Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Mannaggia al Diablo!! - Page 2
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Mannaggia al Diablo!!

    Share

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7712
    Data d'iscrizione : 2010-04-23

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  biscottino on Sun Sep 25, 2011 6:47 am

    Per Guido e gli altri curiosi un po' di caratteristiche tecniche del Diablo:

    -risposta in frequenza a -3 db (0-50000hz)

    -500v rms

    -thd 0,09% (400v)

    -transistor BU2722af (10ma-12ma)

    -ingressi Dual jfets

    -pot ALPS rk27114

    -connettori Neutrik

    -cavo di segnale Sommercable

    -transistor Toshiba

    QUesti i dati salienti.

    Sal.



    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  fil on Sun Sep 25, 2011 11:13 am

    biscottino wrote:
    Caro MAgister, ormai rimettere in discussione la nostra metodologia d'ascolto, è all'ordine del giorno.
    Il Diablo è molto piu' simile al 600Limited di quanto si pensi, pur tuttavia mantenendo una propria impronta sonora, che lo rende decisamente accattivante e di una godibilità estrema con la 009!
    Dopo aver ascoltato e posseduto diversi amplificatori per elettrostatiche, sia a valvole che ibridi, e per ultimo lo stato solido del thread, potrei azzardare delle ipotesi su quali siano le caratteristiche "necessarie" che debba avere l'ampli ideale della 009, che sono(IMHO) differenti a tutte le altre cuffie elettrostatiche(007 e 507) fin qui ascoltate.
    Una generosa alimentazione, che permetta di avere una grande energia quando serve, perchè è vero che la cuffia è incredibilmente dinamica, ma è anche vero che ci si ritrova spesso ad ascoltare a volume sostenuti, quindi è d'obbligo poter disporre di grandi quantità di energia tali da evitare durezze.
    Timbrica piu' neutra possibile, questo è d'obbligo con la 009, ogni componente "suonante" messo a monte, cavo o ampli e sorgente che sia, sarà come messo sotto la lente d'ingrandimento, la lente ovviamente è la 009, strumento perfetto che di suo non aggiunge nulla, piu' qualità si ha prima, piu' la cuffia ve la farà sentire.
    Le caratteristiche peculiari di un cavo ad esempio, saranno di facile lettura con la 009, non vi sfuggirà nulla!
    Silenziosità dell'apparecchio, fondamentale con la 009, il famoso "nero" infrastrumetale è percepito con maggior intellegibilità attraverso la cuffia, quindi è importante che il progetto, qualuncue esso sia, valvolare ibrido a transistor, debba tener conto di questo importante fattore.
    Anche il fattore "musicalità" è da tener presente, ovvero, ho avuto l'impressione che l'assenza di colorazioni da parte della 009, tenda a delegare enorme importanza a tutto cio' che c'è a monte, quindi è fondamentale la ricerca dell'equilibrio di sorgente/ampli/cavi.
    E qui che si sposta l'interesse e la difficolà se vogliamo, di mettere assieme una "catena" d'ascolto che abbia una certa musicalità, che dia al sound quella ricchezza di armonici tali da determinare la piacevolezza d'ascolto ma che non faccia perdere tutti i dettagli che sono registrati nei nostri amati dischi, equilibrio è la parola magica! sunny
    Ritornando all'input dato da FIl, e da quella che io chiamo FILosofy, un progetto semplice, ma che tiene ben presente di quelle "necessità" di cui sopra, puo' essere vincente cheers !
    Da qui, è un attimo pensare al Limited come soluzione definitiva, il non poter cambiare valvole, lo trovo un valore aggiunto, e non come un problema come i piu' possano pensare,anche io da smanettone di valvole penso che sia meglio cosi', l'equilibrio si potrà raggiungere per una strada diversa, ma sarà ugualmente efficace, il cambio di un cavo puo' essere comunque efficace e manterrà integre le caratteristiche "elettriche" dell'amplificatore.
    Lo stesso accade nel Diablo, ieri parlando con Enrico, ci siamo soffermati sul fatto che all'interno non c'è tantissima roba, non ci sono "esasperazioni" costruttive e/o particolari magie, meglio, in questo apparecchio prevale la semplicità costruttiva e l'efficacia di alcuni componenti, come l'utilizzo di transistor Toshiba, cavetteria Sommercable e potenziometro ALPS, niente di particolarmente esoterico ma all'ascolto, wow, suona eccome!! cheers

    Sal.

    Sal., condivido!
    Infatti il vantaggio che si ha quando il trasduttore (nel nostro caso la cuffia), risponde in maniera (il più possibile) asettica/neutra-le, è quello di potere,a piacimento e secondo il gusto soggettivo/individuale, decidere di dare al tutto una (voluta) "colorazione", rispondente al nostro desiderio, andando ad agire sui singoli componenti a monte del traduttore e sul loro sinergico abbinamento.

    Considerato però che spesso il "valore aggiunto" dato dalla presenza delle valvole, nell'ascolto di un ampli, si manifesta sensibilmente nell' aspetto dell'ampiezza scenica, ti chiederei di "misurare"/valutare specificatamente, questo aspetto del tuo nuovo ampli a stato solido.
    Ricordo come fosse ieri che quando a suo tempo passai dall'ampli Stax a stato solido a quello valvolare (avevo il sitema Lambda pro, quindi l'ampli era lo 006t), mi si aprì, come d'incanto, una consistenza/ampiezza scenica sorprendente, proprio forse in quanto dovuta essenzialmente alla presenza dei tubi...ma sicuramente anche "assoluta".
    Per ampiezza scenica, tengo a precisare, intendo anche riferirmi al suo aspetto qualitativo (quindi non solo quantitativo: estensione...). Cioè lo scenario (di norma, poi ovviamente dipenderà dalla registrazione), dovrebbe non presentare "buchi" e quindi svilupparsi in un fluido "continuum", proprio a dimostrazione che (anche) l'ascolto in cuffia, non dovrebbe essere marcatamente bilaterale.
    Aspetto quindi di leggerti in merito.


    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Sep 25, 2011 1:12 pm

    Comunque interessante notare come anche Stax, a seguito dell'introduzione della 009, abbia affiancato all'ibrido "storico" SRM 007tII e all'outsider ibrido SRM 600 Limited, un ampli tutto transistor quale l' SRM 727 II, che ha peraltro la peculiare caratteristica molto promettente (per chi non ama il suono delle comuni circuitazioni a transistor) di non essere controreazionato.

    Quindi anche Stax, senza abbracciare una filosofia progettuale univoca per le amplificazioni "dedicate" alla 009, anche se non solo ad essa, (lo 007 è un ibrido transistor/valvole, il 600 limited un ibrido FET/valvole, il 727 un transistor), apre la strada ad una amplificazione tutta stato solido.

    Non si parla molto del 727, ma una circuitazione senza controreazione negativa fa suonare i transistor tipicamente con un livello di naturalezza inaspettato da questo tipo di componente. Sarebbe veramente interessante ascoltarlo... anch'io comunque resto in interessata attesa degli ascolti "diabolici" di Salvatore.

    Per quanto di mi riguarda, sto da qualche tempo ascoltando il 600 Limited e devo effettivamente dire che la Stax ha magnificamente integrato il suono delle valvole e dei fet (che hanno pregi ma anche limiti) e prodotto un amplificatore che taglia del tutto i ponti con la qualità delle produzioni precedenti mostrando oltretutto un rapporto qualità prezzo veramente sorprendente. L'unico rischio sarebbe infatti trascurarlo perché costa troppo poco...

    Nell'ottica quindi di una perfetta integrazione di suono tra una valvola ed un FET, ha ragione Salvatore, la possibilità di cambiare valvole sul 600 potrebbe essere - qualora esistesse - più un rischio che un desiderabile vantaggio. E' vero che il 600 limited non ha un suono valvolare nel senso classico del termine. Ma per suono valvolare si intende un suono bello ma - ammettiamolo, visto che siamo tutti amanti del suono valvolare - spesso caratterizzato. Il 600 come tutti i migliori ibridi, ambisce ad un suono del tutto neutro, quindi del tutto non caratterizzato...

    P.S.: ringrazio Salvatore che con i suoi lunghissimi post mi fa sentire meno solo... chissà se i suoi sono criticati quanto i miei...


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7712
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  biscottino on Sun Sep 25, 2011 1:34 pm

    fil wrote:
    Considerato però che spesso il "valore aggiunto" dato dalla presenza delle valvole, nell'ascolto di un ampli, si manifesta sensibilmente nell' aspetto dell'ampiezza scenica, ti chiederei di "misurare"/valutare specificatamente, questo aspetto del tuo nuovo ampli a stato solido.

    Il Diablo non mostra segni di debolezza alcuna e non c'è(per adesso!?!) parametro dove venga di pensare...e pero' avrei preferito suonasse "cosi'" !
    Ogni cosa riprodotta è efficace, e parlo dopo che ho cominciato a raffrontare il Diablo col PAce, che purtroppo ha aspetti positivi, ma anche cose che non riesco a spiegarmi e considero dei "difettucci".
    Il Diablo dispone di un potenziale enorme, suona dinamico e veloce, ma con una certa morbidezza e/o rotondità,il Pace in gamma acuta e piu' preciso e dettagliato.
    La ricostruzione dello stage è nettamente a favore del Diablo, c'è ariosità e eccellente separazione degli strumenti, gli incastri delle frequenze sono perfetti, e anche alzando il volume c'è una intellegibilità incredibile che rimane anche a livelli da discoteca .
    Il Diablo ha una presentazione strumentale e di ambienza accellente, non è MAI freddo e impersonale, piuttosto ha una capacità a dar vita ad una esecuzione densa di particolari ma anche piena di vita.
    E' un po' il suono che ho scoperto con il Firstwatt F1, e che mi ha fatto definitivamente preferire l'amplificazione di PAss ad altre avute in passato a valvole.
    E' normale che in una riproduzione del genere, la cavetteria assume una importanza fondamentale!




    fil wrote:
    Per ampiezza scenica, tengo a precisare, intendo anche riferirmi al suo aspetto qualitativo (quindi non solo quantitativo: estensione...). Cioè lo scenario (di norma, poi ovviamente dipenderà dalla registrazione), dovrebbe non presentare "buchi" e quindi svilupparsi in un fluido "continuum", proprio a dimostrazione che (anche) l'ascolto in cuffia, non dovrebbe essere marcatamente bilaterale.
    Aspetto quindi di leggerti in merito.

    Ho prestato molta attenzione a questo particolare parametro caro Fil, dopo l'ultima conversazione avuta, mi sono molto concentrato su questo parametro ,che tra l'altro tenevo già presente con gli ascolti fatti con hd800 e i vari cavi...ad esempio l'ALo Audio estremizza agli esterni e svuota il "centro", mentre quello standard, tanto vituperato, è quello che riempe la scena al centro, come dovrebbe essere naturalmente, ma si sa che a noi cuffiofili piacciono gli effetti speciali, il grande headstage, anche a discapito di una timbrica piu' realistica.
    Il Diablo non fa niente per abbagliare, suona preciso e netto con una ricostruzione piena al centro e con una credibilissima scena, qualuncue sia il genere di musica riprodotto.
    Al momento di riservo solo di individuare il giusto cavo, per adesso l'XLO Reference è quello che preferisco sullo Shunyata.

    Sal.

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7712
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  biscottino on Sun Sep 25, 2011 2:14 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    Nell'ottica quindi di una perfetta integrazione di suono tra una valvola ed un FET, ha ragione Salvatore, la possibilità di cambiare valvole sul 600 potrebbe essere - qualora esistesse - più un rischio che un desiderabile vantaggio. E' vero che il 600 limited non ha un suono valvolare nel senso classico del termine. Ma per suono valvolare si intende un suono bello ma - ammettiamolo, visto che siamo tutti amanti del suono valvolare - spesso caratterizzato. Il 600 come tutti i migliori ibridi, ambisce ad un suono del tutto neutro, quindi del tutto non caratterizzato...
    Caro Vito, mi chiedo, ma esiste davvero il suono valvolare o esiste il suono di valvole NOS?
    Ho provato a lungo diverse valvole moderne, quelle piu' belle e costose come Emission Labs, Shuguang Treasure e KR, e blasonatissime NOS, e bisogna convenire che per ottenere un suono moderno e dinamico, con grande attenzione ai microdettagli,basso profondo e articolato e blablabla, difficilemente è ottenibile con valvole nos.
    Con la 009, abbiamo appurato che è meglio non avere caratterizzazioni, è questo il motivo per il quale la ecc99 usata nello Stax, possa rappresentare l'alternativa piu' valida dal punto di vista elettrico che timbrico.
    Ci sono sicuramente delle eccezioni alla regola, alcune nos conservano un fascino enorme, ma con la 009 si è ridefinito uno standard, per cui è probabile che alcune situazioni vengono ribaltate.



    Pazzoperilpianoforte wrote:
    P.S.: ringrazio Salvatore che con i suoi lunghissimi post mi fa sentire meno solo... chissà se i suoi sono criticati quanto i miei...

    Sicuramente...ma se si il post è motivo di confronto e si ha la pazienza di leggerli, non penso che faranno mare a nessuno!

    Sal.

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Sep 25, 2011 4:00 pm

    Siamo d'accordo! Non esiste "un" suono valvolare, esistono i tanti suoni delle migliori valvole NOS che hanno punti in comune, punti in comune che ci fanno definire un ideale suono della valvola come componente elettronico.

    Mi permetto di fare un azzardo teorico: la molti degli amplificatori a valvole attuali vengono progettati in funzione del suono di alcune valvole NOS, e poi commercializzati, come da obbligo di norme CE, con valvole di produzione attuale. Con questi amplificatori è d'obbligo procedere alla rivalvolatura con valvole NOS, spesso di difficile reperimento (sempre più difficile, visto che prima o poi queste valvole scompariranno del tutto) e molto costose.

    Certo che per chi ama i suoni delle valvole NOS, certo a volte pregevoli, questa rimane l'unica strada percorribile per poterne godere.

    La forza del 600 Limited è di essere pensato intorno ad una valvola di produzione corrente. Succede la stessa cosa con molti prodotti attuali (in ambito amplificazioni per diffusori) della Conrad Johnson e della Audio Research. Succede in parte col GRAAF GM 50, pensato intorno alle KT90 ma che abbisogna di valvole NOS 6922 per la sezione preamplificatrice.

    E' stato anche questo che alla fine mi ha spinto a comprare il 600 limited, grazie al consiglio degli amici di questa sezione del forum.

    L'abbandono dell'uso di valvole NOS - sempre più necessario visto l'esaurimento degli stock - non è detto sia un male, se il fine è una riproduzione il più possibile lineare, cosa che si ottiene con circuitazioni del tutto pensate per la componentistica che adottano....

    Verissimo comunque che con la 009, molto più che con qualunque altra cuffia, ciò che altrimenti potrebbe sembrare una peculiarità timbrica pregevole, diventa spesso una precisa ed evidente caratterizzazione.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    fil
    Nuragico
    Nuragico

    Numero di messaggi : 1649
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 55
    Località : Sardegna

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  fil on Sun Sep 25, 2011 8:34 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:

    Comunque interessante notare come anche Stax, a seguito dell'introduzione della 009, abbia affiancato all'ibrido "storico" SRM 007tII e all'outsider ibrido SRM 600 Limited, un ampli tutto transistor quale l' SRM 727 II, .


    Vito, il 727II a stato solido è un progetto precedente a quello della 009.
    Mentre il 600ltd (peraltro l'unica sensibile innovazione di progetto per quanto riguarda le elettroniche) nasce contestualmente alle nuove cuffie: serie 507 e poi (uscita in ritardo) la 009.

    Comunque credo che, prima o poi, riuscirò a provare il 727II.





    _________________
    Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà.
    (Parola di nuragico!)

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Sep 25, 2011 9:25 pm

    fil wrote:Vito, il 727II a stato solido è un progetto precedente a quello della 009.
    Mentre il 600ltd (peraltro l'unica sensibile innovazione di progetto per quanto riguarda le elettroniche) nasce contestualmente alle nuove cuffie: serie 507 e poi (uscita in ritardo) la 009.

    Comunque credo che, prima o poi, riuscirò a provare il 727II.




    Hai ragione, certo. Ma mentre il 007 è contemporaneo all'uscita della Omega (1998), il 727 è un progetto del 2006. Ed infatti l'attenzione per gli stadi a transistor non controreazionati è cosa degli ultimi anni.... Il 727 non è certo stato progettato per la 009, ma sicuramente ne precede di pochi anni la fase progettuale.

    Comunque, ripeto, hai ragione: il 727 non nasce a seguito dell'introduzione della 009, come avevo detto.

    PS: Fil non ho ancora aperto il 600 Limited. Ha un sistema tradizionale di taratura del bias delle valvole?


    Last edited by Pazzoperilpianoforte on Sun Sep 25, 2011 10:23 pm; edited 3 times in total


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    realmassy
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 5514
    Data d'iscrizione : 2010-04-25
    Età : 40
    Località : Leeds, UK

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  realmassy on Sun Sep 25, 2011 9:29 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:
    Per quanto di mi riguarda, sto da qualche tempo ascoltando il 600 Limited....
    E non dici nulla???


    _________________
    Massimiliano e la sua STAX

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  Pazzoperilpianoforte on Sun Sep 25, 2011 9:33 pm

    Si hai ragione, scusa Massimiliano.

    Dopo tanto ponzare alla fine ho comprato il 600 LImited per la mia 009... aspettavo di farlo rodare per bene in modo da scrivere delle opinioni di ascolto ben ponderate. Non ho notato alcune caratteristiche segnalati da altri , nell eprime fasi di rodaggio di questo ampli: sarà che io faccio rodare le macchine non solo con la musica, ma il mio 600 limited suona già molto molto bene ed in modo già ben valutabile.

    Aspetto un altro pò e poi vi dico.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    realmassy
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 5514
    Data d'iscrizione : 2010-04-25
    Età : 40
    Località : Leeds, UK

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  realmassy on Sun Sep 25, 2011 9:56 pm

    Bene Vito, sono curioso di conoscere anche il tuo parere.

    Un passo indietro, 507 vs 009: con quale "stile" classico le differenze fra le due cuffie sono piu' marcate? Per esempio, con le sonate per violino Op. 5 di Corelli che sto ascoltando ora (o qualsiasi altro piccolo combo barocco) quale voto assoluto, senza relazione al prezzo, daresti alla 507 e alla 009? Punti di eccellenza della 009 e deboli della 507?
    Stessa cosa per un clavicembalo ben temperato di Leonhardt, una sonata 960 di Schubert (scegli te un interprete, a me piace Radu Lupu) e una seconda di Mahler (Solti?).

    Lo so che e' un po come fare le pagelle sulla Gazzetta dello Sport ma fai uno sforzo :-D
    Naturalmente la stessa domanda e' rivolta a tutti quelli che hanno avuto la fortuna di sentire entrambe le cuffie e condividono gli stessi gusti musicali (Fil?)

    Grazie sunny


    _________________
    Massimiliano e la sua STAX

    Lo Zio
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 369
    Data d'iscrizione : 2010-04-29

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  Lo Zio on Sun Sep 25, 2011 10:09 pm

    biscottino wrote:Per Guido e gli altri curiosi un po' di caratteristiche tecniche del Diablo:

    -risposta in frequenza a -3 db (0-50000hz)

    -500v rms

    -thd 0,09% (400v)

    -transistor BU2722af (10ma-12ma)

    -ingressi Dual jfets

    -pot ALPS rk27114

    -connettori Neutrik

    -cavo di segnale Sommercable

    -transistor Toshiba

    QUesti i dati salienti.

    Sal.



    Grazie Salvatore.
    Riesci mica a informarti se viene applicata controreazione globale?

    PS: e chiama un ' infermiera, che con st' infatuazione per i perfidi transistor non me la conti giusta! santa

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7712
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  biscottino on Mon Sep 26, 2011 5:27 am

    Lenardo mi ha detto guardando gli schemi che c'è un pó di retroazione...è grave?

    Sal

    Pazzoperilpianoforte
    Suonologo
    Suonologo

    Numero di messaggi : 5316
    Data d'iscrizione : 2009-01-12
    Età : 48
    Località : Firenze

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  Pazzoperilpianoforte on Mon Sep 26, 2011 9:14 am

    No, non è grave .

    E' che la controreazione negativa nei circuiti a transistor è una delle maggiori imputate per quella "durezza" e mancanza di liquidità che viene attribuita alle circuitazioni a transistor. Le nuove tendenze progettuali tendono a ridurla al minimo, se non addirittura a non utilizzarla affatto.


    _________________
    Vito Buono
    __________
    Accuphase DP-500 + Stax SR-009 + Stax SRM 600 Limited
    oppure
    Graaf GM-50 rivalvolato Telefunken/Valvo Amburgo/EI KT90 + ProAc D 25
    ... e tantissima musica!

    Lo Zio
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 369
    Data d'iscrizione : 2010-04-29

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  Lo Zio on Mon Sep 26, 2011 12:06 pm

    biscottino wrote:Lenardo mi ha detto guardando gli schemi che c'è un pó di retroazione...è grave?

    Sal

    No, non credo. La retroazione è un scelta progettuale, non il diavolo incarnato. Io cerco di capire. La domanda non nascondeva un pregiudizio.

    Lo Zio
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 369
    Data d'iscrizione : 2010-04-29

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  Lo Zio on Mon Sep 26, 2011 12:11 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:No, non è grave .

    E' che la controreazione negativa nei circuiti a transistor è una delle maggiori imputate per quella "durezza" e mancanza di liquidità che viene attribuita alle circuitazioni a transistor. Le nuove tendenze progettuali tendono a ridurla al minimo, se non addirittura a non utilizzarla affatto.


    Non sono un tecnico, ma parlando con persone esperte ne esce un quadro più ampio di quanto da te sintetizzato. Non c'è un solo modo di applicare la retroazione e, ancora più importante, non tutti i carichi la soffrono al medesimo modo. In più quel marchingegno risolve molti problemi, non è che lo applicano perché sono brutti e cattivi. Dalla sua presenza o assenza non credo si possa di per se stessa dedurre la qualità di un progetto.

    PS: la presenza di valvole o trasformatori di uscita non è garanzia di assenza di controreazione, nemmeno di quella globale.

    bluenote
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 256
    Data d'iscrizione : 2010-10-10
    Località : Castellammare di Stabia (NA)

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  bluenote on Mon Sep 26, 2011 3:41 pm

    biscottino wrote:Non ci crederete mai, ma è un prodotto diy!

    Sal

    Non ci posso credere, tu che acquisti un prodotto diy e per di più, pure controreazionato?

    Ma che vuol dì affraid


    _________________
    Ciao
    Maurizio

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8717
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  Edmond on Mon Sep 26, 2011 4:17 pm

    Maurizio, molto volgarmente possiamo definirla così:

    La controreazione, anche detta NFB (Negative Feed Back - retroazione negativa) viene utilizzata negli amplificatori riportando all'ingresso una quota parte del segnale di uscita, in modo da potere confrontare il segnale di uscita con quello di ingresso.

    Il confronto viene effettuato automaticamente dallo stadio d'ingresso, che reagisce ad eventuali differenze modificando l'uscita finchè la differenza non si annulla, e così il segnale in uscita risulta una fedele copia (amplificata) del segnale d'ingresso.

    Vantaggi teorici: l'utilizzo della controreazione permette di stabilizzare il guadagno dell'amplificatore, che viene fissato con certezza dal rapporto delle due resistenze che costituiscono la rete di retroazione.
    Vi sono altri benefici effetti, in quantità pari al tasso di retroazione applicato, quali la diminuzione della distorsione, l'aumento e la linearizzazione della banda passante, un aumento della reiezione ai disturbi, una diminuzione della resistenza di uscita.
    Beninteso, entro precisi limiti ed osservando alcune precauzioni, altrimenti la controreazione può anche peggiorare la situazione.

    Svantaggi teorici: la controreazione tende a sporcare il suono, introduce dei ritardi temporali e sfasamenti, addirittura provoca la perdita di microdettaglio, per cui se possibile, è meglio evitarla!

    Queste sono le due linee di pensiero a favore e a sfavore della controreazione o retroazione.


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7712
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  biscottino on Mon Sep 26, 2011 8:32 pm

    Pazzoperilpianoforte wrote:No, non è grave .

    E' che la controreazione negativa nei circuiti a transistor è una delle maggiori imputate per quella "durezza" e mancanza di liquidità che viene attribuita alle circuitazioni a transistor. Le nuove tendenze progettuali tendono a ridurla al minimo, se non addirittura a non utilizzarla affatto.

    Edmond wrote:
    Svantaggi teorici: la controreazione tende a sporcare il suono, introduce dei ritardi temporali e sfasamenti, addirittura provoca la perdita di microdettaglio, per cui se possibile, è meglio evitarla!


    Insomma, mettetevi d'accordo, aumenta o diminuisce il dettaglio??
    Si indurisce...o si ammoscia...il suono Laughing ??

    Sal.

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8717
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  Edmond on Mon Sep 26, 2011 8:41 pm

    Biscottino, esistono circuitazioni che NECESSITANO di controreazione (i PP a valvole, ad esempio) ed altre no. Come sempre ciò che comanda è la circuitazione nel suo complesso............. Dire tout-court che la controreazione è dannosa è un non senso.........

    Lo sentirò sabato?


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7712
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  biscottino on Mon Sep 26, 2011 8:45 pm

    Lo Zio wrote:
    Pazzoperilpianoforte wrote:No, non è grave .

    E' che la controreazione negativa nei circuiti a transistor è una delle maggiori imputate per quella "durezza" e mancanza di liquidità che viene attribuita alle circuitazioni a transistor. Le nuove tendenze progettuali tendono a ridurla al minimo, se non addirittura a non utilizzarla affatto.


    Non sono un tecnico, ma parlando con persone esperte ne esce un quadro più ampio di quanto da te sintetizzato. Non c'è un solo modo di applicare la retroazione e, ancora più importante, non tutti i carichi la soffrono al medesimo modo. In più quel marchingegno risolve molti problemi, non è che lo applicano perché sono brutti e cattivi. Dalla sua presenza o assenza non credo si possa di per se stessa dedurre la qualità di un progetto.

    PS: la presenza di valvole o trasformatori di uscita non è garanzia di assenza di controreazione, nemmeno di quella globale.

    Quoto il saggio Zio.
    Non conosco in particolare se i tecnici si possono documentare a riguardo.
    Voglio ricordare che i progetti di PEter Rill sono delle "ottimizzazioni" o per meglio dire delle "interpretazioni" personale di progetti che girano da tempo della rete e che sono quelli di Gilmour, nello specifico qui si parla di quello del Kgss, opportunamente moddato.
    Peter Rill ha personalizzato anche il progetto originale del Ges, che guarda un po' è sempre di Gilmour, ma questo viene esplicitamente dichiarato nella pagina web del Woo Ges, non è farina del loro sacco ma del sacco di Gilmour, Peter Rill realizza versione alternative del Ges con driver ecc81 o con driver a transistor, questo lo trovo molto interessante.
    Ritornando al discorso Diablo, il risultato sonico è senza dubbio eccellente, è di una pulizia eccellente, grande intellegibilità e basso potentissimo e ben definito, raramente ascoltato da apparecchi a valvole, forse posso criticare solo una gamma acuta non estesissima, almeno rispetto al Pace.

    Sal.

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7712
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  biscottino on Mon Sep 26, 2011 8:47 pm

    Edmond wrote:Biscottino, esistono circuitazioni che NECESSITANO di controreazione (i PP a valvole, ad esempio) ed altre no. Come sempre ciò che comanda è la circuitazione nel suo complesso............. Dire tout-court che la controreazione è dannosa è un non senso.........

    Lo sentirò sabato?

    Anche i pentodi hanno bisogno di controreazione, sono col ca....che suonano ft !
    Certo che lo sentirai, insieme al PAce e soprattutto sentirai tante voci di sottofondo Laughing !

    Sal.

    Edmond
    Sordologo

    Numero di messaggi : 8717
    Data d'iscrizione : 2010-04-17
    Località : Brescia

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  Edmond on Mon Sep 26, 2011 8:54 pm

    Cos'è, si ascolta al mercato??????????????????????

    Capisco che possano esserci tutti i compari partenopei, ma vedrò di zittirli!!!!!!!!!!!!!!! affraid affraid affraid

    Porto la 507, così vedo come va anche lei con il DIY.......


    _________________
    Giorgio
         
     

    Non fateci caso... sono sordo!!! E pure GURU!!! affraid

    biscottino
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 7712
    Data d'iscrizione : 2010-04-23
    Età : 45
    Località : Gragnano (Napoli)

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  biscottino on Mon Sep 26, 2011 9:09 pm

    Edmond wrote:

    Porto la 507, così vedo come va anche lei con il DIY.......

    Porta, porta...

    Sal.

    archigius
    Vip Member
    Vip Member

    Numero di messaggi : 3583
    Data d'iscrizione : 2010-04-22
    Età : 36
    Località : London - UK

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  archigius on Mon Sep 26, 2011 9:14 pm

    Edmond wrote:Maurizio, molto volgarmente possiamo definirla così:

    La controreazione, anche detta NFB (Negative Feed Back - retroazione negativa) viene utilizzata negli amplificatori riportando all'ingresso una quota parte del segnale di uscita, in modo da potere confrontare il segnale di uscita con quello di ingresso.
    .....................................

    Ottima sipegazione, finalmente ho capito cos'è sta caspita di controreazione.



    _________________

    Sorgenti:  Digitube S-192, Chord MoJo,  Fiio X3 II Ampli: Violectic V200, Woo Audio 6 SE, Fiio E12 - Cuffie: Hifiman HE-1000, Oppo PM-3, Denon AH-D5000, Bose AE2, Koss KSC-75, Hifiman RE-400

    bluenote
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 256
    Data d'iscrizione : 2010-10-10
    Località : Castellammare di Stabia (NA)

    Re: Mannaggia al Diablo!!

    Post  bluenote on Mon Sep 26, 2011 9:28 pm

    archigius wrote:
    Edmond wrote:Maurizio, molto volgarmente possiamo definirla così:

    La controreazione, anche detta NFB (Negative Feed Back - retroazione negativa) viene utilizzata negli amplificatori riportando all'ingresso una quota parte del segnale di uscita, in modo da potere confrontare il segnale di uscita con quello di ingresso.
    .....................................

    Ottima sipegazione, finalmente ho capito cos'è sta caspita di controreazione.


    Siamo in due allora. Grazie Giorgio. cheers


    _________________
    Ciao
    Maurizio

      Current date/time is Fri Dec 09, 2016 12:29 pm