Pls select your own language, using the translator in the left-hand corner
Sfida fra pre: Shindo e Dissanayake prime impressioni
Il Gazebo Audiofilo

The Italian Forum for HI-FI, Music, DAC, Headphones And Cables

    Sfida fra pre: Shindo e Dissanayake prime impressioni

    Share

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4684
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Sfida fra pre: Shindo e Dissanayake prime impressioni

    Post  pepe57 on Mon Oct 31, 2011 12:37 pm

    Vi faccio una rapida relazione delle mie (personalissime) sensazioni all' ascolto di due oggetti così diversi.
    Modelli: Shindo Mombrison e Dissanayake Resurrection
    Ho usato: piatto Thorens acrylic, braccio Da vinci grandezza + testina Benz lp
    e anche un rtr Teac 10r ed un cdp Technics (non so il modello).
    Finali Shindo Pavillon Rouge e 300 B LTD
    Casse KHorn.
    La musica che ho ascoltato spazia su vari generi. Shindo + "liquido" e un po' "femmina", D + "maschio" e poderoso.
    Con le KHorn il D esagerava un po' in energia in basso, controllandolo meno rispetto a S che invece trattava il messaggio con miglior realismo (immagino che su una minicassa, il D sarebbe da preferirsi, appena posso li provo con le Ariadne per verificare se immagino giusto).
    In ogni caso io direi che mediamente D suona + esteso e dinamico sui due estremi, mentre S si gioca la partita sull' equilibrio tonale e sulla fluidità dell' erogazione.
    C'è da dire che forse (devo controllare) il D ha un pelo (piccolissimo ma le KHorn sentono tutto)di continua in uscita (forse una valvola?) e questo anche se di poco, non gli giov.
    Inoltre S gioca in casa essendoci i suoi finali (il confronto fra i due finali è, a mio avviso, rivelatore della non filosofia musicale di Ken Shindo).
    Comunque volendo dare una indicazione di massima (spero non cannata ed utile) io direi che se avessi un sistema cui volessi un po'accrescere le performances per ottenerne maggior coinvolgimento emotivo, preferirei il D.
    Viceversa, se avessi un suono molto performante però un po' affaticante e "grezzo" e lo volessi umanizzar e "levigare" , allora senza dubbio, S.
    Ciao!
    sunny sunny
    Pietro

    PS: ragazzi ditemi se sono noioso!

    Dragon
    Hi-End Member
    Hi-End Member

    Numero di messaggi : 8562
    Data d'iscrizione : 2008-12-23
    Età : 51
    Località : Pisa (Motociclista)

    Re: Sfida fra pre: Shindo e Dissanayake prime impressioni

    Post  Dragon on Mon Oct 31, 2011 1:10 pm

    pepe57 wrote:

    PS: ragazzi ditemi se sono noioso!

    No, anzi è un piacere leggere di queste esperienze, dalle quali si capisce quanto siano labili gli equilibri in Hi-Fi e quanto siano soggettive e personalissime le sensazioni uditive... fermo restando la qualità innegabile che le varie elettroniche possano più o meno avere.


    _________________
    Ai cavalli mettono i paraocchi...noi li abbiamo a corredo fin dalla nascita.

    gianni60
    JuniorMember
    JuniorMember

    Numero di messaggi : 222
    Data d'iscrizione : 2011-07-02
    Età : 56
    Località : gattico ( no )

    Re: Sfida fra pre: Shindo e Dissanayake prime impressioni

    Post  gianni60 on Mon Oct 31, 2011 1:41 pm

    Prova molto interessante su due pre notevoli e diversi dai soliti ARC,CJ,Mark L.,ecc

    Raccontaci anche le differenze tra i 2 finali Shindo,Pavillon R. che e' l' entry level ma potrebbe essere quasi un finale definitivo se si ha un diffusore ad alta efficienza ed il top di gamma
    WE 300 B Limited considerando che la potenza di uscita e' simile.

    Gianni

    pepe57
    moderatore
    moderatore

    Numero di messaggi : 4684
    Data d'iscrizione : 2009-06-11
    Età : 59
    Località : Milano

    Re: Sfida fra pre: Shindo e Dissanayake prime impressioni

    Post  pepe57 on Mon Oct 31, 2011 8:12 pm

    gianni60 wrote:Prova molto interessante su due pre notevoli e diversi dai soliti ARC,CJ,Mark L.,ecc

    Raccontaci anche le differenze tra i 2 finali Shindo,Pavillon R. che e' l' entry level ma potrebbe essere quasi un finale definitivo se si ha un diffusore ad alta efficienza ed il top di gamma
    WE 300 B Limited considerando che la potenza di uscita e' simile.

    Gianni

    Ciao Gianni,
    credo che il Pavillon Rouge abbia circa il doppio dei watt dei 300B LTD.
    Sulle KHorn (ed anche sulle ANE) la cosa non pone comunque problemi in quanto già basta il 300B per ottenere un volume adeguato a quello che cerco.
    Il Pavilon rouge in effetti è decisamente un buon finale, lo ascolti molto volentieri per ore e ne apprezzi moltissimi lati, lo confronti con diversi apparecchi (SS o TT poco importa) e ne apprezzi la facilità di emissione e la densità sonora; ad un certo punto ti rendi conto che ti piace moltissimo e lo reputi un oggetto di livello assoluto ad un costo davvero abbordabile per quanto offre... un vero best buy, persino io che non ci ho mai creduto, arrivo a pensare di aver trovato un vero ammazzagiganti... e così arrivi a domandarti se abbia un senso spendere di più per ottenere forse il niente.
    Poi riattacchi i 300B e tutto il castello, purtroppo, crolla in un istante.
    Il 300B se ben abbinato ha una capacità di porgere naturalmente dettaglio e dinamica che (tu lo sai bene, con i tuoi Audio Tekné che montavano la 300B) ti fanno letteralmente "toccare" la musica.
    Da un lato mi sconforta, da un lato mi consola... in quanto mi consolida nelle convinzioni che i effetti per me, non esistono veri ammazzagiganti, perlomeno io non sono ancora riuscito a sentirli.
    Pietro
    sunny sunny

      Current date/time is Tue Dec 06, 2016 11:17 am