che non scassasse la minkia. Miiiii
    Se vuole il Wee, qua in America deve venire a prenderselo, altrimenti gli faremo un'offerta che non potcrà rifiutare....... Laughing Laughing Laughing

    Ospite
    Guest

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  Ospite on Mon May 16, 2011 4:01 pm


    Francoooooooo, mas cu ie sto Woo? é un dutturi rausano?
    Ciccio, nun capisti nenti, é un boss, sssssssshhhhhhh!!!!!
    bedda matri, namunninni
    aldo

    apostata
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 653
    Data d'iscrizione : 2010-04-22
    Località : Roma

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  apostata on Tue May 17, 2011 12:43 pm

    Domanda per Fil.

    Secondo le voci che giravano oltre un anno fa, la nuova stax avrebbe dovuto avere i padiglioni di diametro maggiorato rispetto all'omega.

    Confermi?


    Grazie


    _________________
    Guglielmo

    una risata vi seppellirà
    .

    leonruti
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1392
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Età : 54
    Località : Foggia

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  leonruti on Tue May 17, 2011 2:07 pm

    apostata wrote:Domanda per Fil.

    Secondo le voci che giravano oltre un anno fa, la nuova stax avrebbe dovuto avere i padiglioni di diametro maggiorato rispetto all'omega.

    Confermi?


    Grazie

    Ti rispondo io, avendolo tempestato di domande.... santa
    I pads sono più grandi ed hanno una diversa conformazione interna...sono ovali...e soprattutto non rotanti...


    _________________
    Dino

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  Pazzoperilpianoforte on Tue May 17, 2011 4:33 pm

    Quindi possiamo ipotizzare che non sono asimmetrici per adeguarsi alla soggettiva ed individuale conformazione delle orecchie degli utilizzatori, ma lo sono per una precisa scelta di conformazione del campo sonoro prodotto dagli altoparlanti....


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  ema49 on Tue May 17, 2011 6:01 pm



    Ragazzi, l'efficienza dei picciotti americani non si discute..
    Dopo l'avvertimento di ieri, ci è stato comunicato che i Wee stamani sono partiti.. santa

    C'è poco da fare..i santi ci vogliono.. Laughing Laughing


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    desmoraf68
    Sordogolo 3

    Numero di messaggi : 4540
    Data d'iscrizione : 2011-01-14
    Età : 48
    Località : Prov. Arezzo

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  desmoraf68 on Tue May 17, 2011 6:19 pm

    ema49 wrote:

    Ragazzi, l'efficienza dei picciotti americani non si discute..
    Dopo l'avvertimento di ieri, ci è stato comunicato che i Wee stamani sono partiti.. santa

    C'è poco da fare..i santi ci vogliono.. Laughing Laughing

    Si San camurria affraid affraid affraid


    _________________
    Raffaele

    Chi sa fare la musica la fa, chi la sa fare meno la insegna, chi la sa fare ancora meno la organizza, chi la sa fare così così la critica. (Luciano Pavarotti)

    Gli appassionati di musica sono assolutamente irragionevoli. Vogliono essere sempre perfettamente muti quando si dovrebbe desiderare di essere assolutamente sordi. (Oscar Wilde)

    Non posso immaginare la mia vita o quella di chiunque altro senza la musica: è come una luce nel buio che non si spegne mai. (Martin Scorsese)


    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  fil on Tue May 17, 2011 7:24 pm

    apostata wrote:Domanda per Fil.

    Secondo le voci che giravano oltre un anno fa, la nuova stax avrebbe dovuto avere i padiglioni di diametro maggiorato rispetto all'omega.

    Confermi?


    Grazie

    Si Guglielmo, confermo: la SR-009 ha padiglioni, pads e driver di maggior diametro rispetto a quelli della Omega.
    Ciò si traduce in: ancor più ampio senso della spazialità (headstage), maggior comodità e facilità ad essere indossati, impercettibile aggravio di peso.


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  fil on Tue May 17, 2011 7:43 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:Quindi possiamo ipotizzare che non sono asimmetrici per adeguarsi alla soggettiva ed individuale conformazione delle orecchie degli utilizzatori, ma lo sono per una precisa scelta di conformazione del campo sonoro prodotto dagli altoparlanti....

    I pads hanno comunque una loro asimmetria che però non è interna. Credo siano stati realizzati per accogliere con efficacia (chiusura sigillante) le diverse dimensioni delle orecchie dell'ascoltatore di turno. Hanno il grande vantaggio di restare fissi. Suggerirei di calzare la SR-009 dall'alto (a differenza invece della 507 che mi sembra più indicato calzare da dietro, appoggiando prima la parte più spessa dei pads nel profilo posteriore delle orecchie per poi chiudere sul davanti) posizionando la bandella dell'archetto superiore al centro della testa ed allargando i padiglioni della cuffia, curando poi (magari con l'ausilio di uno specchio...) che le nostre orecchie vadano al centro dello spazio ovale interno ai pads. Ciò avviene mediante la giusta regolazione delle staffe (10 posizioni) lungo i profili laterali dell'archetto. Tale regolazione gestisce anche il livello di pressione sulle orecchie che non dovrebbe essere troppo lasco, pena la perdita di impatto e frequenze più basse e medie; ne troppo stretto, pena la fatica d'ascolto sia in termini fisici (pressione eccessiva sulle orecchie) che audio.
    Un altro suggerimento per la SR-009 è quello di levarla non bruscamente, ma lentamente in modo da evitare lo sbalzo di pressione immediato e il conseguente "spock" delle membrane. Fatto comunque non dannoso per le stesse, ma solo "antipatico" da sentire, al termine magari di un ascolto...spirituale!


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    leonruti
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1392
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Età : 54
    Località : Foggia

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  leonruti on Tue May 17, 2011 9:46 pm

    ema49 wrote:

    Ragazzi, l'efficienza dei picciotti americani non si discute..
    Dopo l'avvertimento di ieri, ci è stato comunicato che i Wee stamani sono partiti.. santa

    C'è poco da fare..i santi ci vogliono.. Laughing Laughing



    "Non ti preoccupare, caro picciotto...l'ho provato prima io 'sto Wee...
    con la musica di Nino RRRota perfetto è..."


    Laughing Laughing Laughing


    Last edited by leonruti on Tue May 17, 2011 10:19 pm; edited 1 time in total


    _________________
    Dino

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  ema49 on Tue May 17, 2011 9:56 pm

    leonruti wrote:
    ema49 wrote:

    Ragazzi, l'efficienza dei picciotti americani non si discute..
    Dopo l'avvertimento di ieri, ci è stato comunicato che i Wee stamani sono partiti.. santa

    C'è poco da fare..i santi ci vogliono.. Laughing Laughing



    "Non ti preoccupare, caro picciotto...l'ho provato prima io 'sto Wee...
    con la musica di Nino RRRota perfetto è..."


    Laughing Laughing Laughing


    affraid

    ..ma come hai fatto a incuffiare con le 507 don Vito?


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    leonruti
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1392
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Età : 54
    Località : Foggia

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  leonruti on Tue May 17, 2011 10:44 pm

    fil wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:Quindi possiamo ipotizzare che non sono asimmetrici per adeguarsi alla soggettiva ed individuale conformazione delle orecchie degli utilizzatori, ma lo sono per una precisa scelta di conformazione del campo sonoro prodotto dagli altoparlanti....

    I pads hanno comunque una loro asimmetria che però non è interna. Credo siano stati realizzati per accogliere con efficacia (chiusura sigillante) le diverse dimensioni delle orecchie dell'ascoltatore di turno. Hanno il grande vantaggio di restare fissi. Suggerirei di calzare la SR-009 dall'alto (a differenza invece della 507 che mi sembra più indicato calzare da dietro, appoggiando prima la parte più spessa dei pads nel profilo posteriore delle orecchie per poi chiudere sul davanti) posizionando la bandella dell'archetto superiore al centro della testa ed allargando i padiglioni della cuffia, curando poi (magari con l'ausilio di uno specchio...) che le nostre orecchie vadano al centro dello spazio ovale interno ai pads. Ciò avviene mediante la giusta regolazione delle staffe (10 posizioni) lungo i profili laterali dell'archetto. Tale regolazione gestisce anche il livello di pressione sulle orecchie che non dovrebbe essere troppo lasco, pena la perdita di impatto e frequenze più basse e medie; ne troppo stretto, pena la fatica d'ascolto sia in termini fisici (pressione eccessiva sulle orecchie) che audio.
    Un altro suggerimento per la SR-009 è quello di levarla non bruscamente, ma lentamente in modo da evitare lo sbalzo di pressione immediato e il conseguente "spock" delle membrane. Fatto comunque non dannoso per le stesse, ma solo "antipatico" da sentire, al termine magari di un ascolto...spirituale!

    Complimenti, Fil... cheers cheers cheers
    ...che prelibatezza!!!
    sembra di seguire i consigli di un grande Chef... sunny


    _________________
    Dino

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  fil on Tue May 17, 2011 11:59 pm



    Ho appena finito di ascoltare questo disco, anzi, questo concerto!
    Lo conosco da quando è uscito ed ha suonato con tutti i miei impianti cuffia: sempre.
    E' un' incisione strepitosa, a parte, ovviamente, l'indiscutibile spessore artistico...
    Devo dire però che mai sinora, mi era capitato di vivere un senso di realismo così pregnante e vero, da coinvolgermi profondamente nel corpo e non solo.
    Introspezione, ambienza, scansione accuratissima dei piani sonori, giustapposizione in uno spazio pluridimensionale, lasciano col fiato sospeso come un parallelismo col fiato delle voci del coro che vedi, più che senti. I brividi, i peli delle braccia che si rizzano, sono l'inizio di un processo di emozione che porta sino al nodo in gola, che trattiene la lacrima. Questo è ciò che si può dire perchè rilevabile sotto forma di effetto fisico. Ma a tutto ciò corrispondono i moti interiori che ciascuno può vivere, dentro di se, incapace di ridurre a linguaggio.
    E ho detto tutto! Anzi...non ho detto proprio un bel niente (ancora).
    Questo mi sento di raccontarvi, ancor più che gamme di frequenze percepite, dettagli, timbrica e quant'altro... E' l'insieme, il risultato complessivo e finale che sicuramente si compone di tanti aspetti e caratteristiche, che non avrebbe senso elencare una per una, anche perchè non ti vengono in mente in tal modo ed anche perchè è la forza della loro coesistenza (probabilmente), che fa scattare quella scintilla, quella magia.
    Ti viene in mente "solo" l'evento a cui partecipi come se, una volta tanto, non fossimo noi a decidere di indossare la cuffia, dare il "play" al CD e incominciare l'ascolto. No: i ruoli si invertono! E' la musica il soggetto attivo che ti prende, ti possiede, ti coinvolge e tutto il resto scompare. Solo al termine ci si (ri)accorge della presenza dello strumento d'ascolto...del disco.
    La voglia quindi di ripetere è incalzante, ma preferisco lasciarla sfumare, così come, quando si esce intontiti dalla sala da concerto, la realtà dell'evento è già un ricordo ed è giusto che sia così perchè quell'esperienza è vita e dimorerà stabilmente nella nostra interiorità lasciandoci intuire il senso dell'eterno.
    Buonissimi ascolti a tutti voi!


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    axellone
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1995
    Data d'iscrizione : 2010-04-24
    Età : 54
    Località : Roma

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  axellone on Wed May 18, 2011 7:40 am

    fil wrote:

    Ho appena finito di ascoltare questo disco, anzi, questo concerto!
    Lo conosco da quando è uscito ed ha suonato con tutti i miei impianti cuffia: sempre.
    E' un' incisione strepitosa, a parte, ovviamente, l'indiscutibile spessore artistico...
    Devo dire però che mai sinora, mi era capitato di vivere un senso di realismo così pregnante e vero, da coinvolgermi profondamente nel corpo e non solo.
    Introspezione, ambienza, scansione accuratissima dei piani sonori, giustapposizione in uno spazio pluridimensionale, lasciano col fiato sospeso come un parallelismo col fiato delle voci del coro che vedi, più che senti. I brividi, i peli delle braccia che si rizzano, sono l'inizio di un processo di emozione che porta sino al nodo in gola, che trattiene la lacrima. Questo è ciò che si può dire perchè rilevabile sotto forma di effetto fisico. Ma a tutto ciò corrispondono i moti interiori che ciascuno può vivere, dentro di se, incapace di ridurre a linguaggio.
    E ho detto tutto! Anzi...non ho detto proprio un bel niente (ancora).
    Questo mi sento di raccontarvi, ancor più che gamme di frequenze percepite, dettagli, timbrica e quant'altro... E' l'insieme, il risultato complessivo e finale che sicuramente si compone di tanti aspetti e caratteristiche, che non avrebbe senso elencare una per una, anche perchè non ti vengono in mente in tal modo ed anche perchè è la forza della loro coesistenza (probabilmente), che fa scattare quella scintilla, quella magia.
    Ti viene in mente "solo" l'evento a cui partecipi come se, una volta tanto, non fossimo noi a decidere di indossare la cuffia, dare il "play" al CD e incominciare l'ascolto. No: i ruoli si invertono! E' la musica il soggetto attivo che ti prende, ti possiede, ti coinvolge e tutto il resto scompare. Solo al termine ci si (ri)accorge della presenza dello strumento d'ascolto...del disco.
    La voglia quindi di ripetere è incalzante, ma preferisco lasciarla sfumare, così come, quando si esce intontiti dalla sala da concerto, la realtà dell'evento è già un ricordo ed è giusto che sia così perchè quell'esperienza è vita e dimorerà stabilmente nella nostra interiorità lasciandoci intuire il senso dell'eterno.
    Buonissimi ascolti a tutti voi!

    sunny sunny sunny

    Molto molto bello.. sono veramente contento per le tue sensazioni..


    _________________
    Saluti, Enrico  

    apostata
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 653
    Data d'iscrizione : 2010-04-22
    Località : Roma

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  apostata on Wed May 18, 2011 8:38 am

    fil wrote:

    ...Questo mi sento di raccontarvi, ancor più che gamme di frequenze percepite, dettagli, timbrica e quant'altro... E' l'insieme, il risultato complessivo e finale che sicuramente si compone di tanti aspetti e caratteristiche, che non avrebbe senso elencare una per una, anche perchè non ti vengono in mente in tal modo ed anche perchè è la forza della loro coesistenza (probabilmente), che fa scattare quella scintilla, quella magia...


    Hai "semplicemente" descritto lo spirito Stax.

    Niente ruffianerie (o quasi), nessuna concessione alle mode.

    Ancora complimenti e grazie per queste emozioni partecipate.

    Mi verrebbe in mente un paragone, fatte le debite valutazioni sui tempi diversi, con lo spirito delle elettroniche revox (o, meglio ancora, studer).


    _________________
    Guglielmo

    una risata vi seppellirà
    .

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  Pazzoperilpianoforte on Wed May 18, 2011 9:13 am

    Filippo ti volevo chiedere una cosa: com'è disposta la scena delle 009 rispetto alla testa dell'ascoltatore? Analogamente alle 507 (leggermente anteriore rispetto alla testa dell'ascoltatore)? O ci sono state variazioni rispetto alle precedenti cuffie Stax su questo parametro? Grazie e scusa se ti "strattono" per sapere opinioni specifiche.

    Ci ho pensato quando ha parlato del posizionamento delle 507 rispetto alle orecchie dell'ascoltatore: con quelle cuffie è consigliabile appunto poggiare il retro delle orecchie sulla parte posteriore del lato interno dei cuscinetti dei padiglioni. Altrimenti si ottiene anche lo spiacevole effetto collaterale di avere una scena centrata nel cervello, e non leggermente anteriore.

    Mi sa, comunque, che da quello che racconti, ho fatto proprio un bell'acquisto (quando arriva anche per me una di queste cuffie!!! ).


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  fil on Wed May 18, 2011 6:40 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:Filippo ti volevo chiedere una cosa: com'è disposta la scena delle 009 rispetto alla testa dell'ascoltatore? Analogamente alle 507 (leggermente anteriore rispetto alla testa dell'ascoltatore)? O ci sono state variazioni rispetto alle precedenti cuffie Stax su questo parametro?

    A mio prematuro giudizio, la 009 ha più spiccato e netto lo spazio tra i vari piani sonori e quindi la loro realistica distinzione. Ciò credo sia riconducibile anche al fatto delle straordinarie doti in punto dinamica. Quanto invece all' headstage ed ampiezza/disposizione scenica, mi sembra più simile alla Omega che non alla 507. Buona "frontality" e suoni fuori dalla testa. Un raro esempio di connubio tra impatto e spazialità!
    In ogni modo, ciò che prevale come sensazione genereale e complessiva quando ci si rapporta a questa Cuffia, è la netta sensazione che non soffra di alcun tipo di incapacità tecnica. Un pò come un grande artista che suona ed esprime, oltre alla musica, se stesso e per poterlo fare appieno, necessita che ogni insidia della tecnica sia risolta a priori.
    In caso contrario, non sarebbe un grande artista...e l'interpretazione "spinta", malcelerebbe la lacuna tecnica, ad un orecchio navigato e attento.


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  fil on Wed May 18, 2011 6:45 pm

    apostata wrote:

    Hai "semplicemente" descritto lo spirito Stax.


    Sono pienamente consapevole di quanto ti sia familiare, tale spirito!


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  Pazzoperilpianoforte on Wed May 18, 2011 6:45 pm

    Grazie Filippo!!!! sunny

    Speriamo arrivi presto anche a me....


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: Nuntio vobis gaudium magnum...(Stax SR-009)

    Post  fil on Tue May 24, 2011 8:13 pm



    ...e gli ascolti continuano ripassando il software preferito, come quello che mostro sopra per esempio, ma potrei farne svariati altri...
    La parola che mi viene in mente per sintetizzare le sensazioni che restano dopo l'ascolto, è: "edificante".
    E' come se lo strumento fosse stato pensato per le sue capacità di simbiosi con l'arte.
    Forse è da ciò che nasce il concetto di oggetto "allo stato dell'arte", quando finiscono gli aggettivi e quando ogni descrizione tecnica non può che risultare riduttiva per il senso deficitario a cui è relegata...in certi casi.
    Ciò non significa che, volendo, ci si può anche sbizzarrire in un racconto particolareggiato per descrivere il comportamento tecnico dello strumento. Diciamo allora che la 009 potrebbe racchiudere in se ogni aspetto positivo delle due sorelle minori: SR-007 e 507. E qui mi ritrovo perfettamente col concetto che si tratta di un oggetto appartenente alla categoria delle cose pensate per essere comprate e non fatte per essere vendute.
    Voglio dire che se un assiduo utilizzatore di cuffie e amante della musica volesse immaginare e pensare ad una cuffia ideale, gli verrebbero in mente una serie di aspetti e caratteristiche che rispondono al desiderio più alto. Ebbene queste caratteristiche che mentalmente elenco in ordine non necessariamente prioritario, le ritrovo tutte in questa nuova Stax. Davvero stò cercando un difetto, di qualsiasi genere ed anche minimo. Ottengo invece sempre risposte puntuali che mi disarmano. La spazialità ed il senso del palcoscenico è tangibile e naturale nella sua non esasperata (e pertanto artificiale...) dimensione/proporzione. E', a mio giudizio, ciò che una cuffia deve dare: nulla di meno e nulla di più! Se ci pensate infatti la cosa più sensazionale e sorprendente per un ascolto in cuffia, è spesso rappresentata dal senso dell'ampiezza scenica e dello spazio che avvolge le sorgenti sonore distinguedole per bene l'una dall'altra, ma al contempo "abbracciandole" in un ambienza omogenea e fluida. Cioè un ampio ambiente dove tutto è distinto ma non separato! Così come è ben distino, per es., il calore di certe note medie del pianoforte (brano n. 8 del disco in foto), dal ruvido scintillio di quelle acute del violino, mentre insieme, in duo, si librano nell'aria quasi ad essere un unico "corpo". Un' espressione amalgamata in cui i ritmi percussivi della tastiera e quelli striscianti degli archetti sulle corde cantano con la stessa penetrante voce. In effetti il senso di unicità è il "valore aggiunto" che la giusta ripresa e la giusta riproposizione, possono consentire; pena la perdita del messaggio o meglio di quella parte di contenuto del messaggio che si eleva da dato tecnico/fisico (soggettivo) a valore artistico universale.
    Valore dunque che chiunque coglierebbe anche più facilmente e immediatamente, proprio in virtù della sua intrinseca e indiscutibile potenza. Ed è proprio per questo che non posso che augurare a tutti l'esperienza d'ascolto con la 009.
    Per ora è tutto.
    Alla prossima!


    Last edited by fil on Wed May 25, 2011 9:41 am; edited 1 time in total


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

      Current date/time is Sat Dec 03, 2016 3:27 am