Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
vantaggi della liquefazione... - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    vantaggi della liquefazione...

    Share

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21514
    Data d'iscrizione : 2010-10-05

    Re: vantaggi della liquefazione...

    Post  pluto on Sun May 22, 2011 1:40 pm

    E certo che mi interessa caro Zeuss.
    Io la vedo così: finora gli apparecchi proposti sono sempre stati mediocri x ragioni di costo. Un eccellente pre fono costicchia. Un buon Dac o meglio in questo caso un AD anche (seppur meno). Gli apparecchi integrati di alto livello stanno x uscire adesso e sono rarissimi e devono avere tutte e 2 le sezioni allo stato dell'arte, Inoltre occorrerebbe un software anch'esso allo stato dell'arte studiato in perfetta sinergia con i 2 tipi di apparecchio (una specie di Amarra Mac/Weiss x intenderci). E finora a parte Pure vinyl non ho visto roba da strapparsi i capelli.

    Siccome molti appassionati hanno gia pre fono ad alto livello, bisognerebbe partire da li. Quindi solo sezione digitale e super software in modo da consentire di utilizzare quello che si ha già e che spesso è superiore ad un pre fono da 4 soldi studiato solo x copiare i vinili.

    Tu che pensi?

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: vantaggi della liquefazione...

    Post  Fausto on Sun May 22, 2011 3:39 pm

    phaeton wrote:
    pluto wrote:Tks. Avevo intuito qualcosa del genere, però sarebbe una bella sfida

    Pluto se ti dovesse per caso interessare Manunta ha appena presentato a Monaco un oggetto che potrebbe fare al caso tuo: M2Tech Joblin

    si tratta in pochissime parole di un oggetto pensato appositamente per convertire il vinile in digitale... per la cronaca Manunta & signora sono appassionati di musica "analogica", basta vedere il loro impianto personale (certo che e' strano pensare che uno appassionato di vinile costruisca DAC.... santa santa santa )
    http://www.youtube.com/watch?v=ext9Gn4qaQ0


    Dinamico Ingeniere e dinamica Impresa Italiana che offre interessantissimi oggetti a costi accessibili tanto da lasciare stupiti ed increduli....
    Interessante novità da Monaco per chi fosse interessato a salvaguardare vinili rari o, come sempre, solo per comodità.
    Non è un discorso che mi interessa particolarmente ma, in tal senso, arrivano sempre più richieste.
    : Hai magari notizie dell'alimentatore a batterie per lo Young?
    Grazie per le informazioni.
    Ciao.
    sunny

    Susami tanto ma non avevo ancora letto nella sezione "liquida" dove ho trovato la risposta.
    Grazie ancora.
    sunny

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: vantaggi della liquefazione...

    Post  phaeton on Sun May 22, 2011 4:26 pm

    pluto wrote:................
    Tu che pensi?

    penso che hai perfettamente ragione. IMHO non ha molto senso proporre un sistema integrato, che per raggiungere certi livelli dovra' avere anche un costo molto alto, ad appassionati che hanno di gia' ottime se non eccellenti sezioni pre fono, tanto piu' che il sistema in questione avrebbe una funzione solo temporanea e comunque non di sistema (nel senso che non ci "ascolteresti" musica).
    una ottima idea invece e' proporre un ADC specificamente pensato per interfacciarsi con un pre fono e esplicitamente dedicato al "rippaggio" di vinili magari con un FW/SW pensato appositamente.



    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: vantaggi della liquefazione...

    Post  phaeton on Sun May 22, 2011 4:27 pm

    Fausto wrote:............

    Susami tanto ma non avevo ancora letto nella sezione "liquida" dove ho trovato la risposta.
    Grazie ancora.
    sunny

    prevegggggente sono
    sunny sunny sunny sunny sunny


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6715
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: vantaggi della liquefazione...

    Post  piroGallo on Sun May 22, 2011 6:37 pm

    A parziale integrazione di quanto sostiene phaeton, che probabilmente fa riferimento a standard qualitativi di sistema molto elevati rispetto ai miei, la mia ormai lunga esperienza di campionamento da vinile mi fa affermare che si possono ottenere ottimi risultati senza seguire procedure troppo complesse. Ovviamente occorre una minima predispodizione all'utilizzo del computer.
    Per quanta riguarda gli interfacciamenti se si vuole acquisire completamente il "carattere" del proprio set-up diventa inevitabile interfacciare il proprio pre phono alla scheda di acquisizione. In questo caso le funzionalità di programmi tipo pure vinyl che consentono di applicare curve di equalizzazione specifiche sono inutili; viceversa se si vogliono utilizzare occorre acquisire il segnale "grezzo" direttamente dal giradischi, senza passare attraverso il pre phono, ma in questo caso si perde il suo contributo, a volte lungamente cercato e pagato a caro prezzo.

    P.s. Sposto il 3d nella sezione apposita.


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8707
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: vantaggi della liquefazione...

    Post  Edmond on Sun May 22, 2011 8:11 pm

    Bello il giocattolino di Manunta per rippare il vinile!!!!!!!!!!!!!!!!! Spero non costi un botto..........
    Carina anche l'alimentazione dello Young.............. Direi che il buon Manunta (ma voci indiscrete dicono che la mente sia la moglie....... affraid affraid affraid ) sta producendo apparecchi che, finalmente, oltre che ad essere performanti sono pure utili!!!


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: vantaggi della liquefazione...

    Post  Fausto on Sun May 22, 2011 9:25 pm

    Edmond wrote:Bello il giocattolino di Manunta per rippare il vinile!!!!!!!!!!!!!!!!! Spero non costi un botto..........
    Carina anche l'alimentazione dello Young.............. Direi che il buon Manunta (ma voci indiscrete dicono che la mente sia la moglie....... affraid affraid affraid ) sta producendo apparecchi che, finalmente, oltre che ad essere performanti sono pure utili!!!

    Utili e, aggiungo, fino ad ora non proibitivi....
    Speriamo continui così....
    Made in Italy che si distingue per qualità e convenienza.
    Complimenti M2Tech....
    sunny

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: vantaggi della liquefazione...

    Post  phaeton on Mon May 23, 2011 9:25 am

    piroGallo wrote:A parziale integrazione di quanto sostiene phaeton, che probabilmente fa riferimento a standard qualitativi di sistema molto elevati rispetto ai miei, la mia ormai lunga esperienza di campionamento da vinile mi fa affermare che si possono ottenere ottimi risultati senza seguire procedure troppo complesse. Ovviamente occorre una minima predispodizione all'utilizzo del computer.............

    Piro, of course hai ragione. il mio ragionamento partiva dalla considerazione che chi ha un setup di livello "stellare" come il nostro amico Pluto non trarrebbe vantaggi da una "liquefazione" fatta in modo meno che eccelso (se non relativi alla comodita', ma ovviamente e naturalmente questo e' un fattore di secondo o terzo ordine per chi ha speso tanto per ascoltare al meglio....)

    le recenti discussioni dimostrano che un setup di altissimo livello messo a puntino per bene non e' cosi' facilmente comparabile con un setup "liquido", occorre in primis avere un software all'altezza o un rip fatto in modo eccellente.

    e mentre rippare un cd e' cosa (abbastanza) semplice in quanto si tratta di estrarre la sequenza di bit dal cd in modo piu' perfetto possibile (con le attuali tecnologie informatiche IMHO la cosa e' fattibile in modo relativamente semplice), per quanto riguarda il vinile il discorso e' molto ma molto diverso visto che di mezzo c'e' una operazione di ADC. come detto, farlo in modo che funzioni e' abbastanza semplice, e' IMHO (ma posso ovviamente sbagliare) invece molto complicato farlo in modo che il risutlato finale sia simile o uguale al risultato ottenuto da un setup tipo quello di Pluto.



    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21514
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: vantaggi della liquefazione...

    Post  pluto on Mon May 23, 2011 11:19 am

    piroGallo wrote:A parziale integrazione di quanto sostiene phaeton, che probabilmente fa riferimento a standard qualitativi di sistema molto elevati rispetto ai miei, la mia ormai lunga esperienza di campionamento da vinile mi fa affermare che si possono ottenere ottimi risultati senza seguire procedure troppo complesse. Ovviamente occorre una minima predispodizione all'utilizzo del computer.
    Per quanta riguarda gli interfacciamenti se si vuole acquisire completamente il "carattere" del proprio set-up diventa inevitabile interfacciare il proprio pre phono alla scheda di acquisizione. In questo caso le funzionalità di programmi tipo pure vinyl che consentono di applicare curve di equalizzazione specifiche sono inutili; viceversa se si vogliono utilizzare occorre acquisire il segnale "grezzo" direttamente dal giradischi, senza passare attraverso il pre phono, ma in questo caso si perde il suo contributo, a volte lungamente cercato e pagato a caro prezzo.

    P.s. Sposto il 3d nella sezione apposita.

    Scusa Gianni ma mi sembra (forse x mia ignoranza) che ci sia qualcosa che non va o che non mi è ancora ben chiaro

    1) penso che un pre fono, che personalmente considero l'elemento forse più critico di un impianto basato sull'analogico, dovrebbe aiutare a trasmettere il segnale estratto dalla puntina nel modo più puro possibile ed interfacciandosi al meglio con la puntina fino ad un pre (normalmente) o fino ad una sezione di ingresso digitale (nel caso in questione). A parte un pre fono dal costo di ca 8000 eurozzi con curve selezionabili ed interfaccia digitale che aveva postato Air mesi fa e di cui nessuno ha mai letto una rece in giro, non ne ho visti altri se non robette modeste da poche centinaia di euro che sono anni luce dai pre fono di alto livello.

    2) Se si leggono gli adverts che la software house di Pure Vinyl pubblicizza, ci sarebbe appunto la possibilità di
    - giocare sulle equalizzazioni (interessante perchè pochi fono ne dispongono e si stanno producendo solo da poco tempo) cosa che consente di adattarsi meglio al tipo di disco (non di puntina), per es un London FFRR, un RCA Living od un Columbia.
    - giocare sull'eliminazione di fruscii e rumorini vari intrinsechi del disco e del sistema vinile

    Credo che il successo dell'operazione stia nel matrimonio tra queste 2 parti. Ad onor di firma, quando una decina d'anni fa feci ascoltare ad amici, dei CD masterizzati con un Marantz (lettore e masterizzatore) prodotti registrando qualche mio vinile, gli stessi si congratularono perchè li ritenevano superiori ai loro CD che partivano digitali e basta.

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6715
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: vantaggi della liquefazione...

    Post  piroGallo on Mon May 23, 2011 5:17 pm

    pluto wrote:

    Scusa Gianni ma mi sembra (forse x mia ignoranza) che ci sia qualcosa che non va o che non mi è ancora ben chiaro

    1) penso che un pre fono, che personalmente considero l'elemento forse più critico di un impianto basato sull'analogico, dovrebbe aiutare a trasmettere il segnale estratto dalla puntina nel modo più puro possibile ed interfacciandosi al meglio con la puntina fino ad un pre (normalmente) o fino ad una sezione di ingresso digitale (nel caso in questione). A parte un pre fono dal costo di ca 8000 eurozzi con curve selezionabili ed interfaccia digitale che aveva postato Air mesi fa e di cui nessuno ha mai letto una rece in giro, non ne ho visti altri se non robette modeste da poche centinaia di euro che sono anni luce dai pre fono di alto livello.

    2) Se si leggono gli adverts che la software house di Pure Vinyl pubblicizza, ci sarebbe appunto la possibilità di
    - giocare sulle equalizzazioni (interessante perchè pochi fono ne dispongono e si stanno producendo solo da poco tempo) cosa che consente di adattarsi meglio al tipo di disco (non di puntina), per es un London FFRR, un RCA Living od un Columbia.
    - giocare sull'eliminazione di fruscii e rumorini vari intrinsechi del disco e del sistema vinile

    Credo che il successo dell'operazione stia nel matrimonio tra queste 2 parti. Ad onor di firma, quando una decina d'anni fa feci ascoltare ad amici, dei CD masterizzati con un Marantz (lettore e masterizzatore) prodotti registrando qualche mio vinile, gli stessi si congratularono perchè li ritenevano superiori ai loro CD che partivano digitali e basta.

    non fa una piega. ma se il pre phono ce l'hai già e ti piace...


    _________________
    Gianni

     

    "L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi
    è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte,
    e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui."
    (William Shakespeare, Il mercante di Venezia)

    "Meno muggiti e più ruggiti"
    (Autocitazione)

      Current date/time is Sun Dec 04, 2016 7:09 am