Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Il Superfluo e la qualità necessaria - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Il Superfluo e la qualità necessaria

    Share

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  ema49 on Sun Sep 11, 2011 6:19 pm

    pluto wrote:Interessante posizione

    Ce l'ha con gli audiofili e con i forum e quindi giustamente si costruisce un autoforum da cui esternare agli audiofili (non è che il pubblico sia un altro) e ovviamente contro gli audiofili stessi.

    Sono un attimino confuso ed in minoranza qua, ma non importa

    Direi che il Conte ha ragione quando dice che vuole ergersi un pochetto da antiguru. Togli pure il pochetto....


    Conosco bene il Nardi. Direi che, giuste o sbagliate siano le sue argomentazioni che ripeto personalmente condivido, un dato di fatto è incontrovertibile: la sua coerenza nel propugnarle da sempre. Mi meraviglia il fatto che gli permettano di riportarle in una rivista quale FdS.

    Riporto ancora un passo.

    "Se si abbandonano per un attimo gli aspetti ludici, feticistici o dogmatici e si ragiona sulla funzione essenziale, cioè sulla qualità realmente necessaria (e non sulla perfezione teorica che non solo è inutile ma confligge (....) il massimo pratico di godibilità (....) e soprattutto con la capacità di far seguire un brano senza dirottare l'attenzione su dettagli irrilevanti era tecnicamente già acquisito alla metà degli anni '70 Dal punto di vista della godibilità complessiva (....) probabilmente (un impianto) di oggi fa "più cose" ma in sostanza irrilevanti alla musica.

    Non ti sembra di leggere un mio lungo post di molti mesi fa?

    D'accordissimo sulla osservazione del Conte a proposito della musica acustica.

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  ema49 on Sun Sep 11, 2011 6:24 pm


    Aggiungo che, ovviamente, il punto di vista di Sentenza e di coloro che la pensano come lui è assolutamente legittimo, comprensibile e soprattutto sincero.


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  pluto on Sun Sep 11, 2011 6:39 pm

    Si Ema, su questo concordo.

    ma leggendo la sua dichiarazione postata da Carloc, beh li ho sorriso un pò francamente.

    Gli audiofili sono senz'altro una razza dannata e quanto più eterogenea. A partire dagli esempi che avete citato, x arrivare a coloro che hanno 5 dischi ed un impianto da 200,000 euro.

    Ciononostante non mi sento di condannare in toto la categoria (che sicuramente non è esente da colpe per carità) e a cui apparteniamo tutti. Poi possiamo farci chiamare amanti della musica etc etc però gli apparecchi hifi piacciono un pò a tutti noi (confessiamolo pls).

    Faccio un es banale: non mi sento di condannare uno che si compra una fiammante Ferrari se egli è un vero appassionato, se la tratta come una bimba, se ci va a correre in circuito etc. Lo condanno se ci fa lo sborone a Montecarlo e la usa x raccattare della figa.
    Analogamente non mi sento di dare addosso a coloro che spendono 10,000 euro x Stax + ampli se questa è la loro vera passione. O coloro che impazziscono x i giradischi (io)

    Se questi oggetti diventano solo uno status symbol iconico allora si.

    E poi diciamola tutta: se non ci fosse anche un minimo di piacere tattile, non staremmo qua a scrivere sui forum etc, non ci sarebbe la fiera la prossima settimana, non ci sarebbero i negozi hifi.
    Magari ci sarebbe qualche forum di musica e basta

    Voi che dite??

    PS x Ema: non ti permettere più di sparire dal forum x 2 mesi e ripresentarti con questo mal di testa sunny sunny

    Ciao
    Gian

    Ospite
    Guest

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  Ospite on Sun Sep 11, 2011 6:46 pm

    EMA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Collezioni le brochure del nostro amico di FdS vero????????

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  ema49 on Sun Sep 11, 2011 7:04 pm

    pavel wrote:EMA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Collezioni le brochure del nostro amico di FdS vero????????


    Ciao, Pavellone.. sunny
    Col nostro amico professore ci siamo sentiti a lungo qualche sera fa per parlare di tutto tranne che hifi. Devo, assolutamente devo, ricambiare la sua visita a Ragusa. Vedrò di trovare il modo.


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  petrus on Sun Sep 11, 2011 7:33 pm

    ema49 wrote:

    ............. la capacità di far seguire un brano senza dirottare l'attenzione su dettagli irrilevanti


    Secondo me è prima di tutto l'ascoltatore che differenzia l'ascolto "intenzionalmente" su dettagli irrilevanti, complici alcune registrazioni e comunque per le ragioni di cui sopra.
    L'impianto può essere poco lineare, sbilanciato sulle alte o sulle basse frequenze, ma il dettaglio può essere tanto sulle une quanto sulle altre, quindi non capisco l'impianto iperdettagliato di suo perchè, come e soprattutto rispetto a cosa ?
    insomma secondo me sono le registrazioni le principali colpevoli e create a proposito per soddisfare il gusto audiofilo, poi tra questi chi vuole gli alti sparati ascolta le registrazioni dei tre topini ciechi o sordi dipende sunny con l'impianto estremizzato su queste frequenze e viceversa chi preferisce i rimbombi in direzione opposta.
    Boh .......
    Un impianto che sappia rendere il microdettaglio ai massimi livelli farà benissimo alla musica, così come rendendo la macro dinamica farà benissimo all'emozione.
    Insomma c'è hi-end ed hi-end e soprattutto ci sono impianti che suonano da schifo, ma possono costare molto e poco se suona male suona male. (punto) quanto è costato conta solo per chi ha pagato sunny


    Lorenzo


    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  Fausto on Sun Sep 11, 2011 8:24 pm

    pluto wrote:Si Ema, su questo concordo.

    ma leggendo la sua dichiarazione postata da Carloc, beh li ho sorriso un pò francamente.

    Gli audiofili sono senz'altro una razza dannata e quanto più eterogenea. A partire dagli esempi che avete citato, x arrivare a coloro che hanno 5 dischi ed un impianto da 200,000 euro.

    Ciononostante non mi sento di condannare in toto la categoria (che sicuramente non è esente da colpe per carità) e a cui apparteniamo tutti. Poi possiamo farci chiamare amanti della musica etc etc però gli apparecchi hifi piacciono un pò a tutti noi (confessiamolo pls).

    Faccio un es banale: non mi sento di condannare uno che si compra una fiammante Ferrari se egli è un vero appassionato, se la tratta come una bimba, se ci va a correre in circuito etc. Lo condanno se ci fa lo sborone a Montecarlo e la usa x raccattare della figa.
    Analogamente non mi sento di dare addosso a coloro che spendono 10,000 euro x Stax + ampli se questa è la loro vera passione. O coloro che impazziscono x i giradischi (io)

    Se questi oggetti diventano solo uno status symbol iconico allora si.

    E poi diciamola tutta: se non ci fosse anche un minimo di piacere tattile, non staremmo qua a scrivere sui forum etc, non ci sarebbe la fiera la prossima settimana, non ci sarebbero i negozi hifi.
    Magari ci sarebbe qualche forum di musica e basta

    Voi che dite??

    PS x Ema: non ti permettere più di sparire dal forum x 2 mesi e ripresentarti con questo mal di testa sunny sunny

    Ciao
    Gian

    Cosa dire?
    Concordo in toto!
    L'HI-FI piace.
    Piace ascoltare ma piace anche "avere"....
    sunny sunny sunny

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  ema49 on Sun Sep 11, 2011 8:28 pm

    Fausto wrote:
    Piace ascoltare ma piace anche "avere"....
    sunny sunny sunny

    Mi sembra una buona verità..


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    Fausto
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 5904
    Data d'iscrizione : 2010-10-09
    Età : 51
    Località : LAND OF HOPE AND DREAMS

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  Fausto on Sun Sep 11, 2011 8:38 pm

    ema49 wrote:
    Fausto wrote:
    Piace ascoltare ma piace anche "avere"....
    sunny sunny sunny

    Mi sembra una buona verità..

    Tutto sommato anche bella!
    sunny sunny sunny

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8717
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  Edmond on Sun Sep 11, 2011 11:04 pm

    Scusate il piccolo OT, che non vuole esserlo del tutto.......... Qualcuno conosce i prezzi degli apparecchi di Nardi? Scusate se faccio un po' la figura del bastardo, ma uno dei miei aforismi ispiratori e che "Tutti sono capaci a fare i finocchi con i culi degli altri".............

    Condivido anche il Pluto pensiero, in linea generale............ Tranne che per la questione di Montecarlo!!!!!!!!!! affraid affraid affraid affraid affraid affraid


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  aircooled on Mon Sep 12, 2011 12:03 am

    ema49 wrote:
    Elcaset wrote:Ciao Ema , puoi riassumere quanto affermato da Nardi?
    Ti riporto un passo:
    "L'audiozia vuole dire suoni fotografici, iperdefiniti, dove si pretende di "localizzare" le sorgenti sonore che non solo non ha riscontro nell'ascolto di musica reale....ma tende a darle un carattere pedante e ragioneristico che la svuota di ogni espressività. Dagli impianti d'audiozia si pretende una noiosissima riproduzioen didascalica che finisce per rendere insopportabili i dischi normali; non è un caso che il costante stato di ansia e insoddisfazione in cui di solito versa l'audiota tipico, che si consola buttandosi sul più patetico feticismo e continua con frenesia a cambiare apparecchi ma non riesce a sentire un disco dall'inizio alla fine.
    In altre parole in "hiend" il superfluo -cioè i parametri dell'audiozia- va a prevalere sull'essenziale -cioè la buona riproduzione"
    Ti ricorderai che le medesime considerazioni sono state da me fatte un po' di tempo fa

    Se vuoi, ti riporto altri passi significativi..
    senza offesa per te che non c'entri nulla anche se come dici ti ci riconosci in qualche modo o passaggio

    QUELLO CHE HAI RIPORTATO E' DA PERFETTO MANUALE DELL'IDIOTA, già mescolare la ricerca di riproduzione fedele con la smania di cambiamento di elettroniche la dice lunga sull'imbecillita del pensiero, mi piacerebbe poi saper quante volte quel perfetto idiota si è trovato ad ascoltare nelle prime file e magari in posizione centrale in una buona sala, ma forse se ci è stato aveva le cuffiette all'orecchio, oppurato questo quello che sentiamo nei nostri impianti non è quello che ascoltiamo in sala visto che non siamo microfoni e neppure siamo manipolati dall'ing del suono, se quell'idiota avesse mai ascoltato un impianto degno di questo appellativo forse capirebbe qualcosa di riproduzione e di ripresa audio, il resto delle stupidaggini che dice mi rifiuto di commentarle, poi qualcuno si offende se certa carta straccia la definisco di provincia, ha perfettamente ragione è solo roba da bagno, sperando che sia morbida almeno, e quanto meno biodegradabile come chi ci scrive sopra


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  aircooled on Mon Sep 12, 2011 12:12 am

    Io credo che dipenda dall'ascoltatore non tanto dall'impianto, ovvero dal fatto che c'è una bella differenza tra "sentire" i suoni ed "ascoltare" la musica.
    Troppe volte ed alcuni esempi riportati lo dimostrano, gli audiofili vogliono "sentire" il suono degli strumenti e questo esclude la possibilità di "ascoltare" musica, con tutto ciò che questo comporta in termini di comprensione del messaggio musicale.
    Alcune registrazioni rivolte al mondo "audiophile" poi sono, non a caso, iper analitiche iper dettagliate e fortemente manipolate in fase di mastering proprio per questo motivo.

    Lorenzo
    perfetto se l'intento è di ascoltare musica ovvero il lato artistico emozionale non si deve cercare un impianto HIFI basta un semplice riproduttore senza nessuna pretesa audiofila, i grandi ascoltoni nonche grandi ammassatori di dischi argentei o neri hanno impianti che si fa fatica a giudicare tali anche da un semplice neofita


    Condivido da sempre questo concetto, anche se mi sembra che il buon Nardi voglia ergersi un pochetto ad anti-guru, o, se vogliamo, a guru di nuova generazione, mirando a bastonare ciò che per decenni è stato, da moltissimi, esaltato............

    Il concetto di musicalità del riprodotto, poi, lo trovo consono alla sola musica acustica, visto che, anche dal vivo, la musica amplificata è già clamorosamente equalizzata...........

    non vuole ergersi quello si considera il padre dei GURO, poerello quanta pena instilla


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  aircooled on Mon Sep 12, 2011 12:15 am

    pluto wrote:Interessante posizione

    Ce l'ha con gli audiofili e con i forum e quindi giustamente si costruisce un autoforum da cui esternare agli audiofili (non è che il pubblico sia un altro) e ovviamente contro gli audiofili stessi.

    Sono un attimino confuso ed in minoranza qua, ma non importa

    Direi che il Conte ha ragione quando dice che vuole ergersi un pochetto da antiguru. Togli pure il pochetto....

    la migliore cosa da fare con i guro è isolarli il prima possibile, con il padre supremo si dovrebbe adottare un potente insetticida


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  aircooled on Mon Sep 12, 2011 12:20 am

    pluto wrote:Si Ema, su questo concordo.

    ma leggendo la sua dichiarazione postata da Carloc, beh li ho sorriso un pò francamente.

    Gli audiofili sono senz'altro una razza dannata e quanto più eterogenea. A partire dagli esempi che avete citato, x arrivare a coloro che hanno 5 dischi ed un impianto da 200,000 euro.

    Ciononostante non mi sento di condannare in toto la categoria (che sicuramente non è esente da colpe per carità) e a cui apparteniamo tutti. Poi possiamo farci chiamare amanti della musica etc etc però gli apparecchi hifi piacciono un pò a tutti noi (confessiamolo pls).

    Faccio un es banale: non mi sento di condannare uno che si compra una fiammante Ferrari se egli è un vero appassionato, se la tratta come una bimba, se ci va a correre in circuito etc. Lo condanno se ci fa lo sborone a Montecarlo e la usa x raccattare della figa.
    Analogamente non mi sento di dare addosso a coloro che spendono 10,000 euro x Stax + ampli se questa è la loro vera passione. O coloro che impazziscono x i giradischi (io)

    Se questi oggetti diventano solo uno status symbol iconico allora si.

    E poi diciamola tutta: se non ci fosse anche un minimo di piacere tattile, non staremmo qua a scrivere sui forum etc, non ci sarebbe la fiera la prossima settimana, non ci sarebbero i negozi hifi.
    Magari ci sarebbe qualche forum di musica e basta

    Voi che dite??

    PS x Ema: non ti permettere più di sparire dal forum x 2 mesi e ripresentarti con questo mal di testa

    Ciao
    Gian
    non usate il preservativo perche è peccato, chia sa chi sono i più fanatici dell'oggetto in questione? e non ditemi che li scambiano per palloncini colorati da farci giocare i bimbi a catechismo


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  aircooled on Mon Sep 12, 2011 12:22 am

    petrus wrote:
    ema49 wrote:

    ............. la capacità di far seguire un brano senza dirottare l'attenzione su dettagli irrilevanti


    Secondo me è prima di tutto l'ascoltatore che differenzia l'ascolto "intenzionalmente" su dettagli irrilevanti, complici alcune registrazioni e comunque per le ragioni di cui sopra.
    L'impianto può essere poco lineare, sbilanciato sulle alte o sulle basse frequenze, ma il dettaglio può essere tanto sulle une quanto sulle altre, quindi non capisco l'impianto iperdettagliato di suo perchè, come e soprattutto rispetto a cosa ?
    insomma secondo me sono le registrazioni le principali colpevoli e create a proposito per soddisfare il gusto audiofilo, poi tra questi chi vuole gli alti sparati ascolta le registrazioni dei tre topini ciechi o sordi dipende con l'impianto estremizzato su queste frequenze e viceversa chi preferisce i rimbombi in direzione opposta.
    Boh .......
    Un impianto che sappia rendere il microdettaglio ai massimi livelli farà benissimo alla musica, così come rendendo la macro dinamica farà benissimo all'emozione.
    Insomma c'è hi-end ed hi-end e soprattutto ci sono impianti che suonano da schifo, ma possono costare molto e poco se suona male suona male. (punto) quanto è costato conta solo per chi ha pagato


    Lorenzo

    diamo a Cesare quello che è di Cesare


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  aircooled on Mon Sep 12, 2011 12:24 am

    Edmond wrote:Scusate il piccolo OT, che non vuole esserlo del tutto.......... Qualcuno conosce i prezzi degli apparecchi di Nardi? Scusate se faccio un po' la figura del bastardo, ma uno dei miei aforismi ispiratori e che "Tutti sono capaci a fare i finocchi con i culi degli altri".............

    Condivido anche il Pluto pensiero, in linea generale............ Tranne che per la questione di Montecarlo!!!!!!!!!!
    chi ha scritto quelle fregnacce produce apparecchi??????????????????no perche se cosi fosse............... l'unico consiglio è di riprendere a frequentare la scuola radio elettra, magari stavolta capisce qualcosa su come realizzare certe cose .............


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  aircooled on Mon Sep 12, 2011 12:26 am

    adesso torno ad ascoltare i frighi che sanno cosa e come riprodurre, altro che pernacchie attufate


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    carloc
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 12010
    Data d'iscrizione : 2011-07-27
    Località : Busto Arsizio - Sabaudia (Scooterista)

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  carloc on Mon Sep 12, 2011 7:04 am

    Edmond wrote:Scusate il piccolo OT, che non vuole esserlo del tutto.......... Qualcuno conosce i prezzi degli apparecchi di Nardi? Scusate se faccio un po' la figura del bastardo, ma uno dei miei aforismi ispiratori e che "Tutti sono capaci a fare i finocchi con i culi degli altri".............

    Condivido anche il Pluto pensiero, in linea generale............ Tranne che per la questione di Montecarlo!!!!!!!!!! affraid affraid affraid affraid affraid affraid


    Non ci sono i prezzi, lui fornisce gli schemi e tu li costruisci...al limite puoi chiamarlo per sapere se può costruirtelo...;)


    Almeno questo ho capito leggendo nel suo sito.

    Carlo


    _________________
    Rem tene verba sequentur

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  pluto on Mon Sep 12, 2011 7:58 am

    Edmond wrote:
    Condivido anche il Pluto pensiero, in linea generale............ Tranne che per la questione di Montecarlo!!!!!!!!!! affraid affraid affraid affraid affraid affraid

    In effetti, ripensandoci, se ci imprestassero un Ferrarino x un week end, al momento non riesco a pensare ad un migliore utilizzo.... (mogli permettendo)

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  ema49 on Mon Sep 12, 2011 9:46 am

    aircooled wrote:
    ema49 wrote:
    Elcaset wrote:Ciao Ema , puoi riassumere quanto affermato da Nardi?
    Ti riporto un passo:
    "L'audiozia vuole dire suoni fotografici, iperdefiniti, dove si pretende di "localizzare" le sorgenti sonore che non solo non ha riscontro nell'ascolto di musica reale....ma tende a darle un carattere pedante e ragioneristico che la svuota di ogni espressività. Dagli impianti d'audiozia si pretende una noiosissima riproduzioen didascalica che finisce per rendere insopportabili i dischi normali; non è un caso che il costante stato di ansia e insoddisfazione in cui di solito versa l'audiota tipico, che si consola buttandosi sul più patetico feticismo e continua con frenesia a cambiare apparecchi ma non riesce a sentire un disco dall'inizio alla fine.
    In altre parole in "hiend" il superfluo -cioè i parametri dell'audiozia- va a prevalere sull'essenziale -cioè la buona riproduzione"
    Ti ricorderai che le medesime considerazioni sono state da me fatte un po' di tempo fa

    Se vuoi, ti riporto altri passi significativi..
    senza offesa per te che non c'entri nulla anche se come dici ti ci riconosci in qualche modo o passaggio

    QUELLO CHE HAI RIPORTATO E' DA PERFETTO MANUALE DELL'IDIOTA, già mescolare la ricerca di riproduzione fedele con la smania di cambiamento di elettroniche la dice lunga sull'imbecillita del pensiero, mi piacerebbe poi saper quante volte quel perfetto idiota si è trovato ad ascoltare nelle prime file e magari in posizione centrale in una buona sala, ma forse se ci è stato aveva le cuffiette all'orecchio, oppurato questo quello che sentiamo nei nostri impianti non è quello che ascoltiamo in sala visto che non siamo microfoni e neppure siamo manipolati dall'ing del suono, se quell'idiota avesse mai ascoltato un impianto degno di questo appellativo forse capirebbe qualcosa di riproduzione e di ripresa audio, il resto delle stupidaggini che dice mi rifiuto di commentarle, poi qualcuno si offende se certa carta straccia la definisco di provincia, ha perfettamente ragione è solo roba da bagno, sperando che sia morbida almeno, e quanto meno biodegradabile come chi ci scrive sopra


    Sentè, non so quante volte il Nardi sia stato ai concerti dal vivo. So quante volte ci sono stato io. Quello che ti ho evidenziato a grosse lettere è perfettamente vero, a parere mio e di moltissimi altri abituali frequentatori di sale da musica. Peraltro il Nardi esprime un concetto già da me sviscerato qualche tempo fa (ti ricorderai, si parlava di focalizzazione, iperdettaglio e soundstage).
    Pertanto mi ritengo autorizzato a far parte degli estensori del manuale dell'idiota, assieme al Nardi. Non mi offendo mica; oltre a Nerodavola credo che anche ppp, qualche tempo fa, esprimesse concetti simili. Che ci vuoi fare, si dicono tante cazzate: dai anche a noi la possibilità di esprimerci.

    Fuori luogo mi sembra l'attacco a Nardi, anche perché assente dalla discussione: comee giustamente osservava Neerodavola (guarda caso, anche lui assiduo frequentatore di concerti dal vivo), non si sta discutendo della persona ma di alcuni concetti non banali sui quali una discussione si può fare, senza farsi gonfiare le vene del collo, dette anche giugulari.


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    Ospite
    Guest

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  Ospite on Mon Sep 12, 2011 9:48 am

    ema49 wrote:
    pavel wrote:EMA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Collezioni le brochure del nostro amico di FdS vero????????


    Ciao, Pavellone.. sunny
    Col nostro amico professore ci siamo sentiti a lungo qualche sera fa per parlare di tutto tranne che hifi. Devo, assolutamente devo, ricambiare la sua visita a Ragusa. Vedrò di trovare il modo.

    Se vai a Cura di Vetralla....fammi un fischio che vengo pure io.
    Se invece vieni a Roma, fammi un fischio che vengo pure io.

    Ospite
    Guest

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  Ospite on Mon Sep 12, 2011 9:51 am

    Edmond wrote:Condivido da sempre questo concetto, anche se mi sembra che il buon Nardi voglia ergersi un pochetto ad anti-guru, o, se vogliamo, a guru di nuova generazione, mirando a bastonare ciò che per decenni è stato, da moltissimi, esaltato............

    Il concetto di musicalità del riprodotto, poi, lo trovo consono alla sola musica acustica, visto che, anche dal vivo, la musica amplificata è già clamorosamente equalizzata...........

    Come non quotarti...........

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  petrus on Mon Sep 12, 2011 10:39 am

    ema49 wrote:

    Sentè, non so quante volte il Nardi sia stato ai concerti dal vivo. So quante volte ci sono stato io. Quello che ti ho evidenziato a grosse lettere è perfettamente vero, a parere mio e di moltissimi altri abituali frequentatori di sale da musica. Peraltro il Nardi esprime un concetto già da me sviscerato qualche tempo fa (ti ricorderai, si parlava di focalizzazione, iperdettaglio e soundstage).
    Pertanto mi ritengo autorizzato a far parte degli estensori del manuale dell'idiota, assieme al Nardi. Non mi offendo mica; oltre a Nerodavola credo che anche ppp, qualche tempo fa, esprimesse concetti simili. Che ci vuoi fare, si dicono tante cazzate: dai anche a noi la possibilità di esprimerci.

    Fuori luogo mi sembra l'attacco a Nardi, anche perché assente dalla discussione: comee giustamente osservava Neerodavola (guarda caso, anche lui assiduo frequentatore di concerti dal vivo), non si sta discutendo della persona ma di alcuni concetti non banali sui quali una discussione si può fare, senza farsi gonfiare le vene del collo, dette anche giugulari.

    Al di là di tutto resta da chiarire come farebbe un impianto a modificare una registrazione, evidentemente rendendola iperdettagliata se si tratta di un impianto Hi-end per così dire, e "musicale" se si tratta di impianti ............ come ? alla Nardi ? La stessa registrazione ovviamente.
    Se l'impianto fosse ben progettato, iper costoso o no, renderebbe la registrazione per quello che è, magari iperdettagliata come dicevamo tipico delle registrazioni "audiophile" ma quello è e da un impianto al top questo ci si aspetta.
    Insomma dare la colpa all'Hi-end è vecchia storia e di colpe ne ha tante sia chiaro, ma ricordiamoci che un impianto è quasi sempre rappresentazione del gusto di chi lo ascolta e se ciò è vero la colpa di certi suoni di chi è ? dell'impianto o di chi lo progetta ed assembla ?

    Lorenzo


    matte
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 1386
    Data d'iscrizione : 2010-02-02
    Età : 40
    Località : Pisa

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  matte on Mon Sep 12, 2011 10:39 am

    Riporto un mio pensiero in merito sunny , rispettando Nardi e i suoi oggetti ma ritengo che quanto dichiara sia pura utopia Neutral Neutral non tanto per il fatto che l'evento reale non è riproducibile per ovvie limitazioni fisico-logistine, ma semplicemente perchè quello che noi riproduciamo non è l'evento reale ma bensì l'interpretazione di chi ha affettuato la registrazione; quindi penso che un impianto il più perfetto possibile debba limitarsi a estrarre quante più informazioni possibili dal supporto e nel modo più neutro che si possa ottenere , in questo modo possiamo godere di quello che ci hanno voluto far sentire in quell'incisione


    _________________

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  aircooled on Mon Sep 12, 2011 11:45 am

    Sentè, non so quante volte il Nardi sia stato ai concerti dal vivo. So quante volte ci sono stato io. Quello che ti ho evidenziato a grosse lettere è perfettamente vero, a parere mio e di moltissimi altri abituali frequentatori di sale da musica. Peraltro il Nardi esprime un concetto già da me sviscerato qualche tempo fa (ti ricorderai, si parlava di focalizzazione, iperdettaglio e soundstage).
    Pertanto mi ritengo autorizzato a far parte degli estensori del manuale dell'idiota, assieme al Nardi. Non mi offendo mica; oltre a Nerodavola credo che anche ppp, qualche tempo fa, esprimesse concetti simili. Che ci vuoi fare, si dicono tante cazzate: dai anche a noi la possibilità di esprimerci.

    Fuori luogo mi sembra l'attacco a Nardi, anche perché assente dalla discussione: comee giustamente osservava Neerodavola (guarda caso, anche lui assiduo frequentatore di concerti dal vivo), non si sta discutendo della persona ma di alcuni concetti non banali sui quali una discussione si può fare, senza farsi gonfiare le vene del collo, dette anche giugulari.

    libero di scegliere il pensiero che uno vuole, non è un problema mio, non attacco nessuno, se mi sento dare dell'idiofilo rispondo dando dell'idiota, non serve nascondersi dietro la foglia, se non sei in grado di assemblare un impianto decente non è detto che nessun altro lo sia, devi solo cambiare hobby è tanto semplice

    ps

    anche io sono assente rivista


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Ospite
    Guest

    Re: Il Superfluo e la qualità necessaria

    Post  Ospite on Mon Sep 12, 2011 3:02 pm

    aircooled wrote:
    Sentè, non so quante volte il Nardi sia stato ai concerti dal vivo. So quante volte ci sono stato io. Quello che ti ho evidenziato a grosse lettere è perfettamente vero, a parere mio e di moltissimi altri abituali frequentatori di sale da musica. Peraltro il Nardi esprime un concetto già da me sviscerato qualche tempo fa (ti ricorderai, si parlava di focalizzazione, iperdettaglio e soundstage).
    Pertanto mi ritengo autorizzato a far parte degli estensori del manuale dell'idiota, assieme al Nardi. Non mi offendo mica; oltre a Nerodavola credo che anche ppp, qualche tempo fa, esprimesse concetti simili. Che ci vuoi fare, si dicono tante cazzate: dai anche a noi la possibilità di esprimerci.

    Fuori luogo mi sembra l'attacco a Nardi, anche perché assente dalla discussione: comee giustamente osservava Neerodavola (guarda caso, anche lui assiduo frequentatore di concerti dal vivo), non si sta discutendo della persona ma di alcuni concetti non banali sui quali una discussione si può fare, senza farsi gonfiare le vene del collo, dette anche giugulari.

    libero di scegliere il pensiero che uno vuole, non è un problema mio, non attacco nessuno, se mi sento dare dell'idiofilo rispondo dando dell'idiota, non serve nascondersi dietro la foglia, se non sei in grado di assemblare un impianto decente non è detto che nessun altro lo sia, devi solo cambiare hobby è tanto semplice

    ps

    anche io sono assente rivista


    .......L'importante è che la foglia sia grande.....

      Current date/time is Sat Dec 10, 2016 2:11 am