Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Share

    gianfranco65
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 213
    Data d'iscrizione : 2011-06-14
    Età : 51
    Località : bagno a ripoli

    Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  gianfranco65 on Mon Aug 15, 2011 11:35 am


    Salve a tutti,
    Volevo domandare quali sono le concrete differenze fra un impianto tutto in bilanciato e uno in sbilanciato, cioe' in termini di suono, perche' non ho mai avuto un impianto in bilanciato. Vorrei sapere se il suono e' migliore (e credo di si), piu' dettagliato, cristallino, corposo oppure se e' solo sfumature o questione di gusti, che non valga la pena di farsi un impianto in bilanciato. Esistono marchi migliori di altri? Le entrate/uscite bilanciate sono tutte uguali?

    Un saluto, sempre buoni ascolti e Buon Ferragosto a tutti

    Gianfranco


    _________________
    Impianto RCA
    Audio Analogue Cdp Crescendo Quadricondensato - Audio Analogue Verdi 100-Chario Constellation Delphinus
    Cavi segnale: Van den Hul D 102 MKIII - Cavi di potenza: BCD Genius - Alimentazione: BCD S20 P (Verdi)
    ----------------------------------------------------------------------------------
    Impianto XLR
    Goldenote Koala SS V-Yamaha CD s2000 - Northstar Sapphire SACD - Primare I30 - Chario Constellation Delphinus
    Cavi di segnale: Airtech Omega Strong XLR : -   :Nordost B.H. - Audioquest King Cobra -
    RCA: Ramm Audio Elite 30 - Airtech Alfa - Megaride Miles
    Potenza: Megaride Audio Coleman - Jib Germany Proton - Ramm Audio Amadeus 7 - Portento Audio
    Alimentazione: Ramm Audio Amadeus 5 (I30) + Airtech Alfa (su cdp)
    ----------------------------------------------------------------------------------
    Impianto cuffia: Goldnote HP7 + PSU 7 + Fidelio X1 + Denon AH-D600
    ----------------------------------------------------------------------------------

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  phaeton on Mon Aug 15, 2011 12:30 pm

    una Lada a 4 ruote motrici e' meglio di una BMW M3 ??
    certo con la Lada probabilmente ti muoveresti meglio sullo sterrato, ma in autostrada la BMW.....

    tutto dipende dal singolo setup e dalle singole necessita', non e' IMHO possibile generalizzare.
    ad esempio se si ha necessita' di avere cavi molto lunghi (sopra i 3m) allora xlr e' d'obbligo, con gli rca avresti grossi problemi a meno di confg molto particolari o accoppiamenti particolarmente azzeccati. idem se hai un ambiente molto "rumoroso" a livello di EMI.

    cio' detto, io avevo un setup full balanced, e devo dire che i vantaggi passando (con lo stesso setup e gli stessi cavi ma ovviamente con diversa terminazione) da rca a xlr erano soprattutto relativi ad una sensazione di maggiore dinamica e minore grana (probabilmente dovuta alla minore distorsione o minore rumore), unitamente ad una maggiore messa a fuoco dello stage (anche se alcuni potrebbero intendere questo come un difetto in realta'), ma si trattava cmq di sfumature.
    decisamente avvertibili, ma sfumature.

    ora sono passato ad un setup semi-balanced (sorgente sbilanciata - pre ibrido - finale bilanciato) e il risultato complessivo e' molto superiore. questo vuol dire che rca e' meglio? no, semplicemente sia la sorgente che il pre attuali sono di una categoria nettamente superiore, e benche' siano sbilanciati suonano mooooooolto meglio (beh, il pre non e' proprio sbilanciato, ma sorvoliamo).

    c'e' infine un altro ordine di problema: il costo. i componenti bilanciati, a parita' di prestazione (qualunque cosa voglia dire santa santa ) costano molto di piu'. il motivo e' semplice: se sono bilanciati veri i componenti all'interno sono raddoppiati e inoltre la progettazione e' alquanto piu' complessa, in particolare per il controllo di volume.
    molti componenti hanno un ingresso bilanciato ma sono circuitalmente sbilanciati. in primis gli amplificatori integrati / finali, dei quali pochissimi sono bilanciati veri fino allo stadio finale.

    dopo tutta sta pappardella (e mai parola fu piu' azzeccata... sto leggendo il forum aspettando che le donne in cucina finiscano di preparare il pranzo, tra cui le pappardelle al sugo di lepre of course.... ) il mio umilissimo consiglio e' di provare, senza nessuna preclusione.
    in molte, moltissime situazioni rca e' meglio. se la catena e' tutta bilanciata vera, sicuramente xlr e' meglio, ma io non sceglierei un componente solo per il fatto che e' bilanciato vero... un componenete si sceglie se ci piace il suono e se si pensa che si possa bene amalgamare con il resto del setup.

    tutto quanto sopra e' ovviamente e rigorosamente IMVVHO


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    Luca58
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8276
    Data d'iscrizione : 2009-07-15
    Località : Baracchina bianca

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  Luca58 on Mon Aug 15, 2011 12:43 pm

    Io ho sempre usato componenti sbilanciati ed hanno sempre funzionato bene; d'altra parte il mio piccolo valvolare funzionava solo in sbilanciato.

    Ho ascoltato diverse volte impienti bilanciati, ma quando un impianto non lo conosci bene e' difficile dire a cosa sia dovuto quello che senti.

    Finalmente ho udito un impianto tutto AA + diffusori Vienna e l'ho potuto ascoltare prima in sbilanciato e poi in bilanciato (i cavi di entrambi i tipi erano BCD): la differenza era notevole, altro che sfumarture o gusti personali: piu' fuoco e sensazione di tangibilita' del tutto, ma soprattutto piu' trasparenza.

    Questa differenza, secondo me, e' piu' o meno evidente a seconda della capacita' dell'impianto di rivelarla.



    _________________
    Keep your ears honest: Listen to live, unamplified music every week.

    nerodavola
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 561
    Data d'iscrizione : 2010-05-12
    Località : Milano

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  nerodavola on Mon Aug 15, 2011 2:32 pm

    Un confronto diretto fra un impianto full-balanced ed uno sbilanciato non ho mai avuto modo di effettuarlo e, in tutti i casi, francamente non saprei dire che rilevanza avrebbe il confronto, ove effettuato fra elettroniche diverse!

    Del resto, anche confrontare connessioni diverse (RCA e XLR) all’interno del medesimo impianto è pure poco significativo, perchè, a seconda che le elettroniche siano tutte realmente bilanciate piuttosto che sibilanciate, significa che in un caso il segnale dovrà attraversare dei circuiti aggiuntivi - in ingresso ed in uscita (bilanciatore e sbilanciatore) - che, per quanto ben implementati e lineari, certamente non...migliorano il segnale che ricevono in ingresso.
    Quindi anche questo confronto mi appare poco rilevante.

    Tutto ciò premesso, i collegamenti bilanciati sono utilizzati sostanzialmente nel PRO per migliorare la reiezione ai disturbi, ma le elettroniche PRO sono poi tutte (generalmente) Sbilanciate!
    Quanto ciò possa risultare fattivamente utile in ambito domestico non so, escluso che non si debbano utilizzare connessioni lunghe (diciamo superiori a 3 m).

    L’unica certezza è che un’architettura bilanciata migliora il rapporto S/N.
    Quanto poi ciò possa essere rilevante (e rilevabile), considerato che normalmente anche le elettroniche sbilanciate supportano rapporti S/N abbondantemente sopra i 100db, in tutta franchezza non saprei dirlo.

    Sperando di non averti confuso ulteriormente le idee...ti auguro buon ferragosto.


    _________________
    Mauro

    Sorgente: Nova NCD1 (dac 2.0)  - Finale: Norma 8.7B  - Diffusori: Vienna Acoustics Mozart Grand   //   Sorgente: AA Crescendo  - Ampli cuffia: Little Dot MK III  - Cuffia: Grado SR60i

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  iano on Mon Aug 15, 2011 2:53 pm

    Costruire un amplificatore con tecnologia bilanciata,come ad esempio Nelson Pass è una scelta progettuale come un'altra.
    Posso immaginare che il senso di tale tecnologia sia di eliminare i disturbi reciproci fra un componente e l'altro dello stesso amplificatore.
    Nel caso si usi un tale amplificatore sarebbe un non sense non usare cavi bilanciati.
    Diversamente usarli sarebbe credo un inutile vezzo,per quanto leggittimo.
    Non sono certo i vezzi che ci mancano a noi audiofili.
    Tuttavia,mi contraddico subito, devo ammettere che ho provato a costruire dei cavi bilanciati,semplificando molto la struttura che io uso per i miei autocostruiti RCA.
    Non ho fatto sufficienti prove,ma,sarà la suggestione,mi è parso di sentire un carattere diverso del cavo,come un suono più naturale e rilassato,senza che fosse in nulla bilanciato il resto dell'impianto.
    Non essendo però il resto dell'impianto bilanciato,credo che la cosa sia da attribuire all'estrema simmetria che richiede la struttura di un cavo bilanciato,ed è appunto la complessità dei miei cavi che rende difficile il rispetto di una perfetta simmetria.
    Questa simmetria riduce i disturbi intercettati dal cavo,che per quanto inudibili,però si vede che tanto inudibili non sono.Nel senso che il cervello li elabora,e forse gli assegna un valore più alto di quello che possiedono in sede di misura o di sensazione distinta del disturbo.
    Ciao,Sebastiano.


    Last edited by iano on Mon Aug 15, 2011 3:01 pm; edited 1 time in total

    nerodavola
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 561
    Data d'iscrizione : 2010-05-12
    Località : Milano

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  nerodavola on Mon Aug 15, 2011 2:55 pm

    iano wrote:Costruire un amplificatore con tecnologia bilanciata,come ad esempio Nelson Pass è una scelta progettuale come un'altra.
    Posso immaginare che il senso di tale tecnologia sia di eliminare i disturbi reciproci fra un componente e l'altro dello stesso amplificatore.
    Nel caso si usi un tale amplificatore sarebbe un non sense non usare cavi bilanciati.
    Diversamente usarli sarebbe credo un inutile vezzo,per quanto leggittimo.
    Non sono certo i vezzi che ci mancano a noi audiofili.
    Tuttavia,mi contraddico subito, devo ammettere che ho provato a costruire dei cavi bilanciati,semplificando molto la struttura che io uso per i miei autocostruiti RCA.
    Non ho fatto sufficienti prove,ma,sarà la suggestione,mi è parso di sentire un carattere diverso del cavo,come un suono più naturale e rilassato,senza che fosse in nulla bilanciato il resto dell'impianto.
    Ciao,Sebastiano.
    Magari perchè non c'è lo schermo ?


    _________________
    Mauro

    Sorgente: Nova NCD1 (dac 2.0)  - Finale: Norma 8.7B  - Diffusori: Vienna Acoustics Mozart Grand   //   Sorgente: AA Crescendo  - Ampli cuffia: Little Dot MK III  - Cuffia: Grado SR60i

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  iano on Mon Aug 15, 2011 3:08 pm

    Lo schermo fà danno all'RCA,e di certo se ne può fare a meno col XRL.
    Io non lo uso e neanche AIR e qualche dubbio inizia ad averlo anche qualche tecnico qualificato.
    Ho provato ad usare la calza schermante come polo freddo e così và un pò meglio,ma anche qui ho dovuto rinunciare alla mia struttura di cavo,nonchè alla simmetria del cavo.
    Se però uno si costruisce un semplice cavo bipolare,farlo bilanciato o usare la calza schermante come ho detto ,non sono cattive idee.Da provare.
    Ciao,Seb.

    nerodavola
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 561
    Data d'iscrizione : 2010-05-12
    Località : Milano

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  nerodavola on Mon Aug 15, 2011 3:11 pm

    Capito!

    In generale però mi riferivo al fatto che nel bilanciato il segnale è...svincolato dalla massa (ed eventualmente schermo) a differenza di ciò che avviene tradizionalmente nei cavi/circuiti sbilanciati.

    La gestione delle masse è sempre argomento critico, in particolare nei circuiti che trattano segnali di bassa intensità (sorgenti, DAC, pre); quindi chissà...

    Però qui mi fermo: il terreno è scivoloso ed io non sono un tecnico.

    Ciao!


    _________________
    Mauro

    Sorgente: Nova NCD1 (dac 2.0)  - Finale: Norma 8.7B  - Diffusori: Vienna Acoustics Mozart Grand   //   Sorgente: AA Crescendo  - Ampli cuffia: Little Dot MK III  - Cuffia: Grado SR60i

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  iano on Mon Aug 15, 2011 4:16 pm

    Figurati io che sono un praticone e filosofo un tanto al kilo.
    Grazie per la dritta allora sunny
    Comunque se mi fosse stato possibile io la soluzione bilanciata per i miei cavi l'avrei di certo approfondita,però così gli avrei bloccato la crescita.
    Ma forse sarebbe più corretto tecnicamente parlare di cavi perfettamente simmetrici.
    E anch'io mi fermo qui.
    Anche se oggi è ferragosto e nessuno ci legge e ci bastona affraid
    E anche perchè devo andare a lovorare
    Buon ferragosto a tutti
    Ciao,Seb.

    nerodavola
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 561
    Data d'iscrizione : 2010-05-12
    Località : Milano

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  nerodavola on Mon Aug 15, 2011 4:41 pm

    Che posso dirti: buon lavoro santa
    Ciao!


    _________________
    Mauro

    Sorgente: Nova NCD1 (dac 2.0)  - Finale: Norma 8.7B  - Diffusori: Vienna Acoustics Mozart Grand   //   Sorgente: AA Crescendo  - Ampli cuffia: Little Dot MK III  - Cuffia: Grado SR60i

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  phaeton on Mon Aug 15, 2011 5:53 pm

    nerodavola wrote:
    ................
    Del resto, anche confrontare connessioni diverse (RCA e XLR) all’interno del medesimo impianto è pure poco significativo, perchè, a seconda che le elettroniche siano tutte realmente bilanciate piuttosto che sibilanciate, significa che in un caso il segnale dovrà attraversare dei circuiti aggiuntivi - in ingresso ed in uscita (bilanciatore e sbilanciatore) - che, per quanto ben implementati e lineari, certamente non...migliorano il segnale che ricevono in ingresso.


    se le elettroniche sono tutte bilanciate non e' come dici tu. in questo tipo di elettroniche in generale l'uscita rca e' semplicemente un "ramo" di quella bilanciata. un po' piu' complicato il caso dell'ingresso, ma se il progettista usa i neuroni anziche' i piedi, si puo' fare abbastanza facilmente con un ingresso differenziale in cui un ramo viene messo a massa. nel mio caso specifico di allora (Marantz SA-11 - Aestethix Calypso - Pass X150.5) la situazione era proprio questa, per cui ho potuto divertirmi a fare un po' di sperimentazioni con vari cavi. alla fine xlr e' risultato superiore a rca, ma solo per sfumature. come detto udibili, ma ribadisco sfumature.

    IMHO non c'e' nulla di piu' sbagliato che ingenerare false speranze (se cambio cavo modifico radicalmente il suono del setup). per migliorare, purtroppo, non c'e' altro da fare che cambiare componenti, gli accessori (tra cui i cavi) sono per l'appunto accessori, servono alla fine quando tutto e' a posto per dare l'ultimo tocco, per tirare fuori quel 2% che ci fa passare dal 95% al 97% delle potenzialita' del setup.
    ovviamente mi riferisco a setup ottimizzati, in cui a fronte di elettroniche molto fredde e casse monitor non si stiano usando cavi in argento 3N...... se cambaindo accessorio (cavi ad esempio) si stravolge il suono del setup vuol semplicemente dire che quel setup non era minimamente a posto.....


    nerodavola wrote:
    ..........
    L’unica certezza è che un’architettura bilanciata migliora il rapporto S/N.

    no, non e' cosi'. una architettura realmente bilanciata ha notevoli vantaggi anche dal punto di vista delle distorsioni, leggiti l'articolo di Pass sulla SuperSymmetry, c'e' spiegato senza troppi "matematicismi" il tutto.

    a parita' di qualita', una architettura bilanciata e' superiore ad una sbilanciata, il problema sono i costi. se siamo in una condizione in cui la reiezione ai disturbi introdotti con cavi troppo lunghi e' trascurabile, allora sbilanciato e' meglio per il semplice motivo che a parita' di costi posso realizzare un progetto molto meglio suonante, che quindi compensa e anzi va a superare la superiorita' del bilanciato.

    il tutto come sempre IMVVHO




    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    gianfranco65
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 213
    Data d'iscrizione : 2011-06-14
    Età : 51
    Località : bagno a ripoli

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  gianfranco65 on Mon Aug 15, 2011 6:03 pm

    Salve a tutti,
    pero' dai ammettiamelo, un Ferragosto passato a parlare di bilanciate e sbilanciate su un forum audiofilo, non e' da tutti... L'argomento mi sembra interessante , peccato che io possa solo imparare da quello precedentemente scritto. Io un impianto bilanciato l'ho sentito una volta sola, tutto Goldenote, nemmeno tanto esoterico per dirla tutta, e suonava molto, molto bene. Ma sara' stato tutto bilanciato? CDP Koala SS+ integrato Signature S3+ Proac D18. Forse non del tutto, leggendo sopra mi e' venuto dei dubbi. Pero' sara' stata anche suggestione, ma suonava molto bene. Pero' nei negozi, tutto suona bene....
    E' da parecchio tempo che mi sbaluggina l'idea di un impianto in bilanciato da differire da quello in firma, pero' e' un campo (per ora) minato. Io non avrei particolari esigenze, tipo lunghezza di cavi o altro, solo la curiosita' di avere
    2 impianti con struttura portante, inteso come segnale, diversi
    Questi 3 integrati sono bilanciati veri oppure no:

    Plinius 9200 - GamuT Si100 - Audia Flight Two

    ed inoltre, come si fa capire, magari leggendo le caratteristiche tecniche di un singolo apparecchio, se sono bilanciati veri o no. Da quel che leggo mi sembra di capire che non e' riportato alcunche', anzi il piu' delle volte c'e' solo se
    dispongono di entrate/uscite XLR
    Per i CDP le uscite bilanciate sono SEMPRE vere?

    Un saluto ed un altro Buon Ferragosto, anche se sta volgendo al termine
    Gianfranco


    _________________
    Impianto RCA
    Audio Analogue Cdp Crescendo Quadricondensato - Audio Analogue Verdi 100-Chario Constellation Delphinus
    Cavi segnale: Van den Hul D 102 MKIII - Cavi di potenza: BCD Genius - Alimentazione: BCD S20 P (Verdi)
    ----------------------------------------------------------------------------------
    Impianto XLR
    Goldenote Koala SS V-Yamaha CD s2000 - Northstar Sapphire SACD - Primare I30 - Chario Constellation Delphinus
    Cavi di segnale: Airtech Omega Strong XLR : -   :Nordost B.H. - Audioquest King Cobra -
    RCA: Ramm Audio Elite 30 - Airtech Alfa - Megaride Miles
    Potenza: Megaride Audio Coleman - Jib Germany Proton - Ramm Audio Amadeus 7 - Portento Audio
    Alimentazione: Ramm Audio Amadeus 5 (I30) + Airtech Alfa (su cdp)
    ----------------------------------------------------------------------------------
    Impianto cuffia: Goldnote HP7 + PSU 7 + Fidelio X1 + Denon AH-D600
    ----------------------------------------------------------------------------------

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  phaeton on Mon Aug 15, 2011 8:08 pm

    gianfranco65 wrote:
    .............
    Questi 3 integrati sono bilanciati veri oppure no:

    Plinius 9200 - GamuT Si100 - Audia Flight Two


    non mi pare - no - no

    un (raro) esempio di integrato bilanciato vero e' il Pass (sia il 30 che il 150).


    gianfranco65 wrote:
    ed inoltre, come si fa capire, magari leggendo le caratteristiche tecniche di un singolo apparecchio, se sono bilanciati veri o no. Da quel che leggo mi sembra di capire che non e' riportato alcunche', anzi il piu' delle volte c'e' solo se dispongono di entrate/uscite XLR

    terreno MOLTO minato... purtroppo il marketing (che, beninteso, fa solo il suo mestiere, ovvero dare alla gente cio' che vuole...) ci mette molto del suo. in sostanza e' praticamente impossibile dalle sole info tecniche che in genere vengono rilasicate capire se siamo di fronte ad uno schema bilanciato. molti dichiarano bilanciato un ampli che ha gli ingressi bilanciati..... occorre verificare il circuito (lo schema se possibile, altrimenti l'interno dell'oggetto) e avere moooooolto occhio, ma ovviamente ci si puo' sbagliare.
    si puo' dire che al 99.99% un ampli con due soli finali non e' bilanciato (il rimanente 0.01% rappresenta l'eventualita' che qualche pazzo se ne esca con uno schema single-ended bilanciato...); si puo' anche dire che se nel manuale c'e' scrito di non connettere mai l'uscita - con la massa di segnale, l'ampli e' bilanciato. sono solo esmepi, beninteso, ci possono essere molti altri casi....


    gianfranco65 wrote:
    Per i CDP le uscite bilanciate sono SEMPRE vere?

    assolutamente no, anzi nella maggiornaza dei casi sono ricavate dalla rca con un buffer unitario

    ribadisco il mio consiglio: fregatene altamente dello schema, e valuta solo se il suono ti piace oppure no


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    nerodavola
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 561
    Data d'iscrizione : 2010-05-12
    Località : Milano

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  nerodavola on Mon Aug 15, 2011 9:05 pm

    phaeton wrote:
    se le elettroniche sono tutte bilanciate non e' come dici tu. in questo tipo di elettroniche in generale l'uscita rca e' semplicemente un "ramo" di quella bilanciata. un po' piu' complicato il caso dell'ingresso, ma se il progettista usa i neuroni anziche' i piedi, si puo' fare abbastanza facilmente con un ingresso differenziale in cui un ramo viene messo a massa. nel mio caso specifico di allora (Marantz SA-11 - Aestethix Calypso - Pass X150.5) la situazione era proprio questa, per cui ho potuto divertirmi a fare un po' di sperimentazioni con vari cavi. alla fine xlr e' risultato superiore a rca, ma solo per sfumature. come detto udibili, ma ribadisco sfumature.
    Interessante, anche se francamente non credevo che questa fosse pratica diffusa.

    Per fare un esempio: faccio fatica ad immaginare un pre bilanciato (quindi connesso/connettibile in bilanciato al suo finale) che sugli ingressi RCA si comporti come tu descrivi.
    Però, ripeto, non sono un tecnico.

    Invece, se domani in ufficio la situazione è tranquilla...mi leggo l’articolo di Pass.

    Ciao!


    _________________
    Mauro

    Sorgente: Nova NCD1 (dac 2.0)  - Finale: Norma 8.7B  - Diffusori: Vienna Acoustics Mozart Grand   //   Sorgente: AA Crescendo  - Ampli cuffia: Little Dot MK III  - Cuffia: Grado SR60i

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  iano on Mon Aug 15, 2011 11:41 pm

    Eccomi tornato dal lavoro. sunny
    Ho poco da aggiungere.
    Solo sottolineare che il cavo bilanciato è una esigenza inderogabile nel professionale,dove i cavi non solo vanno con lunghezze dell'ordine delle decine di metri,ma spesso si tratta di fasci di cavi che interferiscono vicendevolmente passando magari vini ad amplificatori da mille Watt.
    Per questo si accettano circuiti aggiuntivi,che di per sè non sono mai desiderabili.
    Ricordo quando,tanti anni fà si è iniziato a parlare di cavi bilanciati da usare anche nell'home.
    Esattamente come oggi Gianfranco ero preso allora dalla frenesia di provare questa novità.
    Poi ho capito che si trattava per lo più dell'ennesimo modo di spillare quattrini a un povero giovane(allora) audiofilo entusiasta.
    Parlando inceve del Pass,l'ho ascoltato una volta e ne sono rimasto deluso,anche perchè le mie aspettative erano alte.
    Certo un ascolto non basta,ma era un suono un pò impastato e sbilanciato verso i bassi.Cioè gli mancava sicuramente un'apertura in alto degna del suo costo.
    Ciao,Sebastiano.

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31483
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  Massimo on Mon Aug 15, 2011 11:48 pm

    Ciao Seb, buon ferragosto, mica hai sentito un Aleph?
    Se è così doveva essere guasto, ha un suono meravigliosamente aperto ed equilibrato, ancora oggi ricercato, nonostante siano passati abbondantemente una ventina d'anni Laughing Laughing Laughing


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  iano on Tue Aug 16, 2011 9:25 am

    No Massimo,era un full balanced,Come lo chiama Pass?Supersimmetric?
    Non ricordo i Watt.
    150 o forse 30 in classe A.
    Le casse erano autocostruite e l'ambiente accuratamente trattato.
    Però una prova è solo una prova. sunny
    Ciao Sebastiano.

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  phaeton on Tue Aug 16, 2011 10:00 am

    una curiosita': mi pare di capire che il Pass fosse una prova, l'ampli titolare cos'era?


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    gianfranco65
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 213
    Data d'iscrizione : 2011-06-14
    Età : 51
    Località : bagno a ripoli

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  gianfranco65 on Tue Aug 16, 2011 5:45 pm


    Salve a tutti,

    Phaeton, quindi mi pare di capire che gli apparecchi in commercio oggigiorno che dichiarano le uscite/entrate bilanciate, NON lo sono del tutto, tranne l'esempio che hai citato o qualche altro, a prezzi fuori dell'umano. Mi hai dato un buon consiglio riguardo al solo gusto del suono, ma ritorno alla domanda iniziale; vale la pena fare un impianto in bilanciato per l'ascolto domestico? (che poi forse bilanciato non e'). Ed inoltre: se le uscite dei CDP sono ricavate dai buffer RCA che tipo di segnale trasportano, collegandole alle entrate XLR dell'ampli? Si avra' una sorta di segnale ibrido, che magari non conoscendo la natura puo' anche piacere all'ascolto, come penso abbia sentito col sistema Goldenote che mi e' capitato di ascoltare.

    Un saluto
    Gianfranco


    _________________
    Impianto RCA
    Audio Analogue Cdp Crescendo Quadricondensato - Audio Analogue Verdi 100-Chario Constellation Delphinus
    Cavi segnale: Van den Hul D 102 MKIII - Cavi di potenza: BCD Genius - Alimentazione: BCD S20 P (Verdi)
    ----------------------------------------------------------------------------------
    Impianto XLR
    Goldenote Koala SS V-Yamaha CD s2000 - Northstar Sapphire SACD - Primare I30 - Chario Constellation Delphinus
    Cavi di segnale: Airtech Omega Strong XLR : -   :Nordost B.H. - Audioquest King Cobra -
    RCA: Ramm Audio Elite 30 - Airtech Alfa - Megaride Miles
    Potenza: Megaride Audio Coleman - Jib Germany Proton - Ramm Audio Amadeus 7 - Portento Audio
    Alimentazione: Ramm Audio Amadeus 5 (I30) + Airtech Alfa (su cdp)
    ----------------------------------------------------------------------------------
    Impianto cuffia: Goldnote HP7 + PSU 7 + Fidelio X1 + Denon AH-D600
    ----------------------------------------------------------------------------------

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  phaeton on Tue Aug 16, 2011 6:30 pm

    gianfranco65 wrote:
    Salve a tutti,

    Phaeton, quindi mi pare di capire che gli apparecchi in commercio oggigiorno che dichiarano le uscite/entrate bilanciate, NON lo sono del tutto, tranne l'esempio che hai citato o qualche altro, a prezzi fuori dell'umano.

    molti non lo sono, alcuni lo sono. esempi di cdp bilanciati veri sono ad esempio Marantz SA-7 e SA-11, Gryphon Mikado, Yamaha CD-S2000 (quest'ultimo inspiegabilmente ignorato da noi, IMHO e' una gran bella macchina, proprio una gran bella macchina, ad un prezzo ancora umano). per le amplificazioni, tutti i Pass (integrati, pre e finali) sono per filosofia full-balanced, alcune macchine Primare (qualche pre, il finale A30), e molti altri che ora non ricordo....

    il problema vero e' che gli apparecchi bilanciati costano molto di piu' dei corrispondenti sbilanciati, ma e' un po' come la classe A: alcuni pensano che per avere il massimo in ottica cost-no-object l'unica strada e' il bilanciato.

    ovviamente poi tutto e' possibile nella progettazione elettronica. posso scopiazzare un progetto di 30 anni fa (cosi' non spendo per lo sviluppo), uso compoenenti economici e al limite della tolleranza (in gergo: tirati per il collo) con il che l'affidabilita' va a fasi benedire cosi' come la durata nel tempo, uso massicciamente circuiti monolitici in modo da minimizzare i controlli e le regolazioni, et voila', ecco servito un bel pre bilanciato a 500 euro.... poi il suono pero'....


    gianfranco65 wrote:

    Mi hai dato un buon consiglio riguardo al solo gusto del suono, ma ritorno alla domanda iniziale; vale la pena fare un impianto in bilanciato per l'ascolto domestico? (che poi forse bilanciato non e'). Ed inoltre: se le uscite dei CDP sono ricavate dai buffer RCA che tipo di segnale trasportano, collegandole alle entrate XLR dell'ampli? Si avra' una sorta di segnale ibrido, che magari non conoscendo la natura puo' anche piacere all'ascolto, come penso abbia sentito col sistema Goldenote che mi e' capitato di ascoltare.

    Un saluto
    Gianfranco

    per la prima questione, io vedo il bilanciato un po' come una scelta di arrivo, ponderata nel tempo, dovuta a moltissima esperienza di ascolto. insomma non una scelta cosi' per provare oppure per iniziare un percorso audiofilo.... se poi il prezzo non e' un problema, allora la questione non si pone: un full Burmester (se non erro il buon Dieter usa schemi bilanciati), un Pass, un Gryphon, un XYZ (metti tu il nome di una elettronica High-End) e passa la paura.
    per la seconda questione, provo ad interpretare in quanto non mi e' chiarissima la domanda. se usi le rca di un cdp bilanciato a tutti gli effetti stai usando un collegamento sbilanciato. se poi accrocchi un cavo per passare da rca a xlr, stai usando l'ampli in modo sbilanciato (ed alcuni ampli non gradirebbero neppure). ergo del tutto inutile.


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    gianfranco65
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 213
    Data d'iscrizione : 2011-06-14
    Età : 51
    Località : bagno a ripoli

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  gianfranco65 on Tue Aug 16, 2011 7:09 pm


    Ciao Phaeton,

    Sei un grande e particolarmente esaustivo. Anch'io, nel mio piccolo, vedo il bilanciato come punto d'arrivo. Ma credici: i prezzi sono IL vero problema!

    Un saluto
    Gianfranco


    _________________
    Impianto RCA
    Audio Analogue Cdp Crescendo Quadricondensato - Audio Analogue Verdi 100-Chario Constellation Delphinus
    Cavi segnale: Van den Hul D 102 MKIII - Cavi di potenza: BCD Genius - Alimentazione: BCD S20 P (Verdi)
    ----------------------------------------------------------------------------------
    Impianto XLR
    Goldenote Koala SS V-Yamaha CD s2000 - Northstar Sapphire SACD - Primare I30 - Chario Constellation Delphinus
    Cavi di segnale: Airtech Omega Strong XLR : -   :Nordost B.H. - Audioquest King Cobra -
    RCA: Ramm Audio Elite 30 - Airtech Alfa - Megaride Miles
    Potenza: Megaride Audio Coleman - Jib Germany Proton - Ramm Audio Amadeus 7 - Portento Audio
    Alimentazione: Ramm Audio Amadeus 5 (I30) + Airtech Alfa (su cdp)
    ----------------------------------------------------------------------------------
    Impianto cuffia: Goldnote HP7 + PSU 7 + Fidelio X1 + Denon AH-D600
    ----------------------------------------------------------------------------------

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  iano on Wed Aug 17, 2011 12:07 am

    phaeton wrote:una curiosita': mi pare di capire che il Pass fosse una prova, l'ampli titolare cos'era?
    Non c'era un altro ampli.Mi sono espresso male.
    O meglio il confronto era fra le mie alte aspettative,data la caratura del marchio e le recensioni lette tutte positive su diverse riviste,e quello che hanno sentito le mie orecchie.
    L'amico presso il quale ho fatto l'ascolto ha molta esperienza,quindi...
    Comunque a lui piaceva,ovvio.
    Ciao,Sebastiano.

    phaeton
    Moderatore suonologo
    Moderatore suonologo

    Numero di messaggi : 5695
    Data d'iscrizione : 2010-08-27

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  phaeton on Wed Aug 17, 2011 11:57 am

    mhhh... capito....

    senza nessuna polemica, ti consiglio di ascoltare alri setup con amplificazioni Pass.
    come molto giustamente anche tu dicevi, e' solo un ascolto (magari di un setup mai ascoltato prima?), e mi da l'idea che tu abbia avuto una prima (e - se non ho capito male - unica) impressione sbagliata di questi oggetti.

    si puo' dire sicuramente che Pass non e' Spectral in quanto a velocita', non e' Burmester in quanto a "cristallinita'" (non saprei cha altro termine usare ), ma da qui a dire che il suono Pass e' brutto come lo descrivi.....

    non so , tutto puo' essere, ma mi pare DECISAMENTE strano.... io punterei l'occhio piu' sul resto della catena....
    casse autocostruite? mmmhhhh.....
    pre? sorgente?

    io ho ascoltato amplificazioni Pass in molti setup, anche di livello estremo (una coppia di XA160.5 con delle Isis) e - pur ritrovando qualche sfumatura che mi sarebbe piaciuta diversa (un minimo di velocita' in piu' non guasterebbe) - ho sempre e ribadisco sempre ascoltato un suono a livelli assolutamente eccellenti, e IMHO Pass e' tra le prime tre/quattro amplificazioni top al mondo.

    cio' detto, come sempre e' una questione di gusti, e quindi e' del tutto possibile che il suono Pass non sia per te, l'unico suggerimento che mi permetto e' di ascoltare un ampli Pass in una situazione un po' piu' controllata....


    _________________
    Knowledge is based on Experience, Everything else is just Information

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  iano on Wed Aug 17, 2011 1:38 pm

    phaeton wrote:

    si puo' dire sicuramente che Pass non e' Spectral in quanto a velocita' ..
    Qualunque cosa sia questa velocità,era quello che mi mancava in quell'ascolto.
    Credo però sia una mancanza non imputabile del tutto ad un solo componente,ma credo più una questione di sinergia.
    Quindi altri ascolti si impongono appena me ne capita l'occasione. sunny
    Ciao,Sebastiano.

    iano
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 1774
    Data d'iscrizione : 2010-02-13
    Età : 60
    Località : genova

    Re: Differenze concrete fra bilanciate e sbilanciate

    Post  iano on Wed Aug 17, 2011 1:44 pm

    phaeton wrote:

    si puo' dire sicuramente che Pass non e' Spectral in quanto a velocita' ..
    Qualunque cosa sia questa velocità,era quello che mi mancava in quell'ascolto.
    Credo però sia una mancanza non imputabile del tutto ad un solo componente,ma credo più una questione di sinergia.
    Quindi altri ascolti si impongono appena me ne capita l'occasione. sunny
    Tanto per dirne una,non credo che il mio finale Lector di per sè sia un campione di velocità,però la velocità nell'insieme dell'impianto mi soddisfa.
    Poi non venitemi a dire che la velocità nella musica non esiste,che lo sò da solo. affraid
    L'importante è capirsi e fare di limite virtù. sunny
    Ciao,Sebastiano.

      Current date/time is Sat Dec 03, 2016 4:42 pm