Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV? - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Share

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8716
    Data d'iscrizione : 2010-04-17

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Edmond on Wed Sep 21, 2011 12:24 pm

    Ho ascoltato l'impianto, anche se non quello dell'inventore.
    A parte l'odore insopportabile della polvere annidata nel feltro, che mi è costata due settimane di congiuntivite, ero arrivato a Roma con grandi speranze e con il desiderio di scoprire qualcosa che mi avrebbe illuminato.........

    Invece mi sono ritrovato ad ascoltare un impianto focalizzato in tre punti (centro ed i due diffusori) distanti fra loro, senza omogeneità frontale (una grandisiima cuffia, per capirci), con la sensazione di una dinamica resa modesta (ascoltammo solo dischi proposti dall'inventore) e da una strana sensazione di fastidio, come di compressione alle orechcie, che accompanò tutta la seduta d'ascolto.............

    Sognavo la Ferrari di Schumi ed ascoltai la Minardi di De Cesaris..........

    Ospite
    Guest

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Ospite on Wed Sep 21, 2011 12:32 pm

    Edmond wrote:Ho ascoltato l'impianto, anche se non quello dell'inventore.
    A parte l'odore insopportabile della polvere annidata nel feltro, che mi è costata due settimane di congiuntivite, ero arrivato a Roma con grandi speranze e con il desiderio di scoprire qualcosa che mi avrebbe illuminato.........

    Invece mi sono ritrovato ad ascoltare un impianto focalizzato in tre punti (centro ed i due diffusori) distanti fra loro, senza omogeneità frontale (una grandisiima cuffia, per capirci), con la sensazione di una dinamica resa modesta (ascoltammo solo dischi proposti dall'inventore) e da una strana sensazione di fastidio, come di compressione alle orechcie, che accompanò tutta la seduta d'ascolto.............

    Sognavo la Ferrari di Schumi ed ascoltai la Minardi di De Cesaris..........


    eeeeeeeeeeeeeeeee!
    Scusa, ma ho difficoltà a capire...
    dici di aver ascoltato l'impianto Full-Moss ma non quello dell'inventore... che in realtà mi risulta non averlo e che risieda a Latina!
    Secondo me stai facendo gran confuisone.
    Le elettroniche erano quelle sui trespoli?

    Io sono stato per ben 3 ore e non ho avuto problemi... sarà perchè sono abituato alle polveri sottili della Capitale!
    affraid

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8716
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Edmond on Wed Sep 21, 2011 12:58 pm

    Non cominciare a fare battute da bocciofila del dopolavoro ferroviario, che non è il caso. Hai questa tendenza a fare battute a sproposito, che non fanno certo bene alla tua immagine........
    L'impianto se ne sta a casa di un'altra persona, che non è quindi lo scienziato............. Ho ascoltato l'Eldorado ed un sistema di amplificazione non coriandolizzato.................
    Se tu non hai avuto problemi, buon per te, non ho certo problemi a credere che ad altri possa piacere...........


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  pluto on Wed Sep 21, 2011 1:36 pm

    Vado oltre il pensiero del Conte.

    L'orrore estetico a cui andrei incontro fa si che non necessiterebbe neanche la saggezza di una moglie o il miraggio di poter ascoltare il miglior impianto del mondo.

    Il delirium tremens da audiofilia mi sembra sempre più dilagante

    Ospite
    Guest

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Ospite on Wed Sep 21, 2011 2:47 pm

    Edmond wrote:Non cominciare a fare battute da bocciofila del dopolavoro ferroviario, che non è il caso. Hai questa tendenza a fare battute a sproposito, che non fanno certo bene alla tua immagine........
    L'impianto se ne sta a casa di un'altra persona, che non è quindi lo scienziato............. Ho ascoltato l'Eldorado ed un sistema di amplificazione non coriandolizzato.................
    Se tu non hai avuto problemi, buon per te, non ho certo problemi a credere che ad altri possa piacere...........

    Caro Edmond, il problema è che bisogna essere precisi e io ho chiesto lumi... perchè dal tuo raconto qualcosa mancava o non era del tutto chiaro.
    Per le battute da bocciofila... Hai mai pensato che io mi stia adeguando al mio interlocutore?
    Fatte servì abbassa il tono che magari si può anche parlare... e scambiare qualche opinione!

    Passiamo al serio:
    Mi spiace che tu non abbia ascoltato il FullMoss a casa di Lorenzo... che non è l'inventore ma, se non erro, il primo a farsi "decurtare" una stanza da casa! affraid
    Concordo con te che fare a coriandoli le elettroniche poco influisce sul suono, anche se Moss sostiene il contrario, ma il trattamento acustico è una cosa fondamentale per la resa di un impianto. Sperimentato nel mio ambiente, vedi foto!
    Nel FullMoss ascoltato da me, io ho provato varie posizioni di ascolto e ti posso assicurare che mai sono riuscito ad ascoltare un'immagine così credibile in altri impianti!
    Possiamo stare quì a parlare per ore delle "particolari" teorie di Moss che mi hanno causato un bel mal di testa per cercare di stargli dietro.... invano perchè sinceramente la capacità espositiva del collega lascia a desiderare... alquanto, del costo, della "particolarità" dell'ideatore MA non posso che dargli atto di una ricostruzione 3D la più attendibile che io sia mai riuscito ad ascoltare!
    Se poi ci mettiamo veramente ad entrare nei dettagli, dovresti sapere che i finali sono dei semplici vintage sul trespolo e che i cavi sono quelli utilizzati per i BTS... tutta roba poco "costosa"... quindi ragionando pensa con un trattamento pesante di una stanza e un buon impianto cosa si può tirar fuori!
    Il FullMoss è un'esercizio, uno status simbol, un poco come chi acquista tutto AudioTeknè o Audio Note ma con una marcia in più che straccia completamente gli altri impianti, il trucco è dato da tutto il pacchetto studiato per quella stanza!
    Io non ti voglio convincere te (o altri) per farti comperare una molla ad Aria ma ti voglio suggerire di ascoltare un impianto in una sala sapientemente trattata e poi fare la prova togliendo tutto il trattamento!

    Se tu avessi preso per i fondelli l'Eldorado o il suo costo... non ti avrei detto nulla, avrei sorriso e sarei passato oltre... ma hai toccato la parte che realmente ha una sua valenza... il trattamento acustico!

    Sinceramente... trovo gratuito e di basso livello qualsiasi presa per i fondelli a priori.... ma questa è una mia idea...


    Ospite
    Guest

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Ospite on Wed Sep 21, 2011 2:52 pm

    pluto wrote:Vado oltre il pensiero del Conte.

    L'orrore estetico a cui andrei incontro fa si che non necessiterebbe neanche la saggezza di una moglie o il miraggio di poter ascoltare il miglior impianto del mondo.

    Il delirium tremens da audiofilia mi sembra sempre più dilagante

    Scusami Pluto... ma funziona molto di più un trattamento acustico (basato su regole ben precise di fisica) che un trattamento "ortodosso" basato sui test delle sensazioni uditive!
    Quindi per piacere... è chiaro che nascondere un cavo è più facile di nascondere tutta qulla roba ma chi ha la fortuna di costruirsi una stanza trattata in maniera molto pesante tanto da aver difficoltà ad entrarci... ha davvero altro suono!

    ema49
    Musicofilo

    Numero di messaggi : 6951
    Data d'iscrizione : 2010-03-12
    Età : 67

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  ema49 on Wed Sep 21, 2011 2:58 pm

    scrondo wrote:..la parte che realmente ha una sua valenza... il trattamento acustico!



    ...ma no, dici davvero?.. Laughing Laughing Laughing


    _________________


    "Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola." Paolo Borsellino (19/1/40-19/7/92).

    Ospite
    Guest

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Ospite on Wed Sep 21, 2011 3:01 pm

    ema49 wrote:
    scrondo wrote:..la parte che realmente ha una sua valenza... il trattamento acustico!



    ...ma no, dici davvero?.. Laughing Laughing Laughing

    fermi! ho trovato un sostenitore...
    a breve mi candiderò....


    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  pluto on Wed Sep 21, 2011 4:21 pm

    Scrondo non pretendo che tu capisca il mio pensiero.

    A me fa vomitare solo l'idea di avere quella roba li x casa. E ti ripeto, neanche se mi metti Diana Krall in carne ed ossa me lo faccio piacere. O magari suona pure meglio dell'originale??

    Per fortuna il mondo è vasto e spero che l'inventore ne venda parecchi e gli acquirenti siano soddisfatti. A me fa semplicemente cagher dal punto di vista estetico e pratico e igienico. Poi compratevelo pure
    Ma non pretendo che tu o i fans la pensiate come me. La mia è solo una modesta opinione personale che conta meno di 0

    Anche se qualche arredatore di case è più facile che dia ragione a me

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  petrus on Wed Sep 21, 2011 5:26 pm

    Lorenzo, il mio omonimo proprietario dell'impianto fotografato, è una persona straordinaria che mi onoro di conoscere personalmente.
    La sua storia di audiofilo è passata per tutte le esoteriche ricchezze di questo nostro mondo.
    Il full moss ha preso il posto di tutte quelle sfavillanti e luccicanti bellezze.
    Del suo impianto è inutile parlare in quanto non è accomunabile a null'altro di conosciuto.

    Lorenzo



    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8716
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Edmond on Wed Sep 21, 2011 6:34 pm

    Scrondo, il tuo modo di porti è veramente fastidioso...... Potrei fare molte battute, ma non avrebbero senso, stante la realtà delle cose..............

    L'impianto ascoltato è quello che cita Petrus, ovviamente, ma non mi piace fare nomi. Capisco che altri possano non comprendere questa delicatezza................ Quello è l'impianto che si è potuto ascoltare, in quanto il suo inventore lo ha reso un impianto test da "mostrare" al pubblico...............

    Detto ciò, non ricordo quali fossero le elettroniche a corredo, perchè non ero assolutamente interessato ad esse........... Ricordo, forse, anche una meccanica CD della CEC a cinghia, collegata ad un DAC, ma la cosa era veramente d'interesse secondario.............

    Di impianti trattati acusticamente ne ho ascoltati parecchi e conosco, e sono sostenitore, l'utilità del trattamento acustico degli ambienti di ascolto. Non stiamo parlando di modellini da pista, scrondo...........

    Riguardo all'ambiente in oggetto ho ascoltato un sistema dotato di una scena per me del tutto anomala, come già detto, e dall'apparente scarsa dinamica, con un discreto senso di compressione al crescere del volume d'ascolto........ Sensazione percepita anche dai miei due compagni d'ascolto di allora.....................

    Detto ciò, ribadito l'assoluto interesse per la teoria innovativa in questione, trovo che la sua applicazione sia stata deludente rispetto alle notevoli premesse.

    Le molle ad aria le ho provate a lungo, sia quelle da te citate, che altre ad uso professionale medico............ In un impianto tradizionale non ho mai rilevato riscontri che ne giustificassero l'uso, se non sotto i diffusori. Dove le molle ad aria sono ancora a fare il loro dovere.............

    Possiamo disquisire molto sul sistema, come per nulla............. Trovo che il posizionamento "ad orecchio" dei feltri sia abbastanza slegato da riferimenti oggettivi e troppo fortemente legato al singolo ascoltatore per rappresentare un riferimento.

    Dal punto di vista della fruibilità dell'impianto.............. sorvoliamo!


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    pluto
    Moderatore - discobolo

    Numero di messaggi : 21547
    Data d'iscrizione : 2010-10-05
    Età : 58
    Località : Genova

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  pluto on Wed Sep 21, 2011 6:41 pm

    Lorenzo solo x puntualizzare che non metto in dubbio minimamente nè la persona che non conosco nè la bontà del risultato finale (che mi interessa molto poco)

    E non metto in dubbio che stanze trattate abbiano grande beneficio.

    Le mie totali riserve vanno all'estetica della stanza, alla comodità della seduta etc

    E fino a prova contraria quella non è neanche una stanza dedicata, ma un normale soggiorno con sala da pranzo. Ognuno fa giustamente quello che vuole

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Massimo on Wed Sep 21, 2011 7:29 pm

    Edmond wrote:
    ... Sognavo la Ferrari di Schumi ed ascoltai la Minardi di De Cesaris..........
    affraid affraid affraid affraid


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Massimo on Wed Sep 21, 2011 7:39 pm

    Vi chiedo la cortesia di comportarvi in modo civile e senza uscire dai binari della correttezza.


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    Rudino
    Sordo Magno

    Numero di messaggi : 5391
    Data d'iscrizione : 2010-01-16
    Età : 53
    Località : Bresso (MI)

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Rudino on Wed Sep 21, 2011 8:14 pm

    Massimo wrote:Vi chiedo la cortesia di comportarvi in modo civile e senza uscire dai binari della correttezza.

    Ohibò! Ma io non sono neanche intervenuto! affraid


    _________________
    Ciao,
    Marco LP

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  petrus on Wed Sep 21, 2011 8:41 pm

    pluto wrote:Lorenzo solo x puntualizzare che non metto in dubbio minimamente nè la persona che non conosco nè la bontà del risultato finale (che mi interessa molto poco)

    E non metto in dubbio che stanze trattate abbiano grande beneficio.

    Le mie totali riserve vanno all'estetica della stanza, alla comodità della seduta etc

    E fino a prova contraria quella non è neanche una stanza dedicata, ma un normale soggiorno con sala da pranzo. Ognuno fa giustamente quello che vuole

    Grazie Gianni, da parte tua non era necessaria nessuna puntualizzazione ti assicuro, ma non vorrei nemmeno che come spesso capita in questi casi si passasse dal criticare una stanza al criticare il suo proprietario per le sue scelte.
    Perchè come giustamente dici tu ognuno fa ciò che gli pare in casa sua.
    Tutto qui.

    Lorenzo

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8716
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Edmond on Wed Sep 21, 2011 10:59 pm

    Nessuna critica al possessore dell'impianto, Petrus. Anzi, tanto di cappello per la decisione assolutamente controcorrente di perseguire un'idea "rivoluzionaria". Persona oltremodo squisita, il tuo amico.


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  petrus on Thu Sep 22, 2011 8:02 am

    Edmond, quando sei stato ad ascoltare l'impianto da Lorenzo ?

    Lorenzo

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8716
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Edmond on Thu Sep 22, 2011 8:05 am

    Ci pensavo giusto ieri, ma non ho un ricordo chiarissimo....... Direi la prima metà del 2007.......


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    Ospite
    Guest

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Ospite on Thu Sep 22, 2011 8:21 am

    pluto wrote:Scrondo non pretendo che tu capisca il mio pensiero.

    A me fa vomitare solo l'idea di avere quella roba li x casa. E ti ripeto, neanche se mi metti Diana Krall in carne ed ossa me lo faccio piacere. O magari suona pure meglio dell'originale??

    Per fortuna il mondo è vasto e spero che l'inventore ne venda parecchi e gli acquirenti siano soddisfatti. A me fa semplicemente cagher dal punto di vista estetico e pratico e igienico. Poi compratevelo pure
    Ma non pretendo che tu o i fans la pensiate come me. La mia è solo una modesta opinione personale che conta meno di 0

    Anche se qualche arredatore di case è più facile che dia ragione a me

    fortuna che non capisco il tuo pensiero...
    chi non riesce a distinguere ciò che è stato esasperato con ciò che è più comodo non riuscerebbe a distingure una F40 da una 500 su un percorso cittadino!

    sono scelte... ma cercare di trincerarsi dietro il gusto per difendere una posizione errata è poco redditizzio!
    il trattamento acustico se fatto bene purtroppo porta a sacrificare un ambiente!
    che sia fatto con il feltro o con altri correttori, sempre una cagata a livello estetico sarà.... in particolar modo dal punto di vista di un arredatore!

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8716
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Edmond on Thu Sep 22, 2011 8:25 am

    Direi che esistono modalità molto più ricercate esteticamente, che possono portare a risultati del tutto soddisfacenti, senza necessariamente riempirsi l'ambiente di totem in feltro............. Che, peraltro, potrebbero assumere forme molto più convenzionali, senza isterismi creativi.............


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  petrus on Thu Sep 22, 2011 8:28 am

    Edmond wrote:Ci pensavo giusto ieri, ma non ho un ricordo chiarissimo....... Direi la prima metà del 2007.......

    Anche io non ricordo con precisione ma direi in tempi più recenti, inizio 2009.

    Lorenzo

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8716
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Edmond on Thu Sep 22, 2011 8:30 am

    Tu che sei onesto nelle cose che dici e scrivi qui sopra, mi dai una tua breve sintesi delle sensazioni provate? Hai avuto modo di ascoltare dischi tuoi?


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    petrus
    Senny Lover
    Senny Lover

    Numero di messaggi : 3718
    Data d'iscrizione : 2008-12-21

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  petrus on Thu Sep 22, 2011 8:53 am

    Lo farò con piacere, dammi solo un attimo per sistemare un po' di cose in ufficio, poi ti racconto.

    Lorenzo


    Ospite
    Guest

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Ospite on Thu Sep 22, 2011 9:10 am

    Edmond wrote:Scrondo, il tuo modo di porti è veramente fastidioso...... Potrei fare molte battute, ma non avrebbero senso, stante la realtà delle cose..............

    L'impianto ascoltato è quello che cita Petrus, ovviamente, ma non mi piace fare nomi. Capisco che altri possano non comprendere questa delicatezza................ Quello è l'impianto che si è potuto ascoltare, in quanto il suo inventore lo ha reso un impianto test da "mostrare" al pubblico...............

    Detto ciò, non ricordo quali fossero le elettroniche a corredo, perchè non ero assolutamente interessato ad esse........... Ricordo, forse, anche una meccanica CD della CEC a cinghia, collegata ad un DAC, ma la cosa era veramente d'interesse secondario.............

    Di impianti trattati acusticamente ne ho ascoltati parecchi e conosco, e sono sostenitore, l'utilità del trattamento acustico degli ambienti di ascolto. Non stiamo parlando di modellini da pista, scrondo...........

    Riguardo all'ambiente in oggetto ho ascoltato un sistema dotato di una scena per me del tutto anomala, come già detto, e dall'apparente scarsa dinamica, con un discreto senso di compressione al crescere del volume d'ascolto........ Sensazione percepita anche dai miei due compagni d'ascolto di allora.....................

    Detto ciò, ribadito l'assoluto interesse per la teoria innovativa in questione, trovo che la sua applicazione sia stata deludente rispetto alle notevoli premesse.

    Le molle ad aria le ho provate a lungo, sia quelle da te citate, che altre ad uso professionale medico............ In un impianto tradizionale non ho mai rilevato riscontri che ne giustificassero l'uso, se non sotto i diffusori. Dove le molle ad aria sono ancora a fare il loro dovere.............

    Possiamo disquisire molto sul sistema, come per nulla............. Trovo che il posizionamento "ad orecchio" dei feltri sia abbastanza slegato da riferimenti oggettivi e troppo fortemente legato al singolo ascoltatore per rappresentare un riferimento.

    Dal punto di vista della fruibilità dell'impianto.............. sorvoliamo!

    Il mio modo di pormi è calibrato con il mio interlocutore!
    Se tu avessi più rispetto, credimi, lo avrei anche io!

    Forse non ci siamo capiti... il trattamento acustico non è una invenzione di Moss!
    Tu continui a chiamare inventore... uno che è semplicemente un UTILIZZATORE del trattamento acustico!
    Moss non ha nemmeno inventato le molle ma le ha smplicemente utilizzate prendendo l'idea dal settore industriale... ricordo ancora i torni a controllo numerico per pezzi a bassissime tolleranze! Scusa ma quelle robe le conosco bene vengo proprio da quel settore! sunny
    Quello che però mi preme è che a differenza tua, io mi sono seduto dietro un totem, non nel punto di ascolto e con la testa vicino al muro.... EPPURE ho avuto di fronte a me una delle illusioni più disarmanti che abbia mai ascoltato!
    Sai quando chiudendo gli occhi sulla parete di fondo si ricrea il coro di "Santo Natale" del disco Cantate Domino?
    Ecco questa è stata la mia esperienza, divisa con Moss, Lorenzo, un suo amico, tre miei amici e Walter Gentilucci.

    Poi posso concordare con te del costo spropositato, del fatto che probabilmente avrei chiesto più punch visto che ascolto più rock americano che classica, del fatto che non ho la possibilità di sacrificare una stanza....del fatto che non mi piace il sistema che adotta per le molle da 15kg... ma li è meccanica... non so se le mie critiche ti interessino...

    .... ma del risultato ne ho ancora oggi chiaro ricordo e esempio per punto di arrivo!

    Anche io sostengo che le Air Spring siano ottime per i diffusori... peccato che i bimbi miei non le gradiscano!
    Se vedi le mie foto, vedrai che le ho provate anche io sotto tutte le elettroniche... poi vendute.

    Ospite
    Guest

    Re: La soluzione per il cattivo suono delle salette del TAV?

    Post  Ospite on Thu Sep 22, 2011 9:14 am

    Edmond wrote:Direi che esistono modalità molto più ricercate esteticamente, che possono portare a risultati del tutto soddisfacenti, senza necessariamente riempirsi l'ambiente di totem in feltro............. Che, peraltro, potrebbero assumere forme molto più convenzionali, senza isterismi creativi.............

    hai mai pensato che un certo tipo di disegno possa portare ad un certo tipo di risultato?
    Magari ad aver tempo... potremmo costruire un modello e capire in simulazione ciò che succede...ad avere tempo!

      Current date/time is Thu Dec 08, 2016 8:52 am