Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Ma di cosa stiamo cercando?!
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Ma di cosa stiamo cercando?!

    Share

    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10871
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  Banano on Wed Jul 22, 2009 1:08 pm

    ...Rifletto, penso, valuto....ma non mi torna!

    Ieri sera ero ad un concerto, la musica era bella, il volume alto, l'effetto scenico...vabbè Laughing
    ...ma cosa ascoltavo?!...cosa stavo ascoltando? i suoni degli strumenti? oppure i suoni RIPRODOTTI degli strumenti?
    Ma come vengono Riprodotti i suoni?...in che maniera, con che criterio, ma soprattutto con che veridicità posso io ascoltare un concerto?....
    Credo che non ci sia un reale riscontro con la reale coerenza degli strumenti durante la performance dal vivo (se non in pochissimi casi), parlo soprattutto di musica pop/rock/dance/progressive/ecc...ovvero tutto ciò che necessita di amplificazione...

    Ma allora cosa stò cercando nell'ascolto del mio impianto?!...che?!?!..il reale suono della chitarra?!...ma quanti di noi possono con estrema certezza distinguere il suono di una LesPaul da una Diavoletto?!...praticamente nessuno se non la si vede!!!
    ...noi cerchiamo il piacere estremo e l'impatto emotivo con la musica, ovvero quello che ci trasmette più emozioni.

    ...e l'emozione non ha valori definiti, se non alcuni parametri che aiutano a dare un'idea...


    Con questo vorrei stimolare a parlare di ciò che stiamo ascoltando e di quanto amiamo le emozioni generate dalla musica e da come viene generata.... santa

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  aircooled on Wed Jul 22, 2009 1:42 pm

    unciò capio un cazz Razz
    comunque quando sento un impianto con le palle mi emoziono, poi se è colpa della musica o del mio cervello che sublima non so dirlo sunny


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  matley on Wed Jul 22, 2009 2:36 pm

    Io non faccio paragoni con la musica dal vivo...
    tanto quella...scordiamocela..
    l'emozione invece...fa parte della (nostra-loro) abilità nel fondere al meglio tutti i componenti a disposizione...

    chi + bravo....
    chi + buoni....

    comunque vada speriamo ci piaccia.... :-)


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    piroGallo
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 6715
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Località : tra Monferrato e Langa

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  piroGallo on Wed Jul 22, 2009 2:58 pm

    Banano wrote:...Rifletto, penso, valuto....ma non mi torna!

    Ieri sera ero ad un concerto, la musica era bella, il volume alto, l'effetto scenico...vabbè Laughing
    ...ma cosa ascoltavo?!...cosa stavo ascoltando? i suoni degli strumenti? oppure i suoni RIPRODOTTI degli strumenti?
    Ma come vengono Riprodotti i suoni?...in che maniera, con che criterio, ma soprattutto con che veridicità posso io ascoltare un concerto?....
    Credo che non ci sia un reale riscontro con la reale coerenza degli strumenti durante la performance dal vivo (se non in pochissimi casi), parlo soprattutto di musica pop/rock/dance/progressive/ecc...ovvero tutto ciò che necessita di amplificazione...

    Ma allora cosa stò cercando nell'ascolto del mio impianto?!...che?!?!..il reale suono della chitarra?!...ma quanti di noi possono con estrema certezza distinguere il suono di una LesPaul da una Diavoletto?!...praticamente nessuno se non la si vede!!!
    ...noi cerchiamo il piacere estremo e l'impatto emotivo con la musica, ovvero quello che ci trasmette più emozioni.

    ...e l'emozione non ha valori definiti, se non alcuni parametri che aiutano a dare un'idea...


    Con questo vorrei stimolare a parlare di ciò che stiamo ascoltando e di quanto amiamo le emozioni generate dalla musica e da come viene generata.... santa
    Cercare la fedeltà con la musica dal vivo è, imho, um errore. Quale concerto? Quale sala? Quale strumento?
    E cercare la fedeltà con la musica incisa è, d'altra parte impossibile: non sappiamo cosa hanno fatto in fase di mastering. Rimane una sola via: cercare il suono che più ci piace, la myfy.
    G.

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  matley on Wed Jul 22, 2009 3:04 pm

    piroGallo wrote:
    Banano wrote:...Rifletto, penso, valuto....ma non mi torna!

    Ieri sera ero ad un concerto, la musica era bella, il volume alto, l'effetto scenico...vabbè Laughing
    ...ma cosa ascoltavo?!...cosa stavo ascoltando? i suoni degli strumenti? oppure i suoni RIPRODOTTI degli strumenti?
    Ma come vengono Riprodotti i suoni?...in che maniera, con che criterio, ma soprattutto con che veridicità posso io ascoltare un concerto?....
    Credo che non ci sia un reale riscontro con la reale coerenza degli strumenti durante la performance dal vivo (se non in pochissimi casi), parlo soprattutto di musica pop/rock/dance/progressive/ecc...ovvero tutto ciò che necessita di amplificazione...

    Ma allora cosa stò cercando nell'ascolto del mio impianto?!...che?!?!..il reale suono della chitarra?!...ma quanti di noi possono con estrema certezza distinguere il suono di una LesPaul da una Diavoletto?!...praticamente nessuno se non la si vede!!!
    ...noi cerchiamo il piacere estremo e l'impatto emotivo con la musica, ovvero quello che ci trasmette più emozioni.

    ...e l'emozione non ha valori definiti, se non alcuni parametri che aiutano a dare un'idea...


    Con questo vorrei stimolare a parlare di ciò che stiamo ascoltando e di quanto amiamo le emozioni generate dalla musica e da come viene generata.... santa
    Cercare la fedeltà con la musica dal vivo è, imho, um errore. Quale concerto? Quale sala? Quale strumento?
    E cercare la fedeltà con la musica incisa è, d'altra parte impossibile: non sappiamo cosa hanno fatto in fase di mastering. Rimane una sola via: cercare il suono che più ci piace, la myfy.
    G.

    grande Piro.... cheers


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  aircooled on Wed Jul 22, 2009 3:36 pm

    all'interno del variegato mondo della myfy poi ci sta comunque quela bona e qualla sbagliata Laughing Laughing Laughing


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  matley on Wed Jul 22, 2009 3:40 pm

    aircooled wrote:all'interno del variegato mondo della myfy poi ci sta comunque quela bona e qualla sbagliata Laughing Laughing Laughing

    ognuno prenda la sua...


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  aircooled on Wed Jul 22, 2009 3:43 pm

    allora io voglio un pezzo della tua... anzi 2 sunny


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  Pazzoperilpianoforte on Wed Jul 22, 2009 3:57 pm

    Banano wrote:...Rifletto, penso, valuto....ma non mi torna!

    Ieri sera ero ad un concerto, la musica era bella, il volume alto, l'effetto scenico...vabbè Laughing
    ...ma cosa ascoltavo?!...cosa stavo ascoltando? i suoni degli strumenti? oppure i suoni RIPRODOTTI degli strumenti?
    Ma come vengono Riprodotti i suoni?...in che maniera, con che criterio, ma soprattutto con che veridicità posso io ascoltare un concerto?....
    Credo che non ci sia un reale riscontro con la reale coerenza degli strumenti durante la performance dal vivo (se non in pochissimi casi), parlo soprattutto di musica pop/rock/dance/progressive/ecc...ovvero tutto ciò che necessita di amplificazione...

    Ma allora cosa stò cercando nell'ascolto del mio impianto?!...che?!?!..il reale suono della chitarra?!...ma quanti di noi possono con estrema certezza distinguere il suono di una LesPaul da una Diavoletto?!...praticamente nessuno se non la si vede!!!
    ...noi cerchiamo il piacere estremo e l'impatto emotivo con la musica, ovvero quello che ci trasmette più emozioni.

    ...e l'emozione non ha valori definiti, se non alcuni parametri che aiutano a dare un'idea...


    Con questo vorrei stimolare a parlare di ciò che stiamo ascoltando e di quanto amiamo le emozioni generate dalla musica e da come viene generata.... santa

    Secondo me nel caso della musica contemporanea amplificata non si può parlare di fedeltà all'originale. Semmai si può parlare di analogia emozionale nell'ascolto dell'impianto rispetto all'ascolto dal vivo. Nel senso che sarà migliore quell'impianto che mi garantirà un coinvolgimento emotivo più alto rispetto ad un altro, nella riproduzione della mia musica preferita.

    Ma come fare a dire qual'è il suono di una chitarra elettrica dal vivo? In quale concerto? Con quale tecnico audio? Con quali amplificatori? Con quali diffusori? Chiaramente non si può parlare in termini di fedeltà ad un originale che non si conosce, o che non esiste, però...

    Certo, noi parliamo di My-Fi... ma sono convinto che tutti saremmo univocamente convinti di quale sia un impianto che possa avere buona capacità di coinvolgimento con i generi moderni: grandissima dinamica, grande estensione agli estremi gamma audio, bassa distorsione, grande velocità di risposta... nella my-fy quindi resta la sola variante del timbro (più brillante, più caldo, bassi più in evidenza) ed anche qui potremmo forse concordamente arrivare un punto oltre cui il suono potremmo riconoscerlo di valore ma soggettivo, cioè distante da ciò che comunemente si ascolta nei concerti.... In sostanza, paer carità, ognuno ascolti come vuole... ma siamo sicuri che poi quando parliamo di my-fi stiamo parlando di un'alta fedeltà senza regole se non la soggettività? Secondo me, sostanzialmente, ci stiamo illudendo....

    Ciao


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    Il delfino di Air
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 3640
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  Il delfino di Air on Wed Jul 22, 2009 4:06 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    Secondo me nel caso della musica contemporanea amplificata non si può parlare di fedeltà all'originale. Semmai si può parlare di analogia emozionale nell'ascolto dell'impianto rispetto all'ascolto dal vivo. Nel senso che sarà migliore quell'impianto che mi garantirà un coinvolgimento emotivo più alto rispetto ad un altro, nella riproduzione della mia musica preferita.

    Ma come fare a dire qual'è il suono di una chitarra elettrica dal vivo? In quale concerto? Con quale tecnico audio? Con quali amplificatori? Con quali diffusori? Chiaramente non si può parlare in termini di fedeltà ad un originale che non si conosce, o che non esiste, però...

    Certo, noi parliamo di My-Fi... ma sono convinto che tutti saremmo univocamente convinti di quale sia un impianto che possa avere buona capacità di coinvolgimento con i generi moderni: grandissima dinamica, grande estensione agli estremi gamma audio, bassa distorsione, grande velocità di risposta... nella my-fy quindi resta la sola variante del timbro (più brillante, più caldo, bassi più in evidenza) ed anche qui potremmo forse concordamente arrivare un punto oltre cui il suono potremmo riconoscerlo di valore ma soggettivo, cioè distante da ciò che comunemente si ascolta nei concerti.... In sostanza, paer carità, ognuno ascolti come vuole... ma siamo sicuri che poi quando parliamo di my-fi stiamo parlando di un'alta fedeltà senza regole se non la soggettività? Secondo me, sostanzialmente, ci stiamo illudendo....

    Ciao

    quotone! cheers


    _________________
    Audio Analogue Crescendo CD
    Audio Analogue Crescendo Ampli
    Cabasse MT31 Tobago

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  matley on Wed Jul 22, 2009 4:59 pm

    Banano wrote:...
    Ma allora cosa stò cercando nell'ascolto del mio impianto?!...


    LA NATURALEZZA: e stasera ti spigo perchè...(secondo me)... :-)


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10871
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  Banano on Wed Jul 22, 2009 8:34 pm

    Bravi ragazzi, volevo arrivare alla MyFi...l'ascolto del nostro impiantino...dopo vi dico...

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  aircooled on Wed Jul 22, 2009 8:45 pm

    dunque, una volta oppurato che ogni audiofilo al mondo ha un suo nido tagliato su misura... è naturale che si parli solo, sempre, e comunque di MyFi visto che anche se tutti avessimo lo stesso impianto suonerebe diverso a seconda del nido


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    matley
    IL "pulcioso"
    IL

    Numero di messaggi : 17268
    Data d'iscrizione : 2008-12-21
    Età : 56
    Località : Colle Val D'Elsa

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  matley on Thu Jul 23, 2009 12:55 am

    matley wrote:
    Banano wrote:...
    Ma allora cosa stò cercando nell'ascolto del mio impianto?!...


    LA NATURALEZZA: e stasera ti spiego perchè...(secondo me)... :-)


    Eccomi caro Banano....come promesso!! Embarassed


    Caro banano cosa cerchi nel tuo impianto?
    semplice la NATURALEZZA:
    La naturalezza è tutto nella riproduzione dei suoni. Allontanarsene significherebbe rinunciare ai fondamenti, alla storia dell'Hi Fi, al concetto stesso dell'alta fedeltà che per definizione si sostanzia in una riproduzione il più possibile somigliante all'evento reale. La naturalezza è un principio semplicissimo di per se, ma di difficilissima applicazione nella realtà dei fatti. Per quanto riguarda le nostre catene spesso la neutralità viene scambiata per povertà, mancanza di spettacolarità.

    Si sente dire spesso tra audiofili: questo impianto non ha bassi; ma come sono davvero i bassi dal vivo? In quale posizione? In quale ambiente? Poi magari mettiamo sù la giusta incisione ed i bassi li sentiamo davvero, così come dovevano essere.Talvolta mi metto a riflettere chiedendomi se l'audiofilo di oggi vuole la naturalezza o l'esasperazione del dettaglio, la sottolineatura dei bassi o degli acuti, della scena allargata oltre misura e di tante altre cose. Il desiderio di rivaleggiare con gli altri audiofili o per i marchi produrre il prodotto più eclatante possibile ha portato secondo me alla distorsione del concetto di corretta riproduzione del suono, tutto viene ipertrofizzato e si perde di vista proprio la naturalezza intesa come equilibrio supremo, "PROPORZIONE". Sono stanco di ascoltare chitarre che sembrano grandi come contrabassi.

    riflettete IO vado a lommire...
    a domaniiiiii.............


    _________________
     
     
    Non seguire una strada...."CREALA!



    "ma se i Cavi non ce-l'hai 'ndo vai..." ?



    Spoiler:
    https://i68.servimg.com/u/f68/13/38/17/01/pre_cj11.jpg

    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10871
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  Banano on Thu Jul 23, 2009 8:21 am

    aircooled wrote:dunque, una volta oppurato che ogni audiofilo al mondo ha un suo nido tagliato su misura... è naturale che si parli solo, sempre, e comunque di MyFi visto che anche se tutti avessimo lo stesso impianto suonerebe diverso a seconda del nido

    Certo Air!...ma non è una questione di nidi, bensì d'orecchio, o meglio di cuore!

    ...va da sè che la bontà di un impianto è palese, amo sentire la tridimensionalità e la dislocazione degli strumenti, anche se sò che spesso è fittizia...amo lo squillare delle voci e delle trombe, come il bombardare della grancassa e dei tom..senza parlare di quanto il tiptap sulle corde del basso!
    ...insomma AMO sentire "bene"

    Ma allora cos'è la mia, è MyFi o no?...

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  Pazzoperilpianoforte on Thu Jul 23, 2009 9:24 am

    Potremmo dire che nel concetto del "sentire bene" che detengono gli audiofili ci sono degli elementi comuni e degli elementi soggettivi? Che gli elementi soggettivi riguardano prevalentemente il timbro? Che questo è il motivo per cui sul mercato esiste una infinità di prodotti, comunque corretti dal punto di vista delle misure strumentali?

    Matley parla di naturalezza... io parlerei anche di verosimiglianza (che non significa identità del riprodotto rispetto al vero ma capacità di rievocazione del vero da parte del riprodotto).

    Quindi direi che fatta ferma la naturalezza e la verosimiglianza dell'impianto, ognuno di noi cerca una concretizzazione di suono che risponde al suo ideale sonoro, quindi ognuno di noi cerca una concretizzazione soggettiva di valori universalmente riconosciuti tali dagli audiofili.

    Tutto questo non significa che una macchina Hi-Fi non abbia più bisogno di una qualità tecnica riscontrabile e misurabile, giacché se le registrazioni vengono effettuate per naturalezza e verosimiglianza, conservare tale naturalezza e verosimiglianza delle registrazioni vuol dire che l'apparecchio ha un comportamento lineare. Semmai tra tante linearità possibili (che vedere risposta in frequenza piatta e bassa distorsione non vuol dire suono simile - !! -) ognuno sceglie quella più affine alla propria sensibilità musicale, al proprio mondo sonoro ideale.

    A me la ricerca dell'audiofilo sembra una bella fusione tra universale ed individuale, in fondo...


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10871
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  Banano on Thu Jul 23, 2009 9:44 am

    matley wrote:
    matley wrote:
    Banano wrote:...
    Ma allora cosa stò cercando nell'ascolto del mio impianto?!...


    LA NATURALEZZA: e stasera ti spiego perchè...(secondo me)... :-)


    Eccomi caro Banano....come promesso!! Embarassed


    Caro banano cosa cerchi nel tuo impianto?
    semplice la NATURALEZZA:
    La naturalezza è tutto nella riproduzione dei suoni. Allontanarsene significherebbe rinunciare ai fondamenti, alla storia dell'Hi Fi, al concetto stesso dell'alta fedeltà che per definizione si sostanzia in una riproduzione il più possibile somigliante all'evento reale. La naturalezza è un principio semplicissimo di per se, ma di difficilissima applicazione nella realtà dei fatti. Per quanto riguarda le nostre catene spesso la neutralità viene scambiata per povertà, mancanza di spettacolarità.

    Si sente dire spesso tra audiofili: questo impianto non ha bassi; ma come sono davvero i bassi dal vivo? In quale posizione? In quale ambiente? Poi magari mettiamo sù la giusta incisione ed i bassi li sentiamo davvero, così come dovevano essere.Talvolta mi metto a riflettere chiedendomi se l'audiofilo di oggi vuole la naturalezza o l'esasperazione del dettaglio, la sottolineatura dei bassi o degli acuti, della scena allargata oltre misura e di tante altre cose. Il desiderio di rivaleggiare con gli altri audiofili o per i marchi produrre il prodotto più eclatante possibile ha portato secondo me alla distorsione del concetto di corretta riproduzione del suono, tutto viene ipertrofizzato e si perde di vista proprio la naturalezza intesa come equilibrio supremo, "PROPORZIONE". Sono stanco di ascoltare chitarre che sembrano grandi come contrabassi.

    riflettete IO vado a lommire...
    a domaniiiiii.............

    eccomi qui, letto tutto d'un fiato....e sinceramente non posso che confermare quello che esprimi, si è vero, NATURALEZZA giustissimo....per l'emozione viene data dalla coerenza, è giusto, è ovvio che l'esaspeazione tende a distorcere la realtà.

    Il problema d il mio indispettimento deriva dalla troopo facile mediocrità che attornia la musica al giorno d'oggi, trtecnici del suono che non hanno il dono dell'udito, oppure quei tecnici "improvvisati" che arrivano ai concerti e gli vien molto più facile starsene vicino alla consolle con un abirra in mano e magari a provarci con una ragazza piuttosto che andarsene su e giu per le zone dell'arrea da coprire ad ascoltare le minchiate che vengono fuori dall'acustica del luogo...ragazzi, ne ho sentite di tutti i colori...veramente!
    Alla fine di tutto, amo molto ma molto di più starmene a casa ad avere un'ottima riproduzione (se la registrazione è fatta bene) a casetta mia con il mio buon impiantino e godo, e mi emoziono e MI VIENE LA PELLE D'OCA e i brividi che corrono su e giu per la schiena...Oggi non so più se quello che voglio è la ricerca della similitudine con l'originale, non sò ma posso affermare che la naturalezza, i suoni che a volte mi capita d'ascoltare dagli strumenti VERI sono i parametri che mi porto dentro, .
    l'armonia e l'alchimia di tutti questi oggetti che suonano e la bellezza della musica in se mi rende euforico...è questo che ricerco.....
    Per l'esasperazione delle frequenze... beh...lascio ai miei coetanei il TUNCH TUNCH dei subwoofer Laughing Laughing Laughing

    Ti Quoto alla grande sul blasone e sull'inutile sfida all'arroganza di alcuni audiofili....

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3717
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  petrus on Thu Jul 23, 2009 12:00 pm

    PREMESSA:
    scusatemi sono incasinatissimo con il lavoro e sono sempre meno presente

    Vorrei lanciare una piccola provocazione per affermare un concetto, quello di "VERO"

    i bagni del mio ufficio distano circa una cinquantina di metri in linea d'aria da una saletta prova dove dopo le 19.00 dei ragazzi si riuniscono per suonare, bene quando sento quella musica arrivare anche a quella distanza e attraverso le finestre aperte (altro che sweet spot ) non mi è possibile e penso non lo sarebbe per nessuno non percepirla come "VERA" cioè, mai nessun impianto potrebbe farmela percepire come vera al punto di non permettermi di riconoscere l'originale dal riprodotto.

    Io penso che sia questo il riferimento, l'alta fedeltà intesa come riproduzione il più possibile reale di un evento perchè, conosciuto o no, in un teatro o in uno stadio, il suono "VERO" ha una sua ben precisa connotazione che chiunque è in grado di riconoscere, my-fi o hi-fi my-end o hi-end parliamo di quello che vogliamo però ritengo che il senso di tutto potrebbe stare qui; che ne dite ?

    Lorenzo

    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10871
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  Banano on Sun Jul 26, 2009 11:45 am

    ...mah Petrus, mi piace il concetto del VERO, ma non son convito al 100%...secondo me non è sufficiente

    Il suono che arriva dai ragazzi, alle tue orecchie è vero, ed bello per la genuinità, ti faccio un esempio, mi è capitato d'ascoltare un gruppo che si era inciso un Demo, prima li ho ascoltati in CD e poi sono stato ad un loro concertino...beh...tutt'altra cosa, il suono "Vero", vedendoli suonare ed ascoltandoli lo stesso suono era migliorato, alla grande! Stavano suonando senza amplificare la batteria, con la chitarra e basso amplificati esclusivamente con il loro ampli...solamente la voce avevana un canale...Beh, questo mi dava una soddisfazione enorme!...certo direte voi, chissà con che diamine avranno fatto quel DEMO.....
    Qui mi fermo e lascio a te Petrus ed a tutti gli altri pensare, se quel suono che viene "filtrato" nei diversi stadi (masterizzazione in studio o settaggio in un concerto) sia quello che stiamo cercando.....


    _________________
    Il mio Impianto
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t14-l-impianto-di-bananetto?highlight=bananetto

    [i]In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  Geronimo on Sun Jul 26, 2009 12:16 pm

    Io da un impianto "hi-fi" cerco la capacità di riprodurre la musica non amplificata e la musica amplificata al meglio possibile in relazione al budget stanziato.
    In riferimento alla prima pretendo verosimiglianza e naturalezza, per la seconda esigo spettacolarizzazione.
    Se ascolto una voce accompagnata da uno strumento acustico voglio che si stagli focalizzata al centro dei diffusori, in maniera verosimile a quanto potrei ascoltare dal vivo.
    Se ascolto musica elettronica desidero avvolgenza a 360 gradi e spettacolarizzazione estrema.
    Per me un grande impianto è quello che possiede questa capacità di differenziare l'ascolto.


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3717
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  petrus on Wed Jul 29, 2009 8:36 am

    Banano wrote:...mah Petrus, mi piace il concetto del VERO, ma non son convito al 100%...secondo me non è sufficiente

    Il suono che arriva dai ragazzi, alle tue orecchie è vero, ed bello per la genuinità, ti faccio un esempio, mi è capitato d'ascoltare un gruppo che si era inciso un Demo, prima li ho ascoltati in CD e poi sono stato ad un loro concertino...beh...tutt'altra cosa, il suono "Vero", vedendoli suonare ed ascoltandoli lo stesso suono era migliorato, alla grande! Stavano suonando senza amplificare la batteria, con la chitarra e basso amplificati esclusivamente con il loro ampli...solamente la voce avevana un canale...Beh, questo mi dava una soddisfazione enorme!...certo direte voi, chissà con che diamine avranno fatto quel DEMO.....
    Qui mi fermo e lascio a te Petrus ed a tutti gli altri pensare, se quel suono che viene "filtrato" nei diversi stadi (masterizzazione in studio o settaggio in un concerto) sia quello che stiamo cercando.....

    certamente non è tutto, il concetto di "vero" potrebbe essere la chiave di lettura dell'hi-fi ........forse
    nel senso che la verosimiglianza prescinde sotto certi punti di vista da tutto ciò che non potremo mai conoscere, ambiente di ripresa, strumenti utilizzati, ecc. ecc. dovrebbe semmai essere il super impianto a permetterci di ricostruire la realtà, o più semplicemente il tipo di ripresa e la tecnica utilizzata, mentre spesso spessissimo le incisioni sembrano tutte uguali, parlando sempre di medio buone incisioni.
    Prendi un altro esempio di un suonatore di sax nella metropolitana quello sarà il peggior ambiente e la timbrica sarà fortemente alterata dai riverberi e dai rimbombi, però, però il suono è vero è veramente schifoso Laughing Laughing tu invece conosci incisioni così veramente schifose Laughing Laughing

    Lorenzo

    aircooled
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 32292
    Data d'iscrizione : 2008-12-20
    Località : AIRTECHLANDIA

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  aircooled on Wed Jul 29, 2009 1:34 pm

    petrus dopo anni di concordamenti finalmente posso provare l'ebrezza dello scondardamento
    non mica d'accordo sul fatto che faccia schifo il suono del sassofonista strafatto
    personalmente quando girottolo tra i vicoletti lucchesi e trovo qualche personaggio "libero" che stramazza qualche strumento.... godo come un turco sulla turca a sentirlo e provo pure invidia per il suo coraggio nel non considerare il mondo che lo circonda
    mazza, essi che il dottore me lo dice sempre che non devo lavorare che mi fa male
    eccià ragiooooooooooo Laughing Laughing Laughing


    _________________

     
    il meglio va solo con il meglio e non è un caso

    la calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi
     

    non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza - ricorda chi sa fa chi non sa insegna
     
    Showroom AIRTECH via XX Settembre 12 San Giuliano Terme PI cell 3393521936 fisso 050818821 dalle 16.00 alle 19.00 dal martedi al sabato
    mail bertini63@virgilio.it

    Geronimo
    Self-Awareness
    Self-Awareness

    Numero di messaggi : 16086
    Data d'iscrizione : 2009-03-09

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  Geronimo on Wed Jul 29, 2009 1:42 pm

    Sulla metro romana quasi sempre ci sono dei rompic...ehm degli artisti da strada che suonano di tutto santa
    Una volta però entrò un violinista da paura........


    _________________
    "Se cerchi il rilassamento mentale prova la meditazione sul respiro"(CLICCA QUI)

    "Sono il ponte fra quello che non sono mai stato e quello che non sarò mai"

    "Il mio impianto AUDIO ANALOGUE-AIRTECH-ADVENT"(CLICCA QUI)

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3717
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  petrus on Sun Aug 02, 2009 10:48 am

    aircooled wrote:petrus dopo anni di concordamenti finalmente posso provare l'ebrezza dello scondardamento
    non mica d'accordo sul fatto che faccia schifo il suono del sassofonista strafatto
    personalmente quando girottolo tra i vicoletti lucchesi e trovo qualche personaggio "libero" che stramazza qualche strumento.... godo come un turco sulla turca a sentirlo e provo pure invidia per il suo coraggio nel non considerare il mondo che lo circonda
    mazza, essi che il dottore me lo dice sempre che non devo lavorare che mi fa male
    eccià ragiooooooooooo Laughing Laughing Laughing


    Ma che dici Air è solo che non hai colto la mia ironia sulle problematiche asfittiche seppur importanti del mondo hi-fi, il suono vero l'unica cosa che non avremo mai nonostante rispettiamo tutti i dettami del buon audiofilo

    Un sax che suona in un ambiente del genere conserva il piacere come dici tu il godimento , mettici il miglior impianto che conosci a suonare in quelle condizioni e vedi se ti riesce di godere di quel suono Laughing Laughing Laughing

    Lorenzo

    Banano
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 10871
    Data d'iscrizione : 2008-12-22
    Età : 41
    Località : ...al mare....ma dall'altra parte!

    Re: Ma di cosa stiamo cercando?!

    Post  Banano on Sun Aug 02, 2009 11:07 am

    petrus wrote:
    Ma che dici Air è solo che non hai colto la mia ironia sulle problematiche asfittiche seppur importanti del mondo hi-fi, il suono vero l'unica cosa che non avremo mai nonostante rispettiamo tutti i dettami del buon audiofilo

    Un sax che suona in un ambiente del genere conserva il piacere come dici tu il godimento , mettici il miglior impianto che conosci a suonare in quelle condizioni e vedi se ti riesce di godere di quel suono Laughing Laughing Laughing

    Lorenzo

    ...beh sarò A-normale ma a volte son rimasto "catturato" dalle sonorità di un buon impiant, certo che il Live è vivo davanti a noi e niente sporca la nota che percepiamo, ma a questo punto ci son differenze sostanziali, che a mio avviso non si prendono molto in cosiderazione...(scusate la banalità degli esempi): ad una performance live devo recarmi, esser lì puntuale, facendo code ed in mezzo ad altra gente, son seduto su una sedia e se devo andare in bagno... Laughing Mentre nel mio mondo HIFI, i concerti cominciano all'ora che voglio IO a casa MIA e decido io CHI e COSA si suonerà!....poi non paliamo del fatto che tutti gli artisti aspettano nel caso io debba alzarmi dal DIVANO per andare a sedermi SUL TRONO dei re

    Laughing Laughing

    ...ok ok...non è la stessa cosa...però provate un pò a pensarci...chi è pigro come me forse mi darà ragione.... Laughing


    _________________
    Il mio Impianto
    http://www.ilgazeboaudiofilo.com/t14-l-impianto-di-bananetto?highlight=bananetto

    [i]In caso di bisogno leggere il REGOLAMENTO del forum.

      Current date/time is Mon Dec 05, 2016 1:36 pm