Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Consiglio in tema di multiamplificazione
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Consiglio in tema di multiamplificazione

    Share

    vomas2
    Member
    Member

    Numero di messaggi : 2
    Data d'iscrizione : 2011-10-09

    Consiglio in tema di multiamplificazione

    Post  vomas2 on Sat Oct 22, 2011 11:36 pm

    Non ho idea su come realizzare un sistema multiamplificato visto che i preamplificatori stereo hanno solo 2 uscite.
    Qualcuno potrebbe spiegarmi come si fa?

    Avrei pensato di usare un pre multicanale per es il copland cva 306 ed ai sei canali di uscita collegare i vari finali.
    E' possibile?
    Oppure un finale multicanale?

    Grazie per le risposte

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Consiglio in tema di multiamplificazione

    Post  Massimo on Sat Oct 22, 2011 11:56 pm

    Esistono i cross-over attivi a cui si collegano i finali e si impostano i tagli, comunque qualche amico che già lo usa può maggiormente darti una mano.

    Giorgiooooooooooooooooooooooooooooo, dove seiiiiiiiii


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    ceccus
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 712
    Data d'iscrizione : 2011-01-11
    Età : 49
    Località : Siena

    Re: Consiglio in tema di multiamplificazione

    Post  ceccus on Sun Oct 23, 2011 9:44 am

    Salve,
    Dipende da che tipo di multi amplificazione vuoi utilizzare ... passiva o attiva, prima di tutto ...
    Ovvero se intendi utilizzare i crossover interni alle casse , e in questo caso si parla di multi amplificazione passiva, o se disinserisci completamente i crossover interni e utilizzi, come ti hanno detto, un crossover esterno di tipo attivo, dove, ad ogni range di frequenze corrisponde una amplificazione dedicata.
    Brevemente anche il discorso sulla multimaplificazione verticale e orizzontale (di tipo passivo)
    Verticale quando , per esempio, ho 2 finali mono rigorosamente uguali che pilotano ciascuno una cassa (un canale intero) ...
    Orizzontale quando suddivido ciò che devo amplificare per range , cioè supponiamo di avere casse a 2 vie , impiego 2 finali , anche diversi (anzi, generalmente è così) per amplificare rispettivamente la sezione bassi e la sezione alti , ma di entrambi i canali.
    Questo assai brevemente.
    Te, in queale scenario ti vorresti inserire ? Ti faccio questa domanda perchè vi sono molte differenze nei 2 approcci (passivo e attivo) e anche il risultato finale può essere molto diverso. A mio modo di vedere molto più "sicuro" nell' approccio attivo, e molto più "insicuro" in quello passivo, dopo contano parecchio gli accoppiamenti fra le varie elettroniche , specialmente nella Orizzonatale.

    Ciao !!


    _________________
    Webmaster http://www.pctrio.com

    Massimo
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 31484
    Data d'iscrizione : 2010-06-21
    Età : 61
    Località : Portici (NA)

    Re: Consiglio in tema di multiamplificazione

    Post  Massimo on Sun Oct 23, 2011 9:53 am

    Non lo sapevo che anche tu utilizzassi la multi amplificazione, comunque secondo me un finale a canale non è multi amplificazione, si definisce tale quando si usa un ampli per una o più vie sia in configurazione attiva che passiva, come giustamente hai detto. sunny sunny sunny


    _________________
    Quando il dito indica la luna, l'imbecille guarda il dito

    ceccus
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 712
    Data d'iscrizione : 2011-01-11
    Età : 49
    Località : Siena

    Re: Consiglio in tema di multiamplificazione

    Post  ceccus on Sun Oct 23, 2011 10:12 am

    Salve,
    Allora, vediamo di fare , forse, più luce sunny ... che probabilmente mi sono spiegato poco bene.
    Personalmente ho sempre saputo questo (nello scenario in cui abbia delle casse a 2 vie con i morsetti separti per Wf e Tw):
    se utilizzo 2 ampli identici dove ognuno , quindi sia il canale dx che quello sx del singolo amplificatore , vengono collegati sulla cassa di riferimento a Wf e Tw , si parla di bi-amplificazione passiva verticale.
    se utilizzo 2 ampli differenti , uno per i bassi e collego il canale dx al Wf destro e il canale sx al Wf sinistro (quindi faccio con 1 ampli entrambe le casse ma solo 1 via) e uno per gli alti e collego il canale dx al Tw dx e il canale sx al Tw sx , allora utilizzo una bi.amplificazione passiva orizzontale.
    I 2 amplificatori , in questo caso, generalemnte sono di potenza diversa (e anche di raffinatezza diversa ... ma su questo punto ci sarebbe da dire molto) proprio per coprire esigenze differenti ...
    Personalmente sono passato alla multi amplificazione passiva orizzontale da poco tempo, diciamo 6 mesi e non me ne pento affatto ... anzi ... l' avessi fatto prima ...
    Spero di essere stato un pochino più chiaro sunny

    Ciao !!


    _________________
    Webmaster http://www.pctrio.com

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4687
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Consiglio in tema di multiamplificazione

    Post  pepe57 on Sun Oct 23, 2011 12:53 pm

    Personalmente ho iniziato a biamplificare un paio di sistemi circa 30 anni fa.
    Gli altri preferisco tenermeli monoamplificati (per alcuni... come i monovia... logicamente sono scelte obbligate sunny sunny )
    Suggerisco sempre la bi (o tri o quadri) amplificazione attiva orizzontale con amplificatori diversi e meglio sposabili alla via che si intende amplificare.
    Diciamo che la bi è una certezza (per me) mentre quando si sale alla tri/quadri il discorso diventa molto complesso ed in genere il rischio di fare più male che bene è dietro l' angolo in quanto intervengono moltissimi parametri.
    Credo che solo dopo qualche anno di esperienza con la bi ci si possa "lanciare" nella tri, poi, per passare alla quadri... (recentemente ho sentito un sistema esa amplificato attivamente.... non faccio commenti sul risultato perché sono di animo gentile..)
    sunny
    Per prima cosa il xover. Trovare un xover neutro a due vie non è cosa facile, ma neppure impossibile.
    Il xover deve avere (a parer mio) i livelli regolabili in modo di lasciare amplissimo spazio nella scelta dei finali. Se non ha la possibilità di regolare i livelli, ci sono due conseguenze: 1) i finali devono essere dotati di livello variabile per potere regolare il livello emesso dagli altoparlanti di ogni via, 2) il xover potrebbe saturare l' ingresso del finale se questo è molto sensibile (magari pur avendo il livello regolabile in uscita).
    Per cui, io direi, assolutamente livelli di uscita regolabili del xover.
    Dobbiamo pensare a come opera un xover a due vie.
    In fondo non è altro che l'insieme di due filtri (passa basso e passa alto) seguiti da 2 stadi preamplificatori dei due segnali che ne escono.
    Per cui è, a mio avviso, inutile che io comperi un pre di livello elevatissimo se poi il pre che trasferirà il messaggio al finale non è lui ma quello inserito nel xover.
    Meglio che sia sempre un discorso equilibrato e che segua una stessa filosofia.
    Ovviamente, per un tre vie i filtri saranno 4 ed i pre 3, e via via sempre + a complicare la cosa.
    Esistono xover sia analogici che digitali, i secondi, a mio parere, sono sensati solo se usati direttamente a trattare un segnale digitale.
    Per cui, se si usa il giradischi è meglio senza dubbio (sempre parlo a mio gusto, logico) usare un xover analogico.
    Il xover digitale è generalmente molto + duttile e permette di usare filtraggi con pendenze molto superiori (oltre a regolazione livelli e cambio frequenza tagli etc etc) con una facilità estrema (tipo Accuphase D45). Generalmente non mi entusiasmano (e ne ho anche avuti e provati diversi), però sono comodi e veloci per trovare in tempi (relativamente) brevi e comodi le giuste regolazioni (io suggerisco sempre come scelta ottimale, prima trovi tagli, livelli, pendenze ed allineamenti con un xover digitale, poi ti pigli un ottimo analogico e regoli il tutto su quelle basi).
    Esistono anche xover analogici (tipo Pioneer D23 che è pure un 4 vie) che permettono quasi tutte queste cose con una certa facilità, ma ne esistono (e di solito sono i meglio suonanti) con tagli fissi modificabili solo attraverso interventi diretti di modifica alla scheda stessa (un bel po' + complicati).
    A volte alcuni di questi (tipo AR EC21) non hanno possibilità neppure di variare i livelli e pendenze di taglio....
    In ogni caso, per me già sono davvero pochissimi i 2 vie che suonano bene... un 4 vie proprio non lo conosco proprio, e pure mettendo un paio di ottimi 2 vie in cascata al primo per ottenere di fatto un 4 vie... non da stessi risultati all' ascolto.
    Direi che è cosa logica...un segnale che passa tramite 8 ! stati preamplificatori di cui 7 solo dai xover....senza contare i filtri..
    Insomma, multiamplificare attivamente è una cosa che può rilevarsi estremamente interessante, ma personalmente trovo che bisogna fare moltissima attenzione e richiede molto tempo per portarti davvero a risultati degni di quanto si desiderava in origine.
    Ciao!
    sunny sunny
    Pietro

    PS: come al solito, il dono della sintesi mi è negato...scusate il papiro

    Guido
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 747
    Data d'iscrizione : 2011-05-14
    Località : Milano

    Re: Consiglio in tema di multiamplificazione

    Post  Guido on Sun Oct 23, 2011 2:53 pm

    Vado in multiamplificazione da oltre 30 anni.
    E per multiamplificazione non intendo assolutamente passiva, perchè secondo me non ha senso.
    Come ha già ampiamente spiegato il caro Pietro, necessario è un crossover da impostare (se non nasce già impostato come nel caso del Beveridge o altri ancora) nelle frequense richieste dal sitema in uso.
    Chi parte, o forse meglio, arriva alla multiamplificazione non torna normalmente indietro. Il crossover passivo è un collo di bottiglia come si vede quì:http://sanderssoundsystems.eu/?page_id=502 I crossovers passivi tipicamente usati nei diffusori tradizionali hanno seri difetti e non possono essere usati per ottenere le migliori prestazioni possibili.
    Troppi sono i miglioramenti sia in dinamica che in trasparenza.
    Tutto sta ad iniziare e poi si migliora col tempo.
    Buion viaggio....
    Guido

    ceccus
    Senior Member
    Senior Member

    Numero di messaggi : 712
    Data d'iscrizione : 2011-01-11
    Età : 49
    Località : Siena

    Re: Consiglio in tema di multiamplificazione

    Post  ceccus on Tue Oct 25, 2011 6:45 pm

    Salve,
    Che tipo di multiamplificazione vorresti adottare ??? Un po' di risposte sono arrivate ... per cui, ora, se ci spieghi meglio che cosa vorresti fare, forse e dico forse, ti potremmo aiutare meglio sunny

    Ciao !!


    _________________
    Webmaster http://www.pctrio.com

      Current date/time is Thu Dec 08, 2016 3:07 am