Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
I miei dubbi sugli Airtech
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    I miei dubbi sugli Airtech

    Share

    Ospite
    Guest

    I miei dubbi sugli Airtech

    Post  Ospite on Wed Aug 24, 2011 10:09 am

    Ma non è che state esagerando?


    i cavi sono belli, ben rifiniti... ma prima era il cryo... ora il devitalizer... cosa vi inventerete per la prossima favola?


    meno seghe e più musica, no?

    A.P.S.
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 158
    Data d'iscrizione : 2011-08-22

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  A.P.S. on Wed Aug 24, 2011 10:49 am

    Ha ragione, il cavo è un conduttore punto e basta.

    sicuramente anche un palo di ferro fa la funzione di conduzione, con estrema certezza un cavo di rame molto inquinato nel suo reticolo Le accende la lampadina del soggiorno come un cavo di estrema purezza.

    Non sono molto concorde laddove il segnale ha picchi molto dinamici e di brevissimo periodo.

    Lo si evince dal fatto che ogni materiale ha un suo coefficente di conducibilità elettrica e termica, fosse in assoluto come dice Lei questo coefficente risulterebbe essere un solo numerino insignificante.

    Il termine devitalizzazione apposto da AIRTECH è un termine punto e basta, la derivazione del termine vuol solo identificare l'assenza di vita - percui carattere - cosa che non mi sento di assumere in toto per il non raggiungimento di tale fattore in assoluto, è dimostrato che non è solo la purezza del reticolo del materiale usato che si oppone al passaggio di corrente ma concorrono altri fattori, l'apparato fa si che si operi su questi "altri" fattori.



    matte
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1386
    Data d'iscrizione : 2010-02-02
    Età : 40
    Località : Pisa

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  matte on Wed Aug 24, 2011 10:54 am

    scrondo wrote:

    ma non è che state esagerando?


    i cavi sono belli, ben rifiniti... ma prima era il cryo... ora il devitalizer... cosa vi inventerete per la prossima favola?


    meno seghe e più musica, no?

    Nessuno obbliga nessuno, se un appassionato di grande, anzi grandissima competenza e perfezionista fino al midollo sperimenta soluzioni innovative, valide e portate avanti da personale altamente tecnico non vedo che problema ci sia anche una qualunque moto da GP per un normale utente sarebbe perfetta e superlativa ma per un professionista ha sempre bisogno di mille accorgimenti per spingerla oltre se nessuno guardasse avnti non ci sarebbe il progresso sunny sunny


    _________________

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  aircooled on Wed Aug 24, 2011 11:01 am

    mha di favole fino a adesso nessuno ne ha raccontate, i cavi sono rame 7N su teflon, il trattamento cryo è di fabbrica come il successivo trattamento Omega che serve per eliminare le problematiche del cryo mantenendone le caratteristiche oltre a aumentare la conducibilità, tanto per capirsi è qualcosa di simile a quello che fa l'ENEL con le nuove linee elettriche in alluminio, quindi anche li di favole ne vedo poche, l'ultimo trattamento devitalizzante per cavi invece è nuovo di pacca ed è stato messo a punto all'INFN se vuoi dargli dei fovoleggianti fai pure, io non sono ne ing ne fisico quindi non mi tocca quello che faccio è semplicemente di attingere alla fonte e operare, per la musica caschi male come ho sempre detto e ribadito ad ogni occasione a me della musica non importa un cazzo, se voglio ascoltare musica per il piacere di farlo mi basta la classica e oramai in disuso radiolina, non ho bisogno di mega impianti se voglio semplicemente godere del messaggio musicale, e chi dice il contrario per me è solo un frustato audiofilo, a me interessano solo le prestazioni che riesco a tirare fuori dall'impianto indipendentemente dal tipo di musica che gli metto dentro, non per niente sono suonologo tornando agli AIRTECH sono solo un piccolo tassello di un mosaico molto più ampio di una ricerca che ho iniziato da tempo che riguarda molti altri componenti, componenti non apparecchi, favole? può darsi ma visto i risultati ottenuti ben vengano e le seghe poi qualcuno se le fa di sicuro

    dimenticavo di dire che io non costruisco cavi, mi limito ad assemblarli con i migliori materiali e trattamenti attualmente disponibili, quindi l'unico merito che magari potrei ascrivermi potrebbe essere quello di rifinirli bene, come dici, ma non lo faccio perche questi sono solo prototipi, gli AIRTECH definitivi si spera siano molto meglio rifiniti


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  Geronimo on Wed Aug 24, 2011 12:13 pm

    aircooled wrote:........ se voglio ascoltare musica per il piacere di farlo mi basta la classica e oramai in disuso radiolina, non ho bisogno di mega impianti se voglio semplicemente godere del messaggio musicale, e chi dice il contrario per me è solo un frustato audiofilo........

    Ma allora la pensi come me, copione

    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t3430-emozione-e-hi-fi?highlight=emozione


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    Ospite
    Guest

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  Ospite on Wed Aug 24, 2011 2:28 pm

    anonimo per scelta wrote:Ha ragione, il cavo è un conduttore punto e basta.

    sicuramente anche un palo di ferro fa la funzione di conduzione, con estrema certezza un cavo di rame molto inquinato nel suo reticolo Le accende la lampadina del soggiorno come un cavo di estrema purezza.

    Non sono molto concorde laddove il segnale ha picchi molto dinamici e di brevissimo periodo.

    Lo si evince dal fatto che ogni materiale ha un suo coefficente di conducibilità elettrica e termica, fosse in assoluto come dice Lei questo coefficente risulterebbe essere un solo numerino insignificante.

    Il termine devitalizzazione apposto da AIRTECH è un termine punto e basta, la derivazione del termine vuol solo identificare l'assenza di vita - percui carattere - cosa che non mi sento di assumere in toto per il non raggiungimento di tale fattore in assoluto, è dimostrato che non è solo la purezza del reticolo del materiale usato che si oppone al passaggio di corrente ma concorrono altri fattori, l'apparato fa si che si operi su questi "altri" fattori.




    caro "anonimo per scelta" sono belle le tue parole, piene di fervore per lanciare il nuovo trattamento che sarà presto superato dal nuovo mago di turno... parole che lasciano esterefatti se a sentirle è purtroppo uno che nell'hi-fi ci sta da molto ... troppo tempo, parole che lasciano l'amaro in bocca sempre se a sentirle è uno che ... sempre purtroppo una laurea in ingegneria l'ha presa...! affraid Perchè vedi... certe favolette sarebbe meglio non leggerle o sarebbe meglio essere ignoranti per non capire che sono favole!
    non ti/vi ho detto che i cavi sono tutti uguali, sarebbe un controsenso... visto che ne menziono marca e modello nel mio impianto, quello che dico è ben più smplice è un un richiamo alla realtà ora troppo inebriata dall'ultimo trattamento e dal cavo dell'amico!
    insomma se suonano bene, benvengano, ma spacciare per ricetta l'ultima favola che come il cryo non serve a nulla... bene ci dovrebbe essere un limite perlomeno morale!
    ricordo ancora quando in altro forum si inveiva contro il Pentagon....
    io ho sempre pensato che il cavo-elettronica fosse un gioco di impedenze e spesso di questo si tratta, ma sono aperto anche a studio su nuovi materiali... studi che poi vorrei applicati su macchine di un certo calibro .... mi sembra che in campo medico... si esalti l'isolamento più che la purezza del materiale...
    se parlo con un tecnico... capirà il mio richiamo...

    Ospite
    Guest

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  Ospite on Wed Aug 24, 2011 2:33 pm

    aircooled wrote: come ho sempre detto e ribadito ad ogni occasione a me della musica non importa un cazzo

    facile trincerarsi dietro una affermazione del genere! sunny

    a questo punto mi chiedo... e ti chiedo...
    visto che di musica ne ascolti magari pure poca e poco quindi vai ai concerti...
    ma come fai a discernere se il timbro dello strumento riprodotto dal tuo impianto si sta avvicinando a quello della realtà oppure no?
    magari stai prendendo la direzione opposta.... quindi non è più hi-fi ma my-fi!

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  aircooled on Wed Aug 24, 2011 3:51 pm

    scrondo cosi si va fuori strada e si richia di prendere un platano pieno

    allora vediamo se riesco a farmi capire, dunque trincerarmi non capisco cosa intendi, nella frase che quoti ho semplicemente detto una verita acclarata, ovvero gli audiofili o ascoltoni, o appassionati di stereo o come preferisci chiamarli sanno benissimo che la musica non è altro che un tramite per ascoltare l'impianto, poi va da se pochissimi hanno il coraggio di ammetterlo in pubblico senza remore e con assoluta schiettezza, bhe io sono uno di quei pochissimi, altro che trincerarsi per come la vedo io e buttare il petto in avanti aspettando che qualcuno abbia il coraggio di sparare ascolto poca musica è esattamente il contrario, ascolto per 365 giorni l'anno rompicoglioni permettendo solo che ascolto in maniera diversa dalla massa, cioè ascolto prevalentemente i suoni invece del messaggio artistico o dell'interpretazione di cui non può fregarmene dè meno sui concerti è vero ci vado poco e solo con amici mai da solo, pero nei paesini toscani spesso e volentieri ci sono molte interpretazioni musicali più o meno impegnate anche se io preferisco quelle leggere e magari che scaturiscono in qualche festicciola o sagra di paese, si torna sempre li, mi piaciono i suoni non il contenuto artistico

    per mia natura mai ho cercato di riprodurre la realta, questo perche semplicemente è assolutamente impossibile il solo avvicinarvisi, sia come tecnica che come supporti di ripresa, quello che ho sempre cercato è di tirare fuori tutto quello che sta nella registrazione, e possibilmente in maniera coerente con quello che il tecnico del suono ha fatto, nei primi anni di passione cercando di fare confronti tra impianti extra che io non potevo permettermi, quindi stessi dischetti riprodotti in maiera diversa, quello che più era linare e portava fuori tutto di più lo prendevo come esempio e traguardo da perseguire, poi col passare degli anni ho cominciato a bazzicare piccoli studi di registrazione e li ho imparato molte cose che ovviamente ho traslato negli ascolti arricchendo il patrimonio di esperienze fatte e immagazzinate, da qui deriva la mia ricerca verso la verosomiglianza al dischetto non certo al vero che non è riproducibile, per la myfi prendi una cantonata clamorosa, ma del resto sei giovane del forum quindi non puoi conoscere le guerre all'ultimo sangue che ho cambattuto e ancora combatto contro la myfi che reputo il cancro di questo hobby, con questo non intendo dire che tutti dobbiamo ascoltare allo stesso modo, ci mancherebbe, ribadisco solo che dietro un buon ascolto ci sta solo pura tecnica e nessuna magia, concetto all'apparenza semplice ma indigeribile per quasi il 99,9999999% degli audiofili che anche se sentono una merda cercano prima di convincersi e poi di convincere l'altro che suona da Dio e magari come dal vivo se non meglio mi fermo senno parte unaltra guerra poi qua si parlava di cavi non amenita simili


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  aircooled on Wed Aug 24, 2011 4:06 pm

    Lo si evince dal fatto che ogni materiale ha un suo coefficente di conducibilità elettrica e termica, fosse in assoluto come dice Lei questo coefficente risulterebbe essere un solo numerino insignificante.



    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Ospite
    Guest

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  Ospite on Wed Aug 24, 2011 4:16 pm

    aircooled wrote:scrondo cosi si va fuori strada e si richia di prendere un platano pieno

    allora vediamo se riesco a farmi capire, dunque trincerarmi non capisco cosa intendi, nella frase che quoti ho semplicemente detto una verita acclarata, ovvero gli audiofili o ascoltoni, o appassionati di stereo o come preferisci chiamarli sanno benissimo che la musica non è altro che un tramite per ascoltare l'impianto, poi va da se pochissimi hanno il coraggio di ammetterlo in pubblico senza remore e con assoluta schiettezza, bhe io sono uno di quei pochissimi, altro che trincerarsi per come la vedo io e buttare il petto in avanti aspettando che qualcuno abbia il coraggio di sparare ascolto poca musica è esattamente il contrario, ascolto per 365 giorni l'anno rompicoglioni permettendo solo che ascolto in maniera diversa dalla massa, cioè ascolto prevalentemente i suoni invece del messaggio artistico o dell'interpretazione di cui non può fregarmene dè meno sui concerti è vero ci vado poco e solo con amici mai da solo, pero nei paesini toscani spesso e volentieri ci sono molte interpretazioni musicali più o meno impegnate anche se io preferisco quelle leggere e magari che scaturiscono in qualche festicciola o sagra di paese, si torna sempre li, mi piaciono i suoni non il contenuto artistico

    per mia natura mai ho cercato di riprodurre la realta, questo perche semplicemente è assolutamente impossibile il solo avvicinarvisi, sia come tecnica che come supporti di ripresa, quello che ho sempre cercato è di tirare fuori tutto quello che sta nella registrazione, e possibilmente in maniera coerente con quello che il tecnico del suono ha fatto, nei primi anni di passione cercando di fare confronti tra impianti extra che io non potevo permettermi, quindi stessi dischetti riprodotti in maiera diversa, quello che più era linare e portava fuori tutto di più lo prendevo come esempio e traguardo da perseguire, poi col passare degli anni ho cominciato a bazzicare piccoli studi di registrazione e li ho imparato molte cose che ovviamente ho traslato negli ascolti arricchendo il patrimonio di esperienze fatte e immagazzinate, da qui deriva la mia ricerca verso la verosomiglianza al dischetto non certo al vero che non è riproducibile, per la myfi prendi una cantonata clamorosa, ma del resto sei giovane del forum quindi non puoi conoscere le guerre all'ultimo sangue che ho cambattuto e ancora combatto contro la myfi che reputo il cancro di questo hobby, con questo non intendo dire che tutti dobbiamo ascoltare allo stesso modo, ci mancherebbe, ribadisco solo che dietro un buon ascolto ci sta solo pura tecnica e nessuna magia, concetto all'apparenza semplice ma indigeribile per quasi il 99,9999999% degli audiofili che anche se sentono una merda cercano prima di convincersi e poi di convincere l'altro che suona da Dio e magari come dal vivo se non meglio mi fermo senno parte unaltra guerra poi qua si parlava di cavi non amenita simili

    vedi air, sarò nuovo del forum... ma ahimè vecchio del campo... anche se l'età non dimostra... fidati chiedi in giro! Neutral
    il mio richiamo è scherzoso e leggermente provocatorio ma solo per stimolare il contraddittorio che non trovo nemmeno da chi si ritiene un tecnico!
    mi sono divertito spesso con il cambio cavi nei miei impianti e devo ammettere che la differenza c'è anche se..., come dice un ottimo collega e amico oltre che produttore di elttroniche nostrane, non sono in grado di misurarla!
    Ottimi materiali, danno ottimi risultati e su questo siamo perfettamente sincroni... ma su ciò possiamo ipotizzare qualcosa, abbozzare una teoria e forse anche qualche misura/dipendenza
    i trattamenti, invece, sono particolarmente aleatori e vengono spesso utilizzati a mò di pubblicità/facciata quindi poco, davvero poco credibili.

    visto che la sezione lo prevede...
    sarebbe carino discutere su intrecci, isolamenti, sezione e esperienze in merito... per non tralasciare di connessioni!

    poi se disturbano i miei interventi... vado via

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  pluto on Wed Aug 24, 2011 4:18 pm

    aircooled wrote: sui concerti è vero ci vado poco e solo con amici mai da solo, pero nei paesini toscani spesso e volentieri ci sono molte interpretazioni musicali più o meno impegnate anche se io preferisco quelle leggere e magari che scaturiscono in qualche festicciola o sagra di paese, si torna sempre li, mi piaciono i suoni non il contenuto artistico

    Secondo me, tu vai li x farti una bella porchetta e un fiaschetto di quello buono. Della musica t'importa una fava

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  aircooled on Wed Aug 24, 2011 4:57 pm

    vedi air, sarò nuovo del forum... ma ahimè vecchio del campo... anche se l'età non dimostra... fidati chiedi in giro!
    il mio richiamo è scherzoso e leggermente provocatorio ma solo per stimolare il contraddittorio che non trovo nemmeno da chi si ritiene un tecnico!
    mi sono divertito spesso con il cambio cavi nei miei impianti e devo ammettere che la differenza c'è anche se..., come dice un ottimo collega e amico oltre che produttore di elttroniche nostrane, non sono in grado di misurarla!
    Ottimi materiali, danno ottimi risultati e su questo siamo perfettamente sincroni... ma su ciò possiamo ipotizzare qualcosa, abbozzare una teoria e forse anche qualche misura/dipendenza
    i trattamenti, invece, sono particolarmente aleatori e vengono spesso utilizzati a mò di pubblicità/facciata quindi poco, davvero poco credibili.

    visto che la sezione lo prevede...
    sarebbe carino discutere su intrecci, isolamenti, sezione e esperienze in merito... per non tralasciare di connessioni!

    poi se disturbano i miei interventi... vado via
    ma io sto partecipando al contraddittorio di che ti lamenti oltretutto non sono neppure un tecnico per le misure sui cavi io non so farle e sinceramente non ne cerco neppure, mi basta il risultato, ma attenzione a non fraintendere unaltra volta io non sono un cavaio, sono arrivato a questi cavi su consiglio di un ing, pensa che nella mia ignoranza galattica io oltre il rame OFC non conoscevo, poi come detto un ing all'interno di unaltro discorso mi disse che se volevo qualcosa in più da un qualsiasi cavo doveso andare a parare sul' OCC 7N giuro credevo che mi pigghiasse pecculo comunque visto che insisteva mi sono messo a fare una ricerca in rete e ne ho lette di tutti i colori compreso l'inculate che ti d'hanno quando compri perche ovviamente un filo è un filo mica vedi a vista come è fatto e molti lamentavano acquisti errati, cioè comprano il cavo da una parte e trovano il risultato, invogliati comprano da unaltra parte magari risparmiando e hanno buttato i soldi facendola breve prima ho scovato un produttore serio, ho chiesto a lui un referente sicuro per avere il conduttore OCC 7N VERO e a quel punto ho preso un gruppetto di amici e gli ho proposto una cooperativa di acquisto, se va bene ci facciamo tutti i cavi buoni, se va male abbiamo buttato qualche euro, bhe il cavo è arrivato, abbiamo montato dei cavi e ci siamo rimasti male da li abbiamo approfondito ampliando i conduttori e cominciando a provare anche i connettori, e i risultati ottenuti per noi sono eclatanti, poi siamo andati oltre chiedendo al produttore se ci poteva fornire il conduttore che usa lui nei suoi cavi top, che è in solito ma con un trattamento che richiede il cryo, la ricottura e un ulteriore passaggio che non mi dice per eliminare le problematiche che il cryo produce, in ultimo ho sfruttato un particolare trattamento che io ho denominato devitalizzazione, trattamento non nato per scopi audiofili, ripeto io ho solo rubbato la cosa per usarla in audio, e devo dire che anche qua i risultati sono notevoli, sono misurabili tutti questi trattamenti? io non lo so, su quelli fatti dal produttore anche se ne sento gli effetti posso anche essere incredulo, sul devitalizzatore no perche questo è stato messo a punto da un gruppo di persone laureate che avevano bisogno di tirare fuori certe specifiche da un semplice cavo industriale, e io ho carpito l'idea adattandola al mondo audio, con risultati verificabili da chiunque, come ho detto in altre discussioni chi vuole viene a trovarmi e io gli faccio il trattamento su qualsiasi cavo aggratis, poi se sente la differenza a me fa pure piacere, se non la sente niente di male, prove in cieco fatte sempre da chi ha messo a punto il trattamento dicono che 80% delle persone sottoposte al test la sentono distintamente, un 20% no, quindi se non lo sentono rientrano semplicemente in quel 20% io sono felice di far parte di quell'80% che lo sente e bene

    intrecci e isolamento e sezione

    intrecci non so nulla, io ne so fare 2 tipi e oltre non vado, isolamento a me piace il teflon e oltre non vado, sezione, li potrei dire qualcosa di più ma ho scritto troppo quindi tralascio, anche perche non potendo fare misure posso solo parlare delle differenze che sento, e comunque la sezione è ancora in sperimentazione

    sul fatto che possano disturbare i tuoi interventi...... bhe qui permettimi di risponderti un poco alterato qua siamo nel GAZEBO non sui forummacci che credo tu sia abituato a frequentare quindi fino a che si utilizzano pensieri e parole potabili nessun intervento è vietato e meno che mai viene all'allontanato chicchessia, te capi'!


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  aircooled on Wed Aug 24, 2011 4:58 pm

    pluto wrote:
    aircooled wrote: sui concerti è vero ci vado poco e solo con amici mai da solo, pero nei paesini toscani spesso e volentieri ci sono molte interpretazioni musicali più o meno impegnate anche se io preferisco quelle leggere e magari che scaturiscono in qualche festicciola o sagra di paese, si torna sempre li, mi piaciono i suoni non il contenuto artistico

    Secondo me, tu vai li x farti una bella porchetta e un fiaschetto di quello buono. Della musica t'importa una fava


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31492
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  Massimo on Wed Aug 24, 2011 5:03 pm

    Ma voi due pensate sempre a mangiare? Laughing Laughing


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  Dragon on Wed Aug 24, 2011 8:31 pm

    Io invece penso a provare i cavi! affraid affraid affraid

    A parte le battute, adesso ho sotto i nuovi AIRTECH SHOCKWAVE...sono li che stanno andando a basso volume, ho l'impianto freddo...più tardi vi dirò qualcosa...di quello che io sento; però attenzione, non ho strumenti di misura elettronici o quant'altro, per cui potrei anche avere l'illusione di sentire quel che in realtà non c'è! Ma chi se ne frega...se l'illusione uditiva provoca emozioni...viva l'illusione!!! ... ...

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  Dragon on Wed Aug 24, 2011 9:45 pm

    E' già...meno male che sono illusooooooo!!!!!!!... cheers cheers cheers cheers cheers ... affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid affraid

    Tant'unvelodìoooooo... ...un vi dìo proprio un bèr niente!... affraid affraid affraid

    Tanto chi gode sono io!!!... ... ...

    Airrrrrrrr... ...sono da:... ... sunny sunny sunny sunny sunny

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  aircooled on Wed Aug 24, 2011 11:46 pm

    di più non so fare a parte un ideuzza su un potenziamento della devitalizzazzione, ma è da vedere se è possibile e soprattutto se funziona

    comunque stasera abbiamo devitalizzato con la nuova procedura fatta sui tuoi cavi una coppia di Crescendo SW il proprietario era ovviamente miscredente patentato, bene dopo il lavoretto ........ peccato che poi abbia voluto confrontarli con gli ......


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Ospite
    Guest

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  Ospite on Thu Aug 25, 2011 9:51 am

    aircooled wrote:ma io sto partecipando al contraddittorio di che ti lamenti oltretutto non sono neppure un tecnico per le misure sui cavi io non so farle e sinceramente non ne cerco neppure, mi basta il risultato, ma attenzione a non fraintendere unaltra volta io non sono un cavaio, sono arrivato a questi cavi su consiglio di un ing, pensa che nella mia ignoranza galattica io oltre il rame OFC non conoscevo, poi come detto un ing all'interno di unaltro discorso mi disse che se volevo qualcosa in più da un qualsiasi cavo doveso andare a parare sul' OCC 7N giuro credevo che mi pigghiasse pecculo comunque visto che insisteva mi sono messo a fare una ricerca in rete e ne ho lette di tutti i colori compreso l'inculate che ti d'hanno quando compri perche ovviamente un filo è un filo mica vedi a vista come è fatto e molti lamentavano acquisti errati, cioè comprano il cavo da una parte e trovano il risultato, invogliati comprano da unaltra parte magari risparmiando e hanno buttato i soldi facendola breve prima ho scovato un produttore serio, ho chiesto a lui un referente sicuro per avere il conduttore OCC 7N VERO e a quel punto ho preso un gruppetto di amici e gli ho proposto una cooperativa di acquisto, se va bene ci facciamo tutti i cavi buoni, se va male abbiamo buttato qualche euro, bhe il cavo è arrivato, abbiamo montato dei cavi e ci siamo rimasti male da li abbiamo approfondito ampliando i conduttori e cominciando a provare anche i connettori, e i risultati ottenuti per noi sono eclatanti, poi siamo andati oltre chiedendo al produttore se ci poteva fornire il conduttore che usa lui nei suoi cavi top, che è in solito ma con un trattamento che richiede il cryo, la ricottura e un ulteriore passaggio che non mi dice per eliminare le problematiche che il cryo produce, in ultimo ho sfruttato un particolare trattamento che io ho denominato devitalizzazione, trattamento non nato per scopi audiofili, ripeto io ho solo rubbato la cosa per usarla in audio, e devo dire che anche qua i risultati sono notevoli, sono misurabili tutti questi trattamenti? io non lo so, su quelli fatti dal produttore anche se ne sento gli effetti posso anche essere incredulo, sul devitalizzatore no perche questo è stato messo a punto da un gruppo di persone laureate che avevano bisogno di tirare fuori certe specifiche da un semplice cavo industriale, e io ho carpito l'idea adattandola al mondo audio, con risultati verificabili da chiunque, come ho detto in altre discussioni chi vuole viene a trovarmi e io gli faccio il trattamento su qualsiasi cavo aggratis, poi se sente la differenza a me fa pure piacere, se non la sente niente di male, prove in cieco fatte sempre da chi ha messo a punto il trattamento dicono che 80% delle persone sottoposte al test la sentono distintamente, un 20% no, quindi se non lo sentono rientrano semplicemente in quel 20% io sono felice di far parte di quell'80% che lo sente e bene

    intrecci e isolamento e sezione

    intrecci non so nulla, io ne so fare 2 tipi e oltre non vado, isolamento a me piace il teflon e oltre non vado, sezione, li potrei dire qualcosa di più ma ho scritto troppo quindi tralascio, anche perche non potendo fare misure posso solo parlare delle differenze che sento, e comunque la sezione è ancora in sperimentazione


    Buongiorno Air e al resto della truppa...
    io chiedo sempre se i miei interventi danno fastidio poichè sono così vecchio dei forum che ne ho lette di tutti i colori e spesso non sono graditi interventi costruttivi di discussione. Neutral Neutral
    Io non voglio insegnare nulla a nessuno ma vorrei stimolare l'interlocutore a cercare di capire quello che sta facendo/dicendo magari spostandogli il punto di osservazione dei test che effettua.
    Tu mi dici di andare a tentoni... bene questo lo fanno un poco tutti i produttori di cavi. affraid
    Usi un ottimo rame che se il tuo amico ing fosse stato più preciso ti avrebbe fatto capire che dal normale OFC si differenzia solo per la purezza... un poco come accade per i diamanti! (alle volte i cavi costano come un solitario! )
    L'isolamento in teflon è ottimo e se posso, ti consiglio di provare anche il doppio isolamento misto teflon/kapton vedrai che sorprese.
    Come vedi non sostengo che piccolissimi valori, apparentemente insignificanti, non modifichino il "suono" del cavo.... come in maniera stizzita sosteneva qualcuno!
    Quello che contesto, quindi, non è l'uso di materiali... ma il sottoporre i cavi a vari trattamenti. Il cryo dal '79 ad oggi non ha portato risultati certi se non per test, mi spiego meglio, l'uso del criogenico è limitato a test dove si utilizza azzoto liquido per stressare il materiale sottoposto a test, non per trattarlo!
    Oggi in campo audio si da molta considerazione a questa ennesima "favoletta" per le più disparate applicazioni!
    Le valvole, i cavi, i cd!
    Innanzitutto bisognerebbe vedere chi di questi effettua davvero il trattamento cryo e chi invece ne paventa soltanto l'utilizzo, per il semplice motivo che è molto costoso e va fatto in un determinato modo!
    La dicitura ricotto.... cosa significa? Te lo sei mai chiesto?
    Perchè non provi, dello stesso produttore, un rame 7n normale senza cryo-trattamento?
    In campo medico (applicazioni su macchine che costano milioni!) si da molta importanza all'isolamento e alla schermatura e su questi "trattamenti" esistono studi sensati e regolati da leggi fisiche!
    All'aumentare della sezione sul medesimo cavo che risultati hai ottenuto? (sul segnale)

    Per quanto riguarda gli studi di trattamenti con sinusoidi particolari, presumo sia questo il devitalizzatore, dovresti capire e suggerire nei test, se il trattamento è soggetto a lento deterioramento.... santa Perchè spesso sulla magnetizzazione si è osservato questo.

    per ora basta ... vado ad ascoltare musica.....





    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  aircooled on Thu Aug 25, 2011 11:01 am

    mazza ma cosi mi fai stressare a leggere tutto, vediamo se mi ricordo tutte le risposte

    il rame che uso io è 7N OCC molto diverso dall'OFC o almeno cosi dicono tutti a cominciare dal detentore del prevetto del monocristallo che a differenza dell'OFC che è di 2 mm se non ricordo male questo è di 125m sempre se non ricordo male, io non vado a tentoni come tutti i cavofili, questo perche intanto io non sono un cavofilo come già ho detto è stata una casualità a farmi conoscere questo tipo di conduttore, da li mi sono fatto qualche cavo per me e qualche amico, poi visto i risultati ho inserito il tutto in un disegno più grande come ulteriore tassello da tener conto nell'adempiere al progetto finale, poi i futuri sviluppi non li so, mi limito ad aspettare conosco gli effetti di doppi isolanti e di materiali diversi il problema è che testardamente resto convinto (da sempre non da ora) che tutto quello che metti attorno al conduttore comporta cambiamenti che a me personalmente non sono graditi, se potessi eliminerei pure il teflon comunque potrei anche provare il doppio isolamento, purtroppo il produttore del cavo non lo fa e io non saprei proprio come realizzarlo, e non dirmi di mettermi li e farlo manualmente perche so pigro e non ci penso minimamente a impazzire per questo per il cryo in altri post ho chiaramente detto che non gli do importanza anche molti dicono che suoni meglio a me non sembra, poi magari ho provato roba che era solo dichiarata cryo, devo comunque dire che tra il conduttore standar e quello trattato con cryo ricottura ( non so come lo ricuocino ma spero non in padella) e il trattamento finale che gli fanno per eliminare quello che sempre chi fa il cavo dice stressamento del conduttore da cryo suona diverso da quello standar, ovvio che oltre a interpretare male l'inglese ad air non vengono poi a dire in cosa consiste il trattamento che gli fa, però ripeto all'orecchio insiste una differenza che personalmente io ed altri giudichiamo positiva, certo niente di stravolgente ma comunque positiva

    sul presumi del divitalizzatore sei totalmante fuori pista con frequenze e sinusoidi, anzi diciamo che è roba vecchia di su cui oltretutto nutro seri dubbi sul funzionamento io non sono un fisico, mi limito alla terza elementare, ma il team che ho messo su quel trattamento che ripeto non è stato pensato per scopi audiofili a differenza mia ha un pacco di laure attaccate al muro loro dicono che è permanente, qualche perplessita mi è stata esposta solo quando di mia iniziativa potenziando la macchinetta ho trattato i cavi di potenza con risultati dice qualcuno clamorosi, li potrebbe annidarsi il dubbio che negli anni il trattamento possa modificarsi, ma è solo una teoria da comprovare appunto negli anni, mi è stata anche spiegata la teoria su cui si basa questo dubbio, ma sinceramente non ci ho capito una sega nulla quindi rimando ai prossimi anni una prova a confronto tra cavi per vedere se il decadimento teorizzato avviene o no, nel caso si perdera 10 minuti per rifarlo

    spero di aver risposto a tutto altrimenti ci riprovo


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  aircooled on Thu Aug 25, 2011 11:24 am

    mi sono dimenticato della sezione

    stiamo provando in maniera approfondita, ma ancora mi manca un tassello per verificare se la mia teoria è giusta, teoria che riguarda questo tipo di conduttore perche con altri ho riscontrato cose diverse

    quello che posso dire per adesso è che tra potenza e interconnessione si verificano i 2 opposti

    nell'interconnessione aumentando la sezione insiste un certo aumento di calore sul timbro con un esponenziale amento di colore, viceverso al diminuire succede il contrario e in aggiunta aumenta la sensazione di velocita e micro dettaglio, in teoria la giusta sezione dovrebbe arrivarmi a settembre, per giusta intendo quella che su un impianto di trasparenza quasi assoluta restituisce il monimo del colore con il massimo del dettaglio e dinamica, questo significa che su altri impianti il discorso potrebbe arrivare ad essere diametrialmente l'opposto

    sulla potenza il colore aumenta invece al diminuire della sezione e non c'è guadagno ne di dinamica ne di contrasto, fino a un certo punto mi permetto di dire che è ininfluente, andando su come sezione invece si guadagna in tutto, l'ultimo esperimento che abbiamo fatto con dragon a detta sua ha dato risultati eccellenti, di più nun sò allmeno per adesso


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Ospite
    Guest

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  Ospite on Thu Aug 25, 2011 11:41 am

    ok per tutto, sarò breve...
    stesse esperienze per me con il segnale, differente per il potenza.

    rame ricotto... come vedo non sai cosa significa
    cerca sul web e capirai che è ben altro di un successivo riscaldamento in padella!
    il termine è leggerment forviante! affraid affraid affraid

    esistono cavi in vendita che hanno già la schermatura in teflone e poi successiva in kapton.

    che ne pensi della schermatura elettronica?
    per intenderci quella di Audioquest o di Synergetic Research....

    non posso che augurarti buone prove e involgiarti a dividere con noi.... il tipo di trattamento devitalizzante... se puoi naturalmente Neutral Neutral Neutral

    lupocerviero
    Puppologo

    Numero di messaggi : 6433
    Data d'iscrizione : 2011-02-22
    Età : 42
    Località : Regno delle due Sicilie

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  lupocerviero on Thu Aug 25, 2011 12:31 pm

    scrondo wrote:
    Buongiorno Air e al resto della truppa...
    io chiedo sempre se i miei interventi danno fastidio poichè sono così vecchio dei forum che ne ho lette di tutti i colori e spesso non sono graditi interventi costruttivi di discussione. Neutral Neutral
    Io non voglio insegnare nulla a nessuno ma vorrei stimolare l'interlocutore a cercare di capire quello che sta facendo/dicendo magari spostandogli il punto di osservazione dei test che effettua.


    ciao,
    non intervengo nel merito della questione tecnica, ma incentro il mio intervento su di un'altro aspetto, la forma.
    la sostanza, il contenuto, è molto importante, ma ritengo anche il modo di esprimerlo e di rapportarsi con gli altri
    sia altrettanto importante.
    diversi (non pochi) particolari dei tuoi interventi, evidenziano un tuo approccio alla discussione piuttosto prevenuto,
    come se osservassi questa discussione da una sorta di pulpito, dal quale (da audiofilo moooolto navigato) osservi e sentenzi,
    senza fermarti un'attimo a riflettere sul modo più cortese x esprimere i duoi dubbi e le tue perplessità,
    tra l'altro giuste ed assolutamente lecite.
    ...non ti sfiora nemmeno il dubbio, che il "pirla" (scusa air Laughing ) col quale discuti possa saperne un pelino più di te?
    ...che possa aver provato e minuziosamete sperimentato qualcosina in più?
    ...e che, magari da persona più navigata, lasci correre certi particolari (che ad un permaloso come me non sfuggono) e
    discuta con tutti di tutto, con calma, garbo e modestia?

    o forse è che qui siamo abituati a discutere con altri toni, chiacchere da barre,
    non siamo molto avvezzi a quelli da forum audiofili affraid affraid affraid

    naaaaaaa, forse sono solo troppo formale io

    A.P.S.
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 158
    Data d'iscrizione : 2011-08-22

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  A.P.S. on Thu Aug 25, 2011 2:37 pm

    Lei sicuramente ha maggiori info del sottoscritto che leggendo il termine "schermatura elettronica" è gia andato in panico!

    Se non mette un riferimento ad una particolare schematura elettronica, così come termine, potrebbe essere la normalissima calza.

    Mi spieghi meglio, credo si riferisca ad un sistema particolare.


    per arrivare ad essere in accordo con l'International Annealed Copper Standard, di norma il rame è sempre ricotto o sbaglio?

    Se un parametro è di default perchè annoverarlo come cosa importante, incuriosito ho telefonato al rivenditore di materiali elettrici e gli ho chiesto se ha del rame non ricotto, mi ha detto, vuoi una puntazza? che sarebbe il palo della terra.

    Ospite
    Guest

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  Ospite on Thu Aug 25, 2011 2:46 pm

    [quote="lupocerviero"][quote="scrondo"]
    Buongiorno Air e al resto della truppa...
    io chiedo sempre se i miei interventi danno fastidio poichè [u]sono così vecchio dei forum[/u] che ne ho lette di tutti i colori e spesso non sono graditi interventi costruttivi di discussione. Neutral Neutral
    Io [u]non[/u] [u]voglio insegnare nulla a nessuno[/u] [u]ma vorrei stimolare l'interlocutore a cercare di capire [/u]quello che sta facendo/dicendo magari spostandogli il punto di osservazione dei test che effettua.

    [/quote]

    ciao,
    non intervengo nel merito della questione tecnica, ma incentro il mio intervento su di un'altro aspetto, la forma.
    la sostanza, il contenuto, è molto importante, ma ritengo anche il modo di esprimerlo e di rapportarsi con gli altri
    sia altrettanto importante.
    diversi (non pochi) particolari dei tuoi interventi, evidenziano un tuo approccio alla discussione piuttosto prevenuto,
    come se osservassi questa discussione da una sorta di pulpito, dal quale (da audiofilo moooolto navigato) osservi e sentenzi,
    senza fermarti un'attimo a riflettere sul modo più cortese x esprimere i duoi dubbi e le tue perplessità,
    tra l'altro giuste ed assolutamente lecite.
    ...non ti sfiora nemmeno il dubbio, che il "pirla" (scusa air Laughing ) col quale discuti possa saperne un pelino più di te?
    ...che possa aver provato e minuziosamete sperimentato qualcosina in più?
    ...e che, magari da persona più navigata, lasci correre certi particolari (che ad un permaloso come me non sfuggono) e
    discuta con tutti di tutto, con calma, garbo e modestia?

    o forse è che qui siamo abituati a discutere con altri toni, chiacchere da barre,
    non siamo molto avvezzi a quelli da forum audiofili affraid affraid affraid

    naaaaaaa, forse sono solo troppo formale io [/quote]

    vedi lupo, mi sembra di aver detto subito che se do fastidio vado via...
    proprio perchè spesso l'atteggiamento di chi subisce una domanda precisa che ha un minimo di contraddittorio si capovolge da spensierato ad agguerrito difensore delle proprie idee.
    io non voglio insegnare nulla a nessuno ma purtroppo molte cose le so perchè ho navigato troppo e vorrei condividerle non facendo il professore ma dando un contributo!
    se accetti il contributo bene altrimenti.... che senso ha descrivere sul forum la propria esperienza?

    Scusa se mi permetto ma da quando intervengo mi sembra che di chiacchere da bar se ne siano fatte meno e ci si è concentrati un poco di più su scelte tecniche e presunti trattamenti per comprendere meglio ciò che si era fino a quì descritto!

    di prevenuto c'è solo il fatto che non conoscendovi... come vi conoscete voi... non sono pronto a toni meno formali come piacciono a te! Rolling Eyes

    magari prova darmi una possibilità, poi se vuoi ci confrontiamo in PVT e cerchiamo di fare luce su alcuni tasselli che mancano.

    A.P.S.
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 158
    Data d'iscrizione : 2011-08-22

    Re: I miei dubbi sugli Airtech

    Post  A.P.S. on Thu Aug 25, 2011 2:53 pm

    non mi sento di darle torto, alla rilettura di tutto quanto sono io che sono fuori luogo, lei approccia come è giusto un appassionato che ha provato con mano fa per esperienza pratica ed è apprezzato.

    ritenga inutile rispondere al quesito che le ho posto, ho trovato delle informazioni in merito, grazie per aver slleticato questa curiosità.

      Current date/time is Fri Dec 09, 2016 6:46 am