Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Scena acustica semovibile.
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Scena acustica semovibile.

    Share

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Scena acustica semovibile.

    Post  iano on Fri Jun 17, 2011 11:42 pm

    Una delle cose che succede con gli impianti stereo è che a volte ,pur ottenendo un suono di nostro gradimento,ci ritroviamo con una scena troppo grande o troppo piccola.
    Per quello che ho potuto verificare,se succede una cosa del genere,ciò non dipende dal suono stereo,perchè anche ascoltando una sola cassa si ha lo stesso effetto indesiderato.
    A tutto ciò concorre ovviamente l'impianto per intero,ma sono certo che nella vostra testa avete già individuato i colpevoli nell'ambiente, casse e relativo posizionamento.
    Ma non sono qui per dirvi questo,ma del come contribuiscono a questo effetto i cavi,quelli che sto sperimentando-
    Le geometrie che uso sono tali che possono essere "reiterate".Vogliate accettare questo termine virgolettato senza ulteriori spiegazioni.
    Cosa succede allora quando partendo da una geometria di base la reitero.
    Ottengo ovviamente un nuovo cavo.Bravo,e poi?
    E poi l'effetto è quello che si ottiene quando ci si allontana da una sorgente sonora.Il suono parimenti si "allontana" e quindi si rimpicciolisce.
    E questo è un vero peccato,perchè di solito le "reiterazioni" fanno bene al "suono" dei miei cavi.Anzi diciamo ancora che quando gli fanno bene è per me una prova che la geometria usata è OK.
    Un'altra prova per valutare se il cavo "reiterato" è migliore del cavo base di partenza consiste nell'aumentare il volume e vedere se si puà superare la tacca limite determinata precedentemente,a parità di tutto il resto,dall'uso del cavo base.
    Se ciò si verifica l'effetto più interessante è che adesso la scena non solo torna alle dimensioni originarie,avvicinadosi,ma và anche oltre.
    Inoltre i piani sonori risultano più distinti.
    L'inconveniente è che per avere una dinamica soddisfacente bisogna usare la manopola del volume fino al limite consentito dalla distorsione udibile, e che lo scotto di questa scena più grande,semprechè risulti gradita,è un aumento della grana.
    Se c'era bisogno di una ulteriore prova che le coperte in hi fi sono sempre troppo corte,eccovela.
    Bisogna sempre scegliere se congelarsi la testa o i piedi.
    Poco male.L'importante è che il tutto continui a scaldarvi il cuore.
    Buona musica.
    Ciao Seb.
    P.S.Magrari a voi è successa la stessa cosa usando altri componenti,o no?

    Biggy
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 245
    Data d'iscrizione : 2011-03-05
    Età : 37
    Località : Messina

    Re: Scena acustica semovibile.

    Post  Biggy on Sun Jun 19, 2011 12:28 pm

    In passato ho usato cavi con geometrie "esoteriche" e l'effetto era quello di un ingrandimento a dismisura della scena, però il suono diventava freddo o addirittura tagliente e pungente.

    Secondo me (da profano) più si "geometrizza" un cavo (non so attraverso quale variazione di parametri elettrici... forse, la butto lì, aumenta l'induttanza e diminuisce la capacitanza?) più si sposta il suono sulle alte frequenze, questo provoca un aumento delle informazioni "spaziali" con uno stress dell'effetto ambienza e del fuoco, che diventa preciso e puntiforme.

    Però il suono ne risente in peggio.

    Hai detto bene, è una coperta corta, bisogna arrivare al punto in cui il suono è verosimile e musicale il giusto, se poi si vuole ampliare ancora la scena bisogna rendersi conto che è un "effetto speciale" e che per ottenerlo si deve squilibrare il suono spostandolo sulle alte e asciugando il mediobasso portando tutto verso la freddezza.


    _________________
    Saluti

    Emanuele

    Clicca QUI per vedere il mio sistema

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Scena acustica semovibile.

    Post  iano on Mon Jun 20, 2011 3:09 am

    Grazie per il contributo Big.
    Testi di teoria alla mano non c'è nulla che si possa eccepire al tuo discorso,soprattutto se il tutto è supportato dai tuoi molteplici ascolti cavari.
    Quello che tu hai descritto in parte l'ho verificato anch'io.
    Però quello che sto sperimentando recentemente non è propriamente fatica di ascolto.
    Come ripeto fino alla nausea c'è dell'altro,e sappiamo forse anche cosa sia quest'altro,tutti i diversi effetti pelle&compagnia, che però testi alla mano si dimostra siano ininfluenti per le frequenze di nostro interesse.
    Non ci possiamo nascondere però che non conosciamo la funzione che lega i parametri fisici del suono al parametro "cervello che li elabora".
    Non possiamo quindi escludere che piccole variazioni dei parametri fisici imputabili ai vari effetti richiamati,giudicabili sulla carta ininfluenti,non diventino invece importanti per il cervello.
    Gli effetti che ho descritto nel post di apertura sono interassanti e per me sono un indice di significatività delle strutture che sto sperimentando.
    Diciamo quindi che con la via traversa che sto percorrendo,shuntando le misure,sta portando a risultati interessanti.
    Parlando invece del cavo che al momento prediligo,fra quelli da me costruiti, per ascoltare musica,al di là degli esperimenti (sì,perchè anch'io ascolto musica) dico che è tanto musicale quanto dolce e più è dolce e più è musicale.
    Quello che non mi piace di questo cavo è che è dolce,e tutto ho cercato meno che la dolcezza.
    Quello che mi piace di questo cavo è che è molto musicale,e niente ho cercato se non la musica.
    Ecco come è sistemata la coperta in questo momento.
    Se verso fine Agosto sei a casa passo a trovarti e ti faccio sentire il tutto e se non fà troppo caldo potrai provare questa coperta,Mannaggia alle coperte.Però con tutto ciò si tratta ancora di un cavo tonalmente equilibratissimo.
    E tanto per restare in tema,il cavo che ho portato a concorrere al contest di percorsi sonori a Terni era molto spostato sugli alti.
    Un cavo molto squilibrato,ma tutto a modo suo,perchè nessun tweeter ha strillato e nessun orecchio ha sofferto.Andava benissimo col Rock,ma questo forse non è proprio un complimento e infatti non era musicale.
    Diciamo che con quel cavo sono caduto nel classico tranello nel quale se non sei caduto almeno una volta non sei un audiofilo.
    Suono perfetto da far gridare al miracolo,ma niente musica.
    E anche se dolce non lo era adesso dorme il sonno dei giusti in fondo ad uno scatolone.
    Ciao,Seb.

    Biggy
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 245
    Data d'iscrizione : 2011-03-05
    Età : 37
    Località : Messina

    Re: Scena acustica semovibile.

    Post  Biggy on Mon Jun 20, 2011 2:07 pm

    Eccome se ci sono cascato in quel tranello ... ho buttato 500 euro recuperandone poi solo 200 per un cavo di alimentazione che ha ascoltato anche Roby65 definendolo "algido" e "inascoltabile".

    Prima di darlo via, non sapendo dove metterlo, lo usai tra muro e ciabatta pensando fosse ininfluente, eppure non riuscivo a sentire molti dischi perchè troppo secchi, finchè un amico ascoltando da me un suo disco che conosceva alla perfezione mi disse "ma qui CI DEVONO ESSERE delle basse che scendono tantissimo, non ci sono proprio, sono scomparse!" ed io "allora proviamo a fare una cosa: tolgo quel cavo dalla ciabatta e ne metto un altro", detto-fatto, le basse sono tornate, e anche se la scena si è abbassata un attimino almeno poi è diventato possibile sentire serenamente musica.

    A fine Agosto sarai in Sicilia?

    Con piacere, credo di esserci, teniamoci aggiornati !

    P.S. : oltre alle geometrie ovviamente concorrono anche materiali, spessore dei conduttori e schermature nell'effetto finale di un cavo, del resto chi produce cavi lo sa e "gioca" con queste variabili per ottenere la propria "alchimìa".

    In genere il conduttore argento è più freddo e il rame è più caldo, ma non è detto perchè basta un connettore in rodio o berillio piuttosto che rame placcato oro per raffreddare di comunque il suono anche se il cavo è di rame puro, se il conduttore è twistato in una determinata maniera avrai più dolcezza altrimenti avrai più incisività, se è grosso e non twistato avrai molta più dinamica ma perdi qualcosina in gamma altissima, poi maggiore è la schermatura e lo spessore complessivo (cavo+ rivestimento "a calza") del cavo maggiore è l'apertura in alto, se invece è un cavo poco flessibile con guaina lucida in genere ha un suono più corposo (confermi queste mie impressioni?) ... è un casino, un giorno magari vorrò provare anch'io a fare esperimenti con l'autocostruzione.


    _________________
    Saluti

    Emanuele

    Clicca QUI per vedere il mio sistema

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Scena acustica semovibile.

    Post  iano on Tue Jun 21, 2011 1:03 am

    Confermo al 90% per quelli di segnale.
    Per quelli di alimentazione non ho esperienza.
    Per quanto riguarda in particolare il materiale conduttore è importante tanto quanto la geometria.
    Lo abbiamo sperimentato nella prova fatta chez Air.
    Se questo è vero e se prima di agosto riesco a procurarmi un cavo 6N (aspetto notizie da Sandro) allora ne sentiremo delle belle.Se poi Air mi volesse cedere un pò del suo 7N.Ma ho già capito che un c'è nulla da fare.Ma poi ci sarà tutta questa differenza fra 6 e 7?Air dice di sì,e allora c'è da credergli.
    Non mancheremo di farci sentire allora,io e i miei cavi.
    Il tuo parere per noi è molto prezioso.
    Mamma mia,inizio a parlare coi cavi.Aiuto!!!
    sunny
    Ciao Seb.

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31502
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Scena acustica semovibile.

    Post  Massimo on Tue Jun 21, 2011 6:02 pm

    iano wrote:
    ... Non mancheremo di farci sentire allora,io e i miei cavi.
    Il tuo parere per noi è molto prezioso.
    Mamma mia,inizio a parlare coi cavi.Aiuto!!!
    sunny
    Ciao Seb.
    Questa è la fine che fanno i cavaioli!
    Io non sono da meno.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Scena acustica semovibile.

    Post  iano on Wed Jun 22, 2011 1:30 am


    Grazie Massimo.
    Mi se di molto conforto.
    Ciao,Seb.

      Current date/time is Sat Dec 10, 2016 11:18 pm