Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Non molto tempo alla musica solo liquida? - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Non molto tempo alla musica solo liquida?

    Share

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16085
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Non molto tempo alla musica solo liquida?

    Post  Geronimo on Sat Aug 06, 2011 10:52 am

    phaeton wrote:
    infine una considerazione sulla durata dei cd, sia inteso come supporto che come meccanica. sto (molto faticosamente) rippando la mia collezione, e diversi cd molto vecchi (antecedenti al 90) mi hanno dato MOLTI problemi, anche con meccaniche che so bene che digeriscono di tutto.... provati in normale lettura su vari cd player mi sono accorto con orrore (anzi, con PANICO) che davano grossi problemi, e alcune tracce risultavano illeggibili. fortunatamente sono riuscito a ripparli, ma ho dovuto togliere l'opzione "paranoid" da fb2k (con il che il lettore del pc ha attivato la correzione errori, e quindi i settori danneggiati sono stati pesantemente interpolati, ma meglio cosi' che nulla....). la cosa veramente grave e' che il cd non presentava alcun difetto visibile, probabilmente e' solo un effetto di opacizzazione del policarbonato dovuto al tempo.

    Possiedo diverse centinaia di CD antecendenti gli anni '90 (molti sono prime edizioni) e gli unici che mi hanno dato problemi sono stati quelli affetti da "bronzing", il pernicioso fenomeno che li rendeva color bronzo e illeggibili. I CD rovinati erano tutti di produzione europea (soprattutto Virgin) mentre fra quelli italiani erano tutti stampati dalla Optimes. A quel che so, l'ossidazione dello strato di alluminio era dovuta a una scarsa qualità dello stesso e al contatto con sostanze presenti nella copertina. In tutto una ventina di CD sostituiti in seguito con ristampe più recenti.
    Il problema quindi è stato molto limitato nel tempo e ormai risolto da anni.
    Hai provato a cercare su Amazon delle ristampe più recenti, meglio se non rimasterizzate? sunny
    phaeton wrote:
    per quanto riguarda le meccaniche, mentre e' vero che fino agli anni 90 i laser prodotti avevano una durata molto lunga (pero' 30 anni e' decisamente eccessivo, a meno di non usare il cdp un ora a settimana)....
    Per esperienza diretta il Sony di cui parlavo viaggia ancora come un treno dal 1983 a una media di 4/5 ore settimanali e alcuni miei amici sfruttano e massacrano dai primi anni '90 CDP Pioneer con la meccanica Stable Platter Mechanism sunny
    phaeton wrote:
    ....vi assicuro che i laser prodotti a partire dai primi anni 90 hanno una durata studiata a tavolino non superiore ai 10 anni con uso normale, molto inferiore se si usa il cdp 3-4 ore al giorno....

    Chiedendo qua e la mi sono reso conto purtroppo che hai ragione per questo prenderò una meccanica di riserva

    Lo stesso dicorso sulla durata studiata a tavolino vale anche per le meccaniche di origine informatica? Te lo chiedo perchè ho letto che alcune di esse dichiarano un aspettativa di vita di 60.000 ore POH (Power on Hours)




    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Non molto tempo alla musica solo liquida?

    Post  phaeton on Sat Aug 06, 2011 12:28 pm

    Elcaset wrote:

    Possiedo diverse centinaia di CD antecendenti gli anni '90 (molti sono prime edizioni) e gli unici che mi hanno dato problemi sono stati quelli affetti da "bronzing", il pernicioso fenomeno che li rendeva color bronzo e illeggibili. ........................


    l'ossidazione a cui facevo riferimento e' del policarbonato (che, magari qualcuno puo' essere interessato alla cosa, e' lo strato che continee effettivamente la traccia, l'alluminio (o chi per esso, ci sono anche cd in argento o oro...) serve solo come strato riflettente e non ha inciso nulla sopra). ribadisco che tutti i cd che mi hanno dato probs erano perfetti ad una ispezione visiva... conosco bene i probs relativi alle prime stampe, un vecchio CD degli Ultravox (meta' anni '80, uno dei primissimi incisi, un valore storico e collezionistico notevole....) aveva lo strato riflettente con dei buchi ben visibili.....
    gli ultimi due cd che mi hanno dato prob sono per esempio Free Trade Hall Rehearsal e Johnpeel Sessions dei The Chameleons, entrambi stampati nei primi anni '90 in UK da PDO, e purtroppo ne ho moltisismi stampati da questa fab (btw, si puo' vedere la fab sul bordo interno del cd dal lato trasparente), speriamo che non tutti mi diano questi probs senno' mi sentirete sbraitare in aramaico antico.....

    consiglierei di verificare i cd con un programma di estrazione (anche il semplice foobar va benissimo) settato in modalita' "paranoid" (o similare) in modo da bypassare l'interpolatore della meccanica e verificare i settori illeggibili.... se si ascoltano semplicemente col cdp la cosa passa tranquilamente inosservata - a meno di danneggiamenti molto gravi che provocano micro-interruzioni - dato che l'interpolatore si "inventa" i campioni illeggibili....


    Elcaset wrote:

    Per esperienza diretta il Sony di cui parlavo viaggia ancora come un treno dal 1983 a una media di 4/5 settimanali e alcuni miei amici sfruttano e massacrano dai primi anni '90 CDP Pioneer con la meccanica Stable Platter Mechanism sunny


    4-5 ore a settimana fanno circa 260 ore / anno. i laser a quel tempo venivano dati per un uso medio intorno alle 10000h, il che vuol dire che hai ancora qualche annetto a disposizione
    oggi pero' la media dei laser per uso civile e' intorno alle 5000h, e inoltre moltissimo dipende dalla qualita' della ottica/meccanica. infatti il dato di durata e' definito con la potenza del laser ad un valore "medio", in realta' il circuito di focus puo' stressare pesantemente il laser da questo punto di vista, a causa ad esempio di ottiche in plastica non proprio eccellenti (sia qualitativamente che meccanicamente) oppure meccaniche molto "rumorose" (vibrazioni etc..) oppure ancora cd "problematici". in questi casi (purtroppo frequenti a quanto ne so) il laser puo' durare anche solo 1000-2000 ore... e per uno che ascolta 2-3 ore al giorno (sia di sottofondo che per ascolti veri) e' un dramma, significa bruciare il laser in due-tre annetti....
    tornando a bomba, e supponendo di avere una ottima meccanica/ottica, con cd mediamente ottimi, gli apparecchi prodotti a partire da meta' anni '90 hanno una aspettativa di vita non superiore sicuramente alle 5000h, il che vuol dire che con un uso diciamo "normale" (una decina di ore a settimana) hai 10 anni teorici, in pratica molto meno (non ho sottomano le statistiche, credo non piu' di 6-7 anni) perche' man mano che il laser invecchia il circuito di focus deve aumentare la potenza, e quindi il laser invecchia sempre piu' precocemente. e stiamo parlando di apprecchi eccellenti (quindi con meccaniche/ottiche al di sopra della media....)
    ovviamente poi se si ascolta per 1-2 orette a settimana il prob non si pone, ed e' proprio su questo che contano le aziende produttrici.... la media delle persone non e' sicuramente rappresentata dai matti che stanno in questo forum sunny sunny sunny

    Elcaset wrote:

    Chiedendo qua e la mi sono reso conto purtroppo che hai ragione per questo prenderò una meccanica di riserva

    e fai moooooooooooooooolto bene

    Elcaset wrote:
    Lo stesso dicorso sulla durata studiata a tavolino vale anche per le meccaniche di origine informatica? Te lo chiedo perchè ho letto che alcune di esse dichiarano un aspettativa di vita di 60.000 ore POH (Power on Hours)


    in quel caso viene dichiarato il tempo medio tra due guasti (MTBF) dell'apparecchio acceso. una meccanica accesa non e' detto che stia leggendo un cd...... anzi..... se viene usato un fattore tipico di 1:10 hai 6000h di laser (quindi torna), ma IMHO in quel caso la durata e' anche inferiore rispetto ad un normale cdp..... non mi apsetterei piu' di 3000-4000 ore....



    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    Mr. wlg
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3832
    Data d'iscrizione : 2010-03-10
    Età : 50
    Località : Prov. Milano

    Re: Non molto tempo alla musica solo liquida?

    Post  Mr. wlg on Sat Aug 06, 2011 3:39 pm


    Siamo messi bene....!!!!!!!!!!!


    _________________
    Silvio Wlg

    Dopo la passione c'è la follia....!!!!!!!!!!!!!

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Non molto tempo alla musica solo liquida?

    Post  phaeton on Sat Aug 06, 2011 4:21 pm

    purtroppo una societa' consumista si regge sul consumo.... so che e' banale, ma molto spesso non ci si pensa quando ci si lamenta che le cose durano troppo poco... e non e' un aspetto legato solo all'hifi, anzi noi siamo una nicchia piccolissima....

    e' un discorso complesso, e sicuramente OT qui, pero' vi invito lo stesso a riflettere: non si puo' pretendere di avere i vantaggi di una societa' consumista (telefonini a 20 euro, portatili a 200 euro, etc...) senza averne gli svantaggi.... in realta' siamo noi che alimentiamo con i nostri comportamenti questo loop vizioso....

    vabbe', chiusa parentesi


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16085
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Non molto tempo alla musica solo liquida?

    Post  Geronimo on Sat Aug 06, 2011 4:32 pm

    phaeton wrote:
    l'ossidazione a cui facevo riferimento e' del policarbonato (che, magari qualcuno puo' essere interessato alla cosa, e' lo strato che continee effettivamente la traccia, l'alluminio (o chi per esso, ci sono anche cd in argento o oro...) serve solo come strato riflettente e non ha inciso nulla sopra). ribadisco che tutti i cd che mi hanno dato probs erano perfetti ad una ispezione visiva...
    Devo essere fortunato, fino adesso non ho avuto il problema che lamenti ma a te non è mai capitato un CD abbronzato?

    phaeton wrote:
    4-5 ore a settimana fanno circa 260 ore / anno. i laser a quel tempo venivano dati per un uso medio intorno alle 10000h, il che vuol dire che hai ancora qualche annetto a disposizione
    oggi pero' la media dei laser per uso civile e' intorno alle 5000h, e inoltre moltissimo dipende dalla qualita' della ottica/meccanica. infatti il dato di durata e' definito con la potenza del laser ad un valore "medio", in realta' il circuito di focus puo' stressare pesantemente il laser da questo punto di vista, a causa ad esempio di ottiche in plastica non proprio eccellenti (sia qualitativamente che meccanicamente) oppure meccaniche molto "rumorose" (vibrazioni etc..) oppure ancora cd "problematici". in questi casi (purtroppo frequenti a quanto ne so) il laser puo' durare anche solo 1000-2000 ore... e per uno che ascolta 2-3 ore al giorno (sia di sottofondo che per ascolti veri) e' un dramma, significa bruciare il laser in due-tre annetti....
    tornando a bomba, e supponendo di avere una ottima meccanica/ottica, con cd mediamente ottimi, gli apparecchi prodotti a partire da meta' anni '90 hanno una aspettativa di vita non superiore sicuramente alle 5000h, il che vuol dire che con un uso diciamo "normale" (una decina di ore a settimana) hai 10 anni teorici, in pratica molto meno (non ho sottomano le statistiche, credo non piu' di 6-7 anni) perche' man mano che il laser invecchia il circuito di focus deve aumentare la potenza, e quindi il laser invecchia sempre piu' precocemente. e stiamo parlando di apprecchi eccellenti (quindi con meccaniche/ottiche al di sopra della media....)
    ovviamente poi se si ascolta per 1-2 orette a settimana il prob non si pone, ed e' proprio su questo che contano le aziende produttrici.... la media delle persone non e' sicuramente rappresentata dai matti che stanno in questo forum sunny sunny sunny

    Chiarissimo sunny Io ascolto in media un'ora al giorno, tutto sommato potrei contare su una decina d'anni se non finisce prima il mondo


    phaeton wrote:

    e fai moooooooooooooooolto bene


    phaeton wrote:
    in quel caso viene dichiarato il tempo medio tra due guasti (MTBF) dell'apparecchio acceso. una meccanica accesa non e' detto che stia leggendo un cd...... anzi..... se viene usato un fattore tipico di 1:10 hai 6000h di laser (quindi torna), ma IMHO in quel caso la durata e' anche inferiore rispetto ad un normale cdp..... non mi apsetterei piu' di 3000-4000 ore....

    Perchè ritieni che la durata di una meccanica di origine informatica sia inferiore a quella di un normale CDP?


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Non molto tempo alla musica solo liquida?

    Post  phaeton on Sat Aug 06, 2011 6:19 pm

    Elcaset wrote:

    Devo essere fortunato, fino adesso non ho avuto il problema che lamenti ma a te non è mai capitato un CD abbronzato?


    per ora fortunatamente no. ho alcuni cd "bronzei" di natura, ma per ora nulla che sia diventato scuro causa ossidazione della lamina riflettente.
    btw, ho fatto una veloce ricerca sul problema, e pare che sia una cosa abbastanza comune relativamente ai primi cd stampati dalla PDO.... basta googlare un po' e si trovano molte discussioni interessanti di possessori di tali cd arrabbiati neri........ pare che per un certo periodo la PDO sostituisse gratuitamene il cd difettoso, ma ora pare non lo facciano piu'.... arghhhhhhhhh


    Elcaset wrote:

    Chiarissimo sunny Io ascolto in media un'ora al giorno, tutto sommato potrei contare su una decina d'anni se non finisce prima il mondo


    ehm... scusa se mi permetto, ma.... sgrat sgrat sgrat.... sunny sunny sunny

    Elcaset wrote:

    Perchè ritieni che la durata di una meccanica di origine informatica sia inferiore a quella di un normale CDP?

    per una serie di motivi, ma sicuramente il principale e' l'estrema economicita' del gruppo laser-ottica-meccanica (salvo casi particolari e in genere costosi), che come detto sopra contribuisce in modo essenziale alla precoce usura del diodo.
    btw, io penso che un lettore di origine "informatica" va benissimo se usato per leggere in modo informatico dati ad altissima velocita' (tanto c'e' il correttore, che in questo caso non interpola ma corregge, quindi il dato e' "esatto"), utilizzando quindi il laser per pochissimo tempo e probabilmente a potenze molto alte.... va moooooooooooolto meno bene se la usi per leggere un cd a 1x, con un uso continuativo del laser per mezz'ora o piu'....
    non che una meccanica informatica sia di qualita' inferiore, semplicemente e' progettata per fare molto bene una altra cosa.... il tutto, naturalmente, IMVVVVVVVVVHO. so bene che ci sono lettori cdp che usano tale tipo di meccanica.... molto probabilmente (spero) e' stata scelta e modificata in modo adeguato all'uopo......


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16085
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Non molto tempo alla musica solo liquida?

    Post  Geronimo on Sat Aug 06, 2011 6:44 pm

    phaeton wrote:
    per ora fortunatamente no. ho alcuni cd "bronzei" di natura, ma per ora nulla che sia diventato scuro causa ossidazione della lamina riflettente.
    btw, ho fatto una veloce ricerca sul problema, e pare che sia una cosa abbastanza comune relativamente ai primi cd stampati dalla PDO.... basta googlare un po' e si trovano molte discussioni interessanti di possessori di tali cd arrabbiati neri........ pare che per un certo periodo la PDO sostituisse gratuitamene il cd difettoso, ma ora pare non lo facciano piu'.... arghhhhhhhhh

    Ho controllato il CD "These Foolish Things" di Brian Ferry, che benchè abbronzatissimo è ancora ascoltabile, ed è stampato dalla PDO santa

    Prova a mettere su Google "Optimes Cd abbronzati"

    PS
    grazie per le risposte sunny


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Non molto tempo alla musica solo liquida?

    Post  phaeton on Sat Aug 06, 2011 7:09 pm

    Elcaset wrote:

    Ho controllato il CD "These Foolish Things" di Brian Ferry, che benchè abbronzatissimo è ancora ascoltabile, ed è stampato dalla PDO santa


    prova a ripparlo con foobar (o qualunque cosa preferisci) in modalita' paranoid e vedi se ti da errori di lettura... anyway consiglio a tutti i possessori di cd molto vecchi di ripparli il prima possibile, non si sa mai yaw yaw yaw


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16085
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Non molto tempo alla musica solo liquida?

    Post  Geronimo on Sat Aug 06, 2011 7:46 pm

    phaeton wrote:prova a ripparlo con foobar (o qualunque cosa preferisci) in modalita' paranoid e vedi se ti da errori di lettura... anyway consiglio a tutti i possessori di cd molto vecchi di ripparli il prima possibile, non si sa mai yaw yaw yaw

    Appena rippato con EAC in modalità paranoid, nessun errore. Eppure è abbronzato al massimo

    Il rippaggio di CD in casi particolari come questo (salvaguardare CD a rischio) è un'ottima cosa anche per un refrattario alla liquida come me sunny

    PS
    ho notato che le tracce estratte in modalità paranoid si sentono una chiavica


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Non molto tempo alla musica solo liquida?

    Post  phaeton on Sun Aug 07, 2011 10:21 am

    Elcaset wrote:
    Appena rippato con EAC in modalità paranoid, nessun errore. Eppure è abbronzato al massimo

    ottimo, a quanto pare e' sensata la mia teoria che e' l'opacizzazione per invecchiamento del policarbonato e non l'ossidazione dello strato riflettente metallico a causare problemi di lettura..... molto probabilmente all'inizio dell'era cd alcune fab hanno usato una composizione dello strato trasparente non troppo immune dall'ossidazione.

    non uso EAC, ma suppongo che la modalita' paranoid corrisponda a quella di foobar (anche perche' usano lo stesso motore, cambia solo l'interfaccia e le opzioni possibili) ovvero con l'interpolatore hw offline.


    Elcaset wrote:
    PS
    ho notato che le tracce estratte in modalità paranoid si sentono una chiavica


    mooooooooooolto strano. a me accade l'esatto contrario: in modalita' paranoid (con fb2k) il rip suona piu' fluido, con meno grana soprattutto sugli alti (ovviamente parliamo di rip a parita' di errori di lettura = 0).
    non vorrei che EAC non ti avesse segnalato i settori rovinati.... si sente per caso come un vinile molto usurato? a me ha fatto questo effetto il rip in modalita' "rpping security disabled" dei cd che erano illeggibili in modalita' paranoid.
    altra possibilita' e' che il tuo lettore non permetta l'esclusione dell'interpolatore hw (cioe' il sw da il comando ma l'interpolatore e' sempre online)... e' possibile, ce ne sono alcuni di questo tipo, fatti su pressione delle major discografiche/videogiochi perche' cosi' e' molto piu' complicato (impossibile in alcuni casi) saltare la protezione.

    perche' non fai una prova con fb2k? pesa pochissimo da scaricare, e si puo' installare in modo da non modificare l'OS (si installa in ua cartella come un vecchio programma dos...)





    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

      Current date/time is Sat Dec 03, 2016 3:23 am